Guida ECTS – 1° Anno - a.a. 2008/2009 - Cottolengo

cottolengo.org

Guida ECTS – 1° Anno - a.a. 2008/2009 - Cottolengo

Guida ECTS – 1° Anno - a.a. 2008/2009

Facoltà

Corso di laurea

Titolo del Corso

Docente

Codice corso

Anno di corso 1°

Semestre 1°

Numero di crediti ECTS 5.5

Ore di insegnamento per settimana 6,7

Numero di settimane per semestre 12

Posizione del corso nell’ambito del piano di studi

Propedeuticità

Modalità di iscrizione al corso

Modalità di iscrizione all’esame

Lingua in cui viene erogato il corso

Obiettivo del corso

MEDICINA E CHIRURGIA

INFERMIERISTICA (206A)

FISICA, CHIMICA E BIOCHIMICA MEDICA

BALDONI Flaminia

LEONE Giorgio – CARBOTTI Silvia

TOI111

Insegnamento di Base

Non esiste propedeuticità

Immissione nel piano degli studi

Online su UCPoint - 7 gg prima della data di esame

Italiano

Biochimica

Introdurre lo studente alla conoscenza del concetto di atomo e di molecola; dei meccanismi di interazione tra molecole;

delle soluzioni, dell’equilibrio chimico e delle reazioni chimiche; delle macromolecole biologiche costituenti la cellula; del

rapporto esistente tra struttura e funzione delle molecole; del modo selezionato dalla Natura per utilizzare,

immagazzinare e impegnare l’energia chimica nell’organismo vivente. Lo studente alla fine del corso dovrebbe avere

chiara conoscenza delle vie metaboliche e del ruolo biochimico svolto dai principali tipi di tessuto od organo.

Fisica: medica, sanitaria, ambientale

Obiettivo del corso è fornire agli studenti un quadro teorico tale da permettere un’adeguata comprensione dei fenomeni

fisici, che hanno attinenza con l’esercizio della professione infermieristica. Una particolare attenzione sarà dedicata ai

principi della statica e della dinamica dei fluidi per le loro molteplici applicazioni in campo infermieristico. Nell’ambito della

fluidodinamica, verrà anche proposto un modello semplificato del sistema cardiovascolare, basato sul principio dei vasi

comunicanti, in grado di simulare i fenomeni fisiopatologici più comuni, che verranno affrontati nel prosieguo degli studi.

Sistemi informativi, basi di dati e sistemi di accesso all'informazione

Il corso si propone di introdurre lo studente all’informatica e all’uso dei calcolatori fornendo, inoltre, strumenti

metodologici e operativi per l’utilizzo di alcuni software appartenenti al pacchetto Office e per la fruizione del web. Il

corso si articola in due parti: una generale di introduzione ai concetti di base utili a produrre una conoscenza sui principi

della tecnologia dell’informazione; una operativa che prevede l’esercitazione e la ricerca su web (uso di motori di ricerca,

Opac, biblioteche on-line, costruzione di sitografie ecc…) e l’uso di un applicativo per elaborazione di testi e cenni sui

fogli elettronici.

Programma del corso

Biochimica

Materia ed energia. Struttura dell’atomo, numero atomico, numero di massa. Sistema periodico. Legame chimico.

Reazioni chimiche. Le soluzioni. Equilibri ionici in soluzione acquosa. Atomo di Carbonio. Composti organici, isomeria,

gruppi funzionali. Molecola dell’acqua. Zuccheri - Polisaccaridi di riserva. Lipidi – Steroidi - Aminoacidi – Proteine. Enzimi

- attività enzimatica: meccanismo, struttura, regolazione. Nucleotidi - Acidi nucleici. Vitamine e coenzimi. Aspetti

biochimici dell’azione degli Ormoni. Processi di biosintesi e utilizzo biochimico dell’energia dei legami fosforici.

Metabolismo glucidico, lipidico, proteico. Biochimica del genoma, organizzazione del DNA nel nucleo eucariotico, sintesi

proteica. Biochimica dei tessuti e degli organi (fegato, tessuto adiposo, tessuto muscolare, sangue).

Fisica: medica, sanitaria, ambientale

Grandezze fisiche e misure: Definizione di grandezza fisica, Misure fisiche, incertezza di misura, assoluta e relativa,

valore medio e mediano, Sistema internazionale di unità di misura. Statica dei corpi rigidi: Forze e campi. Corpi liberi e

corpi vincolati. Forza di gravità, massa e peso. Leve e applicazioni al corpo umano. Dinamica dei corpi rigidi: Velocità e

accelerazione. Primo principio della dinamica o principio d’inerzia. Secondo principio della dinamica (F= m x a). Terzo

principio della dinamica o principio d’azione e reazione. Lavoro di una forza, energia, potenza. Varie forme di energia e

principio di conservazione dell’energia. Lavoro e potenza muscolare. Il metabolismo. Statica dei fluidi: Stati di

aggregazione della materia. Densità e peso specifico (relativo e assoluto). Pressione. Pressione relativa e assoluta.

Principio di Archimede. Principi di Pascal e di Stevino. Pressione in una siringa. Vasi comunicanti. Idrodinamica: Liquidi

perfetti e liquidi reali. Portata di un condotto. Differenze di pressione per lo scorrimento dei liquidi reali in un condotto.

Idrodinamica dei fluidi viscosi, legge di Poiseuille. Applicazioni delle leggi dell’idrodinamica all’apparato cardiovascolare.

Proposta di un modello del sistema cardiovascolare basato sul principio dei vasi comunicanti. Effetti della gravità sulla

pressione del sangue. Sfigmomanometro. Fleboclisi. Osmosi: Soluzioni. Diffusione nelle soluzioni e osmosi. Pressione

osmotica. Fenomeni osmotici nei capillari. Termologia e termodinamica: Temperatura, scale termometriche (Celsius,

Kelvin, Fahrenheit). Calore. Propagazione del calore: conduzione, convezione e irraggiamento. Termoregolazione

corporea. Cenni sul primo e secondo principio della termodinamica. Conservazione dell’energia nel corpo umano,


Guida ECTS – 1° Anno - a.a. 2008/2009

bilancio energetico nell’alimentazione. Elettromagnetismo: Fenomeni elettrostatici. Campo elettrico, energia e differenza

di potenziale. Corrente elettrica, legge di Ohm, resistenza di un conduttore. Effetto Joule. Attività elettrica nel corpo

umano, elettrocardiogramma, elettroencefolgramma. Effetti biologici delle correnti elettriche, shock, elettrocuzione.

Campo magnetico. Induzione elettromagnetica, correnti alternate, generatori. Circuito elettrico, la rete di distribuzione

elettrica. Corrente continua e corrente alternata. Elettroforesi. Risonanza magnetica. Onde: Definizione di onda.

Grandezze caratteristiche delle onde: lunghezza, frequenza, periodo, velocità di propagazione. Onde sonore. Caratteri

distintivi dei suoni e sensibilità dell’orecchio. Ultrasuoni ed ecografia, effetto Doppler e sue applicazioni in campo

diagnostico. Onde elettromagnetiche (herziane, infrarosso, visibili, ultravioletto, raggi X, raggi gamma). La luce, l’occhio e

la visione. Fibre ottiche, endoscopia, laser. Raggi X e loro impiego. Raggi gamma e loro impiego. Cenni di dosimetria e

radioprotezione.

Sistemi informativi, basi di dati e sistemi di accesso all'informazione

Parte generale. Concetti di base: informatica, software, hardware, software di base e software applicativo, sistema

operativo. Componenti di base di un personal computer, dispositivi input, dispositivi output, memoria, interfaccia grafica.

L’informazione come testo numeri e immagini e la loro traduzione in digitale. Web:reti e progettazione per il web,

usabilità e accessibilità. Browser, motori di ricerca, strumenti di comunicazione:e-mail, chat, forum. Cenni sul concetto di

web2.0. Attività laboratoriale: - web: ricerche con motori di ricerca e Opac, uso degli operatori logici, impostazione e-mail

e analisi dell’interfaccia di forum e chat - word processor: creare un nuovo documento, salvare un documento, chiudere il

documento, usare la funzione di help, modificare le impostazioni di base, visualizzazione di una pagina, uso degli

strumenti di ingrandimento della pagina, modifica barra degli strumenti, salvare documenti in un altro formato, salvare

documenti per il web, operazioni di base, inserire caratteri speciali o simboli, inserire un'interruzione di pagina, usare i

comandi Trova e Sostituisci, modifica font. Usare il corsivo, il grassetto etc. Allineamento del testo, rientri dei paragrafi,

formattazione testo, aggiunta bordo al testo, elenchi puntati e numerati, Intestazione e Piè di Pagina, Inserire data, ora. -

Comandi veloci tastiera.

