Calendario 2012 - Fraternità Sacerdotale di San Pio X

sanpiox.it

Calendario 2012 - Fraternità Sacerdotale di San Pio X

La Tradizione CattolicaAnno XXII - n° 4 (81) - 2011La TradizioneCattolica


La Tradizione CattolicaRivista ufficiale del Distretto italiano dellaFraternità Sacerdotale San Pio XAnno XXII n. 4 (81) - 2011Redazione:Priorato Madonna di LoretoVia Mavoncello, 25 - 47900 SPADAROLO (RN)Tel. 0541.72.77.67 - Fax 0541.31.28.24E-mail: rimini@sanpiox.itDirettore:don Davide PagliaraniDirettore responsabile:don Giuseppe RottoliAutorizz. Tribunale di Ivrea - n. 120 del 21-01-1986Stampa: Garattoni - Viserba (RN)ESERCIZISPIRITUALIDI SANT’IGNAZIOProgramma per l’anno 2012Per gli uomini:dal 26 al 31 marzo ad Albanodal 16 al 21 aprile a Montalenghedal 30/7 al 4/8 ad Albanodal 6 all’11 agosto a Montalenghedal 12 al 17 novembre ad Albanodal 19 al 24 novembre a MontalenghePer le donne:dal 5 al 10 marzo ad Albanodal 7 al 12 maggio a Montalenghedal 23 al 28 luglio ad Albanodal 30/7 al 4/8 a Montalenghedall’8 al 13 ottobre ad Albanodal 5 al 10 novembre a MontalengheEditorialeCari Fedeli e Lettori,Il calendario di quest’anno vuole riproporre le immagini e le parole di PapaPio X, nostro Santo Patrono. Nel corso di questo 2012 non vi sono anniversariparticolari da ricordare inerenti il suo pontificato, ma averne sotto gli occhila luminosa figura costituisce come una «boccata di ossigeno» in questo tristeperiodo che la Chiesa sta attraversando. Vediamo in lui il Buon Pastore che pascele sue pecorelle, e ancora a distanza di cent’anni i suoi scritti fanno risuonarefedelmente la Parola del Pastore Eterno, Nostro Signore Gesù Cristo, per lacui gloria Papa Sarto ha speso tutte le sue energie. Infatti, «Omnia instaurarein Christo» non è solo stato il motto papale, ma quello di tutta la sua vitasacerdotale.Voglia Iddio accendere in ciascuno di noi lo stesso ardore di San Pio X, alfine di vivere ogni giorno di questo nuovo anno nella fedeltà al nostro doverequotidiano.Don Davide Pagliarani• La rivista è consultabile in rete all’indirizzo: www.sanpiox.it• “La Tradizione Cattolica” è inviata gratuitamente a tutti coloro che ne fannorichiesta. Ricordiamo che essa vive unicamente delle offerte dei suoi Lettori.• Per le offerte servirsi delle seguenti coordinate:– versamento sul C/C Postale n° 92391333 intestato a “Fraternità San Pio X, LaTradizione Cattolica”– bonifico bancario intestato a “Fraternità San Pio X, La Tradizione Cattolica”IBAN: IT 54 K 07601 13200 000092391333 - BIC/SWIFT: BPPIITRRXXX– “on line” tramite pagamento sicuro con PayPal e Carta di Credito dal sitowww.sanpiox.it nella sezione “Come aiutarci”.• 5x1000: lo potete devolvere all’ “Associazione San Giuseppe Cafasso”.Codice Fiscale: 93012970013.La TradizioneCattolica


Discorso di Pio XII per lacanonizzazione di San Pio X29 maggio 1954Quest’ora di fulgente trionfo,che Iddio, suscitatore degli umili, hadisposto e quasi affrettato, per sigillarela mirabile ascesa del suo servo fedelePio X alla suprema gloria degli altari,ricolma l’animo Nostro di gaudio, alquale voi, Venerabili Fratelli e dilettifigli, con la vostra presenza cosi largamentepartecipate. Eleviamo pertantofervide grazie alla divina Bontà peraverCi concesso di vivere questo straordinarioevento, tanto più che forse perla prima volta nella storia della Chiesala formale santificazione di un Papa èproclamata da chi ebbe già il privilegiodi essere al servizio di lui nella CuriaRomanaFausto e memorando questo dì,non soltanto per Noi, che lo annoveriamotra i giorni felici del Nostro Pontificato,cui la Provvidenza aveva pureriservato così numerosi dolori e sollecitudini;ma altresì per l’intiera Chiesa,che spiritualmente stretta intorno aNoi, esulta all’unisono in veementepalpito di religiosa commozione.Il caro nome di Pio X in questovespro radioso attraversa da un capoall’altro la terra, scandito con gli accentipiù diversi; e destando da per tutto pensieridi celestiale bontà, forti impulsi difede, di purezza, di pietà eucaristica,risuona a perenne testimonianza dellafeconda presenza di Cristo nella suaChiesa. Con generoso ricambio, esaltandoil suo servo, Dio attesta la eccelsasantità di lui, per la quale, anche piùche per il suo supremo Ufficio, Pio X fuin vita in vita campione della Chiesa,e come tale è oggi il Santo dato dallaProvvidenza ai nostri tempi.Ora Noi desideriamo che precisamentein questa luce voi contempliatela gigantesca e mite figura del SantoPontefice, affinché, calate le ombre suquesta memoranda giornata e spentele voci dell’immenso osanna, il solennerito della sua santificazione permangain benedizione nelle anime vostre ed insalvezza per il mondo.Il programma del Pontificato fuda lui solennemente annunziato findalla prima Enciclica «Supremi» , in cuidichiarava essere suo unico propositodi «instaurare omnia in Christo», ossiadi ricapitolare, ricondurre tutto ad unitàin Cristo. Ma quale è la via che ci aprel’adito a Gesù Cristo? egli si chiedeva,guardando amorevolmente le animesmarrite ed esitanti del suo tempo. La Supremi, 4 ottobre 1903.Papa San Pio XLa TradizioneCattolica


