bando Housing 2012_sito

infogroup.it

bando Housing 2012_sito

Piano d’azione

Promuovere l’abitare sociale nelle comunità territoriali

Bando senza scadenza

DIFFONDERE E POTENZIARE L’ABITARE

SOCIALE TEMPORANEO

Presentazione febbraio 2012


STRATEGIE DEL PIANO DI AZIONE

Bando senza

scadenza

Housing Sociale

Temporaneo’

1. Sostenere interventi che aumentino e integrino l’offerta abitativa

esistente (alloggi per l’autonomia, residenze integrate, pensionati

sociali…)

Nuovo strumento

Alloggi aree FHS

2. elaborare e sperimentare strumenti e modelli gestionali

innovativi da applicare a interventi di housing sociale sia

di nuova realizzazione, sia già attivati, che puntino a

potenziare l’offerta di alloggi in locazione a canone

calmierato

Mission connected

investments

Fondo Abitare Sociale

3. favorire lo sviluppo di nuovi strumenti finanziari e la

crescita di strumenti esistenti (es. fondi immobiliari…) che

sostengano interventi di housing sociale

2 Febbraio 2012


L’EVOLUZIONE DEL BANDO

da più di 10 anni

150 progetti

30 ML di €

dal 2005

bando senza

scadenza

nel 2011

nuova versione

L’housing sociale è un ambito ‘storico’ di riflessione e di intervento

per Fondazione Cariplo: in più di 10 anni ha sostenuto oltre 150

iniziative nelle province di riferimento, erogando contributi per circa

30 milioni di euro.

Dal 2005 il bando è senza scadenza, pur in presenza di erogazioni e

progetti significativi, negli ultimi anni non era riuscito ad esprimere

fino in fondo le sue potenzialità in rapporto al cambiamento del

contesto.

Nel 2011 è stato rinnovato, mantenendo una forte continuità con le

edizioni precedenti, ha sistematizzato le linee guida, e soprattutto

ha ampliato le tipologie di risposta finanziabili, in risposta

all’evoluzione dei bisogni abitativi delle categorie più fragili e

all’opportunità di dare spazio alle progettualità che prima

pervenivano sul bando ormai chiuso “Dopo di noi-durante noi”.

linee guida più chiare

anche il “dopo di noi”

nuovi bisogni

3 Febbraio 2012


SCELTA PREMIATA:

BUONA RISPOSTA DEI TERRITORI

2010 2011

preprogetti pervenuti 38 48

progetti pervenuti 12 18

contributo totale deliberato € 1.483.000 3.105.000

Nel 2011, rispetto al 2010, c’è stato un aumento significativo del

budget a disposizione (+75%) in vista della revisione e

dell’ampliamento delle tipologie progettuali ammissibili, questa

intuizione è stata premiata da un incremento di preprogetti (+26%)

e di progetti (+50%), che si è tradotto in un importo deliberato più

che doppio (+109%).

4 Febbraio 2012


OBIETTIVI DEL BANDO

aumento

offerta

Obiettivi:

1. aumentare l’offerta di alloggi destinati a servizi di ospitalità di

natura temporanea, in grado, ove necessario, di attivare percorsi di

accompagnamento e di sostegno all’autonomia delle persone

ospitate;

accessibilità

economica

2. massimizzare l’accessibilità economica dei servizi di ospitalità

favorendo così le categorie più deboli;

sistemi

territoriali

e contemporaneamente, ove opportuno:

3. sostenere la realizzazione di “sistemi territoriali” di abitare

sociale (in rete l’offerta abitativa esistente e gli attori

coinvolti, percorsi di miglioramento e integrazione

gestionale…).

5 Febbraio 2012


TIPOLOGIE FINANZIABILI

Tipologie di risposta ammissibili

(possibili risposte miste):




1. alloggi per l’autonomia e

l’inclusione sociale

AD ES.: alloggi / camere

per seconda o terza

accoglienza dopo percorsi

comunitari …

2. alloggi per l’avvicinamento

alla residenzialità

AD ES.: palestre di autonomia,

scuola di vita autonoma…

3. strutture di ricettività

temporanea

AD ES.: pensionati sociali,


Confermato

6 Febbraio 2012


BENEFICIARI POSSIBILI

Destinatari degli interventi:



persone o nuclei in condizione di fragilità

socio-abitativa → risposta abitativa +

percorso di accompagnamento verso:

• autonomia nel breve-medio periodo

AD ES.: vittime di tratta o violenza,

rifugiati, nuclei mamma-bambino,

neo-maggiorenni, detenuti, nuclei

sfrattati o in precarietà abitativa,…

• massima autonomia possibile AD ES.:

persone con disabilità (palestre di

autonomia, SVA…)

persone con limitata capacità reddituale ed

esigenze transitorie → risposta abitativa

a basso costo, di natura temporanea,

anche di brevissima durata, senza

necessariamente accompagnamento

socio-educativo dedicato

AD ES.: parenti di degenti ospedalieri,

lavoratori temporanei, stagisti,

separati,…

7 Febbraio 2012


TRA I CRITERI DI AMMISSIBILITÀ E COERENZA…

NOVITÀ

MODULISTICA:

SEZIONE DATI

COMPLEMENTARI

Criteri…

• min 25.000 euro > contributo > max 500.000 euro

• contributo non > al 60% dei costi totali

• si finanzia lo start up di servizi di housing sociale temporaneo,

non la presa in carico di singoli casi!

• ammissibili sia i costi ammortizzabili (per es. ristrutturazione,

arredi…) sia i costi gestionali di avvio (per es. selezioneformazione

operatori, sensibilizzazione-info enti invianti e

comunità, primi percorsi quando struttura non a regime…)

• non sono ammissibili i costi eventualmente maturati prima

dell’invio e dell’incontro sul pre-progetto

Progetti non ammissibili…

• quelli che non prevedono aumento dell’offerta abitativa;

• strutture comunitarie protette, con presenza educativa continua;

• alloggi di pronto intervento;

• alloggi o pensionati per studenti;

• alloggi protetti per anziani autosufficienti; unità di offerta socio-sanitarie;

• già realizzati in tutto o nella quasi totalità al momento della domanda di

contributo;

• …

8 Febbraio 2012


UN PROGETTO È BUONO QUANDO…

PRE-PROGETTO:

COLLOQUIO

ESPLORATIVO MA

NECESSARI

INGREDIENTI MINIMI

chiarisce il bisogno scoperto in rapporto all’offerta di quel territorio

(analisi qualitativa, quantitativa, contestualizzata);

identifica chiaramente il / i target e il modello gestionale (carta del

servizio, regolamento di ospitalità, quale presidioaccompagnamento,

rete inviante…);

individua l’immobile e può contare su un titolo congruo di

disponibilità dell’immobile rispetto al contributo richiesto e alla

garanzia di continuità del servizio;

PROGETTO

DEFINITIVO: MATURO

E CANTIERABILE!

(PUZZLE COMPLETO

V.DOCUMENTAZIONE)

coglie opportunità di valorizzazione a scopi sociali di patrimonio

immobiliare inutilizzato;

dimostra una copertura economica concreta e ipotesi credibili di

sostenibilità (hp di accordi enti invianti, compartecipazione

dell’utenza… a regime costi e ricavi in equilibrio);

massimizza l’accessibilità economica del servizio.

9 Febbraio 2012

More magazines by this user
Similar magazines