Bilancio di esercizio Bilancio di esercizio - Trenitalia

fsitaliane.it

Bilancio di esercizio Bilancio di esercizio - Trenitalia

Bilanciodi esercizio200 7GRUPPO FERROVIE DELLO STATO


Missione della societàItalferr è la società di ingegneria del Gruppo Ferroviedello Stato, la quale può anche vendere servizi all’esterno,in linea con gli indirizzi e con le politiche dellaqualità e dell’ambiente adottate da Ferrovie dello Stato.Ad essa è affidato, con ampio grado di autonomia, ilcompito di eseguire, per conto dei committenti, progettazione,appalti, gestione progetti e supervisione dellacostruzione per tutti gli investimenti ferroviari delGruppo, nonché di esportare verso terzi il know-how ingegneristicodi Ferrovie dello Stato.Italferr ha adeguato la propria organizzazione per realizzarei piani di investimento relativi a:• Alta velocità/Alta capacità ferroviaria, sia riguardantele tratte che i nodi urbani;• Itinerari nazionali, europei e valichi alpini;• Nodi urbani della rete;• Impianti tecnologici tradizionali e innovativi.In particolare Italferr elabora ed effettua:• Piani di sviluppo dei trasporti;• Stima dei costi;• Progetti preliminari, definitivi ed esecutivi;• Studi di impatto ambientale;• Documenti e procedure di gare;• Project Management;• Pianificazione e controllo costi;• Direzione lavori;• Collaudi e avvio all’esercizio;• Attivazioni;• Assistenza all’esercizio.Partecipa a Commissioni e Gruppi di lavoro internazionalie in particolare a quelli finalizzati all’interoperabilità.I principali obiettivi aziendali sono:• Assicurare la realizzazione degli investimenti previstidal Contratto di Programma 2007-2011 tra RFI - ReteFerroviaria Italiana e il Ministero delle Infrastrutture.• Contribuire alla realizzazione del piano degli investimentiinfrastrutturali e tecnologici assegnati assicurando:— Rispetto dei tempi e dei costi programmati;— Qualità attesa dei servizi offerti;— Ottimizzazione dell’utilizzo delle risorse.• Consolidare ed espandere la propria presenza sulmercato no-captive, in Italia e all’estero.


GRUPPO FERROVIE DELLO STATOSocietà a socio unicosoggetta alla direzione e al coordinamentodi Ferrovie dello Stato SpASede legale:Via Marsala, 53/67 – 00185 RomaTelefono: 06 49751Fax: 06 4975 2437Capitale Sociale:14.186.000 euro interamente versatiRea di Roma: 541241Codice fiscale e Registro delle Imprese: 06770620588Partita Iva: 01612901007


Organi sociali e Società di RevisioneConsiglio di AmministrazionePresidenteIng. Mauro MORETTIAmministratore DelegatoIng. Renato CASALEConsiglieriDott. Roberto MANNOZZIDott. Angiolo MANNERUCCIAvv.ssa Elisabetta SCOSCERIACollegio SindacalePresidenteDott.ssa Maria MENICHINOSindaci effettiviCav. Gr. Cr. Gianni CAMPIDott. Giuseppe FARNETISindaci supplentiDott. Guglielmo MARENGODott. Sergio GEMMASocietà di RevisionePricewaterhouseCoopers SpA


IndiceMissione della società . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3Organi sociali e Società di Revisione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 5Lettera del Presidente . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8Informazioni di carattere generale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 11Principali eventi dell’anno . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 12Risorse umane . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 22Politica ambientale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 26Rapporto con i clienti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 27Relazione sulla gestione dell’esercizio chiuso al 31 dicembre 2007 . . . . . 29Quadro macroeconomico . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 30Andamento dei mercati di riferimento . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 31Andamento economico e situazione patrimoniale-finanziaria . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 34Gestione finanziaria . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 37Investimenti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 38Attività di ricerca e sviluppo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 38Rapporti con parti correlate . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 39Azioni proprie . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 42Altre informazioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 43Sedi secondarie . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 43Indagini e procedimenti giudiziari in corso . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 43Decreto legislativo 231/2001 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 44Decreto legislativo 196/2003 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 45Informativa relativa all’articolo 2497 ter del Codice Civile . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 45


Fatti di rilievo intervenuti dopo la chiusura dell’esercizio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 46Evoluzione prevedibile della gestione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 48Proposte di destinazione del risultato d’esercizio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 49Bilancio di esercizio di Italferr SpA al 31 dicembre 2007 . . . . . . . . . . . . . . 51Prospetti contabili . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 52Stato patrimoniale attivo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 52Stato patrimoniale passivo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 54Conti d’ordine . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 57Conto economico . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 58Nota integrativa al bilancio di esercizio al 31 dicembre 2007 . . . . . . . . . . 61Sezione 1. Contenuto e forma del bilancio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 62Sezione 2. Criteri di redazione del bilancio e criteri di valutazione . . . . . . . . . . . . . . . . 63Sezione 3. Analisi delle voci di bilancio e delle relative variazioni . . . . . . . . . . . . . . . . . 67Stato patrimoniale: Attivo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 67Stato patrimoniale: Passivo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 80Conti d’ordine . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 90Conto economico . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 91Sezione 4. Altre informazioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 101Allegato. Rendiconto finanziario . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 103Relazioni del Collegio Sindacale e della Società di Revisione . . . . . . . . . . 104


Letteradel PresidenteSignor Azionista,il risultato d’esercizio del Bilancio 2007, predispostodal Consiglio di Amministrazione, evidenzia ricavioperativi di circa 221 milioni di euro, unrisultato operativo di circa 54 milioni di euro e unrisultato netto di circa 35 milioni di euro.Il risultato netto, particolarmente positivo, derivadalle seguenti due operazioni straordinarie conclusecon TAV:• Transazione per il riconoscimento dei costi sostenutiin precedenti esercizi per le attivitàsvolte in relazione alle tratte AV/AC Milano-Genova(Terzo Valico dei Giovi) e Milano-Verona(Treviglio-Verona) (ricavi e margini maturati nel2007 pari a circa 15 milioni di euro);• Risoluzione parziale del contratto relativamenteai nodi AV/AC di Bologna, Roma e Napolicon la definizione dei corrispettivi spettantiper le attività svolte (ricavi maturati nel 2007pari a circa 28 milioni di euro e margini maturatinel 2007 pari a circa 11 milioni di euro).8 I T A L F E R R S P A


Il documento riporta esaurientemente l’andamentoeconomico, finanziario e patrimoniale dellasocietà per l’anno 2007.Dal punto di vista operativo l’attività della Società,nell’esercizio a riferimento, è stata caratterizzatada una radicale e complessa riorganizzazione, aseguito del rinnovo delle cariche societarie e dell’ingressodi manager di vertice provenienti dalGruppo Ferrovie dello Stato.Sia i processi, sia il nuovo assetto organizzativosono stati resi coerenti da un lato con l’esigenzadi accrescere sensibilmente le conoscenze ferroviariee tecnologiche della Società, dall’altro conla prospettiva di una contrazione del portafoglioordini captive residuo della Società e con la necessitàdi adeguare progressivamente la capacitàproduttiva della Società alla riduzione del carico dilavoro a breve e medio termine.Sotto l’aspetto gestionale, pur ribadendo la propriavocazione preminente per il mercato captive,per compensare la riduzione prevista negli investimentidi settore nazionale, già da tempo la Societàha ripreso con efficacia a orientare la propriaazione nel mercato no-captive internazionale, intensificandogli sforzi commerciali, che stanno registrandoun ottimo riscontro anche per effettodella riconosciuta competenza di Italferr, prevalentementenel Bacino del Mediterraneo, nell’Europadell’Est e in Sud America.Inoltre sono in fase di avvio iniziative anche sulmercato no-captive domestico, in particolare suiprogetti di infrastrutturazione delle grandi areemetropolitane.B I L A N C I O D I E S E R C I Z I O A L 3 1 D I C E M B R E 2 0 0 7 9


Informazionidi carattere generale


Principali eventi dell’annoAttività di progettazioneOltre alla prosecuzione degli interventi in corso, nel 2007 sono state avviate le seguenti principali progettazioni:• Progettazione preliminare delle opere di risanamento acustico per le Regioni Emilia-Romagna, Toscana,Liguria, Lombardia, Puglia, Veneto (1ª fase di attuazione del Piano redatto ai sensi del D.M. Ambiente29/11/2000) e Progettazione definitiva Barriere acustiche nei Comuni di Firenze e Sesto Fiorentino;• Progettazione esecutiva Potenziamento Voltri-Brignole;• Studio di fattibilità Nuova linea AV/AC Venezia-Trieste: tratta Aeroporto di Venezia-Portogruaro;• Progettazione definitiva Linea AV/AC Milano-Verona: tratta Treviglio-Brescia;• Progettazione preliminare Cancello-Benevento: subtratta Cancello-Frasso;• Progettazione preliminare Raddoppio Caserta-Foggia: tratta Apice-Orsara;• Studio di fattibilità Linea AV/AC Venezia-Lubiana: tratta Trieste-Divaca;• Progettazione definitiva Realizzazione ACC Multistazione da Bivio Orvieto sud a Bivio Orte nord Comprensivodi Impianti Tecnologici connessi;• Progettazione definitiva Fermata di Elmas e collegamento con l’Aeroporto;• Progettazione preliminare del collegamento, a Chivasso, tra le linee Torino-Milano e Chiasso-Aosta, indirezione Torino.Nel corso del 2007, infine, sano state ultimate le seguenti principali progettazioni:• Progettazione preliminare della Velocizzazione Battipaglia-Potenza;• Progetto preliminare del Potenziamento Roma-Pescara (variante Tagliacozzo-Mandela);• Progettazione esecutiva Collegamento Nord-Sud tra le linea AV Roma-Napoli e linea a Monte del Vesuvio:Armamento e TE;• Studio di fattibilità Bussoleno-Torino: tracciati alternativi;• Progettazione preliminare Raddoppio Taranto-Metaponto;• Studio di fattibilità Potenziamento Potenza-Metaponto;• Progettazione definitiva Adeguamento SCC per inserimento ACC esteso tra i bivi Casoria e Roma sud;• Progettazione definitiva Raddoppio Bari S.Andrea-Bitetto della linea Bari-Taranto;• Progettazione esecutiva ACC esteso tra i bivi Casoria e Roma sud compresi i fabbricati di bivio;• Progettazione definitiva Treviglio-Brescia per Conferenza di Servizi;• Progettazione definitiva Amantea-Campora: consolidamento delle gallerie esistenti;• Progettazione preliminare Velocizzazione Potenza-Metaponto;• Progettazione preliminare Variante di Acerra;• Progettazione preliminare Cancello-Benevento: sub tratta Frasso-Benevento;• Progettazione definitiva Linea AV Milano-Bologna stazione di Reggio Emilia per appalto integrato;• Progetto preliminare Caserta-Foggia tratta Apice-Orsara;• Progettazione preliminare Shunt di Maddaloni;• Progettazione definitiva binario pari Catania Ognina-Catania Centrale.12 I T A L F E R R S P A


Attività di realizzazioneOltre alla prosecuzione degli interventi in corso, nel 2007 sono state effettuate le seguenti principali attivitàdi messa in servizio:• Quadruplicamento Pioltello-Treviglio;• Raddoppio Bologna-Verona: tratta Crevalcore-S.Felice e stazione di Nogara;• Linea Verona-Brennero: SCC tratta Bolzano-Fortezza, Fortezza-Brennero, Trento-Bolzano;• Nodo di Bologna: ACS Bivio S.Viola;• Adeguamento Linea direttissima Roma-Firenze: tratta Città di Pieve-Chiusi Nord;• Nodo di Roma: raddoppio Prenestina-Lunghezza;• Nuova Linea a Monte del Vesuvio;• Potenziamento Linea Roma-Viterbo: DOTE (Dirigente Operatore Trazione Elettrica) e nuova fermataQuattro Venti;• Copertura Radio in Galleria: tratta Roma-Maccarese;• Tratta AV/AC Milano-Bologna e Nodo AV/AC di Bologna: passante in superficie da Lavino a BolognaCentrale, via bivio S.Viola;• Pescara-Bari: raddoppio Apricena-S.Severo;• Bari-Taranto: raddoppio Palagiano-Massafra-Bellavista.Nel 2007 sono state avviate, infine, le seguenti principali attività:• Linea a Monte del Vesuvio: 2° appalto mitigazione ambientale e SSE Somma Vesuviana e S.ValentinoTorio;• Nodo di Firenze: Bivio Rovezzano-Interventi di adeguamento alle opere civili, all’armamento e agli impiantiTE;• Nodo di Firenze: Progettazione esecutiva e realizzazione del passante ferroviario e della nuova stazioneAV/AC;• Nodo di Firenze: Progettazione esecutiva e realizzazione dell’adeguamento idraulico del torrente Mugnone;• Nodo di Milano: Raddoppio Milano-Mortara (tratte esterne);• Nodo di Napoli AV/AC: opere di mitigazione acustica. Impianti TE tra Bivio Casoria e bivio Cassino PU;• Nodo di Palermo: realizzazione di un sistema di sicurezza e segnalamento discontinuo a microondeper il Supporto alla Condotta (SCC), comprendente la fornitura e posa del SST nelle stazioni e trattedella linea Palermo Brancaccio-Fiumetorto;• Tratta Padova-Mestre: realizzazione delle barriere antirumore lato sud della Linea fra il km 232+487 e ilkm 235+896 e fra il km 240+424 e il km 240+639;• Rete Sarda: estensione del Sistema di Telecomando per l’inserimento della tratta raddoppiata Decimonannu-SanGavino;• Nuova Stazione Tiburtina.B I L A N C I O D I E S E R C I Z I O A L 3 1 D I C E M B R E 2 0 0 7 13


Investimenti gestiti in nome e per conto di terziNel corso dell’esercizio 2007 sono state esperite gare per l’appalto di lavori per complessivi 150 milioni di eurocirca; cifra evidentemente ben lontana dalla media annua di 1.800 milioni di euro che ha caratterizzato il periodo2003-2005, in conseguenza della intervenuta contrazione delle risorse finanziarie per investimenti infrastrutturali.Malgrado detta contrazione, l’andamento del mercato degli appalti di lavori non ha evidenziato, nel corsodell’anno 2007, variazioni degne di nota rispetto agli anni precedenti.In particolare, per quel che concerne gli appalti di lavori multidisciplinari, non si sono registrate variazioni dirilievo né nel numero dei partecipanti alle diverse gare d’appalto esperite, né in relazione all’andamentodegli sconti proposti dalle imprese.Per contro, come negli anni precedenti, nel settore degli appalti riguardanti tecnologie specificamente ferroviarie,si è dovuti ricorrere in diversi casi a procedure negoziate, essendo risultate infruttuose le licitazioniprivate preliminarmente esperite a norma di legge, il che conferma che questo tipo di gara non risultaefficace per questo particolare segmento di mercato.14 I T A L F E R R S P A


Provvedimenti normativiNel corso dell’esercizio sono entrati in vigore due provvedimenti legislativi (decreto legislativo n. 6/2007 edecreto legislativo n. 113/2007) che hanno integrato/modificato alcune disposizioni del Codice dei ContrattiPubblici relativo a lavori, servizi e fornitori; inoltre, in data 21 dicembre 2007 è stato approvato in via definitivail relativo Regolamento attuativo, che entrerà in vigore sei mesi dopo la sua pubblicazione sulla GURI,attualmente non ancora intervenuta.Mutamenti nell’organizzazione aziendaleNel corso del 2007 l’azienda ha varato rilevanti interventi organizzativi con l’obiettivo di rispondere efficacementeai rapidi mutamenti degli scenari di riferimento.In particolare nel mese di luglio è stata effettuata una riorganizzazione generale dell’azienda e successivamentesono stati apportati ulteriori aggiustamenti nella logica di ridurre i livelli gerarchici, semplificare lacatena di comando e razionalizzare la distribuzione delle responsabilità.Tali interventi hanno comportato le seguenti principali modifiche.E’ stata soppressa la Direzione Produzione. Sono state soppresse le posizioni denominate “Referente diContratto” e “Process Owner” e le Unità Organizzative (UO) “Gestione Tecnico Contrattuale”, “ContrattoTAV”, “Contratto RFI - Rete Ferroviaria Italiana”, “Integrazione di Sistema e Progetti Strategici” e “Commissioning”.Le attività relative a tali posizioni sono confluite in altre strutture. La UO “Costruzioni”, la UO “ProcedureAutorizzatorie ed Espropriative” e le Aree Operative sono state assegnate alla “Direzione Operativa”di nuova istituzione. Le Aree Operative sono state ridotte a 4: “Nord Ovest”, “Nord Est”, “Centro” e “Sud eIsole”. All’interno delle Aree Operative la razionalizzazione organizzativa ha riguardato anche i Team di Commessache sono state ridotti di numero attraverso processi di integrazione e di fusione.La Direzione Tecnica è stata posta alle dirette dipendenze dell’Amministratore Delegato. Al suo internosono state razionalizzate le “filiere” specialistiche. E’ stata istituita la filiera “Ingegneria Stazioni” dalla qualedipendono la UO Impiantistica Industriale e la UO Urbanistica, Architettura e Design.Per rispondere ai crescenti impegni dell’Azienda nel mercato “no-captive”, a staff della Direzione Tecnicaè stata istituita la UO Ingegneria Commesse no-Captive. La UO Value Engineering, già alle dipendenzedella Direzione Scientifica, è stata collocata a staff della Direzione Tecnica.A staff dell’Amministratore Delegato è stata istituita la “Direzione Strategie Imprenditoriali e Qualità” con loscopo di curare i rapporti con il mondo imprenditoriale e presidiare il mantenimento delle certificazioni deisistemi di gestione Qualità e Ambiente, ed il conseguimento della certificazione del sistema di gestione Sicurezzae Salute sul lavoro. La UO Approvvigionamenti è passata alle dipendenze della Direzione Estero eControllo Investimenti ora denominata Direzione Approvvigionamenti, Controllo ed Estero.Complessivamente gli interventi organizzativi, hanno comportato una riduzione di 15 posizioni organizzativedirigenziali rispetto all’ordinamento precedente.B I L A N C I O D I E S E R C I Z I O A L 3 1 D I C E M B R E 2 0 0 7 15


Assunzione e risoluzione di impegni contrattualiMercato captiveNel mese di febbraio 2007 è entrato in vigore il Decreto Legge n. 7 del 31 dicembre 2007 – Decreto Bersani– convertito in legge con la Legge n. 40/2007 con il quale sono state revocate le concessioni ai GeneralContractors per la realizzazione del sistema Alta Velocità/Alta Capacità sulle tratte Milano-Verona,Verona-Padova e Milano-Genova, rimandando la realizzazione delle opere agli esiti di specifiche gare adevidenza pubblica.Nel corso dell’esercizio la società ha risolto le pendenze economiche relative alle prestazioni rese da Italferrin favore di TAV relativamente alle nuove fasi 1 delle due tratte ed ha firmato con la stessa TAV un accordotransattivo per il riconoscimento dei costi sostenuti.Nel mese di Maggio, sono stati definiti con RFI - Rete Ferroviaria Italiana i criteri di determinazione dei compensiper regolare le prestazioni richieste a Italferr con riferimento all’attuazione del Decreto Ministeriale “Sicurezzanelle Gallerie Ferroviarie” del 28 ottobre 2005, pubblicato nell’aprile 2006, volto ad assicurare unadeguato livello di sicurezza nelle gallerie ferroviarie di lunghezza superiore a 1.000 metri, siano esse inesercizio, in fase di costruzione o allo stato di progettazione.Nel mese di Ottobre, nella seduta del giorno 26 il Consiglio di Amministrazione di RFI - Rete Ferroviaria Italianaha approvato il progetto di Scissione da TAV dei Nodi di Bologna, Roma e Napoli che ha portato, coneffetto 1° gennaio 2008, in capo ad RFI - Rete Ferroviaria Italiana stessa la referenza di Progetto. Essendotali Nodi inseriti nell’oggetto contrattuale previsto nell’Atto Modificativo TAV/Italferr del 8 aprile 2003, sonostate già avviate le attività necessarie per risolvere anticipatamente il contratto in essere fra TAV ed Italferr,limitatamente ai nodi in questione.Italferr è stata chiamata, nel mese di Dicembre, dalla stessa RFI - Rete Ferroviaria Italiana, a riprendere icontatti già avviati nel corso dell’anno 2006, per negoziare una possibile revisione delle vigenti aliquotecontrattuali. In particolare obiettivo del citato confronto è quello di valutare congiuntamente possibili areedi efficientamento anche in funzione di una revisione dei contenuti tecnici della progettazione. L’attività direvisione è attualmente in corso e se ne prevede la conclusione entro il primo semestre 2008.Infine si fa presente che, a seguito dell’entrata in vigore del nuovo decreto legislativo 189/05, che ha introdotto,rispetto al DPR 554/99, diverse novità che ampliano ed integrano le attività di verifica dei progettiai fini della validazione, prevedendo, tra l’altro, la costituzione di un Organismo Ispettivo dedicato che sidovrà dotare di un proprio sistema qualità, è proseguita nel corso dell’anno 2007 la negoziazione con laCommittenza RFI - Rete Ferroviaria Italiana al fine di pervenire ad una condivisione in merito al criterio di riconoscimentoad Italferr dei maggiori oneri richiesti dal suddetto decreto legislativo 189. Attualmente è infase di concertazione tra RFI - Rete Ferroviaria Italiana ed Italferr una proposta formulata dalla stessa RFI- Rete Ferroviaria Italiana e si prevede di pervenire ad un accordo nei primi mesi dell’anno 2008.16 I T A L F E R R S P A