isposta, valida ieri, come oggi e neisecoli, è: la Chiesa! Fu pertanto suaprima sollecitudine, incessantementeperseguita fino alla morte, di rendere laChiesa sempre più in concreto atta edaperta al cammino degli uomini versoGesù Cristo. Per questo intento egliconcepì l’ardita intrapresa di rinnovareil corpo delle leggi ecclesiastiche, inguisa da dare all’intero organismodella Chiesa più regolare respiro,maggiore sicurezza e snellezza dimovimento, come era richiesto da unmondo esterno improntato a crescentedinamismo e complessità. È ben veroche questa opera, da lui stesso definita«arduum sane munus», si adeguavaall’eminente senso pratico ed al vigoredel suo carattere; tuttavia la solaaderenza al temperamento dell’Uomonon sembra che spieghi l’ultimo motivodella difficile impresa. La scaturigineprofonda dell’opera legislativa di PioX è da ricercarsi soprattutto nella suapersonale santità, nella sua intimapersuasione che la realtà di Dio, dalui sentita in comunione incessantedi vita, è l’origine e il fondamento diogni ordine, di ogni giustizia, di ognidiritto nel mondo. Dov’è Dio, là èordine, giustizia e diritto; e, viceversa,ogni ordine giusto tutelato dal dirittomanifesta la presenza di Dio. Ma qualeistituzione sulla terra doveva piùeminentemente palesare questa fecondarelazione fra Dio e il diritto, se non laChiesa, Corpo mistico di Cristo stesso?Iddio benedisse largamente l’opera delSanto Pontefice, cosicché il Codice diDiritto Canonico resterà nei secoli ilgrande monumento del suo Pontificato,ed egli stesso potrà considerarsi comeil Santo provvidenziale del tempopresente.Possa questo spirito di giustizia edi diritto, del quale Pio X fu al mondocontemporaneo testimone e modello,penetrare nelle aule delle conferenzedegli Stati, ove si discutono gravissimiproblemi della umana famiglia, in particolareil modo di bandire per sempreil timore di spaventosi cataclismi e diassicurare ai popoli una lunga era felicedi tranquillità e di pace.Invitto campione della Chiesa, esanto provvidenziale dei nostri tempisi rivelò altresì Pio X nella secondaimpresa che contraddistinse l’opera sua,e che in vicende talora drammaticheebbe l’aspetto di una lotta impegnata daun gigante in difesa di un inestimabiletesoro: l’unità interiore della Chiesa nelsuo intimo fondamento: la fede. Giàdalla fanciullezza la Provvidenza divinaaveva preparato il suo eletto nell’umilesua famiglia, edificata sulla autorità, suisani costumi e sulla fede stessa scrupolosamentevissuta. Senza dubbio ognialtro Pontefice, in virtù della grazia distato, avrebbe combattuto e respintogli assalti miranti a colpire la Chiesanel suo fondamento. Bisogna tuttaviariconoscere che la lucidità e la fermezza,con cui Pio X condusse la vittoriosalotta contro gli errori del modernismo,attestano in quale eroico grado la virtùLa TradizioneCattolica


della fede ardeva nel suo cuore di santo.Unicamente sollecito che l’eredidiDio fosse serbata intatta al greggeaffidatogli, il grande Pontefice nonconobbe debolezze dinanzi a qualsiasialtra dignità o autorità di persone, nontentennamenti di fronte ad adescanti mafalse dottrine entro la Chiesa e fuori, néalcun timore di attirarsi offese personalie ingiusti disconoscimenti delle sue pureintenzioni. Egli ebbe la chiara coscienzadi lottare per la più santa causa di Dio edelle anime. Alla lettera si verificaronoin lui le parole del Signore all’ApostoloPietro: «Io ho pregato per te, affinché latua fede non venga meno, e tu… confermai tuoi fratelli» .La promessa e il comando diCristo suscitarono ancora una voltanella roccia indefettibile di un suoVicario la tempra indomita dell’atleta.È giusto che la Chiesa, decretandogliin quest’ora la gloria suprema nelmedesimo luogo ove rifulge da secolinon mai offuscata quella di Pietro,confondendo anzi l’uno e l’altro inuna sola apoteosi, canti a Pio X la suariconoscenza ed invochi in pari tempola intercessione di lui, affinché le sianorisparmiate nuove lotte di tal genere.Ma ciò di cui allora propriamente sitrattò, vale a dire la conservazione dell’intimaunione della fede e del sapere,è un così alto bene per tutta l’umanità,che anche questa seconda grande operadel Santo Pontefice è di una importanzache va molto al di là dello stesso mondocattolico.Chi, come il modernismo, separa,opponendole, fede e scienza nella lorofonte e nel loro oggetto, opera in questidue campi vitali una scissione cosìdeleteria, «che poco è più morte». Siè veduto praticamente. L’uomo che alvolgere del secolo era già nell’intimodidiviso, e tuttavia ancora illusodi possedere la sua unità nella sottileapparenza di armonia e di felicità,basate in un progresso puramente ter- Luc., 22, 32.reno, è stato poi visto come spezzarsisotto il peso di una ben differenterealtà.Pio X vide con vigile sguardoapprossimarsi questa spirituale catastrofedel mondo moderno, questaamara delusione specialmente dei ceticolti. Egli intuì come una tal fede apparente,la quale cioè non si fonda in Diorivelatore, ma si radica in un terrenopuramente umano, si diluirebbe permolti nell’ateismo; ravvisò parimentiil fatale destino di una scienza, che,contrariamente alla natura e in volontarialimitazione, s’interdiceva il camminoverso l’assoluto Vero e Buono,lasciando così all’uomo senza Dio, difronte alla invincibile oscurità in cuigiaceva per lui tutto l’essere, soltantol’atteggiamento dell’angoscia o dell’arroganza.Il Santo contrappose a tanto malel’unica possibile e reale salvezza: laverità cattolica, biblica, della fede,accettata come «rationabile obsequium»verso Dio e la sua rivelazione.Coordinando in tal modo fede e scienza,quella come estensione soprannaturalee talora conferma dell’altra, e questacome via introduttiva alla prima, restituìall’uomo cristiano l’unità e la pacedello spirito, che sono imprescrittibilipremesse di vita.Se oggi molti, volgendosi dinuovo verso questa verità, quasisóspintivi dal vuoto e dall’angosciadel suo abbandono, hanno la sortedi poterla scorgere in saldo possessodella Chiesa, di ciò debbono esserericonoscenti alla lungimirante operadi Pio X. Egli è infatti benemerito dellapreservazione della verità dall’errore,sia presso coloro che di quella godonola piena luce, cioè i credenti; sia pressoquelli che sinceramente la cercano. Pergli altri la fermezza di lui verso l’errorepuò forse rimanere ancora quasiuna pietra di scandalo; in realtà essa èl’estremo caritatevole servizio reso daun Santo, come Capo della Chiesa, atutta l’umanità.segue a pag. 30La TradizioneCattolicaAnniversarioPapa San Pio X


La TradizioneCattolicaGENNAIO 2012Fraternità San Pio XDistretto ItaliaSan Pio X e il suoprogramma: Omniainstaurare in Christo«…Dichiariamo che nell’eserciziodel nostroPontificato Noi abbiamoun solo proposito:Rinnovare tutte le cosein Cristo […]. Noi affermiamocon grande determinazioneche Noialtro non vogliamo essereche ministri di Dio, ilquale Ci ha investito dellasua autorità. Le ragionidi Dio sono le ragioninostre; è stabilito che adesse saranno votate tuttele nostre forze e la vitastessa. Perciò se qualcunochiederà quale mottosia l’espressione dellaNostra volontà, risponderemoche esso saràsempre uno solo: Omniainstaurare in Cristo-Rinnovare tutte le cosein Cristo».(Lett. encicl. E supremi apostolatus,4 ottobre 1903)1 DomenicaOttava di Natale2 LunedìSS. Nome di Gesù3 Mar tedìS. Antero, Papa e Mar tire4 MercoledìS. Dafrosa, Vedova5 GiovedìS. Telesforo, Papa e Mar tire6 Venerdì – 1° Venerdì del mese –Epifania di Nostro Signore7 Sabato – 1° Sabato del mese –S. Luciano, Mar tire8 DomenicaLa Sacra Famiglia9 LunedìS. Giuliano, Mar tire, e Basilissa, Vergine10 Mar tedìS. Pietro Urseolo, Confessore11 MercoledìS. Igino, Papa e Mar tire12 GiovedìS. Taziana, Mar tire13 VenerdìBattesimo di Nostro Signore14 SabatoS. Ilario, Vescovo, Confessore e Dottore15 Domenica2 a Domenica dopo l’Epifania16 LunedìS. Marcello I, Papa e Mar tire17 Mar tedìS. Antonio, Abate18 MercoledìS. Prisca, Vergine e Mar tire19 GiovedìSs. Mario e Compagni, Mar tiri20 VenerdìS. Fabiano, Papa, e Sebastiano, Mar tiri21 SabatoS. Agnese, Vergine e Mar tire22 Domenica3 a Domenica dopo l’Epifania23 LunedìS. Raimondo di Peñafor t, Confessore24 Mar tedìS. Timoteo, Vescovo e Mar tire25 MercoledìConversione di S. Paolo Apostolo26 GiovedìS. Policarpo, Vescovo e Mar tire27 VenerdìS. Giovanni Crisostomo, Vescovo, Confessore e Dottore28 SabatoS. Pietro Nolasco, Confessore29 Domenica4 a Domenica dopo l’Epifania30 LunedìS. Mar tina, Vergine e Mar tire31 Mar tedìS. Giovanni Bosco, Confessorewww.sanpiox.it


