2-News Industria N°46.indd - Metra SpA

metra.it

2-News Industria N°46.indd - Metra SpA

N E W S

L E G H E , E S T R U S I E N O T I Z I E

N U M E R O 4 6 S E T T E M B R E 2 0 0 7

I C O N T E N U T I

La verifica

strutturale

2

della

base di fissaggio

per poltroncina da

imbarcazione

Alluminiocantieristica:

3 binomio

vincente

Metra Marine

alla conquista

del settore navale

Grazie all’accordo con Alluminio Toscana,

società del Gruppo Cauvin, Metra Marine

diventa un importante riferimento nel

settore, potendo garantire un

servizio a 360°.

4

Essenziali

e funzionali

Metra mette a servizio del settore navale

tutta l’esperienza e le specifiche

competenze tecnologiche sull’alluminio

acquisite nei molteplici settori

nei quali opera da anni. A questo

scopo ha istituito la divisione Metra

Marine, la cui attività è mirata

alla realizzazione di estrusi e profilati

speciali per la realizzazione di

yacht e navi da crociera.

Settore in forte espansione, soprattutto

in Italia, assoggettato ancora

al “fascino” dell’acciaio e della vetroresina,

i materiali più utilizzati, ma

in cui l’alluminio è in grado di offrire

molteplici, oltre che creative, possibilità

di utilizzo che derivano dalla

semplice messa a frutto delle intrinseche

proprietà e caratteristiche

tecniche. L’alluminio, infatti, rispetto

all’acciaio ha una marcia in più,

proprio per la capacità di creare forme

complesse, ma nello stesso tempo

leggere e strutturalmente innovative.

Nello scorso febbraio la Divisione

Metra Marine, al fine di rafforzare

la propria presenza commerciale, ha

siglato un accordo per la fornitura

di profili strutturali per la cantieristica

in esclusiva per l’Italia con Alluminio

Toscana, società leader nel

settore della distribuzione di semilavorati

in alluminio per costruzioni

navali.

La partnership fra Metra e Alluminio

Toscana, società facente parte del

Gruppo Cauvin, una delle principali

realtà italiane nella distribuzione di

semilavorati in alluminio, costituisce

un passo importante per la diffusione

di questo materiale nella cantieristica

navale. Il Gruppo Cauvin

in oltre cent’anni ha ampliato e diversificato

la propria attività, iniziata

con l’importazione di fertilizzanti,

nel settore della distribuzione di

prodotti siderurgici e semilavorati

in alluminio, nell’impiantistica, nel

trading e nel procurement internazionale,

con un fatturato consolidato

2006 di oltre 175 milioni di Euro.

La Vittorio Cauvin inoltre opera nel

mercato dell’alluminio primario in

qualità di agente esclusivo per l’Italia

della Bhp Billiton, uno dei maggiori

produttori e trader mondiali,

con una distribuzione in Italia di

circa 120.000 tonnellate annue.

L’attività nel settore dell’alluminio

nasce nel 1978 quando la Vittorio

Cauvin, oggi Holding del Gruppo,

ottiene la distribuzione di piastre

speciali prodotte dall’Alcoa; attività

che si è progressivamente sviluppata

con la costituzione nel 1986 della

Alluminio di Qualità e negli anni

successivi della Alluminio Toscana e

della Comtometal.

Sotto la direzione dell’Amministratore

Delegato Eugenio Paroletti le società,

inizialmente specializzate nei

prodotti per l’edilizia, si sono gradualmente

diversificate nel settore

industriale. “L’alluminio rappresenta

oggi uno dei settori di principale

sviluppo del Gruppo Cauvin - come

afferma lo stesso Amministratore

Delegato di Alluminio Toscana. Dai

primi anni ’80 siamo costantemente

cresciuti e tramite Alluminio di

Qualità, Alluminio Toscana e Comtometal,

abbiamo raggiunto 8000 tonnellate

di distribuzione di semilavorati

in alluminio. Il settore della

cantieristica navale, campo d’azione

di Alluminio Toscana, presenta

un trend di crescita interessante e

la partnership con Metra Marine ci

garantisce sia la fornitura di estrusi

specifici per il settore navale, ricchi

di valore aggiunto, sia consulenza

tecnico-commerciale. La sinergia

creatasi tra Metra per la produzione

e il Gruppo Cauvin/Alluminio

Toscana garantisce così un servizio

a 360°, completato dalle lavorazioni

aggiuntive”.