Mercato no-captiveNel corso dell’anno 2007 l’attività del settore no-captive si è indirizzata prevalentemente verso quei mercaticonsiderati di interesse dall’Azienda quali, ad esempio, i Paesi coinvolti dagli sviluppi dei corridoi prioritarisostenuti dalla Comunità Europea, i Paesi del bacino del Mediterraneo, i Paesi Balcani e del MedioOriente, il Sud America. Inoltre si sono sviluppate attività commerciali in Paesi dove si stanno concentrandograndi investimenti infrastrutturali e tecnologici (Cina, Russia, India).Si ritiene opportuno sottolineare che nel corso del 2007 il Gruppo Ferrovie dello Stato ha siglato due Memorandumd’intesa con le ferrovie russe e con quelle vietnamite, mirati ad avviare attività comuni per lo sviluppodi tecnologie ferroviarie, in particolare nel campo dell’Alta Velocità.Infine va rilevato che per quanto riguarda i Paesi dell’Est Europa l’allargamento della Comunità Europea hacomportato notevoli cambiamenti nella competizione commerciale in questa area, specialmente per i progettifinanziati con Fondi Comunitari. Ciò è dovuto al fatto che tali fondi vengono ormai gestiti direttamentedalle differenti nazioni e che le società di servizi presenti in questi Paesi sono ora sostanzialmente equiparatealle altre società europee, rappresentando quindi “terribili” competitors anche per via dei prezzi moltobassi applicati in confronto a quelli delle società europee integrate nel mercato. Si ritiene che in futuro questasituazione non potrà che inasprirsi.Contratto di lavoroIl 24 novembre 2007 è stato raggiunto un accordo tra Agens e Organizzazioni sindacali nel corso del qualeè stata prorogata di un anno la vigenza del contratto collettivo nazionale di lavoro delle attività ferroviarie(che era scaduto il 31 dicembre 2006) al fine di allineare la scadenza al contratto collettivo nazionale di lavorodel comparto autoferrotranviari (scaduto il 31 dicembre 2007) e traguardare quindi l’obiettivo di perveniread un contratto unico di settore.Operazioni di natura straordinariaIn data 5 febbraio 2007 l’assemblea straordinaria degli azionisti della società ha approvato, sulla base dellesituazioni patrimoniali al 31 ottobre 2006 delle società partecipanti, il progetto di scissione parziale dellasocietà Italferr SpA mediante assegnazione di parte del suo patrimonio, costituito dal ramo d’azienda denominato“Attività di gestione immobili e servizi dedicati alle persone”, a Ferservizi SpA.In data 26 marzo 2007 è stato stipulato l’atto di scissione parziale che ha avuto effetto in data 2 aprile2007.Ai fini contabili, invece, la scissione ha avuto effetto in data 1° gennaio 2007.In relazione alla scissione del ramo d’azienda “Attività di gestione immobili e servizi dedicati alle persone”si riporta qui di seguito la situazione patrimoniale di scissione alla data del 2 aprile 2007:B I L A N C I O D I E S E R C I Z I O A L 3 1 D I C E M B R E 2 0 0 7 17


Stato patrimoniale attivoSITUAZIONE VARIAZIONI SITUAZIONEANTE DA POSTSCISSIONE SCISSIONE SCISSIONEA. CREDITI VERSO SOCI PER VERSAMENTIANCORA DOVUTI (DI CUI GIÀ RICHIAMATI) 0 0 0B. IMMOBILIZZAZIONII. Immobilizzazioni immateriali3. Diritti di brevetto industriale e diritti di utilizzazionedelle opere dell'ingegno 825.990 0 825.9906. Immobilizzazioni in corso e acconti 2.373.484 0 2.373.4847. Altre 3.557.547 0 3.557.547Totale I. 6.757.021 0 6.757.021II.Immobilizzazioni materiali4. Altri beni 3.712.620 21.424 3.691.196Totale II. 3.712.620 21.424 3.691.196III.Immobilizzazioni finanziarie1. Partecipazioni in:d. Altre imprese 200.000 0 200.000Totale 1. 200.000 0 200.0002. Crediti:d. verso altri- esigibili entro l'esercizio successivo 17.700 0 17.700- esigibili oltre l'esercizio successivo 240.485 0 240.485Totale 2. 258.185 0 258.185Totale III. 458.185 0 458.185TOTALE B. IMMOBILIZZAZIONI 10.927.826 21.424 10.906.40218 I T A L F E R R S P A


SITUAZIONE VARIAZIONI SITUAZIONEANTE DA POSTSCISSIONE SCISSIONE SCISSIONEC. ATTIVO CIRCOLANTEI. Rimanenze3. Lavori in corso su ordinazione 1.483.022.789 0 1.483.022.7895. Acconti 2.561.205 0 2.561.205Totale I. 1.485.583.994 0 1.485.583.994II. Crediti1. Verso clienti- esigibili entro l'esercizio successivo 3.200.587 0 3.200.587- esigibili oltre l'esercizio successivo3.200.587 0 3.200.5874. Verso controllanti- esigibili entro l'esercizio successivo 195.785.278 941.025 194.844.253- esigibili oltre l'esercizio successivo195.785.278 941.025 194.844.2534 bis. Crediti tributari- esigibili entro l'esercizio successivo 1.679 0 1.679- esigibili oltre l'esercizio successivo1.679 0 1.6794 ter. Imposte anticipate- esigibili entro l'esercizio successivo 1.538.911 0 1.538.911- esigibili oltre l'esercizio successivo 445.564 0 445.5641.984.475 0 1.984.4755. Verso altria. altre imprese consociate- esigibili entro l'esercizio successivo 55.139.692 1.104.113 54.035.579- esigibili oltre l'esercizio successivo55.139.692 1.104.113 54.035.579b. altri- esigibili entro l'esercizio successivo 926.593 1.004 925.589- esigibili oltre l'esercizio successivo926.593 1.004 925.589Totale 5. 56.066.285 1.105.117 54.961.168Totale II. 257.038.304 2.046.142 254.992.162III. Attività finanziarie che non costituiscono immobilizzazioniTotale III. 0 0 0IV.Disponibilità liquide1. Depositi bancari e postali 3.306.557 0 3.306.5573. Denaro e valori in cassa 20.296 0 20.296Totale IV. 3.326.853 0 3.326.853TOTALE C. ATTIVO CIRCOLANTE 1.745.949.151 2.046.142 1.743.903.009D. RATEI E RISCONTII. Disaggi su prestitiII. Altri ratei e risconti 240.397 0 240.397TOTALE D. RATEI E RISCONTI 240.397 0 240.397TOTALE ATTIVO 1.757.117.374 2.067.566 1.755.049.808Importi in euroB I L A N C I O D I E S E R C I Z I O A L 3 1 D I C E M B R E 2 0 0 7 19


Stato patrimoniale passivoSITUAZIONE VARIAZIONI SITUAZIONEANTE DA POSTSCISSIONE SCISSIONE SCISSIONEA. PATRIMONIO NETTOI. Capitale 14.186.000 0 14.186.000II.III.Riserva da soprapprezzo delle azioniRiserve di rivalutazioneIV. Riserva legale 2.246.887 0 2.246.887V. Riserve statutarieVI. Riserva per azioni proprie in portafoglioVII. Altre riserve:1. Riserva straordinaria 16.198.406 20.000 16.178.4062. Riserva ex D.Lgs. n. 124/93 32.607 0 32.607Totale VII. 16.231.013 20.000 16.211.013VIII. Utili (perdite) portati a nuovo 16.539.489 0 16.539.489IX. Utile (perdita) del periodo 2.324.345 0 2.324.345TOTALE A. PATRIMONIO NETTO 51.527.734 20.000 51.507.734B. FONDI PER RISCHI E ONERI2. Per imposte, anche differite 3.263.000 0 3.263.0003. Altri 7.433.036 0 7.433.036TOTALE B. FONDI PER RISCHI E ONERI 10.696.036 0 10.696.036C. TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTODI LAVORO SUBORDINATO 49.859.110 451.578 49.407.53220 I T A L F E R R S P A


SITUAZIONE VARIAZIONI SITUAZIONEANTE DA POSTSCISSIONE SCISSIONE SCISSIONED. DEBITI6. Acconti- esigibili entro l’esercizio successivo 1.581.060.327 0 1.581.060.327- esigibili oltre l’esercizio successivo 7.284.290 0 7.284.2901.588.344.617 0 1.588.344.6177. Debiti verso fornitori- esigibili entro l’esercizio successivo 13.634.477 1.495.918 12.138.559- esigibili oltre l’esercizio successivo 0 0 013.634.477 1.495.918 12.138.55911. Debiti verso controllanti- esigibili entro l’esercizio successivo 19.135.881 0 19.135.881- esigibili oltre l’esercizio successivo 0 0 019.135.881 0 19.135.88112. Debiti tributari- esigibili entro l’esercizio successivo 2.699.943 0 2.699.943- esigibili oltre l’esercizio successivo 0 0 02.699.943 0 2.699.94313. Debiti verso istituti di previdenza e di sicurezza sociale- esigibili entro l’esercizio successivo 8.080.139 19.219 8.060.920- esigibili oltre l’esercizio successivo 0 0 08.080.139 19.219 8.060.92014. Altri debitia. verso altre imprese consociate- esigibili entro l’esercizio successivo 3.652.589 0 3.652.589- esigibili oltre l’esercizio successivo 0 0 03.652.589 0 3.652.589b. verso altri- esigibili entro l’esercizio successivo 9.486.089 80.851 9.405.238- esigibili oltre l’esercizio successivo 0 0 09.486.089 80.851 9.405.238Totale 14. 13.138.678 80.851 13.057.827TOTALE D. DEBITI 1.645.033.735 1.595.988 1.643.437.747E. RATEI E RISCONTII. Aggi su prestitiII. Altri ratei e risconti 759 0 759TOTALE E. RATEI E RISCONTI 759 0 759TOTALE PASSIVO 1.757.117.374 2.067.566 1.755.049.808importi in euroB I L A N C I O D I E S E R C I Z I O A L 3 1 D I C E M B R E 2 0 0 7 21


Risorse umaneConsistenzaNel corso del 2007 la consistenza del personale in forza (a ruolo, somministrato, distaccato ed a progetto)è passata dalle 1.844 unità del 31 dicembre 2006 alle 1.604 unità del 31 dicembre 2007 ripartite comesegue (tra parentesi è riportata la consistenza al 31 dicembre 2006):Personale a ruolo 1.503 unità (1.629)Distaccati presso altri enti -2 unità (-6)Distaccati da Società del Gruppo 1 unità (4)Personale con contratto di somministrazione 93 unità (178)Personale con contratto di collaborazione a progetto 9 unità (39)TOTALE 1.604 unità (1.844)La consistenza media del personale in forza è stata di 1.713 unità (1.915 unità nel 2006).La consistenza del personale a ruolo ha subito un decremento, passando dalle 1.629 unità al 31 dicembre2006 alle 1.503 unità al 31 dicembre 2007.La composizione del personale a ruolo risulta essere la seguente:Dirigenti 103 unità (111)Quadri 760 unità (789)Impiegati 640 unità (729)TOTALE 1.503 unità (1.629)La consistenza media del 2007 per il personale a ruolo è stata di 1.566 unità (n. 1.656 nel 2006).Nel corso dell’anno ci sono stati 89 casi di mobilità interna (n. 140 nel 2006).22 I T A L F E R R S P A


Relazioni industrialiNel corso del 2007 l’adesione del personale ad iniziative di astensione al lavoro per sciopero si è mantenutasui livelli dell’anno precedente, ed in misura assolutamente poco significativa in rapporto al totale delleore lavorate. Si sono svolti incontri a livello territoriale per la definizione dei periodi di “chiusura collettiva” eper l’attuazione di una diversa articolazione dell’orario di lavoro per il periodo estivo. Tali incontri si sono risolticon la definizione di uno specifico accordo per la sede di Roma.Inoltre si sono svolti numerosi incontri sia a livello territoriale che nazionale per esperire l’esame congiuntoprevisto dall’art. 47 della Legge n. 428/1990 per il trasferimento da Italferr a Ferservizi, attraverso scissioneparziale del ramo d’azienda denominato “attività di gestione immobili e servizi dedicati alle persone” riguardantela gestione degli immobili uso ufficio e i servizi erogati al personale che opera nelle varie sediaziendali.Inoltre, sempre relativamente alla sede di Roma, si sono tenute riunioni sulla formazione professionale,sulle coperture assicurative del personale, sulla consistenza dell’organico e sui dipendenti con contratto disomministrazione.B I L A N C I O D I E S E R C I Z I O A L 3 1 D I C E M B R E 2 0 0 7 23


FormazioneNell’anno 2007 sono state attuate attività formative che hanno coinvolto circa 500 risorse aziendali per untotale di 6.500 ore erogate. In particolare si è data rilevanza:• alla formazione al ruolo (Direttori Lavori, Assistenti Lavori, Coordinatori per l’Esecuzione Lavori) attraversopercorsi che hanno curato l’aggiornamento delle competenze tecniche e l’approfondimento delleabilità necessarie ad agire comportamenti efficaci;• alla formazione tecnica, sia di base che avanzata, con particolare riferimento alle tecnologie innovative(ERTMS, SCC, SCMT), nonché all’aggiornamento sulle attività necessarie all’Attivazione delle tratteAV/AC;• alla formazione relativa al Sistema Gestione Ambientale rivolto alle risorse specialistiche della DirezioneTecnica;• alla formazione manageriale, indirizzata a dirigenti, neo dirigenti, quadri, a ruoli “core” per l’azienda edai Team di Commessa con l’obiettivo di accrescerne le abilità gestionali e migliorarne la performance.Per lo sviluppo manageriale si è dato seguito ai colloqui di coaching con le risorse in sviluppo;• alle Lessons Learned per la condivisione e la diffusione di esperienze maturate sul campo e alle bestpractices nel settore del monitoraggio ambientale, nella sicurezza in cantiere, nella realizzazione di galleriee nella condivisione di studi internazionali (Siafi-UIC);• alla progettazione di percorsi di formazione tecnica e/o gestionale per Manager di Imprese ferroviariestraniere;• Sono stati inoltre realizzati in collaborazione con Holding progetti formativi su tematiche trasversali alGruppo per aggiornare/completare le competenze specialistiche e per favorire il confronto tra le diverserealtà aziendali. I progetti più rilevanti sono stati:— “Management Review” rivolto a giovani dirigenti e ai dirigenti in “posizione chiave” per effettuareuna mappatura delle competenze tecnico-specialistiche e manageriali. Successivamente saràesteso a tutta la popolazione dirigenziale;— “Cultura di Impresa nel Gruppo Ferrovie dello Stato: costi, ricavi e qualità”, nato dall’esigenza dirafforzare nel management aziendale la cultura della creazione del valore, l’attenzione a ricavi e aicosti, la conoscenza di elementi di contabilità industriale (piano, articolazione, modalità imputazione,etc.), dei meccanismi e sistemi di controllo costi in Ferrovie dello Stato, della capacità di confrontocon il sistema esterno a Ferrovie dello Stato;— “Master in Sicurezza” (Master universitario di II livello), che forma figure professionali capaci di applicarele più moderne tecniche di analisi del rischio a qualsiasi sistema/progetto. Realizzato in collaborazionecon esperti di RFI - Rete Ferroviaria Italiana, Trenitalia, nonché con i massimi esponentidi aziende che operano nello specifico settore;— “Master Ingegneria delle Infrastrutture e dei sistemi ferroviari”, progettato e realizzato in collaborazionecon esperti di RFI - Rete Ferroviaria Italiana, Trenitalia e docenti universitari per il perfezionamentoscientifico multidisciplinare nel settore dei trasporti ferroviari.24 I T A L F E R R S P A


Politiche di gestioneNel corso del 2007 la Società ha proseguito il processo di razionalizzazione del proprio organico, adeguandoloai nuovi scenari di riferimento.L’organico a ruolo a fine anno è diminuito di 126 unità. Si è ridotto considerevolmente il ricorso a forme dilavoro flessibili. I lavoratori somministrati sono calati di 85 unità, mentre il numero di collaboratori a progettoè passato da 39 a 9.Nel corso del 2007 non sono state effettuate assunzioni di dirigenti dal mercato, ma sono stati effettuati 4 ingressidal Gruppo. Sono stati inoltre nominati 2 dirigenti con promozione interna. Per contro, si è registrata l’uscitadi 14 dirigenti, in parte attraverso il programma di incentivazione all’esodo in atto nel Gruppo Ferroviedello Stato.Lo sviluppo delle risorse interne è stato un tema dominante nell’anno. Si è proceduto ad avviare un pianodi interventi mirati (job rotation, percorsi di formazione, piani di coaching da parte dei capi, valutazione dellaprestazione dei quadri) per individuare e valorizzare le competenze delle risorse presenti in azienda. Questoprogetto costituirà la base dello sviluppo previsto per il prossimo anno.Sicurezza decreto legislativo 626/94Con riferimento agli adempimenti previsti dalla vigente normativa in materia di sicurezza sul lavoro, sonostate eseguite le visite mediche per il personale esposto a rischi contemplati dalle normative vigenti, laconsegna dei “dispositivi di protezione individuale”, l’aggiornamento del “Documento di Valutazione del Rischio”,l’informazione e la formazione, i sopralluoghi di cui all’art. 17 del decreto legislativo 626/94 e le riunioniperiodiche di cui all’art. 11 del decreto legislativo 626/94, la prova di evacuazione della sede di RomaTermini in cui sono state coinvolte circa 600 persone.B I L A N C I O D I E S E R C I Z I O A L 3 1 D I C E M B R E 2 0 0 7 25


Politica ambientaleItalferr prosegue nel percorso di miglioramento continuo delle proprie prestazioni ambientali, garantendoun presidio continuo e costante, in armonia a quanto previsto nelle procedure del Sistema di Gestione Ambientale,sia nella fase progettuale che nella fase realizzativa, con la gestione dei relativi aspetti ambientali.Nel corso del 2007 sono state incrementate le funzionalità della banca dati SIMAC (Sistema InformativoMonitoraggio Ambientale Cantieri) per la gestione dei dati ambientali, che sono stati acquisiti nel corsodelle campagne di misura, eseguite, per singola tratta di linea o per il complesso di linee costituenti unnodo ferroviario, dal 1996 ad oggi.Ulteriore impegno nella politica ambientale è stata la costituzione di un sito web, sviluppato in via sperimentaleper il progetto della linea Padova-Mestre, orientato a fornire alla popolazione interessata, Enti edIstituzioni, informazioni sulle opere costituenti il Progetto, sugli studi condotti in materia ambientale, sull’iterapprovativo, sulle attività di monitoraggio ambientale e sulle opere di compensazione. Successivamentequesto sito sarà esteso ad altri progetti complessi e di difficile inserimento territoriale.Una nuova attività del 2007 è stato l’adeguamento delle attività progettuali alle norme di verifica preventivadi interesse archeologico, di cui all’art. 95 e 96 del Decreto Legge 163/2006. L’adeguamento allanorma ha richiesto la elaborazione di corposi studi archeologici, in accompagnamento a tutti i progetti, neiquali vengono sviluppate procedure e metodologie per l’effettuazione di indagini archeologiche preliminari,orientate alla soluzione delle criticità archeologiche prima dell’avvio dei lavori, da definirsi in collaborazioneed in accordo con le Soprintendenze competenti. Analoghi progetti sono stati sviluppati per leindagini di caratterizzazione ambientale dei terreni, finalizzate all’individuazione dei siti inquinati.Infine è stato profuso un notevole impegno per rendere disponibili strumenti di gestione in materia ambientale,con:• l’emissione del primo “Manuale integrato” per la gestione del sistema Qualità ed Ambiente che integrai processi gestionali;• l’attivazione del “Presidio Normativo Ambientale” quale strumento informatico divulgativo delle normeambientali.26 I T A L F E R R S P A


