progetto sap sardegna - 2012 Anno europeo dell'invecchiamento ...

schmitt.luca30

progetto sap sardegna - 2012 Anno europeo dell'invecchiamento ...

Sommario:

Scaling New

Heights

SET CARE

ASSAP

2

2

3

SAP Sardegna 3

Notizie in

breve

4

La pubblicazione degli esiti dei bandi

LLP e FEI 2012 ha portato buone noti-

zie ad ANS, che si appresta a dare il via

a nuovi, interessanti progetti europei.

Nell’ambito del PROGRAMMA GRUN-

DTVIG sono stati approvati tre progetti:

in primo luogo, nell’ambito dei proget-

ti Multilaterali, MINGLE, coordinato dal

partner greco EXODUS. Mingle ha l’o-

biettivo di realizzare percorsi di ap-

prendimento di lingue straniere (nel

nostro caso, l’Italiano) finalizzati al-

l’inserimento di lavoratori immigrati in

specifici ambiti professionali, tra cui il

lavoro di cura.

Anziani e Non Solo

-Notizie Notizie Notizie-

Notizie

Nell’azione Partenariati sono invece

stati approvati TOGETHER FOR YOUNG

CARERS, che permetterà di approfondi-

re il tema specifico dei giovani con re-

sponsabilità di cura e LEARN TO PRE-

VENT AND DEAL WITH JOB BURN OUT

EFFECTS. Si tratta di un progetto volto

ad approfondire il tema della preven-

zione del burn out negli operatori assi-

stenziali e che sarà realizzato in colla-

borazione con la rete INFORJOB -

Grazie al PROGRAMMA LEONARDO DA

VINCI saranno invece realizzati altri

due progetti. Il primo, AMiCO, è coor-

dinato dall’organizzazione tedesca Be-

rami e ha l’obiettivo di trasferire ed

adattare alle necessità della Germania

NUOVI PROGETTI APPROVATI

i risultati dei progetti Talenti di Cura

ed IQEA.

Il secondo progetto approvato è COME-

TA, coordinato dal consorzio di coope-

rative DROM con la partecipazione di

cinque Regioni Italiane. Obiettivo di

COMETA è l’individuazione delle com-

petenze trasversali degli operatori

sociali europei.

Infine, ANS è anche coinvolto nel pro-

getto FEI TALENTI INTEGRATI, promos-

so dalla Provincia di Palermo. Tra le

azioni previste dal progetto c’è, infat-

ti, la sperimentazione di Talenti di

Cura come strumento di inclusione

professionale per migranti.

Continuano intanto le attività dei pro-

getti approvati nel 2011… nelle pagine

successive vi aggiorniamo sui lavori in

corso!

N r . 1 . S e t t e m b r e 2 0 1 2


Pa gin a 2

Il progetto Scaling New Heights ha come obietti-

vo il trasferimento in Italia, Grecia e Germania

dello strumento di valutazione britannico Rickter

Scale®.

La Rickter Scale® è un processo di auto-

valutazione e di pianificazione di obiettivi di

sviluppo personale basato sull’utilizzo di una

tavola interattiva, specificamente disegnata per

supportare, attraverso un’intervista motivazio-

nale, persone in condizione di disagio sociale

nel prendere coscienza delle proprie potenziali-

tà e lacune e misurare la distanza da queste per-

corsa rispetto al raggiungimento di un obiettivo

prefissato.

Dopo aver frequentato, negli scorsi mesi di Di-

cembre e Febbraio, il percorso di formazione, il

team di ANS ha ora dato inizio alla fase di speri-

mentazione della Scala adattata per il contesto

italiano. I target della sperimentazione saranno

due: i caregiver familiari (grazie anche alla pre-

ziosa collaborazione della sezione modenese

dell’Associazione ALICE, che riunisce i caregiver

SCALING NEW HEIGHTS:

AVVIATA LA SPERIMENTAZIONE

dei malati di ictus cerebrale) e le assistenti

familiari che frequentano percorsi formativi

promossi da ANS.

Ad oggi sono state realizzate le interviste ini-

ziali - cosiddette baseline - che hanno lo scopo

di fotografare la situazione di partenza e stabi-

lire gli obiettivi di miglioramento. Saranno poi

programmati aggiornamenti successivi per veri-

ficare i progressi realizzati.