Alberto Pomari, Direttore Commerciale Metra Industria

ed Eugenio Paroletti, Amministratore Delegato di

Alluminio Toscana

METRA MARINE IS OUT TO CONQUER THE

SHIP-BUILDING INDUSTRY

Metra is placing all its experience and specific

technological skills in the field of aluminium

at the service of the ship-building industry. It

has therefore established the Metra Marine

Division, the activity of which is aimed at

making special extrusions and section bars for

building yachts and cruise ships. Last February,

in order to strengthen its commercial presence,

the Metra Marine Division signed a sole

distributor agreement for Italy for the supply

of structural section bars for ship-building with

Alluminio Toscana, a leading company in the

field of distribution of semi-finished aluminium

parts for ship-building.

The partnership between Metra and Alluminio

Toscana, which belongs to the Cauvin Group,

one of the top Italian companies in the field

of distribution of semi-finished aluminium

products, is an important step on the way

to spreading the use of this material in

ship-building. In over one hundred years of

activity, the Cauvin Group has enlarged and

diversified its activities, and in 2006 achieved

a consolidated sales figure of over 175 million

Euros. Vittorio Cauvin, in particular, is also

on the primary aluminium market as the

sole agent for Italy of Bhp Billiton, one of

the largest manufacturers and traders in the

world. Under the guidance of Eugenio Paroletti

(CEO of Alluminio Toscana) the companies,

which were initially specialised in products

for the building industry, gradually diversified

into other industrial fields. The field of

ship-building, which is the field of action of

Alluminio Toscana, is growing at an interesting

rate, and the partnership with Metra Marine

guarantees both the supply of specific

extrusions for ship-building, with good added

value, and advisory services in both technical

and sales matters.


La verifica strutturale

THE STRUCTURAL CHECK OF THE BASE

FOR SECURING ARMCHAIRS FOR BOATS

della base di fissaggio per

Thanks to their natural properties, some

aluminium alloys are particularly suitable

for making products for the fields of leisureboating

and ship-building. These alloys can

poltroncina da imbarcazione

be grouped under the family of those suitable

for working by plastic deformation and can

be split up into two sub-sets: aluminiummagnesium

(Al – Mg, or the 5000 range) and

aluminium-magnesium-silicon (Al – Mg – Si, or

the 6000 range). These two sub-groups have

in common a series of characteristics that are

much appreciated in the ship-building world.

The main difference is that while the first set

is suitable above all for rolling, giving rise

to semi-finished products featuring simple

cross-sections, and their mechanical properties

cannot be modified by heat treatment, the

second set is more suitable for extruding,

and can therefore take on complex shapes.

In addition, hardening and tempering heat

treatment and artificial aging can increase

their mechanical strength considerably. The

case of the structural check, carried out by

Metra Industria’s Technical Assistance Service

on the platform for securing and guiding

armchairs for boats is illustrated below. The

securing system (Fig. 1 and Fig. 2) consists

of an extrusion coupled antimetrically to an

identical piece. With the aid of steel bearings

and fixing screws, a linear guide is created for

the seat of the chair. The aim of the study, as

agreed to with the Customer, was to identify

the maximum load to be applied to the support

without causing buckling following its removal.

Per le proprie doti naturali, alcune leghe

d’alluminio risultano particolarmente

adatte alla realizzazione di prodotti

destinati ai settori della nautica

e delle costruzioni marine. Tali leghe

sono raggruppabili nella famiglia di

quelle adatte alla lavorazione per deformazione

plastica e suddivisibili in

due sottoinsiemi: alluminio-magnesio

(Al – Mg alias serie 5000); alluminiomagnesio-silicio

(Al – Mg – Si alias

serie 6000). Questi due sottoinsiemi

presentano una serie di caratteristiche

comuni, molto apprezzate negli ambiti

della nautica, in particolare l’ottima

resistenza alla corrosione e valenza

estetica a seguito dell’anodizzazione,

la buona resistenza meccanica e

saldabilità. La differenza sostanziale

fra i due tipi di leghe è che, mentre le

prime si prestano per lo più alla laminazione,

originando semilavorati

dalle geometrie di sezione elementari,

e non sono passibili di variazioni nelle

loro proprietà meccaniche

a seguito di trattamento

termico, le seconde sono

più adatte all’estrusione

e quindi adatte ad assumere

forme complesse, e

a seguito di trattamenti

termici di tempra e invecchiamento

artificiale,

possono incrementare

notevolmente le loro

resistenze meccaniche.

