Fabio Pammolli, Massimo Riccaboni, Laura Magazzini, Mark Supekar

corriere

Fabio Pammolli, Massimo Riccaboni, Laura Magazzini, Mark Supekar

caratteristiche di efficacia e sicurezza necessarie per avviare i trial clinici. In media, di

questi, solo uno su cinque supera tutte le fasi di sperimentazione clinica (Trenten, 1999).

Inoltre, come mostrato in Figura 1.1, il tasso si successo dei progetti di R&S di nuovi

farmaci si è ridotto significativamente negli anni Novanta a fronte di investimenti in

ricerca e sviluppo pubblici e privati in forte crescita (Pammolli e Riccaboni, 2008).

Figura 1.1. Probabilità di successo dei progetti di R&S di nuovi farmaci per fase di

sviluppo, 1990-2000

14

Fonte: Pammolli e Riccaboni (2008)

Analizzando la distribuzione delle attività di R&S private per aree terapeutiche a partire

dalla metà degli anni Novanta si nota come la riduzione del tasso di successo dei progetti

di R&S su scala globale dipenda fondamentalmente dall’aumento della complessità delle

patologie affrontate.

Al fine di tracciare l’evoluzione delle attività di ricerca e sviluppo in funzione dei mercati

terapeutici, i progetti di R&S sono stati classificati in una matrice contentente in riga le

organizzazioni promotrici e in colonna le aree terapeutiche di riferimento. In matrice,

ciascuna cella contiene pertanto il numero di progetti avviati dall’istituzione in riga

nell’area terapeutica in colonna. Il calcolo è ripetuto su due periodi per i progetti avviati

prima e dopo del 1995. La comparazione tra le due matrici fornisce preziose indicazioni

sui cambiamenti intervenuti nella composizione delle pipeline di ricerca e sviluppo per

More magazines by this user
Similar magazines