ALCOL E PATENTI - Cedostar

cedostar.it

ALCOL E PATENTI - Cedostar

ALCOL E PATENTI

Dr. Sergio Dini

Resp. Unità Funzionale Attività Certificative

Medico Legali

Az. Usl 8 Arezzo


Cosa dice la legge?

Art. 119 CdS: Requisiti fisici e psichici per il

conseguimento della patente di guida.

Comma 1: Non può ottenere la patente di guida…chi sia affetto

da malattia fisica o psichica, deficienza organica o

minorazione psichica, anatomica o funzionale tale da

impedire di condurre con sicurezza veicoli a motore.

Comma 4: L’accertamento dei requisiti fisici o psichici è

effettuato da commissioni mediche locali (CML) costituite in

ogni provincia nei riguardi di:

a) Mutilati e minorati fisici…

b) Coloro che abbiano superato i 60 anni di età…

c) Coloro per i quali è fatta richiesta dal prefetto o

dall’ufficio provinciale della direzione generale della

MCTC


Art. 320 del Regolamento del CdS (Malattie

invalidanti)

Comma 1: Le malattie ed affezioni riportate nell’appendice II

… escludono la possibilità di rilascio del certificato di

idoneità alla guida.

Appendice II Art. 320 (malattie invalidanti)

Comma 1: Le malattie ed affezioni che escludono la

possibilità di rilascio del certificato di idoneità alla guida

sono quelle sotto elencate:

• Affezioni cardiovascolari…

• Diabete…

• Malattie endocrine…

• Malattie del sistema nervoso…

• alcol


e) Alcol

La patente di guida non deve essere

rilasciata né rinnovata al candidato o

conducente che si trovi in stato di

dipendenza dall’alcol o che non possa

dissociare la guida dal consumo di alcol.

La patente di guida può essere rilasciata o

rinnovata al candidato o conducente… al

termine di un periodo constatato di

astinenza, previa valutazione della CML.


Art. 128 del CdS: Revisione della patente di guida

Comma 1: Gli uffici competenti del Dipartimento per i

Trasporti Terrestri, nonché il Prefetto nei casi previsti

dagli articoli 186 e 187, possono disporre che siano

sottoposti a visita medica presso la CML di cui all’art. 119

comma 4 o ad esame di idoneità i titolari di patente di

guida qualora sorgano dubbi sulla persistenza dei requisiti

fisici e psichici prescritti o dell’idoneità tecnica.

L’esito della visita medica o dell’esame di idoneità sono

comunicati ai competenti uffici del Dipartimento per i

Trasporti Terrestri per eventuali provvedimenti di

sospensione o revoca della patente.


Art. 186 CdS

Guida sotto l’influenza dell’alcol

Comma 1. E’ vietato guidare in stato di ebbrezza in conseguenza

dell’uso di bevande alcoliche.

Comma 2. Chiunque guida in stato di ebbrezza è punito, ove il fatto

non costituisca più grave reato:

• Con la sanzione amministrativa… … da E 500 a E 2.000… tasso

alcolemico > 0,5 e < 0,8 (g/l). All’accertamento della violazione

consegue la sanzione amministrativa accessoria della

sospensione della patente di guida da 3 a 6 mesi;

• Con l’ammenda da E 800 a E 3.200 e l’arresto fino a 6 mesi,

qualora… tasso alcolemico > 0,8 e < 1,5 (g/l). All’accertamento del

reato consegue in ogni caso la sanzione amministrativa accessoria

della sospensione della patente da 6 mesi a 1 anno;

• Con l’ammenda da E 1.500 a E 6.000, l’arresto da 6 mesi a 1 anno…

tasso alcolemico > 1,5 (g/l). All’accertamento del reato consegue

sempre la sanzione amministrativa accessoria della sospensione

della patente da 1 a 2 anni.


Art. 186 CdS

Comma 2-bis. Se il conducente in stato di ebbrezza provoca un

incidente stradale le sanzioni… sono raddoppiate ed è disposto il

fermo amministrativo del veicolo per 180 gg… qualora per il

conducente che provochi un incidente stradale sia stato accertato

un valore corrispondente ad un tasso alc. > 1,5 (g/l) la patente

di guida è sempre revocata.

Comma 3. Al fine di acquisire elementi utili per motivare l’obbligo

di sottoposizione agli accertamenti… gli organi di Polizia Stradale…

possono sottoporre i conducenti ad accertamenti qualitativi non

invasivi o a prove anche attraverso apparecchi portatili.