Di seguito è riportato

il caso della verifica

strutturale, eseguita dai

Servizi di Assistenza

Tecnica di Metra Industria,

per la peda- na

di vincolo e guida di una poltrona da

imbarcazione. Il sistema di fissaggio

(fig. 1 e fig. 2), è costituito da un estruso

che accoppiato in modo antimetrico

con uno identico e con l’ausilio di

cuscinetti in acciaio e viti di fermo

realizza un vincolo di guida lineare

per la seduta della poltrona.

L’obiettivo dello studio, concordato

con il Cliente, era l’individuazione

del carico massimo da applicare sul

sostegno, evitando la presenza di deformazioni

permanenti a seguito della

sua rimozione.

L’estruso (fig. 3) è stato realizzato in

lega EN AW 6060 T5 per la quale le

caratteristiche meccaniche minime

secondo la UNI EN 755 – 2 sono:

Materiale

Lega EN AW 6005A T6

Rp0,2 [MPa] 210

Rm [MPa] 160

Allungamento a rottura % 8

mentre per le condizioni di carico

e vincolo si può considerare

appoggiato semplicemente lungo

gli spigoli di contatto/scorrimento,

e caricato sulla corona

circolare corrispondente all’impronta

del montante tubolare.

La simulazione FEM della

struttura ha dato origine

a una serie di risultati per

Fig. 1: Sistema di guida e

fissaggio per la poltrona

quanto riguarda rispettivamente il

campo delle tensioni equivalenti di

Von Mises, e quello degli spostamenti

sotto un carico totale statico di

P = 2000 N ~ 200 kg.

Nelle figure 4 e 5, che riportano i risultati

ottenuti, è possibile notare che per

un tale carico complessivo si arriva

solo nelle asole di fissaggio al limite

di elasticità del materiale, mentre i

massimi spostamenti di natura elastica,

e quindi reversibili a seguito

della rimozione del carico, sono vicini

al mezzo millimetro. In questa situazione

si può affermare che il limite

dei 2000 N può essere accettato senza

originare situazioni, tali da compromettere

la sicurezza e la funzionalità

del dispositivo.

Fig. 3: Estruso con sezione sul quale è

fissato il sostegno della poltrona

With reference to the loading and constraint

conditions of the extrusion (Fig. 3), made of

EN AW 6060 T5 alloy, it can be considered

simply resting along the sharp edges with which

it is in contact and on which it slides, and

loaded on the circular rim corresponding to

the footprint of the tubular upright. The FEM

simulation of the structure gave rise to a series

of results concerning the field of Von Mises

Fig. 4: Compo delle tensioni di Von Mises

sotto carico di P = 2000 N

equivalent stress and that of displacements

under a total static load of P = 2000 N ~ 200

kg respectively. In Figures 4 and 5, which show

the results obtained, it is possible to note

that for an overall load of that magnitude the

elastic limit of the material is reached only

locally in the fixing slots, while the greatest

displacements of an elastic nature, and which

are therefore reversible after removing the

load, approached half a millimetre. In this

situation, it can be stated that the limit of

Fig. 2: Sistema di accoppiamento

degli estrusi per la guida

Fig. 5: Campo degli spostamenti sotto carico

di P = 2000 N

2000 N can be accepted without giving rise to

situations that could prejudice the safety and

functional characteristics of the device.


ALUMINIUM AND SHIP-BUILDING: A

WINNING PAIR

Alluminio-cantieristica:

binomio vincente

Lo sviluppo della cantieristica, in forte

espansione negli ultimi anni soprattutto

per quanto riguarda la realizzazione

di yacht e navi da crociera,

ha incentivato l’utilizzo di nuove tecniche

e nuovi materiali da costruzione,

fra cui l’alluminio e le sue varie

leghe, che presentano una serie di caratteristiche

fisiche, per certi aspetti

uniche, le principali delle quali sono

la leggerezza e l’ottima tenuta alla corrosione,

con i seguenti vantaggi: allungamento

della durata media delle

installazioni e delle apparecchiature;

ridotta manutenzione; inalterabilità

della superficie nel tempo.

