Views
3 years ago

pagina 2 - Biloslavo, Fausto

pagina 2 - Biloslavo, Fausto

pagina 2 - Biloslavo,

MAI DIRE GUERRALE PAROLEE LA GUERRAAGGREGARSI ALLE TRUPPE O ACCREditarsicome unilateral? Preoccuparsi più della censura o dell’autocensura?Come destreggiarsi fra le trappole lessicali del «bellicamente corretto»? Inun momento di particolare opacità informativa, in cui tutte le parti incausa rivendicano come strategica la gestione mediatica dei conflitti, dueinviati di guerra fanno il punto su un mestiere che per essere indipendentedeve riconoscere le sue molte dipendenze, in primis da un rapporto cercatoma spesso non trovato con le Forze armate. Trovandosi d’accordo suuna cosa: diffidare della stampa aumenta la pericolosità delle missioni.Quando le parole prendono la forma dell’acquadi Ennio REMONDINO1. La personale frequentazione con le Forze armate italiane s’è limitata pervent’anni alla visita di leva al distretto militare di Genova. Abile arruolato ma militesenteper legge. Col prezioso congedo in tasca, ho aggiunto altri vent’anni allamia ignoranza. Da giornalista ho protratto quest’estraneità nella cronaca d’assaltoche traduceva i carabinieri in «sbirri» con le stellette, da associare alla frequentazionedi questure e guardia di finanza. Qualche militare di carriera m’era apparso tra ifantasmi dei servizi segreti, che uno col mio mestiere non conosce, ma frequentaquanto deve. Loro non devono per legge, ma lo fanno: reciproca utilità condita dasana, reciproca, diffidenza. Sin che dura così, va bene. La troppa confidenza nonfa bene né a loro né a noi giornalisti.Poi ho smesso di occuparmi di cronaca d’assalto (Br, mafia, trame nere, massonerieatlantiche e P2 nostrane, servizi segreti con qualche confusione tra le duesponde dell’oceano), per finire all’assalto di tipo militare. Trincee, guerre, guerriglie.Reporter di guerra per esilio. M’ero occupato dei rapporti segreti tra Cia e P2 emi sono trovato con un direttore nuovo (da Nuccio Fava a Bruno Vespa), e nuovesfide professionali. Dagli sbirri ai militari, nella confusione iniziale dei gradi, masoprattutto delle competenze e della loro natura. Avevo assaggiato l’ambiente della79

VECCHIO OSPEDALE SOAVE - Biloslavo, Fausto
Ventinove persone riescono a scappare dalla ... - Biloslavo, Fausto
il reportage narrativo tra letteratura e giornalismo - Biloslavo, Fausto
la primavera libica e la guerra dell'informazione - Biloslavo, Fausto
missioni di pace in tempi di guerra - Biloslavo, Fausto
Osservatorio Strategico - Biloslavo, Fausto