IL LEASING SPA - Assilea

assilea.it

IL LEASING SPA - Assilea

31/12/2012 31/12/2011C/c postale 422,28 695,59UBI_Banca Popolare di Bergamo c/C 27631 37.439,83 96.251,33Credito Bergamasco c/c 32977 509.248,23 /Veneto Banca c/c 650550 540,47 23,92Banca Popolare Milano c/c 155/00316 / 84,77Banca della Bergamasca c/c 120839 2.809,29 3.051,61Banca Nazionale del Lavoro c/c 15912 / 4.518,04banca Monte Paschi Siena c/c 1021089 77,13 231.982,56Banca Intesa c/c 5641 2.451,41 /Credito Bergamasco c/effetti 348.542,05 605.421,62Intesa S.Paolo Spa c/effetti / 354.356,36UBI-Banca Popolare Bg-C.V. c/effetti 512.487,50 207.734,88Banca Popolare di Cremona c/effetti / /Credito bergamasco c/c 1614 vincolato 1.000.000,00 /Banca della Bergamasca c/effetti / /Monte Paschi Siena c/effetti / /Banca di Bergamo Spa c/effetti / /Banca di Roma c/effetti / /UBI Banca Valle Camonica c/effetti / /Banza Nazionale del Lavoro c/effetti / /Banca Intesa c/effetti / /TOTALE BANCHE E C/EFFETTI 2.414.018,19 1.504.120,68TOTALE ATTIVITA' 24.967.510,59 29.110.922,67Pagina 2


PASSIVITÀ31/12/2012 31/12/2011Erario c/IVA / 34.435,34ERARIO C/IVA - 34.435,34Fornitori leasing 314.471,61 331.109,18Fornitori aziendali 13.767,32 6.561,13Fornitori leasing ft da ricevere immobili / /Fornitori leasing ft da ricevere veicolistico / /Fornitori leasing ft da ricevere strumentale 1.217,40 1.217,40Fatture/Note spese da ricevere 100.569,77 150.626,70FORNITORI E FT DA RICEVERE 430.026,10 489.514,41Credito Bergamasco c/c 32977 / 101.037,92Intesa S.Paolo Spa c/c 5641 / 309.685,60UBI-Banca Pop.Bg-Cv c/c 27631 / /Banca Nazionale Lavoro c/c 15912 35,20 /Banca Intesa ( ex Trento Bolzano c/c 10640606) / /Banca Intesa c/c 12760/1 / /Banca della Bergamasca c/c 120839 / /Monte Paschi Siena c/c 1021089 / /Veneto banca (ex Popolare Intra c/c) / /Banca di Roma c/c 3071 / /UBI-Banca di Valle Camonica c/c 6469 / /Banca del Gottardo c/c 1852 / /BANCHE C/C ORDINARI 35,20 410.723,52Finanziamento Centrobanca / /Finanziamento Intesa Sanpaolo Spa / /Finanziamento UBI Banca Valle Camonica / /Finanziamento Banca della Bergamasca / 1.000.000,00Finanziamento Credito Bergamasco / /Finanziamento B.N.L. / /Finanziamento UBI Banca Popolare di Bergamo 341.866,66 673.063,34FINANZIAMENTI 341.866,66 1.673.063,34Irpef cod. 1001 retribuzioni 14.371,40 16.427,98R.A. cod. 1012 indennità fine rapporto / /R.A. cod. 1017 comp.amm.re / /Imposta sostitutiva 11% 81,91 158,60R.A. cod. 1038 provvigioni / /R.A. cod. 1040 Lav.autonomo 620,00 940,60R.A. cod. 1004 Contratti a progetto 372,88 1.142,88ERARIO C/RITENUTE 15.446,19 18.670,06I.n.p.s. c/contributi 16.120,52 18.082,49Enasarco contributi / /Assidir c/contributi 1.697,50 1.697,50F.a.s.d.a.c. - M.Besusso 2.246,46 2.246,46F.i.p.d.a.c. - M.Negri 4.428,48 4.615,46Ritenute Inps Amministratore 300,00 297,00Associazione Antonio Pastore 2.633,88 2.633,94Inps Contratti a progetto / /Inail Contratti a progetto / /ENTI PREVIDENZ.ED ASSISTENZIALI 27.426,84 29.572,85Dipendenti c/stipendi / /Contratti a progetto / /DEBITI VERSO PERSONALE - -Pagina 3


31/12/2012 31/12/2011Cred.dep.cauz.per tassa di possesso 30.254,45 6.991,28Depositi cauzionali su affitti 5.000,00 5.000,00DEPOSITI CAUZIONALI PASSIVI 35.254,45 11.991,28Clienti c/to anticipi ed acconti ricevuti 147.489,89 180.528,36Clienti c/note credito da emettere / 13.511,22Debiti vari / /Creditori diversi / /Transitorio insoluti rid 145.313,12 29.228,18DEBITI DIVERSI 292.803,01 223.267,76Clienti c/to canoni a scadere 496.954,85 540.593,32Clienti x corrisp.assic.stumentali / /Corrisp.a firma leasing immobiliare / /Corrisp.a firma leasing veicoli / /Corrisp.a firma leasing strumentali / /Clienti c/to richiami 5.670,58 7.927,43CLIENTI CORRISP.COMPET.FUTURA 502.625,43 548.520,75F.do amm.to immobili locati 1.717.437,38 1.835.612,42F.do amm.to veicoli locati 5.936.911,50 7.241.952,75F.do amm.to strumentale locati 6.487.849,07 6.976.321,37F.DO AMM.TO IMMOBILIZZ.IN LEASING 14.142.197,95 16.053.886,54F.do amm.to immobili ritirati 120.886,20 6.716,74F.do amm.to veicoli ritirati 113.625,78 281.888,02F.do amm.to strumentale ritirati 178.705,17 145.633,42F.DO AMM.IMMOB.LEASING RITIRATI 413.217,15 434.238,18F.do amm.to mobili e arredi 203.225,96 200.569,97F.do amm.to macchine elettroniche 79.049,71 72.782,51F.do amm.to impianti/attrezz.varie 15.581,54 13.913,05F.do amm.to automezzi 83.627,62 65.876,46F.do amm.to immobili strumentali 404.802,43 368.595,95F.do amm.to cespiti inferiori 516,46 65.870,66 65.422,68F.DO AMM.TO BENI USO AZIENDA 852.157,92 787.160,62F.do accantonamento TFR 191.207,93 173.174,35F.do accantonamento IFR 389.788,48 384.788,48F.do EST-assistenza sanitaria integrativa 33,00 41,00Ires differ.plusvalenza art.54 DPR 917 58.855,14 50.060,59Irap differ.plusvalenza art. 54 DPR 917 / /F.do svalutazione interessi mora 192.540,10 171.520,96F.do svalutaz.crediti ex art. 71 / /F.do svalutaz.crediti impliciti / /F.do differenziale su chisura derivati / /F.DI ACCANTONAM. E SVALUTAZIONI 832.424,65 779.585,38F.do imposta sostitutiva per rivalutazione / /F.do imposta Ires / /F.do imposta Irap 8.467,00 10.945,00F.do imposte condono automatico / /F.DI IMPOSTE E TASSE 8.467,00 10.945,00Ratei passivi diversi 31.138,61 86.684,19Canoni ord.fatt.non maturati 105.988,15 166.783,87Risconti passivi spese varie 19.018,79 31.032,26Pagina 4