Queste le caratteristiche principali:

Leggerezza

Il peso specifico dell’alluminio è molto

più basso rispetto a molti altri metalli

e leghe. Essendo pari a 2,7 kg/dm 3 risulta

essere circa tre volte più leggero

dell’acciaio. E’ ormai risaputo che il

peso di una struttura in lega di alluminio

è inferiore del 50% rispetto ad

un’analoga struttura in acciaio o acciaio

inox, in considerazione del suo

modulo elastico nonché alla resistenza

alla fatica delle strutture saldate o

imbullonate. Risulta quindi più facile

da maneggiare, meno costoso da trasportare

e particolarmente adatto al

settore dei trasporti in generale, fra

cui quello navale, per parti in movimento

e per tutti quegli oggetti e strutture

ove il risparmio di peso è indispensabile.

Resistenza meccanica

Le leghe di alluminio possono raggiungere

resistenze meccaniche fino

a oltre 560 Mpa. Il limite di snervamento

per le leghe di più elevata resistenza

è di circa l’85% della resistenza

a rottura; ciò permette di risolvere la

maggior parte dei problemi in numerosissime

applicazioni. La resistenza

meccanica aumenta alle basse temperature,

senza che si evidenzino fenomeni

di transizione duttile/fragile. Il

rapporto resistenza/peso risulta particolarmente

elevato. Le leghe di alluminio

consentono di ottenere notevoli

vantaggi per tutte quelle strutture ove

una diminuzione del peso proprio delle

stesse consente a pari resistenza di

aumentare i carichi paganti (mezzi

di trasporto in genere, ponti, ecc.).

Resistenza a corrosione:

L’alluminio presenta una ottima resistenza

a corrosione; non forma ruggine

e viene protetto, in ambiente ossidante,

da uno strato naturale di ossido

trasparente stabile. La protezione contro

la corrosione, specialmente per le

leghe di alluminio, può essere ulteriormente

aumentata mediante trattamenti

di anodizzazione, conversione

chimica, verniciatura.

Conducibilità elettrica

Estremamente elevata in quanto a parità

di peso è circa doppia di quella

del rame (2.55 m W cm a temperatura

ambiente).

L’alluminio si sta affermando anche

nel settore navale per le proprie

intrinseche proprietà e caratteristiche

tecniche, che sono molteplici.

Scintille

L’alluminio e le sue leghe non emettono

scintille, e quindi sono materiali

ideali ovunque vi siano pericoli di

esplosione o di incendio.

Resilienza

Le leghe di alluminio combinano alta

resistenza ed elevata capacità di deformarsi

elasticamente sotto carico,

ritornando alla forma iniziale sia

dopo l’urto sia dopo che è stato rimosso

il carico applicato.

Resistenza al fuoco

I prodotti in alluminio

e leghe non bruciano e

non producono fumi tossici

anche alle temperature

più elevate.

Resistenza alle basse temperature

La resistenza meccanica aumenta alle

basse temperature senza significativi

fenomeni di fragilizzazione; ciò rende

le leghe di alluminio materiali adatte

alle applicazioni criogeniche, e comunque

ad applicazioni a temperature

esterne estrememente basse.

Riciclabilità

I materiali a base alluminio possono

essere riciclati un numero infinito di

volte senza perdere le caratteristiche

principali del metallo, e i loro rottami

conservano un valore elevato. Per

questo motivo risultano ecosostenibili

dal punto di vista sia dell’impatto

ambientale che economico.

Assemblabilità

Le leghe di alluminio possono essere

assemblate per fissaggio meccanico

con viti, bulloni, chiodi, rivetti

a strappo. È possibile realizzare assemblaggi

strutturali e inoltre sono

disponibili leghe saldabili per fusione

e brasabili.

Gamma di prodotti

Le leghe di alluminio sono disponibili

sotto forma di lamiere, piastre, barre,

profili anche complessi e ottenuti senza

saldatura o altri metodi di giunzione.

The development of shipbuilding has

encouraged the use of new technology and new

construction materials, including aluminium

and its various different alloys, which have

a range of peculiar and in some ways unique

physical characteristics. The most important

of these are the light weight and excellent

resistance to corrosion, with the following

advantages: longer average life of installations

and equipment, low maintenance and

unalterability of the surface in time.

