GIORGIA SUPERSTAR - Federazione Ciclistica Italiana

federciclismo.it

GIORGIA SUPERSTAR - Federazione Ciclistica Italiana

STRADA ● PISTA ● MOUNTAIN BIKE ● CICLOCROSS ● MASTER ● CICLOTURISMO ● GRANFONDO ● BMX48LA BRONZINI ILLUMINA LA TRASFERTAAZZURRA A MELBOURNE PER LA 2 A PROVADI COPPA DEL MONDO CON L’ORO DELLA CORSAA PUNTI E L’ARGENTO DELLO SCRATCH.MARTA TAGLIAFERRO SPLENDIDA “SPALLA”BRAVI BUTTAZZONI, BRAGGION E CICCONECICLOCROSSDamiani, Silvestri eVania Rossi protagonistidella 2 a tappa delGiro d’Italia nel ParcoFerrari di Modena48 GARE INTERNAZIONALIWeek end di gloria per ZdenekStybar primo ad Hasselt(Gazzetta di Anversa) e adHamme-Zogge (Superprestige)GIORGIASUPERSTARISSN 1593-0769MEETING ADISPROLa “tre giorni” al Convento di S. Luciaalla Castellina. Molti spunti dal dibattitosul tema “Ruoli a confronto”CARTOONS ON THE BIKEPresentata l’iniziativa nata dallacollaborazione tra Circolo Sportivo RAI,Federazione Ciclistica e RCS Sport


Nasce “Cartoons on the bike” dalla collaborazionetra il Circolo Sportivo Rai, Fci e Rcs SportIN DIRETTA DALLO STAND di Rai Trade ad Expobit (Catania),Uno Mattina Week End ha presentato Cartoons on thebike, l’iniziativa nata dalla collaborazione tra il Circolo SportivoRai, Rcs Sport e la Federazione Ciclistica Italiana all’internodi Cartoons on the Bay, il Festival Internazionale dell’AnimazioneTelevisiva e Multimediale promosso da Rai, conRai Fiction e il Sistema Turistico Terre di Portofino. L’eventoè stato illustrato da Carlo Nardello, Amministratore Delegatodi Rai Trade, e da Giusy Malato, plurimedagliata pallanuotistacatanese, con la regia di Maurizio Amici.Sabato 17 aprile 2010 una selezione di 20 squadre composteda 15 ragazzi di età compresa tra i 7 e i 16 anni scenderannoin strada tra Rapallo e Portofino per aggiudicarsi la cronoorganizzata con il supporto di Rai Sport. Ogni squadra avràcome ‘capitani’ un campione sportivo e un manager amantedella bicicletta, mentre la direzione di Cartoons on the Bikesarà affidata a Davide Cassani.Ogni squadra sarà rappresentata da un personaggio del mondodei cartoni animati che verrà raffigurato sulle magliette diogni team e ai vincitori, sarà assicurata la presenza sul palconella serata finale di ‘Cartoons on the Bay’.“E’ una iniziativa - ha detto Gianfranco Comanducci, Vice DirettoreGenerale della Rai - che coniuga alla perfezione sported animazione. Il ciclismo è una disciplina di grande fascino,in grado di aggregare larghe e diffuse fasce di sportivi conuna particolare sensibilità verso l’ambiente”.€


INIZIATIVEConvegno ADISPRO - Successo per l’iniziativa giunta al terzo annodi Antonio MannoriS. LUCIA ALLA CASTELLI-NA (FI) - Nell’ormai tradizionalescenografia del Conventodi Santa Lucia alla Castellina,sede del Centro Spirituale delCiclismo, si è conclusa domenicamattina la tre giorni caratterizzatadall’assembleadell’ADISPRO Italia (Associazionedirettori sportivi delciclismo professionistico), dadibattiti e da varie premiazioni.Apprendere, capire, cresceree confrontarsi il motto conil quale si possono sintetizzarequeste tre giornate organizzategrazie alla Comunità “LaFamiglia” ed al Gruppo Amicidel Ciclismo. Nella prima unconfronto tra direttori sportivisulla questione delle radiolinein corsa, che tutti vorrebberomantenere anche in futuro,ritenendo fondamentale il loroimpiego per svolgere correttamenteil proprio lavoro ed atutela della sicurezza in gara.E’ stato poi fatto il punto sull’attivitàdell’Adispro seguitoda un articolato dibattito trale principali componenti delciclismo. Il convegno dal titolo“Ruoli a confronto” e moderatodal presidente dell’AdisproItaliana, Alberto Volpi, è statoricco di spunti grazie agliinterventi del presidente dellaFederciclismo Renato Di Roccoe del vice Gianni Sommariva,del direttore di Rcs SportAngelo Zomegnan, del vicedirettore di Rai Sport AuroBulbarelli, di Luca Guercilenae del coordinatore dell’UCIPro Tour, Ricardo Scheidecker.Tutti hanno sottolineatol’importanza ed il ruolo svoltodall’Adispro italiana per lacostituzione, nel marzo 2008,dell’Associazione internazionaledirettori sportivi, presiedutada Serge Parsani.Importante anche il contributoche i tecnici del ciclismopossono fornire all’intero movimento,con incisività, dialo-Apprendere, capire, crescereLa “3 giorni” al Convento di Santa Lucia alla Castellina è stataun’importante occasione di confronto a cui hannopartecipato le più importanti componenti del nostro sportgo e costante confronto.Nella seconda giornatasi è tenuta la presentazionedel libro “DopingEcologico”, relatoreOmar Beltram, sull’importanzadell’ascoltoempatico nella relazionecon il giovane corridore(sono intervenutele campionesse VeraCarrara e Laura Bozzolo).E’ seguito il dibattito“Che cosa cerca ilgiovane corridore dalsuo direttore sportivo”con l’intervento delc.t. responsabile dellacategoria juniores, Rino DeCandido. Quanto ai riconoscimentiè stato consegnatoDAMIANI E EVANS, PREMIATI A S.LUCIAper mano di Ercole Baldini, ilpremio “Ammiraglio D’Oro”a Roberto Damiani direttoresportivo della SilenceLotto e del campionedel mondo CadelEvans, mentre lo stessoex campione forliveseha premiato l’impareggiabileAlfredoMartini.Nella giornata conclusivadella “Tre Giorni”si è tenuto il radunodei campioni del ciclismoe della Filotex,la celebrazione di unaSanta Messa e la consegnadei premi “Coraggioe Avanti” al velocistadella LiquigasDoimo, Jacopo Guarnierie “Mario Sani” per lagiovane promessa junioresSimone Antonini.Feste e premi - Il 29 novembre a Salsomaggiore consegnadel Sombrero d’Oro a Rinaldo Nocentini e Alia MarcelliniSARÀ L’HOTEL VALENTINI di Salsomaggiore, città della salute e del benessere, adospitare un evento ormai entrato nella tradizione parmense: il Sombrero d’Oro, giuntoalla 34^ edizione. Domenica 29 novembre riceveranno il premio ideato dal GS CampingArizona Rinaldo Nocentini e Alia Marcellini. Dal 1976 il prestigioso riconoscimento vieneassegnato ogni anno a grandi corridori. Nel 2008 furono premiati Alessandro Ballan,iridato di Varese, e Damiano Margutti, under 23 della Podenzano. A premiarli furono ilvescovo di Fidenza, Monsignor Carlo Mazza (nella foto la consegna a Ballan) e il sindacodi Salsomaggiore, On. Massimo Tedeschi. Nell’albo d’oro della manifestazione il nomedi Rinaldo Nocentini si aggiunge ad un elenco di prestigio assoluto, nel quale figurano,tra tanti, Francesco Moser, Felice Gimondi, Gianbattista Baronchelli, Giuseppe Saronni,Davide Cassani, Ivan Basso, Yaroslav Popovych, FilippoPozzato, Gilberto Simoni. E poi iparmensi Ercole Gualazzini, Claudio Torelli, il piacentino Giancarlo Perini.Come consuetudine ormai da anni, il gruppo organizzatore del Camping Arizona, oltreal professionista, ogni anno premia anche un atleta dilettante .In questa edizione ilSombrero D’Oro andrà alla junior salsese Alia Marcellini, della società Surfingshop diMilano Marittima, azzurra nella difficile specialità del downhill, dove ha conquistato instagione due maglie italiane (downhill e four-cross), un bronzo europeo a Kraniska Gorain Slovenia e un quarto posto ai mondiali in Australia. Il nome di Alia, per il settore femminile,si aggiunge a quello delle campionesse che hanno già ricevuto il premio (Galbiati,Spadaccini, Seghezzi, Bonanomi, Canins e tante altre). Emilio Mainiil Mondo del Ciclismo n.483


PISTACoppa del Mondo - Seconda prova a Melbourne (Australia)Giorgia regina dello sprintUn oro (corsa a punti) e un argento (scratch) sono il bottino dell’azzurrache si conferma tra le più veloci al mondo e talento cristallino. Bene anche Buttazzoni,Braggion, Ciccone e Marta Tagliaferro, preziosa nel gioco di squadrail Mondo del Ciclismo n.484GIORGIA BRONZINI: è leila stella indiscussa della trasfertaazzurra a Melbourneper la seconda prova di Coppadel Mondo su Pista. Giorgiaè una tipa tosta. Una chenon molla mai. Ha classe davendere e negli arrivi in volatasu strada o su pista non è maifacile mettere la ruota davantialla sua. A Melbourne hapartecipato a due gare individuali,scratch e corsa a punti,di cui detiene il titolo iridato,ed è tornata con due medaglie:d’argento nella primae d’oro nella seconda, la “sua”gara. Nella corsa a punti dovevadifendere il ruolo di primadonna al mondo conquistatoa Pruszkow e lo ha fattoalla grande. “Eppure ero al70% del top. Nelle settimaneprecedenti avevo accumulatoun carico di lavoro molto pesantee non speravo proprio diandare già così forte. Il secondoposto nello scratch è giuntoinaspettato e mi ha dato lostimolo per affrontare la corsaa punti con la grinta giusta”.Giorgia racconta così la suagara vittoriosa sui 20 km. “E’stata molto dura e combattuta,senza un attimo di respiro.L’ho gestita al meglio perchésono riuscita ad eseguire allaperfezione ciò che Salvoldi migridava da bordo pista. Nonnascondo che all’inizio erotesa, la maglia iridata è unagrossa responsabilità. Nondovevo commettere errori. E’andato tutto molto bene e ilrisultato è venuto anche grazieal grande lavoro di Marta,che ha dato tutto per aiutarmia centrare l’obiettivo. Abbiamocorso in grande sintonia equesto ha pagato”.L’omaggio alla compagna nonè rituale. Le due medaglie dellaBronzini sono forgiate anchedal sudore di Marta Tagliaferro,brava a qualificarsinelle due finali per dare il propriosostegno come richiestoda Salvoldi. La punta è Giorgiain virtù del palmares edell’età, ventisei anni (è nataa Piacenza il 3 agosto 1983),Marta è la spalla designata perfare gavetta, crescere e maturareal livello assoluto. Ha ancoraventi anni, è forte anchesu strada, vanta un bronzonella corsa a punti agli europeijuniores di Cottbus 2007 esarà presto anche lei su un podiomondiale.GIORGIA BRONZINI IN AZIONELa terza azzurra portata daSalvoldi, Alessandra Borchi,ha completato la squadra perl’inseguimento a squadre corsonella terza e ultima giornata,quando le energie dellealtre due erano ormai aglisgoccioli. Ciò spiega il decimotempo delle qualificazioni.Dai quattro pistard portatida Collinelli non si attendevanomedaglie, ma segnali diprogresso. Questi non sonomancati, da parte di Alex Buttazzoni,quinto nello scratch,di Fabrizio Braggion e AngeloCiccone, sesti nel madison,con Angelo nono nella corsaa punti. Qualcosa di meglioera lecito sperare da FrancescoCeci dopo i bei risultatiottenuti a Manchester. Il velocistaha corso il Km da fermosui suoi standard, piazzandosial decimo posto, ma si è personelle qualificazioni della velocità.E’ comunque un talentosul quale puntare per la rinascitadel settore.PRIMA GIORNATA - Altermine di una gara entusiasmanteGiorgia Bronzinicentra l’argento nella finalescratch. Si apre bene per i coloriazzurri la seconda provadi Coppa del Mondo a Melbourne.Medaglia inaspettata.“Sono un po’ sorpresa- dice l’azzurra -. La cadutadi un’atleta, a circa venti giridalla fine, mi ha un po’ spezzatoil ritmo. Il mio compitoera di tenere la ruota dellarussa Romanyuta, che poi havinto. A pochi giri dalla finelei è rimasta indietro ed io hotentato di anticipare il gruppo,perché non volevo esserechiusa. Ciò che più mi soddisfaè che negli ultimi duegiri di volata solo lei è riuscitaa superarmi. Significa chesono in condizione e questosecondo posto è un buon inizio.Spero bene per la corsa apunti di domani”.Prezioso il lavoro svolto daMarta Tagliaferro, che hachiuso al ventesimo posto:“Marta ha tentato di affaticarechi sulla carta era più velocedi me - commenta Giorgia - elo ha fatto alla grande”.Oro, quindi, alla russa EugeniyaRomanyuta e bronzo a TheresaCliff-Ryan. Nella classificadi Coppa di specialità l’azzurraGiorgia Bronzini è terza con10 punti. Mentre la russa Romanyuta(22 punti) conquista