La TradizioneCattolicaFEBBRAIO 2012Fraternità San Pio XDistretto ItaliaSan Pio X,Vescovo di Roma«Innanzitutto ci è parsoche è al popolo romano cheNoi siamo stati dati comeVescovo, dal momento chenon è altro che per il tramitedell’episcopato romanoche Noi siamo ascesi allaCattedra del Beato Pietroe che abbiamo ricevuto ilfardello del supremo pontificato[…]. Tale fardellos’impone a Noi tanto piùche Roma, essendo, perdisegno di Dio, il centrodell’unità cattolica, da cuicome dalla testa si diramain tutto il corpo la lucedella verità rivelata per lasalvezza di tutti, è eminentementenecessario che da2 febbraio: vestizione dei seminaristi a Flavignyessa il buon odore diCristo si estenda a tuttii fedeli e che questa cittàpossa fornire ad un tempola regola della fede el’esempio della vita. È dalclero e dal popolo di Romache bisogna incominciarequesta restaurazionedi tutte le cose in Cristoche ci siamo prefissati; inmodo tale che, con un rinnovamentodel loro spiritocristiano, tutti gli ecclesiasticie i laici di questacittà, anche in quest’epocacosì difficile per la virtù,s’impegnino alacrementenei sentieri della santità edella giustizia».(Lett. apostolica Quum arcano,11 febbraio 1904)1 MercoledìS. Ignazio d’Antiochia, Vescovo e Mar tire2 GiovedìPurificazione della B.V. Maria3 Venerdì – 1° Venerdì del mese –S. Biagio, Vescovo e Mar tire4 Sabato – 1° Sabato del mese –S. Andrea Corsini, Vescovo e Confessore5 DomenicaSettuagesima6 LunedìS. Tito, Vescovo e Confessore7 Mar tedìS. Romualdo, Abate8 MercoledìS. Giovanni di Matha, Confessore9 GiovedìS. Cirillo d’Alessandria, Vescovo, Confessore e Dottore10 VenerdìS. Scolastica, Vergine11 SabatoNostra Signora di Lourdes12 DomenicaSessagesima13 LunedìS. Agabo, Profeta14 Mar tedìS. Valentino, Sacerdote e Mar tire15 MercoledìSs. Faustino e Giovita, Mar tiri16 GiovedìS. Onesimo, Vescovo17 VenerdìSs. Faustino e Compagni, Mar tiri18 SabatoS. Simeone, Vescovo e Mar tire19 DomenicaQuinquagesima20 LunedìS. Eucherio, Vescovo21 Mar tedìS. Saveriano, Mar tire22 Mercoledì – Digiuno e Astinenza –Le Sacre Ceneri23 GiovedìS. Pier Damiani, Vescovo, Confessore e Dottore24 Venerdì – Astinenza –Comm. di molti Ss. Mar tiri, Confessori e Ss. Vergini25 SabatoS. Mattia, Apostolo26 Domenica1 a Domenica di Quaresima27 LunedìS. Nestore, Mar tire28 Mar tedìS. Gabriele dell’Addolorata, Confessore29 Mercoledì – Quattro Tempora –Ss. Macario e Compagni, Mar tiriwww.sanpiox.it


La TradizioneCattolicaMARZO 2012Fraternità San Pio XDistretto ItaliaSan Pio X, difensoredella Fede«Uomini come questi [imodernisti] Noi li annoveriamotra i nemicidella Chiesa, e, anche seessi se ne meravigliano,non potrà meravigliarsenea buon diritto nessunoche conosca le lorodottrine e i loro modi diparlare e di agire, a prescinderedalla loro intenzionee dalla loro coscienza,di cui Dio solo ègiudice. In verità non siallontana dal vero coluiche li considera nemicidella Chiesa più pericolosidi qualsiasi altro.Infatti costoro, non fuorima all’interno dellaChiesa […] màcchinanoi loro progetti per la suarovina; per questo il pericolorisiede quasi nellestesse vene e nelle stesseviscere della Chiesa conun danno certamentepiù sicuro, poiché essiconoscono più intimamentela Chiesa».(Lett. encicl. PascendiDominici gregis, 8 settembre1907)Esercizi spirituali per le donne dal 5 al 10 marzo ad AlbanoEsercizi spirituali per gli uomini dal 26 al 31 marzo ad Albano1 GiovedìS. Felice III, Papa2 Venerdì – Quattro Tempora – 1° Ven. del mese (Astinenza)Ss. Giovino e Basileo, Mar tiri3 Sabato – Quattro Tempora– 1° Sabato del mese –S. Cunegonda, Regina4 Domenica2 a Domenica di Quaresima5 LunedìS. Giovanni Giuseppe della Croce, Confessore6 Mar tedìSs. Perpetua e Felicita, Mar tiri7 MercoledìS. Tommaso d’Aquino, Confessore e Dottore8 GiovedìS. Giovanni di Dio, Confessore9 Venerdì (Astinenza)S. Francesca Romana, Vedova10 SabatoSs. Quaranta Mar tiri11 Domenica3 a Domenica di Quaresima12 LunedìS. Gregorio Magno Papa, Confessore e Dottore13 Mar tedìSs. Ruderico e Salomone, Mar tiri14 MercoledìS. Matilde, Regina15 GiovedìS. Longino16 Venerdì (Astinenza)I Santi Mar tiri Canadesi della Compagnia di Gesù17 SabatoS. Patrizio, Vescovo e Confessore18 Domenica4 a Domenica di Quaresima19 LunedìS. Giuseppe Sposo della B.V.M., Confessore20 Mar tedìS. Archippo, Mar tire21 MercoledìS. Benedetto, Abate22 GiovedìS. Zaccaria, Papa23 Venerdì (Astinenza)S. Giuseppe Oriol, Confessore24 SabatoS. Gabriele, Arcangelo25 Domenica1 a Domenica di Passione26 LunedìAnnunciazione della B.V. Maria27 Mar tedìS. Giovanni Damasceno, Confessore e Dottore28 MercoledìS. Giovanni da Capestrano, Confessore29 GiovedìS. Cirillo, Mar tire30 Venerdì (Astinenza)Sette Dolori della B.V. Maria31 SabatoS. Amos, Profetawww.sanpiox.it


