A volte bisogna soffrire - Home page di Paolo Severin

paoloseverin.it
  • No tags were found...

A volte bisogna soffrire - Home page di Paolo Severin

dell’ala non erano tecnici e neppurequotati, ma si potevano vederebene tutte le centine, deducendoneche in effetti l’ala per la maggiorparte era a spessore costante.La discussione fi nì lì, ma tornatoa casa cominciai a considerare lacostruzione di un secondo modello,tra l’altro nel frattempo avevomesso a punto la tecnica costruttivacon tubo saldato e il Ro. 41 eraproprio costruito così... Per farlabreve, durante le vacanze di Natale2005 ne ho iniziato il progetto e lacostruzione.Ho deciso per una scala 1:4 cheben si adattava al motore OS 300Gemini che volevo impiegare. Laprogettazione della fusoliera è stataabbastanza veloce in quanto nelmanuale c’erano tutte le viste deltraliccio con le quote dei nodi difusoliera. Anche la costruzione deltraliccio, per il quale ho utilizzatotubi da 5 e 6 mm di diametro spessi2,5 decimi, è stata veloce (1).Al traliccio di fusoliera ho applicato,per mezzo di opportuni distanziali,tutti i correntini in legno chepartendo da un’ordinata in betullada 3 mm, arrivano fi no alla codaconferendo la forma leggermenteovalizzata alla fusoliera. La fusolieraè stata rivestita in Dacron da 90gmq, lo stesso che si usa per i veriaerei (2).I Karman di raccordo ala inferiorefusolierasono realizzati in compensatoda 0,6 mm partendo da duecentine infi late sui tubi che fuoriesconodal traliccio e che servonoper le baionette dell’ala inferiore.Il raccordo tra fusoliera e attaccodell’ala è modellato in poliuretanoespanso e quindi rivestito con unostrato sottile di tessuto di vetro estuccato. Il dorso della fusolieraè ricoperto in lastra litografi ca dialluminio (3) fi ssata con microviti suarchetti in compensato di betulla.La parte anteriore della fusoliera èin parte in vetroresina, modellato suHo scoperto questo(2) materiale da ricoperturadopo avere usato peranni i soliti tessuti termoretraibili.Il Dacron deve essere incollatocon apposita colla e verniciatocon tenditela come una volta.In cambio di un po’ di impegnoin più, si otterrà una ricoperturaeccezionalmente tesa,indeformabile, e insensibilealle temperature. Inoltre ilDacron può essere teso conil phon o con il ferro da stiroall’inverosimile. In pratica sipuò coprire una fusoliera, cosicome un’ala, con un unicopezzo. Il costo, poi, è notevolmenteinferiore a quello deicomuni tessuti termoretraibili.Lo si compra a metri, è alto170 cm, presso “La Bottegadell’Aquilone” di Tribano PD,Tel. 049 5342071 (ordinandoneun rotolo da 30 mt lo sipuò avere anche anche da 50gmq).20AProgetto del traliccio di fusoliera ricavato dai disegni del manuale originale.21620A71520P20P3123456117 7bis 8181611109121315141419513Questa tecnica costruttiva, come ho già detto in altre occasioni, è veramente eccezionale.(1) Contrariamente a quanto sembra è molto veloce e, dopo un po’ di pratica, anche facile. L’unicoproblema è il reperimento dei tubicini di acciaio inox e il loro costo. Io li trovo dalla Castiglioni Tubi diMilano (www.castiglioni-tubi.it), e il costo dei tubi per la costruzione di un modello grande è di circa2/300 euro.

More magazines by this user
Similar magazines