31/12/2012 31/12/2011TOTALE RATEI E RISCONTI PASSIVI 156.145,55 284.500,32PATRIMONIO NETTOCapitale sociale 2.585.000,00 2.585.000,00Riserva legale 253.600,96 253.600,96Riserva statutaria 3.354.020,74 4.006.927,78Riserva art 33 l.413/91 266.087,87 266.087,87Riserva di rivalutazione 862.137,75 862.137,75Perdita - 403.430,83 -652.907,04TOTALE PATRIMONIO NETTO 6.917.416,49 7.320.847,32TOTALE A PAREGGIO 24.967.510,59 29.110.922,67Pagina 5


COSTI31/12/2012 31/12/2011Stipendi lordi 307.021,65 347.779,49Oneri sociali e previdenziali 89.393,22 101.867,04INAIL 866,83 1.023,80Contributi previd./Assist.integ.dirigenti 33.053,98 32.352,10Accantonamento TFR 29.835,56 31.576,55Assist.sanitaria integr.f.do EST 516,00 164,00Spese varie personale 640,41 634,92Buoni pasto dipendenti 4.111,80 3.373,41Spese chilometriche 5.021,20 6.361,07TOTALE ONERE DEL PERSONALE 470.460,65 525.132,38Stampati / /Cancelleria 1.941,07 3.113,65Valori bollati 5.421,03 21.493,83Materiali per pulizia locali 4.497,75 5.778,52Omaggi a clienti 105,00 1.845,25Libri e riviste 3.040,00 634,00Altri materiali di consumo / /ACQUISTO MATERIALI DI CONSUMO 15.004,85 32.865,25Provvigioni su contratti di leasing / /Incentivi a segnalatori / /Contributi Enasarco / /TOTALE PROVVIGIONI - -Emolumento ad amministratori 20.000,04 63.000,00Emolumento ai sindaci 13.584,01 15.600,00Rimborso spese amministratore 21.864,28 18.388,44Spese legali 71.610,14 87.297,90Spese notarili 2.191,00 895,00Contratti a progetto / /Spese consulenze varie 33.438,62 56.021,90Spese diverse e.d.p. / /Spese diverse per prestazioni servizi / /Ritenute Inps Amministratore 2.399,76 7.137,89Ritenute Inps Contratti a progetto / /TOTALE COMPENSI LAV.AUTONOMO 165.087,85 248.341,13Spese per convegni / 1.180,00Spese promozione e sviluppo 3.125,00 3.325,00Vidimazioni libri sociali e fiscali / /Spese pubblicitarie 22.426,95 70.173,63Abbonamenti e corsi 1.548,80 2.044,90Regalie e mance a terzi 50,00 50,00Viaggi e trasferte 3.142,53 20.037,90Assicurazioni varie 18.554,37 18.190,35Diritti iscrizione CCIAA 356,00 401,00Certificati CCIAA/Tribunale 1.083,91 1.345,71Spese condominiali 4.290,65 4.962,37Energia elettrica 4.462,67 3.894,85Spese telefoniche 11.786,85 12.421,05Spese alberghi e ristoranti 1.894,00 4.703,27Spese postali 7.652,06 12.089,50Spese corrieri postali 137,28 84,23Manutenzioni macchine ufficio 368,00 1.662,00Manutenzione e riparazione varie 800,00 /Canoni di assistenza tecnica 24.715,38 23.735,66Manutenzione ufficio 3.425,35 6.457,44Quote associative 9.373,61 11.547,41Locazioni finanziarie passive / /Altre spese diverse 14.544,76 12.529,07Pagina 6


31/12/2012 31/12/2011Utenze/metano 2.859,43 2.668,86Vigilanza 1.671,03 2.599,08SPESE GENERALI DI GESTIONE 138.268,63 216.103,28Carburante auto 16.643,45 15.104,05Contravvenzioni auto di proprietà 766,47 1.292,87Manutenzioni auto 4.894,37 10.489,84Tasse di proprietà e auto 1.455,01 1.287,45Assicurazione auto 5.548,86 5.650,27Assicurazione auto totalm.deducibili / /TT.AA. Autov.totalm.deducibili / 39,47Carburante autovetture totalm.deducibili / 153,33Contravvenzioni auto totolm.deducibili / /Manutenzione autovett.totalm.deducibili / /Altre spese auto aziendali 42,50 22,98SPESE VEICOLI USO AZIENDA 29.350,66 34.040,26Tasse circolazione autovetture ritirate / 272,77Manutenzioni beni in leasing ritirati / 1.005,50Spese di trasporto beni in leasing ritirati 2.000,00 10.153,33Spese di ricovero beni ritirati 1.263,80 6.018,61Assicurazione beni in leasing ritirati / 1.083,83Spese varie recupero beni ritirati / /SPESE BENI IN LEASING RITIRATI 3.263,80 18.534,04Spese varie indeducibili 15.992,02 28.300,39SPESE VARIE INDEDUCIBILI 15.992,02 28.300,39Assicurazioni leasing veicolistico / /Assicurazioni leasing strumentale 9.287,65 10.887,02Multe e ammende beni in leasing / /Tasse di proprietà su beni in leasing 2.715,15 25.629,95Spese varie auto in leasing / /SPESE AUTO IN LEASING 12.002,80 36.516,97Spese consulenze automobilistiche 38.178,49 20.732,27Spese per recupero crediti / 16.000,00Spese registrazione contratto 9.782,96 1.678,70Spese registrazione decreti ingiuntivi 1.453,92 14.680,16Multe e tasse proprietà cnt chiusi 245,60 1.352,49Spese informaz.clienti/fornitori 10.940,96 19.784,16Contrib.unificato pratiche legali 6.106,32 8.999,88Spese diverse da rifatturare 3.484,11 25.469,61PRESTAZIONI SERVIZI DA RECUPER. 70.192,36 108.697,27Credito Bergamasco 537,56 2.671,23Intesa San Paolo Spa 789,09 1.513,05UBI-Banca Popolare Bergamo 1.131,77 553,04Banca Popolare di Cremona / 36,47Banca Intesa (exTrento e Bolzano) / /Banca Intesa -Bci / /Banca della Bergamasca / /Banca Monte Paschi Siena / 4,70Veneto Banca 18,54 11,41Banca Popolare di Milano / /Banca Nazionale del Lavoro / 801,06Banca Unicredit Spa / /Banca UBI-Valle Camonica / 254,52Credito Italiano / /Banca BSI ITALIA SPA / /Pagina 7