Bibliografia

Biochimica

“Biochimica di base” – G. Ricciotti – Italo Bovolenta Editore (Distribuito da Zanichelli Ed.).

"Un compendio di biochimica" – G. Arienti – Ed. Piccin, Padova

"Chimica, biochimica e biologia applicata" – M. Stefani, N. Taddei – Ed. Zanichelli

Fisica: medica, sanitaria, ambientale

R. Bianchini, L. Cuoghi , “Fisica e biofisica del corpo umano”, La Nuova Italia Scientifica, Roma 1991.

Sistemi informativi, basi di dati e sistemi di accesso all'informazione

Indicazioni bibliografiche e materiali concordati con il docente.

Tipo di corso/Metodo di insegnamento

Metodo di valutazione corso/Tipo di esame

Avvertenze

Biochimica

Lezioni frontali con ausilio di immagini mediante computer.

Lezioni con attività varia:considerazione più approfondita

della proteina Emoglobina quale modello molecolare della

relazione tra struttura e funzione; cenni alle tecnologie del

DNA ricombinante e alle problematiche dell’ingegneria

genetica mediante proiezione di videocassetta; lavoro di

studio a gruppi su tavole metaboliche per un tentativo di

integrazione tra i diversi metabolismi; lezione pratica in

Laboratorio per la conoscenza diretta di tecniche analitiche

quali elettroforesi o lettura spettrofotometrica.

Fisica: medica, sanitaria, ambientale

Lezioni in aula con ausilio di slide mediante computer.

Sistemi informativi, basi di dati e sistemi di accesso

Lezione frontale alternata a sessioni laboratoriali.

Test scritto di ammissione all’esame orale. Esame orale.

I materiali didattici saranno disponibili on line sul sito

dell’Università Cattolica di Roma www.rm.unicatt.it/docenti


Guida ECTS – 1° Anno - a.a. 2008/2009

Facoltà

Corso di laurea

Titolo del Corso

Docente

Codice corso

Anno di corso 1°

Semestre 1°

Numero di crediti ECTS 3.5

Ore di insegnamento per settimana 5

Numero di settimane per semestre 12

Posizione del corso nell’ambito del piano di studi

Propedeuticità

Modalità di iscrizione al corso

Modalità di iscrizione all’esame

Lingua in cui viene erogato il corso

Obiettivo del corso

MEDICINA E CHIRURGIA

INFERMIERISTICA (206A)

BIOLOGIA, GENETICA E ISTOLOGIA

DEL FA' Aurora, NERI Giovanni, CODA Renato

TOI112

Insegnamento di Base

Non esiste propedeuticità

Immissione nel piano degli studi

Online su UCPoint - 7 gg prima della data di esame

Italiano

Biologia cellulare

Conoscenza delle caratteristiche generali degli organismi viventi. Conoscenza dell'organizzazione molecolare,

morfologica e funzionale della cellula. Conoscenza dei meccanismi fondamentali alla base del flusso dell'informazione

genetica.

Genetica umana e medica

Impartire le conoscenze di base su geni e cromosomi e sulle patologie ad essi collegate secondo un modello integrato

con la pratica clinica

Istologia

Riconoscimento, in via generale, della struttura del materiale biologico e dei modi in cui i singoli elementi sono

strutturalmente, funzionalmente ed embriologicamente correlati.

Programma del corso

Biologia cellulare

Gli organismi viventi

Caratteristiche generali; procarioti ed eucarioti; autotrofismo ed eterotrofismo; componenti chimici fondamentali della

materia vivente; cenni sul metabolismo energetico.

La cellula

Teoria cellulare; organizzazione morfo-funzionale della cellula eucaristica; organelli cellulari: nucleo e nucleolo;

membrana cellulare; citoscheletro; ribosomi, reticolo endoplasmatico, apparato del Golgi, lisosomi, mitocondri.

Endocitosi ed esocitosi.

La riproduzione

Morfologia ed organizzazione molecolare dei cromosomi, cariotipo, ciclo cellulare, mitosi, meiosi.

Ruolo biologico degli acidi nuclei

Composizione chimica e struttura tridimensionale del DNA e dell'RNA; rapporto DNA, proteine e nucleosomi;

eucromatina ed eterocromatina; meccanismi fondamentali dell'informazione genetica: duplicazione del DNA, trascrizione

e traduzione, codice genetico; mutazioni puntiformi, RNA messaggero, trasfer e ribosomiale; concetto di

differenziamento; cenni sulla regolazione dell'espressione genica.

Genetica umana e medica

La struttura del genoma umano: geni e cromosomi. Le sindromi cromosomiche. Traslocazioni cromosomiche e

riproduzione umana. Anomalie cromosomiche nelle leucemie e nei linfomi. Caratteri mendeliani e malattie ereditarie a

trasmissione mendeliana: autosomica dominante, autosomica recessiva, X-linked. Ereditarietà multifattoriale. Diagnosi

prenatale di malattia genetica.

Istologia

La cellula: generalità (una più profonda conoscenza verrà conseguita nei corsi specifici di biologia cellulare e genetica

medica). Concetto di organo e sistema. Cellule Epiteliali: nomenclatura e classificazione; gli epiteli e i criteri differenziali

con endotelio e mesotelio; concetto di mucosa e sierosa (cenni di embriologia). Cellule di sostegno e matrice

extracellulare (cenni di embriologia): vari tipi di tessuto connettivo; tessuto cartilagineo; tessuto osseo e ossificazione.

Cellule muscolari (cenni di embriologia). Cellule muscolari scheletriche, miocardiche e muscolatura liscia. Cellule del

sangue (loro sedi di produzione e linee di sviluppo): eritrociti; elementi della serie bianca; piastrine; il plasma (cenni).

Cellule del tessuto nervoso: neuroni; glia; mielina; nodi di Ranvier; sostanza bianca e grigia; sinapsi. Istologia pratica:

tecniche per l’allestimento di preparati istologici e citologici, con cenni di microscopia ottica ed elettronica ed esercitazioni

di lettura dei preparati stessi al microscopio ottico.

Bibliografia


Guida ECTS – 1° Anno - a.a. 2008/2009

Biologia cellulare

“Elementi di Biologia”, Solomon et al., EdiSES, quarta edizione.

"Elementi di Biologia e genetica", Purves et al., Zanichelli, seconda edizione.

Genetica umana e medica

Genetica Umana e Medica di G. Neri e M. Genuardi. Elsevier-Masson, 2007. Capitoli: 1, 4, 5, 9, 12, 13, 29

Istologia

“Anatomia e Fisiologia” – Thibodeau, Patton – C.E.A. 2° Edizione, Milano 1995.

“Elementi di istologia ed embriologia dell’uomo” – A. Bairati – E. Minerva Medica, Torino 1997.

“Istologia” – A. Worth Ham – Sansoni E. Scientifiche.

“Istologia e Anatomia microscopica” – Wheater, D. Burkitt, – E. Ambrosiana, 1988.

Tipo di corso/Metodo di insegnamento

Metodo di valutazione corso/Tipo di esame

Avvertenze

Biologia cellulare

Parte del materiale didattico verrà fornito come dispense e

materiale bibliografico per eventuali approfondimenti verrà

indicato durante il corso.

Genetica umana e medica

Le lezioni teoriche saranno integrate da riferimenti a

situazioni reali e di riscontro attuale.

Istologia

Lezioni frontali.

Test scritto di ammissione all’esame orale. Esame orale.