La TradizioneCattolicaAPRILE 2012Fraternità San Pio XDistretto ItaliaSan Pio X,difensore dei dirittidella Chiesa«Noi, in nome della supremaautorità conferitaCida Dio, disapproviamoe condanniamo lalegge votata che separala Repubblica Francesedalla Chiesa […]. Perchéporta gravissima offesaa Dio, che rinnega solennemente,sostenendoil principio che laRepubblica è estraneaad ogni culto religioso;perché vìola il dirittonaturale delle genti eil rispetto pubblico deitrattati; perché è contrariaalla costituzionedivina della Chiesa,ai suoi ordinamenti internie alla sua libertà;perché distrugge la giustizia,opprimendo il dirittodi proprietà dellaChiesa, acquisito legittimamente[…]; perchéoffende la dignità dellaSede Apostolica e laNostra Persona, l’Ordinedei Vescovi, il Clero ei Cattolici Francesi».(Lett. encicl. Vehementernos, 11 febbraio 1906)Esercizi spirituali per gli uomini dal 16 al 21 aprile a Montalenghe1 DomenicaLe Palme2 LunedìLunedì Santo3 Mar tedìMar tedì Santo4 MercoledìMercoledì Santo5 Giovedì SantoGiovedì Santo6 Venerdì Santo (Digiuno e Astinenza) – 1° Ven. del mese –Venerdì Santo7 Sabato – 1° Sabato del mese –Sabato Santo8 DomenicaS. Pasqua di Risurrezione9 LunedìOttava di Pasqua – Lunedì dell’Angelo10 Mar tedìOttava di Pasqua – S. Ezechiele, Profeta11 MercoledìOttava di Pasqua – S. Leone I Papa, Confessore e Dottore12 GiovedìOttava di Pasqua – S. Zeno, Vescovo13 VenerdìOttava di Pasqua – S. Ermenegildo di Siviglia, Mar tire14 SabatoSabato in Albis – S. Giustino, Mar tire15 DomenicaDomenica in Albis16 LunedìS. Benedetto Giuseppe Labre, Confessore17 Mar tedìS. Aniceto, Papa e Mar tire18 MercoledìS. Apollonio, Mar tire19 GiovedìS. Timone, Diacono20 VenerdìSs. Sulpizio e Ser viliano, Mar tiri21 SabatoS. Anselmo, Vescovo, Confessore e Dottore22 Domenica2 a Domenica dopo Pasqua23 LunedìS. Giorgio, Mar tire24 Mar tedìS. Fedele di Sigmaringa, Mar tire25 MercoledìS. Marco, Evangelista26 GiovedìSs. Cleto e Marcellino, Papi e Mar tiri27 VenerdìS. Pietro Canisio, Confessore e Dottore28 SabatoS. Paolo della Croce, Confessore29 Domenica3 a Domenica dopo Pasqua30 LunedìS. Caterina da Siena, Vergine – Patrona d’Italiawww.sanpiox.it


La TradizioneCattolicaMAGGIO 2012Fraternità San Pio XDistretto ItaliaSan Pio X,paladino del regnosociale di Cristo«No, venerabili fratelli –bisogna ricordarlo energicamentein questi tempidi anarchia sociale edintellettuale, in cui ciascunosi atteggia a dottoree a legislatore – nonsi edificherà la società inmodo diverso da comeDio l’ha edificata; non siedificherà la società sela Chiesa non ne getta lebasi e ne dirige i lavori;no, la civilizzazione nonè più da inventare, né lacomunità nuova da fabbricaresulle nubi. Essaè stata ed è: è la civilizzazionecristiana, è lasocietà cattolica. Non sitratta che di instaurarlae di restaurarla senzaposa sui suoi fondamentinaturali e divini controgli attacchi semprerinascenti dell’utopiamalsana, della rivolta,dell’empietà: “Omnia instaurarein Christo”».(Epistola Notre charge apostolique,25 agosto 1910)Esercizi spirituali per le donne dal 7 al 12 maggio a Montalenghe1 Mar tedìS. Giuseppe Ar tigiano, Sposo della B.V.M.2 MercoledìS. Atanasio, Vescovo, Confessore e Dottore3 GiovedìS. Alessandro I Papa, e Compagni, Mar tiri4 Venerdì – 1° Venerdì del mese –S. Monica, Vedova5 Sabato – 1° Sabato del mese –S. Pio V, Papa e Confessore6 Domenica4 a Domenica dopo Pasqua7 LunedìS. Stanislao, Vescovo e Mar tire8 Mar tedìApparizione di S. Michele Arcangelo9 MercoledìS. Gregorio Nazianzeno, Vescovo, Confessore e Dottore10 GiovedìS. Antonino, Vescovo e Confessore11 VenerdìSs. Filippo e Giacomo, Apostoli12 SabatoSs. Nereo e Achilleo, Mar tiri13 Domenico5 a Domenica dopo Pasqua14 Lunedì – Rogazioni –S. Bonifacio, Mar tire15 Mar tedì – Rogazioni –S. Giovanni Battista de la Salle, Confessore16 Mercoledì – Rogazioni –Vigilia dell’Ascensione17 GiovedìAscensione di Nostro Signore18 VenerdìS. Venanzio, Mar tire19 SabatoS. Pietro Celestino, Papa e Confessore20 DomenicaDomenica dopo l’Ascensione21 LunedìS. Valente, Vescovo e Mar tire22 Mar tedìS. Rita da Cascia23 MercoledìS. Desiderio, Vescovo24 GiovedìMaria Ausiliatrice25 VenerdìS. Gregorio VII, Papa e Confessore26 SabatoVigilia di Pentecoste27 DomenicaPentecoste28 LunedìOttava di Pentecoste – S. Agostino di Canterbury, Vesc. e Conf.29 Mar tedìOttava di Pentecoste – S. Maria Maddalena de’ Pazzi, Vergine30 MercoledìOttava di Pentecoste – S. Felice I, Papa e Mar tire31 GiovedìOttava di Pentecoste – Maria Reginawww.sanpiox.it


La TradizioneCattolicaGIUGNO 2012Fraternità San Pio XDistretto ItaliaSan Pio X, riformatoredel clero«Il sacerdote non può esserebuono o cattivo solamenteper sé, in quantola regola e l’esempio dellasua vita determinano rilevanticonseguenze suifedeli. Quando il sacerdoteè veramente buono,quale dono inestimabile![…] Il nostro compito[sacerdotale] è di rappresentarela persona diCristo e di esercitare lamissione affidataci, inmodo che possiamo raggiungereil fine al qualeEgli mira. E poiché “ilvolere e il non volere lestesse cose caratterizzanoinfine la più autenticaamicizia”, noi, in quanto28 giugno: consacrazione della Chiesa del Seminario di Ecône29 giugno: Ordinazioni sacerdotali ad Ecôneamici, siamo tenuti anutrire gli stessi sentimentiche sono in GesùCristo, il quale è “Santo,Innocente, Immacolato”.Come suoi delegati dobbiamoattirare gli uominialle sue dottrine e allasua legge, osservandolenoi stessi per primi […].Ma soprattutto, comesuoi ministri nell’eccellentissimosacrificio […]dobbiamo avere quelladisposizione d’animocon la quale Egli sull’altaredella croce offersese stesso a Dio comeOstia immacolata».(Esort. Haerent animo, 4agosto 1914)1 Venerdì – Quattro Tempora – 1° Venerdì del mese –Ottava di Pentecoste – S. Angela Merici, Vergine2 Sabato – Quattro Tempora – 1° Sabato del mese –Ottava di Pentecoste – Ss. Marcellino, Pietro ed Erasmo Vescovo, Martiri3 DomencaSS.ma Trinità4 LunedìS. Francesco Caracciolo, Confessore5 Mar tedìS. Bonifacio, Vescovo e Mar tire6 MercoledìS. Norber to, Vescovo e Confessore7 GiovedìCorpus Domini8 VenerdìS. Massimino, Vescovo9 SabatoSs. Primo e Feliciano, Mar tiri10 Domenica2 a Domenica dopo Pentecoste11 LunedìS. Barnaba, Apostolo12 Mar tedìS. Giovanni da S. Facondo, Confessore13 MercoledìS. Antonio da Padova, Confessore e Dottore14 GiovedìS. Basilio Magno, Vescovo, Confessore e Dottore15 VenerdìSacro Cuore di Gesù16 SabatoSs. Quirico e Giulitta, Mar tiri17 Domenica3 a Domenica dopo Pentecoste18 LunedìS. Efrem Siro, Diacono, Confessore e Dottore19 Mar tedìS. Giuliana Falconieri, Vergine20 MercoledìS. Silverio, Papa e Mar tire21 GiovedìS. Luigi Gonzaga, Confessore22 VenerdìS. Paolino di Nola, Vescovo e Confessore23 SabatoVigilia di S. Giovanni Battista24 DomenicaS. Giovanni Battista, Precursore25 LunedìS. Guglielmo, Abate26 Mar tedìSs. Giovanni e Paolo, Mar tiri27 MercoledìNostra Signora del Perpetuo Soccorso28 GiovedìVigilia dei Ss. Pietro e Paolo, Apostoli29 VenerdìSs. Pietro e Paolo, Apostoli30 SabatoComm. di S. Paolo, Apostolowww.sanpiox.it