31/12/2012 31/12/2011Minusvalenze alien.leasing immobiliare / /Minusvalenze alien.leasing veicolistico 42.967,47 102.551,52Minusvalenze alien.leasing strumentale 793,38 145.099,53MINUSV.BENI LEASING/RITIRATI 43.760,85 247.651,05Amm.to ordinario mobili e arredi 2.755,99 2.528,72Amm.to ordinario impianti/attrezz.varie 1.668,49 1.892,34Amm.to ord.macch.d’ufficio elettroc. 6.267,20 6.995,00Amm.to ordinario veicoli 17.751,16 11.125,57Amm.to ordinario immobili 36.206,48 36.206,48Amm.to cespiti inferiori 516,46 527,98 139,83AMM.TI BENI USO AZIENDA 65.177,30 58.887,94Amm.to spese software 6.441,20 8.636,40Amm.to migliorie su beni di terzi / /Amm.to costi pluriennali diversi 5.252,00 6.152,00TOTALE AMM.TI ONERI PLURIENNALI 11.693,20 14.788,40Accantonam.al fondo per interessi di mora 72.865,69 77.807,67Accant.f.do svalutaz.crediti ex art.71 2.601,04 3.081,53Accantonamento I.F.R. 5.000,00 15.750,00Accant.f.do svalutaz.crediti impliciti 9.470,45 18.053,33ACCANTONAMENTI AI FONDI 89.937,18 114.692,53Imposta Ires / /Imposta Irap 27.391,40 27.311,00Tassa concessione governativa 516,46 516,46Tassa iscriz.Reg.Interm.Assic. / /Imposta comunale su pubblicità 4.260,50 5.447,04Tassa rifiuti solidi urbani 1.807,00 1.751,00Imposte Ires differita 29.991,28 16.982,90Imposte e tasse varie indeducibili 11.246,44 3.790,00Consorzio di bonifica media Bergamasca/Cosap 358,20 566,35ONERI TRIBUTARI 75.571,28 56.364,75TOTALE COSTI 3.957.940,02 6.066.898,82Perdita - 403.430,83 -652.907,04TOTALE A PAREGGIO 3.554.509,19 5.413.991,78Pagina 9


RICAVI31/12/2012 31/12/2011Corrisp.a firma leasing immobili /Corrisp.a firma leasing veicolistico 218,53 131.327,67Corrisp.a firma leasing strumentale / 61.528,01TOTALE CORRIS.ALLA FIRMA LEASING 218,53 192.855,68Corrisp.leasing immobili 205.904,22 331.316,35Corrisp.leasing veicoli 1.258.762,38 2.094.373,06Corrisp.leasing strumentali 1.199.116,15 1.767.983,98TOTALE CORR.PERIOD.DI LOCAZIONE 2.663.782,75 4.193.673,39Indicizz.finanz.leasing imm.veicol.strument. 48.810,01 18.138,76Ratei corrispettivi leasing 68.733,72 27.178,77Risconti corrispettivi leasing 60.795,72 76.462,70Corrispettivi leasing maturati non fatturati / /Ricavi mensili per canoni proroga 1.529,36 /ALTRI RICAVI X CORRISP.LOCAZIONE 179.868,81 121.780,23Ricavi per spese istruttoria / 2.100,00Rimborso spese fine locazione 23.228,06 33.975,91Rimborso spese estinzione anticipata 10.247,66 7.102,05Rimborso spese multe autovetture 589,43 273,75Rimb.premi assicurativi veicol./strument. 10.358,13 26.054,76Ricavi per rimborsi spese di incasso 2.233,60 3.040,00Proventi diversi da contratti / /Penalità per risoluzione contratto 8.515,74 36.161,70Recupero spese variaz./cess.contratti 16.768,45 14.460,88ALTRI RICAVI DA CONTRATTI 71.941,07 123.169,05Recupero spese legali 1.000,00 /Recupero spese tassa proprietà auto 3.280,98 25.697,74Recupero spese per recupero crediti 44.928,40 66.510,60Rimborso spese insoluti 37.610,88 54.558,93Rimborso spese bolli 7.196,55 4.449,38Rimborso spese varie 61.187,07 79.823,75Recupero contravvenzioni auto leasing / /Proventi vari 36.096,52 47.379,98Ricavi per diritti segreteria 9.364,46 13.279,44RICAVI PER RECUPERI DI SPESE 200.664,86 291.699,82Interessi mora inc.leasing immobili 2.233,81 3.508,00Interessi mora inc.leasing veicolistico 9.004,34 15.326,04Interessi mora inc.leasing strumentale 5.262,37 9.162,49Interessi mora mat.leasing immobili 19.359,96 11.913,72Interessi mora mat.leasing veicolistico 37.507,69 50.067,85Interessi mora mat.leasing strumentale 15.998,04 15.826,10Interessi legali 29,00 /Interessi attivi c/c 16.244,81 1.536,29Interessi di dilazione immobili 277,89 -Interessi di dilaz.leasing veicolisticico 15.754,84 7.018,29Interessi di dilaz.leasing strumentale 5.318,42 3.513,75Interessi attivi vari / /Interessi attivi finanziamento Swap / /RICAVI FINANZIARI 126.991,17 117.872,53Plusvalenze alien.leasing immobiliari 2.246,13 11,29Plusvalenze alien.leasing veicolistico 87.254,41 150.860,82Plusvalenze alien.leasing strumentale 82.609,09 54.041,73PLUSV.ALIENAZ.LEASING RITIRATI 172.109,63 204.913,84Pagina 10


31/12/2012 31/12/2011Plusvalenze alien.autovetture aziendali / 8.083,33Plusvalenze alien.macch.uff.elettromecc. / 25,00Plusvalenze alien.cespiti inferiore 546,00 8,27 10,00Sconti e abbuoni attivi 89,53 1.555,86Risarcimento sinistri 1.896,75 2.109,50Sopravvenienze attive alienazione titoli / /Sopravvenienze attive su differenze cambi / /Sopravvenienze attive da recupero legali 28.617,62 33.722,63Sopravvenienze attive per interessi mora 48.094,41 55.115,43Fiscalizzazione oneri sociali 1.610,02 1.750,32Sopravvenienze attive diverse 20.116,94 22.160,80Differenziale attivo derivati e IRS / /Risarcimento per furto beni in locazione / /Affitti attivi 13.549,96 13.583,39Commissioni diverse / /PROVENTI DIVERSI E STRAORDINARI 113.983,50 138.116,26Utilizzo fondo svalutaz.cred.inter.mora 3.752,14 7.578,09Utilizzo fondo imposte differite 21.196,73 22.332,89TOTALE UTILIZZO F.DI ACCANTONAM. 24.948,87 29.910,98TOTALE RICAVI 3.554.509,19 5.413.991,78Pagina 11