PISTARisultatiil Mondo del Ciclismo n.486SCRATCH DONNE: 1. EvgeniyaRomanyuta (Rus); 2. Giorgia Bronzini(Ita); 3. Theresa Cliffryan (Vbr); 4. JoanneKiesanowski (Nzl); 5. Iryna Shpylova (Ucr);6. Elke Gebhardt (Ger); 7. Belinda Goss(Aus); 8. Leire Olaberria Dorronsoro (Spa);9. Shelley Olds (Usa); 10. Andrea Wolfer(Svi); 20. Marta Tagliaferro (Ita).CORSA A PUNTI UOMINI: 1. CameronMeyer (Aus) p. 33; 2. Ioannis Tamouridis(Gre) p. 33; 3. Lukasz Bujko (Pol) p. 28;4. Michael Freiberg (Sal) p. 26; 5. ChrisNewton (Gbr) p. 24; 6. Walter FernandoPerez (Arg) p. 24; 7. Kazuhiro Mori (Giap)p. 21; 8. Thomas Scully (Nzl) p. 16; 9.Angelo Ciccone (Ita) p. 12; 10. Adiq OthmanMuhamad (Mas) p. 11.INSEGUIMENTO IND. DONNE: 1.Wendy Houvenaghel (Gbr) 3’33”771; 2.Alison Shanks (Nzl) 3’34”133; 3. LesyaKalitovska (Ucr) 3’38”04; 4. JosephineTomic (Aus) 3’42”056; 5. Eleonora Van Dijk(Ol); 6. Ausrine Trebaite (Ltu); 7. MadeleineSandig (Ger); 8. Pascale Schnider (Svi); 9.Jolien D’hoore (Bel); 10. Kimberly Geist(Usa).INSEGUIMENTO IND. UOMINI: 1. JesseSergent (Ol) 4’23”192; 2. Rohan Dennis(Aus) 4’24”374; 3. Vitaliy Shchedov (Ucr)4’32”106; 4. Levi Heimans (Ol) 4’37”839;5. Stefan Schäfer (Ger), 6. Asier MaeztuBillelabeitia /Spa); 7. Claudio Imhof (Svi); 8.Jae Jang Sun (Cor); 9. Pawel Brylowski (Pol);10. Viktor Shmalko (Kta).VELOCITÀ A SQUADRE UOMINI: 1.Jay Team Jayco (Ellis Daniel, Perkins Shane,Sunderland Scott) 44”589; 2. Germania(Bergemann Carsten, Enders Rene, WachterTobias) 44”673; 3. Russia (Borisov Sergey,Dmitriev Denis, Kucherov Sergey) 45”206;4. Australia (Bird Alex, Lewis Peter, NiblettJason) 45”436; Nuova Zelanda; 6. Cofidis;7. Giappone; 8. Olanda; 9. Malesia; 10. GisGrace Institute.VELOCITÀ DONNE: 1. Anna Meares(Aus); 2. Shuang Guo (Cina); 3. Willy Kanis(Ol); 4. Kaarle Mcculloch (Jay); 5. JinjieGong (Cina); 6. Christin Muche (Ger); 7.Yvonne Hijgenaar (Ol); 8. Clara Sanchez(Fra); 9. Lyubov Shulika (Ucr); 10. EmilyRosemond (Aus).CORSA A PUNTI DONNE: 1. GiorgiaBronzini (Ita) p. 16; 2. Shelley Olds (Usa)p. 11; 3. Madeleine Sandig (Ger) p. 11; 4.Evgeniya Romanyuta (Rus) p. 10; 5. BelindaGoss (Aus) p. 8; 6. Dorronsoro Olaberria(Spa) p. 8; 7. Joanne Kiesanowski (Nzl) p.6; 8. Jolien D’hoore (Bel) p. 5; 9. JosephineTomic (Aus) p. 4; 10. Andrea Wolfer (Svi) p.2; 20. Marta Tagliaferro (Ita).KM DA FERMO UOMINI: 1. ScottSunderland (Jay) 1’02”171; 2. ChongyangWang (Cina) 1’02”204; 3. Teun Mulder (Cof)IL MALESE AZIZULHASNI AWANG BATTE A SORPRESA TUTTI NEL KEIRIN1’02”404; 4. David Daniell (Gbr) 1’02”708; 5.Clemens Selzer (Aut) 1’03”693; 6. GiddeonMassie (Usa) 1’03”706; 7. Sascha Hübner(Ger) 1’03”737; 8. Dong Jin Kang (Cor)1’03”860; 9. Thomas Bonafos (Fra) 1’04”461;10. Francesco Ceci (Ita) 1’04”679.VELOCITÀ A SQUADRE DONNE: 1.Cina (Gong Jinjie, Junhong Lin) 33”500;2. Olanda (Hijgenaar Yvonne, KanisWilly) 33”828; 3. Australia (Meares Anna,Rosemond Emily) 34”238; 4. Francia (ClairSandie, Sanchez Clara) 34”308; 5. Corea; 6.Honkg Hong); 7. Grecia; 8. Messico.INSEGUIMENTO A SQUADREUOMINI: 1. Australia (Dennis Rohan,Durbridge Luke, Hepburn Michael, MeyerCameron) 3’59”599; 2. Gran Bretagna(Burke Steven, Clancy Edward, FennAndrew, Tennant Andrew) 4’01”935;3. Nuova Zelanda (Bewley Sam, LathamPeter, Ryan Marc, Sergent Jesse) 4’00”237;4. Danimarca (Christensen MichaelFaerk, Madsen Jens Erik, Quaade RasmusChristian, Ranneries Christian); 5. Olanda;6. Germania; 7. Polonia; 8. Ucraina; 9.Spagna; 10. Svizzera.KEIRIN UOMINI - FINALE 1-6: 1.Azizulhasni Awang (Mal, Bta); 2. ShanePerkins (Jay); 3. Qi Tang (Cina); 4. RossEdgar (Sky); 5. Giddeon Massie (Usa);6. Tomohiro Fukaya (Giap). FINALE7-12: 7. Bergemann Carsten (Ger); 8. VanVelthooven Simon (Nzl); 9. Ng Josiah (Mas);10. Crampton Matthew (Gbr); 11. WebsterSam (Gis); 12. Bird Alex (Aus).SCRATCH UOMINI. 1. Thomas Scully(Ol); 2. Lukasz Bujko (Pol); 3. ViktorShmalko (Kta); 4. Ioannis Tamouridis (Gre);5. Alex Buttazzoni (Ita); 6. Chris Newton(Gbr); 7. Ho Choi Ki (Hkp); 8. Tosh Van DerSande (Bel); 9. Kazuhiro Mori (Giap); 10.Sebastian Cancio (Arg).MADISON UOMINI: 1. Nuova Zelanda(Ryan Marc, Scully Thomas) p. 15; 2.Germania (Bengsch Robert, Kalz Marcel)p. 8; 3. Ucraina (Lagkuti Sergiy, RadionovMykhaylo) p. 5; 4. Spagna (ElorriagaZubiaur Unai, Tauler Llull Antonio) p. 13a 1 giro; 5. Danimarca (Kreutzfeldt Daniel,Madsen Jenserik) p. 10 a 1 giro; 6. Italia(Braggion Fabrizio, Ciccone Angelo) p. 8 a1 giro; 7. Polonia (Bujko Lukasz, GlowackiDawid) p. 7 a 1 giro; 8. Svizzera (MarguetTristan, Perizzolo Loïc) p. 6 a 1 giro; 9.Olanda (Veldt Tim, Vermeulen Jeff) p. 5 a1 giro; 10. Corea (Choi Seung Woo, ShinDong Hyun) p. 5 a 1 giro.500 MT DONNE: 1. Anna Meares (Aus)33”583; 2. Kaarle Mcculloch (Jay) 34”267;3. Sandie Clair (Fra) 34”339; 4. Lin Junhong(Cina) 34”781; 5. Jessica Varnish (Gbr)34”979; 6. Sze Lee Wai (Hkg) 35”016; 7.Yvonne Hijgenaar (Ol) 35”154; 8. FatehahMustapa (Mas) 35”989; 9. Gyeong Kim Won(Cor) 36”056; 10. Huang Ting Ying (Tpe)36”501.INSEGUIMENTO A SQUADREDONNE: 1. Nuova Zelanda (Boyd Kaytee,Ellis Lauren, Shanks Alison) 3’24”771;2. Gran Bretagna (Colclough Katie,Houvenaghel Wendy, Rowsell Joanna)3’25”938; 3. Australia (Ankudinoff Ashlee,Kent Sarah, Tomic Josephine) 3’26”869; 4.Ucraina (Kalitovska Lesya, Shpylova Iryna,Shulika Lyubov) 3’30”156; 5. Germania;6. Belgio; 7. Olanda; 8. Rodin; 9. Usa; 10.Italia (Borchi Alessandra, Bronzini Giorgia,Tagliaferro Marta) 3’46”239.KEIRIN DONNE - FINALE 1-6: 1. AnnaMeares (Aus); 2. Shuang Guo (Cina); 3.Christin Muche (Ger); 4. Clara Sanchez(Fra); 5. Kaarle Mcculloch (Jay); 6. JessicaVarnish (Gbr). FINALE 7-12: 7. Willy Kanis(Ol); 8. Emily Rosemond (Aus); 9. SandieClair (Fra); 10. Sze Lee Wai (Hkg); 11. AgnesRonner (Ol).VELOCITÀ IND. UOMINI: 1. ShanePerkins (Jay); 2. Kévin Sireau (Cof ); 3.Matthew Crampton (Gbr); 4. Ross Edgar(Sky); 5. Carsten Bergemann (Ger); 6.Daniel Ellis (Jay); 7. Tobias Wachter (Ger);8. Lewis Peter (Aus); 9. Jason Niblett (Aus);10. Edward Dawkins (Nzl); 32. FrancescoCeci.(Ita).


CICLOCROSSGiro d’Italia Ciclocross - 2 a tappa a Modenadi Elio GiustiMODENA (22/11) - Buonsuccesso ha riscosso la secondatappa del Giro d’Italia Ciclocrosssvoltosi a Modena sullestesso percorso sul quale sonostate assegnate le maglia tricoloriil 10 e 11 gennaio scorso.La manifestazione è stata organizzatadal collaudato TeamCicli Paletti con il patrociniodell’assessorato allo sport delcomune di Modena.Finalmente dopo la pioggiadelle prime due edizioni ed ilgelo d’inizio 2009 l’appuntamentodi domenica scorsa hapotuto accogliere sullo splendidoParco Enzo Ferrari,dovealcuni anni orsono si disputavanosia gare automobilisticheche motociclistiche edora i vialetti interni sono contrassegnatidai nomi dei pilotisui quali si erge il monumentodedicato al grande costruttoremodenese. Tante le novitàdel rinnovato Giro d’Italiacon l’assegnazione delle maglierosa di ogni categoria e lemaglie del giro più veloce,chehanno dato nuovo vigore alciclocross e certamente ilC.T.Fausto Scotti avrà maggiorpossibilità di ampliare incampo della scelta per la com-Damiani su SilvestriEpilogo in volata tra i due atleti che guidano rispettivamentela classifica Elite e Under. Tra le donne successo di Vania RossiDAMIANI LA SPUNTA SU SILVESTRI E, SOTTO, L’ARRIVO DI VANIA ROSSI (FOTO SONCINI)posizione delle compagini azzurre.La giornata modeneseche ha visto ai nastri di partenzaquasi trecento atleti nonostantela concomitanza dialtre gare in Italia è stata contrassegnatada una bella seriedi gare alcune delle quali sisono concluse allo sprint comenelle gare su strada. Il successonella gara open è andatoall’elite Luca Damiani che hapreceduto allo sprint l’under23 Elia Silvestri entrambi hannoindossato la maglia rosa dileader delle loro categorie. Altamentespettacolare la garariservata agli juniores con ilsuccesso di Francesco Acquavivaprecedendo Righettini edil leader del Giro d’Italia FabioTodaro.E’ ritornata al successo l’ex tricoloreVania Rossi ritornataalle corse a distanza di quattromesi dalla nascita di AlbertoRiccò. Il ciclocross cresce e ladimostrazione è rappresentatadalla folta partecipazione dellagara riservata ad esordienti edallievi,con lo sprint vincente diFederico Zurlo che ha indossatola maglia bianco-rosa eda scacchi per il giro più veloce,imitato dall’esordiente GiulioFranzolin.ORDINI D’ARRIVOESORDIENTI/M: 1. Giulio Franzolin(Cartura Nalin); 2. ManuelTodaro (S.C.Cadrezzate); 3. FilippoRocchetti (Free Photobike); 4.il Mondo del Ciclismo n.487


CICLOCROSSJacopo Dal Barba (S.C. Cadrezzate);5. Simone Perna (Bruscianese).LEADER GIRO D’ITALIA:Giulio Franzolin (Cartura Nalin).CAMPIONE REGIONALEEMILIANO ROMAGNOLO:Alessandro Sala (S.C.Mirandolese1903). ESORDIENTI/F: 1. LauraBellucco (Cicli Fiorin Despar);2. Rebecca Gariboldi (LissoneMtb); 3. Lucrezia Di Benedetto(Pol.Gaetano). ALLIEVI/M: 1.Federico Zurlo (A.S.Postumia 73);2. Riccardo Redaelli (Cicli Fiorin);3. Francesco Pedante (IronMetal); 4. Gioele Bertolini (AlpinBike); 5. Edoardo Rossi (SelleItalia). LEADER GIRO D’ITA-LIA: Federico Zurlo (Postumia73). CAMPIONE REGIONALE:Edoardo Rossi (Selle Italia). AL-LIEVE: 1. Asja Paladin (MarchiolOrogildo); 2. Maria Alice Arzuffi(Cicli Fiorin); 3. Chiara Mercante(idem). JUNIORES/M: 1.Francesco Acquaviva (Irom MetalProtek); 2. Andrea Righettini(L’Arcobaleno Carrao); 3. FabioAlfonso Todaro (S.C.Cadrezzate);4. Cristian Sonzogni (RacerTeam); 5. Andrea Tocco (Sardegnasottozero). LEADER DELGIRO D’ITALIA: Fabio Todaro(S.C.Cadrezzate). CAMPIONEREGIONALE: Nicola Manfredi(Sintesi Corse). JUNIORES/F:1. Maria Confalonieri (CicliFiorin); 2. Elena Valentini (idem);3. Chiara Vannucci (idem);LEADER GIRO D’ITALIA: MariaConfalonieri. UNDER 23/M: 1.Elia Silvestri (Selle Italia Guerciotti);2. Cristian Cominelli (TXActive Bianchi); 3. Matteo Trentin(Marchiol Orogildo); 4. AlessandroCalderan (Team Friuli);5. Luca Braidot (L’Arcolbaleno).LEADER GIRO D’ITALIA: EliaSilvestri (Selle Italia Guerciotti).CAMPIONE REGIONALE:Andrea Iotti (A.C.Serramazzoni).UNDER 23/F: 1. Stefania Vecchio(Selle Italia); 2. Doris Arman(Avantec); 3. Martina Giovanniello(S.C. Cadrezzate). ELITE/M:1. Luca Damiani (Team Colavita);2. Thomas Paccagnella (WorkService Brenta); 3. AlessandroGambino (C.S.Esercito); 4. MarcoPonta (Team Friuli); 5. Fabio Ursi(C.S.Esercito). LEADER GIROD’ITALIA: Luca Damiani (TeamColavita). ELITE/F: 1. Vania Rossi( Selle Italia Esercito); 2. AlessioVeronica (Gauss Colnago); 3.Francesca Cucciniello (Selle ItaliaGuerciotti). LEADER GIROD’ITALIA: Alessio Veronica(Gauss Colnago). W1: 1. MilenaCavani (Albero Ruote); 2. SabrinaManco (G.S.Tugliese); 3. RominaPerugini (Bikeland). W2: 1.Laura Rossi (Orobie Cup MTB);2. Ines Macchiarola (VeloclubCicli); 3. Elisabetta Dasoli (MTBSantamarinella). M1: 1. MatteoDonati (Bikeland); 2. Milo Burzi(Felt International); 3. Vega Burzi(Scott; Pasquini Stella). M2: 1.Massimo Folcarelli (Pro BikeRiding); 2. Davide Montanari(Emporio Bici Max Team); 3.Alberto Laloni (G.S.BattistelliEstreme). M3: 1. Michele Paletti(Simec; Fanton; Cicli Paletti); 2.Paolo Tempestini ( Asd); 3. GianniPanzarini (Pro Bike Riding).M4: 1. Massimo Suardi (EmporioBici Max Team); 2. Biagio Palmisano(A.Narducci GM Habitat); 3.Giorgio Colli (G.S.Battistelli). M5:1. Omer Remondi (Simec FantonCicli Paletti); 2. Carlo Battistelli(G.S.Battistelli); 3. Ottavio Paccagnella(GS Elisa pav. e riv.). M6: 1.Massimo Burzi (Scott; PasquiniStella); 2. Giancarlo Rivaroli(G.S.Battistelli); 3. Mauro Vigna(Bikeland). M7: 1. Serafino Bruni(Emporio Bici Max team). MT:1. Marco Balberini (Scott RT); 2.Marco De Leo (G.S.Tugliese); 3.Andrea Berlusconi ( (G.S. CicliOlympia).La tragica scomparsa di Antony Orsanitravolto da un’auto durante l’allenamentoil Mondo del Ciclismo n.488MERCATALE DI VINCI (FI) - E’ mortonella tarda mattinata, a pochi chilometrida casa, lungo quelle strade ai piedidel Montalbano che avrebbe percorsoad occhi chiusi e lo avevano visto straordinarioprotagonista e vincitore in varieoccasioni. Antony Orsani, 18 anni, pistoiesedi Castelmartini, campione italianoa cronometro juniores quest’annoa Imola, era con i nuovi compagni disquadra della Mastromarco Sensi in allenamento(erano in sei) quando in localitàMercatale, alle porte di Vinci, laCittà di Leonardo, è avvenuto lo scontrofrontale con un’auto che procedeva insenso inverso. L’ammiraglia con i tecniciGiuseppe Di Fresco e Carlo Franceschi,aveva anticipato di un centinaio di metrii corridori quando è avvenuto il tragicoincidente. Un volo tremendo, ma Orsaniera cosciente nel momento in cui l’ambulanzalo ha trasportato all’ospedale diEmpoli. E’ morto in ospedale dopo circaun’ora dal suo ricovero.Tutti conoscevano Antony Orsani. Perle sue vittorie in linea ed a cronometro,nelle categorie minori e negli juniorescon la maglia della Iperfinish StabbiaGrassi Pratese 1927. Era stata una stagionebella, straordinaria per lui, avevavinto il titolo toscano a cronometroe poi quello tricolore a Imola, aveva indossatola maglia azzurra in una gara atappe in Germania. Aveva vinto tre gare,ottenendo anche sei piazzamenti nei primicinque tra i quali tre secondi.Ma Orsani era conosciuto per il suo carattere,estroverso, per la sua simpatia.Scherzava con tutti, lo stesso presidentedella Federazione Ciclistica Italiana, RenatoDi Rocco, lo conosceva bene. Con lasua simpatia, il suo modo di scherzare, sifaceva amare ed apprezzare da tutti. ConMirko Ulivieri e Simone Antonini, suoiinseparabili compagni di squadra nelloStabbia Iperfinish Grassi Pratese 1927,costituiva un terzetto inseparabile.L’ultima prova qualche minuto primadel tragico incidente. A Santa Lucia allaCastellina, in provincia di Firenze, nell’ambitodella Tre Giorni veniva consegnatoil premio “Mario Sani” proprio aMirko Ulivieri quale giovane promessadella categoria juniores. L’azzurro, dopoaver ricevuto il riconoscimento, nel raccontarela sua carriera affermava “hodue grandi amici dai quali non mi separeròmai, sono Antonini e Orsani”. Edinvece il destino crudele, di li a pochiminuti, era in agguato per Antony Orsani,strappandolo all’affetto dei suoi cari,dei sui tanti amici. Una morte che ha destatoprofondo dolore in tutta la famigliadel ciclismo e del quale si fa interprete inprima persona lo stesso presidente dellaFederciclismo, Renato Di Rocco, assiemeall’intero movimento ciclistico contutte le sue componenti.Antonio Mannori


