Marco D'Ambros.pdf - ESSeRE - Università degli Studi di Milano ...

essere.disco.unimib.it

Marco D'Ambros.pdf - ESSeRE - Università degli Studi di Milano ...

Università degli Studi di Milano – Bicocca

Dipartimento di Informatica, Sistemistica e Comunicazione

Via Bicocca degli Arcimboldi 8 – 20126 Milano

Tel. +39 026448.7801 http://www.disco.unimib.it

Lunedì 27 Novembre 2006

alle ore 11.30

Aula U1/08, Edificio U1

AVVISO DI SEMINARIO

Marco D’Ambros

Michele Lanza

Università della Svizzera Italiana, Lugano

terrà un seminario dal titolo


Università degli Studi di Milano – Bicocca

Dipartimento di Informatica, Sistemistica e Comunicazione

Via Bicocca degli Arcimboldi 8 – 20126 Milano

Tel. +39 026448.7801 http://www.disco.unimib.it

Abstract:

Archeologia del Software

Ricostruire l’evoluzione di sistemi software

Ai giorni nostri i sistemi software sono divenuti sempre più diffusi e importanti. Questi

sistemi devono continuamente essere modificati per adattarsi al contesto nel quale

vengono utilizzati. Questo fa sì che con il passare del tempo il software tende a crescere in

complessità e dimensione e il suo mantenimento diventa sempre più difficile e costoso,

soprattutto perchè forti vincoli temporali, dettati da esigenze di mercato, spingono i

progettisti a investire la maggior parte delle risorse nello sviluppo di codice sorgente,

lasciando in secondo piano attività di progettazione. Ne consegue che la qualità del

software, ma soprattutto del suo design, si degrada, fintantochè al software non viene

applicato un processo di reingegnerizzazione.

Tale processo deve essere preceduto da un’analisi preliminare, nella quale si studia la

struttura del software e se ne individuano le parti critiche. L’analisi risulta molto complessa

per una seria di fattori, fra i quali i più rilevanti sono: (i) la documentazione è spesso

incompleta e non aggiornata, (ii) gli sviluppatori originali, con conoscenze del dominio


Università degli Studi di Milano – Bicocca

Dipartimento di Informatica, Sistemistica e Comunicazione

Via Bicocca degli Arcimboldi 8 – 20126 Milano

Tel. +39 026448.7801 http://www.disco.unimib.it

applicativo e dell’architettura originale, non sono più disponibili e (iii) la vastità delle

informazioni disponibili (milioni di righe di codice) richiede l’utilizzo di tecniche e strumenti

che ne consentano una semplificazione e un filtraggio.

In questa presentazione proponiamo una tecnica per lo studio della struttura di sistemi

software caratterizzati da grandi dimensioni e complessità elevata. L’idea di fondo è che

studiare più versioni di un sistema software consente di capirne più approfonditamente la

struttura.

L’analisi viene suddivisa in due fasi: in un primo momento vengono processate le

informazioni disponibili sulla storia del sistema, derivanti da sistemi di controllo di versione

e bug tracking system. Tali informazioni sono spesso incomplete e comunque non

strutturate, motivo per cui l’evoluzione del sistema deve essere in qualche modo ricostruita,

da cui il nome archeologia del software. I dati vengono dunque processati, aggregati e

memorizzati, in maniera strutturata, all’interno di un apposito database. Successivamente

vengono utilizzate tecniche visuali per studiare il sistema a diversi livelli di dettaglio: “in

grande”, ovvero l’architettura generale in termini di sottosistemi e moduli; “in piccolo”,

ovvero la struttura interna dei singoli moduli.

Le tecniche visuali adottate permetto di semplificare l’analisi, fornendo molta semantica in

maniera condensata, senza però perdere nessuna informazione.

Verrà poi discusso come combinare le viste a differenti livelli di dettaglio per trovare le

“aree critiche” del software che, essendo caratterizzate da una bassa qualità di design,

rappresentano il punto di partenza per il processo di reingegnerizzazione.


Università degli Studi di Milano – Bicocca

Dipartimento di Informatica, Sistemistica e Comunicazione

Via Bicocca degli Arcimboldi 8 – 20126 Milano

Tel. +39 026448.7801 http://www.disco.unimib.it

Nel corso della presentazione verrà infine mostrata una demo “live” del tool utilizzato per

l’archeologia del software, analizzando un sistema reale open source. Durante la demo

verranno presentate le caratteristiche principali del tool e verrà descritto come utilizzare

efficacemente quest’ultimo in un contesto di reingegnerizzazione.

Marco D’Ambros è studente di dottorato all’università della Svizzera Italiana a Lugano,

dove il suo advisor `e il Professor Michele Lanza. I suoi interessi di ricerca sono rivolti

nell’area dell’ingegneria del software, con particolare riguardo all’evoluzione e alla

visualizzazione del software.

Nel 2005 ha ricevuto la laurea con lode dal Politecnico di Milano e il “master of science”

dall’università dell’Illinois a Chicago. Ha pubblicato articoli in conferenze (CSMR 2006,

WCRE 2006) e workshop (MSR 2006, VISSOFT 2005).

E’ membro di “COSE”, un progetto svizzero orientato all’analisi e al controllo

dell’evoluzione di sistemi software complessi.


Università degli Studi di Milano – Bicocca

Dipartimento di Informatica, Sistemistica e Comunicazione

Via Bicocca degli Arcimboldi 8 – 20126 Milano

Tel. +39 026448.7801 http://www.disco.unimib.it

Per informazioni: Francesca Arcelli (arcelli@disco.unimib.it)

More magazines by this user
Similar magazines