Rapporto con i clientiItalferr, nel corso del 2007, ha mantenuto rapporti contrattuali, oltre che con società del Gruppo Ferroviedello Stato, con i seguenti Clienti:• Ferrovie rumene;• Ferrovie turche;• Ferrovie francesi (RFF);• Ferrovie serbe;• Ministero degli Esteri italiano (tramite CIITI);• Consorzio Contuy (Imprese italiane che operano in Venezuela);• Ferrovie siriane;• Ferrovie irachene;• OMRAN RAZAWI (General Contractor) IRAN/SIRIA;• NAMAD (METRA) IRAN.Tali rapporti sono ottimi con tutti i clienti, incluse le Ferrovie Irachene che hanno riconosciuto la buona qualitàdel lavoro svolto da Italferr, anche se questo non è servito a sbloccare i pagamenti delle fatture emesse,a causa delle gravi condizioni socio-politiche presenti nel Paese che limitano fortemente l’operatività dei variMinisteri coinvolti nella emissione di pagamenti. L’unica eccezione a questo quadro di buoni rapporti con iClienti è rappresentata dal Consorzio Contuy, che lamenta ritardi nello sviluppo del progetto esecutivodelle opere della ferroviarie per la Linea Puerto Cabello La Encrucijada.Dal mese di novembre è in corso una azione di recupero da parte del Gruppo di Progetto venezuelano,supportato dalle strutture centrali di Italferr, con l’obiettivo di recuperare entro la metà del 2008, il ritardoiniziale dovuto principalmente alle difficoltà incontrate dai nostri fornitori locali.B I L A N C I O D I E S E R C I Z I O A L 3 1 D I C E M B R E 2 0 0 7 27


Relazione sulla gestionedell’esercizio chiusoal 31 dicembre 2007


Quadro macroeconomicoLo scenario macroeconomico internazionale è stato caratterizzato, nel corso del 2007, da un’incertezzadiffusa e da un peggioramento delle prospettive di crescita.La crisi dell’economia americana ha influenzato negativamente la crescita del Pil mondiale, sostanzialmentestabile rispetto al 2006 (5,1% contro il 5,2% del 2006) e sostenuta – principalmente – dall’economia deipaesi emergenti.Informazioni dal carattere altrettanto incerto provengono dall’Europa dove il rallentamento dell’economiadei paesi aderenti all’Unione Monetaria Europea trova conferma nel valore del Pil attestatosi a 2,6% (-0,3punti percentuali rispetto al 2006).Questa situazione di precarietà è motivata da problemi legati alla crisi dei mercati finanziari determinatianche da una forte rivalutazione dell’euro rispetto al dollaro e alla brusca impennata del prezzo delle materieprime, in particolare del petrolio.Le incertezze del quadro macroeconomico internazionale si sono riflesse anche nell’economia italianadove la crescita del Pil si è attestata al 1,7% (-0,2 punti percentuali rispetto al 2006) nonostante una modestacrescita nel corso del terzo trimestre del 2007.Il rallentamento riflette il deterioramento delle componenti della domanda interna, imputabile al calo dellafiducia e alla percezione di imminenti tensioni inflazionistiche, nonché alla diminuzione delle esportazioni(ancorché in linea con quella del commercio mondiale).I dati del 2007 confermano anche una rilevante caduta della produzione industriale con evidenti valori negativi,rispetto al 2006, dei beni di consumo e dei beni intermedi. Ciononostante l’occupazione totale hamostrato un lieve miglioramento registrando una crescita del 1,2%.30 I T A L F E R R S P A


Andamento dei mercati di riferimentoI bandi di gara “sopra e sotto soglia” indetti in Italia in tutto il 2007 per servizi di ingegneria e architetturasono stati 5.211, per un importo complessivo pari a circa 672 milioni di euro. Rispetto al totale 2006 si rilevauna diminuzione del 31,9% nel numero e del 10,8% nel loro importo.Inoltre, sempre con riferimento all’Italia, i bandi di gara per appalti misti di lavori contenenti anche attività diprogettazione, quali gli appalti integrati, il general contracting, il project financing e gli appalti concorsi, registranonel 2007 un incremento rispetto al 2006 del 27% sul numero e del 33% sugli importi.I bandi di gara europei sopra soglia per servizi di ingegneria e architettura rilevati dalla Gazzetta Comunitariain tutto il 2007 ammontano in totale a 15.527, con un incremento dell’8,8% rispetto al precedenteanno 2006. Prima tra le nazioni è la Francia con 5.775 gare, +2,7% rispetto al 2006, seguita dalla Spagna(1.947 gare, -3,5%), Gran Bretagna (1.186 gare, +1,4%), Germania (1.177 gare, +10,8%), Polonia (731 gare,+15,7%). L’Italia si pone al sesto posto con 481 gare (+4,3%).Mercato CaptiveNel corso dell’anno 2007 sono stati perfezionati incarichi, a valere sui contratti in essere, per complessivi93,7 milioni di euro, di questi 90,4 milioni di euro per il Cliente RFI - Rete Ferroviaria Italiana, e 3,3 milioni dieuro per il Cliente TAV, portando il portafoglio ordini al 31 dicembre 2007 a circa 725 milioni di euro.Nella tabella seguente sono riportati, in sintesi, gli importi degli ordini perfezionati nell’anno 2007, articolatiper Cliente e tipologia di prestazione.Incarichi perfezionati nel 2007Cliente Tipologia prestazione TotaleProgettazione Direz. LavoriRFI - Rete Ferroviaria Italiana/Nodi 22,3 34,0 56,3RFI - Rete Ferroviaria Italiana/Itinerari e Tecnologie 20,2 13,9 34,1TAV/Nodi 0,7 0,0 0,7TAV/Tratte 0,0 2,6 2,6TOTALE 43,2 50,5 93,7Importi in milioni di euroAlla data del 31 dicembre 2007 risultano, inoltre, avviate le contrattualizzazioni di ulteriori incarichi per un importocomplessivo di circa 20,7 milioni di euro. Si prevede che tali contrattualizzazioni siano perfezionatenel corso del primo trimestre 2008.Questi nuovi incarichi riguardano il Cliente RFI - Rete Ferroviaria Italiana per circa 15,2 milioni di euro, il committenteTAV per circa 2,0 milioni di euro e la società Grandi Stazioni per circa 3,5 milioni di euro.B I L A N C I O D I E S E R C I Z I O A L 3 1 D I C E M B R E 2 0 0 7 31


Nella tabella che segue vengono riportati, in dettaglio per Cliente, gli importi delle contrattualizzazioni giàavviate alla data del 31 dicembre 2007.Incarichi in corso di perfezionamentoClienteContrattualizzazioniavviateal 31.12.2007RFI - Rete Ferroviaria Italiana/Nodi 10,4RFI - Rete Ferroviaria Italiana/Itinerari e Tecnologie 4,8TAV/Nodi 0,8TAV/Tratte 1,2Grandi Stazioni 3,5TOTALE 20,7Importi in milioni di euroMercato no-captiveRelativamente al mercato no-captive, nel corso dell’anno 2007, sono state sviluppate numerose iniziativecommerciali mirate sia a consolidare che espandere le aree di interesse per Italferr.In particolare con riferimento al bacino del Mediterraneo si sono rinnovate attività commerciali in Paesi qualiSiria, Marocco ed Egitto, mentre nell’area medio-orientale l’interesse si è rivolto, oltre che in Turchia, Iraned Iraq, anche verso Paesi con forte disponibilità finanziaria quali Arabia Saudita, Emirati Arabi e Kuwait.Per quanto riguarda l’Europa sono state svolte attività commerciali prevalentemente in Albania, Serbia, Romania,Polonia e Francia (linea Torino-Lyon e linea Torino-Modane).Inoltre l’interesse commerciale si è rivolto anche verso Paesi del Sud America quali, in particolare, Colombia,Venezuela e Argentina.E’ importante ricordare che l’attività commerciale svolta ha riguardato anche il mercato cinese, russo edindiano, dove si stanno concentrando grandi investimenti infrastrutturali e tecnologici.Complessivamente nel 2007 sono state presentate 22 nuove offerte e acquisiti 10 incarichi per un valoredi 11,8 milioni di euro. Tra questi si citano:1. Progettazione impianti di manutenzione per materiale rotabile in Turchia, valore complessivo 2,0 milionidi euro (Marzo 2007);2. Studio trasportistico e del sistema Sud Iraq e progettazione della connessione ferroviaria con il Kuwait,importo acquisito 2,2 milioni di euro, quota parte Italferr 1 milione di euro (Aprile 2007);3. Progettazione e preparazione documenti di gara per la ricostruzione del ponte Zezely a Novi Sad inSerbia, importo acquisito 1,9 milioni di euro, quota parte Italferr 0,8 milioni di euro (Maggio 2007);4. Assistenza tecnica alle ferrovie rumene per la preparazione dei progetti ferroviari nell’ambito dei fondidi coesione, valore complessivo per 22 milioni di euro. Quota parte Italferr 7,0 milioni di euro (Giugno2007);5. Modernizzazione del Tunnel Ferroviario del Fréjus. Direzione lavori degli impianti di blocco automatico.Importo acquisito 0,7 milioni di euro (Luglio 2007);Il portafoglio offerte residuo a Dicembre 2007 ammontava a circa 20 milioni di euro, mentre il portafoglioordini ammontava ad oltre 21 milioni di euro.32 I T A L F E R R S P A


Mercato dei servizi di ingegneriaNel corso dell’anno 2007, Italferr ha affidato all’esterno appalti di servizi per complessivi 20 milioni di eurocirca.Nel compimento di detti acquisti, i Sistemi di Qualificazione varati sin dal 2003 hanno confermato tutta laloro efficacia. Infatti, la partecipazione dei soggetti invitati è sempre stata numericamente soddisfacente.Il livello degli sconti proposti dai fornitori ha invece destato qualche preoccupazione, essendo risultatomaggiore di quello che ci si attendeva. Ciò ha costretto l’Ente Appaltante ad operare numerose verifichedi congruità delle offerte pervenute; verifiche che hanno talvolta evidenziato l’infondatezza delle offertecommercialmente più aggressive.Per quanto riguarda la qualità delle prestazioni rese dai consulenti esterni, sebbene i ritorni pervenuti ad Approvvigionamenti,attraverso il flusso informativo stabilito dalle procedure societarie, affermano una generalesoddisfazione da parte degli utilizzatori dei servizi acquistati, una valutazione più approfonditadell’argomento si rende necessaria, in relazione al basso livello dei prezzi offerti dai subfornitori.B I L A N C I O D I E S E R C I Z I O A L 3 1 D I C E M B R E 2 0 0 7 33


Andamento economicoe situazione patrimoniale-finanziariaConto economico riclassificato2007 2006 VariazioniRicavi delle vendite e delle prestazioni- Prestazioni di servizi di ingegneria 397.055 58.001 339.054- Variazione lavori in corso su ordinazione (178.178) 155.701 (333.879)- Altri ricavi 1.935 842 1.093Ricavi operativi 220.812 214.544 6.268Costo del lavoro (96.729) (96.291) (438)Altri costi (63.277) (79.243) 15.966Capitalizzazioni - variazione rimanenze 464 1.119 (655)Costi operativi (159.542) (174.415) 14.873Margine operativo lordo 61.270 40.129 21.141Ammortamenti netti e svalutazioni cespiti (5.216) (5.187) (29)Accantonamenti nettie svalutazioni crediti (2.650) (1.428) (1.222)Saldo proventi/(oneri) diversi 226 756 (530)Risultato operativo 53.630 34.270 19.360Saldo gestione finanziaria 7.250 5.924 1.326Componenti straordinarie nette (2.462) (90) (2.372)Risultato ante imposte 58.418 40.104 18.314Imposte sul reddito (23.412) (23.565) 153RISULTATO DELL’ESERCIZIO 35.006 16.539 18.467Importi in migliaia di euroIl bilancio dell’esercizio 2007 chiude con ricavi operativi di 221 milioni di euro, di cui 219 milioni di euro perservizi di ingegneria, costi operativi di 160 milioni di euro, ammortamenti, accantonamenti, svalutazioni eproventi diversi netti per 8 milioni di euro e quindi con un utile netto pari a circa 35 milioni di euro, dopo averconseguito proventi finanziari e straordinari netti per circa 5 milioni di euro ed aver stanziato imposte per23 milioni di euro.Coerentemente alla missione della società, nel 2007 l’attività prevalente, in termini di produzione, è stataquella svolta nel mercato captive per conto di RFI - Rete Ferroviaria Italiana (129 milioni di euro, contro 82milioni di euro per conto TAV).L’attività nel mercato no-captive ha raggiunto nel 2007 un valore della produzione di circa 8 milioni di euro,con un’incidenza di circa il 4% sul totale della produzione.Rispetto al 2006, la produzione è aumentata di circa il 3%, mentre rispetto al budget è aumentata di circa il 16%.Nel 2007 il risultato operativo è stato pari a circa 54 milioni di euro (R.O.S. = 24%).34 I T A L F E R R S P A


Il risultato dell’esercizio è stato in particolare influenzato dall’effetto dei seguenti fattori:• transazione con TAV per il riconoscimento dei costi sostenuti in precedenti esercizi per le attività svoltein relazione alle tratte AV Milano-Genova e Milano-Verona (ricavi e margini maturati nel 2007 pari a circa15 milioni di euro);• risoluzione anticipata del contratto con TAV, con la definizione di tutte le pendenze economiche, limitatamenteai Nodi AV di Bologna, Roma e Napoli (ricavi maturati nel 2007 pari a circa 28 milioni di euroe margini maturati nel 2007 pari a circa 11 milioni di euro);• miglioramento netto dei margini attesi sulle altre commesse.Alla fine dell’esercizio risultava eseguita in favore di RFI - Rete Ferroviaria Italiana e TAV attività per circa 9milioni di euro (5 milioni di euro al 31 dicembre 2006) in termini di costi diretti che, non essendo stata ancoraformalmente contrattualizzata, è stata prudenzialmente inclusa nei lavori in corso su ordinazione ipotizzandoun ricavo maturato uguale al costo diretto, senza alcun margine. Nei casi in cui i Committentiabbiano formalmente rifiutato la formalizzazione degli incarichi, i costi sostenuti sono stati prudenzialmentespesati nell’esercizio.Nel corso dell’esercizio l’incremento dei tassi di interesse ha generato proventi finanziari superiori rispettoall’esercizio precedente ed al budget.Il risultato positivo della gestione caratteristica e della gestione finanziaria ha consentito di chiudere l’eserciziocon un utile netto di circa 35 milioni di euro (R.O.E. = 71%), a fronte di un risultato, nel 2006, di circa 17milioni di euro.B I L A N C I O D I E S E R C I Z I O A L 3 1 D I C E M B R E 2 0 0 7 35


Stato patrimoniale riclassificato31.12.2007 31.12.2006 VariazioniAttivitàCapitale circolante netto gestionale (19.133) (59.496) 40.363Altre attività nette (27.597) (38.132) 10.535Capitale circolante (46.730) (97.628) 50.898Immobilizzazioni tecniche 10.203 11.302 (1.099)Partecipazioni delle immobilizzazioni finanziarie 200 200 0Fondo ristrutturazione e rettifica cespiti 0 0 0Capitale immobilizzato netto 10.403 11.502 (1.099)TFR (47.450) (49.321) 1.871Altri fondi (8.281) (7.258) (1.023)TFR e Altri fondi (55.731) (56.579) 848TOTALE CAPITALE INVESTITO NETTO (92.058) (142.705) 50.647CoperturePosizione finanziaria netta a breve (160.643) (191.908) 31.265Posizione finanziaria netta a medio-lungo 0 0 0Posizione finanziaria netta (160.643) (191.908) 31.265Mezzi propri 68.585 49.203 19.382TOTALE COPERTURE (92.058) (142.705) 50.647Importi in migliaia di euroIl bilancio dell’esercizio al 31 dicembre 2007 evidenzia una struttura patrimoniale-finanziaria sempre forte,con un capitale investito circolante negativo e disponibilità finanziaria.Le variazioni più significative dell’esercizio sono avvenute nel capitale circolante, che al 31 dicembre 2007era pari a -47 milioni di euro (-98 milioni di euro al 31 dicembre 2006), nella posizione finanziaria netta, cheal 31 dicembre 2007 era pari a -161 milioni di euro (-192 milioni di euro al 31 dicembre 2006) e nei mezzi propri,che al 31 dicembre 2007 erano pari a 69 milioni di euro (49 milioni di euro al 31 dicembre 2006).L’aumento del capitale circolante netto gestionale di 40 milioni di euro è dovuto essenzialmente al decrementodi 193 milioni di euro degli acconti da clienti a fronte di un decremento di 178 milioni di euro dei lavoriin corso su ordinazione e di un incremento di 25 milioni di euro dei crediti.Al termine dell’esercizio le disponibilità liquide ed i crediti finanziari verso la Controllante ed i terzi ammontavanoa circa 161 milioni di euro, contro un importo di 192 milioni di euro alla fine dell’esercizio precedente.36 I T A L F E R R S P A


Gestione finanziariaAi fini della valutazione della situazione patrimoniale e finanziaria, vi forniamo la opportuna informativa inmerito alle politiche della Società ed ai criteri utilizzati per misurare, monitorare e controllare i rischi finanziari,l’esposizione al rischio finanziario e le attività che lo hanno determinato; nonché in merito alle politichedi copertura dei rischi, alle attività e passività finanziarie oggetto di copertura dei rischi ed alle tipologie distrumenti finanziari utilizzati per la copertura dei rischi stessi.E’ opportuno, preliminarmente, sottolineare che la quasi totalità dell’attività viene svolta in favore di committentiitaliani, quasi sempre società del Gruppo Ferrovie dello Stato, e viene regolata in euro a breve termine.Conseguentemente il rischio credito, inteso come rischio commerciale e rischio paese, ed il rischiofinanziario, inteso come rischio di cambio e di tasso, sono estremamente limitati.Al fine di garantire, comunque, livelli di rischio accettabili, la società adotta i seguenti criteri:• i clienti terzi vengono affidati sulla base del paese di residenza del debitore, delle tre categorie di assicurabilitàdella SACE e delle modalità di pagamento (apertura di credito documentario confermato omeno, bonifico bancario);• l’esecuzione, anche parziale, delle prestazioni viene effettuata in relazione agli incassi in maniera che l’esposizionedi un cliente non superi l’affidamento concesso;• in caso di esposizione del cliente totalmente scaduta, l’incasso dei crediti è prioritario rispetto alla sottoscrizionedi nuovi contratti ed all’erogazione di servizi aggiuntivi;• le condizioni di fatturazione vengono articolate in maniera che il capitale circolante netto gestionaletenda a zero o, meglio, assuma valori negativi;• di norma vengono accettati ed effettuati incassi/pagamenti in euro e le valute locali vengono trattatelimitatamente alle necessità di spese in loco;• i più importanti subfornitori locali vengono pagati con la clausola del tipo “if and when”;• nei casi di richiesta di offerta in valuta diversa dall’euro, si valuta l’opportunità di ricorrere ad operazionidi “swap” su cambi.L’applicazione dei criteri sopra citati ha portato a chiudere l’esercizio 2007 con crediti verso terzi per 4,7milioni di euro, di cui circa 1,7 milioni di euro scaduti, pari al 22% della produzione annuale verso terzi.La posizione creditoria che viene monitorata con maggiore attenzione è quella verso il cliente SCITAC(IRAQ) che presentava al 31 dicembre 2007 crediti scaduti da oltre 90 giorni per circa 1,3 milioni di euro peri quali è stato accantonato un fondo di svalutazione del 50% del credito in essere alla data del 31 dicembre2007.Al 31 dicembre 2007 la società aveva crediti in valuta straniera (essenzialmente dollari americani) per circa1,5 milioni di euro.B I L A N C I O D I E S E R C I Z I O A L 3 1 D I C E M B R E 2 0 0 7 37


InvestimentiNel corso del 2007 la Società ha effettuato investimenti per circa 4 milioni di euro.Tali investimenti, che si riferiscono per circa 3 milioni di euro a immobilizzazioni immateriali (software e miglioriesu beni di terzi) e per circa 1 milione di euro a immobilizzazioni materiali (computer, mobili ed arredi),si sono resi necessari per dotare il personale di idonei supporti informatici e logistici ai processi gestionalie operativi.Attività di ricerca e sviluppoNel 2007, come negli esercizi precedenti, la Società non ha svolto attività di ricerca e sviluppo.38 I T A L F E R R S P A