CICLOCROSSAttività internazionale - 3 a prova Trofeo Gazzetta di Anversa, 4 a prova Trofeo Superprestigedi Alfredo Vittorini“CHE WEEK END da sogno!”,con questa spontaneaed eloquente espressione ilventiquattrenne Zdenek Stybar,campione nazionale ciclocrossdella RepubblicaCeca, ha sottolineato il suostraordinario en plein vincendoin casa dei fenomenibelgi, l’una dopo l’altra, leprove del Trofeo Gazzetta diAnversa ad Hasselt e del TrofeoSuperprestige ad Hamme-Zogge.Sono state la terza e la quartavittoria stagionale per il possenteatleta della Fidea-Telenet;le due precedenti occasioni,a fine settembre, eranostate le prove della “Toi ToiCup”, la challenge nazionaledella Repubblica Ceca inseritanel calendario Uci.Poi, a seguire, una decina divolte sul podio con le piazzed’onore, tra le altre, nelleprove di Coppa del mondodi Treviso e Nommay. Ricordiamo,a proposito di Treviso,che proprio sul circuitoLago Le Bandie di Spresiano(nel 2008) Stybar conseguìla medaglia d’argentonel mondiale Elite vinto daLars Boom e confermò talerisultato lo scorso gennaioa Hoogerheide alle spalle diNiels Albert.Ad Hamme-Zoggeuna festa popolareStybar aveva già vinto unaprova del Trofeo Superprestige,al suo esordio nella categoriasuperiore, nel dicembre2008 a Diegem, la cittadinavicina all’aeroporto Zavantemdi Bruxelles. Lo stessoatleta, in significativo crescendodi forma e sempre piùconvinto delle sue notevolipotenzialità, sarà da tenere ingrande considerazione per ilprossimo mondiale a Tabor,tra la sua gente, per tentare dirinverdire i titoli iridati con-Stybar, uno-duea casa dei campioniSplendido en plein del ceko che prima supera in volata Pauwelse, 24 ore dopo, Nys. Sabato torna la Coppa del Mondo a Koksijde.Terza vittoria di Frattini in North Carolinaquistati nella categoria Under23 nel 2005 a St. Wendele nel 2006 a Zeddam.STYBAR SU PAUWELSIl bis di Stybarcrollo di AlbertNella fase di avvio tutti i migliori,compreso il tricoloreEnrico Franzoi, si trovano nelgruppetto di testa, ma il solitoprolungato forcing dell’iridatoAlbert (che dispendio di energie!)allunga le fila ed in brevesi crea la fuga con lo stessoAlbert, seguito da Sven Nys,Klaas Vantornout, Gerben deKnegt, Zdenek Stybar e DirkPauwels. Gli inseguitori, trai quali Radomir Simunek jr eFranzoi (dal 1° gennaio sarannocompagni di squadra nellaBKCP-Powerplus di Albert),restano a distanza contenutadai fuggitivi ma subisconola bagarre finale tra Stybar eNys che si giocano la vittoriaallo sprint con Vantornout felicedi salire sul terzo gradinodel podio, agevolato dal crollodi Albert nel corso dellametà dell’ultimo giro, tantoda chiudere con 40” di ritardo,quasi raggiunto dal gruppettodi Franzoi (11° a 43”), regolatoallo sprint da Dieter Vanthourenhout.Marco Biancoconcludeva al 29° posto conun ritardo di 4’11”.Per Albert è il peggior risultatostagionale, per la prima voltafuori del podio, dopo undicisuccessi, tre volte secondo euna volta terzo. I risultati finqui raggiunti sono comunqueeccezionali ma il suo modo dicorrere sempre in testa, speciesu circuiti veloci, appare qualchevolta velleitario.Tom Meeusenen plein FideaIn vista della quinta prova delSuperprestige in programmadomenica prossima a Gieten,già sede di un mondiale ciclocross,Nys e Albert (entrambia 56 punti) precedono di unsolo punto Stybar nella classificaprovvisoria. Sono i tregrandi protagonisti del calendarioUci, di una spanna superioririspetto a tutti gli altri.E’ venuto a mancare, per unmaggiore equilibrio, l’ex campionedel mondo Lars Boom,passato al settore strada all’internodel gruppo professionisticoRabobank. Boom,comunque non dimentica ilciclocross, suo primo amore,ma limiterà la sua presenzaalle gare olandesi di St. Michielsgestelil 3 gennaio (organizzatadall’ex iridato RichardGroenendaal) e il 10 dellostesso mese difenderà il titolodi campione nazionale nellagara di Heerlen. Poi penserà afar bene nelle classiche di primavera,su strada, in particolareal Giro delle Fiandre edalla Parigi-Roubaix.Anche nella prova degli Under23 di Hamme-Zogge festa incasa Fidea-Telenet con il successodi Tom Meeusen emulo,con il suo en plein, del compagnodi squadra Stybar. Nellaclassifica del trofeo Meeusenha ben dieci punti di vantaggiosu Jim Aernouts e ben 20sul campione europeo RobertGavenda, anche lui in forzaalla Fidea-Telenet, vincitoredella recente prova di Coppa aTreviso e del campionato europeo.Week end festoso anche incasa dell’ex campione delmondo Adrie Van der Poelcon i figlioli David e Mathieu,il Mondo del Ciclismo n.489


CICLOCROSSil Mondo del Ciclismo n.4810protagonisti in entrambe leoccasioni del week end belganelle rispettive categorie Juniorese Allievi.Un podio di giovanisfortunato Sven NysNella prova del Trofeo Gazzettadi Anversa, disputataad Hasselt 24 ore prima diHamme-Zogge, la contesa sianimava tra il primo e il secondogiro, quando un gruppettodi sette atleti, poi ridottia cinque, salutava il resto dellacompagnia. Stybar si aggiudicavai tre punti del traguardointermedio del secondo giro,due punti andavano a Nys eduno ad Albert.Tra il secondo e terzo giro cadevae recuperava prontamenteAlbert; subito dopo un incidentemeccanico (scollamentodel tubolare della ruota posteriore)frenava Nys, che perdevauna trentina di secondi senzariuscire più a recuperare.Conduceva sempre Albert,seguito da Stybar, Vantornout,Pauwels e Aernouts. Poiprovavano l’assolo, a rotazione,lo stesso Albert, Stybar eAernouts. Il percorso tecnico,ma assai scorrevole, conqualche tratto sabbioso, e latemperatura mite (15 gradi)consentivano una velocitàsostenuta che rendeva assaispettacolare il carosellodegli atleti. Nys guadagnavaposizioni, ma non riduceva losvantaggio; regolerà lo sprintdel gruppetto inseguitore, insesta posizione con 38” di ritardo.In gara anche Bianco,24° a 3’24”.La volata per la vittoria vedevaun testa a testa emozionantetra Stybar e Pauwels, con Albertstanco e pago della terzaposizione.In vista della quarta prova, inprogramma il 12 dicembread Essen, Albert (primo nellaprova d’apertura di Namur)precede di tre punti Nys (vincentein quella successiva del“Koppenbercross”) e di quattropunti Stybar.Rientra Wellenscon le polemicheIntanto la Coppa del mondosi ripropone sabato prossimocon la 4^ prova a Koksijde, chesarà di nuovo sede del mondialeciclocross nel 2012.A Koksijde farà il suo rientroalle gare l’ex iridato Bart Wellens,reduce da un prolungatostop per infezione da citomegalovirus.Le selezioni azzurreper Koksijde (Belgio)Dall’elenco degli iscritti di Koksijderileviamo una significativapresenza di nostri atleticon gli élite Enrico Franzoi,Marco Bianco, AlessandroGambino, Fabio Ursi, LucaDamiani e Marco Ponta; gliunder 23 Cristian Cominelli,Alessandro Calderan, BryanFalaschi, Matteo Trentin, EliaSilvestri e Domenico MariaSalviani; gli juniores Fabio AlfonsoTodaro, Andrea Righettini,Rudy Lorenzon, AndreaSottocornola, Pietro Santini,Cristian Sonzogni, FrancescoAcquaviva e Nicolas Samparisi;le donne élite VeronicaAlessio ed EvelynStaffler.A proposito del settoredonne rileviamocon piacere che VaniaRossi (Selle Italia-Esercito), CaporaleMaggiore dell’EsercitoItaliano, è tornataalla vittoria a Modenanella seconda provadel Giro d’Italia ciclocross,4 mesi dopoaver dato alla luce AlbertoRiccò, figlio delprofessionista Riccardo.Vania si è giàmessa a disposizionedel direttore tecnicoFausto Scotti per prepararsi,con gradualeimpegno, per i prossimiimportanti appuntamenti,in particolareil campionato italianoe quello mondiale.Il tecnico federale aModena ha preso buona notadelle condizioni di forma degliazzurrabili con Damiani e Silvestriancora protagonisti dellaprova open maschile e gli junioresAcquaviva, Righettini eTodaro sul podio della categoria.Non ha fatto il suo debuttostagionale per problemi disalute Marco Aurelio Fontanache sarà sicuramente presentealla terza prova a Faè di Oderzol’8 dicembre, inclusa nelcalendario internazionale Ucie valevole anche per il TrofeoTriveneto. Quella di Faè saràuna giornata di grande festapopolare con la capace regiadell’amico Mirko Barattin cheaspira a vedersi assegnata, inun prossimo futuro, una provadi Coppa del mondo.La terza di Frattiniin North CarolinaNel vasto panorama delle gareUci contestuali a quelle diHasselt e Hamme-Zogge rileviamocon piacere i brillanti risultaticonseguiti, ancora unavolta, dal nostro Davide Frattini(Team Fuji) il quale nelleSTYBAR AD HAMME-ZOGGEdue gare consecutive ad Hendersonvillenel North Carolina(Usa) conseguiva un secondoposto a 28” da Matt Shrivere l’indomani la sua terza vittoriastagionale anticipando di16” Bryan Matt. Nelle due occasionile prove femminili andavanoa Kristin Wentworth eDeidre Winfielde. I due precedentisuccessi di Frattini, nelmese di settembre, fanno riferimentoa Fogelsville e Baltimora.Ora Frattini prevedeun leggero periodo di riposoe il matrimonio (auguri!) perpoi riprendere la preparazionesu strada per la prossimastagione con il Team Type 1.Rientrerà in Italia dopo le festivitànatalizie e valuterà lapossibilità di partecipare alcampionato italiano ciclocrossall’Idropark di Milano,coincidente con il memorialmamma e papà Guerciotti.Negli Usa si era corso anche aSoputhampton con la doppiavittoria di Timothy Johnsone nelle due prove femminiledella Amy Dambroski. A YasuCity, in Giappone, s’imponevaKeiichi Tsuji mentre lealtre gare europee Ucivedevano i successi diMartin Bina e JaroslavKulhavy nella “Toi ToiCup” nella RepubblicaCeca, di Johannes Sickmuellerin Germania edei campioni nazionaliFrancis Mourey e ChristianHeule a Besancon(Francia) e Uster (Svizzera).Cinque delle sette garedel calendario Uci, perla prossima settimana,saranno negli Usa ma ilcontinente europeo conla regione geografica delBenelux ha come al solitoi suoi riferimenti piùimportanti con il Belgio(Coppa del mondo)e l’Olanda (Superprestige).I nostri ragazzi sarannoin mischia in entrambele occasioni. Atutti in bocca al lupo!


CRONACHE DELLE GAREMTB - Trofeo Ftp, 10 a prova Trofeo d’Autunnodi Francesco CoppolaSANTA MARIA DI SALA(VE) (22/11) - Secondo centroconsecutivo dell’azzurroJohnny Cattaneo (Fulldynamix)nella 10^ ed ultimaprova del Trofeo d’Autunno2009. Il corridore del club direttoda Giovanni Battaglinha preceduto Tiziano Carraroe il compagno di squadra esuo direttore sportivo, MauroBettin. Quarto Marzio Deho.Primo tra gli under, ma sestoin classifica generale, è giuntoil veneziano Daniel Boschetto,portacolori del VeloceClub Bianchin-Marchiol-Pizzolon.Cattaneo ha preso quasi subitoil comando della corsa ottenendoun vantaggio di circaun centinaio di metri sulgeneroso Carraro, a sua vol-Cattaneo raddoppiaSeconda vittoria consecutiva dell’azzurro nella garadi chiusura del challenge. I protagonisti delle rispettive categorieOPEN: 1. Johnny Cattaneo (Fulldynamix);2. Tiziano Carraro (Team Pamini); 3. MauroBettin (Fulldynamix); 4. Marzio Deho (CicliOlympia); 5. Nicola Dalto (id); 6. AlessandroMoras (Vc Bianchin-Marchiol-Pizzolon) 1.Under; 7. Daniel Boschetto (Cicli Olympia); 8.Luca Piccolotto (MC2 Racing). JUNIORES: 1.Nicolò Ferrazzo (Bike Club 2000); 2. GianlucaGiraldin (Club Alessandra Il Sorriso); 3. SimonePiccoli (Bike Tribe); 4. Simone Coral (id); 5.Nicolò Malipensa (Fausto Coppi GazzeraVidea Casinò di Venezia). DONNE: 1. MonicaSquarcina (Bike Zordan); 2. Giovanna Troldi(Bee on bike); 3. Tiziana Corazza (Eurovelo); 4.ta controllato da Bettin. L’azzurroè riuscito a mantenere ilRisultatidistacco e si è presentato tuttosolo sulla dirittura d’arrivoRomina Ciprian(Spezzoto); 5. Meriziana Florian(Perla Verde). ALLIEVI: 1. Matteo Vendramin(Dopla); 2. Damiano Savi (Cicli Agordina); 3.Davide Zoccarato (Maerne-Olmo). ALLIEVE:1. Valentina Zorzetto (Mirano). ES: 1. RiccardoScaggiante (Dopla); 2. Giovanni Fornasiero(Santagiolese); 3. Simone De Bona (VictoriaBike). ES/F: 1. Erica Rosati (Cicli Agordina).MS: 1. Emanuel Boschetto (Euganea Bike). M1:1. Ivan Galante (Bike Tribe). M2: 1. RuggeroRanzato (Team Bellato). M3: 1. GianfrancoMariuzzo (Eurovelo). M4: 1. Roberto Ambrosi(Rampiclub). M5: 1. Fabrizio Stefani (TeamPerformance).stabilita all’interno della FPTIndustrieil Mondo del Ciclismo n.4812MTB - 2 a prova Trofeo d’Invernodi Giovanni CasellaDORBERD0’ DEL LAGO(GO) (15/10) - Il mastersport David Bevilacqua perdistacco, e il master 1 MauroZanier in volata, sono i vincitoridelle due manche dellaseconda prova del Trofeod’Inverno perfettamente organizzatadal Ads Go Bike.Oltre ai due vincitori, l’appuntamentoha posto in evidenzaaltri protagonisti comel’under 23 Adrea Bravin, chedopo aver brillantemente rettoper un lungo tratto la ruotadi Bevilacqua ha concluso laprova al secondo posto assoluto,il master 1 Federico Ciani,secondo dietro a Zanier masolo dopo una lunga volata, ilmaster 2 Gorini che ha realizzatoil quinto successo nel2009 tra i federali, nonché alcunivincitori di settore: lo juniorGreatti, l’allievo Nocent el’esordiente Sartori. Nelle altrecategorie si sono imposti BrunBevilacqua e Zanierlasciano il segnoIl primo taglia solitario il traguardo seguito dall’ottimo underBravin, il secondo anticipa Ciani allo sprint dopo un avvincenteduello. Selva replica fra le donne. Tutti i vincitori di categoriatra gli Elite, Scala tra i master3, Lozza tra i “4” e Feltre tra i 5.Nel settore rosa Chiara Selvaha replicato l’affermazione diSpilimbergo. Per quanto concernela cronaca, nella primaprova si è assistito a una nettasupremazia di Bevilacqua, ilquale dopo quattro tornate incompagnia di Bravin, si è sbarazzatoanche di questi. Nellaseconda, invece, oltre al bracciodi ferro tra Zanier e Ciani,c’è stato il gomito a gomito trai master 2 Gorini e Giuseppin.Il terzo posto assoluto e primodi categoria lo ha centrato Goriniin volata.RisultatiMS: 1. David Bevilacqua (Ki.Co.Sys-Cussigh bike). OPEN: 1.Andrea Bravin (Team Granzon); 2. Gabriele Brun (Ki.Co.Sys-Cussighe bike); 3. Tiziano Del Mistro (idem); 4. GiuseppeVian (Roveredo in Piano); 5. Luca Vodopivec (Mbk Orbea).JUNIORES: 1. Giacomo Greatti (Free spirit team); 2. AlexCastagnaviz (Uc. Caprivesi); 3. Valentino Tomada (Free spiritbike); 4. Daniele Brozic (Uc. Caprivesi); 5. Luigi Canino (Biketeam Carso). ALLIEVI: 1. Federico Nocent ( Uc, Caprivesi); 2.Francesco Bregant (idem). ESORDIENTI: 1. Massimo Sartori(Uc. Caprivesi); 2. Emanuele Minisini (idem); 3. Matteo Fadi(idem). M1: 1. Mauro Zanier (Cellina bike);. M2: 1. GianmarcoGorini (Uc. Caprivesi). M3: 1. Severino Scala (Punto biketeam). M4: 1. Ivan Lozza (Stalis bike). M5: 1. Michele Feltre(Spezzotto bike team). WOMEN: 1. Chiara Selva (Cellinabike).