I materiali didattici saranno disponibili on line sul sito

dell’Università Cattolica di Roma www.rm.unicatt.it/docenti


Guida ECTS – 1° Anno - a.a. 2008/2009

Facoltà

Corso di laurea

Titolo del Corso

Docente

Codice corso

Anno di corso 1°

MEDICINA E CHIRURGIA

INFERMIERISTICA (206A)

ANATOMIA E FISIOLOGIA UMANA

FORNENGO Paolo

BOSIO Angelo

TOI124

Semestre 1° e 2°

Numero di crediti ECTS 6

Ore di insegnamento per settimana 4.5

Numero di settimane per semestre 1° semestre: 12 / 2° semestre: 8

Posizione del corso nell’ambito del piano di studi

Propedeuticità

Modalità di iscrizione al corso

Modalità di iscrizione all’esame

Lingua in cui viene erogato il corso

Obiettivo del corso

Insegnamento di Base

Non esiste propedeuticità

Immissione nel piano degli studi

Online su UCPoint - 7 gg prima della data di esame

Italiano

Anatomia umana

Il corso è suddiviso in due parti, nei due semestri che costituiscono l’anno di studi.

Al termine del corso di Anatomia umana gli studenti dovranno essere in grado di: comunicare utilizzando la terminologia

scientifica appropriata; riconoscere i vari sistemi dell’organismo e l’interazione fra di essi; riconoscere i principi di base

che si riferiscono all’integrità del corpo umano come insieme organico.

Fisiologia umana

Al termine del corso lo studente dovrà essere in grado di: spiegare il “normale” funzionamento del corpo umano e

l’interazione fra struttura e funzione allo scopo di mantenere l’omeostasi; dimostrare la conoscenza dei vari sistemi del

corpo umano con i meccanismi che ne regolano la funzione.

Programma del corso

Anatomia umana

Terminologia in anatomia. Le regioni del corpo umano. Cellule, tessuti, organi, apparati. Apparato scheletrico: funzioni

dell’osso. Cenni di embriologia e struttura. Cranio, colonna, scheletro arto superiore, torace, bacino, scheletro arto

inferiore. Articolazioni: definizione. Articolazioni fisse e mobili. Vari tipi anatomici. Apparato muscolare: funzione del

muscolo. Muscoli facciali e masticatori. Muscoli della cavità dorsale (colonna vertebrale). Muscoli dell’arto superiore e

dell’arto inferiore. Muscoli del torace. Diaframma. Muscoli della parete addominale. Apparato circolatorio: cuore, arterie,

vene. Vasi arteriosi e venosi. Circolo sistemico e circolo polmonare. Circolazione portale. Sistema linfatico. Apparato

respiratorio: naso, faringe, laringe, trachea, bronchi, polmoni. Pleura. Apparato digerente: cavità orale, faringe, esofago,

stomaco, intestino tenue e crasso. Fegato, vie biliari, pancreas esocrino, milza. Peritoneo. Apparato urogenitale: rene,

uretere, vescica, uretra (femminile e maschile), utero, ovaio, tube, vagina, testicolo, epididimo, deferente, prostata,

vescichette seminali, pene. Apparato endocrino: ipofisi, tiroide, paratiroidi, pancreas endocrino, surrene, ovaio, testicolo.

Sistema nervoso: centrale: midollo spinale, bulbo, ponte, mesencefalo, cervelletto, diencefalo, telencefalo; vie sensitive;

vie motorie; periferico ed autonomico.

Fisiologia umana

La cellula: fisiologia della cellula. Il sangue: composizione del sangue; gruppi sanguigni; la coagulazione. Fisiologia

dell’apparato muscolare: la contrazione del muscolo scheletrico, cardiaco, liscio; i tipi di contrazione; l’energia per la

contrazione. Fisiologia del sistema cardiovascolare: fisiologia del cuore; controllo della circolazione; pressione arteriosa;

polso arterioso e venoso; la circolazione capillare. Fisiologia del sistema respiratorio: ventilazione polmonare; scambio

dei gas polmonari; trasporto ematico dei gas; regolazione del respiro. Fisiologia del sistema gastrointestinale: i processi

di motilità, digestione e assorbimento. Fisiologia del sistema urinario: filtrazione, riassorbimento e secrezione renale;

regolazione del volume di urina; composizione dell’urina. Equilibrio idro-elettrolitico ed acido-base: compartimenti liquidi

dell’organismo; meccanismi che regolano l’omeostasi del volume dei liquidi e del pH dei liquidi corporei; i sistemi

tampone, respiratorio ed urinario di controllo del pH. Il sistema endocrino: generalità; funzione delle ghiandole endocrine.

Fisiologia del sistema nervoso: cellule del sistema nervoso; impulso nervoso e trasmissione sinaptica; sistema nervoso

centrale e periferico; organi dei sensi. Sistema riproduttivo: funzioni dell’apparato genitale maschile e femminile; cicli

sessuali femminili.


Guida ECTS – 1° Anno - a.a. 2008/2009

Bibliografia

Anatomia umana

“Anatomia e Fisiologia” – Thibodeau, Patton – C.E.A. 2° Edizione Milano (1995).

“Anatomia Umana” – Angelo Bairati – Minerva Medica. “Anatomia Umana” – AA.VV. – Edizioni Edi Hermes.

Fisiologia umana

Anatomia e fisiologia – Thibodeau, Patton – C.E.A. Milano 3° edizione (2000). Fisiologia per la pratica infermieristica

Hinchliff, Montague, Watson – C.E.A. Milano 1° ed. (2004).

Tipo di corso/Metodo di insegnamento

Metodo di valutazione corso/Tipo di esame

Avvertenze

Anatomia umana

Lezioni in aula con proiezioni di tavole anatomiche ed

immagini. Proiezione di preparati e sezioni anatomiche.

Fisiologia umana

Lezioni in aula. Esercitazioni pratiche.

Anatomia umana

Verifica scritta certificativa al termine del primo semestre

con domande a risposta multipla riguardanti osteo-artromiologia

(ossa-articolazioni-muscoli) e cuore-grossi vasi.

La verifica scritta è obbligatoria e va superata (almeno

18/30) per poter accedere alla verifica orale. Verifica orale

al termine del corso.

Fisiologia umana

Verifica scritta certificativa al termine del primo semestre

sul programma svolto (fisiologia cellulare, sangue, fisiologia

apparato muscolare e cardiocircolatorio), da superare

(almeno 18/30) per accedere alla verifica orale. Verifica

orale al termine del corso.

I materiali didattici saranno disponibili on line sul sito

dell’Università Cattolica di Roma www.rm.unicatt.it/docenti


Guida ECTS – 1° Anno - a.a. 2008/2009

Facoltà

Corso di laurea

MEDICINA E CHIRURGIA

INFERMIERISTICA (206A)

Titolo del Corso INFERMIERISTICA GENERALE E METODOLOGIA

DELL'ASSISTENZA INFERMIERISTICA

Docente

Codice corso

DEROSSI Anna Maria

GINOSA Ida, MORRA Andrea, PRASTARO Monica,

MORCHIO Maria Grazia

TOI113

Anno di corso 1°

Semestre 1°

Numero di crediti ECTS 10

Ore di insegnamento per settimana 9

Numero di settimane per semestre 12

Posizione del corso nell’ambito del piano di studi

Propedeuticità

Modalità di iscrizione al corso

Modalità di iscrizione all’esame

Lingua in cui viene erogato il corso

Insegnamento di Base

Propedeutico al C.I. Metodologia infermieristica e bioetica

Immissione nel piano degli studi

Online su UCPoint - 7 gg prima della data di esame

Italiano

Obiettivo del corso

Infermieristica generale I

Finalità. Presentare allo studente i valori fondanti l’assistenza infermieristica e l'evoluzione dell'assistenza infermieristica

nella storia. Orientare lo studente ad uno stile di apprendimento motivato e critico proprio dell'adulto. Indirizzare

all’utilizzo del pensiero critico come base del ragionamento diagnostico.

Obiettivi. Al termine del corso gli studenti dovranno essere in grado di: analizzare l’importanza della conoscenza di sé

per instaurare un valido rapporto interpersonale con l’altro; analizzare la necessità della propria formazione e

autoformazione nel curriculum di formazione professionale; descrivere le tappe principali dell’evoluzione storica e

filosofica dell’assistenza nel corso dei secoli e la loro influenza per il presente; identificare i valori che orientano l’agire

professionale e i fondamenti dell’etica professionale; descrivere il concetto di professione e di professionalità; definire il

concetto di persona riferito all’assistenza infermieristica; esprimere il concetto di salute e malattia; definire i fondamenti

scientifici dell’infermieristica; individuare gli aspetti costitutivi delle principali teorie infermieristiche.