La TradizioneCattolicaAGOSTO 2012Fraternità San Pio XDistretto ItaliaEsercizi spirituali per gli uomini dal 6 all’11 agosto a MontalengheVacanza famiglie dal 13 al 23 agostoSan Pio X legislatore«Le leggi, anche le piùsagge, se rimangono disseminatequa e là, sonofacilmente ignorate dacoloro per i quali sonofatte e di conseguenza èchiaro che esse non possonoessere di nessunautile applicazione. Perovviare a questo inconveniente,e salvaguardarecon profitto gli interessidella disciplina ecclesiastica,varie collezioni disacri canoni sono statefatte […]. Numerosi illustriprelati della SantaChiesa, anche Cardinali,hanno fatto pressantiistanze affinché le leggidella Chiesa universalepromulgate fino ainostri giorni siano suddivisein un ordine chiaroe preciso, escludendoquelle che erano stateabrogate o che erano cadutein desuetudine. Lealtre sarebbero, secondole necessità, adattateai bisogni della nostraepoca […]. Approvandoed accogliendo volentieriquesti giusti desideri,Noi abbiamo preso la risoluzionedi prepararne,infine, il compimento.Tale progetto, lo confessiamo,è di una gravità edi una importanza eccezionale».(Motu proprio Arduumsane munus, 19 marzo 1904)1 MercoledìSs. Fratelli Maccabei, Mar tiri2 GiovedìS. Alfonso Maria de’ Liguori, Vescovo, Confessore e Dottore3 Venerdì – 1° Venerdì del mese –Ritrovamento di S. Stefano, Mar tire4 Sabato – 1° Sabato del mese –S. Domenico, Confessore5 Domenica10 a Domenica dopo Pentecoste6 LunedìTrasfigurazione di N.S.7 Mar tedìS. Gaetano di Thiene, Confessore8 MercoledìS. Giovanni Maria Vianney, Confessore9 GiovedìVigilia di S. Lorenzo, Mar tire10 VenerdìS. Lorenzo, Mar tire11 SabatoSs. Tiburzio e Susanna Vergine, Mar tiri12 Domenica11 a Domenica dopo Pentecoste13 LunedìSs. Ippolito e Cassiano, Mar tiri14 Mar tedìVigilia dell’Assunzione della B.V. Maria15 MercoledìAssunzione della B.V. Maria16 GiovedìS. Gioacchino, Padre della B.V.M., Confessore17 VenerdìS. Giacinto, Confessore18 SabatoS. Agapito, Mar tire19 Domenica12 a Domenica dopo Pentecoste20 LunedìS. Bernardo, Abate, Confessore e Dottore21 Mar tedìS. Giovanna Francesca Frémiot de Chantal22 MercoledìCuore Immacolato di Maria23 GiovedìS. Filippo Benizi, Confessore24 VenerdìS. Bar tolomeo, Apostolo25 SabatoS. Luigi IX Re di Francia, Confessore26 Domenica13 a Domenica dopo Pentecoste27 LunedìS. Giuseppe Calasanzio, Confessore28 Mar tedìS. Agostino, Vescovo, Confessore e Dottore29 MercoledìDecapitazione di S. Giovanni Battista, Precursore30 GiovedìS. Rosa da Lima, Vergine31 VenerdìS. Raimondo Nonnato, Confessorewww.sanpiox.it


La TradizioneCattolicaSETTEMBRE 2012Fraternità San Pio XDistretto ItaliaSan Pio X, Papadell’Eucaristia«La Comunione frequentee quotidiana, essendosommamente desideratada Cristo Signore e dallaChiesa cattolica, sia resaaccessibile a tutti i fedeli,di ogni ordine e condizione;cosicché nessuno,purché sia in statodi grazia e si accosti allasanta Mensa con retta edevota intenzione, possaesserne impedito.La retta intenzione consistenell’accostarsi allasanta mensa, non perabitudine, o per vanità, oper motivi umani, ma persoddisfare alla volontà diDio, unirsi a Lui più intimamenteper mezzo dellacarità e, mercè questo1 e 2 settembre: Pellegrinaggio Bevagna-Assisidivino farmaco, guariredalle proprie infermitàe difetti.Quantunque sia molto desiderabileche coloro chericevono la Comunionefrequente e quotidianasiano esenti da peccati veniali,almeno da quelli pienamentedeliberati, e daogni affetto ad essi, bastatuttavia che non abbianoalcuna colpa mortale, conil proposito di non peccaremai per l’avvenire: seesiste nell’anima questosincero proposito, non èpossibile che coloro chefanno la Comunione tuttii giorni non si correggano,a poco a poco, anche deipeccati veniali e dell’affettoad essi».(Decr. Sacra TridentinaSynodus, 20 dicembre 1905)1 Sabato – 1° Sabato del mese –S. Egidio, Abate2 Domenica14 a Domenica dopo Pentecoste3 LunedìS. Pio X, Papa e Confessore4 Mar tedìS. Rosa da Viterbo, Vergine5 MercoledìS. Lorenzo Giustiniani, Vescovo e Confessore6 GiovedìS. Zaccaria, Profeta7 Venerdì – 1° Venerdì del mese –S. Regina, Vergine e Mar tire8 SabatoNatività della B.V. Maria9 Domenica15 a Domenica dopo Pentecoste10 LunedìS. Nicola da Tolentino, Confessore11 Mar tedìSs. Proto e Giacinto, Mar tiri12 MercoledìS. Nome di Maria13 GiovedìS. Maurilio, Vescovo14 VenerdìEsaltazione della Santa Croce15 SabatoSette Dolori della B.V. Maria16 Domenica16 a Domenica dopo Pentecoste17 LunedìSacre Stigmate di San Francesco, Confessore18 Mar tedìS. Giuseppe da Coper tino, Confessore19 Mercoledì – Quattro Tempora –S. Gennaro, Vescovo e Compagni, Mar tiri20 GiovedìSs. Eustachio e Compagni, Mar tiri21 Venerdì – Quattro Tempora –S. Matteo, Apostolo ed Evangelista22 Sabato – Quattro Tempora –S. Tommaso da Villanova, Vescovo e Confessore23 Domenica17 a Domenica dopo Pentecoste24 LunedìMadonna della Mercede25 Mar tedìS. Nicola di Flüe, Confessore26 MercoledìSs. Cipriano e Giustina Vergine, Mar tiri27 GiovedìSs. Cosma e Damiano, Mar tiri28 VenerdìS. Venceslao Duca, Mar tire29 SabatoDedicazione di S. Michele Arcangelo30 Domenica18 a Domenica dopo Pentecostewww.sanpiox.it