CRONACHE DELLE GARECross country - 15 a Coppa Cravasco, 5 a prova Giro della Provincia di Genovadi Marco CallaiCRAVASCO (GE) - Un successoa tutto tondo per laquindicesima Coppa Cravasco,ottimamente organizzatadalla società GenoaBike e valida come quinta edultima prova del Giro dellaProvincia di Genova 2009.Dopo il rinvio di settembresi è registrata una buonapartecipazione di corridori,impegnati su un anellodi circa 8 chilometri da ripetersia seconda delle categorie:1 giro per Esordienti,2 giri per Allievi Donne edM6, 3 giri per le altre categorie..Buona partenza per MichelePiras (GEBI Sistemi), capacedi fare il vuoto nel corso delprimo giro staccando AlbertoRossi (UC Laigueglia)ed Alfonso Parodi (BikeO’Clock PDB): un vantaggiodi 1’50” su Parodi alla finedella prima tornata con Rossiin terza posizione seguitoda Ermellino (Speed WheelParodi strappa applausiLa vittoria finale nel challenge è andata a Bruzzone e alla NarducciI VINCITORI DI CATEGORIAMountain Bike - Trofeo Città di Rufina, Festa di San MartinoFiorentini grandi protagonistiRUFINA (FI) - Grande successo nel Trofeo Città di Rufina - Festa di San Martino organizzatoin Valdisieve dalla Ciclistica Pontassieve. Ben ottanta sono stati gli atleti dai 6 ai14 anni che hanno dato vita in una mattinata dalla temperatura mite alla gara lungo uncircuito di circa un chilometro. Grandi protagonisti gli atleti delle società fiorentine esplendida tripletta per gli esponenti del Pontassieve Valdisieve, con Galli e con i due Iacchi.Brillante successo anche per Vivoli e per il valdarnese Di Monte, mentre tra gli esordientiha prevalso l’aretino Pesci. Grande soddisfazione infine al termine della gara per ilsuccesso della stessa espresso dagli organizzatori e premi per tutti. A.M.ORDINI DI ARRIVO - G0: 1) Lorenzo Iacchi (Pontassieve Valdisieve); 2) Niccolò Sitera (id.); 3)Maicol Rugi (id.). G1: 1) Riccardo Vivoli (Aquila Ganzaroli); 2) Cristian Dragonetti (Pontassieve);3) Titon Liberi (Aquila Ganzaroli). G2: 1) Gianluca Di Monte (Cicl. Figlinese); 2) Giulio Tatini(Pontassieve); 3) Emanuele Galli (Itala). G3: 1) Fausto Galli (Pontassieve); 2) Leonardo Borgni(id.); 3) Lapo Giovannelli (id.). G4: 1) Alessandro Iacchi (Pontassieve); 2) Alessandro Benvenuti(id.); 3) Ilyas Zaiti (Arezzo Bike). G5: 1) Lorenzo Ratto (Amore&Vita); 2) Niccolò Ferri (FoscoBessi Calenzano); 3) Leonardo Brizzi (Itala). G6: 1 (Daniel Gocaj (Borgonuovo Milior); 2) SamueleNocentini (Figlinese); 3) Diario Gattuso (Appenninico). ESORDIENTI: 1) Manuel Pesci (ArezzoBike); 2) Leonard Lisi (Borgonuovo); 3) Zakaria Taoss (Arezzo Bike). DONNE G2: 1)RebeccaBusoni (Amore&Vita).Team) ed il Capoclassificadel Giro della Provinciadi Genova Bruzzone (BikeO’Clock PDB).Una foratura ha frenato Piras,scavalcato dai due direttiavversari: con una nuova coperturail rientro in gioco gliha consentito un controsorpasso,vanificato dal ritiro apoche centinaia di metri daltraguardo.Vittoria, quindi, per Parodiche ha strappato gli applausidi coloro che ne avevano apprezzatole doti tredici annifa, anno della sua ultima garaagonistica.Seconda posizione per AndreaErmellino (SpeedWheel Team) che andava aprecedere Simone Ferrero(Team Olmo).In campo femminile successoper Elisabetta Narducci(Bike O’Clock PDB).Negli Esordienti Maschilil’ha spuntata Lombardo (UCLaigueglia), nella EsordientiFemminile Mariele Schianchi(UC Laigueglia), negliAllievi Rossi (UC Laigueglia),negli Juniores GianlucaCaserza (Genoa Bike), neiMaster Sport Ferrero (TeamOlmo), negli M1 Ermellino(Speed Wheel Team), negliM2 Cuffini (HBM Racing),negli M3 Parodi (BikeO’Clock PDB), negli M4Gaggini (Bike O’Clock PDB),negli M5 Filippetti (BikeO’Clock PDB), negli M6 Ghiglione(GS Mobili Casaccia).La vittoria finale del Girodella Provincia di Genovaè andata a Carlo Bruzzone,atleta della Bike O’ClockPDB, in campo maschile, ealla compagna di squadraElisabetta Narducci in quellofemminile.il Mondo del Ciclismo n.4813


CRONACHE DELLE GAREUmbria Top Cross - Seconda prova, 5° Trofeo Castel Todinodi Laura ProiettiCASTEL TODINO (TR)(15/11) - Marco Cellini haconquistato, dominandolo, il5° Trofeo Castel Todino, organizzatodal Gc Castel TodinoRoberto Chiappa. L’Elitedel Team Eurobici Orvietosi è portato subito in testa e,sul terreno di gara con fondoasciutto e reso compatto dallapioggia dei giorni precedentila competizione, ha incrementatoil proprio vantaggio sinoa tagliare vittorioso il traguardo.La gara era valida anchequale seconda prova dell’UmbriaTop Cross.Cellini senza avversariSi è portato subito in testa ed ha incrementato via via il vantaggioOrdini di arrivoDONNE UNICA: 1) Romina Perugini(Bikeland Team Bike 2003); 2) RominaScarabottini (Ruota Libera); 3) LauraSopranzi (idem). ESORDIENTI: 1) PaoloTudico (Polisportiva Pennese). ALLIEVI:1) Riccardo Proietti (Ruota Libera);2) Michele Manili (GS Avis Amelia)..JUNIORES: 1) Leonardo Caracciolo (ScCentro Bici Team Terni); 2) MassimilianoCostantini (Uron Metal Cicli Protek); 3)Federico Arronenzi (Gs Avis Amelia).ELITE UNDER 23: 1) Marco Cellini(Team Eurobici Orvieto); 2) Michele Salza(Team Co.Bo Pavoni); 3) Marco Roviglioni(Tecnicolor Vernici Penne). MASTERSPORT: 1) Alessandro Peruzzi (Sc CentroBici Team Terni); 2) Andrea Sebastiani(Gc Bevagna); 3) Federico Bianchi (UcBastia). MASTER 1: 1) Matteo Donati(Bikeland Team Bike 2003); 2) AlessandroPasquali (Centro Italia Bike Montanini); 3)Fabio Lucarelli (Crm Racing). MASTER2: 1) Alberto Laloni (Battistelli Extreme);2) Andrea Benedetti (Sc Centro BiciTeam Terni); 3) Roberto Sabatini (idem).MASTER 3: 1) Salvatore Battista (S.NiloGaeta Bikextreme); 2) Mauro Cozzari(Bikeland Team Bike 2003); 3) LucaAgostinelli (Uc Petrignano). MASTER 4:1) Fabrizio Cavalieri (Gcs Luigi Metelli Spa);2) Paolo Sebastiani (Bikeland Team Bike2003); 3) Giorgio Colli (Battistelli Extreme).MASTER 5: 1) Carlo Battistelli (BattistelliExtreme); 2) Stefano Sarti (Ruota Libera); 3)Claudio Verducci (Testi Cicli). MASTER 6E OLTRE: 1) Massimo Burzi (Team Scott-Pasquini); 2) Giancarlo Rivaroli (BattistelliExtreme); 3) Piero Angeletti (Team BikeMiranda).I leader dopo la II provaDONNE UNICA: Romina Scarabottini(Ruota Libera). ESORDIENTI: PaoloTudico (Polisportiva Pennese). ALLIEVI:Riccardo Proietti (Ruota Libera). JUNIOR:Leonardo Caracciolo (Sc Centro BiciTeam Terni). ELITE UNDER 23: MarcoCellini (Team Eurobici Orvieto). MASTERSPORT: Alessandro Peruzzi (Sc CentroBici Team Terni). MASTER 1: AlessandroPasquali (Centro Italia Bike Montanini).MASTER 2: Alberto Laloni (BattistelliExtreme). MASTER 3: Salvatore Battista(S.Nilo Gaeta Bikextreme). MASTER 4:Paolo Sebastiani (Bikeland Team Bike 2003).MASTER 5: Carlo Battistelli (BattistelliExtreme). MASTER 6 E OLTRE: GiancarloRivaroli (Battistelli Extreme).il Mondo del Ciclismo n.4814Successo di partecipazione alla seconda provadell’Umbria Mini Cross a Castel TodinoCASTEL TODINO (TR)(15/11) - Sono stati 43 i piccoliciclisti che si sono sfidatia Castel Todino nella garaorganizzata dal Gc CastelTodino e valida come secondaprova dell’Umbria MiniCross. Ad avere la meglio sugliavversari sono stati LorenzoConti (Team Bike Miranda),Filippo Carbonari (FreePhotobike Team), MichaelMenicacci (Soriano Ciclismo),Leonardo Mosca (UcNestor Sea Marsciano), MatteoStizza (Free PhotobikeTeam) e Diego Verducci (TestiCicli). L.P.G1: 1) Lorenzo Conti (TeamBike Miranda); 2) FedericoPirro (individuale); 3) FrancescoCalandrini (individuale).G2: 1) Filippo Carbonari(Free Photobike Team); 2)Giacomo Berluti (PianelloCicli Cingolani); 3) TommasoBuratta (Testi Cicli). G3:1) Michael Menicacci (SorianoCiclismo); 2) Andrea Morgani(idem); 3) Nicola ProiettiValeri (Uc Foligno). G4: 1)Leonardo Mosca (Uc NestorSea Marsciano); 2) MirkoCola (Free Photobike Team);3) Francesco Pirro (idem). G5:1) Matteo Stizza (Free PhotobikeTeam); 2) Monica Verdenelli(idem); 3) ChristianFilippi (Soriano Ciclismo).G6: 1) Diego Verducci (TestiCicli); 2) Francesco Labbrozzi(Polisportiva Pennese); 3)Antonio Candi (Pianello CicliCingolani).


REGIONIEmilia Romagna -Nell’Albo d’Oro, tra i vincitori, Sandro Pertini e Rita Levi Montalcinidi Emilio MainiNOCETO (PR) - Da diciannoveanni le Amministrazionecomunali di Noceto che sisono succedute, in occasionedi San Martino hanno premiatoi nocetani che si sonodistinti per meriti imprenditoriali,del volontariato e dellosport. Quest’anno l’evento siè tenuto lo scorso 11 novembre,presso il teatro Moruzzi,presenti molte autorità e personagginocetani, col gruppomusicale Parmense ‘’Gand-Eden-Ansable’’ ad allietare iltutto.Fra i tanti premiati dal sindacoGiuseppe Pellegrini, nellaserata condotta da LauraBarbieri, consigliere comunale,per lo sport è stato sceltoTarcisio Persegona. Nocetanodoc, Persegona abita a SanLazzaro di Noceto, ed è ungrande appassionato di ciclismoe dello sport in generale.Presidente dell’impresa TreColli Spa, leader mondiale dicostruzioni di oleodotti e gasdotti,è quel che si dice ungentiluomo di stampo antico(il suo idolo è stato FaustoCoppi), ma con mentalità moderna,da vero cultore dellosport in generale.Considerato un buon ciclista,con Imerio Massignan ha scalatoper oltre 200 volte il PassoGavia. Inoltre, è anche sponsordi una società ciclisticaprofessionistica la DiquigiovanniAndroni Giocattoli delTeam Manager Gianni Savio,squadra che vanta corridoridel calibro di Gilberto Simoni,Michele Scarponi, LeonardoBertagnolli. Persegona lega ilsuo marchio, anche nel mondodelle Gran Fondo visto chea Pontremoli Massa gestisceil Gruppo Sportivo DivisioneMaster. Oltre ai professionistie agli amatori, il nome dellasua azienda è sulle maglie diuna squadra élite donne consede ad Asti e molte formazio-Il San Martino d’Oroa Tarcisio PersegonaL’importante riconoscimento, nato nel 1988, gli è stato assegnatoper essersi intensamente dedicato alla promozione del ciclismoA TARCISIO PERSEGONAni giovanili sparse in tutt’Italia.La Tre Colli ha società ciclisticheanche in Sudamerica,preciamente la Bono Colombianae la Tre Colli Venezuelana.A Parma sono numerose lesue sponsorizzazioni e a Fontanellatoanche una società diragazze esordienti e allieve.Se tutto questo non bastasse,Tarcisio figura come sponsorprincipale al Giro dell’Appenninoper professionisti. Dainizio 2002 a Novi Ligure hapartecipato in prima personaalla realizzazione di un grandemuseo del ciclismo fornendobiciclette e foto d’epoca.Da buon nocetano non hamai dimenticato la sua terrad’origine e dal 1978 a Nocetoorganizza il Trofeo GiovanniPersegona - corsa per ex professionistidedicata alla memoriadi suo padre - con partenzadalla sua San Lazzaro earrivo al Santuario di Montemanulo.Nel 2009, 31a edizione,allineati dietro il nastro dipartenza, c’erano, tra gli altri,Francesco Moser, GianniMotta, Eugenj Berzin, ImerioMassignan, Michele Dancelli,i parmensi Emilio Casalini,Ercole Gualazzini, LucianoArmani. Vinse per distaccoFrancesco Moser per distaccosu Ercole Gualazzini. Buonquarto proprio Tarcisio Persegona,davanti a Emilio Casalini;decimo Eugenj Berzin.Per questi suoi meriti a favoredel ciclismo, l’amministrazionecomunale di Noceto lo hainserito fra i destinatari delpremio ‘’San Martino D’Oro’’,una medaglia recante l’immaginedel Santo Patrono in unarappresentazione della roccariprodotta da un dipinto diAlberto Pasini del 1851. Tra igrandi personaggi cui è statoattribuito il Premio, SandroPertini, nel 1988 (primo anno)e Rita Levi Montalcini 8 nel1989).Subito dopo la premiazioneil Cavalier Persegona, che eraaccompagnato dalla consorteGabriella, ha sottolineatol’importanza del riconoscimentoe la commozioneche ha suscitato in lui. ‘’ Nonme lo aspettavo, e ringrazioil sindaco in prima persona,le autorità presenti e tutta lacommissione che mi ha scelto.Scorrendo l’albo d’oro deipremiati vedo nomi importanti,e sono onorato di farneparte. Tutto questo mistimolaad impegnarmi, ancoramaggiormente a favore del ciclismo,partendo dalle categoriegiovanili, settore in cuicredo fortemente”.Tarcisio Persegona, premioSan Martino D’Oro 2009 subentraa Stefano Notari, exprofessionista nocetano premiatonel 2008.il Mondo del Ciclismo n.4815