Rapporti con parti correlateNel seguito sono rappresentati, in una tabella di sintesi, i principali rapporti attivi e passivi intercorsi nell’eserciziocon imprese controllanti, altre imprese consociate ed altre parti correlate. Sono anche evidenziatii rapporti con la società che esercita l’attività di direzione e coordinamento e con le società che sono sottopostealla medesima attività di direzione e coordinamento.Denominazione Rapporti attivi Rapporti passiviControllantiFerrovie dello Stato SpA aCommerciali e diversiPrestazione serviziUtilizzo marchioFinanziariConto corrente intersocietarioFinanziariprestazione garanzieAltre imprese consociateRFI - Rete Ferroviaria Italiana SpA b Commerciali e diversi Commerciali e diversiPrestazione servizi di ingegneriaLocazionePrestazione serviziFinanziariDepositi cauzionaliTreno Alta Velocità SpACommerciali e diversiPrestazione servizi di ingegneriaTrenitalia SpA b Commerciali e diversi Commerciali e diversiPrestazione servizi di ingegneriaPrestazione serviziFS Logistica SpA bCommerciali e diversiPrestazione serviziFerservizi SpA b Finanziari Commerciali e diversiDepositi cauzionaliPrestazione servizi di ingegneriaGrandi Stazioni SpA bCommerciali e diversiLocazioniCentostazioni SpA b Finanziari Commerciali e diversiDepositi cauzionaliLocazioniabSocietà che esercita attività di direzione e coordinamento (controllante diretta)Società che è sottoposta all’attività di direzione e coordinamento di (a)B I L A N C I O D I E S E R C I Z I O A L 3 1 D I C E M B R E 2 0 0 7 39


Di seguito, si riportano inoltre i valori patrimoniali ed economici derivanti dai rapporti sopra indicati.Rapporti commerciali e diversiDenominazione 31.12.2007Crediti Ratei Debiti Ratei Garanzie Impegni Acquistie Risconti e Risconti perattivi passivi investimentiControllantiFerrovie dello Stato SpA 1.878 0 11.213 0 0 0 0Altre imprese consociateRFI - Rete Ferroviaria Italiana SpA 46.694 0 976.215 0 0 0 0Treno Alta Velocità SpA 40.319 2 378.169 7 0 0 0Trenitalia SpA 0 0 749 0 0 0 0FS Logistica SpA 0 0 0 0 0 0 0Ferservizi SpA 8 0 7.981 0 0 0 0Grandi Stazioni SpA 0 0 612 0 0 0 0Centostazioni SpA 0 0 22 0 0 0 0Fercredit SpA 0 0 153 0 0 0 0TOTALE 88.899 2 1.375.114 7 0 0 0Importi in migliaia di euroRapporti finanziariDenominazione 31.12.2007 2007Imm.ni Crediti Ratei Debiti Ratei Garanzie Impegni Oneri ProventiFinanz. e Risconti e RiscontiattivipassiviControllantiFerrovie dello Stato SpA 0 159.475 0 0 0 10.325 0 0 7.444Altre imprese consociateRFI - Rete Ferroviaria Italiana SpA 40 0 0 0 0 0 0 0 1Centostazioni SpA 17 0 0 0 0 0 0 0 0TOTALE 57 159.475 0 0 0 10.325 0 0 7.445Importi in migliaia di euroLe operazioni con le società del Gruppo sono state eseguite a prezzi di mercato.40 I T A L F E R R S P A


2007CostiRicaviCosti della Oneri Valore della Proventiproduzione straordinari produzione straordinari1.805 0 56 01.160 0 120.661 00 0 270.394 0642 0 202 094 0 0 06.775 0 55 09.304 0 57 0163 0 7 00 0 0 019.943 0 391.432 0B I L A N C I O D I E S E R C I Z I O A L 3 1 D I C E M B R E 2 0 0 7 41


Azioni proprieAl 31 dicembre 2007 Italferr SpA non possiede azioni proprie e/o azioni della Società Controllante, né direttamente,né per il tramite di società fiduciaria o per interposta persona. Si fa inoltre presente che nelcorso dell’esercizio 2007 la stessa non ha acquistato o alienato azioni proprie e/o azioni della Società Controllante,né direttamente, né per il tramite di società fiduciaria o per interposta persona.42 I T A L F E R R S P A


Altre informazioniSedi secondarieLa Società ha sedi secondarie in Romania ed in Venezuela. Alla fine dell’esercizio erano, inoltre, operantiuffici sul territorio nazionale ubicati a: Bari, Bologna, Cagliari, Castelferretti, Ferrara, Firenze, Foggia, Genova,Lecce, Messina, Milano, Napoli, Palermo, Pescara, Pisa, Reggio Calabria, Roma, Salerno, Torino,Udine, Venezia Mestre, Verona, Vezzano Ligure.Indagini e procedimenti giudiziari in corsoPer quanto riguarda l’evoluzione dei procedimenti penali a carico di ex amministratori, nel corso del 2007è stata dichiarata la prescrizione dei reati contestati ai soggetti nei confronti dei quali Italferr si era costituitaparte civile avanti al Tribunale di Perugia (n. 1988/96 R.G.N.R. e n. 1726/96 G.I.P.), mentre è stato archiviatoil procedimento presso il Tribunale di Firenze (n. 4992/00 R.G.N.R.). Il procedimento pendente pressoil Tribunale di Massa (n. 1470/04 R.G.N.R.) sempre a carico, tra gli altri, di un ex amministratore della società,è proseguito con il Decreto di citazione diretta di tutti gli interessati avanti al Giudice Monocratico del Tribunaledi Pontremoli, sezione distaccata di Massa. E’ stata fissata l’udienza preliminare innanzi al GUPcompetente per l’8 maggio 2008.Sulla base del parere legale da ultimo acquisito si ritiene che, pur sussistendo l’ipotesi di possibile condannaa carico di ex amministratori della società, sia pure in subordine a quella dell’appaltatore responsabilediretto dell’eventuale danno causato, allo stato del procedimento non è quantificabile l’eventualepassività a carico della Società.Non è stato effettuato, pertanto, alcun accantonamento ai fondi per rischi ed oneri.B I L A N C I O D I E S E R C I Z I O A L 3 1 D I C E M B R E 2 0 0 7 43


Decreto legislativo 231/2001In relazione agli adempimenti previsti dal “Modello di organizzazione, gestione e controllo di Italferr SpA exdecreto legislativo 231/2001” (di seguito: “Modello 231”), nel corso dell’esercizio:• sono state effettuate specifiche verifiche sul recepimento dei principi stabiliti dal Modello 231 e sul funzionamentodello stesso. A questo scopo gli interventi di audit effettuati nel 2007 hanno interessatonella quasi totalità processi sensibili ai sensi del Modello 231, e i programmi di lavoro di ciascun interventohanno incluso specifici argomenti di pertinenza dell’Organismo di Vigilanza;• in considerazione della riorganizzazione aziendale verificatasi nel 2007, l’elenco delle informazioni, societariee specifiche per ciascun processo sensibile, da attivare verso l’Organismo di Vigilanza è statoaggiornato coerentemente ed è stato comunicato alle strutture responsabili del loro invio. E’ proseguitala gestione dell’archivio cartaceo ed informatico dei flussi informativi e delle segnalazioni ricevute;• la sopravvenuta estensione della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche a nuove fattispeciedi reato, in particolare in materia di tutela della salute e della sicurezza sui luoghi di lavoro, ha determinatola necessità di introdurre e disciplinare un nuovo processo sensibile nel Modello 231. Lestrutture aziendali interessate hanno pertanto verificato, col supporto dell’Organismo di Vigilanza, l’impostazionedell’attuale sistema dei protocolli aziendali, risultato già sostanzialmente adeguato e coerentecon quanto stabilito dalle nuove prescrizioni.E’ stato quindi elaborato il testo con cui dovrà essere formalmente aggiornato il Modello 231 per recepirei nuovi processi sensibili e riportarne i principi generali di comportamento.L’Organismo di Vigilanza ha riferito al Consiglio di Amministrazione e al Collegio sindacale, secondo le periodicitàstabilite, in merito all’attuazione del Modello 231 e all’emersione di eventuali criticità ad esso connesse.Nel corso del 2007 il Comitato Etico della Società:• ha effettuato specifici riscontri in merito ad alcune segnalazioni pervenute in forma anonima, i cui risultatisono stati portati all’attenzione del Vertice della Società;• ha prodotto i necessari chiarimenti a fronte di alcune richieste di informazioni pervenute all’indirizzo diposta elettronica appositamente attivato ad uso dei dipendenti.Con l’attivazione del nuovo portale Linea Diretta della Società, è stata introdotta una specifica sezione riservataal Codice Etico del Gruppo Ferrovie dello Stato nella quale, oltre al link al testo del Codice, è presenteuna nota descrittiva dei principi e delle norme generali di comportamento.Al fine di favorire, anche nei confronti di soggetti esterni al Gruppo Ferrovie, un’informativa adeguata inmerito all’adozione del Codice Etico in Italferr e all’istituzione del Comitato Etico, le stesse informazioni inseritenella intranet aziendale sono state riportate nel sito web della Società recentemente rinnovato.44 I T A L F E R R S P A


Decreto legislativo 196/2003Nel corso del 2007 si è data attuazione alla Procedura Societaria “Procedura per l’attuazione delle disposizionicontenute nel Codice in materia di protezione dei dati personali (decreto legislativo 196/2003 es.m.i.)” che ha lo scopo di definire le responsabilità all’interno della Società relativamente alle disposizionipreviste dal “Codice in materia di protezione dei dati personali”, approvato con il decreto legislativo n. 196del 30 giugno 2003.In tale documento si individuano i soggetti su cui ricadono le relative responsabilità, il dettaglio dei trattamenti,in materia di dati personali e i relativi adempimenti da svolgere, al fine di assicurare la tutela dei dirittie delle libertà fondamentali in conformità a quanto previsto dal Codice.In accordo con tale Procedura e in continuità con gli anni precedenti è stato emesso (29 marzo 2007 firmatodigitalmente dall’Amministratore Delegato) il “Documento Programmatico della Sicurezza” che assicuraquanto contenuto nelle citate norme, in merito alla sicurezza/protezione dei dati personali in caso ditrattamento con strumenti elettronici di sistemi centralizzati. In applicazione di tale documento sono statediffuse (11 settembre 2007) a tutto il personale le “Norme di Sicurezza ICT” con l’obiettivo di aggiornaretutte le persone che operano in Italferr sulle regole da seguire per il corretto utilizzo degli strumenti informaticimessi a disposizione per espletare l’attività lavorativa.Informativa relativa all’articolo 2497 terdel Codice CivileNel corso del 2007 la società non ha assunto decisioni ai sensi dell’art. 2497 ter del Codice Civile.B I L A N C I O D I E S E R C I Z I O A L 3 1 D I C E M B R E 2 0 0 7 45


Fatti di rilievo intervenutidopo la chiusura dell’esercizioAssunzione/risoluzione di impegni contrattualiMercato no-captiveIn data 31 gennaio 2008 le autorità Algerine hanno ufficializzato, con la sottoscrizione del relativo contratto,l’affidamento ad Italferr della gara vinta nel mese di Febbraio 2006 riguardante l’attività di “Assistenza Tecnicaalle ferrovie Algerine relativamente ai principali investimenti ferroviari recentemente lanciati nel Paese”.Le prestazioni avranno una durata di 5 anni per un importo di 16 milioni di euro tutti di competenza di Italferr.Mercato captiveIn data 18 dicembre 2007 RFI - Rete Ferroviaria Italiana e TAV hanno concluso il 1° Atto Modificativo allaConvenzione del 9 dicembre 2003 con il quale è stato ridefinito l’ambito di responsabilità tra RFI - ReteFerroviaria Italiana e TAV nella realizzazione dei progetti del Sistema Alta Velocità/Alta Capacità con l’attribuzione,tra l’altro, ad RFI - Rete Ferroviaria Italiana della Committenza dei lavori relativi ai nodi di Bologna,Roma e Napoli della Linea AV/AC Torino-Milano-Napoli e la conseguente riduzione dell’oggetto della Convenzionefra RFI - Rete Ferroviaria Italiana e TAV. L’efficacia dell’Atto Modificativo è stata subordinata allasottoscrizione di appositi Atti di scissione parziale, sottoscritti in data 29 dicembre, al fine di attribuire ad RFI- Rete Ferroviaria Italiana la parte di patrimonio di TAV costituita dai predetti nodi Alta Velocità/Alta Capacità.Conseguentemente si è reso necessario risolvere parzialmente il contratto tra TAV e Italferr relativoalla progettazione e direzione lavori delle opere dei summenzionati nodi e determinare i corrispettivi spettantiad Italferr per le attività espletate fino alla data del 31/12/2007, come previsto dall’art. 5.8 dell’AttoModificativo dell’8 aprile 2003.Nel mese di marzo sarà formalizzato l’accordo di risoluzione che definisce tutti i rapporti economici tra ledue società in relazione ai nodi Alta Velocità/Alta Capacità di Bologna, Roma e Napoli.Di tale atto – i cui contenuti quantitativi sono già stati condivisi – si è tenuto conto nella determinazione deiricavi dell’esercizio 2007.46 I T A L F E R R S P A


ProvvedimentiProvvedimenti dell’Autorità di Vigilanza sui contratti pubblici di lavori servizi e forniture. In data 4 gennaio2008 è stata notificata dall’Autorità di Vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e fornitore a RFI - ReteFerroviaria Italiana, TAV, FIAT e IRICAV UNO, la risoluzione adottata dal Consiglio della medesima Autorità il19 dicembre 2007, avente ad oggetto: “Da Alta Velocità ad Alta Velocità/Alta Capacità. Indagine relativa agliinterventi gestiti da TAV SpA”.In tale atto l’autorità individua una serie di infrazioni che ritiene siano state commesse nell’ambito della realizzazionedelle tratte AV/AC, chiedendo ai destinatari della risoluzione di indicare, entro 30 giorni successivamenteprorogati di ulteriori 90 giorni, quali azioni intendono porre in essere per porre fine agli addebitiriscontrati.In tal contesto Italferr, in qualità di Soggetto Tecnico che effettua prestazioni di ingegneria per conto di TAV,potrebbe essere chiamata in causa dall’Autorità nelle successive fasi istruttorie in relazione al fatto che taliprestazioni hanno riguardato le valutazioni di congruità delle “riserve” propose dai General Contractor e ilvalore delle “varianti contrattuali”. Allo stato attuale non è possibile valutare le conseguenze di un possibilecoinvolgimento della società in qualità di soggetto tecnico.B I L A N C I O D I E S E R C I Z I O A L 3 1 D I C E M B R E 2 0 0 7 47


Evoluzione prevedibile della gestioneSulla base del portafoglio ordini di vendita da eseguire e dei programmi concordati con RFI - Rete FerroviariaItaliana e TAV, il budget approvato prevede che nel 2008 il valore della produzione possa attestarsisu circa 179 milioni di euro (di cui il 93% in Italia), corrispondenti a circa 2.200.000 ore di ingegneria interne,e quindi, tenuto conto degli attuali margini previsti sulle commesse, sia ragionevole prevedere un risultatooperativo ed un utile netto sempre positivi.Per quanto concerne l’aspetto patrimoniale-finanziario sono previsti una diminuzione del capitale circolante(sempre negativo), una riduzione del fondo TFR ed un aumento del capitale immobilizzato netto, nonchéuna diminuzione dei mezzi propri e della posizione finanziaria netta (sempre di disponibilità), inconseguenza della politica di distribuzione dei dividendi.48 I T A L F E R R S P A


Proposta di destinazionedel risultato d’esercizioSignor Azionista,La invitiamo ad approvare il Bilancio dell’esercizio chiuso al 31 dicembre 2007 così come redatto ed assoggettatoa revisione da parte della PricewaterhouseCoopers SpA e Le proponiamo di destinare l’utilenetto di 35.006.299 euro come segue:• 28.372.000 euro, pari a 2.000 euro per ciascuna delle n. 14.186 azioni da 1.000 euro cadauna, all’Azionistaa titolo di dividendo;• 6.634.299 euro alla Riserva straordinaria.Per il Consiglio di AmministrazioneL’Amministratore DelegatoB I L A N C I O D I E S E R C I Z I O A L 3 1 D I C E M B R E 2 0 0 7 49


Bilancio di eserciziodi Italferr SpAal 31 dicembre 2007


Prospetti contabiliStato patrimoniale attivo31.12.2007 31.12.2006 VARIAZIONEA. CREDITI VERSO SOCI PER VERSAMENTIANCORA DOVUTI (DI CUI GIA´ RICHIAMATI) 0 0 0B. IMMOBILIZZAZIONII. Immobilizzazioni immateriali3. Diritti di brevetto industriale e diritti di utilizzazionedelle opere dell’ingegno 602.769 938.088 (335.319)6. Immobilizzazioni in corso e acconti 1.081.244 2.136.466 (1.055.222)7. Altre 5.634.053 3.909.311 1.724.742Totale I. 7.318.066 6.983.865 334.201II.Immobilizzazioni materiali4. Altri beni 2.885.020 4.318.559 (1.433.539)Totale II. 2.885.020 4.318.559 (1.433.539)III.Immobilizzazioni finanziarie1. Partecipazioni in:d. Altre imprese 200.000 200.000 0Totale 1. 200.000 200.000 02. Crediti:d. verso altri- esigibili entro l’esercizio successivo 46.665 17.700 28.965- esigibili oltre l’esercizio successivo 227.246 242.562 (15.316)273.911 260.262 13.649Totale 2. 273.911 260.262 13.649Totale III. 473.911 460.262 13.649TOTALE B. IMMOBILIZZAZIONI 10.676.997 11.762.686 (1.085.689)52 I T A L F E R R S P A


31.12.2007 31.12.2006 VARIAZIONEC. ATTIVO CIRCOLANTEI. Rimanenze3. Lavori in corso su ordinazione 1.295.429.055 1.473.606.869 (178.177.814)5. Acconti 3.017.232 2.671.373 345.859Totale I. 1.298.446.287 1.476.278.242 (177.831.955)II. Crediti1. Verso clienti- esigibili entro l’esercizio successivo 3.813.432 2.866.388 947.044- esigibili oltre l’esercizio successivo 0 0 04. Verso controllanti- esigibili entro l’esercizio successivo 161.353.019 189.019.736 (27.666.717)- esigibili oltre l’esercizio successivo 0 0 04 bis. Crediti tributari- esigibili entro l’esercizio successivo 469.898 0 469.898- esigibili oltre l’esercizio successivo 133.367 0 04 ter. Imposte anticipate- esigibili entro l’esercizio successivo 1.685.091 1.538.911 146.180- esigibili oltre l’esercizio successivo 237.506 445.564 (208.058)Totale 4 ter. 1.922.597 1.984.475 (61.878)5. Verso altria. altre imprese consociate- esigibili entro l’esercizio successivo 87.021.076 63.569.816 23.451.260- esigibili oltre l’esercizio successivo 0 0 0b. altri- esigibili entro l’esercizio successivo 1.854.313 1.294.223 560.090- esigibili oltre l’esercizio successivo 0 0 0Totale 5. 88.875.389 64.864.039 24.011.350Totale II. 256.567.702 258.734.638 (2.166.936)III. Attività finanziarie che non costituiscono immobilizzazioni 0 0 0Totale III. 0 0 0IV.Disponibilità liquide1. Depositi bancari e postali 1.151.091 2.313.497 (1.162.406)3. Denaro e valori in cassa 17.541 16.129 1.412Totale IV. 1.168.632 2.329.626 (1.160.994)TOTALE C. ATTIVO CIRCOLANTE 1.556.182.621 1.737.342.506 (181.159.885)D. RATEI E RISCONTII. Ratei 0 3.458 (3.458)II.Risconti2. Altri risconti 121.086 424.960 (303.874)TOTALE D. RATEI E RISCONTI 121.086 428.418 (307.332)TOTALE ATTIVO 1.566.980.704 1.749.533.610 (182.552.906)Importi in euroB I L A N C I O D I E S E R C I Z I O A L 3 1 D I C E M B R E 2 0 0 7 53


Stato patrimoniale passivo31.12.2007 31.12.2006 VARIAZIONEA. PATRIMONIO NETTOI. Capitale 14.186.000 14.186.000 0IV. Riserva legale 2.837.200 2.246.887 590.313VII. Altre riserve1. Riserva straordinaria 16.522.982 16.198.406 324.5762. Riserva ex D.Lgs. n.124/93 32.607 32.607 0Totale VII. Altre riserve 16.555.589 16.231.013 324.576VIII. Utili (perdite) portati a nuovo 0 0 0IX. Utile (perdita) del periodo 35.006.299 16.539.489 18.466.810TOTALE A. PATRIMONIO NETTO 68.585.088 49.203.389 19.381.699B. FONDI PER RISCHI E ONERI2. Per imposte, anche differite 0 0 03. Altri 8.280.929 7.258.343 1.022.586TOTALE B. FONDI PER RISCHI E ONERI 8.280.929 7.258.343 1.022.586C. TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTODI LAVORO SUBORDINATO 47.449.783 49.320.627 (1.870.844)54 I T A L F E R R S P A