Metodologia dell'assistenza infermieristica

Al termine del corso gli studenti dovranno essere in grado di: Utilizzare il metodo scientifico: Identificando le fasi del

processo infermieristico definendone le caratteristiche e i metodi da utilizzare. Descrivendo le variabili che influiscono

sull’autonomia della persona nella soddisfazione dei propri bisogni facendo riferimento alle coordinate di analisi secondo

il modello della complessità assistenziale elaborato da Annalisa Silvestro e Giuliana Pitocco. Definendo il concetto di

azioni preventive, compensatorie e/o sostitutive per soddisfare i bisogni di assistenza infermieristica. Definendo i concetti

di procedure, protocolli, linee guida e scale di valutazione,strumenti utilizzati a garanzia della qualità e sicurezza.

Valutare il rischio biologico e infettivo e descrivere le azioni preventive: Descrivendo i principali rischi (biologico, da

radiazioni, elettrico, di incendio, da cadute) e identificando le azioni preventive. Descrivendo la sanificazione, la

decontaminazione, i principali disinfettanti e i metodi di sterilizzazione. Identificando e descrivendo i vari tipi di

trattamento igienico delle mani, le loro caratteristiche e finalità, i vari passaggi delle procedure, i criteri di qualità

dell’esecuzione. Descrivendo i DPI, e motivandone l’uso. Descrivendo la normativa che disciplina i rifiuti di origine

sanitaria e le varie tipologie e modalità di smaltimento. Valutare il rischio di una scorretta movimentazione dei carichi:

Descrivendo e motivando le principali attenzioni, che è necessario prestare, per prevenire patologie a carico del rachide

dell’operatore. Descrivendo e motivando le posizioni che la persona assistita può assumere. Descrivendo e finalizzando

l’uso dei principali ausili alla mobilizzazione. Durante lo svolgimento del corso sono previsti 4 atelier formativi al termine

dei quali gli studenti dovranno essere in grado di: argomentare gli assiomi della comunicazione, descrivendo le

caratteristiche delle varie modalità comunicative e identificando i connotati di una comunicazione efficace; definire il

concetto di apprendimento, identificando gli elementi che caratterizzano il processo di apprendimento e sperimentando

modalità di organizzazione dell’apprendimento che facilitino la comprensione, la memorizzazione e l’utilizzo della

conoscenza; argomentare le regole che rendono efficace il lavorare in gruppo e identificare le più frequenti difficoltà che

influenzano il lavorare in gruppo e le strategie di superamento; precisare le fasi, le componenti del processo decisionale

e le condizioni che lo influenzano.

Organizzazione dei servizi sanitari

Al termine del corso i discenti dovranno essere in grado di: definire le fasi più significative dell’evoluzione del sistema

sanitario italiano, identificare la normativa di maggior rilievo in ambito sanitario e i relativi contenuti più significativi,

definire i livelli istituzionali caratterizzanti il servizio sanitario nazionale, delineare gli elementi organizzativi principali che

caratterizzano una azienda sanitaria.

Psicologia generale

Raggiungere una conoscenza di base dell’evoluzione storica della scienza psicologica, delle principali aree di indagine e

dei metodi di ricerca.


Guida ECTS – 1° Anno - a.a. 2008/2009

Sociologia della salute

Fornire gli strumenti concettuali atti ad osservare e comprendere le regole ed i presupposti che rendono possibile la vita

quotidiana, in cui si vivono esperienze multiple e dai diversi significati: salute, benessere e qualità della vita, malattia e

morte.

Programma del corso

Infermieristica generale I

L’assistenza infermieristica nella storia: le tappe significative: l’evoluzione del concetto di assistenza; le figure

assistenziali nei secoli; il processo di professionalizzazione e il concetto di professionalità; identità professionale e campi

di competenza dell’infermiere. I fondamenti del sapere infermieristico: i valori, l’agire etico; lo sviluppo del pensiero critico

(meta-conoscenza); i destinatari dell’assistenza e i loro diritti; il segreto professionale, il consenso informato; il

comportamento e gli atteggiamenti professionali. Gli elementi costitutivi dell’assistenza infermieristica: analisi dei concetti

di: persona, ambiente, salute, assistenza; evoluzione dei concetti di uomo e di salute e le loro relazioni; le relazioni tra

salute e assistenza infermieristica; il concetto di bisogno in relazione alla teorizzazione infermieristica e al processo

assistenziale; le differenze culturali della salute/malattia. Le principali elaborazioni teoriche infermieristiche: analisi dei

concetti di teoria e di modello; gli elementi caratteristici delle teorie infermieristiche; il modello di V. Henderson; le

principali teorie infermieristiche.

Metodologia dell'assistenza infermieristica

Prerequisiti di conoscenza: Nozioni di: anatomia e fisiologia, teoria dei bisogni di Maslow, metaparadigmi

dell’infermieristica, aspetti psicologici della comunicazione. Contenuti: Il metodo scientifico: Il processo infermieristico e

le sue fasi con particolare riferimento all’accertamento e al ragionamento diagnostico in rapporto al modello della

complessità assistenziale. Gli strumenti a garanzia della qualità e della sicurezza nell’assistenza: procedure, protocolli,

linee guida e scale di valutazione. I bisogni: Ogni bisogno verrà trattato secondo il seguente schema: I dati e le

informazioni utili per valutare i livelli di autonomia della persona nel soddisfacimento del bisogno o i livelli di rischi di

eventi indesiderati. Le possibili cause della dipendenza e/o del rischio. Le azioni preventive, compensatorie o sostitutive

rispetto alla dipendenza e al rischio. Benessere, confort e sicurezza: Influenza dell’ambiente e del microclima sul

benessere, confort e rischi connessi: valutazione e azioni; Il letto; Rischio: infettivo, da radiazioni, elettrico, di incendio, di

cadute: Rischio biologico: normativa e i DPI, Rifiuti ospedalieri, Il lavaggio delle mani, pulizia, decontaminazione,

disinfettanti e sterilizzazione (parte trattata da esperto: AS-ICI). Igiene: viso, occhi, naso, orecchi, cavo orale, mani e

piedi. Il bagno e la doccia. I capelli. Vestirsi e svestirsi. Mobilizzazione: posizioni, movimenti, spostamenti, ergonomia e

presidi (parte trattata da esperto: Fisioterapista). Mantenimento dell’integrità cutanea: Lesioni da Pressione: linee guida

per la prevenzione e il trattamento. Atelier formativi: apprendere ad apprendere, osservazione, la comunicazione,

processo decisionale, trattamento igienico delle mani, lavoro in gruppo. Sono previsti laboratori di simulazione per

approfondire tematiche del corso che permettono agli studenti di: utilizzare tecniche di osservazione della persona;

utilizzare tecniche di movimentazione e spostamento della persona (con la consulenza della fisioterapista); sperimentarsi

nell’esecuzione delle cure igieniche; eseguire il lavaggio delle mani; eseguire il rifacimento del letto libero ed occupato.

Organizzazione dei servizi sanitari

L’evoluzione del sistema sanitario italiano: dalle opere pie al sistema mutualistico, dall’istituzione del SSN

all’aziendalizzazione, dalla riforma ter alla devolution. I principali provvedimenti normativi: Legge Mariotti,

Legge 833/78, Dlgs 502 e 517/92, Dlgs 229/99. I livelli istituzionali del sistema sanitario italiano: SSN e SSR.

Piano sanitario nazionale e piani sanitari regionali. La Conferenza Stato-Regioni. Livelli Essenziali di

Assistenza (LEA). Le aziende sanitarie: i livelli di responsabilità, l’ospedale, il territorio, l’integrazione sociosanitaria.

Psicologia generale

Verranno illustrate le principali aree di contenuto della psicologia generale, con una particolare attenzione a quelle che

più direttamente sono coinvolte nella professione infermieristica, quali il comportamento, la percezione, il pensiero e

l’apprendimento, il linguaggio, la comunicazione, i meccanismi delle emozioni.

Sociologia della salute

La sociologia come scienza: teorie, metodi di ricerca e interdisciplinarietà con le altre scienze sociali. La sociologia della

salute: breve exursus storico e principali approcci teorici e di ricerca. Determinanti e disuguaglianze sociali nella salute. Il

processo di demedicalizzazione della salute. Il ruolo e la professionalità dell’infermiere.

Bibliografia

Infermieristica generale I

Motta P.C., “Introduzione alle scienze infermieristiche” – Carocci, Roma 2002.