REGIONII suo atleti spaziano tra gare su strada, pista e ciclocrossdi Graziano ZilliPONTENURE (PC) - Si è conclusoin modo soddisfacente il2009 del Velo club Pontenure- Zeppi, storica società sullabreccia del ciclismo piacentinoda oltre cinquant’anni. Fioreall’occhiello del sodaliziodel presidente Alfredo Bongiorniè stato il promettenteallievo Michele Maggi, che sustrada ha conquistato tre vittorie(Morimondo-Ossona,Costamezzana, Seregno), unapiazza d’onore (Pontenure),cinque terzi posti (Castelboglione,Pedrocca di CazzagoSan Martino, Bornato, Bore,Migliaro) e altri dieci piazzamentitra i primi dieci, oltre altitolo provinciale su strada e alsuccesso nella classifica finaledel “Piccolo Tour del DucatoParma-Piacenza”. Maggi haanche svolto una proficua attivitàsu pista: infatti, si è laureatocampione provinciale diInseguimento e Scratch al velodromodi Fiorenzuola d’Ardaed è salito sul terzo gradi-Il VC Pontenure Zeppiha operato a tutto campoPunta di diamante l’allievo Michele Maggi, campione provincialein linea, nell’inseguimento e scratch. In luce l’esordiente RosiMICHELE MAGGIno del podio ai CampionatiItaliani di Marcianise nell’Inseguimentoa squadre insiemeai compagni dell’Emilia B(Pritoni, Parise e Michelini).Inoltre, nella stagione 2008-2009 di ciclocross, il portacoloripontenurese ha ottenutoaltre due affermazioni (Polpenazzee Muggiò), due secondiposti (Pasturana, Rivoli), unterzo (Costa Masnaga) e unquarto (Pieve Tesino).Sotto la guida dei diesse VascoMaggi ed Enrico Rocca,la formazione Allievi ha conseguitobuoni risultati anchecon Giovanni Belforti (terzoa Lesignano Bagni e quinto aCremona su strada, nonchévincitore del titolo piacentinodi Velocità e Corsa a punti),Alexander Manic (quartoa Fiorenzuola), Carlo Bosoni,Mattia Tagliaferri, MatteoSanti e Marco Mazzoni.Fra gli Esordienti diretti daLuca Altissimo e FrancescoFarina, si è invece distinto FilippoRosi, che su strada hatrionfato a Soncino, giungendoanche due volte secondo(Pavia e San Giorgio di Legnano)e due volte quarto (SanPolo di Torrile e Casalpusterlengo).In evidenza pure i suoicompagni Riccardo Bridelli,Ivo Guccione, Matteo MerliMatteo, Abdelkbir Naoui,Gaetano Narsilio e ChiaraCrevani (campionessa provincialedi Corsa a punti).Anche sul piano organizzativola stagione del Velo clubPontenure è stata intensa, conl’allestimento del CampionatoItaliano Amatori sulla pista diFiorenzuola d’Arda e della 37aedizione del classico TrofeoSivelli per Allievi.il Mondo del Ciclismo n.4816Chiusura stagionale con la cronocoppie in famigliaLa Ciclistica Maranello ha datol’arrivederci al 2010CON LA TRADIZIONALEcronocoppie, composta da unatleta e da un genitore o undirigente si è conclusa la stagionesu strada della CiclisticaMaranello.La manifestazione patrocinatadall’assessorato allosport del comune di Maranello,supportata dal serviziod’ordine dei volontari coordinatida Renato Tollari e dalservizio cronometraggio delpresidente Geminiano Gibellini.Si è laureato campione socialel’esordiente Ivan Sarti in coppiacon lo zio Maurizio Sarti.Questa la classifica dellacronosociale con alcuni“accompagnatori” che hannodovuto sobbarcarsi undoppio turno: 1. Ivan Sarti(Es.) - Maurizio Sarti; 2.Paolo Rinaldi (Es.) - IvanoI GIOVANI DELLA CICLISTICA MARANELLOCappi; 3. Federico Ghitali(Es) -Alex Maggi; 4. BadrMourtaji (G4) - AbdluahedMourtaji; 5. Enrico Cantoni(Es) - Alex Maggi; 6. AlessioSpezzani (G3) - Gabriele Bonucchi;7. Ihssan Mourtaji(G1) - Abdluahed Mourtaji;8. Mattia Biamonte(G2)-Loris Manicardi; 9. MarcoGrisendi (G2) - MaurizioSarti; 10. Chiara Cavallini(G2) - Fabio Cavallini; 11.Celeste Serri (G3)-AndreaSerri;12. Alessio Basco (G1)- Loris Manicardi; 13. AndreaGianaroli (G1) - MorenoGianaroli.Elio Giusti


REGIONIEmilia Romagna - Il Trofeo Paola Scotti al GS Franco Zeppidi Graziano ZilliSARMATO (PC) - Al terminedella settima e ultima prova,si è concluso a Sarmato il 18°Trofeo Paola Scotti per Giovanissimi,che per il quarto annoconsecutivo ha salutato la vittoriadei ragazzi del Grupposportivo Franco Zeppi di Piacenza.Preceduto da un minutoraccoglimento in onore deisoldati italiani caduti a Kabul,l’atto conclusivo della manifestazioneche ricorda la primacampionessa italiana di ciclismosu strada ha visto al viaben 120 piccoli atleti provenientida diverse province. Altermine delle gare, la giornataè proseguita con l’inaugurazionedi una mostra fotograficadedicata proprio a PaolaScotti e allestita dal Grupposportivo Sarmatese, con lapreziosissima e fattiva collaborazionedi Alberto Ginoferoe Claudia Maffi. All’eventohanno presenziato il sindacodi Sarmato Anna Tanzi, ilpresidente della Federciclismopiacentina Giovanni Cerioni,Classifica1. Gruppo Sportivo FrancoZeppi (515 punti); 2. Grupposportivo Cadeo Lcm Area(265); 3. Scuola CiclismoFiorenzuola (214); 4. PedaleCastellano (163); 5. Grupposportivo Nuvolera (126); 6.Scuola Ciclismo PiacenzaRaschiani (116); 7. PedaleLungavilla (67); 8. Societàciclistica Muzza 75 (65); 9. Veloclub Cassano Magnano (38);10. Lugagnano Off Road (37);11. Gruppo sportivo Corbellini(35); 12. Società ciclisticaLomello (29); 13. EiffelFontanellato e PolisportivaTorrile (20); 15. Biking Nocetoe Gruppo sportivo Tarros (19);17. Club Ciclistico Cremonese(6); 18. Gruppo sportivo FaustoCoppi Ragazzola e Grupposportivo Pellegrino Parmense(5); Gruppo sportivo DelioGallina (4).Un ricordo sempre vivoAncora ai giovanissimi del sodalizio piacentino la manifestazionein onore della prima campionessa italiana su stradail famoso fotografo Vito Liverani(autore di molti scatti dellamostra) e tante ex atlete cheall’inizio degli anni Sessantacondivisero con la Scotti i primi,contrastati passi del ciclismofemminile in Italia: FlorindaParenti, Maria Cressari,Giuditta Longari, ElisabettaMaffeis, Rosa Vitari, RaffaellaBeretta, Maria Teresa Colla,Ivana Panzi, Albertina Ferrarioe Mariuccia Pecchinini.CHI ERA PAOLA SCOTTIIN ALTO I GIOVANI DEL GS F. ZEPPI; SOTTO, IL GRUPPO DI EX CICLISTE- Nata a Borgonovo Val Tidone(Piacenza) il 25 aprile 1944,ancora bambina si trasferì conla famiglia in una cascina situatanella zona golenale delPo, non lontano da Sarmato.Si appassionò al ciclismo assaipresto e quando la Federazionericonobbe ufficialmente ilciclismo femminile non esitòa tesserarsi per la squadrache Renato Ginofero stava allestendoproprio in provinciadi Piacenza. Nel 1962 partecipòai Mondiali di Salò; quindi,il 14 luglio 1963, conquistòil primo titolo italiano di ciclismofemminile su strada aCastelsangiovanni (Piacenza),battendo in volata la favoritaFlorinda Parenti. Nell’agostodell’anno successivo centròun nuovo, straordinario successoa Ceparana di La Spezia,in una gara internazionale chevedeva al via molte campionessestraniere. Questo trionfofu purtroppo il suo cantodel cigno, perché prima unagrave indisposizione e poi gliimpegni famigliari la distolserodefinitivamente dall’attivitàagonistica. Ma la passioneper lo sport non si sopì in lei ecosì, anni dopo, diventò giudicedi gara ed entrò anche a farparte della Federazione ItalianaCronometristi. Nel 1990,a soli 46 anni, un mare incurabilese la portò via, ma nell’ambienteciclistico non solopiacentino tutti la ricordanocon straordinario affetto.il Mondo del Ciclismo n.4817


REGIONIToscana - Una bella società ed uno sponsor inimitabiledi Antonio MannoriQUATTRO STRADE DIBIENTINA (PI) - Una splendidastagione negli allievi contredici vittorie e numerosipiazzamenti, e l’anno prossimoil salto di categoria neglijuniores. E’ quello che ha fattoe quello che farà il TreccificioRCG Quattro Strade, splendidarealtà da oltre tre lustri delciclismo toscano grazie allapassione dello sponsor SerafinoGronchi, titolare dell’aziendaa Ponticelli di SantaMaria a Monte (Pisa). Davveroun personaggio inimitabileSerafino. Amabile, sempre disponibile,innamorato del ciclismoal quale ha dato moltoanche con il sostegno garantitoin passato ad altre societàbasti ricordare la Mastromarco.Una persona perbenee stimata, ora vicino al gruppoQuattro Strade che ha in LucaSignorini il dirigente di riferimentoe che gode del sostegnoe della collaborazione del comunedi Bientina. Debuttarenegli juniores con la prossimastagione lo sbocco inevitabile,ma senza sognare, quanto conuna squadra forte di 10 atletidove lo spirito di sacrificio,l’impegno, la passione, la gioiaTreccificio RCG ha fatto 13Il prossimo anno debutto tra gli juniores. Sacchetti punto di riferimentoLA SQUADRA ALLIEVI CON IL DIESSE GESIdi stare assieme e fare grupposono elementi fondamentali.Ma intanto nel TreccificioRCG Quattro Strade si ricordacon piacere il 2009. Tre affiliazioni(Toscana, Basilicatae Liguria) e 13 vittorie. MicheleStefanile l’atleta del sudha vinto quattro volte e nove ipiazzamenti nei primi cinque.Il ligure Niccolò Bonifazio haconseguito cinque successi e12 piazzamenti di rilievo, protagonistatra l’altro in gare checontano. Per MassimilianoVigo un successo ed infine latripletta di Adriano Sacchetti,un pisano che ha saputoemergere con grande disinvolturadimostrando abilità, dotie qualità. Stefanile e Bonifaziohanno scelto per il 2010una squadra abruzzese ed unaspezzina, per cui sarà Sacchettil’atleta di riferimentoper l’attività juniores. Sarannocon lui anche David Benvenuti,Damiano Mori, MarcoMelani (unico atleta del 2°anno), Matteo Fagnani, DiegoMantellassi, Guido Bracali,Paolo Zari, Marco Cossentinoe Pablo Magherini. Direttoresportivo sarà anche nellacategoria superiore l’ottimoAleandro Gesi, tecnico di Lariche ha esperienza in categoriae delle cui capacità nessunodiscute con la collaborazionedi Paolo Centi. Serafino Gronchi(sponsor), Luca Signorini(dirigente), il “diesse” Gesi, edil rappresentante del comunedi Bientina, l’assessore allosport Roberto Niccoli, si sonoritrovati sul Monte Serra pressoil locale “I Cristalli” per fareil bilancio della stagione e preparareil futuro. Un’incontrofestoso ed amichevole comepiace allo sponsor che vorrebbealmeno centrare un successoanche tra gli juniores.il Mondo del Ciclismo n.4818CAMPI BISENZIO (FI) -Dopo le anticipazioni,la confermasulla nuova squadrajuniores del Campi BisenzioDieffe, già presente in categoriain questa stagione e guidatodal direttore sportivofiorentino Daniele Masiani.La struttura tecnica e societarianon cambierà in quantol’ex corridore Antonio Cossusarà ancora il presidente cosìcome è stato riconfermato iltecnico che guiderà la squadraforte di 12 atleti. Il CampiBisenzio Dieffe Confini Gestavrà tra i corridori riconfermatiFrancesco Pascali,Ceccarelli, Cardini, Becagli,Le prime novità per il 2010Campi Bisenzio Dieffeal via con 12 junioresGiachetti e Gori. Davvero interessantii nuovi arrivati nellasquadra ad iniziare da AntonioPicariello, provenientedall’Ambra Cavallini Vangie Cristhoper Machelutti (exRimor) campione toscano velocitàsu pista, che hanno militatogià da juniores nel corsodell’ultima stagione. Dallefile allievi dell’Empolese Birindelli,Pieroni e Forconi,che hanno saputo distinguersie vincere oltre a vari piazzamenti.Infine dalla provincia di Massa,arriva Bongiorni, mentredalla Sancascianese Polimeccanicagiungerà l’aretino RiccardoMarchesini, altro allievotra i più brillanti in questaannata. La squadra fiorentinaoltre alle tradizionali aziende,Dieffe Assistenza, ConfiniGest, Confini Costruzioni,Carrozzeria Alfieri, avrà ancheun nuovo sponsor, la dittaBarbara G. La compaginesarà equipaggiata con bici Vinered assistenza meccanicagarantita da Cicli Tredici diMontemurlo.Antonio Mannori


REGIONIToscana – Il bilancio stagionale della categoria junioresdi Antonio MannoriFIRENZE - Non solo per ilfatto di essere tornato a vincerecome toscano dopo 30anni il Giro della Lunigiana,e qualche giorno prima ancheil Trittico Veneto (altragara a tappe) ma anche comerendimento espresso da marzoa ottobre, è stato l’azzurroSimone Antonini il migliorjunior della stagione. Già tricoloreallievi, autore di 7 vittorie,una bella speranza peril ciclismo del domani e perlui anche il “Giglio d’Oro” riservatoalle promesse. Con lui,una grande stagione anche peri compagni di squadra Ulivie-Antonini è il numero unoNel carnet, Giro della Lunigiana e Trittico Veneto.Rendimento super anche per Orsani, tricolore crono a Imolari e Orsani (tricoloree toscano crono) e diriflesso per la GrassiIperfinish Stabbia,grazie a questo splendidoterzetto. Per ilresto (a parte Baniincappato nella notavicenda) buona stagioneper Fedi, Fiorenza,Casali, Brogi.Del primo anno, i piùbravi Trosino e Manfredi,e sorpresa nelcampionato toscanocon la vittoria di GiovanniPetroni (Rimor)sul traguardo di Siena.Su pista titoli regionali2009 a Machelutti,Trosino, Becagli, Migliorino,Pascale.ANTONINI SUL PODIODEL LUNIGIANA(FOTO PISONI)Classifiche di rendimento1p 2p 3p 4p 5p P.ti1. Antonini(Grassi Iperfinish) 7c 2a 3a 4c 2b 1312. Orsani (idem) 3c 3a 1 1a 1a 1183. Bani (Ambra Cavallini Vangi) 3a 6a 3b 2 - 1024. Ulivieri (Iperfinish Grassi) 4a 2 6b 3a 1 895. Fedi (Guarducci Strade) 1 1a 5c - 3b 736. Fiorenza (Arianna) - 2a 3 3 - 517. Casali (Berti Mobili Nari) 1a - - 2 1 408. Brogi (Aquila Ganzaroli) 3a - 1 1 - 379. Trosino (Ambra Caval. Vangi) 2a - - 3b 1a 3410. Manfredi (idem) 3 1 1 - 3c 31PLURIVITTORIOSIAntonini 7 vitt.; Ulivieri 4; Bani, Brogi, Manfredi, Orsani 3; Giorni,Dragotto, Trosino, Poli 2; con una Fruini, Viola, Scorpo, Fedi,Casali, Coli, Bellagamba, Petroni, Bartemucci, Cremoni.SOCIETA’Iperfinish Grassi Pratese 15 vittorie; Ambra Cavallini Vangi 10;Aquila Ganzaroli e Mobili Berti Benassi 5; Guarducci StradeUbaldo Signori 4; Arianna 2.LEGENDA: a= un piazzamento gara a punteggio doppio; b=due piazzamenti gare punteggio doppio; c=tre piazzamenti garepunteggio doppio.Diversi i cambiamenti per i due forti team élite-under 23MONSUMMANO TERME(PT).- Qualcosa potrà ancoracambiare prima di tornarea gareggiare con la Firenze-Empoli, ma diverse formazioni,soprattutto quelle dei dilettantie juniores, sono ormaifatte per il prossimo anno. E’il caso, tra gli elite-under 23,della Bedogni Grassi NataliniMonsummanese e dellaMastromarco Sensi. Il primoteam, plurivittorioso quest’annocon 20 vittorie (kermesseescluse e compreso icorridori affiliati in EmiliaRomagna come il livorneseMucelli e l’australiano Porte)ha fatto largo a numerosigiovani provenienti ancheBedogni Monsummanesee Mastromarco con novitàdalla categoria juniores. Sonoquindi una ventina i corridoritesserati che saranno a disposizionedei riconfermati tecnici,Giuseppe e Fabio Trinci(collaboratore tecnico l’exprofessionista Elio Aggiano).I nuovi sono Alberti, Casali,Ceglia, Cingi, Dami, Grassi,Fedi Andrea, Poli. Rinnovatafiducia per Foschi, Fedi Matteo,Lasca, Lupori, Mucelli,Parrinello, Pesi, Pirrera, Salvatoree Antonino Puccio, ilcolombiano Carlos QuinteroNorena.Mastromarco Sensi con unnuovo sponsor tecnico sullamaglia, la Scott, ed anchequi diverse novità dopo ilpassaggio nei professionistidi Damiano Caruso e StefanoBorchi. Riconfermati i duedirettori sportivi Carlo Franceschie Giuseppe Di Fresco(collaboratore Roberto Boldrini)e tra gli atleti Galligani,Puccioni, Sesti ed il campionevenezuelano Monsalve.Dalla Marchiol, team veneto,l’arrivo di Antonio Santoro,quindi l’ex campione toscanounder 23 Matteo Mammini, idebuttanti in categoria Bernardini,Bonifazio (arrivanodalla squadra spezzina CasanoSana), i laziali Bernardinettie Roberti, provenientidal Borgonuovo Milior. Maa Mastromarco il presidenteBruno Malucchi ed i suoi collaboratorinon hanno ancoraconcluso i movimenti e ci potrebberoessere ulteriori novitàa breve. Antonio Mannoriil Mondo del Ciclismo n.4819