IL Leasing Spa_____________________________________________________________________________________________________________________________________________10STATO PATRIMONIALEATTIVITA'Voci dell'attivo 2012 2011di cui sottovoce Voce di cui sottovoce voceCassa e disponibilità4.2774.67820Crediti verso enti creditizi:2.413.5961.503.42540Crediti verso clientela867.3651.014.01950Obbligaz. e titoli a reddito fisso0070Partecipazioni0090Immobilizzazioni immateriali11.78523.339100Immobilizzazioni materialidi cui:- beni in locazione finanziaria- beni in attesa di locazione4.251.42205.482.2387.432.24908.724.151105Beni ritirati297.414174.988130Altre attività59.56547.605140Ratei e risconti attivi(a) Ratei attivi(b) Risconti attivi198.91632.241231.157122.28436.117158.401170Perdita d’esercizio403.431652.9071020TOTALEGaranzie ed impegniGaranzieImpegni9.770.92851.998012.303.513143.3640TOTALE 9.822.826 12.446.877__________________________________________________________________________________________________________________________________________Bilancio al 31 Dicembre 2012 8


IL Leasing Spa_____________________________________________________________________________________________________________________________________________10STATO PATRIMONIALEPASSIVITA'Voci del passivo 2012 2011di cui sottovoce Voce di cui sottovoce VoceDebiti verso Enti Creditizi:844.5272.632.308(a) a vista35410.724(b) a termine844.4922.221.58430Debiti verso clientela292.803209.75750Altre passività508.154584.18460Ratei e risconti passivi(b) risconti passivi125.007156.146197.816284.50070Trattamento di fine rapporto581.029558.00480Fondi per rischi ed oneri:(b) fondo imposte e tasse(c) altri fondi67.322067.32250.061061.006120Capitale sociale2.585.0002.585.000140Riserve(a) riserva legale253.6014.735.847253.6015.388.754170Utile d'esercizio00TOTALE9.770.82812.303.5131020Garanzie ed impegniGaranzieImpegni51.9980143.3640TOTALE 9.822.826 12.446.877__________________________________________________________________________________________________________________________________________Bilancio al 31 Dicembre 2012 9


IL Leasing Spa_____________________________________________________________________________________________________________________________________________10CONTO ECONOMICOCOSTI 2012 2011di cui sottovoce Voce di cui Sottovoce VoceInteressi ed oneri assimilati23.422111.09620Commissioni passive40.89261.66240Spese amministrative:(a) spese per il personalesalari e stipendioneri socialitrattamento di fine rapportocosti di personale diversi(b) altre spese amministrative307.022123.83034.8369.773436.405911.866347.779135.40747.32710.369628.3181.169.20050Rettifiche di valore su immobilizz.materiali ed immaterialidi cui beni leasing2.363.92676.8712.453.3313.676.54773.6763.771.37660Altri oneri di gestionedi cui beni leasing58.48275.636289.480342.09470Accant.per rischi ed oneri9.47118.05390Rettifiche di valore su crediti edaccant.per garanzie ed impegni205.936347.463110Oneri straordinari180.003201.661130Imposte sul reddito d'esercizio57.38344.294140Utile d'esercizio00TOTALE 3.957.940 6.066.899__________________________________________________________________________________________________________________________________________Bilancio al 31 Dicembre 2012 10


IL Leasing Spa_____________________________________________________________________________________________________________________________________________10CONTO ECONOMICORICAVI 2012 2011di cui sottovoce Voce di cui Sottovoce VoceInter.attivi e proventi assimilati126.991117.87320Dividendi ed altri proventi0030Commissioni attive0040Profitti da operazioni finanziarie0070Altri proventi di gestionedi cui:- canoni attivi per beni locati- proventi diversi2.714.341589.7813.304.1224.404.668740.6725.145.34180Proventi straordinari119.644143.20090Variaz.neg. f.do rischi finanz.gen.3.7527.578100Perdita d’esercizio403.431652.907TOTALE 3.957.940 6.066.899L'AMMINISTRATORE UNICOCorna rag. Luigi Giacomo__________________________________________________________________________________________________________________________________________Bilancio al 31 Dicembre 2012 11


IL LEASING SPASede in Bergamo - Via Maglio del Rame 25Capitale sociale €. 2.585.000=Codice Fiscale e Partita Iva 01543240160Registro Imprese di Bergamo n. 17142R.E.A. di Bergamo n. 215923NOTA INTEGRATIVAPARTE A - CRITERI DI VALUTAZIONESezione 1. Illustrazione dei criteri di valutazione.Il bilancio è stato predisposto in base alla normativa vigente e con l'accordo del CollegioSindacale per i casi previsti dalla legge, applicando i medesimi criteri di valutazione, glistessi principi contabili e di redazione del bilancio adottati nell'esercizio precedente.Sono stati recepiti i contenuti della legge 28 Dicembre 1995 n. 549 in tema diammortamento dei beni concessi in locazione finanziaria e di svalutazione dei crediticosiddetti impliciti.I criteri di valutazione e i principi contabili adottati sono esposti nel seguito per le voci piùsignificative.Immobilizzazioni immaterialiLe immobilizzazioni immateriali sono iscritte al costo e, laddove previsto, previo consensodel Collegio Sindacale, sono ammortizzate entro un periodo non superiore a cinque anni.Gli importi sono al netto delle quote di ammortamento che sono state calcolate in misuracostante in relazione alla residua possibilità di utilizzazione.Immobilizzazioni materialiLe immobilizzazioni materiali ad uso proprio sono iscritte al costo di acquisizionecomprensivo degli oneri accessori di diretta imputazione, aumentato delle rivalutazionimonetarie effettuate ai sensi delle leggi n. 576 del 2 Dicembre 1975, n. 72 del 19 Marzo1983; n. 413 del 30 Dicembre 1991 e art. 1 Co.469-476 Legge 266/05 e rettificato dairispettivi ammortamenti accumulati e, qualora alla data della chiusura dell'esercizio, ilvalore risulti durevolmente inferiore al costo iscritto, tale costo viene rettificato attraversoun'apposita svalutazione.________________________________________________________________________________Bilancio al 31 Dicembre 2012 - Nota integrativa 12