La TradizioneCattolicaOTTOBRE 2012Fraternità San Pio XDistretto ItaliaIl Papa della comunioneai fanciulli«L’età della discrezionetanto per la Confessionequanto per la Comunioneè quella in cui il fanciullocomincia a ragionare,cioè verso il settimoanno, sia al di sopra diesso, sia anche al di sotto.Da questo momentocomincia l’obbligodi soddisfare all’uno eall’altro precetto dellaConfessione e dellaComunione.Per la prima Confessionee per la prima Comunionenon è necessaria una pienae perfetta cognizionedella dottrina cristiana.Però il fanciullo dovrà inseguito venire imparandoil catechismo intero,Esercizi spirituali per le donne dall’8 al 13 ad Albano26-28 ottobre: Convegno di Studi Cattolici a Riminiin modo proporzionatoalle forze della sua intelligenza.La conoscenza dellaReligione che si richiedenel fanciullo, perchépossa prepararsi convenientementealla primaComunione, consiste inquesto, che egli comprenda,per quanto loconsentano le forze dellasua intelligenza, i misteridella Fede necessaridi necessità di mezzo,e sappia distinguere ilPane eucaristico dalpane comune e materiale,per potersi accostarealla SS.ma Eucaristiacon quella devozione dicui è capace la sua età».(Decr. Quam singulari, 8agosto 1910)1 LunedìS. Remigio, Vescovo e Confessore2 Mar tedìSs. Angeli Custodi3 MercoledìS. Teresa del Bambin Gesù, Vergine4 GiovedìS. Francesco d’Assisi, Confessore – Patrono d’Italia5 Venerdì – 1° Venerdì del mese –Ss. Placido e Compagni, Mar tiri6 Sabato – 1° Sabato del mese –S. Bruno, Confessore7 Domenica19 a Domenica d. Pent.– Solennità della Madonna del Rosario8 LunedìS. Brigida, Vedova9 Mar tedìS. Giovanni Leonardi, Confessore10 MercoledìS. Francesco Borgia, Confessore11 GiovedìMaternità della B.V. Maria12 VenerdìS. Serafino, Confessore13 SabatoS. Edoardo, Re d’Inghilterra, Confessore14 Domenica20 a Domenica dopo Pentecoste15 LunedìS. Teresa d’Avila, Vergine16 Mar tedìS. Edvige, Vedova17 MercoledìS. Margherita Maria Alacoque, Vergine18 GiovedìS. Luca, Evangelista19 VenerdìS. Pietro d’Alcantara, Confessore20 SabatoS. Giovanni Canzio, Confessore21 Domenica21 a Domenica dopo Pentecoste22 LunedìS. Maria di Salome23 Mar tedìS. Antonio Maria Claret, Vescovo e Confessore24 MercoledìS. Raffaele Arcangelo25 GiovedìSs. Crisante e Daria, Mar tiri26 VenerdìS. Evaristo, Papa e Mar tire27 SabatoS. Gaudioso, Vescovo e Mar tire28 DomenicaCristo Re29 LunedìS. Zenobio, Sacerdote e Mar tire30 Mar tedìS. Ponziano, Papa e Mar tire31 MercoledìS. Wolfgang, Vescovowww.sanpiox.it


La TradizioneCattolicaNOVEMBRE 2012Fraternità San Pio XDistretto ItaliaIl Papa delcatechismo«[…] Siamo convinti chel’intelletto, qualora siaavvolto dalle tenebre diuna crassa ignoranza,non può assolutamenteindirizzare verso unretto volere e onesti costumi.Infatti, chi procedead occhi aperti potràcertamente deviare dalretto e sicuro cammino;chi invece soffre di cecità,sicuramente va incontroal pericolo. E ancora:se il lume della fedenon è del tutto estinto, èaperta la speranza che lacorruzione possa esserecorretta: ma se si congiungonoentrambe, ladissolutezza dei costumiEsercizi spirituali per le donne dal 5 al 10 a Montalenghe;per gli uomini dal 12 al 17 ad Albano; dal 19 al 24 a Montalenghee la mancanza di fedecausata dall’ignoranza,allora non vi è quasi rimedioe si spalanca la viaalla rovina […]. In realtà[…] è eccessivo e cresceogni giorno il numero dicoloro che nulla sannodella religione, o che diDio e della fede cristianahanno soltanto qualchenozione che consenteloro di vivere come idolatrientro la luce dellaverità cattolica. Quantisono, purtroppo, e nonsoltanto i fanciulli, maanche gli adulti e i vecchiche ignorano del tutto iprincipali misteri dellafede?».(Lett. encicl. Acerbo nimis, 15aprile 1905)1 GiovedìTutti i Santi2 Venerdì – 1° Venerdì del mese –Commemorazione di tutti i Fedeli Defunti3 Sabato – 1° Sabato del mese –S. Silvia4 Domenica23 a Domenica dopo Pentecoste5 LunedìS. Zaccaria, Sacerdote e Profeta6 Mar tedìS. Severo, Vescovo e Mar tire7 MercoledìS. Prosdocimo, Vescovo8 GiovedìSs. Quattro Coronati, Mar tiri9 VenerdìDedicazione dell’Arcibasilica del Laterano10 SabatoS. Andrea Avellino, Confessore11 Domenica24 a Domenica dopo Pentecoste (5 a dopo l’Epifania)12 LunedìS. Mar tino I, Papa e Mar tire13 Mar tedìS. Diego, Confessore14 MercoledìS. Giosafat, Vescovo e Mar tire15 GiovedìS. Alber to Magno, Vescovo, Confessore e Dottore16 VenerdìS. Ger trude, Vergine17 SabatoS. Gregorio Taumaturgo, Vescovo e Confessore18 Domenica25 a Domenica dopo Pentecoste (6 a dopo l’Epifania)19 LunedìS. Elisabetta d’Ungheria, Vedova20 Mar tedìS. Felice di Valois, Confessore21 MercoledìPresentazione della B.V. Maria22 GiovedìS. Cecilia, Vergine e Mar tire23 VenerdìS. Clemente I, Papa e Mar tire24 SabatoS. Giovanni della Croce, Confessore e Dottore25 Domenica26 a (Ultima) Domenica dopo Pentecoste26 LunedìS. Silvestro, Abate27 Mar tedìMedaglia Miracolosa28 MercoledìS. Sostene, Mar tire29 GiovedìS. Saturnino, Mar tire30 VenerdìS. Andrea, Apostolowww.sanpiox.it