REGIONIil Mondo del Ciclismo n.4820Piemonte - Bilancio della categoria Allievial gioco di squadra, Durbanoha trovato la sua giornatadi grazia sul rettilineo d’arrivoin leggera salita. Mentre ifavoriti si controllavano perla volata, Durbano è scattatocon perfetto tempismo mantenendofin sotto il traguardopochi metri di vantaggio perfesteggiare il suo successo piùimportante. Sempre in temadi squadre, da sottolineareanche la positiva stagionevissuta dall’Ucab Biella che,oltre a Mosca, ha rilanciatoall’attenzione generale DavideScalcon. Il biellese ha centratoun’unica affermazionecome lo scorso anno ed esattamentenella stessa località:Castelletto Cervo. Un plausoassolutamente incondizionatova inoltre rivolto anche al PediPaolo BuranelloANCORA UNA stagione all’insegnadell’equilibrio nellacategoria allievi in Piemonte.L’annata 2009 si è infatti puntualmenteconfermata come laprecedente per un sostanzialelivellamento dei valori, anchese non sono mancati atleti interessanti,come Pietro MariaPiccaluga e Davide Busuito.I due con tre successi a testasono risultati i migliori dellacategoria. Il portacolori dellaRostese si è imposto anchefuori regione (a Sangiano nelvaresino), e ha conquistato ilsecondo posto a Suno nel novarese,alle spalle del toscanoLuca Cappelli che gli è valsoil titolo di campione regionalepiemontese a cronometro.Piccaluga aveva inaugurato lastagione della categoria con ilsuccesso di Collegno e replicatocon una bellissima vittoriaottenuta in casa a Rosta,proprio davanti al suo rivaleBusuito. Cinque secondi postipesanti e la malasorte chelo ha perseguitato in più diun’occasione sotto forma diincidenti e forature, hanno incisonegativamente sul bottinofinale di Piccaluga, che perle qualità evidenziate anche inpista ha dimostrato di essereun atleta completo a tutti glieffetti, e nel 2010 sarà davverointeressante seguirlo al debuttonella categoria juniorescon una delle squadre più prestigiosedel settore, il PedaleCastanese. Classe ed estrohanno contraddistinto anchela positiva annata del portacoloridel Velo Club EsperiaRolfo di Piasco, Busuito. Abersaglio nella prestigiosa Novara-Orta,il pupillo di BrunoSalvatico ha dimostratoottime doti in salita contro iltempo. Nella cronoscalata daGiaveno agli oltre 1000 metridel Colle Braida, e inseritanell’ambito della due giornidi gare allestite dalla Rostese,Spiccano Piccalunga e BusuitoEntrambi risultano leader regionali con tre successi.Tra le società con 5 vittorie la Rostese è la società reginal’alfiere del team cuneese hainfatti incassato un successodi spessore. Busuito ha quindichiuso il cerchio imponendosia Carezzano nell’alessandrino.Alle spalle dei due atletidi maggior spicco della categoria,si è messa in luce un’altracoppia, quella costituita daJacopo Mosca dell’Ucab Biellae da Andrea Marchetti dellaNovese Fausto Coppi. Moscaha incamerato due vittorieaffermandosi a Mondovì e aBriga Novarese. Marchetti siè reso autore invece di un eccellentefinale di stagione chegli ha consentito di portare acasa due successi in appena 15giorni. Sbloccatosi a Suno nelnovarese in chiusura del mesedi settembre, l’atleta alessandrinodi Carbonara Scrivia, siè ripetuto nell’ultima gara stagionaledella categoria disputataa Rivara Canavese, dove siè autorevolmente ripropostofirmando un bel successo allosprint sul varesino Borsato.Tornando alla Rostese cheha chiuso a cinque vittorie il2009, da segnalare che gli altrisigilli sono stati siglati daUmberto Barella a Pecetto diValenza, e da Gabriele Usanche si è imposto a Meda inLombardia. Per i cuneesi dell’EsperiaRolfo quattro invecele affermazioni, l’ultimoper merito di AlessandroDurbano,che si è aggiudicatoil titolo di campione regionalepiemontese della categoria,in occasione della prova di Invorionel novarese. Votato congrande spirito di sacrificioDA SINISTRA, PICCALUNGA E BUSUITO


REGIONIdale Acquese. Il piccolo sodalizioalessandrino ha vissutoinfatti un’annata straordinariaincassando tre vittorie, tuttefirmate da corridori diversi,due dei quali del primo anno.L’elemento di maggior classeSimone Staltari, si è impostonel blasonato Gran Premiodella Liberazione di Valenza.Le soddisfazioni per AlbertoMarengo e Patrik Raseti sonoinvece arrivate rispettivamentedalla corsa di Valdengo nelbiellese, e nella Pavia-Lirio. Ilquadro dei vincitori nel 2009,si completa con Andrea Sottocornolae Alessandro Ferrarotti.Il verbanese Sottocornoladel Pedale Verbanese, piùche mai lanciato sulle traccedel cugino Omar, ha offertoFERRAROTTI, UNO DEGLI ALLIEVI PIÙ PROMETTENTIun saggio della propria poliedricità.Azzurro nel ciclocross,ha dimostrato talentoanche nella strada riportandouna vittoria importante aSolbiate Olona in Lombardia.Il biellese Ferrarotti dal cantosuo, si è imposto battendoproprio lo stesso Sottocornolaa Mergozzo nell’impegnativaprima tappa del Giro delVCO. Per concludere, da ricordarein campo femminilela splendida medaglia d’argentoconquistata ai campionatiitaliani di Sarnonico (Trento)in Val di Non, dalla bravissimacuneese Corinna Defilèportacolori della Canavesi Ornavasso.Medagliata su pista emedagliata su strada: la Defilèè ormai una bella realtà.Gli ultimi acuti del 200930 agosto - 2° Trofeo Sportivi di Briga NovareseORDINE DI ARRIVO: 1. Jacopo Mosca (Ucab Biella) km. 75 in1h53’ media 39,823; 2. Nicolò Lavazza (Sanremese); 3. AndreaMarchetti (Novese Fausto Coppi); 4. Carmelo Foti (Prealpino); 5.Claudiu Mitrofan (Cologna Veneta) a 1’; 6. Alessandro Scarato(idem) a 1’53”; 7. Umberto Barella (Rostese); 8. Simone Tadiello(Busto Garolfo); 9. Federico Manzoni (idem); 10. Stefano Martinetti(Rostese).6 settembre - 60° Trofeo Squillario PiattoORDINE D’ARRIVO: 1. Giovanni Longo (Gaerne) km 72 in 2h01’media 35,702; 2. Umberto Barella (Rostese) a 12”; 3. AlbertoMarengo (Pedale Acquese) a 30”; 4. Davide Busuito (EsperiaRolfo); 5. Andrea Marchetti (Novese Fausto Coppi); 6. Pietro MariaPiccaluga (Rostese); 7. Vid Jejcic (Hit Casino); 8. Stephan Brun(VC Annemasse); 9. Theo Guillaune (idem); 10. Michael Michelotti(Genoa Bike)Mosca (Ucab Biella); 10. Nicholas Simula (Raffaele Marcoli)27 settembre - 26° Mem. Giacobone QuattrocascineORDINE DI ARRIVO: 1. Massimiliano Vigo (Treccificio Liguria)km 80 in 2h 03’ media 39.024; 2. Pietro Maria Piccaluga (Rostese);3. Nicolò Lavazza (Sanremese); 4. Erik Fazzone (Esperia Rolfo);5. Marco Finisetti (Lomello); 6. Andrea Marchetti (Novese FaustoCoppi); 7. Luca Cappelli (Bottegone) a 28”; 8. Samuele Cerri(Lomello) a 1’20”; 9. Mattia Basso (Madonna di Campagna Gio) a1’40”; 10. Michael Michelotti (Genoa Bike).4 ottobre - 52° Gran Premio Ucat Rivara CanaveseORDINE DI ARRIVO: 1. Andrea Marchetti (Novese Fausto Coppi)km 77 in 1h 58’ media 39.153, 2. Ottavio Borsato (Prealpino); 3.Luca Gibilras (idem) a 1’07”; 4. Carmelo Foti (idem) a 1’15”; 5.Stefano Martinetti (Rostese) a 1’19”; 6. Federico Gallesi (Levante) a1’45”; 7. Alessandro Piovesan (Rostese); 8. Luca Usan (Prealpino); 9.Davide Olivero (Rostese); 10. Massimiliano Spanò (Solbiatese).SCALCON NELLA GARA DI CASTELLETTO CERVO13 settembre - 42° Tr. Comunale di Castelletto CervoORDINE D’ARRIVO: 1. Davide Scalcon (Ucab Biella) km 70 in1h45’ media 40; 2. Nicolò Gavazza (Sanremese); 3. Cristian Uccelli(Pedale Ossolano); 4. Alessio Gaglia (Genoa Bike); 5. MichaelMichelotti (idem); 6. Federico Manzoni (Busto Garolfo); 7. IginoRosellino (BuStese); 8. Alberto Marengo (Pedale Acquese); 9.Simone Tadiello (Busto Garolfo); 10. Simone Staltari (PedaleAcquese).20 settembre - 1° Trofeo Città di SunoORDINE DI ARRIVO: 1. Andrea Marchetti (Novese Fausto Coppi) km80 in 1h58’ media 40.678; 2. Gabriele Usan (Rostese); 3. Andrea Rivetti(Esperia Rolfo); 4. Simone Staltari (Pedale Acquese) a 1’30”; 5. DavideScalcon (Ucab Biella); 6. Erik Fazzone (Esperia Rolfo); 7. Pietro MariaPiccaluga (Rostese); 8. Giuliano Rancilio (Busto Garolfo); 9. Jacopoil Mondo del Ciclismo n.4821


REGIONIil Mondo del Ciclismo n.4822Marche - Bilancio positivo per la società di Trodica di MorrovalledI Paolo PiazziniIL TEAM S.C.A.P. PrefabbricatiForesi di Adriano Pennacchioni,ha pochi anni di vita,ma la sua presenza nel mondodel ciclismo dilettantistico ècresciuta ben presto di intensitàe di importanza. Ha iniziatol’attività tra gli Juniores nel2001 e poi nel 2008 ha allestitoanche una squadra di under 23e di élite, concentrando infinenel 2009 tutte le proprie forzein questa categoria maggiore.Se già nel 2008 la società diTrodica si è comportata onorevolmente(un successo conl’élite Rocchetti), quest’anno lasquadra, diretta ancora dal d.s.Gianfranco Frati - in compagniaquest’anno dell’altro diesseOtello Gerboni - ha avutoun ruolo di tutto riguardo. Lasquadra era composta inizialmenteda dieci corridori, deiquali 7 Under 23 e 3 Elite (unodi questi, Leopoldo Rocchetti,nel corso della stagione è passatoprofessionista con l’Hadimec).Il bilancio stagionale èda considerare estremamentepositivo e, per sintetizzare soltantoi risultati di spicco, è illustratoanzitutto da 6 vittorie,da parte dei corridori HenryFrusto (3), Stefano Di Carlo (2)e Domenico Rosini (una), e daun cospicuo numero di piazzamentidi rilievo. C’è da sottolineareche più volte l’intesae l’armonia tra i ragazzi dei d.s.Frati e Gerboni ha trovato risaltoin squillanti affermazionicollettive, come nella garalaziale di Labro, dove il successodi Di Carlo è stato corredatodal 3° posto di Piscaglia, dal 4°di Satini, dal 5° di Frusto e dal6° di Rocchetti. Da ricordareanche l’affermazione di Rosininel Campionato Regionale diCastelfidardo, completata dal4° posto di Di Carlo, e la vittoriadi prestigio di Frusto nell’internazionaledi Folignanocon il compagno Satini, grandeprotagonista della corsa, al 3°Team SCAP Prefabbricati Foresiuna squadra in crescitaNel 2009 la consacrazione fra i dilettanti grazie alle prestazionidi Frusto, Di Carlo, Rosini, Satini e Piscaglia. Fiore all’occhiellola vittoria nel 18° GP Mille Cappelliniposto. Henry Frusto, 23enne diRecanati, è stato l’acquisto dell’ultim’ora(dopo che gli era saltatoil passaggio al professionismo)e in realtà è stato in primoluogo lui a far salire di grado lasquadra, rivestandone subito ilruolo di leader di sicuro valore.Il suo primo acuto è venuto dal3° posto in aprile nella Classicadi Colbuccaro, dove peraltroil compagno Di Carlo lo haseguito al 4° posto; il 26 giugnopoi il corridore recanateseha confermato la sua staturanazionale, cogliendo un altroterzo posto, di tutto prestigio,nel Campionato Italiano Elitedi Imola. Sulla scìa di questogrande risultato sono venute,quasi di seguito, le tre vittoriestagionali di Frusto, nel Girodella Provincia di Pesaro e Urbinoil 5 luglio, nel Trofeo ToscoUmbro a Lippiano il 25 luglioe nell’internazionale GranPremio Folignano, la vittoriapiù bella, il 5 agosto, a breve distanzadal 2° posto nell’internazionaleGiro del Cigno.Al di là dell’indubbio spessoredei risultati, Henry Frusto nel2009 ha messo assieme, in cifre,3 vittorie, 4 secondi, tre terziposti (tra i quali anche quellonell’internazionale Trofeo Morucci)e tanti altri piazzamentinei cinque e nei dieci. Un curriculumlussuoso che dimostrasenza mezzi termini lagrande maturità acquisita dalcorridore di Recanati, a questopunto ormai più che prontoper il professionismo, e cheha trovato un giusto riscontroanche nel secondo posto finalenella speciale challenge nazionaledel “18° Trofeo Il CappelloD’Oro” come pure nel secondoposto nell’Oscar TuttoBici Elite,altra challenge nazionale.Un deciso salto di qualità èstato compiuto da Stefano DiCarlo, 22enne di Teramo, chenel 2009 ha colto finalmente iprimi due successi da dilettante,di cui, il primo, particolarmenteimportante, il 4 luglio,nella 26^ Cronoscalata GardoneVal Trompia - Prati di Caregno,e l’altro poco dopo, il12 luglio, nella gara reatina diLabro, in una giornata dominatadai corridori della SCAP.A questi risultati di spicco siaggiungono 2 secondi posti, aMalva e nella gara nazionaledi Rubbianello, 3 quarti, tra cuiquello nella gara nazionale diOsimo, e molti altri lusinghieripiazzamenti, spesso combinaticon risultati di squadra. Il ragazzoteramano, dal fisico sottilee longilineo proprio delloscalatore, si è distinto in particolareper coraggio, intraprendenzae per la notevole costanzadi rendimento oltre che perl’ottima adattabilità al gioco disquadra. Anche Domenico Rosini,22enne di Alba Adriatica,ha compiuto sensibili progressie, soprattutto dopo la vittoriadel 26 luglio ad Acquaviva diCastelfidardo, con cui ha conquistatoil titolo di campioneregionale degli Under 23, haacquisito ancor più convinzionee si è lanciato con sempremaggior disinvoltura all’offensiva.Numerosi i piazzamenti alsuo attivo ma, al di là dei risultati,Rosini si è fatto notare perla sua generosità e per l’altruismoal servizio della squadra.Di queste qualità ha brillatoanche Silvio Satini, 22enne lazialedi Pontecorvo (FR), protagonistadi tanti generosi tentatividi fuga specialmente nellegare dell’estate, per i quali raramenteegli all’arrivo ha ricevutola giusta ricompensa. Cosìsoltanto in vista del traguardonon ha avuto per lui esito vittoriosol’azione d’attacco operatanella gara internazionaledi Folignano, siglata comunquedal suo compagno Frusto.Nel suo curriculum rientranoanche un secondo posto e varialtri piazzamenti ma, come s’èdetto, il corridore ciociaro si èfatto ammirare soprattutto peril grande spirito combattivo (loricordiamo attivissimo anchenella gara di Capodarco). Unacaduta, con una frattura allaclavicola, lo ha costretto a concluderela stagione anzitempo.Si è battuto con tenacia l’atleticoFrancesco Piscaglia, 23ennedi Monte Tiffi (FC), che ha ottenutoun secondo posto (aGarrufo), un terzo e altri piazzamentinei dieci. Il ragazzo haconfermato di possedere unabuona tenuta e di poter fornireprestazioni valide e generosema forse egli non si è ancoraespresso ai livelli auspicati dachi lo conosce bene.Concludiamo, sottolineandoche, grazie a tutta questa cospicuasomma di risultati ottenutisempre con una perfetta armonianel gioco di squadra, ilTeam SCAP Prefabbricati Foresisi è assicurato il primo postonel “18° Gran Premio MilleCappellini”, rinomata challengenazionale per società abbinatacon il Trofeo Il CappelloD’Oro.