Gli ammortamenti imputati al conto economico sono stati calcolati in modo sistematico ecostante, sulla base di aliquote ritenute rappresentative della vita utile economico-tecnicastimata dei cespiti. In particolare, sono state applicate le aliquote fiscalmente consentite dalD.M. 31 Dicembre 1988 per i cespiti acquistati a partire dall'esercizio 1989 e dal D.M. 29Ottobre 1974 per quelli acquistati negli esercizi precedenti.Relativamente ai beni immobili strumentali in proprietà, il D.L. n. 223/2006 ha fissatoregole specifiche per la determinazione del valore dei terreni, eliminando la situazione diincertezza che prevaleva in precedenza; pertanto, la società ha proceduto alladeterminazione del valore dei terreni seguendo tali indicazioni, quantificando valori chesono stati ritenuti congrui anche ai fini civilistici. Pertanto, dal bilancio 2006, la societànon ammortizza più in bilancio i terreni sui quali insistono i relativi fabbricati; gliammortamenti eseguiti nei bilanci precedenti sono stati attribuiti al relativo fabbricato,come disposto dalla normativa.Beni dati in locazioneLe immobilizzazioni concesse in locazione finanziaria sono iscritte in bilancio al costo diacquisto incrementato degli oneri accessori di diretta imputazione.I canoni, diversi da quelli periodici, sono così imputati:− quota alla stipula o alla decorrenza (cosiddetta maxicanone) viene considerata correlata alprimo periodo del contratto di leasing. Trattasi di un corrispettivo versatoanticipatamente rispetto al periodo di competenza, pertanto in bilancio l’importo risultainteramente imputato ai ricavi d’esercizio.Beni ritiratiI beni ritirati sono iscritti in bilancio al minore fra il valore di costo rettificato ed ilpresunto valore di realizzazione.CreditiI crediti sono valutati secondo il presumibile valore di realizzazione.Tale valore è ottenuto mediante svalutazione diretta dei crediti tenuto contodell'ammortamento dei beni, calcolato in misura tale da coprire l'eventuale mancato incassodi canoni.________________________________________________________________________________Bilancio al 31 Dicembre 2012 - Nota integrativa 13


La svalutazione dei crediti è effettuata con una rettifica in diminuzione del valore di talielementi.Gli interessi di mora sono addebitati ai clienti e svalutati in relazione alla stima della lororecuperabilità.Ratei e riscontiSono calcolati secondo il principio della competenza economica e temporale inapplicazione del principio di correlazione dei costi e dei ricavi in ragione d'esercizio.Il corrispettivo globale della locazione è ripartito in modo lineare per l’intera duratacontrattuale. Al termine dell’esercizio le frazioni di corrispettivi di competenza dei futuriesercizi vengono rinviate mediante iscrizioni tra i risconti passivi così come le quote nonfatturate sono iscritte tra i ratei attivi.DebitiI debiti sono esposti al valore nominale comprensivo degli eventuali interessi maturati alladata di chiusura dell'esercizio.Trattamento di fine rapporto di lavoro subordinatoE' accantonato in base all'anzianità maturata dai singoli dipendenti alla data di bilancio, inconformità alle leggi ed ai contratti di lavoro vigenti.PARTE B - INFORMAZIONI SULLO STATO PATRIMONIALEATTIVOCassa e disponibilità (voce 10)2012 2011 Variazioni %4.277 4.678 -401 -8,57La voce è costituita da contante esistente presso la sede della società per l'importo di €.2.069= e da c/c postale per l’importo di €. 423= e cassa valori bollati per l’importo di €1.785=.________________________________________________________________________________Bilancio al 31 Dicembre 2012 - Nota integrativa 14


Crediti verso enti creditizi (voce 20)2012 2011 Variazioni %2.413.596 1.503.425 910.171 60,54L'importo di €. 2.413.596= si riferisce ai saldi dei conti c/c per Euro 552.566=, effetti eRID accreditati SBF per Euro 861.030=, c/vincolato Credito Bergamasco per Euro1.000.000=.Crediti verso clientela (voce 40)2012 2011 Variazioni %867.365 1.014.019 -146.654 -14,46Dettaglio della voce 40 "Crediti verso clientela"Saldo come da bilancio € 867.365=Canoni futuri per beni in leasing € 3.156.980=TOTALE € 4.024.345=Il saldo di €. 867.365=è rappresentato dalle seguenti attività:€ 26.303= per fatture da emettere in relazione al credito vantato verso clientelaper ricavi di competenza da fatturare.€ 841.062= Per canoni ed altri crediti impagati al netto delle relativesvalutazioni forfettarie ammontanti a € 2.601=.Ripartizione per fasce di vitaResiduasaldo c.dabilanciocanoni futuri quota capitale Quota interessia) Crediti scaduti706.59700b) fino a tre mesi0545.211472.11873.093c) da oltre tre mesi a un anno01.274.1131.118.317155.796d) da oltre un anno a cinque anni01.585.3541.344.253241.101e) oltre cinque anni0263.444222.29241.152f) durata indeterminata e sofferenze160.768000TOTALE 867.365 3.668.122 3.156.980 511.142________________________________________________________________________________Bilancio al 31 Dicembre 2012 - Nota integrativa 15


Crediti in sofferenza (inclusi interessi di mora)SOFFERENZE Canoni scaduti Canoni futuri Quota capitale Quota interessiimporto delle sofferenze- svalutazioni- nettoimporto interessi di mora- svalutazioni163.369-2.601160.768192.540-192.5401.029.037 886.888 142.149TOTALE 160.768 1.029.037 886.888 142.149Durante l'esercizio si sono verificate perdite definitive, che sono state fronteggiate in partecon l’utilizzo dei fondi esistenti al 31/12/2012 rispettivamente per €. 2.601= il fondo rischisu crediti ex art. 101 DPR 917/86, €. 51.847= il fondo rischi per interessi di mora e €.9.471= dal fondo svalutazione crediti impliciti.Immobilizzazioni immaterialiImmobilizzazioni immateriali (voce 90)2012 2011 Variazioni %11.785 23.339 -11.554 -49,51Le immobilizzazioni immateriali aventi natura di oneri pluriennali, al netto degliammortamenti effettuati in conto, risultano così composte:Costi per software (amm.20%) €. 9.433=Spese pluriennali (amm.20%) €. 2.352=TOTALE € 11.785=Le movimentazioni dell'esercizio sono così sintetizzabili:ACQUISIZIONISOFTWAREALTRITOTALESaldi al 31/12/2011 15.735 7.604 23.339Aumenti 140 0 140Diminuzioni per rettifichedi valore perammortamenti -6.442 -5.252 -11.694Saldi al 31/12/2012 9.433 2.352 11.785________________________________________________________________________________Bilancio al 31 Dicembre 2012 - Nota integrativa 16


Rettifiche totali perAmmortamenti 169.238 319.386 488.624Immobilizzazioni materialiImmobilizz.materiali (voce 100-105)2012 2011 Variazioni %5.779.652 8.899.139 -3.119.487 -35,05La voce, esposta al netto degli ammortamenti, risulta così composta:Beni dati in locazione finanziaria:- automezzi € 1.573.500=- strumentali € 1.921.076=-immobiliare € 756.846=parziale € 4.251.422=Altri beni di proprietà:Beni ritirati:- immobili € 1.167.245=- mobili e arredi € 10.175=- macchine impianti e attrezzature € 18.018=- automezzi € 35.378=parziale € 1.230.816=- immobili € 205.614=- automezzi € 29.007=- strumentale € 62.793=parziale € 297.414=TOTALE € 5.779.652=Dettaglio della voce: “Beni dati in locazione finanziaria”:Beni locatiImmobili Automezzi Strumentale Totale Imm.uso proprioEsistenze iniziali 2.976.283 10.432.175 10.077.677 23.486.135 2.079.062Acquisti 0 8.900 0 8.900 3.992Vendite -502.000 -2.930.663 -1.668.752 -5.101.415 -80________________________________________________________________________________Bilancio al 31 Dicembre 2012 - Nota integrativa 17


