SUZUKI SWIFT SPORT la rabbia nel motore - Motorpad

motorpad.it

SUZUKI SWIFT SPORT la rabbia nel motore - Motorpad

week# 2questa settimanaparliamo di:novembre 2011SUZUKI SWIFT SPORTla rabbia nel motoreMITSUBISHI D:2tanto spaziomini ingombroFORMULA 1GP del’India


SUZUKI SWIFT SPORT3 - 13Una vera GTin formato tascabileAl vertice dellagamma Swift siposiziona la versioneSport con motore1.600 cc da 136 CV.La nuova Swift Sport s’inseriscetra le piccole dal carattereesuberante e dallaforma atletica smagliante e, nelcontempo, si pone al vertice dellagamma della riuscita utilitariadella Suzuki, che è il modello piùvenduto in assoluto della casagiapponese. Grazie a questaperformance la famiglia dellaSwift ha sdoganato l’immaginedella Suzuki da quella di costruttorespecializzato unicamentein piccoli 4x4 e crossover e si èaffermata come alternativa sfiziosanei ranghi delle vetturecompatte di ottima personalità.Una prerogativa portata alla ribaltadalla generazione precedentee ribadita dall’attuale dovutaanche a lineamenti che, dacerte angolazioni, sembranoispirati a quello di un best-selleranglo-tedesco quale la Mini.Cosa di per sè qualificante.JCM - Novembre 2011 - week 2


4 - 14Ma veniamo all’ultima nata checompleta l’offerta di un modelloche già si articola in versioni concarrozzeria a 3 e a 5 porte, conmotori a benzina e turbodieseloltre che in varianti dotati ditrazione integrale.La Swift Sport si presenta contanti contenuti di prim’ordinesia a livello tecnico sia a livello diequipaggiamento che, però,non implicano un prezzo chesusciti perplessità. Fissato in17.900 euro include tra l’altro,sino a tutto gennaio, un corso diGuida Sicura di 2 giorni in pistain aggiunta a una dotazionecomposta dalla vernice metallizzata,7 airbag, ESP, climatizzatoreautomatico, Bluetooth, cruisecontrol, fari allo Xeno, impiantohi-fi con lettori CD/Mp3,sistema d’avviamento senzachiavi e cerchi in lega da 17”.Insomma, una dotazione cheproietta, in un sol colpo, la SwiftSport nell’ormai sempre più ristrettonovero delle vetturefull-optional e in una posizione,assolutamente, unica fra le autodi taglia compatta.Formalmente la Sport si distinguedalle altre Swift per le vestirese di stampo sportivo dagliscudi paraurti irrobustiti e daidue grossi terminali di scaricoche sbucano dalla grigliatura diquello posteriore, dalla grandecalandra anteriore a nido d’ape,dalle minigonne laterali e dallacura ricostituente subita dallospoiler all’estremità del padiglione.Nell’abitacolo spiccano la selleriaanteriore ben profilata (la cuirobusta costituzione ridimensionaun po’ lo spazio per legambe di chi siede posteriormente)e la pedaliera in acciaio,le impunture rosse sui tessuti dirivestimenti e i profili color allu-JCM - Novembre 2011 - week 2


5 - 15Le concorrentiCITROËN DS3 1.6 VTICosta 17.700 euro e mette incampo una potenza di 120 CV,la rivale che la famiglia dellaDS3 schiera contro la nuovaSuzuki. Leggermentesuperiori gli ingombri ebagagliaio più capiente.JCM - Novembre 2011 - week 2minio disseminati nel gradevolearredamento. Sotto le vesti lanuova Sport propone l’evoluzionedel motore di 1.600 ccdella precedente che ora sviluppa100 kW-136 CV anziché 92kW-125 CV, abbinato al cambioa 6 invece che a 5 marce, oltreche un set-up dell’assetto raffinato- anteriormente proponeammortizzati che con molla internadi ritorno per ridurre aiminimi termini il rollio - e unosterzo tarato per garantire perfette“pennellate” in ogni frangente.In grado di toccare i 195chilometri all’ora e di raggiungerei 100 orari partendo da fermoin 8”7, a fronte di percorrenzemedie di 15,6 km/l, laSport tiene fede alla categoria incui s’inserisce con la funzionalitàche si pretende da una vetturada usare facilmente in città ochiedendole il dinamismo chesfodera quando si affonda l’acceleratoresino a quota 7.000giri. Infatti, la sintonia fra rendimentodel motore e autotelaiogenera un comportamento praticamenteesente da tendenzead allargare le traiettorie, precisoe, soprattutto, assai costantesino al punto da garantireun’elevata affidabilità in ognifrangente.E che non impone rinunce sulfronte del confort di marcia.•MINI 1.6 COOPERIn questo periodo è propostaa 17.990 euro. Pur avendosolo 122 CV è più veloce dallaSwift Sport, sebbene menolesta nello scatto da 0 a 100orari. Immagine sportiva piùconsolidata.SCHEDA TECNICASWIFT SPORTPrezzo euro1.6 VVT17.900Potenza kW (CV)100 (136)Coppia massima Nm160Velocità massima km/h195Accelerazione da 0 a 100 km/h 8”7Consumo medio litri/100 km 6,4Emissioni di CO 2 g/km147Lung-Larg-Alt mm3890-1695-1510Bagagliaio dmc211/892