REGIONIPuglia - Il Comune di Maglie punta all’uso delle due ruote in cittàLA CITTÀ di Maglie, conl’intera Amministrazione,preseduta dal sindaco AntonioFitto, punta sull’uso dellabicicletta e sul ciclismo inparticolare per migliorare laqualità della vita, liberandodal caos veicolare la città.Un primo intervento praticoè stato quello di costituirel’ufficio della bicicletta pressoil Comune, fatto che ha creatogrande interesse non solonell’ambito cittadino, ma anchein quello regionale. Il ComitatoRegionale della FCI,sposando in pieno l’iniziativa,si è impegnato a riproporlanegli altri Comuni dove ilciclismo, abitualmente, è dicasa.Il notevole impulso all’attivitàciclistica lo si deve anche adirigenti come Demetrio Pacella,già vice Presidente vicariodel Comitato regionalepugliese e a Giorgio Vatruccio,che hanno saputo infonderea Maglie l’amore per ilciclismo, laureando più generazionidi appassionati, Duenomi per tutti, quelli di PietroRizzo e Fabrizio Cambò,rispettivamente Presidente ecomponente regionale dellamountain bike, che hanno fattolievitare a Maglie e in Provinciadi Lecce l’efficienza e laqualità organizzativa del fuoristrada.Ad ulteriore sostegno a questeiniziative, giovedì 12 novembre,il Sindaco Fitto, accompagnatodall’Assessoreall’Ambiente Giorgio Tronci,ha incontrato il PresidenteSalvatore Bianco, quelloprovinciale Carlo Scippa, ilsegretario Sergio Quarta perfinire al consigliere regionaleFernando Maggiore, Quest’ultimoha illustrato in ognisua parte il progetto Pinocchio,fermamente voluto dallaFederazione Ciclistica Italianain collaborazione con ilMonte dei Paschi di Siena chein soli due anni ha raccoltoAmica bici per tutte le etàCostituito presso il Comune l’ufficio della bicicletta.In sintonia con Comitato Regionale della FCI, va avantiil Progetto Pinocchio per le elementariconsensi notevoli.Presenti alla riunione anchei responsabili della FIAB, colpresidente Paolo Sansò, coordinatorefra Scuola e AmministrazioneComunale, il prof.Salvatore Rizzo che ha presentato,tra le altre, una planimetriacon i percorsi ciclisticinel Salento, i riferimenti storici,archeologici, culturali equant’altro sapientemente illustrati,con grande proprietàdi sintesi “in bici nel cuore delSalento”.Nel suo intervento il presidenteBianco ha voluto ringraziaretutti i presenti perla disponibilità e l’impegnoprofuso dalla città di Magliea favore del ciclismo che hacontribuito a determinareuna crescita graduale e progressiva,negli ultimi cinqueanni, del 65% in Puglia, chetende a migliorare ulteriormenteun record che porta laregione ai livelli dei più fortiComitati d’Italia. E’ stato poiil turno di Fernando Maggioreche con la sua consuetaprofessionalità ha spiegato atutti i presenti come inserirenelle scuole elementari l’usodella bicicletta con il ProgettoPinocchio, precisandoche non avrà finalità agonistiche,ma solo di abilità. Altrafinalità sarà la formazionesocio-educativa dei giovani,l’apprendimento del codicestradale, una equilibrata alimentazionerapportata all’effettivanecessità, evitando irischi di obesità derivanti daprodotti super proteici.Amministratori e Sindaco,inoltre, hanno preso atto dellenecessità di garantire la chiusuraal traffico negli orari diapertura e di chiusura dellescuole, naturalmente solo edesclusivamente in quelli itineraridove possano convogliarepiù facilmente alunni, genitorie anche dirigenti scolasticimuniti di bicicletta.Ovviamente, ha concluso ilSindaco Antonio Fitto “siamopienamente convinti dellabontà dei progetti propostidalla Federazione Ciclisticaitaliana e della FIAB. Ci faremocarico di quanto necessarioper migliorare le difficilisituazioni ambientali che caratterizzanoil nostro tempoe per le quali siamo pronti aconfrontarci con quanti ostinatamentericorrono all’usodella macchina per ingombrarestrade piazze e spazi diqualsiasi natura, anche perspostamenti di 50 metri”.L.P.Precisazione sulle date di svolgimentodell’Umbria Top ClassIN RELAZIONE a quanto apparso sul numero 44 del Mondo del Ciclismo (alle pagine8 e 9) teniamo a rettificare date e località dell’ Umbria Top Cross. Il circuito, compostoda 5 prove, valido come campionato regionale umbro di ciclocross, riservato alle categorieagonistiche e amatoriali, ha preso avvio il 24 ottobre a Spoleto, registrando più dicento partenti provenienti anche da Toscana, Marche e Lazio. Ottima la partecipazioneanche nella seconda prova, svoltasi il 15 novembre a Castel Todino.E’ stata modificata invece data e luogo di svolgimento della terza prova, previstainizialmente ad Amelia per il 22 novembre. Il Team Bikeland 2003 si è fatto caricodi organizzarla ad Umbertide, all’interno della splendida cornice della pineta Ranieriper il 29 novembre. La domenica successiva (6 dicembre) il circuito farà tappaa Magione, dove, negli spazi verdi attorno al celebre autodromo si svolgerà la quartaprova.L’Umbria Top Cross si chiuderà quindi il 20 dicembre a Città di Castello, con una provavalida come top class e che presumibilmente vedrà al via i migliori specialisti italianidi ciclocross, con l’assegnazione sia della maglia di leader del circuito che dei titoliregionali di specialità.il Mondo del Ciclismo n.4823


REGIONIil Mondo del Ciclismo n.4824Veneto - Il sodalizio presieduto da Eugenio Bilibio è stato fondato nel 1979di Francesco CoppolaSALVATRONDA DI CA-STELFRANCO VENETO(TV) - Quella del 27 ottobre1979 rappresenta una datafondamentale per il ciclocrossin Italia e nel Nord-Est maanche una pietra miliare perl’Unione Ciclistica Salvatronda-Rebellatoin quanto coincidecon la nascita del sodaliziopresieduto da Eugenio Bilibioche grazie al proprio impegnoe alla disponibilità didue grandi personaggi del ciclismocome Armando Zamprognae Luciano Rebellato,diedero vita al primo CircuitoTriveneto di Ciclocross cheproprio sabato 7 novembre (laprima gara fu organizzata dalteam di Salvatronda il 30 ottobredel 1979) ha festeggiatoi 30 anni di vita. Zamprogna eRebellato e i tre lustri del prestigiosoclub trevigiano, cheaveva visto la luce grazie adun gruppo di amici che si eraimpegnato nell’organizzare inprecedenza il Memorial dedicatoal papà di Luciano, sonostati festeggiati in occasionedi una simpatica e significativacerimonia in programmaal Ristorante Rino Fior di Salvarosadi Castelfranco Venetoalla presenza di esponentidello sport e della politica. “Ilnostro gruppo - ha ricordatoBilibio che può vantare unprimato non indifferente quellodi essere per 30 anni consecutiviil presidente dell’UnioneCiclistica Salvatronda-Rebellato- si era prefissato l’obiettivodi promuovere l’attivitàpromozionale a 360 gradi edera riuscito a farlo grazie anchealla disponibilità di duestraordinarie persone comeArmando Zamprogna e LucianoRebellato che non finiremomai di ringraziare per averfatto crescere il cross in Italiae di avere quindi dato la possibilitàai nostri atleti di scriverele pagine più belle della storiaUC Salvatronda, 30 e lodeFondamentale il contributo di due personaggicome Armando Zamprogna e Luciano Rebellato,grazie ai quali è divenuta una società leader nel ciclocrossDA SIN ZAMPROGNA, REBELLATO, BILIBIO, CAMPAGNARO E CORBANESEnazionale”. Alla manifestazionesono intervenuti, tra gli altri,l’assessore allo sport delComune di Castelfranco Veneto,Sergio Campagnaro, ilresponsabile nazionale del settorecross, Igino Michieletto, ilconsigliere regionale, Italo Bevilacqua,il componente dellaCommissione Impiantisticadella Fci, Renato Beraldo, ilI VINCITORI DEL 29° TROFEO TRIVENETO (FOTO SONCINI)presidente della Federciclismodi Treviso (nel 2009 ha avutonella sua provincia 7 mila tesserati),Ivano Corbanese e, naturalmente,Zamprogna e Rebellato.“Oltre a quello che hasaputo fare bisogna ringraziaree applaudire Eugenio Bilibio- ha detto Michieletto - per isuoi trenta anni di ininterrottapresidenza del club”. Il responsabiledell’Unione CiclisticaSalvatronda-Rebellato ha poitenuto a ricordare che la primagara del Circuito Trivenetodi ciclocross si disputò il 30ottobre del 1979 a Mogliano edopo pochi mesi si svolse a Silvelledi Trebaseleghe la secondache coincise con il successodell’iridato di Saccolongo,Vito Di Tano. Emozionati perla festa dedicata a loro Zamprognae Rebellato che hannoricordato i momenti belli emeno belli della loro vita dedicataal ciclismo e i tantissiminomi dei corridori che hannoavviato al ciclopratismo e hannoriservato loro tantissime (ea volte inattese) soddisfazioni.La serata si è conclusa con lepremiazioni di tutti i dirigentie i corridori del club di Salvatronda.IL DIRETTIVO: Eugenio Bilibio(presidente); Luciano Rebellatoe Aurelio Tessaro (vicepresidenti); Franco Bilibio (segretario);Ferdinando Cecchin,Rino Garbui e GiampietroLorenzin (consiglieri).


REGIONIVeneto - In undici anni di attività ha raggiunto risultati strepitosidi Francesco CoppolaSAN FIOR DI SOTTO (TV)- Un titolo europeo; sei italiani;7 regionali e una medagliad’argento ai mondiali su pista.E’ lo straordinario bilancio delGruppo Sportivo Verso l’Iridedi Conegliano che venerdì 13novembre ha festeggiato le sueatlete, i tecnici ed i dirigenti inoccasione della cena sociale,ma anche il 62mo compleannodel suo presidentissimo LuisangeloNarder nel ristorante“Calinferno” di San Fior di Sotto(Treviso). E’ stata una seratamolto bella e significativa allaquale hanno voluto portare ilsaluto e rivolgere i complimential sodalizio il vice presidentevicario della Federazione CiclisticaItaliana, Flavio Milani, ilpresidente ed il consigliere delComitato Veneto, Bruno Capuzzoe Italo Bevilacqua, il responsabiledella Federciclismodi Treviso, Ivano Corbanese edil sindaco di Conegliano, AlbertoManiero. Tra gli ospitid’onore della serata l’ex campionessamondiale junioresin Messico nel 2007, EleonoraPatuzzo, formatasi alla scuoladel GS Verso l’Iride e gli exprofessionisti Luca Pavanelloe Michelangelo Cauz. “Questaserata - ha osservato Nardernel rivolgere il benvenuto agliinvitati - è stata preparata perringraziare le ragazze, i tecnicied i dirigenti per le grandiemozioni che ci hanno regalatoanche in questa stagione.In undici anni di vita il nostrosodalizio ha raggiunto risultatistrepitosi e soprattutto negliultimi cinque sono arrivati unamaglia iridata, una continentalee 20 tricolori, qualcosa dieccezionale per qualsiasi societàtanto che qualche amicomi ha scherzosamente suggeritodi cambiare la denominazionedel club e portarla VersoOlimpia. Vi ringrazio ancheper i festeggiamenti che miavete riservato per il mio com-Il GS Verso l’Iride è ormaistabile nell’elite mondialeNel bilancio di questa stagione figurano un titolo europeo,sei italiani, sette regionali e un argento ai mondiali su pistapleanno, ma dopo i 50 anni èmeglio lasciar perdere. Le festeggiatesono le ragazze. Il nostrogrande ringraziamento lorivolgiamo agli amici sponsor,primi fra tutti Italo Maccari edil direttore della Banca Prealpi,De Martin. Con queste personealle spalle si può arrivareovunque”.“Grazie a tutti voi per le gioieche di avete donato - ha osservatodal canto suo Milani- . Siete i nostri fiori più belli evoglio esprimere la gratitudinedella Federazione nei confrontidel settore femminile che hatotalizzato 44 podi internazionalie tra questi ci sono i vostri.Il 52 per cento dei risultati ottenutidalle nostre ragazze parlaveneto. E’ stato un anno veramentestrepitoso”.“Condivido perfettamentequello che ha detto l’amicoFlavio Milani - ha rilevatoCapuzzo - ma vorrei ancheprecisare che nel veneto sonoarrivate 62 maglie tricolori,delle 112 in palio, ma anche 6mondiali e 4 europee e questecifre la dicono lunga di comesi lavora nella nostra regione”.“Dobbiamo ringraziareNarder - ha detto Corbanese- perché è lui il motore dellasocietà”. Prima di presentarele atlete sono stati consegnatii riconoscimenti agli sponsor:alla Spumanti Maccari (ItaloMaccari), alla Banca Prealpi(De Martin), alle MinuterieMetalliche (Elio Perencin),alla Tm (Luciano Tadiotto),alla Northwave (Mario Beccia),nonché i fedelissimi amiciMario De Nadai, AlbinoBertazzon, Vincenzo Modoloe Italo Bevilaqua.Successivamente sono statiFOTO DI GRUPPO CON ATLETE E DIRIGENTIconsegnati i premi alle atlete:Giulia Donato (campionessaeuropea dello scratch aMinsk, medaglia d’argento aimondiali di Mosca nell’omniume quattro volte tricolorenelle stesse specialità, nella velocitàolimpica e nella cronometroindividuale); Erica Olia(campionessa italiana nellavelocità a coppie e nell’inseguimentoa squadre); ChiaraCapuzzo, Giulia Danieli eFrancesca Cauz. E’ poi ai tecnicidel GS Verso l’Iride riceverli:Mario Mariotto, Seven eMaurizio Donato. Insieme alleconfermate Olia, Cauz, Donatoe Laura Doria nella prossimastagione ci saranno anchecinque nuove atlete: IsabellaArman (under 23), JacquelineGagno, Valentina Zorzetto,Beatrice Bartelloni ed ElenaAltobelli (juniores).il Mondo del Ciclismo n.4825