Ammortamenti -1.717.437 -5.936.912 -6.487.849 -14.142.198 -852.158Esistenze finali 756.846 1.573.500 1.921.076 4.251.422 1.230.816Dettaglio della voce "Beni ritirati":Presso terzi Immobili Automezzi Strumentale Totale/ 205.614 29.007 62.793 297.414Nel corso dell'esercizio si sono registrate le seguenti movimentazioni:Beni ritiratiImmobili Automezzi Strumentale TotaleEsistenze iniziali 24.500 400.728 183.998 609.226Ritirati 302.000 154.900 57.500 514.400Vendite / -412.995 0 -412.995Ammortamenti -120.886 -113.626 -178.705 -413.217TOTALE 205.614 29.007 62.793 297.414Altre attività (voce 130)2012 2011 Variazioni %59.565 47.605 11.960 25,12In questa posta sono comprese le seguenti attività:Credito verso l’Erario:- Erario c/Iva € 17.696- Credito Ires €- Credito Irap €- per ritenute d’acconto subite € 3.248- crediti vari € 939- credito imposta registro € 814- Imposte anticipate € 35.485SUB TOTALE € 58.182Depositi cauzionali € 1.383SUB TOTALE € 1.383TOTALE € 59.565________________________________________________________________________________Bilancio al 31 Dicembre 2012 - Nota integrativa 18


Tali crediti sono esattamente determinati e su di essi non sono state effettuate rettifiche divalore.Ratei e risconti attivi (voce 140)2012 2011 Variazioni %231.157 158.401 72.756 45,93A fine esercizio tale raggruppamento è così composto:a)Ratei attivi- su canoni di locazione € 198.916SUB TOTALE € 198.916b) Risconti attivi- su abbonamenti riviste e corsi € 1.500- su assicurazioni € 18.492- su altri costi € 12.249SUB TOTALE € 32.241TOTALE € 231.157PASSIVODebiti verso enti creditizi (voce 10)2012 2011 Variazioni %844.527 2.632.308 -1.787.781 -67,92________________________________________________________________________________Bilancio al 31 Dicembre 2012 - Nota integrativa 19


L'ammontare complessivo è così ripartito:2012 2011In conto corrente (*)Conto canoni a scadere (*)Finanz.Banca della Berg.scaFinanziamento Ubi Banca Pop.BgClienti c/richiami35496.955/341.8675.670410.724540.5931.000.000673.0637.928TOTALE 844.527 2.632.308(*) i due importi si riferiscono agli accrediti s.b.f. ricevuti dalle banche a fronte delleRID emesse ai clienti per canoni a scadere.I due importi sono giustificati dalla diversa metodologia di contabilizzazione degli istitutidi credito.Dell’importo di €. 844.527= l’effettivo utilizzo è di €. 347.572= in quanto l’importoresiduo è riferito a presentazioni sbf già effettuate ed iscritte nella voce 20 e voce 40dell’attivo.Debiti verso clientela (voce 30)2012 2011 Variazioni %292.803 209.757 83.046 39,59Altre passività (voce 50)2012 2011 Variazioni %508.154 584.184 -76.030 -13,01Il saldo di questa posta risulta così composto:Debiti verso fornitori € 328.239Fornitori per fatture da ricevere € 101.787Debiti verso l'Erario:________________________________________________________________________________Bilancio al 31 Dicembre 2012 - Nota integrativa 20


- per ritenute d'acconto lavoratori dipendenti e autonomi € 15.446Debiti verso Enti Previdenziali € 27.427Depositi e cauzioni ricevute € 35.255TOTALE € 508.154Ratei e risconti passivi (voce 60)2012 2011 Variazioni %156.146 284.500 -128.354 -45,12La voce è costituita da:a) Ratei passiviPer contributi dipendenti € 25.959Per interessi passivi finanziamenti € 1.610Altri costi € 3.570SUB TOTALE € 31.139b) Risconti passiviSu canoni di leasing € 105.988Altri € 19.019SUB TOTALE € 125.007TOTALE € 156.146I risconti passivi su canoni di leasing si riferiscono per €. 105.988= a canoni ordinarifatturati di competenza esercizio 2013.F.do trattamento fine rapporto (voce 70)2012 2011 Variazioni %581.029 558.004 23.025 4,13a) Fondo trattamento fine rapportoLa voce ha subito la seguente movimentazione:Saldo al 31/12/2011 € 558.004Accantonamento dell'esercizio € 32.828________________________________________________________________________________Bilancio al 31 Dicembre 2012 - Nota integrativa 21


- Utilizzo dell’esercizio € -9.803SALDO AL 31/12/2012 € 581.029F.do per rischi ed oneri (voce 80)2012 2011 Variazioni %67.322 61.006 -6.316 -10,35Nell'anno si è avuta la seguente movimentazione:b) Fondo imposte e tasseSaldo al 31/12/2011 € 61.006Diminuzioni:Imposte pagate nell’esercizio € -10.945Accantonamento imposte nell’esercizio € 8.467Utilizzo fondo imposte differite € -21.197Aumenti:- accantonamento fondo imposte differite € 29.991Saldo al 31/12/2012 € 67.322c) Accantonamento svalutazioneCrediti impliciti al 31/12/2011 € 0Accantonamento 2012 € 9.470Utilizzo fondo € -9.470Saldo al 31/12/2012 € 0TOTALE € 67.322Patrimonio nettoLa definizione analitica ed i saldi di bilancio delle voci sopraindicate è quella di seguitoesposta:Capitale (voce 120) € 2.585.000Riserve (voce 140):a) riserva legale € 253.601b) riserva straordinaria € 3.354.020c) riserva condono art.33 8° c. L. 413/91 € 266.088d) riserva di rivalutaz..immob.art.1 Co.469-476 Legge 266/05 € 862.138Utile/Perdita d'esercizio (voce 170) € -403.431TOTALE PATRIMONIO NETTO € 6.917.416________________________________________________________________________________Bilancio al 31 Dicembre 2012 - Nota integrativa 22


Impegni (voce 20)Tra gli impegni a fine esercizio la Società ha in essere le seguenti operazioni a termine dicopertura:10 Garanzie:a) anticipo TFR € 27.998c) titoli in garanzia di terzi € 24.000TOTALE GARANZIE € 51.998PARTE C - INFORMAZIONI SUL CONTO ECONOMICOCOSTIInteressi passivi ed oneri assimilati (voce 10)2012 2011 Variazioni %23.422 111.096 -87.674 -78,92Tale voce risulta così composta:Interessi su c/c bancari € 2.477=Interessi finanziamenti € 20.945=TOTALE € 23.422=Commissioni passive (voce 20)2012 2011 Variazioni %40.892 61.662 -20.770 -33,68Gli oneri per commissioni passive derivano da spese per servizi di incasso, da spesebancarie varie e provvigioni.________________________________________________________________________________Bilancio al 31 Dicembre 2012 - Nota integrativa 23


