Edizione n. 35 (Architetti)

metra.it

Edizione n. 35 (Architetti)

E N G L I S H

6TH EDITION OF THE PREMIO NARDI (NARDI

AWARD)

The Premio Guido Nardi (Guido Nardi Award),

La VI edizione

del Premio Nardi

sponsored by METRA in its 2009 edition, is

becoming more and more prestigious with each

edition. 48 dissertations for university degree

or for the Master of Science in Architecture or

Engineering on “Innovative construction systems”

ran to win the three prizes of the event.

The works that competed in this edition of the

Award, created in 2004 by the Best Department of

the Politecnico di Milano (Institute of Technology

of Milan) to honour the memory of Prof. Guido

Nardi, came from universities from all over Italy.

The jury, chaired by Mr. Arrilio Terragni from City

Edge Italian partner of Libeskind, awarded the

three prizes of the competition to dissertations

presented and discussed between October 2006

and October 2009.

During the ceremony, that took place last

December at the Department of Architecture of

the Politecnico di Milano, the scientific committee

announced that a publication will be issued in

order to celebrate the six years of the Award.

After an introductory speech by Prof. Piero Carlo

Palermo, Dean of the Department of Architecture

and Society, and Prof. Emilio Pizzi, Head of Best

Department, Mr. Attilio Terragni did a lecture

titled “Now Now!” The speech was followed by a

round table discussion moderated by Prof. Andrea

Campioli from the Politecnico di Milano. Mr.

Giuseppe Chiarandà from Polis Engineering, Prof.

Ingrid Paoletti from Best Department, Mr. Attilio

Terragni and Mr. Cesare Muccio from METRA, who

later personally awarded the three winners of the

competition, also took part in the discussion.

The prize, with a six-month internship at City

Edge Italian partner of Libeskind in Milan, was

awarded to the dissertation written by Filippo

Maria Martines, “The Vertical City: Designing a

Skyscraper”, supervised by Prof. Riccardo Wallach

at the Università degli Studi di Roma La Sapienza

(University of Rome) – Department of Architecture,

for the following reasons: “This dissertation

tackles the project of designing a skyscraper

coupling the architectural challenge with an

Il Premio Guido Nardi, sponsorizzato per l’edizione

2009 da METRA, annovera una sempre

più cospicua partecipazione. Sono state, infatti,

ben 48 le tesi di laurea (V.O. o Laurea specialistica)

o tesi di master of science in architecture or

engineering su “Sistemi costruttivi innovativi”

che hanno concorso per aggiudicarsi i tre premi

previsti dal bando.

Le tesi, che hanno partecipato a questa edizione

del premio, istituito nel 2004 dal Dipartimento

Best del Politecnico di Milano per onorare la

memoria del prof. Guido Nardi, sono pervenute

da atenei di tutt’Italia: Politecnico di Milano,

Politecnico di Milano - Polo di Lecco, IUAV di Venezia,

Politecnico di Torino, Università degli Studi

di Firenze, Università degli Studi di Brescia,

Università degli Studi di Pavia, Università degli

Studi di Parma, Università di Pisa, Università

degli Studi di Camerino, Università La Sapienza

di Roma, Università degli Studi di Roma Tor

Vergata, Politecnico di Bari, II Università degli

Studi di Napoli, Università degli Studi di Reggio

Calabria, Università degli Studi di Catania,

Università degli Studi di Sassari.

La giuria, presieduta dall’arch. Attilio Terragni

di City Edge Italian partner of Libeskind, ha assegnato

tutti e tre i premi previsti dal bando di

concorso, riservato a tesi discusse fra ottobre

2006 e ottobre 2009.

In occasione della cerimonia, svoltasi lo scorso

dicembre presso la Facoltà di Architettura del

Politecnico di Milano, il comitato scientifico del

premio ha annunciato l’uscita della pubblicazione

dedicata ai sei anni del premio stesso. Dopo

la presentazione da parte del prof. Pier Carlo

Palermo, Preside della Facoltà di Architettura e

Società, e del prof. Emilio Pizzi, Direttore del Dipartimento

Best, si è tenuta la lecture dell’arch.