REGIONIil Mondo del Ciclismo n.4826Lombardia - In passerella atleti e società di Monza e Brianzadi Vito BernardiCARATE BRIANZA (MB) -Sabato 14 novembre nell’Auditoriumdella residenza “IlParco” di Carate Brianza, sisono svolte le premiazioni diatleti e società ciclistiche dellaneonata provincia di Monzae Brianza, con l’organizzazionedi Valter Cozzaglio,responsabile del progetto FCIMonza e Brianza, coadiuvatodai consiglieri federciclismodi Milano, Davide Tagliabuee Stefano Ronchi. Presenti ilvicepresidente del CRL, BenitoFornaro, la responsabilesettore esordienti, RossellaGalbiati, il neo Assessore provincialeallo sport di “Monza& Brianza”, Andrea Monti e ilpresidente della BCC CarateBrianza, Annibale Colombo,che ha fatto gli onori di casaanche a nome di Ezio Cesana,presidente della residenza“Il Parco” che, da ben 17 anni,mette a disposizione dellaFCI di Milano, oggi Monzae Brianza, questa bellissimastruttura.Cozzaglio nel discorso introduttivo,ha elogiato le societàe gli atleti per i risultati conseguitinella stagione agonistica2009 ad iniziare dai 15 titolitricolori conquistati nel 2009e dagli ottimi risultati conseguitidai nostri giovanissimi almeeting nazionale di Cuneo.Premiati, perché vincitori,con una maglia personalizzata,Martina Marra (BettolinoFreddo) e Dario Galimbertidella Fiorin, società cui è statoassegnata la Chioccia, (simbolodella Brianza che alleva)Memorial Angelo Farina. Glialtri premi, tutti simboleggiantila storia di Monza e dellaBrianza sono stati assegnatiad Armanno Dossi, che ha ricevutola “Corona Ferrea”, peri suoi oltre 50 anni di attivitànella Ciclisti Monzesi e GiuseppeFontana, cui è stato assegnatol’Arengario D’Oro allaAll’insegna del tricoloreBen quindici i titoli nazionali conquistati nel corso dell’anno.Premiato anche Nizzolo. Il memorial Casartelli a Luca WackermannLUCA WACKERMANN A SINISTRA (FOTO BENATI) E GIACOMO NIZZOLO (FOTO SONCINI)memoria di Dante Brambillaal merito sportivo, per averefavorito con impegno e passionela formazione e la crescitadi tanti talenti ciclistici.Con il Memorial Fabio Casartelliè stato premiato il campioneeuropeo juniores, LucaWackermann mentre, altri riconoscimenti,sono stati dedicatial brianteo doc, GiacomoNizzolo, l’under 23 che haconseguito più vittorie in Italianel 2009 e ad Elena Valentini(Fiorin), la juniores campionessad’Italia ciclocross evincitrice del Giro d’Italia siadel ciclocross che delle Piste.Particolare importanza è statadata alle premiazioni deicampioni briantei delle categoriegiovanissimi che sono: Maschili, G1, Andrea Piras(Cavenago); G2, TommasoMotta (Sovico); G3, SamuelNova (Arcorese); G4, AndreaCicinato (Brugherio); G5, AndreaMolinari (Pessano) e,G6, Avelyan Dutka (Molinello)mentre la società vincitricedel titolo Brianteo tra i maschiè la Sco Cavenago davanti allaMolinello e al VC Sovico.Femmine, G1, Letizia Perego(Sovico); G2, Chiara Sottocorno(Pessano); G3, BeatriceGiunzioni (Fiorin); G4, LauraVecchio (Fiorin); G5, AllegraArzuffi (Fiorin) e, G6, ChiaraCasalinuovo (Cesano); Societàcamp. briantea femminile, laFiorin davanti all’UC Pessanoe al VC Sovico.Nelle categorie superiori,esordienti femmine 1996 iltitolo va a Sara Wackermannmentre sul podio delle societàsvetta la SC Cesano Maderno.Tra le esordienti classe 1995titolo brianteo ad Arianna Fumagalli(VC Sovico) e, societario,alla Molinello.Tra le allieve, en plein per ilPedale Senaghese per la societàe per Rossella Ratto il titoloindividuale.Al maschile il titolo esordienticlasse 1996 va ad Alessio Fazzolari(Fiorin) mentre la societàcamp. briantea è il PedaleArcorese e, tra i più grandicelli,doppietta per la Sco Cavenagoa squadre e per il suoatleta Edoardo Cereda, individualmentementre, tra gli allievi,è ancora la Fiorin a fareman bassa di titoli con LucaGuerrini a titolo individualee, tra gli juniores, svettano SamueleConti (Ciclisti Monzesi)e, tra le società, la SC BrugherioSportiva.


REGIONIVetrina anche per le categorieamatoriali con i neo campionibriantei, Strada, Cat. MT, FabioTrezzi (Trabattoni); M1,Mauro Benetello (Trabattoni);M2, Alberto Bazzetti (Trabattoni);M3, Gianluca Londoni(Team Chiappucci); M4, AndreaCattaneo (Salmilano);M5, Umberto Nava (Trabattoni);M6, Francesco Brambilla(Robbiano) e M7, Renzo Moschin(Martesana). MTB, MT,Alessandro Locatelli (Delicatesse);M1, Andrea Erba(Lambro Bike); M2, Silvio Pipoli(Lissone Mtb); M3, EnricoLeva (Lissone Mtb); M4, GaetanoMassara (Gorg. Monti);M5,Sergio Redaelli (LissoneMtb). Donne Cat W2, AdrianaGrotti (Gorg. Monti). SocietàCamp Briantea Cicloturismo,Ciclistica Seregno con126 punti, davanti al GS Altopianocon 98 e al C.C.P. Lericon punti 76.Ma i futuri dirigenti del costituendoComitato Provincialedi “Monza & Brianza” hannovoluto premiare anche tuttii corridori che hanno conquistatoun titolo Tricolorenel 2009, ad iniziare dall’atletaparalimpico Federico Villa(Handcycling), su strada e acronometro; Laura Bellucco,Ciclocross Es. 1° anno, AriannaFidanza, Ciclocross Es. 2°anno, Alice Arzuffi, Ciclocrossall. 1° anno, Maria GiuliaGonfalonieri, Pista Ind. a punti,Luca Guerrini, Ciclocrossall. 2° anno, Elena Valentini,Juniores Ciclocross, tutti delGS Fiorin-Despar; EleonoraMilesi, Allieva strada, RossellaRatto, allieva cronoindividuale,entrambe del Pedale Senaghese;Paolo Patrizi, (MotoClub Lazzate), U23 Trial; AndreaColombo (Cicl. Seregno),M-1, Campione Montagna;Alberto Barzetti (GS Trabattoni),M2, Pista Individualea Punti; Riccardo Milesi,Lissone Mtb), M2, Marathone, Gianluca Londoni, (TeamChiappucci), M3, CampioneMontagna.di Vito BernardiPARABIAGO - Tradizionalerimpatriata di fine anno perarchiviare una stagione tra lepiù esaltanti per la SC Saronnidi San Lorenzo di Parabiago,fondata nel 1984 con soci fondatoritutta la famiglia Saronnicon il capostipite, Romanoe il grande Beppe nelle vestidi presidenti onorari, Antoniocome presidente effettivo eAlberto vicepresidente per offrireun’opportunità ai giovaniche intendevano dedicarsi alciclismo.Da allora sono passati 25 annicon oltre mille ragazzi giovanissimimessi in sella ed avviatial ciclismo agonisticocol conseguimento di moltisuccessi parziali. Come nell’annataappena conclusa, unastagione impreziosita da unnumero di successi veramenteda record, visto che ben 50volte i corridori blu-fuxia sonosaliti sul gradino più alto delpodio realizzando una mediadi due vittorie settimanalioltre naturalmente ben 134piazzamenti tra i “Top-Five”di giornata. Risultati che hannoportato nella bacheca dellaSaronni, 14 Trofei dedicatialla squadra che ha realizzatoil maggior punteggio e 3 qualeseconda classificata.Ma il “fare squadra” alla Saronni,ha consentito anche dipotere vincere con ben 7 miniatletimentre, altri 11 hannoconquistato almeno unacoppa, risultati questi chetestimoniano l’impegno ela professionalità del “Coach”Sandro Cogliati, anchelui festeggiato per i suoi primivent’anni al servizio di ungruppo estremamente coeso eDa 25 anni è una grande realtà del ciclismo regionaleSC Saronni, cresce ancoraPer la prossima stagione, oltre alle categorie giovanissimied esordienti, allestirà anche una formazione di allieviben determinato anche per ilprosieguo dell’attività agonistica.Perché, quando i ragazzicresciuti nel vivaio di Cogliativanno in altre squadre, vengonoaccolti con grande simpatiae favore.Per la prossima stagione i fratelliSaronni intendono rilanciaree, dopo le categorie deigiovanissimi e degli esordienti,hanno deciso di allestireanche una formazione di allievinella quale militerannoRiccardo Pipoli, DavideRuggeri, Riccardo Dell’Acquae Federico Toia, quest’ultimocon un palmares moltoimportante arricchito da4 vittorie, 5 secondi posti, 4terzi posti sul podio e numerosipiazzamenti tra i top-ten,questi atleti, tutti confermati,saranno diretti dal DS AndreaDe Grandis.Per festeggiare i risultati ottenutie il battesimo della nuovasquadra Aalievi, i Saronnihanno offerto ai ragazzi e aiTecnici un’allegra serata trascorsain un noto ristorantedi Malvaglio, nel corso dellaquale si è colta l’occasioneper premiare, oltre al direttoresportivo Sandro Cogliati,da ben 20 anni in serviziodi volontariato, anche i collaboratoriRosario Repossini, ilsegretario societario AndreaCogliati e 4 miniatleti distintisiin maniera particolare e,precisamente, Andrea Montoli,categoria G1, con ben20 vittorie, record societario,nessuno ha fatto meglio di luiin questo primo quarto di secolodi vita della SC Saronni;Luca Calcaterra, G4, 14 vittorieil suo bottino personale;Andrea Donadello, G3, 6vittorie nella stagione del suoesordio con la SC Saronni e,Lorenzo Lucini, G5, anche lui6 vittorie su strada nel 2009mentre nella specialità dellapista è campione regionalePrimi Sprint. Un elogio anchea Nicolò Piccolo, 2 vittorie,Riccardo Donadello e LorenzoComerio con 1 vittoria atesta.Naturalmente sono statiomaggiati anche gli altriminicorridori: i G2 SamueleCucchi, Matteo Fraia e AlessandroRiccardi; G3, NicolòDonadello; G4 Gabriele Cucchie Nicolò Lucchini; G%,Valeria Simoncini, e MattiaCrivellaro; G6 Alberto Canciani,tutti distintisi per l’impegnoquotidiano profuso pertutta la stagione e ripagatocon la conquista di molti piazzamentinei piani alti degli ordinid’arrivo.Organigramma società 2010PRESIDENTE ONORARIO: Giuseppe SaronniPRESIDENTE EFFETTIVO: Antonio SaronniVICEPRESIDENTI: Romano e Alberto SaronniSPONSOR UFFICIALE: Lampre (Sig. Galbusera)DIRETTORI SPORTIVI: Sandro Cogliati e Andrea DeGrandisACCOMPAGNATORI: Romano Saronni, Luigi Morlacchi,Rosario Repossini, Amabile Bettinelli e Stefano Bolognini.il Mondo del Ciclismo n.4827


REGIONIil Mondo del Ciclismo n.4828Sabato 28 novembre nell’Auditorium di Gaviratedi Antonio PostiVARESE - Ora che la stagioneagonistica è imperniata sulciclocross le tradizioni vengonomesse in primo piano etra queste emerge Varese, chenell’ ultimo sabato di novembre(28) manderà in scena ilSupervaresino, ovvero il GranGalà del Ciclismo, che premieràdai giovanissimi ai professionistii ciclisti che si sonodistinti nella stagione appenaterminata. La manifestazione- giunta all’undicesima edizionee che come al solito si svolgepresso l’Auditorium di Gavirate- avrà anche il supportodell’Associazione di Comunicazionee Promozione SocialeSestero, ideata e fortementevoluta da Sergio Gianoli, RobertoBof e Stefano Zanini.Accanto alla Sestero vi saran-Gran Gala del ciclismo varesinoLa manifestazione, giunta all’11° appuntamento, ha visto emergerenelle categorie giovanili Fumi, De Benedetti, Borsato e MagniUNA VITTORIA DI BORSATO (FOTO BENATI)I PREMIATI SUPERVARESINO 2009ESORDIENTI 1° ANNO “GRAN PREMIO BOTTEGAD’ARTE. PONTE TRESA: 1° Andrea Fumi (Lavena CoopPonte Tresa) p. 50; 2° Jacopo Schiavon (Lavena Coop) p. 35; 3°Andrea Baggio (S. Pietro Cassano Magnago) p. 31; 4° Luca Sculco(Comerio/Vetera Car) p. 29; 5° Davide Canziani (Lavena Coop)p 16; 6° Erik Crestini (Pol. Besanese/Acqua& Sapone) p. 10; 7°Giancarlo Ceruti (Pol Besanese), p. 7; 8° Luca Macchi (San PietroCassano Magnago) p. 7; 9° Simone Agostini (Caravatese/Inda) p.6; 10° David Crestini(Pol. Besanese) p. 5.ESORDIENTI 2° ANNO GRAN PREMIO MALNATESE“ SERGIO ERMOLLI/CONCONI: 1° Davide Debenedetti(Orinse) p. 52; 2° Riccardo Bennati (Solbiatese) p. 30; 3° DanieleSannino (Orinese) p. 28; 4° Gabriele Margheritis (Carvatese/Inda) p. 23; 5° Fabio Schwenoster (Comerio/Vetera Car) p. 11; 6.Gabriele Zangari (San Macario/Valerio Biolo) p. 8; 7. RiccardoArieni (Solbiatese) p. 5: 8. Omar Porta (Solbiatese) p. 5; 9. MirkoFreddura(Comerio/Vetera/Car).ALLIEVI GRAN PREMIO PANATHLON VARESE: 1.Ottavio Borsato (Prealpino) p.56; 2° Andrea Zanzi (G.P.Racer Team Fagnano Olona) p. 26; 3° Luca Aspesani(Solbiatese) p. 23; 4° Nicolò Cellina (Caravatese/Inda) p. 20;5° Carmelo Foti (Prealpino) p. 19; 6° Luca Usan (Prealpino)p. 18; 7° Massimiliano Spanò (Solbiatese) p. 17; 8° MattiaDal Barba (Prealpino) p. 14; 9° Nicola Gadda (Solbiatese) p.9; 10° Lorenzo Pivetta (Cardanese) p. 9.JUNIORES GRAN PREMIO BOTTEON: 1° Andrea Magni(Prealpino) p. 33; 2° Andrea Sogne (Prealpino) p. 23; 3° LucaChirico (Caravatese/Inda) p.11: 4° Ezio Galbiati (Caravatese/Inda) p. 5; 5° Gian Luca Modesti (Bustese/Olonia) p. 5; 6° MattiaBottelli (Prealpino/Ambrosio) p. 4; 6° Federico Branduardi(Prealpino) p. 4, 8° Matteo Zorzi (Bustese/Olonia) p. 3; 9° KabirLenzi (Prealpino) p. 2.no in primis l’AmministrazioneComunale di Gavirate, ilComitato provinciale varesinoe, naturalmente, gli sponsor.Lunghissimo l’elenco dei premiati,perché coinvolge anchegli atleti che nei giovanissimi(maschile e femminile) hannopartecipato al Festival dei Giovanissimi.Per quanto concernele classifiche del Supervaresino,sono il frutto dei punteggiin base ai piazzamenti durantela stagione agonistica appenaconclusasi, A queste bellae speciale premiazioni nonmancheranno neppure quelleriservate ai cicloamatori, cosìcome non mancheranno i premidedicati a Sandro Gianoli,i premi voluti dalla Provincia,dal Panathlon International diVarese, dal Comitato provincialedi Varese e dalla SC AlfredoBinda. Inoltre, in questaspeciale e bella serata, verrannopresentati il volume CicloVarese, annuario del ciclismoVaresino e la manifestazionea scopo benefico, “ Pedala coni Campioni “ , giunta alla suadecima edizione, che si svolgeràcome da tradizione il prossimootto dicembre, con partenzada Brinzio (Va) ed arrivosempre nella medesima localitàdopo un circuito di 52 km.MAGNI “RINFRESCATO” DOPO UN SUCCESSO (FOTO SONCINI)

More magazines by this user
Similar magazines