Comma 5. Per i conducenti coinvolti in incidente stradale e

sottoposti a cure mediche l’accertamento del tasso alcolemico

viene effettuato su richiesta degli organi di polizia… … le

strutture sanitarie rilasciano agli organi di polizia stradale la

relativa certificazione… Copia della certificazione deve essere

subito trasmessa al Prefetto del luogo della commessa violazione

per gli eventuali provvedimenti di competenza.


Comma 7.

Art. 186 CdS

Comma 7. Salvo che il fatto costituisca più grave reato, in

caso di rifiuto dell’accertamento… il conducente è

punito con le pene di cui al comma 2 lettera c… se il fatto è

commesso da soggetto già condannato nei 2 anni

precedenti per il medesimo reato è sempre disposta la

sanzione amministrativa accessoria della revoca della

patente;

Comma 8. Con l’ordinanza con la quale viene disposta la

sospensione della patente ai sensi dei commi 2 e 2-bis, il

Prefetto ordina che il conducente si sottoponga a visita

medica ai sensi dell’art. 119 comma 4, che deve avvenire

nel termine di 60 gg.

Comma 9 bis. Al di fuori di casi previsti dal comma 2-bis la

pena detentiva e pecuniaria può essere sostituita… con

quella del lavoro di pubblica utilità… consistente nella

prestazione di un’attività lavorativa non retribuita a favore

della collettività da svolgere, in via prioritaria nel campo

della sicurezza e dell’educazione stradale…

Comma 8.


Art. 186-bis

Guida sotto l’influenza dell’alcol

per conducenti di età inferiore ad anni 21,

per i neo patentati e per chi esercita l’attività

professionale di trasporto di persone o cose

(inserito con la legge n. 120 del 29/07/2010)

Comma 1. E’ vietato guidare dopo aver assunto bevande

alcoliche e sotto l’influenza di queste per:

• I conducenti di età inferiore ad anni 21 e nei conducenti

nei primi 3 anni dal conseguimento della patente B

• I conducenti che esercitano l’attività di trasporto di

persone…

• I conducenti che esercitano l’attività di trasporto di cose…

• I conducenti di autoveicoli di massa complessiva a pieno

carico superiore a 35 quintali…


Regione Toscana

Giunta Regionale

Delibera n. 624 del 03/09/2007

Linee di indirizzo alle commissioni mediche locali e alle

aziende usl toscane per la valutazione dell'idoneità alla

guida per violazione dell'art. 186 CdS

Scopo del presente atto è:

Assicurare e rendere omogenei in ambito regionale gli accertamenti

finalizzati alla revisione delle capacità psicofisiche alla guida;

Assicurare un adeguato supporto specialistico alcologico alle CCMMLL;

Assicurare un'adeguata informazione e una maggiore consapevolezza

rispetto alla pericolosità del consumo di alcol sulla guida


Supporto specialistico alcologico

L. 30/03/2001 n. 125 “Legge quadro in materia di alcol e problemi

alcolcorrelati”

Art. 6 (modifiche al CdS). Al comma 1, lettera a) dispone che:

“Qualora siano sottoposti a visita aspiranti conducenti che manifestino

comportamenti o sintomi associabili a patologie alcolcorrelate, le CCMMLL sono

integrate con la presenza di un medico dei servizi per lo svolgimento delle

attività di prevenzione, cura, riabilitazione e reinserimento sociale dei

soggetti con problemi e patologie alcolcorrelati”.

Attivazione del Centro di Consulenza Alcologica

Recidiva di violazione dell'Art, 186 del CdS

Anamnesi positiva per disturbi da uso di alcol

Reperti clinici e/o ematologici di patologie alcolocorrelate


Aspetti epidemiologici

Secondo l'OMS Europa, gli incidenti stradali sono la prima causa di morte nei

giovani di età compresa tra i 15 e i 29 anni.

Secondo il Ministero della Salute, in Italia la mortalità per incidente stradale

viene correlata all'uso di alcol per una quota compresa tra il 30 e il 50% del

totale.

In Italia, le città sono i luoghi dove avviene il maggior numero di incidenti

stradali.

Nel mese di agosto è stato rilevato il più alto indice di mortalità .

Il sabato presenta la frequenza più elevata di decessi.

Negli incidenti notturni si verifica il più alto indice di mortalità con un valore

massimo intorno alle 5 del mattino.


N. Di soggetti segnalati per uso di alcol

Anno

Fonte: Prefettura di Arezzo

N. soggetti

2005 n. 205

2006 n. 220

2007 n. 497

2008 n. 538

2009 n. 746

2010 n. 747

2011 n. 634

(al 30/09)


N. di decessi in Italia per incidenti stradali

Anno

N. decessi

2001 7.100

2008 4.500

2009 4.250

2010 4.100

2011 3.800

More magazines by this user
Similar magazines