Following are the main characteristics:

Light weight

The specific weight of aluminium is 2.7 kg/dm3,

which makes it about three times lighter

than steel. The weight of a structure made of

aluminium alloy is 50 % less than the weight of

a similar structure made of steel or stainless

steel, considering its modulus of elasticity and

the fatigue strength of the welded or bolted

structures. It is therefore easier to handle,

less expensive to ship and particularly suitable

for the field of transport in general, including

ships, for moving parts and for all sorts of

items and structures for which saving on

weight is essential.

Mechanical strength

Aluminium alloys can reach mechanical

strengths of over 560 Mpa; the yield strength

of the toughest alloys reaches about 85% of

their ultimate strengths; this enables most of

the problems arising in numerous applications

to be solved. Its mechanical strength increases

at low temperatures without the occurrence

of any ductile/fragile transition. Its strength/

weight ratio is particularly high. Aluminium

alloys enable considerable advantages to be

obtained for all those structures in which a

decrease in the structure’s own weight enables

the payload to be increased without affecting

strength (means of transport in general,

bridges, etc.).

Corrosion-resistance

Aluminium has excellent corrosion-resistance

properties. It does not form rust and is

protected, in an oxidising atmosphere, by a

naturally forming layer of stable transparent

oxide. Protection against corrosion, especially

for aluminium alloys, can be additionally

increased by anodising treatments, chemical

conversion or painting.

Electric conductivity

It is about double that of copper for the same

weight (2.55 m W cm at room temperature).

Sparks

Aluminium and its alloys do not produce

sparks, and are therefore suitable for use

wherever there is a risk of explosion or fire.

Impact strength

Aluminium alloys combine high strength and

high elastic deformability when loaded.

Fire-resistance

Products made of aluminium and its alloys do

not burn and do not produce toxic smoke, even

at very high temperatures.

Strength at low temperatures

The mechanical strength of aluminium alloys

increases at low temperatures without

significant embrittlement.

Recycling

Aluminium-based materials can be re-cycled for

an indefinite number of times without losing

the superior characteristics of this metal, and

the scrap retains a high value.

Ease of assembly

Aluminium alloy parts can be assembled by

mechanical fixing. Structural assemblies can be

made. Alloys are available that can be welded

by fusion welding or brazing.

Product range

Aluminium alloys are available in the form

of sheeting, plates, bars and even complex

section bars obtained without welding or other

methods of joining.


Essenziali e funzionali

Barka s.r.l produce tutta una serie di

sistemi di prima installazione, destinati

ai costruttori del settore della

nautica da diporto. In particolare,

cilindri elettrici in alluminio anodizzato

(lega 6060) anticorrosione e a tenuta

stagna (IP68) per evitare le infiltrazioni

d’acqua, i cui profilati sono

stati studiati con un diametro esterno

a minimo ingombro. I cilindri elettrici

sono ampiamente utilizzati perché

l’installazione non richiede centraline

idrauliche e tubi per la condotta

dell’olio. Barka produce anche com-

ponenti per l’arredo nautico quali:

colonne per il sostegno dei tavoli con

cilindro elettrico interno per la movimentazione,

che consente di abbassare

il piano di appoggio il quale diventa

base per il letto con ottimizzazione

degli spazi; colonne telescopiche manuali

per sostenere le poltroncine di

guida o i tavoli, composte da una base

in fusione e da tutta una serie di componenti

realizzati in trafilati estrusi,

fra cui la parte superiore che serve per

la rotazione.

PLAIN AND FUNCTIONAL

Barka s.r.l produces a whole range of systems

for original installation by leisure boat

builders. Specifically, anodized aluminium

electric cylinders, corrosion-resistant and

waterproof (IP68) to avoid the penetration

of water, the sections of which have been

designed with an outside diameter taking up

very little room. Electric cylinders are widely

used since their installation does not require

hydraulic control units and tubing for oil.

Barka also produces components for outfitting

boats such as uprights for supporting tables

with internal electric cylinders for mobilising

them, allowing a table top to be lowered, for

instance, to form the base for a bed, in order

to optimise the available spaces, manual

telescopic columns for supporting cockpit

chairs or tables, consisting of a cast base and

a whole range of components made of drawn

extrusions, including the top part required for

rotation.