Spese amministrative (voce 40)2012 2011 Variazioni %911.866 1.169.200 -257.334 -22,01Le spese amministrative comprendono:a) Spese per il personale dipendente:Stipendi €. 307.022Oneri sociali e previdenziali €. 123.830Trattamento di fine rapporto €. 34.836Costi di personale diversi €. 9.773SUB TOTALE €. 475.461b) Altre spese amministrativeCancelleria e materiale di consumo €. 1.941Spese legali e notarili €. 73.801Consulenze €. 33.439Spese per organi sociali €. 33.584Spese varie per prestazioni servizi €. 57.941Assicurazioni €. 33.391Spese pubblicità €. 22.427Spese postali €. 7.652Spese per auto aziendali €. 43Spese generali di gestione €. 153.997Oneri tributari dell'esercizio:- per IMU €. 10.836- per imposte e tasse varie €. 7.353SUB TOTALE €. 436.405TOTALE €. 911.866Rettifiche di valore su immobilizzazioniimmateriali e materiali (voce 50)2012 2011 Variazioni %2.453.331 3.771.376 -1.318.045 -34,95Gli ammortamenti stanziati nell'esercizio sono stati calcolati come indicato nei criteri divalutazione.________________________________________________________________________________Bilancio al 31 Dicembre 2012 - Nota integrativa 24


Risultano così ripartiti:- per beni dati in locazione € 2.363.926- per beni ritirati € 12.534Beni propri- per mobili e arredi € 2.756- per impianti e attrezzature varie € 1.669- per macchine uff.elettr.ed elettromecc. € 6.268- per automezzi € 17.751- immobili strumentali € 36.206- per immobilizzazioni immateriali € 12.221TOTALE € 2.453.331Altri oneri di gestione (voce 60)2012 2011 Variazioni %75.636 342.094 -266.458 -77,89La voce risulta così composta:Spese valori bollati € 5.421=Spese di manutenzione € 8.688=Spese diverse € 17.766=Minusvalenze su eliminazione beni in locazione € 43.761=TOTALE € 75.636=Accantonamenti per rischi ed oneri (voce 70)2012 2011 Variazioni %9.470 18.053 -8.583 -47,54La voce risulta così composta:Accant.svalutazione crediti impliciti € 9.471=TOTALE € 9.471=Rettifiche di valore su crediti e accantonamentiper garanzie ed impegni (voce 90)2012 2011 Variazioni %205.936 347.463 -141.527 -40,73________________________________________________________________________________Bilancio al 31 Dicembre 2012 - Nota integrativa 25


Oneri straordinari (voce 110)2012 2011 Variazioni %180.003 201.661 -21.658 -10,74Tale posta comprende:Sopravvenienze passive € 43.443=Storno corrispettivi leasing esercizi precedenti € 136.560=TOTALE € 180.003=Imposte dell'esercizio (voce 130)2012 2011 Variazioni %57.383 44.294 13.089 29,55RICAVIInteressi attivi e proventi assimilati (voce 10)2012 2011 Variazioni %126.991 117.873 9.118 7,74In questa voce sono evidenziati i seguenti proventi:Interessi attivi su c/c bancari € 16.244=Interessi di mora incassati € 16.501=Interessi di mora maturati € 72.866=Interessi di dilazione € 21.380=TOTALE € 126.991=Altri proventi di gestione (voce 70)2012 2011 Variazioni %3.304.122 5.145.341 -1.841.219 -35,78________________________________________________________________________________Bilancio al 31 Dicembre 2012 - Nota integrativa 26


a) Canoni di leasing e proventi per riscatti € 2.714.341=Plusvalenze cessione beni locati € 172.110=Altri ricavi di gestione € 404.121=Locazioni non finanziarie € 13.550=TOTALE € 3.304.122=L'importo di €uro 2.714.341= rappresenta lequote di competenza dell'esercizio per canoni dilocazione ed è comprensivo degli addebiti e/oaccrediti per proventi di indicizzazione dei canonisulla base di quanto contrattualmente concordato.Proventi straordinari (voce 80)2012 2011 Variazioni %119.644 143.200 -23.556 -16,45Si riferiscono alle seguenti poste:Sopravvenienze attive € 98.439=Plusvalenze cessioni beni aziendali € 8=Utilizzo fondo imposte € 21.197=TOTALE € 119.644=Variazione negativa del f.do per rischi finanziari generali (voce 90)2012 2011 Variazioni %3.752 7.578 -3.826 -50,49PARTE D - ALTRE INFORMAZIONIa) Gli emolumenti agli organi sociali comprendono compensi all'amministratore per €uro20.000= compensi ai sindaci per €. 13.584=, così come deliberato dall'Assemblea agliazionisti.b) Numero dei dipendenti.La società ha occupato nel corso dell'esercizio n. 4 impiegati e n. 2 dirigenti.________________________________________________________________________________Bilancio al 31 Dicembre 2012 - Nota integrativa 27


VARIAZIONI NEI CONTI DI PATRIMONIO NETTOAVVENUTE DURANTE L'ESERCIZIO CHIUSO AL31/12/2012DESCRIZIONECAPITALESOCIALERISERVALEGALERISERVASTRAORD.RISERVAart.38 co 8L. 413/91RISERVAdi rival.art.1Co.469 476L.266/05UTILE/PERDITA DIESERCIZIOTOTALESaldi al 31/12/2011 2.585.000 253.601 4.006.927 266.088 862.138 -652.907 7.320.847Assegnazione dell'utiledell'esercizio chiuso al31/12/2011 come dadelibera dell'AssembleaOrdinaria del 26/04/2012 -652.907 652.907 0Perdita d'esercizio -403.431 -403.431Saldi al 31/12/2012 2.585.000 253.601 3.354.020 266.088 862.138 -403.431 6.917.416PROSPETTO DI RICLASSIFICAZIONEDEL CONTO ECONOMICOPER L'ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012(in €uro)2012 2011Interessi attivi e proventi assimilati 126.991 117.873Interessi passivi ed oneri assimilati -23.422 -111.096Commissioni attive / /Commissioni passive -40.892 -61.662Profitti da operazioni finanziarie / /Altri proventi di gestione 3.304.122 5.145.341Spese amministrative- spese per il personale- altre spese amministrative-475.461-436.405-911.866-540.882-628.318-1.169.200Rettifiche di valore su immobilizzazioni immateriali eMateriali -2.453.331 -3.771.376Altri oneri di gestione -75.636 -342.094Accantonamenti per rischi e oneri -9.471 -18.053________________________________________________________________________________Bilancio al 31 Dicembre 2012 - Nota integrativa 28