Per saperne di più:

www.scalingnewheightsinvet.eu

SET CARE - PRONTA LA VERSIONE PILOTA

DELL’ADATTAMENTO GRECO E BULGARO DI ASPASIA

Nel mese di luglio si è tenuto ad Atene il secon-

do incontro del gruppo di pilotaggio del proget-

to SET CARE, che ha l’obiettivo di realizzare

degli adattamenti Greci e Bulgari del corso A-

SPASIA per assistenti familiari.

I partner hanno condiviso il lavoro svolto negli

ultimi mesi, che ha portato alla definizione del

piano di studio e alla realizzazione di un buon

numero di unità didattiche.

Tra le modifiche più significative sottolineaiamo

l’aggiunta di un modulo dedicato alla malattia

di Alzheimer (curato dall’Associazione Ateniese

per la Malattia di Al-

zheimer) che verrà

introdotto anche nel-

la versione Italiana

del corso. Grazie a

SET CARE, inoltre,

ASPASIA si arricchirà

anche della traduzio-

ne bulgara dei suoi contenuti, a vantaggio dei

migranti bulgari che frequentano i corsi in Ita-

lia.

Per saperne di più: http://www.setcare.eu


Pa gin a 3

ASSAP: UN PROGETTO PER IL LAVORO REGOLARE

DELLE ASSISTENTI FAMILIARI

Il Programma AsSaP, Azione di sistema per lo svi-

luppo di sistemi integrati di servizi alla persona, ha

come obiettivo la realizzazione di politiche attive

per l’inserimento lavorativo e la qualificazione pro-

fessionale nel settore dei servizi di cura o di assi-

stenza. L’Azione è promossa e finanziata con 11

milioni e 900 mila euro dal Ministero del Lavoro e

delle Politiche Sociali e attuata da Italia Lavoro.

Il Programma si realizza nelle Regioni Obiettivo

Convergenza (Campania, Puglia, Calabria e Sicilia),

con l’obiettivo di creare una rete di servizi organiz-

zati sul territorio in grado di permettere l’incrocio

domanda/offerta relativamente al settore dei ser-

vizi alla persona, favorendo meccanismi di emersio-

ne dal lavoro nero con particolare riferimento ai

numerosi soggetti di provenienza extracomunitaria.

AsSaP, inoltre, promuove la qualificazione pro-

fessionale degli addetti nel settore e la valoriz-

zazione del riconoscimento delle loro compe-

tenze informali attraverso moduli formativi bre-

vi, anche on the job. I lavoratori che avranno

portato a termine i percorsi di qualificazione e

le famiglie che li assumeranno, a tempo deter-

minato o indeterminato, potranno inoltre otte-

nere dei contributi economici.

La rete INFORJOB, di cui ANS fa parte, promuo-

ve - in tutte e quattro le Regioni interessate dal

progetto - una capillare rete di sportelli a cui è

possibile rivolgersi per avviare il percorso. La

formazione e la validazione delle competenze

sono effettuate grazie agli strumenti ASPASIA e

Talenti di Cura realizzati da ANS.

Per saperne di più:

http://www.italialavoro.it/wps/portal/assap

PROGETTO SAP SARDEGNA: VALIDAZIONE DELLE

COMPETENZE DELLE ASSISTENTI FAMILIARI

Il progetto SAP - Sardegna si colloca nell’ambito

di un Accordo di programma sottoscritto tra Re-

gione Sardegna e Ministero del Lavoro e delle Po-

litiche Sociali per la realizzazione di interventi in

materia di servizi alla persona finanziati con risor-

se del Fondo per le politiche migratorie.

Obiettivo specifico di SAP è sperimentare il meto-

do Talenti di Cura per la validazione delle compe-

tenze delle assistenti familiari tramite una rete di

sportelli presenti su tutto il territorio sardo.

Dopo la formazione degli operatori SAP all’utilizzo

di Talenti di Cura ed Aspasia da parte di Anziani e

Non Solo, sono da poco iniziate le attività operati-

ve che hanno già consentito la validazione delle

competenze di numerosi lavoratori di cura.

E’ interessante sottolineare che le azioni di SAP si

collocano in stretta integrazione con quelle del

Progetto IQEA (vedi

www.iqea.eu e la

pagina successiva):

gli utenti sardi inte-

ressati ad utilizzare

le competenze vali-

date tramite SAP in

percorsi di mobilità

verso la Romania, la

Polonia o la Regione

Friuli potranno sottoporsi

ad un set di

prove integrativo che

consentirà loro di

acquisire un’attesta-

zione ECVET-IQEA, per il riconoscimento di cre-

diti formativi per percorsi formativi in ambito

assistenziale nei Paesi e nelle Regioni partner

del progetto.