31.12.2007 31.12.2006 VARIAZIONED. DEBITI6. Acconti- esigibili entro l’esercizio successivo 1.383.597.080 1.568.752.118 (185.155.038)- esigibili oltre l’esercizio successivo 1.804.025 7.284.290 (5.480.265)1.385.401.105 1.576.036.408 (190.635.303)7. Debiti verso fornitori- esigibili entro l’esercizio successivo 14.172.538 20.035.066 (5.862.528)- esigibili oltre l’esercizio successivo 0 0 014.172.538 20.035.066 (5.862.528)11. Debiti verso controllanti- esigibili entro l’esercizio successivo 11.213.115 21.305.473 (10.092.358)- esigibili oltre l’esercizio successivo 0 0 011.213.115 21.305.473 (10.092.358)12. Debiti tributari- esigibili entro l’esercizio successivo 3.069.819 4.348.401 (1.278.582)- esigibili oltre l’esercizio successivo 0 0 03.069.819 4.348.401 (1.278.582)13. Debiti verso istituti di previdenza e di sicurezza sociale- esigibili entro l’esercizio successivo 9.396.163 8.568.740 827.423- esigibili oltre l’esercizio successivo 0 0 09.396.163 8.568.740 827.42314. Altri debitia. verso altre imprese consociate- esigibili entro l’esercizio successivo 8.617.976 5.078.403 3.539.573- esigibili oltre l’esercizio successivo 0 0 0b. verso altri- esigibili entro l’esercizio successivo 10.721.013 8.204.779 2.516.234- esigibili oltre l’esercizio successivo 0 0 0Totale 14. 19.338.989 13.283.182 6.055.807TOTALE D. DEBITI 1.442.591.729 1.643.577.270 (200.985.541)E. RATEI E RISCONTII. Ratei 66.758 164.993 (98.235)II.Risconti2. Altri risconti 6.417 8.988 (2.571)TOTALE E. RATEI E RISCONTI 73.175 173.981 (100.806)TOTALE PASSIVO 1.566.980.704 1.749.533.610 (182.552.906)Importi in euroB I L A N C I O D I E S E R C I Z I O A L 3 1 D I C E M B R E 2 0 0 7 55


56 I T A L F E R R S P A


Conti d’ordine31.12.2007 31.12.2006 VARIAZIONE1. Rischi1.1. Fidejussioni- prestate da FS a favore di altre imprese consociate 10.325.198 17.549.783 (7.224.585)- a favore di altri 11.354.460 2.309.686 9.044.77421.679.658 19.859.469 1.820.189Totale 1. 21.679.658 19.859.469 1.820.1894. Altri conti d’ordine4.1. Fidejussioni ricevute da altri 19.773.555 13.460.348 6.313.207Totale 4. 19.773.555 13.460.348 6.313.207TOTALE CONTI D´ORDINE 41.453.213 33.319.817 8.133.396Importi in euroB I L A N C I O D I E S E R C I Z I O A L 3 1 D I C E M B R E 2 0 0 7 57


Conto economico2007 2006 VARIAZIONEA. VALORE DELLA PRODUZIONE1. Ricavi delle vendite e delle prestazionia. Prestazioni di servizi 397.055.018 58.000.657 339.054.361Totale 1. 397.055.018 58.000.657 339.054.3613. Variazioni dei lavori in corso su ordinazione (178.177.814) 155.701.404 (333.879.218)4. Incrementi di immobilizzazioni per lavori interni 464.276 1.118.839 (654.563)5. Altri ricavi e proventia. contributi in conto esercizio 0 0 0b. altri 2.731.175 2.492.388 238.787Totale 5. 2.731.175 2.492.388 238.787TOTALE A. VALORE DELLA PRODUZIONE 222.072.655 217.313.288 4.759.367B. COSTI DELLA PRODUZIONE6. Per materie prime, sussidiarie, di consumo e di merci 414.541 3.128.627 (2.714.086)7. Per servizi 45.225.714 58.708.704 (13.482.990)8. Per godimento di beni di terzi 16.816.535 16.699.989 116.5469. Per il personalea. salari e stipendi 70.186.551 71.269.074 (1.082.523)b. oneri sociali 16.762.228 17.008.839 (246.611)c. trattamento di fine rapporto 6.252.789 6.034.625 218.164e. altri costi 3.527.192 1.978.240 1.548.952Totale 9. 96.728.760 96.290.778 437.98210. Ammortamenti e svalutazionia. ammortamento delle immobilizzazioni immateriali 3.004.475 2.741.545 262.930b. ammortamento delle immobilizzazioni materiali 2.150.643 2.445.922 (295.279)c. altre svalutazioni delle immobilizzazioni 60.902 0 60.902d. svalutazione dei crediti compresi nell’attivo circolantee delle disponibilità liquide 390.000 393.631 (3.631)Totale 10. 5.606.020 5.581.098 24.92212. Accantonamenti per rischi 1.343.454 633.844 709.61013. Altri accantonamenti 916.985 400.070 516.91514. Oneri diversi di gestione 1.390.673 1.600.189 (209.516)TOTALE B. COSTI DELLA PRODUZIONE 168.442.682 183.043.299 (14.600.617)DIFFERENZA TRA VALOREE COSTI DELLA PRODUZIONE (A-B) 53.629.973 34.269.989 19.359.98458 I T A L F E R R S P A


2007 2006 VARIAZIONEC. PROVENTI E ONERI FINANZIARI16. Altri proventi finanziaria. da crediti iscritti nelle immobilizzazioni:- da altri 5.393 5.516 (123)Totale a. 5.393 5.516 (123)d. proventi diversi dai precedenti:- da controllanti 7.444.451 5.913.254 1.531.197- da altri 134.147 261.663 (127.516)Totale d. 7.578.598 6.174.917 1.403.681Totale 16. 7.583.991 6.180.433 1.403.55817. Interessi ed altri oneri finanziari- verso altri 17.499 5.790 11.709Totale 17. 17.499 5.790 11.70917 bis. Utili e (perdite) su cambi (316.412) (250.478) (65.934)TOTALE C. PROVENTI E ONERI FINANZIARI 7.250.080 5.924.165 1.325.915D. RETTIFICHE DI VALORE DI ATTIVITA´ FINANZIARIE 0 0 0TOTALE D. RETTIFICHE DI VALOREDI ATTIVITA´ FINANZIARIE 0 0 0E. PROVENTI E ONERI STRAORDINARI20. Proventi straordinaric. altri proventi 141.006 10.188 130.818Totale 20. 141.006 10.188 130.81821. Oneri straordinaric. minusvalenze da alienazioni 0 0 0d. altri oneri 2.602.882 99.775 2.503.1072.602.882 99.775 2.503.107TOTALE E. PROVENTI E ONERI STRAORDINARI (2.461.876) (89.587) (2.372.289)RISULTATO PRIMA DELLE IMPOSTE (A-B+/-C+/-D+/-E) 58.418.177 40.104.567 18.313.61022. Imposte sul reddito dell’esercizio correnti,differite e anticipatea. imposte correnti 23.350.000 23.800.000 (450.000)b. imposte differite e anticipate 61.878 (234.922) 296.800Totale 22 23.411.878 23.565.078 (153.200)UTILE (PERDITA) DEL PERIODO 35.006.299 16.539.489 18.466.810Importi in euroB I L A N C I O D I E S E R C I Z I O A L 3 1 D I C E M B R E 2 0 0 7 59


Nota integrativaal bilancio di esercizioal 31 dicembre 2007


Sezione 1Contenuto e forma del bilancioIl bilancio di esercizio chiuso al 31 dicembre 2007 è costituito da: Stato patrimoniale, Conto economico eNota integrativa; in allegato a quest’ultima è riportato il Rendiconto finanziario.Per quanto riguarda l’attività della società ed i fatti di rilievo intervenuti dopo la chiusura dell’esercizio si rinviaalla Relazione sulla Gestione. Ad essa si rinvia anche per le informazioni di dettaglio sui rapporti con lasocietà che esercita l’attività di direzione e coordinamento, con le altre società che vi sono soggette e conle altre consociate.I prospetti contabili sono espressi in unità di euro, mentre gli importi inclusi nella nota integrativa sonoespressi in migliaia di euro, ove non altrimenti indicato.Si informa che la società PricewaterhouseCoopers SpA esercita il controllo contabile ai sensi dell’art. 2409bis Codice Civile.Si informa, inoltre, che la società è soggetta alla direzione e coordinamento della controllante diretta Ferroviedello Stato SpA.62 I T A L F E R R S P A


Sezione 2Criteri di redazione del bilancioe criteri di valutazioneIl bilancio di esercizio è stato redatto in ottemperanza alle disposizioni di legge, integrate dai principi contabilinazionali ed, in mancanza, dai principi contabili internazionali (IFRS).Le diverse classificazioni operate al 31 dicembre 2007 in alcune voci, volte a meglio rappresentare la situazionepatrimoniale, finanziaria ed economica della società, sono state effettuate anche sui corrispondentivalori dei periodi di raffronto ai sensi dell’art. 2423 ter, comma 5, Codice Civile.La situazione contabile è stata redatta in ottemperanza alle disposizioni di legge, integrata dai principi contabilinazionali, ed in mancanza dai principi contabili internazionali (IFRS), senza adottare alcuna deroga.Nel corso del 2007 non si sono verificati casi eccezionali che abbiano reso necessario il ricorso alle deroghedi cui all’art. 2423, comma 4, Codice Civile.I criteri di valutazione sono conformi a quelli applicati per la redazione del bilancio dell’esercizio precedenteed a quelli adottati dalla Capogruppo.Immobilizzazioni immaterialiSono iscritte al costo di acquisto o produzione interna comprensivo degli oneri accessori imputabili e sonoesposte al netto delle quote di ammortamento, calcolate in misura costante in funzione della residua possibilitàdi utilizzazione del bene.Le immobilizzazioni immateriali che, alla data di chiusura dell’esercizio, risultino durevolmente di valore inferiorea quello di iscrizione in bilancio sono iscritte a tale minor valore.Qualora vengano meno le cause che hanno generato le svalutazioni sono ripristinati i valori delle immobilizzazioninei limiti delle svalutazioni effettuate e tenendo conto degli ammortamenti maturati. Il ripristino divalore non è effettuato per l’avviamento e i costi pluriennali.Le rivalutazioni sono effettuate in ottemperanza alle leggi speciali, generali, o di settore.I costi di impianto e di ampliamento, di ricerca, sviluppo e pubblicità, se di accertata utilità pluriennale, sonocapitalizzati previo consenso del Collegio Sindacale.B I L A N C I O D I E S E R C I Z I O A L 3 1 D I C E M B R E 2 0 0 7 63


Immobilizzazioni materialiSono iscritte al costo di acquisto o di costruzione interna comprensivo degli oneri accessori imputabili, alnetto degli ammortamenti.Le immobilizzazioni materiali che, alla data di chiusura dell’esercizio, risultino durevolmente di valore inferiorea quello di iscrizione in bilancio sono iscritte a tale minor valore. Qualora vengano meno le cause chehanno generato le svalutazioni sono ripristinati i valori delle immobilizzazioni nei limiti delle svalutazioni effettuatee tenendo conto degli ammortamenti maturati.Le rivalutazioni sono effettuate in ottemperanza alle leggi speciali, generali, o di settore.Le spese di manutenzione vengono imputate al conto economico quando sostenute, salvo quelle aventinatura incrementativa dei beni, che vengono capitalizzate.Gli ammortamenti sono calcolati in modo sistematico e costante sulla base delle aliquote ritenute rappresentativedella vita utile economico-tecnica stimata dei cespiti. Nell’anno di acquisizione o di costruzioneè applicata una aliquota pari al 50% rispetto all’aliquota ordinaria in funzione dell’effettivo utilizzo.Le aliquote di ammortamento utilizzate sono le seguenti:AliquotaMobili e macchine ordinarie d’ufficio 12%Arredamento 15%Macchinari, apparecchi e attrezzature varie 15%Macchine d’ufficio elettromeccaniche ed elettroniche 40%Telefoni cellulari 40%Autovetture motoveicoli e simili 25%Immobilizzazioni finanziariePartecipazioniSono valutate al costo di acquisizione o sottoscrizione comprensivo degli oneri accessori imputabili e rettificatoove necessario per perdite durevoli di valore. Le perdite di valore eccedenti i corrispondenti valoridi carico sono iscritte tra i fondi per rischi ed oneri.Qualora vengano meno i presupposti delle svalutazioni viene ripristinato il valore della partecipazione finoa concorrenza, al massimo, del costo originario.Le partecipazioni per le quali siano in atto scelte strategiche di cessione, sono trasferite all’attivo circolanteal minore tra il valore iscritto in bilancio ed il presunto valore di realizzo.RimanenzeLavori in corso su ordinazioneI lavori in corso su ordinazione sono iscritti sulla base dei corrispettivi contrattuali maturati con ragionevolecertezza e sono valutati con il criterio della percentuale di completamento calcolata con il metodo dei costisostenuti; tale metodo è stato scelto in quanto la Società dispone di un adeguato sistema di preventivazionee consuntivazione dei costi e dei ricavi per commessa. D’altra parte, trattandosi di opere dell’ingegnonon è predeterminabile obiettivamente l’avanzamento fisico dei servizi.L’effetto delle variazioni del margine di commessa stimato, relativamente ai servizi eseguiti, è di competenzadell’esercizio in cui l’aggiornamento si verifica (metodo della rideterminazione).64 I T A L F E R R S P A


I corrispettivi aggiuntivi non derivanti da clausole contrattuali o da disposizioni di legge vanno a maggiorarei corrispettivi complessivi quando vengono riconosciuti dal committente.L’adeguamento dei corrispettivi in base a clausole contrattuali viene effettuato quando se ne verificano ipresupposti.Il valore dei lavori in corso su ordinazione è rettificato secondo il prudente apprezzamento degli Amministratorimediante un apposito fondo allocato tra le poste del passivo per tener conto del rischio di perditefuture sulle commesse.Per le commesse per le quali, alla data di redazione del bilancio, il corrispettivo non era oggettivamente determinabile,la valutazione è stata effettuata ipotizzando un ricavo uguale al costo sostenuto o se inferiore,in base al presumibile valore dell’indennizzo da conseguire.Crediti e debitiI crediti di qualsiasi natura sono iscritti al valore nominale, ricondotto al presumibile valore di realizzo attraversoapposito fondo di svalutazione portato a diretta diminuzione degli stessi.I debiti sono esposti al loro valore nominale. I debiti per ferie maturate e non godute dal personale alla chiusuradell’esercizio riflettono una stima di quanto da erogarsi a titolo di emolumenti ed oneri riflessi nel periododi godimento delle ferie.Disponibilità liquideSono iscritte al valore nominale.Ratei e risconti attivi e passiviSono iscritte in tali voci quote di costi e proventi, comuni a due o più esercizi, per realizzare il principio dellacompetenza temporale.Fondi per rischi ed oneriI fondi per rischi e oneri sono costituiti a fronte di oneri e perdite realisticamente prevedibili dei quali, alla finedell’esercizio, sono indeterminati l’ammontare o la data di sopravvenienza.Il fondo per perdite future connesse a servizi su ordinazione è costituito ed adeguato analiticamente sullabase delle previsioni a finire delle commesse.Trattamento di fine rapporto e Fondo indennità di buonuscitaIl fondo trattamento di fine rapporto di lavoro subordinato esprime il debito maturato, a tale titolo, nei confrontidel personale, calcolato in conformità alle disposizioni di legge ed ai vigenti contratti di lavoro.Il fondo indennità di buonuscita riflette il debito maturato nei confronti del personale per l’indennità di buonuscitadovuta per il periodo di servizio prestato a tutto il 31 dicembre 1995; esso è calcolato secondo le disposizioniall’epoca vigenti e rivalutato ogni anno conformemente all’art. 2120, commi 4 e 5 del CodiceCivile.B I L A N C I O D I E S E R C I Z I O A L 3 1 D I C E M B R E 2 0 0 7 65


Conti d’ordineLe garanzie prestate sono iscritte per un importo corrispondente all’ammontare del debito garantito.Gli impegni assunti sono iscritti in base ai contratti in essere alla fine dell’esercizio, non rientranti nel normaleciclo operativo e per la parte non ancora eseguita.Partite in moneta esteraImmobilizzazioni immateriali e materiali, partecipazionie titoli dell’attivo immobilizzato e del circolanteSono iscritte al tasso di cambio al momento del loro acquisto, o a quello inferiore alla data di chiusura dell’eserciziose la riduzione è ritenuta durevole. Quando la riduzione conseguente alla svalutazione effettuataa seguito della diminuzione del tasso di cambio non è più ritenuta durevole, viene ripristinata l’iscrizioneoriginaria nei limiti del costo storico (tenendo conto, per le immobilizzazioni materiali e immateriali, degliammortamenti non calcolati a seguito della svalutazione).L’eventuale perdita durevole di valore, non dipendente dal cambio, può essere incrementata o compensatadall’effetto del cambio.Crediti e debitiSono iscritti al tasso di cambio a pronti alla data di chiusura dell’esercizio. Gli utili e le perdite realizzati in conseguenzadi incassi o pagamenti avvenuti prima della data di chiusura dell’esercizio ovvero derivanti dallavalutazione di crediti e debiti che verranno incassati o pagati dopo la chiusura dello stesso sono iscritti nelconto economico separatamente. Gli eventuali utili netti derivanti dalla conversione dei saldi al tasso di fineanno sono accantonati ad una riserva indisponibile fino al loro realizzo.Disponibilità liquideSono convertite al cambio di chiusura.Ricavi e costiSono esposti in bilancio secondo i principi della prudenza e della competenza. I ricavi sono iscritti al nettodi resi, sconti, abbuoni e premi, nonché delle imposte connesse alla vendita di beni ed alla prestazione diservizi. Anche i costi sono iscritti al netto di resi, sconti, abbuoni e premi.Imposte sul redditoLe imposte sul reddito sono contabilizzate per competenza sulla base di una realistica previsione deglioneri d’imposta da assolvere in applicazione della vigente normativa fiscale.Sono rilevate le imposte differite dovute su differenze temporanee tassabili, nonché, ove esistano i necessarirequisiti di certezza, i futuri benefici d’imposta derivanti da differenze temporanee deducibili.66 I T A L F E R R S P A


Sezione 3Analisi delle voci di bilancioe delle relative variazioniStato patrimoniale: AttivoImmobilizzazioniI. Immobilizzazioni immaterialiLe immobilizzazioni immateriali sono costituite da beni immateriali di proprietà della società che sono impiegatiper l’esercizio dell’attività sociale. La posta ammonta a 7.318mila euro con una variazione in aumentodi 334mila euro rispetto al 31 dicembre 2006.Nelle pagine che seguono sono riportate in forma prospettica le variazioni intervenute nell’esercizio relative,rispettivamente, al “costo originario” (tab. 1), al “Fondo ammortamenti e svalutazioni” (tab. 2) ed ai“Valori netti” (tab. 3). Le immobilizzazioni immateriali non sono state oggetto di alcuna rivalutazione.Il saldo della colonna “Riclassifiche” trova analogo importo, ma di segno opposto, nella tabella delle immobilizzazionimateriali.Tale riclassifica si è resa necessaria in quanto l’acquisto e l’installazione di rete LAN delle sedi di Bologna eMilano, era stato contabilizzato nell’anno precedente in una classe cespiti non corretta.B I L A N C I O D I E S E R C I Z I O A L 3 1 D I C E M B R E 2 0 0 7 67


Immobilizzazioni immaterialiTabella 1Costo originarioValori Incrementi Decrementi Rivalutazioni Trasferimenti Altre Valorial per da LIC e variazioni al31.12.2006 dismissioni riclassifiche 31.12.2007Diritto di brevetto industrialee diritti di utilizzazionedelle opere dell’ingegno 7.100 380 0 0 0 (1) 7.479Immobilizzazioni in corso e acconti 2.136 2.077 0 0 (3.132) 0 1.081Altre 15.090 887 0 0 3.203 (200) 18.980TOTALE 24.326 3.344 0 0 71 (201) 27.540Immobilizzazioni immaterialiTabella 2Fondo ammortamenti e svalutazioniValori Incrementi Decrementi Ripristini Riclassifiche Altre Valorial per di valore variazioni al31.12.2006 dismissioni 31.12.2007Diritto di brevetto industrialee diritti di utilizzazionedelle opere dell’ingegno- ammortamenti 6.162 714 0 0 0 0 6.876- svalutazioni 0 0 0 0 0 0 06.162 714 0 0 0 0 6.876Immobilizzazioni in corsoe acconti- svalutazioni 0 0 0 0 0 0 0Altre- ammortamenti 11.181 2.290 0 0 14 (139) 13.346- svalutazioni 0 61 0 0 0 (61) 011.181 2.351 0 0 14 (200) 13.346TOTALE 17.343 3.065 0 0 14 (200) 20.222Immobilizzazioni immaterialiTabella 3Valori netti31.12.2006 31.12.2007Costo originario Fondo Valori netti Costo Fondo Valori nettiammortamenti originario ammortamentie svalutazionie svalutazioniDiritto di brevetto industrialee diritti di utilizzazionedelle opere dell’ingegno 7.100 6.162 938 7.479 6.876 603Immobilizzazioni in corso e acconti 2.136 0 2.136 1.081 0 1.081Altre 15.090 11.180 3.910 18.980 13.346 5.634TOTALE 24.326 17.342 6.984 27.540 20.222 7.31868 I T A L F E R R S P A