NEW KIA RIO.UN’OTTIMA RAGIONEPER PERDERE LA TESTA.DESIGN D’AVANGUARDIA.QUALITÀ GARANTITA 7 ANNI.6 AIRBAG, CLIMA, RADIO CD MP3, ESP DI SERIE.Sicurezza e dotazioni ai massimi livelli su tutta la gamma.Bassi consumi: più di 27 Km con 1 litro.*Disponibile con motori benzina 1.2 e CRDI 1.1 e 1.4.www.kia.itGaranzia 7 anni/150.000 km. Dettagli e condizioni sul sito www.kia.it e nei concessionari. Consumo combinato (l x 100 km)da 3,6 a 5,1. Emissioni CO 2(g/km) da 94 a 119. *Valore d’omologazione per il ciclo misto riferito alla motorizzazione 1.1 CRDinell’allestimento LX. La foto è inserita a titolo di riferimento.


MITSUBISHI DELICA D:27 - 17Una “stilosa” city cartutto spazioRecord di spaziositàe versatilità in soli3,7 metri nellaMitsubishi DelicaD:2 con un 1.200 cce 4x4.JCM - Novembre 2011 - week 2Con la sigla D:2 Mitsubishiindica le Kei car, le vetturettedi dimensioni supercompatte,per la quali ilGiappone ha sempre avuto unocchio di riguardo, a livello ditassazione e facilitazioni di parcheggio.La Delica D:2 è una cinqueporte che non spreca nullain termini abitabilità e capacità dicarico. Ciò senza trascurare ildesign che, pur negli standardproporzionali tipici di questeauto, mostra con la D:2 di poteravere anche una certa ricercatezza.Lunga 3.710 mm, larga1.620 mm e alta ben 1.765 mm,offre spazio anche a oggetti alti


8 - 18JCM - Novembre 2011 - week 2vista la quota di 1.345 mm frapavimento e soffitto. La praticitàdi bordo è evidente anche dallospazio fra i sedili anteriori, checonsente una buona mobilità frale due file di sedili (la mammeringrazieranno) con quelli posterioriscorrevoli su 165 mm.La Delica D:2 ha anche l’esclusività,per questo segmento, delleporte posteriori scorrevoli elettricamente.Non mancano poinumerosi vani, a giorno e richiudibili,e il cassetto anteriore termicamenteisolato. Mossa da unmotore a benzina 1.200 cc bialbero16 valvole, la Delica D:2 hail cambio CVT e può essere dotatadi trazione integrale. In questomodo diviene vettura davvero“stress free”, perfetta perfronteggiare il traffico, i carichipiù vari e gli imprevisti del meteoe le strade più impervie.•


Mi piaceBenzina 1.2 94cvAnche 4x4Tutto di serie.Senza sorprese *Diesel 1.3 DDiS.Ok per neopatentati7 airbag + ESP ®Sportività e design nella più compatta espressione di stile.Nella foto Swift 1.3 DDiS 5p GL Style. Consumo ciclo combinato: 4,2 l/100 km.Emissioni CO 2 ciclo combinato: 109 g/km.ESP ® è un marchio registrato Daimler AG.*Verica gli equipaggiamenti presso le concessionarie.www.nuovaswift.it


FORMULA UNO - GP INDIA10 - 20Con Vettel nessunrecord si salvaJCM - Novembre 2011 - week 2Sbarcando per la prima voltanella sua storia in India, ilMondiale di Formula 1 èarrivato sulla pista di GraeterNoida (nei dintorni di NuovaDelhi) con tutti i verdetti principaligià emessi con Vettel bicampionedel mondo e la RedBull con il titolo per costruttori.Nessun stimolo speciale, quindi,per la gara in sé, ma non per unosqualo come Vettel che ha messotutti in riga fin dallo scatto allapartenza: semafori spenti e...ci rivediamo al traguardo perla conta dei nuovi record di questastraordinaria stagione.Cominciamo dalla gara che si èchiusa con il “grande slam”, ovveropole position, giro veloce(proprio all’ultima tornata quandoil compagno Webber sembravainattaccabile), tutta la gara intesta e quindi vittoria trionfale.A proposito di giri in testa nelcorso di un campionato sono ormaicancellati i 693 messi in filada Mansell e per il tedeschino cisono ancora due GP a disposizione.Poi si contano, ad oggi, le28 pole position che pareggianoper ora quelle conquistate incarriera da un certo Manuel Fangio(e scusate se è poco), nemanca quindi una sola per raggiungeresempre Mansell nelle14 che ha totalizzato nel 1992.Quanto alla vittorie siamo a quota21 di cui 11 in questa stagionee qui a tremare e nientemenoche Schumacher che ne ha totalizzato13 nel 2004.Tutto il resto, weekend indiano,è noia o, se preferite, normalitàassoluta. Alonso ha salvatol’onore della Ferrari difendendocon le unghie e con i denti il terzoposto davanti a Webber edietro a Button che ha confermatoil suo stato di grazia di questitempi e il secondo posto ingara e nella classifica generale.Infine non è mancato lo show diMassa e Hamilton che continuanoa voler correre “vicini vicini”.Troppo vicini. Li aspettiamo conansia tra due settimane ad AbuDabi.•

More magazines by this user
Similar magazines