La TradizioneCattolicaDICEMBRE 2012Fraternità San Pio XDistretto ItaliaIl Papa di Maria«La più valida ragioneper cui il cinquantesimoanniversario della proclamazionedel dogma dell’ImmacolataConcezionedeve stimolare un insolitofervore nell’animo del popolocristiano consiste perNoi, Venerabili Fratelli, inciò che già proponemmonella precedente Letteraenciclica, ossia “rifondareogni cosa in Cristo”.Infatti, chi non vede che,se non si ricorre a Maria,non vi è alcun camminosicuro e spedito per uniretutti in Cristo e per ottenereper mezzo di Lui laperfetta adozione filiale,tanto da poter essere santie immacolati al cospettodi Dio? Infatti, se aMaria fu veramente detto:“Te beata che hai creduto,poiché si adempiràin te quanto fu detto dalSignore” […]; se accolsenel proprio grembo Coluiche per natura è Verità[…]; dal momento che ilFiglio di Dio fatto uomoè “autore e perfezionatoredella nostra fede”, alloraè assolutamente necessarioriconoscere che la suasantissima Madre è partecipee come custode deimisteri divini, e che sudi Lei, come il più nobilefondamento dopo Cristo,sorge l’edificio della fededi tutti i secoli».(Lett. encicl. Ad diem illum,2 febbraio 1904)1 Sabato – 1° Sabato del mese –S. Naum, Profeta2 Domenica1 a Domenica d’Avvento3 LunedìS. Francesco Saverio, Confessore4 Mar tedìS. Pietro Crisologo, Vescovo, Confessore e Dottore5 MercoledìS. Saba, Abate6 GiovedìS. Nicola di Bari, Vescovo e Confessore7 Venerdì – 1° Venerdì del mese –S. Ambrogio, Vescovo, Confessore e Dottore8 SabatoImmacolata Concezione della B.V. Maria9 Domenica2 a Domenica d’Avvento10 LunedìTraslazione della Santa Casa di Loreto11 Mar tedìS. Damaso I, Papa e Confessore12 MercoledìSs. Epimaco e Alessandro, Mar tiri13 GiovedìS. Lucia, Vergine e Mar tire14 VenerdìS. Aniello, Abate15 SabatoS. Valerio, Vescovo e Mar tire16 Domenica3 a Domenica d’Avvento17 LunedìS, Lazzaro, Vescovo18 Mar tedìSs. Rufo e Zosimo, Mar tiri19 Mercoledì – Quattro Tempora –S. Anastasio I, Papa20 GiovedìSs. Liberato e Bàiulo, Mar tiri21 Venerdì – Quattro Tempora –S. Tommaso, Apostolo22 Sabato – Quattro Tempora –S. Francesca Cabrini, Vergine23 Domenica4 a Domenica d’Avvento24 LunedìVigilia del S. Natale25 Mar tedìS. Natale26 MercoledìOttava di Natale - S. Stefano, Protomar tire27 GiovedìOttava di Natale - S. Giovanni, Apostolo ed Evangelista28 VenerdìOttava di Natale - Ss. Innocenti, Mar tiri29 SabatoOttava di Natale - S. Tommaso Becket, Vescovo e Mar tire30 DomenicaOttava di Natale – Domenica fra l’Ottava di Natale31 LunedìOttava di Natale - S. Silvestro I, Papa e Confessorewww.sanpiox.it


La santità, che nelle ricordateimprese di Pio X si rivela come ispiratricee guida di queste, sfavilla anchepiù direttamente negli atti quotidianidella sua persona. In se stesso, primache negli altri, egli attuò l’enunciatoprogramma: ricapitolare, ricondurretutto ad unità in Cristo. Da umile parroco,da Vescovo, da Sommo Pontefice,egli stimò per certo che la santità, cuiDio lo destinava, era la santità sacerdotale.Quale altra santità può infattiIddio maggiormente gradire da unsacerdote della Nuova Legge, se nonquella che si addice ad un rappresentantedel Sommo ed Eterno Sacerdote,Gesù Cristo, il quale lasciò alla Chiesala perenne memoria, la perpetua rinnovazionedel sacrificio della croce nellasanta Messa, fino a tanto che Egli verràper il giudizio finale; che con questoSacramento dell’Eucaristia diedese stesso a nutrimento delle anime:«Chi mangia di questa carne vivrà ineterno»? .Sacerdote innanzi tutto nel ministeroeucaristico, ecco il ritratto piùfedele del santo Pio X. Servire comesacerdote il mistero della Eucaristiae adempiere il comando del Signore«Fate questo per mio ricordo» , fu lasua via. Dal giorno della sacra ordinazionefino alla morte da Pontefice, eglinon conobbe altro possibile sentieroper giungere all’eroico amore di Dioe al generoso contraccambio versoil Redentore del mondo, il quale permezzo dell’Eucaristia «quasi offerse lericchezze del divino suo amore versogli uomini» . Uno dei documenti piùespressivi della sua coscienza sacerdotalefu l’ardente cura di rinnovarela dignità del culto, e specialmentedi vincere i pregiudizi di una prassitraviata, promuovendo con risolutezzala frequenza, anche quotidiana,dei fedeli alla mensa del Signore, e làconducendo senza esitare i fanciulli, Giov., 6, 58. Luc., 22, 19. Conc. Trid., sess. XIII, cap. 2.quasi sollevandoli sulle sue braccia peroffrirli all’amplesso del Dio nascostosugli altari, donde una nuova primaveradi vita eucaristica sbocciò per laSposa di Cristo.Nella profonda visione che avevadella Chiesa come società, Pio X all’Eucaristiariconobbe il potere di alimentaresostanzialmente la sua intima vitae di elevarla altamente sopra tutte lealtre umane associazioni. Solo l’Eucaristia,in cui Dio si dona all’uomo, puòfondare una vita associata degna deisuoi membri, cementata dall’amoreprima che dall’autorità, ricca di operee tendente al perfezionamento dei singoli,una vita cioè «nascosta con Cristoin Dio».Provvidenziale esempio per ilmondo odierno, in cui la società terrena,divenuta sempre più quasi unenigma a se stessa, cerca con ansiauna soluzione per ridonarsi un’anima!Guardi essa dunque, come a modello,alla Chiesa raccolta intorno ai suoialtari. Ivi, nel mistero eucaristicol’uomo scopre e riconosce realmenteil suo passato, il presente e l’avvenirecome unità in Cristo. Consapevole eforte di questa solidarietà con Cristoe coi propri fratelli, ciascun membrodell’una e dell’altra società, la terrenae la soprannaturale, sarà in grado diattingere dall’altare la vita interiore dipersonale dignità e di personale valore,vita che al presente è sul punto di esseretravolta dalla tecnicizzazione e dallaeccessiva organizzazione dell’interaesistenza, del lavoro e perfino dellosvago. Solo nella Chiesa, par che ripetail Santo Pontefice, e per essa nell’Eucaristia,che è «vita nascosta con Cristoin Dio», sta il segreto e la sorgente dirinnovata vita sociale.Di qui consegue la grave responsabilitàdi coloro ai quali, come a ministridell’altare, spetta il dovere di schiuderealle anime la vena salvifica dell’Eucaristia.Multiforme è invero l’azioneche un sacerdote può svolgere per lasalvezza del mondo moderno; ma unaLa TradizioneCattolica30