Diritti di brevetto industriale e diritti di utilizzazione delle opere dell’ingegnoTale voce presenta un saldo pari a 603mila euro con una variazione in diminuzione rispetto all’esercizioprecedente di 335mila euro. Gli ammortamenti di competenza dell’esercizio sono pari a 714mila euro.L’ammortamento, direttamente effettuato in conto, è stato operato con l’aliquota pari al 33,33% trattandosidi software applicativo acquistato a titolo di proprietà o a titolo di licenza d’uso a tempo indeterminato.Gli incrementi dell’anno di tale voce sono pari a 380mila euro e si riferiscono all’acquisto di software applicativoe a sviluppo di nuove funzionalità su software già esistenti.Immobilizzazioni in corso ed accontiTale voce presenta un saldo di 1.081mila euro e si riferisce all’attivazione della terza fase del progetto PDM(Project Document Management) relativo alla gestione centralizzata di tutta la documentazione societariae di commessa.Il decremento per riclassifiche per 3.132mila euro è relativa all’ultimazione di alcune fasi dei lavori di ristrutturazionedella sede di Roma in Via Marsala.AltreTale voce presenta un saldo di 5.634mila euro e comprende incrementi dell’esercizio per 887mila euro, riclassifichedalla voce “immobilizzazioni materiali” per 3.203mila euro e ammortamenti dell’esercizio per2.290mila euro.L’incremento netto rispetto all’esercizio precedente è pari a 1.724mila euro.L’ammortamento, effettuato direttamente in conto, è stato operato come segue:• per le migliorie sui beni in locazione, con un’aliquota di ammortamento calcolata in relazione al periodominore tra quello residuo di locazione dell’immobile è quello di utilità delle spese sostenute;• per l’implementazione e l’attivazione del sistema di gestione documentale (fase 2 del Progetto PDM),con un’aliquota pari al 33,33%.L’incremento di 887mila euro è riferito alle migliorie su beni in locazione ed in particolare per lavori di riammodernamento,ristrutturazione e adeguamento impianti delle sedi di Roma - Via Marsala 51 e Torino.La riclassifica di 3.203mila euro è relativa per 57mila euro all’installazione della rete LAN presso le sedi diBologna e Milano, precedentemente contabilizzate nella classe “immobilizzazioni materiali” e per 3.132euro ai lavori di ristrutturazione delle sede di Roma.Le migliorie hanno subito svalutazioni pari a 61mila euro per il rilascio delle sedi di Via Mantova e S.GiulianoMilanese.B I L A N C I O D I E S E R C I Z I O A L 3 1 D I C E M B R E 2 0 0 7 69


Immobilizzazioni materialiLe immobilizzazioni materiali sono costituite da beni mobili di proprietà della Società che sono impiegatiper l’esercizio dell’attività sociale. Non sono state oggetto di alcuna rivalutazione e su di esse non esistonogravami di alcun genere.La posta ammonta a 2.885mila euro al netto degli ammortamenti, delle svalutazioni e delle dismissioni epresenta una variazione in diminuzione netta di 1.434mila euro, rispetto al 31 dicembre 2006. Gli ammortamenticomplessivi dell’anno sono pari a 2.151mila euro.Nelle pagine che seguono sono riportate, rispettivamente, le analisi delle variazioni del “Costo originario”(Tabella 1), del “Fondo ammortamenti e svalutazioni” (Tabella 2) e dei “Valori netti” (Tabella 3).Immobilizzazioni materialiTabella 1Costo originarioValori Incrementi Decrementi Rival.ni Trasferimenti Variazioneal 31.12.2006 per dismissioni da LIC da fusioni/e riclassifichescissioniAltri beni- costo storico 27.404 839 (15) 0 (71) (145)- contributi in conto capitale 0 0 0 0 0 027.404 839 (15) 0 (71) (145)TOTALE 27.404 839 (15) 0 (71) (145)Immobilizzazioni materialiTabella 2Fondo ammortamenti e svalutazioniValori Incrementi Decrementi Ripristini Riclassifiche Variazioneal 31.12.2006 per dismissioni di valore da fusioni/scissioniAltri beni- ammortamenti 19.717 2.151 (9) 0 5 (120)- svalutazioni 3.368 0 0 0 (19) 023.085 2.151 (9) 0 (14) (120)TOTALE 23.085 2.151 (9) 0 (14) (120)Immobilizzazioni materialiTabella 3Valori netti31.12.2006 31.12.2007Costo originario Fondo Valori netti Costo Fondo Valori nettiammortamenti originario ammortamentie svalutazionie svalutazioniAltri beni 27.404 23.085 4.319 25.609 22.724 2.885TOTALE 27.404 23.085 4.319 25.609 22.724 2.885Gli incrementi dell’anno di tale voce sono pari a 839mila euro e si riferiscono al normale ciclo di sostituzionedel materiale informatico e del mobilio in dotazione al personale della società.Gli importi esposti nella colonna “altre variazioni” sono relativi alle radiazione di cespiti quasi totalmente ammortizzati,che sono risultati irreperibili sia per smarrimento che per furto.70 I T A L F E R R S P A


Altre variazioniValorial 31.12.2007(2.403) 25.6090 0(2.403) 25.609(2.403) 25.609Altre variazioniValorial 31.12.2007(2.368) 19.376(1) 3.348(2.369) 22.724(2.369) 22.724B I L A N C I O D I E S E R C I Z I O A L 3 1 D I C E M B R E 2 0 0 7 71


Immobilizzazioni finanziarieLa posta ammonta a 474mila euro con una variazione in aumento di 14mila euro rispetto al 31 dicembre 2006.Immobilizzazioni finanziarie: Partecipazioni in altre impreseLa voce Partecipazioni in altre imprese ammonta a 200mila euro e si riferisce alla sottoscrizione del 20%del fondo di dotazione del Consorzio Italiano per le Infrastrutture per l’Iraq costituito l’11 aprile 2004. La partecipazioneè stata presa in carico al valore nominale di sottoscrizione.Partecipazioni in altre imprese Valori Movimenti del periodo Valorial 31.12.2006 al 31.12.2007Incrementi Decrementi Rival.ni Ripristini Riclassifichedi valoreCosto originarioConsorzio C.I.I.T.I. 200 0 0 0 0 0 200Totale (a) 200 0 0 0 0 0 200Valore netto 200 0 0 0 0 0 200TOTALE (a) 200 0 0 0 0 0 200Immobilizzazioni finanziarie: Crediti verso altriLa voce ammonta a 274mila euro con una variazione in aumento di 14mila euro rispetto al 31 dicembre2006 e si è movimentata come segue:Descrizione 31.12.2007 31.12.2006 VariazioneDepositi cauzionali 274 260 14TOTALE 274 260 14Non risultano iscritti crediti di durata superiore ai 5 anni.Attivo circolanteRimanenzeAmmontano complessivamente a 1.298.446mila euro al lordo di 4.539mila euro quale fondo costituito afronte delle perdite prevedibili per il completamento di specifiche commesse, che è esposto nel Passivotra i Fondi per rischi contrattuali.Lavori in corso su ordinazioneAmmontano a 1.295.429mila euro e presentano una variazione negativa di 178.178mila euro rispetto al 31dicembre 2006.72 I T A L F E R R S P A


Le variazioni dei lavori in corso sono così riepilogate:Descrizione 31.12.2006 Riclassifiche Incrementi Decrementi 31.12.2007 VariazioneLavori in corso su ordinazione:Commesse TAV 804.686 (53.196) 82.097 (269.345) 617.438 (187.248)Commesse RFI -Rete Ferroviaria Italiana 639.945 53.196 129.033 (120.549) 648.429 8.484Commesse Trenitalia 27 0 196 (160) 63 36Altri Committenti 28.949 0 7.572 (7.022) 29.499 550Valore netto 1.473.607 0 218.898 (397.076) 1.295.429 (178.178)TOTALE 1.473.607 0 218.898 (397.076) 1.295.429 (178.178)I lavori in corso relativi alle commesse TAV riguardano le prestazioni relative alle seguenti tipologie:Descrizione 2007 2006Tratte A.V. 564.034 631.904Nodi A.V. 0 171.636Altre diversificate 208 1.146TOTALE 564.242 804.686I lavori in corso relativi alle commesse RFI - Rete Ferroviaria Italiana riguardano le prestazioni relative alle seguentitipologie:Descrizione 2007 2006Itinerari e Tecnologie 495.159 431.056Nodi 194.310 198.530Altre diversificate 12.156 10.359TOTALE 701.625 639.945I lavori in corso relativi alle commesse Trenitalia riguardano le prestazioni relative alle seguenti tipologie:Descrizione 2007 2006Altre esecutive 63 27TOTALE 63 27I lavori in corso relativi alle commesse con altri committenti riguardano prestazioni relative alle seguentiaree geografiche:Descrizione 2007 2006Sud America 21.536 17.268Europa 3.868 8.691Asia/Africa 4.095 2.990TOTALE 29.499 28.949B I L A N C I O D I E S E R C I Z I O A L 3 1 D I C E M B R E 2 0 0 7 73


Per quanto attiene i criteri di valutazione operati si richiama quanto indicato nella sezione 2 dei “Criteri diredazione del bilancio e criteri di valutazione”.In particolare si precisa che, come per i precedenti esercizi, la valutazione dei lavori in corso relativamentealle tratte e ai nodi del Sistema Alta Velocità viene effettuata applicando la percentuale di completamentoai corrispettivi pattuiti per il complesso dei servizi previsti, considerando come oggetto unitario ciascunatratta e ciascun nodo Alta Velocità.I lavori in corso relativi ai Nodi tradizionali RFI - Rete Ferroviaria Italiana sono calcolati applicando la percentualedi completamento distintamente ai corrispettivi pattuiti per i soli servizi previsti da ciascuna letteradi incarico. I lavori in corso relativi ad Itinerari, Valichi e Tecnologie RFI - Rete Ferroviaria Italiana e quelli stipulatiin regime di Full-service in virtù del contratto del 09/04/2003 sono calcolati applicando la percentualedi completamento ai corrispettivi pattuiti per il complesso dei servizi previsti dalla lettera d’incarico consideraticome oggetto unitario.Nell’ambito dei processi relativi alla predisposizione ed all’aggiornamento dei budget di commessa, nonchéin considerazione della variazione di alcuni ricavi contrattuali, sono stati aggiornati i preventivi di ricavoe di costo, con un effetto di rideterminazione positivo pari a 33.867mila euro sui margini di commessa.AccontiAmmontano complessivamente a 3.017mila euro rispetto a 2.671mila euro dell’esercizio precedente, conun incremento pari a 346mila euro.Trattasi di anticipi erogati a fornitori a fronte di prestazioni di servizi non ultimate; quando tali servizi risulterannoconclusi, concorreranno a formare il valore delle Rimanenze dei lavori in corso su ordinazione.CreditiPresentano un saldo al 31 dicembre 2007 pari a 256.567mila euro con un decremento di 2.167mila eurorispetto all’esercizio precedente.Crediti: Verso clientiLa posta ammonta a 3.813mila euro con una variazione in aumento di 947mila euro rispetto al 31 dicembre2006. Tali crediti sono così dettagliati:Descrizione 31.12.2007 31.12.2006 VariazioneClienti ordinari: nazionali 1.596 1.698 (102)Fondo svalutazione 90 85 5Valore netto 1.506 1.613 (107)Clienti ordinari: esteri 2.347 972 1.375Fondo svalutazione 605 315 290Valore netto 1.742 657 1.085Altre Società collegate di Gruppo 565 596 (31)Fondo svalutazione 0 0 0Valore netto 565 596 (31)TOTALE 3.813 2.866 947Il saldo di tali crediti risulta già rettificato dal fondo svalutazione crediti verso clienti per 690mila euro e dalfondo svalutazione crediti per accertamento interessi di mora verso clienti per 5mila euro.74 I T A L F E R R S P A


La movimentazione di tale fondo è la seguente:Fondo svalutazione crediti Saldo Accanto- Utilizzi Rilascio fondi Riclassifiche Saldoal 31.12.2006 namenti eccedenti al 31.12.2007per crediti commercialiverso clienti ordinari 300 390 0 0 0 690per accertamento interessidi mora verso clienti ordinari 100 0 0 (95) 0 5TOTALE 400 390 0 (95) 0 695I crediti sopra esposti hanno una scadenza entro l’esercizio successivo.Crediti: Verso controllantiLa voce ammonta a 161.353mila euro, di cui 159.475mila euro rappresentano le disponibilità depositatepresso il conto corrente intersocietario, mentre 1.826mila euro rappresenta il credito a saldo derivantedalla liquidazione dell’Ires per l’anno 2007. Tale voce si compone nel modo seguente:Natura 31.12.2006 Variazioni Altre 31.12.2007da fusioni/ variazioniscissioniCommerciali 8 0 44 52Finanziari:- conto corrente intersocietario 189.012 (941) (28.596) 159.475Altri- Ires per consolidato fiscale 0 0 1.826 1.826TOTALE 189.020 (941) (26.726) 161.353Tutti i crediti hanno scadenza entro l’esercizio. Nella colonna “Variazioni da fusioni/scissioni” è riportatol’ammontare della disponibilità su conto corrente intersocietario trasferita a Ferservizi a seguito dell’operazionedi scissione del ramo d’azienda già richiamata nella relazione sulla gestione.Crediti: Crediti tributariI crediti tributari ammontano a 603mila euro e sono così dettagliati:Descrizione 31.12.2007 31.12.2006 DifferenzaCredito Irap 470 0 470Credito Iva su autovetture 133 0 133Valore lordo 603 0 603TOTALE 603 0 603La voce “Crediti Irap” pari a 470mila euro rappresenta il credito a saldo, derivante dalla liquidazione dell’Irap2007.La voce “Credito Iva su autovetture” rappresenta il credito verso l’Erario generato dall’istanza di rimborsorichiesto ai sensi del decreto legislativo 15 settembre 2006, n. 258.B I L A N C I O D I E S E R C I Z I O A L 3 1 D I C E M B R E 2 0 0 7 75


Imposte anticipateLa voce ammonta a 1.923mila euro ed è così dettagliata:Descrizione 31.12.2006 Incrementi Decrementi 31.12.2007Ires 1.936 738 821 1.853Irap 48 58 36 70TOTALE 1.984 796 857 1.923Le imposte anticipate per 1.923mila euro riguardano gli importi da recuperare negli esercizi successivi indipendenza di variazioni temporanee in aumento dell’imponibile fiscale; di questi 1.685mila euro si riferisconoad importi che saranno recuperati entro l’esercizio successivo. Le principali variazioni temporaneein aumento dell’imponibile fiscale sono rappresentate dalla ripresa a tassazione degli accantonamenti alfondo rischi ed oneri relativi a contenziosi e servizi non contrattualizzati, nonché degli accantonamenti peril premio di risultato ai dipendenti relativo all’anno precedente.Per l’analisi delle differenze temporanee che hanno comportato la rilevazione di imposte anticipate e perle altre informazioni inerenti la fiscalità differita si rinvia alla sezione sulle imposte sul reddito del presentedocumento.Crediti: Verso altriLa voce crediti verso altri, al netto del fondo svalutazione, ammonta a 88.875mila euro ed è così dettagliata:Descrizione 31.12.2006 Variazioni Altre 31.12.2007da fusioni/ variazioniscissioniAltre imprese consociate 63.570 1.104 22.347 87.021Altri- Personale 198 (1) 46 243- Anticipi a fornitori 253 0 928 1.181- Operazioni di compravenditacon obbligo di retrocessione:pronti contro termine 566 0 (566) 0- Crediti verso Assicurazioni perindennizzi liquid. non riscosso 0 0 23 23- Debitori diversi 277 0 130 4071.294 (1) 561 1.854Valore lordo 1.294 (1) 561 1.854TOTALE 64.864 1.103 22.908 88.87576 I T A L F E R R S P A


a. verso altre consociateDescrizione 31.12.2006 Variazioni Altre 31.12.2007da fusioni/ variazioniscissioniCommercialiTav 18.110 0 22.178 40.288RFI - Rete Ferroviaria Italiana 45.073 0 1.577 46.650Trenitalia 169 0 (169) 0Ferservizi 1 (1.104) 1.111 8Passaggi 0 0 0 0Italcertifer 116 0 (116) 0AltriRFI - Rete Ferroviaria Italiana 81 0 (37) 44Trenitalia 20 0 (20) 0Tav 0 0 31 31TOTALE 63.570 (1.104) 24.555 87.021I crediti commerciali si riferiscono, principalmente, a corrispettivi derivanti da servizi di progettazione e didirezione lavori, mentre la voce “Altri” è relativa al riaddebito emolumenti del personale distaccato e rimborsodi altri oneri.Dei crediti commerciali verso RFI - Rete Ferroviaria Italiana risultano scaduti al 31 dicembre 2007 3.568milaeuro circa, con un decremento rispetto all’esercizio precedente pari a 1.040mila euro.Tutti i crediti verso le altre consociate sopra elencati hanno scadenza entro l’esercizio successivo. Nella colonna“Variazione da fusioni/scissioni” è indicato il credito maturato verso Ferservizi per effetto della retrodatazionecontabile al 1° gennaio 2007 dell’operazione di scissione.b. verso altri debitoriAmmontano a 1.854mila euro, con un incremento pari a 560mila euro e sono già dettagliati nella precedentetabella riepilogativa.Gli anticipi a fornitori, pari a 1.181mila euro, sono relativi a prestazioni di servizi non ultimati e non collegati arimanenze di lavori in corso su ordinazione.Crediti in valuta estera e per area geograficaSi espongono di seguito i crediti in unità di moneta estera:Crediti Dollari U.S.A. BolivaresVenezuelaCrediti verso clienti ordinari 1.734.200 507.980.649TOTALE 1.734.200 507.980.649Si espongono di seguito i crediti per area geografica:Crediti Italia Altri Paesi Asia America TotaleU.E.LatinaCrediti verso clienti ordinari 901 565 1.178 1.169 3.813TOTALE 901 565 1.178 1.169 3.813B I L A N C I O D I E S E R C I Z I O A L 3 1 D I C E M B R E 2 0 0 7 77


Operazioni ci compravendita con obbligo di retrocessioneStato Patrimoniale:- crediti verso altri 0- ratei attivi 0Conto Economico:- proventi finanziari 27Effetto sul patrimonio netto- prima delle imposte 0- dopo le imposte 0Effetto sul risultato di periodo- prima delle imposte 27- dopo le imposte 18Disponibilità liquideLa voce ammonta a 1.169mila euro con una variazione in diminuzione di 1.160mila euro rispetto al 31 dicembre2006.Descrizione 31.12.2007 31.12.2006 VariazioneDepositi bancari e postali 1.151 2.313 (1.162)Denaro e valori in cassa 18 16 2TOTALE 1.169 2.329 (1.160)1. Depositi bancari e postaliAmmontano a 1.151mila euro, rispetto a 2.313mila euro dell’anno precedente, e sono rappresentati da fondiliquidi e immediatamente esigibili depositati presso le Banche e le Poste Italiane, così come risultano dairapporti di conto corrente.3. Valori in cassaLa voce si riferisce al denaro in moneta corrente presente nelle casse sociali al 31 dicembre 2007, pari a18mila euro.78 I T A L F E R R S P A


Ratei e riscontiLa voce ammonta a 121mila euro con una variazione in diminuzione di 307mila euro rispetto al 31 dicembre2006.2. RiscontiLa voce risconti, pari a 121mila euro, si riferisce a quote sui premi di assicurazione, per 10mila euro, a canonidi locazione immobiliare per 78mila euro, a commissioni relative a garanzie prestate e previste contrattualmenteper la buona esecuzione delle opere, a fronte di anticipazioni ricevute e per la partecipazionea gare, per 4mila euro, ed ad altri costi di natura commerciale per 29mila euro.Descrizione 31.12.2007 31.12.2006 VariazioneRateiInteressi attivi 0 3 (3)0 3 (3)RiscontiAltri risconti- Affitti passivi 78 76 2- Premi di assicurazioni 10 3 7- Risconti attivi per Fidejussioni 4 4 0- Altri risconti commerciali 29 342 (313)121 425 (304)TOTALE 121 428 (307)B I L A N C I O D I E S E R C I Z I O A L 3 1 D I C E M B R E 2 0 0 7 79