NOTIZIE IN BREVE

ANZIANI E NON SOLO - società cooperativa

via Lenin 55 - 41012 Carpi (MO) - ITALY Tel. +39-059-645421 Fax +39-059-645087 - www.anzianienonsolo.it

Pa gin a 4

SALVA LA DATA! Il 14 Novembre 2012 si terrà a Bruxelles, presso il Parlamento

Europeo, dalle 14.30 alle 17.00, la conferenza conclusiva del Progetto WE DO. L’evento

sarà l’occasione per la presentazione del principale risultato del progetto: il

Quadro Europeo di Qualità nei Servizi di Cura a Lungo Termine. Consentirà inoltre

ai membri delle 12 coalizioni nazionali che hanno aderito al progetto di incontrarsi e confrontarsi. I risultati

del progetto saranno disponibili a breve anche in Italiano sul sito di progetto

(http://wedo.anzianienonsolo.it). Per partecipare all’evento è possibile registrarsi sul sito di AGE

Platform: http://www.age-platform.eu/CRM/index.php/thematic-seminar.html

PRIME ADESIONI AL MoU Nel mese di giugno si è conclusa la fase del progetto

IQEA dedicata all’analisi e allo sviluppo del modello di reciproco riconoscimento

dei crediti formativi ed è stata redatta la versione definitiva del memorandum of

under standing - MoU (protocollo di intesa) che deve essere sottoscritto dagli enti

che aderiranno alla sperimentazione. Parallelamente, i partner hanno avviato la formazione dei formatori

e la campagna di raccolta di adesioni alla sperimentazione (che, in Sardegna, sta già dando frutti

con la sottoscrizione da parte dell’Assessorato Regionale alla Formazione e dell’ente di formazione

CIOFS-FP).

CONCLUSO IL PROGETTO Con il convegno finale, tenutosi il 27 giugno 2012, è giunto

al termine il progetto FEI Insieme nella Cura, finalizzato alla definizione di un patto

per la qualità del lavoro di cura nel territorio Provinciale di Reggio Emilia. Tutti i materiali

di progetto e le relazioni presentate durante il convegno sono scaricabili dal

sito: www.insiemenellacura.it

DEFINITO IL QUESTIONARIO DI INDAGINE Il secondo incontro del comitato di

pilotaggio del progetto TAGS si è tenuto in Giugno a Dornbirn (Austria). Il confronto

tra i partner ha condotto alla definizione dei due strumenti di indagine

che saranno utilizzati in questa prima fase del progetto, uno rivolto direttamente

agli anziani e l’altro ai caregiver professionali e non - entrambi con la finalità

di indagare esigenze e preferenza in materia di abbigliamento e biancheria specificamente dedicati alle

persone over 65.

CONCLUSO DALIA Il progetto, finalizzato ad indagare le problematiche dei

caregiver lavoratori, si è concluso in Maggio con il convegno finale organizzato

a Carpi durante la Giornata del Caregiver Familiare. Tra i risultati del

progetto, una raccolta di buone pratiche per favorire la conciliazione dei

lavoratori con responsabilità di cura in piccole imprese artigiane. Tutti i materiali sono scaricabili dal

sito http://dalia.anzianienonsolo.it

SOLIDARIETA’ AI “NONNI TERREMOTATI” La Fondazione Accademia Casa

Puddu, il ristorante S’Apposentu, a Siddi e il Banco di Sardegna, del gruppo

Bper hanno raccolto la proposta di ANS di organizzare un evento di beneficienza

per raccogliere fondi per gli anziani di Carpi colpiti dal terremoto. La cena, cucinata dallo chef

stellato Roberto Petza, si è tenuta il 02 agosto e tutto il ricavato è stato donato al Comune di Carpi.

CONCLUSE LE INTERVISTE Si sono concluse le interviste a responsabili di nucleo

e a direttori di case protette di Toscana e Trentino che saranno alla base della

definizione del profilo professionale e formativo di coordinatore di nucleo previsto

dal progetto IDECO.

More magazines by this user
Similar magazines