è senza dubbio la più degna, la piùefficace, la più duratura negli effetti:farsi dispensatore dell’Eucaristia, dopoessersene egli stesso abbondantementenutrito. L’opera sua non sarebbe piùsacerdotale, se egli, sia pure per lo zelodelle anime, mettesse in secondo luogola vocazione eucaristica.Conformino i sacerdoti le loromenti alla ispirata sapienza di Pio X, efiduciosamente orientino sotto il soleeucaristico ogni loro attività di vitae di apostolato. Parimenti i Religiosie le Religiose, viventi con Gesù sottoil medesimo tetto, e dalle sue carniquotidianamente nutriti, riguardinocome norma sicura quanto il SantoPontefice dichiarò in una importanteoccasione, che cioè i vincoli con Diomediante i voti e in comunità religiosanon debbono essere posposti a nessunaltro, per quanto legittimo, servizio avantaggio del prossimo .Nell’Eucaristia l’anima deveaffondare le radici per trarre la soprannaturalelinfa della vita interiore, laquale non è soltanto un bene fondamentaledei cuori consacrati al Signore,ma necessità di ogni cristiano, cui Dioha assegnato una vocazione di salute.Senza la vita interiore qualsiasi attività,per quanto preziosa, si svilisce inazione quasi meccanica, né può averel’efficacia propria di un’operazionevitale.Eucaristia e vita interiore; ecco lasuprema e più generale predicazione,che san Pio X rivolge in quest’ora, dalfastigio della gloria, a tutte le anime.Quale apostolo della vita interioreegli si colloca nell’età della macchina,della tecnica, dell’organizzazione,come il Santo e la guida degli uominidi oggi.Sì, o san Pio X, gloria del sacerdozio,splendore e decoro del popolocristiano; Tu in cui l’umiltà parve affratellarsicon la grandezza, l’austeritàcon la mansuetudine, la semplice pietà Ep. Ad Gabrielem M. Antist. Gen. a ScholisChrist. 23 aprile 1905.con la profonda dottrina; Tu, Ponteficedell’Eucaristia e del catechismo, dellafede integra e della fermezza impavida;volgi il tuo sguardo verso la Chiesasanta, che Tu tanto amasti e alla qualededicasti il meglio dei tesori, che conmano prodiga la divina Bontà avevadeposto nell’animo Tuo; ottienile l’incolumitàe la costanza, in mezzo alledifficoltà e alle persecuzioni dei nostritempi; sorreggi questa povera umanità,i cui dolori così profondamenteti afflissero, che arrestarono alla finei palpiti del tuo gran cuore; fa’ che inquesto mondo agitato trionfi quellapace, che deve essere armonia fra lenazioni, accordo fraterno e sincera collaborazionefra le classi sociali, amoree carità fra gli uomini, affinché in talguisa quelle ansie, che consumarono latua vita apostolica, divengano, graziealla tua intercessione, una felice realtà,a gloria del Signore Nostro Gesù Cristo,che col Padre e lo Spirito Santo vive eregna nei secoli dei secoli. Così sia!Papa San Pio X31La TradizioneCattolica


ORARI DELLE SS. MESSEAGRIGENTO (Provincia): una volta al mese (per informazioni 0922.875.900).ALBANO LAZIALE (Roma): Fraternità San Pio X [residenza del Superiore del Distretto] - Via Trilussa, 45- 00041 - Tel. 06.930.68.16 - Fax 06.930.58.48 - E-mail: albano@sanpiox.it. Ogni giorno alle 7.15; domenicae festivi alle 10.30, Vespri e Benedizione alle 18.30.BOLOGNA: Oratorio San Domenico - Via del Lavoro, 8. La 1 a e 3 a domenica del mese, a parte luglio edagosto, alle 17.30 (per informazioni: 0541.72.77.67).BRESSANONE (BZ): Cappella della Sacra Famiglia - Via Laghetto 12/A. Domenica e festivi alle 17.00 (perinformazioni: 0472.83.76.83; Priorato di Innsbruck, 0043.512.28.39.75).FERRARA: Oratorio Sant’Ignazio di Loyola - Via Carlo Mayr, 211. Domenica e festivi alle 10.30 (per informazioni:0541.72.77.67).FIRENZE: Cappella Santa Chiara - Via Guerrazzi, 52. La 1 a e 3 a domenica del mese alle 10.00 (per informazioni:06.930.68.16).LUCCA: Cappella San Giuseppe - Via Angelo Custode, 18. La 2 a e 4 a domenica del mese alle 10.00; la 1 a e3 a domenica del mese alle 17.30 (per informazioni: 06.930.68.16).MILANO - SEREGNO: Cappella di Maria SS.ma Immacolata - Via G. Rossini, 35. Domenica e festivi alle10.00 (per informazioni: 011.983.92.72).MONTALENGHE (TO): Priorato San Carlo Borromeo - Via Mazzini, 19 - 10090 - Tel. 011.983.92.72 - Fax011.983.94.86 - E-mail: montalenghe@sanpiox.it. Ogni giorno alle 7.30; domenica e festivi alle 8.30; S.Rosario alle 18.45; giovedì e domenica Benedizione eucaristica alle 18.30.NAPOLI: Cappella dell’Immacolata - Via S. Maria a Lanzati, 21. Domenica e festivi alle 11.00 (per informazioni:06.930.68.16).PARMA: Via Borgo Felino, 31. La 4 a domenica del mese alle 17.30 (per informazioni: 0541.72.77.67).PAVIA/VOGHERA: una domenica al mese (per informazioni: 011.983.92.72).PESCARA: la 3 a domenica del mese alle 18.30 (per informazioni: 06.930.68.16).RIMINI (fraz. Spadarolo): Priorato Madonna di Loreto - Via Mavoncello, 25 - 47923 - Tel. 0541.72.77.67- Fax 0541.31.28.24 - E-mail: rimini@sanpiox.it. In settimana alle 7.00 e alle 18.30; domenica e festivi ore8.00 e 10.30.ROMA: Cappella Santa Caterina da Siena - Via Urbana, 85. Domenica e festivi alle 11.00; giovedì e 1°Venerdì del mese alle 18.30 (per informazioni: 06.930.68.16).TORINO: Cappella Regina del S. Rosario - Via San Quintino, 21/G. Domenica e festivi alle 11.00; 1° Venerdìdel mese ore 18.30 (per informazioni: 011.983.92.72).TRENTO: La 3 a domenica del mese alle 18.30 (per informazioni: 0541.72.77.67)TREVISO - LANZAGO DI SILEA: Oratorio B. Vergine di Lourdes - Via Matteotti, 16. Domenica e festivi alle10.30, in estate nel pomeriggio alle 18.30 (per informazioni: 0541.72.77.67).VELLETRI (RM): Discepole del Cenacolo - Via Madonna degli Angeli, 78 - 00049 - Tel. 06.963.55.68. Ognigiorno alle 7.15; domenica e festivi alle 8.00.VERONA: La domenica alle 18.00 (per informazioni: 0541.72.77.67).VIGNE DI NARNI (TR): Consolatrici del Sacro Cuore - Via Flaminia Vecchia, 20 - 05030 - Tel. 0744.79.61.71.Ogni giorno alle 7.45; domenica e festivi alle 17.30 (saltuariamente al mattino).CALABRIA E PUGLIA: una domenica al mese (per informazioni: 06.930.68.16).La Tradizione Cattolica n. 4 (81) 2011 - 4° Trimestre - Poste Italiane - Tariffa Associazioni Senza Fini diLucro: “Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in Abbonamento Postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004n° 46) art. 1 comma 2 - DCB Rimini valida dal 18/05/00”. In caso di mancato recapito rinviare all’uff. CPO.La Tradizione RIMINI per la restituzione al mittente che si impegna a corrispondere la relativa tariffa.Cattolica 32

More magazines by this user
Similar magazines