Stato patrimoniale: PassivoPatrimonio nettoLa posta ammonta a 68.585mila euro con una variazione in aumento di 19.382mila euro rispetto al 31 dicembre2006.Nella tabelle seguente è riportata la movimentazione del patrimonio netto, nel 2007:Composizione Saldo Destinazione Altre variazionidel patrimonio netto al 31.12.2006 del risultato d’esercizioDistrib.ne Altro Increm.ti Decrem.ti Fusioni/ RiclassifichedividendiscissioniCapitale Sociale 14.186Riserva da soprapprezzo azioniRiserve di rivalutazioneRiserva legale 2.247 590Riserve statutarieRiserva per azioni proprie in portafoglioAltre riserve:Riserva Straordinaria 16.198 345 (20)Versamenti in contofuturo aumento di capitaleVersamenti a copertura perditeRiserva da utili netti su cambiRiserva ex art. 13 D.Lgs. 124/93 33Utili (perdite) portati a nuovoUtile (perdita) dell’esercizio 16.539 (15.604) (935)TOTALE 49.203 (15.604) 0 (20)Il capitale sociale è composto da n° 14.186 azioni del valore nominale di 1.000 euro ciascuna, detenute peril 100% dalla società Ferrovie dello Stato SpA.Le variazioni del Patrimonio Netto riflettono quanto deliberato dall’Assemblea Ordinaria il 3 aprile 2007, cheha destinato 590mila euro a riserva legale, 345mila euro a riserva straordinaria, distribuendo infine un dividendopari a 15.604mila euro all’Azionista.Nel prospetto seguente è indicata l’origine, la disponibilità e la distribuibilità delle voci di patrimonio netto,nonché la loro utilizzazione nei tre precedenti esercizi.Origine Importi Quota Quota Quotaal 31.12.2007 indisponibile disponibile distribuibile(a+b) (a) (b) di (b)Capitale Sociale 14.186Riserve di capitale:Riserva da sopraprezzo azioniRiserve di utili:Riserva legale 2.837 2.837Riserva straordinaria 16.523 16.523 16.523Riserva ex art. 13 D.Lgs. 124/93 33 33TOTALE 33.579 2.837 16.556 16.523La riserva ex art.13 decreto legislativo 124/93 è tassabile nel caso sia utilizzata per scopi diversi dalla coperturadi perdite dell’esercizio.80 I T A L F E R R S P A


RisultatoSaldod’esercizio al 31.12.200714.1862.83716.5233335.006 35.00635.006 68.585Riepilogo delle utilizzazioni dei tre esercizi precedentiAumento Copertura Distrib.ne Altrodi capitale perdite ai soci (da specificare)9.9309.930B I L A N C I O D I E S E R C I Z I O A L 3 1 D I C E M B R E 2 0 0 7 81


Fondi per rischi ed oneriAltriTale voce ammonta a 8.281mila euro, con un incremento di 1.023mila euro rispetto all’esercizio precedente.La posta è costituita dal fondo istituito a fronte delle perdite previste per il completamento di alcunecommesse, pari a 4.539mila euro, dal fondo rischi per cause in corso e potenziali, per 1.996mila euro, e dalfondo per gli oneri derivanti da servizi resi da società del Gruppo (Ferservizi SpA) ma privi di formalizzazionecontrattuale, per 1.746mila euro.La variazione di 1.068mila euro in aumento del fondo per perdite previste per il completamento di commesseè dovuta all’aggiornamento dei preventivi di commessa, stanziando la quota di perdite future previstesu commesse con margine negativo; esso può ritenersi complessivamente adeguato in relazione airischi di perdite sulle commesse.Il fondo rischi per contenzioso nei confronti del personale e dei terzi accoglie i prevedibili oneri derivanti dacontenziosi che la Società ha in corso o che potrebbero manifestarsi, e riguardano prevalentemente controversiecon il personale. L’accantonamento al fondo di 276mila euro è il risultato della valutazione di ulterioririschi di oneri futuri per 345mila euro e del venir meno di rischi precedentemente stimati e nonverificatisi per 69mila euro (alla voce B. 12 accantonamenti per rischi, del conto economico, è stato iscrittoil saldo algebrico delle due fattispecie, trattandosi di rischi omogenei iscritti nella stessa categoria di fondo).Inoltre sono stati effettivamente consuntivati, e quindi utilizzati in riduzione, oneri per 894mila euro e rilasciatifondi accedenti per 168mila euro. Il Fondo può ritenersi complessivamente adeguato in relazione airischi di perdite su cause in corso e potenziali.Come già ampiamente commentato nella relazione sulla gestione, la società ha attualmente in corso alcunicontenziosi dalla cui definizione non si ritiene possano emergere passività non già adeguatamente stanziate.Si riporta di seguito la composizione e la movimentazione del periodo:Descrizione Saldo Accanto- Utilizzi Rilascio fondi Riclassifiche Saldoal 31.12.2006 namenti eccedenti al 31.12.2007Contenzioso nei confrontidel personale e dei terzi 2.782 276 894 168 0 1.996Fondo rischi contrattuali 3.471 1.068 0 0 0 4.539Oneri per utilizzo servizi gruppo 1.005 917 119 57 0 1.746TOTALE 7.258 2.261 1.013 225 0 8.28182 I T A L F E R R S P A


Trattamento di fine rapporto lavoro subordinatoIl Fondo, comprensivo dell’indennità di buonuscita maturata al 31 dicembre 1995 dal personale già dipendentedi Ferrovie dello Stato SpA, ammonta a 47.450mila euro, con un decremento netto di 1.871mila euro.Il Fondo copre i diritti maturati dal personale a ruolo al 31 dicembre 2007 – pari a 1.503 unità – in conformitàa quanto disposto dalla normativa vigente.L’accantonamento a costi, pari a 1.986mila euro, accoglie solo le rivalutazioni e gli accantonamenti TFR relativiai dipendenti in essere al 31 dicembre 2006, per il periodo che va dal 1° gennaio 2007 fino al momentodella scelta (effettuata entro il 30 giungo 2007) nel caso in cui i medesimi dipendenti abbiano optato i fondicomplementari.L’utilizzo complessivo dei fondi, pari a 3.996mila euro, è generato da liquidazioni erogate al personale inuscita nel corso dell’esercizio, da anticipazioni e da utilizzi per trasferimento di dipendenti presso altre societàdel Gruppo.Trattamento di fine rapporto lavoro subordinatoConsistenza del fondo al 31.12.2006 31.005Incrementi:Accantonamenti e Rivalutazioni 1.370Trasferimenti da altre società del Gruppo 134Altri 31.507Decrementi:Cessazioni del rapporto 1.370Anticipazioni corrisposte/recuperate 363Anticipazioni all’Erario dell’imposta sulla rivalutazione 112Trasferimenti ad altre società del Gruppo: 569- di cui Scissione Ferservizi 2912.414CONSISTENZA DEL FONDO AL 31.12.2007 30.098Fondo indennità di buonuscitaConsistenza del fondo al 31.12.2006 18.316Incrementi:Rivalutazioni 616Trasferimenti da altre società del Gruppo 2618Decrementi:Cessazioni del rapporto 700Anticipazioni corrisposte/recuperate 607Anticipazioni all’Erario dell’imposta sulla rivalutazione 67Trasferimenti ad altre società del Gruppo: 208- di cui Scissione Ferservizi 1501.582CONSISTENZA DEL FONDO AL 31.12.2007 17.352B I L A N C I O D I E S E R C I Z I O A L 3 1 D I C E M B R E 2 0 0 7 83


DebitiAmmontano a 1.442.592mila euro, con un decremento di 200.985mila euro rispetto all’esercizio precedente,e comprendono:Descrizione 31.12.2007 31.12.2006 VariazioniAcconti 1.385.401 1.576.036 (190.635)Debiti verso fornitori 14.173 20.035 (5.862)Debiti verso Controllanti 11.213 21.472 (10.259)Debiti tributari e previdenziali 12.466 12.917 (451)Debiti verso altri 19.339 13.117 6.222TOTALE 1.442.592 1.643.577 (200.985)L’ammontare dei debiti ha scadenza entro l’esercizio successivo ad eccezione della quota residua di anticipicontrattuali, pari a 1.804mila euro, erogati da TAV SpA che saranno recuperati oltre l’esercizio successivo.Nessun importo ha una durata residua superiore a cinque anni. I debiti non sono assistiti dagaranzie reali su beni della Società.Debiti: AccontiLa voce, che ammonta a 1.385.401mila euro, è ripartita tra anticipi per 9.849mila euro e acconti per1.375.552mila euro, di seguito analizzati:Anticipi da ClientiLa voce ammonta a 9.849mila euro e si decremento di 5.852mila euro.Descrizione 31.12.2007 31.12.2006 VariazioniTreno Alta Velocità SpA 8.602 15.701 (7.099)Altri clienti 1.247 0 1.247TOTALE ANTICIPI CLIENTI 9.849 15.701 (5.852)Il decremento verificatosi sull’ammontare di anticipi ricevuti da TAV SpA è collegato al recupero conseguentel’avanzamento e in alcuni casi all’ultimazione delle fasi realizzative delle tratte commissionate; nonvi sono stati incrementi nell’anno per nuovi anticipi ricevuti.A fronte di anticipi ricevuti, non sono state concesse garanzie reali, ma solo garanzie personali della Capogruppo.84 I T A L F E R R S P A


Acconti da Clienti su opere e servizi in corsoLa voce ammonta a 1.375.552mila euro e si decrementa di 184.783mila euro. Riguarda gli importi fatturatial verificarsi di eventi previsti dai contratti aventi per oggetto prestazioni di servizi di ingegneria pattuiti comeoggetto unitario; tali importi non sono ancora liquidati in via definitiva perché le prestazioni unitariamenteintese non sono ancora completate ed accettate dal committente. Tali importi troveranno accoglimento nelconto Ricavi dalle vendite e prestazioni al momento della ultimazione ed accettazione senza riserve dellecommesse pluriennali cui si riferiscono.Gli importi sono così dettagliati:Descrizione 31.12.2007 31.12.2006 VariazioniTreno Alta Velocità SpA 369.567 616.869 (247.302)RFI - Rete Ferroviaria Italiana SpA 975.200 913.994 61.206Trenitalia SpA 168 168 0Lyon-Turin Ferroviarie SAS 0 4.206 (4.206)Altri clienti diversificati 8.586 4.972 3.614Consorcio Grupo Contuy (Venezuela) 22.031 20.126 1.905TOTALE ACCONTI SU OPEREE SERVIZI IN CORSO 1.375.552 1.560.335 (184.783)Debiti: Debiti verso fornitoriAmmontano a 14.173mila euro con un decremento rispetto al 31 dicembre 2006 di 5.862mila euro.L’importo è così composto:Descrizione 31.12.2006 Variazioni Altre 31.12.2007da fusioni/ variazioniscissioniFornitori ordinari 19.701 (1.496) (4.157) 14.048Fornitori per ritenute a garanzia 316 0 (249) 67Altre società collegate di Gruppo 18 0 40 58TOTALE 20.035 (1.496) (4.366) 14.173L’importo della voce è esigibile entro l’anno e non esistono debiti di durata residua superiore a cinque anniné sono state concesse garanzie reali e/o personali. Nella colonna “Variazioni da fusioni/scissione” è riportatoil debito verso fornitori pari a 1.496mila euro trasferito a Ferservizi e seguito delle operazioni di scissionedel ramo d’azienda.B I L A N C I O D I E S E R C I Z I O A L 3 1 D I C E M B R E 2 0 0 7 85


Debiti: Debiti verso controllantiAmmontano a 11.213mila euro con un decremento di 10.092mila euro rispetto al 31 dicembre 2006. Tali debitisono di seguito dettagliati per natura:Natura 31.12.2007 31.12.2006 VariazioneCommerciali 1.380 1.219 161Altri:- trasferimenti Iva 9.833 8.601 1.232- Ires per consolidato fiscale 0 11.485 (11.485)- diversi 0 0 0TOTALE 11.213 21.305 (10.092)Il debito per trasferimenti Iva è il risultato delle liquidazioni mensili dell’ultimo trimestre dell’anno 2007, trasferitoalla Controllante.La voce “Ires per consolidato fiscale” risulta azzerata in quanto la liquidazione dell’anno al netto del creditoriportato a nuovo dal precedente esercizio e degli acconti versati ha evidenziato un credito esposto nell’Attivoalla voce “Crediti verso Controllanti”.Debiti: Debiti tributariAmmontano a 3.070mila euro, con un decremento di 1.278mila euro rispetto all’esercizio precedente. Talidebiti sono così composti:Descrizione 31.12.2007 31.12.2006 VariazioneRitenute alla fonte 3.070 2.807 263Irap a saldo 0 1.541 (1.541)TOTALE 3.070 4.348 (1.278)La voce “Irap a saldo” risulta azzerata in quanto la liquidazione dell’anno al netto del credito riportato anuovo dal precedente esercizio e degli acconti versati ha evidenziato un credito esposto nell’Attivo allavoce “Crediti Tributari”.86 I T A L F E R R S P A


Debiti: Debiti verso istituti di previdenza e di sicurezza socialeLa voce ammonta a 9.396mila euro, con un incremento di 827mila euro rispetto all’esercizio precedente.Il dettaglio della voce è di seguito riportato:Descrizione 31.12.2006 Variazioni Altre 31.12.2007da fusioni/ variazioniscissioniInps- contributi 3.061 (65) 2.996- fondo di Tesoreria - TFR 0 326 326Fondi Integrativi TFR:- Eurofer 125 93 218- Previndai 328 77 405- Altri 0 5 5Inail 11 5 16cassa previdenza inarcassa 3.518 (53) 3.465Debiti per contributi su competenzeda liquidare 1.526 (19) 458 1.965TOTALE 8.569 (19) 846 9.396Il debito cumulato verso Inarcassa pari a 3.465mila euro rappresenta il contributo dovuto dalle Società diIngegneria. L’importo della voce risulta esigibile entro l’anno. Nella colonna “Variazioni da fusioni/scissioni”è riportato l’ammontare dei debiti per contributi su competenze da liquidare pari a 19mila euro, riferiti allequota di oneri su ratei per tredicesima e premi risultato pari a 14mila euro e oneri su ratei per ferie maturatee non godute pari a 5mila euro, del personale trasferito a Ferservizi a seguito delle operazioni di scissionedel ramo d’azienda. La quota maturata nell’anno da trasferire al fondo di Tesoreria istituito pressoL’Inps, è pari a 326mila euro, al netto dei versamenti effettuati.Debiti: Altri debitiDescrizione 31.12.2006 Variazioni Altre 31.12.2007da fusioni/ variazioniscissioniAltre imprese consociate 5.078 0 3.540 8.618Altri- Personale per competenze maturate e non liquidate 4.888 (57) 3.027 7.858- Altri debiti verso il personale 206 0 105 311- Personale per ferie non godute 2.457 (24) (433) 2.000- Compensi organi sociali 61 0 (27) 34- Creditori diversi 593 0 (75) 5188.205 (81) 2.597 10.721TOTALE 13.283 (81) 6.137 19.339L’importo delle voce risulta essere integralmente esigibile entro l’anno.B I L A N C I O D I E S E R C I Z I O A L 3 1 D I C E M B R E 2 0 0 7 87


a. debiti verso imprese consociateLa posta presenta un saldo di 8.618mila euro con un incremento di 3.540mila euro rispetto all’esercizioprecedente.L’importo è così dettagliato:Descrizione 31.12.2007 31.12.2006 VariazioniSerfer 0 14 (14)RFI - Rete Ferroviaria Italiana 1.016 778 238Ferservizi 6.234 2.773 3.461Fercredit 153 11 142Trenitalia 581 1.042 (461)CentoStazioni 22 23 (1)Sita 0 0 0Grandistazioni 612 42 570Ferrovie Real Estate 0 166 (166)Passaggi 0 229 (229)TOTALE 8.618 5.078 3.540I debiti verso le società del Gruppo sono tutti di natura commerciale.b. verso altri creditoriLa posta presenta un saldo di 10.721mila euro con un incremento di 2.516mila euro rispetto all’esercizioprecedente.L’importo è stato già analizzato nella tabella della pagina precedente. La voce “Personale per competenzematurate e non liquidate” accoglie i ratei per mensilità aggiuntive, per premio di risultato anni 2005, 2006e 2007, per compenso di lavoro straordinario e per incentivi all’esodo concordati e da liquidare.Debiti: Debiti in valuta e per area geograficaSi espongono di seguito i debiti in moneta estera:Debiti Dollari Lei BolivaresU.S.A. Romania VenezuelaDebiti verso fornitori 792 5.995 637.623.774TOTALE 792 5.995 637.623.774Si espongono di seguito i debiti per area geografica:Debiti Italia Altri Paesi America TotaleU.E.LatinaDebiti verso fornitori 13.663 234 276 14.173TOTALE 13.663 234 276 14.17388 I T A L F E R R S P A


Ratei e riscontiLa voce ammonta a 73mila euro con una variazione in diminuzione di 101mila euro rispetto al 31 dicembre2006. Essa è cosi dettagliata:Dettaglio 31.12.2007 31.12.2006 VariazioneRateiPremi assicurativi 65 165 (100)Commissioni su fideiussioni 2 0 267 165 (98)Risconti- Affitti attivi 6 6 0- Altri 0 3 (3)6 9 (3)TOTALE 73 174 (101)B I L A N C I O D I E S E R C I Z I O A L 3 1 D I C E M B R E 2 0 0 7 89


Conti d’ordineI conti d’ordine, che ammontano complessivamente a 41.453mila euro, comprendono principalmente:• fidejussioni per un ammontare di 10.325mila euro, concesse dalla Controllante Ferrovie dello Stato a favoredella consociata TAV e Centostazioni;• fidejussioni per un ammontare di 11.354mila euro rilasciate a favore di altri soggetti ed emesse da bancheed istituti assicurativi;• fidejussioni e garanzie ricevute diverse, pari a 19.774mila euro, a fronte della buona esecuzione dei contrattiaffidati.Impegni non risultanti dallo stato patrimonialeIl portafoglio ordini evidenzia una produzione da eseguire da contratti pluriennali al netto dell’avanzamentoal 31 dicembre 2007 pari a 745.975mila euro rispetto a 808.935mila euro del 31 dicembre 2006.Descrizione 31.12.2007 31.12.2006 VariazioniTreno Alta Velocità SpA 133.969 230.976 (97.007)RFI - Rete Ferroviaria Italiana SpA 590.760 559.814 30.946Trenitalia SpA 0 195 (195)Altri 21.246 17.950 3.296TOTALE ORDINI ACQUISITI 745.975 808.935 (62.960)La riduzione del portafoglio ordini verso TAV SpA è in gran parte dovuta all’annullamento degli incarichi relativiai Nodi Alta Velocità di Bologna, Roma e Napoli.90 I T A L F E R R S P A


Conto economicoDi seguito vengono analizzati i ricavi e i costi del 2007 raffrontati con quelli dell’esercizio precedente.Valore della produzioneIl valore della produzione ammonta a 222.073mila euro, con una variazione in aumento di 4.760mila eurorispetto al 2006.Esso risulta così composto:Descrizione 2007 2006 VariazioniRicavi delle vendite e delle prestazioni 397.055 58.001 339.054Variazione dei lavori in corso su ordinazione (178.177) 155.701 (333.878)Incrementi di immobilizzazioni per lavori interni 464 1.119 (655)Altri ricavi e proventi 2.731 2.492 239TOTALE 222.073 217.313 4.760Il dettaglio delle voci che costituiscono il valore della produzione è illustrato nelle tabelle e nei commenti diseguito esposti.Ricavi delle vendite e delle prestazioniLa voce ammonta a 397.055mila euro ed è così dettagliata:Descrizione 2007 2006 VariazioniPrestazioni per RFI - Rete Ferroviaria Italiana SpA 120.499 49.763 70.736Prestazioni per TAV SpA 269.332 1.352 267.980Prestazioni per Trenitalia SpA 202 160 42Prestazioni per Italcertifer SpA 0 95 (95)Prestazioni per Altri committenti 7.022 6.631 391TOTALE 397.055 58.001 339.054L’incremento delle prestazioni verso TAV, pari a 267.980mila euro, è da iscriversi al maggior numero di incarichigiunti ad ultimazione, tra cui quelli relativi al Nodo di Bologna e di Napoli.Si riporta di seguito la suddivisione dei ricavi per area geografica:Ricavi Italia Altri Paesi U.E. Asia TotaleGruppo 390.033 390.033Terzi 3.334 3.142 546 7.022TOTALE 393.367 3.142 546 397.055B I L A N C I O D I E S E R C I Z I O A L 3 1 D I C E M B R E 2 0 0 7 91


