Ettore Ferullo - Fare

fareonline.it

Ettore Ferullo - Fare

Impostazione e pianificazione del budget

Gestione del budget

Controllo della gestione del budget

A.C.E.P.

Nocera Inferiore, 14 novembre 2008


ATTUAZIONE DELLA PROCEDURA DEL

BUDGET

-Dall’anno anno 2002 secondo l’assetto l

organizzativo del

preesistente Atto Aziendale ASL Salerno 1.

- Centri di Responsabilità primari gestori del budget:

a.I I Dipartimenti territoriali;

b.I I dipartimenti ospedalieri (POA);

c.I I Dipartimenti Prevenzione e Salute Mentale;

d.La Direzione Aziendale.


Riorientamento secondo

ATTO AZIENDALE VIGENTE

(Delibera n. 535 del 21 maggio 2007)

Centri di Responsabilità primari gestori del budget:

a.I I Distretti Sanitari;

b.I I Presidi Ospedalieri;

c.I I Dipartimenti Prevenzione e Salute Mentale;

d.La Direzione Aziendale.


ORIENTAMENTO DEL PROCESSO

PRECEDENTE:

priorità alla pianificazione, controllo e valutazione di

obiettivi clinici (appropriatezza(

appropriatezza, , complessità, case-

mix, integrazione, etc.).

ATTUALE:

priorità alla assegnazione e al controllo di un conto

economico a ciascun CdR primario

(bilancio separato all’interno del Bilancio

dell’Azienda

Azienda)


COMITATO BUDGET

(Delibera n. 943 del 29/9/2008)

a.DIREZIONE AZIENDALE;

b.PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE;

c.PROVVEDITORATO;

d.ECONOMICO-FINANZIARIO;

e.PERSONALE

f.TECNICO E MANUTENZIONE;

g.FARMACEUTICO.


COMITATO BUDGET

(Delibera n. 735 del 27/9/2008)

MOTIVAZIONI:

a.intercettare le priorità e le criticità vincolanti per il

processo di programmazione;

b.Introdurre elementi di regolamentazione

burocratica del processo di budget, per una chiara

ripartizione delle responsabilità.


FASI DEL PROCESSO

Fase 1

Configurazione del budget consolidato dell’Azienda:

1.a a pareggio con le entrate certe (trasferimenti FSR indistinto);

2.articolato in

- BUDGET DI ESERCIZIO;

- BUDGET DEGLI INVESTIMENTI.


FASI DEL PROCESSO

Fase 2

Ripartizione del budget Aziendale fra i CdR primari

secondo criteri oggettivi non storici:

-Per i Distretti (N. residenti pesati, N. medici di

base, N. Specialisti e Centri convenzionati , etc.)

-Per i Presidi Ospedalieri (N. posti letto, N. ricoveri,

N. Unità operative, etc.)

-Per i Dipartimenti (N. Unità operative, N.

dipendenti, etc.)


FASI DEL PROCESSO

Fase 3

BUDGET TRASVERSALE

Ribaltamento del budget consolidato dell’Azienda ai

Servizi Amministrativi centrali, secondo la rispettiva

competenza.

Fase 4

REGOLAMENTO GESTIONE BUDGET