Benci L., Manuale giuridico-professionale per l'esercizio del nursing", 2 a ediz., Mc Graw-Hill, Milano 2001.

Manara D. F., “Verso una teoria dei bisogni dell’assistenza infermieristica” – Lauri Ed., Milano 2000.

Manara D. F., “Infermieristica interculturale” – Ediz. Carocci Faber, Roma 2004.

Altre indicazioni bibliografiche verranno concordate successivamente con il docente.

Metodologia dell'assistenza infermieristica

N. Bizier “ Dal pensiero al gesto. Un modello concettuale di assistenza infermieristica” Ed. Sorbona, Milano 1990

Collière M.F., “Aiutare a vivere”- Ed. Sorbona, Milano 1992

Brunner Suddarth, Nursing Medico Chirurgico, Ambrosiana, Milano, 2005

Organizzazione dei servizi sanitari

Materiale didattico presentato durante il corso. Testo di riferimento: G. Donna, S. Nieddu, M. Bianco: Management

sanitario. Modelli e strumenti per gli operatori delle aziende sanitarie. Centro Scientifico Editore.

Per approfondimenti: G. Damiani, G. Ricciardi: Manuale di Programmazione ed Organizzazione Sanitaria. Idelson

Gnocchi, Napoli


Guida ECTS – 1° Anno - a.a. 2008/2009

Psicologia generale

Concordata successivamente con il docente.

Sociologia della salute

Morchio M. G (con Beccaria F.), La salute possibile, Carocci, Roma, 2004

Letture consigliate

Morchio M. G., L’identità ritrovata, Angeli, Milano, 1994 (parti indicate)

Morchio M. G. (con Lazzarini G.), Solidarietà e Welfare State, Osservatorio socio-economico, Città di Torino, Ufficio di

Statistica, Torino 1995 (parti indicate)

Tipo di corso/Metodo di insegnamento

Metodo di valutazione corso/Tipo di esame

Avvertenze

Infermieristica generale I

Durante il corso verranno effettuate dal docente lezioni

teoriche con momenti di confronto e discussione, lavori di

gruppo su mandati finalizzati all’approfondimento dei

contenuti, attività interattive, studio guidato.

Metodologia dell'assistenza infermieristica

Lezioni teoriche con l’ausilio di diapositive, supportate da

momenti di confronto e discussione. Lavori di gruppo su

mandati finalizzati all’approfondimento di contenuti e

all’analisi di casi assistenziali.

Organizzazione dei servizi sanitari

Esame scritto con domande a scelta multipla e domande a

risposta breve.

Psicologia generale

Durante il corso verranno sollecitate e sviluppate

competenze proprie della professione infermieristica: la

capacità di osservare, di comunicare, di mettersi in gioco,

di lavorare in gruppo. Pertanto le lezioni teoriche saranno

intervallate da momenti di discussione e confronto, brevi

esercitazioni individuali e di gruppo.

Sociologia della salute

Lezioni frontali con supporto informatico.

Ricevimento studenti: dopo le lezioni o su appuntamento.

Test scritto di ammissione all’esame orale. Esame orale.

I materiali didattici saranno disponibili on line sul sito

dell’Università Cattolica di Roma www.rm.unicatt.it/docenti


Guida ECTS – 1° Anno - a.a. 2008/2009

Facoltà

MEDICINA E CHIRURGIA

Corso di laurea

INFERMIERISTICA (206A)

Titolo del Corso

INGLESE SCIENTIFICO

Docente

MARTRA Claudia (1° semestre)

BIANCO Antonella (2° semestre)

Codice corso

TOI227

Anno di corso 1°

Semestre 1° e 2°

Numero di crediti ECTS 3

Ore di insegnamento per settimana

1,5 (1° semestre) - 2,5 (2° semestre)

Numero di settimane per semestre

12 (1° semestre) - 8 (2° semestre)

Posizione del corso nell’ambito del piano di studi Insegnamento obbligatorio

Propedeuticità

Non esiste propedeuticità

Modalità di iscrizione al corso

Immissione nel piano degli studi

Modalità di iscrizione all’esame

L'esame verrà sostenuto alla fine del 3° anno di corso.

Lingua in cui viene erogato il corso

Italiano / Inglese

Obiettivo del corso

Rinforzo delle competenze linguistiche di base.

Programma del corso

1° SEMESTRE:

L’accoglienza in ospedale – accogliere il paziente, richiedere e fornire dati personali, descrivere l’ubicazione dei reparti.

Morfologia e sintassi

Lessico

Struttura della frase

I saluti

La strutturazione delle domande

I numeri

Le parole interrogative fondamentali

Le date. Ordinali, mesi, anni

Risposte brevi e articolate

I giorni della settimana

Pronomi personali soggetto

La famiglia

Aggettivi possessivi

Le parti del corpo

Il presente semplice dei verbi essere e avere

I reparti ospedalieri

Le preposizioni di luogo

L’alfabeto

La forma imperativa - Il verbo “can” - Le formule di cortesia, il verbo “could”

2° SEMESTRE:

Il lavoro in ospedale, descrivere il proprio lavoro e la propria routine, parlare di attività svolte al momento.

Morfologia e sintassi

Lessico

Il present simple

I mestieri ospedalieri

Il present continuous

Parti del corpo (approfondito)

Avverbi di frequenza - Il verbo “should” - L’ora, gli orari. Preposizioni di tempo

Bibliografia

Robin Bradley “English for nursing and health care” A course in general and professional English Edizione McGraw Hill

Tipo di corso/Metodo di insegnamento

Metodo di valutazione corso/Tipo di esame

Avvertenze

Ascolto e visione di cassette audio e video finalizzate ad

attivare diverse strategie di ascolto. Attività comunicative in

coppia e in gruppo (simulazione, giochi linguistici e di

drammatizzazione, role play, scambi di informazione).

Lettura esplorativa (per la ricerca di informazioni

specifiche) e lettura analitica (per la comprensione

dettagliata del testo). Lavoro scritto per il consolidamento

delle strutture linguistiche man mano apprese (esercizi tipo

“cloze”, completamento, ricostruzione o costruzione di

dialoghi, scrittura di brevi paragrafi su modelli dati).

Esame al terzo anno accademico.

I materiali didattici saranno disponibili on line sul sito

dell’Università Cattolica di Roma www.rm.unicatt.it/docenti


Guida ECTS – 1° Anno - a.a. 2008/2009

Facoltà

Corso di laurea

Titolo del Corso

Docente

Codice corso

Anno di corso 1°

Semestre 1°

Numero di crediti ECTS

Ore di insegnamento per settimana 1,5

Numero di settimane per semestre 12

Posizione del corso nell’ambito del piano di studi

Propedeuticità

Modalità di iscrizione al corso

Modalità di iscrizione all’esame

Lingua in cui viene erogato il corso

MEDICINA E CHIRURGIA

INFERMIERISTICA (206A)

IL MISTERO DI CRISTO

BONSIGNORI Andrea

TOI138

NO crediti

Insegnamento Obbligatorio

Non esiste propedeuticità

Immissione nel piano degli studi

Online su UCPoint - 7 gg prima della data di esame

Italiano

Obiettivo del corso

Dio, che lo si voglia o no, e in particolare la figura di Cristo, entra in modo preponderante nella vita di ogni persona, non

solo nella tradizione culturale e temporale, ma anche nelle domande che la vita ci pone. La trascendenza e la risposta

cristiana ci pongono comunque in discussione in diversi momenti dell’esistenza o almeno davanti alla sofferenza, alla

morte e alle persone che ci chiedono risposte di fronte a questi avvenimenti. Questo corso vuole introdurre in questa

problematica la questione di Dio all’interno dell’analisi dell’esistenza umana, al fine di maturare una visione dell’uomo

che colga il senso stesso delle sue domande più profonde e di cogliere in esse la dimensione della sua dignità di

persona, cosciente e libera, destinata alla comunione. L’apertura alla fede seppur resta un misterioso dono non può non

essere questione di analisi per chi, soprattutto in ambito assistenziale, vuole lavorare con la creatura delle creature:

l’uomo altissima espressione della natura, della creazione, ma anche debole espressione dell’umanità. Il fondamento

ultimo dell’essere personale umano non può che indicarsi in una realtà trascendente e libera, nei confronti sia del mondo

che dell’uomo, che si manifesta anche come suo compimento ultimo. Come spiegare questo binomio così presente e

sconvolgente nel ciclo della vita umana? Il Cristianesimo comprende la sua rivelazione in Gesù Cristo, unico Salvatore

del mondo.