Rettifiche di valore su crediti e accantonamenti per garanziee impegni -205.936 -347.463Proventi straordinari 119.644 143.200Oneri straordinari -180.003 -201.661Variazione negativa fondo per rischi finanziari generali 3.752 7.578UTILE PRIMA DELLE IMPOSTE -346.048 -608.613Imposte dell'esercizio -57.383 -44.294PERDITA/UTILE DELL'ESERCIZIO -403.431 -652.907L'AMMINISTRATORE UNICORag. Luigi Giacomo Corna________________________________________________________________________________Bilancio al 31 Dicembre 2012 - Nota integrativa 29


Il Leasing Spa____________________________________________________________________________A) Quadro di riferimento generale(fonte relazione annuale di Assilea – Associazione Italiana Leasing)Signori Azionisti,il bilancio che Vi sottopongo si riferisce alla chiusura dell'esercizio al 31Dicembre 2012 della Vostra società.Come di consueto, prima di passare a relazionarVi sui dati della societàrelativi alla trascorsa gestione, riporto alcuni dati ed informazioni generali nell’ambitodel sistema economico.Andamento dell’economiaNel 2012 l’Italia torna in recessione. Archiviato il terzo trimestre dell’anno con unariduzione del prodotto interno lordo dello 0,2% rispetto ai tre mesi precedenti, i datiprovvisori relativi al quarto trimestre segnalano una contrazione più accentuatadell’attività economica (-0,7%) e rendono probabile che l’anno si chiuda con Pil in calodel 2,1% rispetto al 2011. Si tratta del sesto trimestre consecutivo di recessione perl’economia italiana, che continua a mostrare performance inferiori alla media dei partnereuropei.Gli analisti prevedono che il Pil continuerà a ridursi a tassi più contenuti nelle primaparte del 2013 per poi tornare a crescere sul finire dell’anno. Alcuni indicatori, comel’anticipatore OCSE, sembrano preannunciare una progressiva stabilizzazione del cicloeconomico.L’economia europea ha pagato la convergenza delle politiche fiscali restrittive adottateda quasi tutti i paesi dell’area euro, ed in particolare dai governi investiti nel 2011 dallacrisi dei debiti sovrani (Grecia, Spagna, Italia e Portogallo). L’irrigidimento fiscaleimposto dal fiscal compact ha portato all’aumento della pressione fiscale e/o allariduzione della spesa pubblica, generando una contrazione della domanda sia privata chepubblica. Gli effetti sono stati meno incisivi nei paesi del Nord Europa, che comunquehanno risentito indirettamente della riduzione dell’export verso i partner mediterranei.Nel complesso, il 2012 si chiude con una riduzione del prodotto interno lordo dell’areaEuro.L’annuncio nell’estate, da parte della Banca centrale europea, del programma diOutright Monetary Transactions per garantire la stabilità dell’area euro ha contribuito inmodo decisivo a Sez. 1 – Andamento dell’economia sterilizzare la corsa deldifferenziale di rendimento tra i titoli di stato all’interno dell’Eurozona,ridimensionando gli effetti recessivi della crisi dei debiti sovrani.L’allentamento delle pressioni sui mercati finanziari non è stato tuttavia sufficiente acontrastare il permanere di fattori critici che ipotecano un ritorno alla crescita. In primoluogo la diminuzione della spesa per consumi delle famiglie, che è diminuita nel terzotrimestre del 2012 dell’1,4% a livello europeo. A ciò hanno contribuito sia l’incremento_________________________________________________________________________Relazione sulla gestione – 2012 1


Il Leasing Spa____________________________________________________________________________della pressione fiscale sia l’aumento del tasso di disoccupazione, che a novembre haraggiunto l’11,8% (area Euro). In secondo luogo, la contrazione dell’attività economicain generale ed in particolare della produzione dell’industria manifatturiera. Gli indicatoridel clima di fiducia delle imprese manifatturiere e dei servizi si sono attestati per i duetrimestri a cavallo tra il 2012 e il 2013 molto al di sotto della soglia di neutralità (50),indicando una marcata flessione congiunturale (con cali attesi sia negli ordini che nellaproduzione), mentre la produzione industriale è risultata in diminuzione costante neiprimi tre trimestri del 2012.La ridotta capacità reddituale degli operatori economici si è tradotta, oltre che nellariduzione dei consumi, anche in una perdurante stagnazione del risparmio (con lavistosa eccezione dei mutui immobiliari) e nella forte contrazione degli investimentifissi lordi (in calo del 4,5% nel terzo trimestre 2012) da parte del settore produttivo. Ildecremento dei prestiti al settore privato (corretto per cessioni e cartolarizzazioni) si èmantenuto a novembre 2012 al -0,5%, quello dei prestiti alle società non finanziarie si ècollocato in novembre al -1,4%.Unica conseguenza positiva del ristagno dell’attività economica è stato ilraffreddamento dell’inflazione cui ha contribuito la moderazione delle politiche diprezzo delle imprese. A tale risultato ha però contribuito in larga parte anche ladecelerazione dei prezzi dei prodotti energetici (primo fra tutti quello del petrolio/brent,che anche sulla base dell’andamento del prezzo future sembrerebbe destinato amantenersi stabile intorno ai 100 dollari al barile).Si è manifestata, da parte di famiglie e imprese, una certa preferenza per strumentifinanziari altamente liquidi (circolante e depositi in conto corrente). E’ cresciutoparallelamente il ricorso all’emissione di titoli di debito da parte delle società nonfinanziarie per reperire autonomamente fonti di finanziamento, soprattutto attraversol’emissione di titoli a lungo termine. Parallelamente, si è ridotto il ricorso alle fonti difinanziamento bancario, nonostante la discesa dei tassi di interesse del mercatomonetario, proseguita anche nel 2012 (i tassi hanno toccato lo scorso anno il minimostorico), abbia determinato un notevole incremento della liquidità presente nel sistema euna conseguente riduzione dei tassi attivi sugli impieghi bancari.In Italia, come detto, è continuata nel corso del 2012 la fase recessiva iniziata nellaseconda metà del 2011. Il prodotto interno lordo si avvia a collocarsi ad un livelloinferiore del 6,9% rispetto al picco pre-crisi, e dovrebbe tornare a crescere a partire dallaseconda metà del 2013. A determinare la riduzione del Pil ha contribuito principalmenteil calo della domanda interna, dovuta sia al calo dei consumi delle famiglie che allaperdurante dinamica di contrazione degli investimenti da parte delle imprese.La contrazione dei consumi nel corso dell’anno è continuata, sulla scia delleconseguenze della prolungata riduzione del reddito disponibile determinata dalla crisi.Nel 2012 a tale dinamica si sono sommati gli effetti delle politiche fiscali restrittiveadottate dal governo, che hanno ulteriormente ridotto il potere d’acquisto delle famiglieattraverso l’aumento della tassazione indiretta. L’austerity finanziaria si è inserita in uncontesto del mercato del lavoro critico, in cui il tasso di disoccupazione ha continuato asalire raggiungendo a novembre l’11,1% della popolazione (stime Banca d’Italia). