Fabio Pammolli, Massimo Riccaboni, Laura Magazzini, Mark Supekar

corriere

Fabio Pammolli, Massimo Riccaboni, Laura Magazzini, Mark Supekar

Un quadro analogo emerge dall’analisi dei progetti di R&S diretti a patologie tipiche del

continente africano (Tabella 1.2). Anche in questo contesto appare trainante il ruolo

delle istituzioni di ricerca americane, che hanno originato il 56,8% e sviluppato il 52,7%

dei progetti, con un elevato coinvolgimento delle istituzioni private e imprese

biotecnologiche.

Tra le istituzioni pubbliche di ricerca quelle statunitensi hanno originato il 61,8% dei

progetti mondiali (sviluppato il 57,0%), mentre le imprese biotecnologiche hanno

originato il 74,7% dei progetti e sviluppato il 71,7% del totale dei progetti di imprese

biotecnologiche su scala globale.

Sul totale dei progetti americani, le istituzioni pubbliche di ricerca hanno originato il

29,1% dei progetti (e sviluppato il 24,1%), mentre le imprese biotecnologiche sono

responsabili di circa il 44,9% dei progetti originati e del 46,7% dei progetti sviluppati. Al

contrario, anche in questo caso le imprese farmaceutiche hanno un ruolo dominante in

Europa e Giappone.

Tabella 1.4. Istituzioni attive nella R&S di farmaci orfani: il confronto tra Europa

(EMEA) e Stati Uniti (FDA)

Tipologia sponsor

29

Designazione orfara

Stati Uniti %

Designazione orfana

Unione Europea %

Imprese biotecnologiche 1.027 55,8% 225 44,1%

Grandi imprese farmaceutiche 562 30,5% 159 31,2%

Istituzioni di ricerca publiche 124 6,7% 35 6,9%

Imprese farmaceutiche piccole e medie 45 2,4% 65 12,7%

Non classificato 82 4,5% 26 5,1%

Totale 1.840 510

Fonte: nostre elaborazioni su dati EMEA/FDA

Il vasto coinvolgimento delle imprese biotecnologiche, come già sottolineato, può essere

imputato almeno in parte all’ODA che ha fornito alle imprese biotecnologiche statunitensi

incentivi per far ricerca sulle malattie neglette.

In quest’ottica è interessante analizzare la tipologia degli sponsor delle designazioni

orfane in Europa e Stati Uniti. La maggioranza (55%) dei farmaci in sperimentazione

designati orfani negli Stati Uniti è sponsorizzato da impresa biotecnologiche, mentre la

percentuale si riduce al 44,1% per i farmaci designati orfani in Europa. In Europa si rivela

viceversa una maggiore presenza di imprese farmaceutiche.

More magazines by this user
Similar magazines