Programma del corso

Il limite dell’uomo nell’esperienza personale. Parole di rabbia. La questione del senso dell’esistenza umana. L’uomo nel

suo rapporto con il mondo. Dio come risposta? L’uomo di fronte alla questione della morte. L’uomo nei rapporti

interpersonali, Dio dove si pone? La questione della possibilità della conoscenza di Dio e la Rivelazione. La risposta

personale segno di responsabilità.

Bibliografia

“Gesù, il Signore. Cristologia” – A. Amato – E. Dehoniane, Bologna 1999.

“Gesù Cristo Figlio del Dio vivente” – F. Ardusso – E. Paoline, Cinisello Balsamo 1992.

“Imparare a credere” – F. Ardusso – E. Paoline, Cinisello Balsamo 1992

“Deus caritas est” – Benedetto XVI - www.vatican.va.

“Gesù di Nazaret, centro del cosmo e della storia” – G. Biffi – E. Elledici, Torino 2005.

“Dio: interrogativi e risposte” – C. Collo, M. R. Poggio – E. SEI, Torino 1991.

“Gesù di Nazaret. Storia di Dio, Dio della Storia” – B. Forte - E. Paoline, Roma 1981.

“Io sono felice, siatelo anche voi!” – Giovanni Paolo II – E. Il Punto d’Incontro, Roma 2006.

“Giubileo dei Giovani. 15° Giornata della Gioventù” – Giovanni Paolo II – E. Grafitalica, Roma 2000.

“Tutte le encicliche” – Giovanni Paolo II – E. Paoline Editoriale Libri, Roma 2005.

“Varcare la soglia della speranza” – Giovanni Paolo II, V. Messori – E. Mondadori, Milano 2004.

“Gesù il Cristo” – W. Kasper – E. Queriniana, Brescia 1975.

“Cristo è tutto per noi” – C. Martini – E. Centro Ambrosiano, Milano 1997.

“Gesù oggi, lineamenti di Cristologia” – G. O’Collins – E. Paoline, Cinesello Balsamo 1993.

Il resto della bibliografia sarà presentato durante il corso.

Tipo di corso/Metodo di insegnamento

Metodo di valutazione corso/Tipo di esame

Avvertenze

Lezioni frontali

Prova Orale

I materiali didattici saranno disponibili on line sul sito

dell’Università Cattolica di Roma www.rm.unicatt.it/docenti


Guida ECTS – 1° Anno - a.a. 2008/2009

Facoltà

Corso di laurea

Titolo del Corso

Docente

Codice corso

Anno di corso 1°

Semestre 2°

Numero di crediti ECTS 5.5

Ore di insegnamento per settimana 9

Numero di settimane per semestre 11

Posizione del corso nell’ambito del piano di studi

Propedeuticità

Modalità di iscrizione al corso

Modalità di iscrizione all’esame

Lingua in cui viene erogato il corso

Obiettivo del corso

MEDICINA E CHIRURGIA

INFERMIERISTICA (206A)

PATOLOGIA E MICROBIOLOGIA

VARVELLO Loris

BALDONI Flaminia, D'ANGELO Stefano

TOI125

Insegnamento di Base / Insegnamento Caratterizzante

Non esiste propedeuticità

Immissione nel piano degli studi

Online su UCPoint - 7 gg prima della data di esame

Italiano

Semeiotica, Patologia e Fisiopatologia generale

Il corso è finalizzato a fornire allo studente gli adeguati strumenti interpretativi delle dinamiche che sono alla base della

patologia della cellula e dei tessuti e delle malattie degli organi ed apparati sotto indicati, al fine di saperle cogliere e

descrivere nella pratica clinica quotidiana. Inoltre nello svolgimento del corso si pone particolare attenzione alla

semeiotica del paziente, interpretandola alla luce dei processi fisiopatologici descritti.

Patologia clinica e Immunoematologia

Patologia clinica

Finalità. Interpretazione clinica degli esami di laboratorio.

Obiettivi. Fornire allo studente le indispensabili nozioni teorico-pratiche per ridurre al minimo gli errori legati alla non

appropriata raccolta del campione biologico e/o alla non adeguata preparazione del paziente.

Fornire allo studente gli elementi teorici indispensabili per comprendere il significato clinico dei dati di laboratorio

collegandoli in modo logico alle varie patologie.

Immunopatologia

Finalità e Obiettivi. Il corso si propone di trasmettere agli studenti le basi teoriche dell’immunità e i principali meccanismi

delle patologie legate a meccanismi immunologici.

Microbiologia clinica applicata

Finalità. Fornire conoscenze nell’ambito della microbiologia, micologia, parassitologia utili sia per lo studio delle malattie

infettive e parassitarie sia per la futura attività professionale.

Obiettivi. Descrivere i principali agenti patogeni. Offrire un panorama globale sulle modalità di prelievo, invio e

conservazione dei materiali biologici destinati alle indagini microbiologiche.

Programma del corso

Semeiotica, Patologia e Fisiopatologia generale

La malattia. Il danno e la morte cellulare. L’infiammazione. I processi di riparazione e rigenerazione. Le neoplasie. La

febbre. I disturbi emodinamici da alterazioni locali della circolazione ( ischemia, trombosi, embolia, emorragia). Etiologia

generale: generalità e principali cause e meccanismi di malattia. Fisiopatologia dei liquidi, degli elettroliti e dell’equilibrio

acido-base, edema. Sistema cardiovascolare: pressione arteriosa e fisiopatologia dell’ipertensione, aterosclerosi ed

arteriosclerosi, scompenso cardiaco acuto e cronico, edema polmonare e shock cardiogeno, valvulopatie. Apparato

respiratorio: volumi respiratori e spirometria, sindromi disventilatorie ostruttiva e restrittiva (dispnea, tosse, cianosi,

broncospasmo), insufficienza respiratoria: alterazioni della ventilazione, della perfusione, dello scambio dei gas;

pneumotorace, liquidi nel cavo pleurico: emotorace, chilotorace, essudato e trasudato pleurico; esame dell’escreato.

Sistema nefro-urologico: glomerulopatie e glomerulonefriti, sindrome nefritica e sindrome nefrosica, tubulopatie,

insufficienza renale acuta e cronica, infezione delle vie urinarie, esame dell’urina e del sedimento. Apparato

gastroenterico: disfagia per cause intraesofagee ed extraesofagee, fisiopatologia del reflusso gastro-esofageo,

secrezione acida e patologia peptica, complicanze dell’ulcera peptica: sanguinamento (ematemesi, melena, feci picee),

perforazione, stenosi pilorica, cancerizzazione dell’ulcera gastrica; digestione e assorbimento, fisiopatologia della diarrea

e della stipsi; ematochezia, esame delle feci. Fisiopatologia del fegato: cirrosi epatica ed ipertensione portale: circoli

collaterali, ascite, ipersplenismo, encefalopatia; fisiopatologia dell’ittero. Regolazione del metabolismo glucidico, diabete

mellito: chetoacidosi, sindrome iperosmolare.

Patologia clinica e Immunoematologia

Patologia clinica

La preparazione del paziente. Il prelievo come fonte di variabilità preanalitica. L’esame emocromocitometrico. Le

anemie. Test emocoagulativi. Il laboratorio nelle malattie epatiche. Il laboratorio nelle malattie renali. Diagnostica


Guida ECTS – 1° Anno - a.a. 2008/2009

enzimatica dell’infarto miocardico. Il diabete. Il laboratorio nelle emopatie maligne.

Immunopatologia

Immunità naturale aspecifica. Immunità adottiva umorale. Anticorpi: struttura chimica, sintesi, risposta anticorpale.

Antigene: definizione, legame Ag/Ab. Complemento: via classica. Organi linfatici primari e secondari. Immunità cellulare.

Linfociti T: attivazione macrofagi, citotossicità, helper. Ipersensibilità. Autoimmunità. Immunodeficienza. Sieri e vaccini.