Variazione dei lavori in corso su ordinazioneLa voce ammonta a -178.177mila euro ed è così dettagliata:Descrizione 2007 2006 VariazioniCommesse TAV (187.247) 75.440 (262.687)Commesse RFI - Rete Ferroviaria Italiana 8.484 80.112 (71.628)Commesse Trenitalia 36 (17) 53Altri committenti 550 166 384TOTALE (178.177) 155.701 (333.878)Tale voce rappresenta la produzione del periodo relativa alle commesse pluriennali non ultimate, comedettagliato nella voce Rimanenze dell’attivo circolante.Incrementi di immobilizzazioni per lavori interniLa voce ammonta a 464mila euro e si riferisce per 255mila euro a costi interni del personale impegnatonella realizzazione del progetto PDM (fase 3) e per la restante parte a costi del personale impegnato nellaristrutturazione della sede di Via Marsala in Roma.Descrizione 2007 2006 VariazioniPersonale 464 1.119 (655)TOTALE 464 1.119 (655)Altri ricavi e proventiLa voce ammonta a 2.731mila euro ed è così dettagliata:Descrizione 2007 2006 VariazioniAltri ricavi e proventiSopravvenienze attive da normaleaggiornamento stime 796 1.650 (854)Riaddebito costi del personale Italferr distaccato 164 262 (98)Rimborso costi sostenuti per il consorzio CIITI 15 17 (2)Sublocazioni uffici 1.112 32 1.080Proventi diversi 644 531 113TOTALE 2.731 2.492 23992 I T A L F E R R S P A


Costi della produzioneI costi della produzione ammontano a 168.443mila euro e risultano così composti:Descrizione 2007 2006 VariazioniMaterie prime, sussidiarie,di consumo e merci 414 3.128 (2.714)Servizi 45.226 58.709 (13.483)Godimento beni di terzi 16.816 16.700 116Personale 96.729 96.291 438Ammortamenti e svalutazioni 5.606 5.581 25Accantonamenti per rischi 1.344 634 710Altri accantonamenti 917 400 517Oneri diversi di gestione 1.391 1.600 (209)TOTALE 168.443 183.043 (14.600)Il dettaglio delle voci che costituiscono i costi della produzione è illustrato nelle tabelle e nei commenti diseguito esposti.Materie prime, sussidiarie, di consumo e merciLa voce ammonta a 415mila euro ed è così dettagliata:Descrizione 2007 2006 VariazioniMateriale di consumo 359 2.964 (2.605)Altro 55 164 (109)TOTALE 414 3.128 (2.714)B I L A N C I O D I E S E R C I Z I O A L 3 1 D I C E M B R E 2 0 0 7 93


ServiziLa voce ammonta a 45.226mila euro ed è così dettagliata:Descrizione 2007 2006 VariazioniServizi e lavori appaltati:- Studi, progettazione, altre prestazioni 10.734 17.051 (6.317)- Servizi tecnici di supporto 4.872 7.903 (3.031)Manutenzioni e riparazioni:- Riparazioni e manutenzione 3.703 2.968 735Prestazioni diverse:- Consulenze 493 351 142- Prestazioni professionali 158 199 (41)- Lavoro interinale 5.016 8.071 (3.055)- Personale distaccato 248 452 (204)- Utenze 1.686 1.723 (37)- Premi assicurativi 699 749 (50)- Servizi informatici 1.606 2.381 (775)- Servizi di pulizia 128 583 (455)- Compensi e rimborsi amministratori 621 630 (9)- Compensi e rimborsi sindaci 91 107 (16)- Viaggi e soggiorno 4.883 6.836 (1.953)- Collaborazione coordinate e continuative 1.142 2.886 (1.744)- Altre prestazioni 9.146 5.819 3.327TOTALE 45.226 58.709 (13.483)Godimento di beni di terziLa voce ammonta a 16.816mila euro ed è così dettagliata:Descrizione 2007 2006 VariazioniLocazioni immobilie oneri condominiali 14.258 13.943 315Canoni di utilizzo del marchio 630 600 30Altri canoni 328 434 (106)Noleggio autovetture 1.600 1.723 (123)TOTALE 16.816 16.700 11694 I T A L F E R R S P A


PersonaleLa voce ammonta a 96.729mila euro ed è così dettagliata:Descrizione 2007 2006 VariazioniSalari e stipendi 70.187 71.269 (1.082)Oneri sociali 16.762 17.009 (247)Trattamento di fine rapporto 6.253 6.035 218Altri costi 3.527 1.978 1.549TOTALE 96.729 96.291 438Le spese per prestazioni di lavoro subordinato, ivi inclusi contributi e oneri accessori, ammontano a96.729mila euro con un incremento pari a 438mila euro rispetto all’esercizio precedente.Oneri socialiIncludono, tra l’altro, 238mila euro di quote a carico della società versate al fondo di previdenza complementareEurofer per il personale non dirigente e al fondo Assidai in favore del personale dirigente.Altri costi del personaleIncludono, tra l’altro, 2.984mila euro per erogazione di incentivi ai dipendenti, al fine di favorirne l’esodoagevolato o per transazioni con i dipendenti.Ammortamenti e svalutazioniLa voce ammonta a 5.606mila euro ed è così dettagliata:Descrizione 2007 2006 VariazioniAmmortamento delle immobilizzazioni immateriali 3.004 2.741 263Ammortamento delle immobilizzazioni materiali 2.151 2.446 (295)Altre svalutazioni delle immobilizzazioni 61 0 61Svalutazione dei crediti compresi nell’attivo circolantee delle disponibilità liquide 390 394 (4)TOTALE 5.606 5.581 25Svalutazione dei crediti compresi nell’attivo circolantedelle disponibilità liquideLa svalutazione dei crediti compresi nell’attivo circolante, pari a 390mila euro, è relativa a crediti commerciali.B I L A N C I O D I E S E R C I Z I O A L 3 1 D I C E M B R E 2 0 0 7 95


Accantonamenti per rischi e altri accantonamentiLa voce ammonta complessivamente a 2.261mila euro ed è così dettagliata:Descrizione 2007 2006 VariazioniAccantonamenti per rischi- Rischi per contenzioso con il personale 276 634 (358)- Rischi su perdite future su commesse pluriennali 1.068 0 1.0681.344 634 710Altri accantonamenti- Accantonamenti per servizi di grupponon contrattualizzati 917 400 517917 400 517TOTALE 2.261 1.034 1.227Gli accantonamenti per rischi sono stati effettuati per contenziosi in corso nei confronti del personale esono pari a 276mila euro.Gli altri accantonamenti, sono stati effettuati a fronte delle perdite previste per il completamento di alcunecommesse per 1.068mila euro, e a fronte di oneri da sostenere per il presumibile corrispettivo da riconoscerea Ferservizi per l’utilizzo di alcuni spazi serviti e per il riaddebito di alcuni oneri accessori, per 917milaeuro.Oneri diversi di gestioneLa voce ammonta a 1.391mila euro ed è così dettagliata:Descrizione 2007 2006 VariazioniCosti diversi- Spese di rappresentanza 14 24 (10)- Quote associative e contributi ad Enti vari 90 88 2- Sopravvenienze passiveda normale aggiornamento stime 536 894 (358)- Altri 249 81 168- Contributo trasporto gratuitotitolari CLC 250 250 01.139 1.337 (198)Oneri tributariTarsu 71 65 6- Altre imposte 181 198 (17)252 263 (11)TOTALE 1.391 1.600 (209)96 I T A L F E R R S P A


Proventi ed oneri finanziariI proventi e oneri finanziari ammontano complessivamente a 7.250mila euro con una variazione in aumentodi 1.326mila euro rispetto al 2006. Essi risultano così composti:Descrizione 2007 2006 VariazioniProventi finanziariAltri proventi finanziari:Da crediti iscritti nelle immobilizzazioni- verso altri 5 5 05 5 0Proventi diversi dai precedenti- interessi su conti correnti intersocietari da controllante 7.444 5.913 1.531- interessi attivi su conti correnti bancari e postali 81 25 56- interessi attivi su pronti c/termine 27 123 (96)- diversi 27 114 (87)Totale proventi diversi dai precedenti 7.579 6.175 1.404Totale proventi finanziari 7.584 6.180 1.404Oneri finanziariInteressi ed altri oneri finanziari- verso altri (17) (6) (11)Totale oneri finanziari (17) (6) (11)Utili (perdite) su cambi- realizzati (128) (136) 8- non realizzati (189) (114) (75)TOTALE PROVENTI E (ONERI) FINANZIARI 7.250 5.924 1.326Altri proventi finanziariAmmontano a 5mila euro e si riferiscono a interessi maturati su depositi cauzionali.Proventi diversi dai precedentiAmmontano a 7.584mila euro ed includono, tra l’altro, sia gli interessi maturati nel conto corrente intersocietarioper 7.444mila euro che gli interessi maturati sugli investimenti in liquidità effettuati dalla succursaledel Venezuela, per 27mila euro.Interessi e oneri finanziariGli altri oneri finanziari ammontano a 17mila euro e riguardano interessi moratori per ritardato pagamento.17-bis. Utili e perdite su cambiLa voce “utili (perdite) su cambi” ammonta a -317mila euro ed accoglie le differenze cambio influenzate dall’apprezzamentoche l’euro ha avuto nell’esercizio rispetto alle altre valute.B I L A N C I O D I E S E R C I Z I O A L 3 1 D I C E M B R E 2 0 0 7 97


Proventi ed oneri straordinariI proventi e oneri straordinari ammontano complessivamente a -2.462mila euro, con un peggioramento di2.372mila euro rispetto al 2006.Essi risultano così composti:Descrizione 2007 2006 VariazioniProventi straordinari- Sopravvenienze attive 141 10 131Totale proventi straordinari 141 10 131Oneri straordinari- Altri 54 2 52- Imposte relative al 2006 2.488 0 2.488- Minusvalenze da radiazione cespiti 36 19 17- Multe ammende e sanzioni 25 79 (54)Totale oneri straordinari 2.603 100 2.503TOTALE (2.462) (90) (2.372)ProventiLa posta ammonta a 141mila euro e si riferisce per 133mila euro al credito verso l’Erario generato dall’istanzadi rimborso ai sensi del decreto legge 15 settembre 2006, n. 258.OneriLa posta ammonta a 2.603mila euro e si riferisce principalmente alla maggiore Ires e Irap per l’anno 2006per 2.488mila euro, a multe, sanzioni e sopratasse varie per 25mila euro a minusvalenze generate da furtidi macchine d’ufficio per 36mila euro.98 I T A L F E R R S P A


Imposte sul reddito di periodo, correnti differite e anticipateLe imposte sul reddito ammontano a 23.412mila euro con una variazione in diminuzione di 153mila euro rispettoal 2006. Esse risultano così composte:Descrizione 2007 2006 VariazioniImposte correnti- Ires 17.000 16.500 500- Irap 6.350 7.300 (950)23.350 23.800 (450)Imposte differite e anticipate- Anticipate- Ires 83 (213) 296- Irap (21) (22) 162 (235) 297TOTALE 23.412 23.565 (153)Si riporta di seguito il dettaglio delle differenze temporanee che hanno generato le imposte anticipate e differite,nonché il dettaglio delle differenze escluse dalla determinazione delle imposte anticipate e differite.AmmontareA Differenze temporaneeDifferenze temporanee deducibili:- Compensi ad Amministratori 556- Fondi per rischi ed oneri 1.938- Perdite fiscali a nuovo (quando utilizzabilicon ragionevole certezza) 0- Altre 189Totale 2.683Differenze temporanee imponibili:- Compensi ad Amministratori pagati 485- Utilizzo fondi per rischi e oneri 1.238- Altre 89Totale 1.812Differenze temporanee nette 871B Effetti fiscaliAliquota fiscale applicabile 33%Fondo imposte differite (anticipate) a fine esercizio A 1.853Fondo imposte differite (anticipate)a fine esercizio precedente B 1.936IMPOSTE DIFFERITE (ANTICIPATE)DELL´ESERCIZIO A-B (83)B I L A N C I O D I E S E R C I Z I O A L 3 1 D I C E M B R E 2 0 0 7 99


Si riporta di seguito il prospetto di riconciliazione tra onere fiscale da bilancio e onere fiscale teorico (Ires):Risultato prima delle imposte 58.418Onere fiscale teorico (aliquota 33%) 19.278Differenze temporanee deducibili in esercizi successivi:Compensi ad Amministratori 556Accantonamenti a fondi oneri 1.021Altri accantonamenti 917Altre differenze temporanee 189Totale 2.683Rigiro delle differenze temporanee da esercizi precedenti:Utilizzo fondi rischi e oneri (1.238)Compensi ad Amministratori pagati (485)Altre differenze temporanee (89)Totale (1.812)Differenze che non si riverseranno negli esercizi successivi:Variazioni permanenti in aumento 6.412Variazioni permanenti in diminuzione (14.186)Totale (7.774)Imponibile fiscale 51.515IRES CORRENTE PER L´ESERCIZIO 17.000Sempre ai fini Ires si riporta il prospetto di riconciliazione tra aliquota ordinaria ed aliquota effettiva:2007 2006Aliquota ordinaria applicabile 33% 33%- Costi indeducibili 0% 1%- Altre differenze permanenti -4% 8%ALIQUOTA EFFETTIVA 29% 42%Segue il prospetto con la determinazione dell’imponibile Irap:Differenza tra valore e costi della produzione 53.630Costi non rilevanti ai fini Irap 76.640Totale 130.270Onere fiscale teorico (aliquota 4,82%) 6.279Differenze temporanee deducibili in esercizi successivi:Compensi ad Amministratori 556Spese di rappresentanza 4Tarsu 19Altri accantonamenti 917Totale 1.496Imponibile Irap 131.766IRAP CORRENTE PER L’ESERCIZIO 6.350100 I T A L F E R R S P A


Sezione 4Altre informazioniNumero medio dei dipendentiIl numero medio dei dipendenti ammonta a 1.566 unità ed è così ripartito per categoria:Personale 2007 2006 VariazioniDirigenti 106 115 (9)Altro personale 1.460 1.541 (81)TOTALE 1.566 1.656 (90)Nel corso dell’esercizio la consistenza del personale a ruolo paga è passata da n. 1.629 unità al 31 dicembre2006 a n. 1.503 unità al 31 dicembre 2007, con un decremento di n. 126 unità, dovuto ad un decrementodi n. 8 dirigenti e ad un decremento di n. 118 unità con altra qualifica.Compensi ad Amministratori e SindaciSi evidenziano di seguito i compensi complessivi spettanti agli Amministratori ed ai membri del CollegioSindacale per lo svolgimento delle proprie funzioni (non sono inclusi i rimborsi spese riconosciuti ai membridei rispettivi organi).Percipienti 2007 2006 DifferenzeAmministratori 601 576 25Sindaci 88 89 (1)TOTALE 689 665 24Valori in migliaia di euroCambi utilizzati al 31 dicembre 2007a raffronto con quelli dell’esercizio 2006Quantità di valuta estera per 1 euroValute estere Cambio Cambio medio Cambio Cambio medioal 31.12.2006 2006 al 31.12.2007 2007USD - Dollaro Statunitense 1,3170 1,244 1,4721 1,37048VEB - Bollivares Venezuelano 2827,99 2620,66 3161,04 2942,83RON - Nuovo Leu Romeno 3,3835 3,52584 3,6077 3,3353B I L A N C I O D I E S E R C I Z I O A L 3 1 D I C E M B R E 2 0 0 7 101


Informativa sull’attività di direzione e coordinamentoI dati essenziali della controllante Ferrovie dello Stato SpA, esposti nel seguente prospetto riepilogativo richiestodall’art. 2497 - bis del Codice Civile, sono stati estratti dal relativo bilancio per l’esercizio chiuso al31 dicembre 2006.Per un’adeguata e completa comprensione della situazione patrimoniale e finanziaria della controllanteFerrovie dello Stato SpA al 31 dicembre 2006, nonché del risultato economico conseguito dalla societànell’esercizio chiuso a tale data, si rinvia alla lettura del bilancio, che corredato della relazione della societàdi revisione, è disponibile nelle forme e nei modi previsti dalla legge.Stato patrimoniale 31.12.2006 31.12.2005AttivoA. Crediti verso soci per versamenti ancora dovuti – –B. Immobilizzazioni 37.752.555 39.096.967C.Attivo circolante 7.224.354 5.578.214D. Ratei e risconti 9.365 3.172TOTALE 44.986.274 44.678.353PassivoA. Patrimonio Netto: 36.172.291 38.109.771- Capitale 38.790.425 38.790.425- Riserve 38.321 38.321- Utili (perdite) portate a nuovo (718.974) (174.704)- Utile (perdita) dell’esercizio (1.937.481) (544.271)B. Fondi per rischi e oneri 278.288 215.255C.Trattamento di fine rapporto di lavoro subordinato 24.721 25.277D. Debiti 8.498.086 6.325.415E. Ratei e risconti 12.888 2.635TOTALE 44.986.274 44.678.353GARANZIE, IMPEGNI E ALTRI RISCHI 8.633.708 2.294.247Conto economico 2006 2005A. Valore della produzione 169.920 169.020B. Costi della produzione 254.438 250.164C.Proventi e oneri finanziari 134.072 112.393D. Rettifiche di valore di attività finanziarie (1.989.616) (571.347)E. Proventi e oneri straordinari 4.480 (673)Imposte sul reddito dell’esercizio (1.900) (3.500)UTILE (PERDITA) DELL’ESERCIZIO (1.937.482) (544.271)La controllante Ferrovie dello Stato SpA, che esercita l’attività di direzione e coordinamento redige il bilancioconsolidato del Gruppo.102 I T A L F E R R S P A


AllegatoRendiconto finanziario2007 2006DISPONIBILITA´ MONETARIE NETTE INIZIALI 191.908 190.680Flusso monetario generato da attività di esercizioUtile (perdita) del periodo 35.006 16.539Ammortamenti 5.155 5.188Svalutazione di immobilizzazioni/riprese di valore di immobilizzazioni finanziarie (-) 61 0Variazione netta fondo TFR (1.419) 1.462Plus (-)/minusvalenze da realizzo di immobilizzazioni 36 19Ricavi non monetari (-)* (225) (826)Variazione rimanenze 177.832 (155.388)Variazione crediti commerciali e diversi (29.042) 32.973Variazione ratei e risconti attivi 307 (197)Variazione fondi rischi ed oneri 1.248 (167)Variazione debiti commerciali e diversi (199.390) 112.154Variazione ratei e risconti passivi (101) 40Totale (10.532) 11.797Flusso monetario generato da attività di investimentoInvestimenti in:- immobilizzazioni immateriali** (3.343) (5.157)- immobilizzazioni materiali** (840) (3.275)- partecipazioni 0 0Prezzo di realizzo dei cespiti dismessi 10 0Variazione crediti finanziari 0 0Variazione delle altre attività immobilizzate*** (14) (9)Totale (4.187) (8.441)Flusso monetario generato da attività di finanziamentoFinanziamenti ricevuti/rimborsati (-) 0 0Conferimenti dei soci**** 0 0Contributi in conto impianti 0 0Totale 0 0Dividendi erogati/assorbimento riserve (15.605) (2.128)FLUSSO MONETARIO COMPLESSIVO DEL PERIODO (30.324) 1.228Variazione da scissione (941) 0DISPONIBILITA´ MONETARIE NETTE FINALI 160.643 191.908di cui: saldo del conto corrente intersocietario 159.475 189.012Valori in migliaia di euro* Rappresentati da utilizzi di fondi rischi ed oneri iscritti alla voce A) 5 - “Altri ricavi e proventi” o alla voce E) 20 - “Proventi straordinari” -sopravvenienze attive connesse al rilascio di fondi eccedenti** Includono la voce “incrementi di immobilizzazioni per lavori interni” di conto economico*** Corrisponde alla variazione delle residue voci delle immobilizzazioni finanziarie (titoli non compresi nelle disponibilità, depositi cauzionali etc.)**** Al netto dei crediti verso soci per versamenti ancora da effettuareB I L A N C I O D I E S E R C I Z I O A L 3 1 D I C E M B R E 2 0 0 7 103


FotoArchivio Ferrovie dello StatoManfredo Pinzauti/Agenzia Grazia NeriMike Goldwater/Agenzia Grazia NeriEdoardo Hahn

More magazines by this user
Similar magazines