GANGWAYS ALL ROUND

Passerelle a tutto tondo

Dal 1967 Besenzoni progetta e costruisce

accessori evoluti per imbarcazioni. Fra

i tanti, le passerelle idrauliche rientranti

e le passerelle manuali. Le passerelle

idrauliche rientranti sono telescopiche

con pedana in due o tre sezioni. Vengono

fornite con box di contenimento strutturale,

installato in cantiere da personale

specializzato. Per il fatto di scomparire

totalmente in posizione retratta, si conformano

al design esterno dell’imbarcazione.

Tutti i movimenti sono automatici

con un controllo assoluto delle fasi di

rientro per la verifica dell’allineamento

corretto della passerella nella sede interna.

Nella passerella telescopica “ONDA”,

rientrante a due stadi (modello PI 374),

il movimento automatico delle funzioni

avviene tramite pistone idraulico e dispositivo

con telecomando a infrarossi.

L’allineamento per il rientro avviene attraverso

controllo manuale; la struttura

è in acciaio inox verniciato mentre la

pedana di camminamento è in alluminio

o, a richiesta, in carabottino di teak.

Fra i tanti modelli di passerelle manuali

prodotte da Besenzoni, che pur nella loro

semplicità presentano un elevato grado

di sicurezza d’utilizzo (i candelieri manuali

non possono essere estratti accidentalmente)

e un doppio appoggio del

vincolo basculante a bordo, c’è la passerella

pieghevole (mod. 161) completamente

in alluminio anodizzato o con pedana

in carabottino di teak.

Since 1967 Besenzoni have been designing

and making evolved accessories for boats.

Among their many products are hydraulic

retractable gangways and manual gangways.

Their hydraulic retractable gangways are

telescopic and the platform is made of two or

three sections. Each gangway is supplied with

a structural box for containing it, installed at

the yard by specialised personnel. The gangway

disappears completely in the retracted

position, to blend into the design of the outside

of the boat. All the movements are automatic

with full control of the retracting phases so

as to check correct alignment of the gangway

in its internal housing. For the “ONDA” twostage

telescopic retractable gangway (model PI

374), the automatic movement of the functions

takes place thanks to a hydraulic piston and an

infrared remote-controlled device. Alignment

for retraction is carried out under manual

control. The structure is made of painted

stainless steel while the actual walkway is

made of aluminium or, on request, can consist

of teak grating. Among the many models of

manual gangways made by Besenzoni, and

which however simple are extremely safe to

use (the manual stanchions cannot be removed

accidentally) and have a double support for

the tilting constraint on board, there is a

folding gangway (model 161) made entirely of

anodised aluminium or with a teak grating.

COGNOME E NOME

AZIENDA

DIVISIONE

DESIDERO RICEVERE

INFORMAZIONI SU METRA

SUGGERISCO UN INCONTRO IL (data)

ALLE (ore)

RICHIEDO MATERIALE

INFORMATIVO SULLE VOSTRE ATTIVITÀ.

I SOGGETTI CHE MI INTERESSANO

SONO I SEGUENTI:

Metra Spa garantisce la massima riservatezza

dei dati forniti e la possibilità di richiederne la

rettifica o la cancellazione scrivendo a METRA

SPA via Stacca, 1 25050 RODENGO SAIANO

(BS). I dati verranno utilizzati al solo scopo di

inviarle proposte commerciali. In conformità al

D.Lgs 196/03 testo unico sulla privacy.

INDIRIZZO

CAP CITTÀ

N° TELEFONO

PROFILATI A DISEGNO

FINITURE (verniciature, ossidazioni)

LAVORAZIONI MECCANICHE

(fresature, curvature)

ALTRO (specificare)

COUPON DA COMPILARE E SPEDIRE A:

METRA S.P.A.VIA STACCA, 1

25050 RODENGO SAIANO (BRESCIA)

ITALY

N. FAX +39/30/6819991

http://www.metra.it

E.mail: industry@metra.it

All Metra News

Leghe, estrusi e notizie

Coordinamento editoriale

e art direction

esprithb srl

www.esprithb.it

Stampa Impronta Grafica

More magazines by this user
Similar magazines