Attilio Terragni dal titolo “Adesso Adesso!” e

la successiva tavola rotonda, a cui hanno partecipato

il prof. Andrea Campioli dello stesso

Politecnico, in qualità di moderatore, l’ing. Giuseppe

Chiarandà di Polis Engineering, la prof.

ssa Ingrid Paoletti del Dipartimento Best, lo

stesso arch. Attilio Terragni e il dr. Cesare Muccio

di METRA, che poi ha consegnato i premi ai

tre vincitori.

Il primo premio, con stage di 6 mesi presso lo

studio City Edge Italian partner of Libeskind di

Milano, è stato assegnato alla tesi di Filippo Maria

Martines “La città verticale: progettazione di

un grattacielo”, relatore Prof. Riccardo Wallach,

Università degli Studi di Roma La Sapienza - Facoltà

di Architettura, con la seguente motivazione:

“La tesi di laurea affronta il progetto del

grattacielo affiancando alla provocazione architettonica

una adeguata e originale visione sia

dal punto di vista della concezione strutturale

che dei sistemi costruttivi utilizzati”.

Il secondo premio è stato assegnato alla tesi di

Erika Giroldini “Progetto Mercato Km0 a Borgo

San Lorenzo”, relatore Prof. Ulisse Tramonti, Università

degli Studi di Firenze - Facoltà di Architettura,

con la seguente motivazione: “La tesi ha

affrontato in modo innovativo il tema della soluzione

costruttiva e tecnologica con concretezza,

originalità e approfondimento tecnico”.

Il terzo premio, invece, alla tesi di Francesca

Boi “Case History - La progettazione della facciata

respirante del nuovo polo ospedaliero di

Lagny Marne-La-Vallée”, relatore Prof. Paolo

Rigone, Politecnico di Milano - Facoltà di Ingegneria,

con la seguente motivazione: “La

tesi viene premiata per l’adeguato approfondimento

tecnico e sperimentale della tesi,

focalizzato sul tema della facciata respirante”.

A sinistra in alto: il dr. Cesare

Muccio di METRA premia

Filippo Maria Martines, il primo

classificato.

A sinistra in basso: il primo

classificato illustra all’arch.

Attilio Terragni di City Edge

Italian partner of Libeskind

il funzionamento del

prototipo del progetto vincitore

A destra in alto: tavola del

progetto vincitore

A destra in basso: il tavolo dei relatori

appropriate and original vision, with regard to

both the structural concept and the systems

employed during contruction”.

The second prize was awarded to the dissertation

written by Erika Giroldini, “Market Km0 Project

in Borgo San Lorenzo”, supervised by Prof.

Ulisse Tramonti at the Università degli studi di

Firenze (University of Florence) – Department of

Architecture.

The third prize was awarded to the dissertation

written by Francesca Boi, “Case History – The

Project of the Breathing Facade of the new Lagny

Marne-La-Vallée Hospital”, supervised by Prof.

Paolo Rigone at the Politecnico di Milano –

Department of Engineering.

Strutture

Cinque casi di utilizzo del sistema Building

Information Modeling per la progettazione

integrata, a cura di Andrea Torre e Massimo

Speziani, Il Sole 24 Ore.

Il nuovo ingresso polifunzionale della sede METRA di Rodengo Saiano è fra i casi di progetto

strutturale presentati nel volume, ma è anche la sua cover story. La pubblicazione spiega

e illustra tramite esempi concreti, su casi veramente realizzati, il processo produttivo con la

nuova tecnologia BIM. Lo strumento informatico diventa un tramite per trovare nelle strutture

lo specchio di una realtà più profonda, fi no a diventare un mezzo espressivo alternativo. La

grammatica generativa di strutture è la base che si cela dietro l’utilizzo di Revit Structure nella sua

valenza più profonda, la quale rivela come i software attuali siano veramente strumenti creativi.

All Metra News International

Architecture 35

Direttore Responsabile:

Monique Hemsi

Redazione:

Margherita Toffolon

Coordinamento editoriale

e art direction:

esprithb srl

Corso Magenta, 56 – 20123 Milano

www.esprithb.it

Stampa:

Impronta Grafica

Vighizzolo di Cantù (CO)

More magazines by this user
Similar magazines