Microbiologia clinica applicata

Rapporti tra organismo umano e microrganismi: Infezione e malattia infettiva. Epidemiologia delle malattie infettive: fonti

di infezioni; vie di penetrazione; meccanismi di trasmissione delle infezioni. Batteriologia generale: la cellula batterica:

corpo nucleare, citoplasma, membrana citoplasmatica, parete cellulare, capsula, flagelli, pili e fimbrie. La spora. La

divisione cellulare. Genetica batterica. Mutazioni e ricombinazione genica. Meccanismi di patogenicità dei batteri,

tossine batteriche. Gli antibiotici: generalità e meccanismo di azione delle principali famiglie di antibiotici. Antibiogramma,

concetto di MIC. Resistenze batteriche. Il sistema immunitario: generalità ed applicazioni per la diagnosi indiretta delle

malattie infettive. Batteriologia speciale: Genere: Staphylococcus, Streptococcus, Neisseria, Corynebacterium,

Clostridium. Famiglia: Enterobacteriaceae, Brucellaceae, Vibrionaceae, Pseudomonadaceae. Micobatteri. Spirocheta,

Micoplasmi, Clamidie, Rickettsie. Virologia: generalità; morfologia dei virus; replicazione virale; classificazione virale e

descrizione particolare delle patologie causate da: Virus a RNA: Epatite A, Poliomielite, Raffreddore, Rosolia, Febbre

gialla, Epatite C, Influenza, Morbillo, Parotite, Rabbia, AIDS. Virus a DNA: Herpes-virus, Varicella, Cytomegalovirus,

Vaiolo, Epatite B. Micologia: generalità, le micosi superficiali, le micosi profonde. Parassitologia: protozoologia:

Amebiasi, Tricomoniasi, Giardiasi, Toxoplasmosi, Malaria. Elmintologia: Teniasi, Ascaridosi, Ossiuriasi. Diagnosi di

malattia infettiva localizzata ai seguenti organi ed apparati: apparto urinario, apparato respiratorio, apparato

gastroenterico, organi genitali, sangue. Lo studio comprende: analisi dell’ecosistema batterico presente in condizioni

fisiologiche; descrizione delle forme cliniche; descrizione degli agenti patogeni; modalità di prelievo, trasporto,

conservazione dei materiali utilizzati per l’isolamento dei microrganismi.

Bibliografia

Semeiotica, Patologia e Fisiopatologia generale

“Patologia generale e fisiopatologia generale”- G.M. Pontieri – E. Piccin

“Patologia generale e atlante” - E. Rubin, J.L. Farber - E. Mc Graw Hill, biblioteca di scienze infermieristiche.

“Elementi di patologia generale” - Rossi, Gavioli, Chionni - E. Ambrosiana, Milano.

“Principi di Medicina Interna” - Harrison - E. Mc Graw-Hill.

“Trattato di Medicina Interna” - Cecil - E. Verduci.

“Manuale di Medicina Interna Sistematica” - Rugarli - E. Masson.

Patologia clinica e Immunoematologia

Concordata successivamente con il docente.

Microbiologia clinica applicata

R. Cevenini - “Microbiologia clinica” Ed Piccin.

E. Lanciotti - “Elementi di Microbiologia clinica” Ed Ambrosiana

Dispense fornite dal docente

Tipo di corso/Metodo di insegnamento

Metodo di valutazione corso/Tipo di esame

Avvertenze

Semeiotica, Patologia e Fisiopatologia generale

Lezioni frontali.

Patologia clinica e Immunoematologia

Le lezioni con lucidi e materiale didattico fornito dal

docente.

Microbiologia clinica applicata

Lezione teorico-pratica, con largo spazio aperto alla

discussione e all’analisi dei materiali e dei metodi utilizzati

per il prelievo di campioni destinati all’analisi

microbiologica. Si prevede una visita al settore

“microbiologia” del Laboratorio Analisi per l’osservazione al

vivo delle piastre di coltura e dei preparati per microscopia

ottica.

Test scritto di ammissione all’esame orale. Esame orale.

I materiali didattici saranno disponibili on line sul sito

dell’Università Cattolica di Roma www.rm.unicatt.it/docenti


Guida ECTS – 1° Anno - a.a. 2008/2009

Facoltà

Corso di laurea

Titolo del Corso

Docente

Codice corso

Anno di corso 1°

Semestre 2°

Numero di crediti ECTS 6.5

Ore di insegnamento per settimana 13

Numero di settimane per semestre 8

MEDICINA E CHIRURGIA

INFERMIERISTICA (206A)

METODOLOGIA INFERMIERISTICA E BIOETICA

ARRIVABENE Nicoletta

SCAVINO Enrica, SPERLINGA Riccardo,

LOMBARDI RICCI Maria

TOI126

Posizione del corso nell’ambito del piano di studi

Propedeuticità

Modalità di iscrizione al corso

Modalità di iscrizione all’esame

Lingua in cui viene erogato il corso

Insegnamento Caratterizzante

Propedeutico con "Infermieristica generale e metodologia

assistenza infermieristicaca"

Immissione nel piano degli studi

Online su UCPoint - 7 gg prima della data di esame

Italiano

Obiettivo del corso

Organizzazione dell'assistenza e della professione Infermieristica I

Lo studente al termine del corso dovrà essere in grado di: argomentare i principi e le norme della deontologia

professionale; le norme che regolamentano la professione; illustrare il sistema professionale e la sua regolamentazione;

riconoscere gli elementi principali che connotano la responsabilità e l’autonomia dell’Infermiere; definire i concetti di

organizzazione del lavoro, di turno di lavoro, di piano di lavoro.

Infermieristica clinica I

Finalità. Far acquisire agli studenti competenze di ragionamento diagnostico relativamente ai bisogni trattati ,in relazione

alle discipline del secondo semestre, e abilità tecnico-procedurali in relazione ad alcune sequenze operative.

Obiettivi: Al termine del corso gli studenti dovranno essere in grado di: definire in modo preciso e secondo i criteri

accreditati la terminologia specifica per ogni bisogno trattato; identificare, per ogni bisogno analizzato, i dati, le

informazioni, segni e sintomi per valutare il livello di autonomia della persona nel soddisfarlo e degli eventuali rischi;

descrivere le variabili che influiscono sull’autonomia della persona nel soddisfacimento dei propri bisogni; descrivere le

azioni preventive e le attività compensatorie o sostitutive da fornire alla persona assistita per soddisfare i bisogni trattati;

identificare e definire i principali esami diagnostici (chimico-fisici e microbiologici), i diversi presidi utilizzati, relativi ad

ogni bisogno trattato, e le relative competenze infermieristiche nella gestione degli stessi; descrivere le implicazioni

infermieristiche atte a garantire la corretta applicazione delle prescrizioni mediche; descrivere e analizzare le motivazioni

per la corretta esecuzione delle procedure tecniche; descrivere gli aspetti procedurali e organizzativi (accertamentoraccolta

dati) relativi al percorso del paziente (dall’accettazione alla dimissione) all’interno della struttura ospedaliera;

descrivere le motivazioni per la corretta esecuzione del prelievo venoso e capillare e le azioni preventive per ovviare a

possibili complicanze; descrivere e spiegare i principi e le modalità di preparazione del paziente alle indagini

diagnostiche radiologiche, endoscopiche ed ecografiche.

Infermieristica basata sulle prove di efficacia I

Identificare le fonti bibliografiche e i criteri di scelta di una fonte per l’approfondimento e lo studio di argomenti; formulare

correttamente un quesito clinico finalizzato alla ricerca bibliografica; identificare le banche dati scientifiche di interesse

infermieristico e sperimentare sulle stesse il primo approccio alla ricerca bibliografica; Identificare e definire le diverse

parti metodologiche di cui si compone un articolo scientifico; differenziare i concetti di linee guida, protocolli e istruzioni

operative.

Bioetica

Chiarire l'origine, la natura e i fini propri della bioetica e di fornire allo studente gli strumenti per affrontare la riflessione sulle

problematiche generali della bioetica. Offrire allo studente strumenti idonei a superare i preconcetti culturali che rendono

all’uomo contemporaneo così difficile vivere la malattia. Rendere lo studente capace di dialogo all’interno dell’équipe con cui

opera.

Programma del corso

Organizzazione dell'assistenza e della professione Infermieristica I

Campo di responsabilità professionale dell’Infermiere: la normativa di interesse infermieristico (DM n° 739/94, L.n° 42/99

ecc.). Il Codice deontologico dell’Infermiere; il sistema delle professioni sanitarie e la regolamentazione professionale

infermieristica; le categorie professionali sanitarie (L.251/2000); il Collegio IPASVI; la Federazione Nazionale dei Collegi

IPASVI; l’Albo professionale; la Cassa di Previdenza (ENPAPI); le associazioni professionali; collaborazione delle Figure

di supporto; concetto di organizzazione del lavoro, di turno di lavoro, di piano di lavoro; Documentazione infermieristica.


Guida ECTS – 1° Anno - a.a. 2008/2009

Infermieristica clinica I

I bisogni: Ogni bisogno verrà trattato secondo il seguente schema metodologico: i dati e le informazioni utili per valutare

il livello di autonomia della persona nel soddisfacimento del bisogno o il livello di rischio di eventi indesiderati; le possibili

cause o fattori determinanti della dipendenza e/o del rischio; le azioni preventive e/o di aiuto rispetto alla dipendenza ed

al rischio. Nutrizione e metabolismo. Respirazione. Eliminazione urinaria. Eliminazione intestinale. Sonno e riposo.

Laboratori: La rilevazione dei parametri vitali. L’ossigenoterapia. Il prelievo di campioni biologici per procedure

diagnostiche (sangue venoso e capillare, urine, feci, escreato). Il clistere. Il cateterismo vescicale.

Atelier formativi o seminari: Il dolore: strategie assistenziali e metodi di valutazione. L’ansia.

Infermieristica basata sulle prove di efficacia I

Identificazione e analisi delle diverse fonti di conoscenza scientifica. Caratteristiche delle diverse fonti bibliografiche

(testi, riviste, atti di convegni, siti internet, database). Il quesito clinico e la ricerca bibliografica di letteratura scientifica su

un determinato argomento. Tipologia di articoli della letteratura biomedica (articoli originali, revisioni, editoriali;..).

Strutturazione e analisi delle singole sezioni di un articolo di ricerca. Principali riviste infermieristiche nazionali ed

internazionali. Concetti di base: linee guida, protocolli e istruzioni operative.

Bioetica

Bioetica fondamentale: contesto storico-culturale in cui nasce e si sviluppa la bioetica; caratteristiche, metodologia e

impostazioni etiche; visioni etiche presenti nel dibattito attuale; il personalismo: corpo, corporeità e persona in bioetica.

La professione infermieristica nel mondo occidentale contemporaneo: il contesto attuale e la professione sanitaria;

l'esperienza di malattia: fatto biologico e evento biografico; la comunicazione con il malato che vive l’evento del suo morire.

Bioetica speciale: eutanasia, accanimento e il testamento di vita; assistenza adeguata al morente: la medicina palliativa;

l’assistenza al malato di AIDS; problematiche dell’assistenza e prevenzione; l’assistenza alla persona anziana.

Bibliografia

Organizzazione dell'assistenza e della professione Infermieristica I

AA.VV. “Guida all’esercizio professionale”; E. Medico scientifiche, Torino, 2006, III edizione.

Benci L. “Manuale giuridico professionale per l’esercizio del nursing”; McGraw-Hill, 2° edizione, Milano, 2001.

Infermieristica clinica I

• Brunner Suddarth (edizione italiana a cura di Giorgio Nebuloni). “Infermieristica Medico – Chirurgica”, 1° e 2° Vol.,

terza edizione , Casa Editrice Ambrosiana, Milano 2007.

• Check list del Corso di Laurea in Infermieristica dell’Università Cattolica “S.Cuore”, sede di Torino.

• Procedure e Protocolli operativi dei servizi (diagnostica per immagini, endoscopia digestiva) del Presidio Sanitario

Cottolengo

Testi per la consultazione, l’approfondimento e la ricerca:

- Perry A.G, Potter P.A. Infermieristica generale-clinica. (Ediz. Italiana a cura di Luisa Saiani e Anna Brugnolli), 2°vol., E.

Sorbona, Torino, 2006.

- Sasso L., Bonvento C.M., Gagliano C., Bagnasco A. Scienze infermieristiche generali e cliniche, seconda edizione, E.

Mc Graw Hill, Milano, 2008.

- Craven R.F., Hirnle C.J. Principi fondamentali dell’assistenza infermieristica, 1° e 2°vol., seconda edizione, Casa

Editrice Ambrosiana, Milano, 2004.

- Lynda Juall Carpenito. “Piani di Assistenza Infermieristica e Documentazione”-diagnosi infermieristiche e problemi

collaborativi, Casa Editrice Ambrosiana, Milano – 2000.

- Kolier B., Erb G., Bernan A., Snyder S. “Nursing clinico.Tecniche e procedure”, E. EdiSes, Napoli 2006.

- Sasso L., Gamberoni L., Marmo G., Rocco G., Tibaldi. “Infermieristica generale e clinica per problemi prioritari di

salute”, E. Mc Graw-Hill, Milano, 2003.

- Alloni R., Destrebecq A., Gianotti L., Poma S. Infermieristica Clinica in Chirurgia, E.Hoepli, Milano, 2005

Infermieristica basata sulle prove di efficacia I

Hall GM. Come scrivere un lavoro scientifico. III edizione. Torino: Edizioni Minerva Medica, 2005.

Vellone E, Sciuto M. La ricerca bibliografica. Applicazione nel Nursing e nelle scienze sanitarie. Milano: Mc Graw Hill,

2001.

Chiari P, Mosci D, Naldi E. L’infermieristica basata su prove di efficacia. Milano: Mc Graw Hill, 2006.

www.evidencebasednursing.it.

Bioetica

SGRECCIA E., Manuale di bioetica, 4° edizione,Vita e Pensiero, Milano 2007, in particolare la parte generale; testo

consigliato per il I anno: lombardi ricci m., Malati di vita. L'uomo contemporaneo, la malattia e la morte, ISB, Acireale 1999

(testo valido per il triennio)

Tipo di corso/Metodo di insegnamento

Organiz. .assistenza e professione Infermieristica I

La metodologia utilizzata è il PBL (problem based

learning).

Infermieristica clinica I

Durante il corso le lezioni teoriche verranno svolte dal

docente in parte mediante la metodologia classica

d’insegnamento (insegnamento in aula condotto con lezioni

frontali, gestite dal docente, mediante l’ausilio di slides, a

supporto del libro di testo) e in parte (solo per alcuni

bisogni assistenziali) mediante la metodologia attiva dell’


Guida ECTS – 1° Anno - a.a. 2008/2009

“Apprendimento basato sui problemi” (Problem-Based

Learning – PBL). Le lezioni saranno, inoltre, intervallate da

momenti di confronto e discussione su alcuni casi clinici,

attività interattive, lavori di gruppo su mandati finalizzati

all’approfondimento dei contenuti, esercitazioni pratiche

condotte nel laboratorio delle abilità gestuali.

Metodo di valutazione corso/Tipo di esame

Avvertenze

Infermieristica basata sulle prove di efficacia I

Lezioni frontali, laboratori didattici, lavori di gruppo,

socializzazione plenaria.

Bioetica

Si guiderà lo studente all'acquisizione di un metodo di studio

personale mediante lezioni teoriche e confronto con gli

studenti su alcune tra le problematiche più delicate. Si terrà

presente il modo in cui l'informazione mediale tratta le notizie

oggetto della bioetica per individuare le correnti etiche

presenti nel dibattito contemporaneo.

Indice delle tematiche:

BIOETICA FONDAMENTALE

Contesto storico-culturale in cui nasce e si sviluppa la

bioetica. Caratteristiche, metodologia e visioni etiche

presenti nel dibattito attuale. Il personalismo: corpo,

corporeità e persona in bioetica

LA PROFESSIONE INFERMIERISTICA NEL MONDO OCCIDENTALE

CONTEMPORANEO

Il contesto attuale e la professione sanitaria. L’esperienza

di malattia: fatto biologico e evento biografico. La

comunicazione con il malato che vive l’evento del suo

morire

BIOETICA SPECIALE

Eutanasia, accanimento e assistenza adeguata. La

medicina palliativa. L’assistenza al malato di AIDS;

problematiche dell’assistenza e prevenzione. L’assistenza

alla persona anziana

Test scritto di ammissione all’esame orale. Esame orale.

I materiali didattici saranno disponibili on line sul sito

dell’Università Cattolica di Roma www.rm.unicatt.it/docenti

More magazines by this user
Similar magazines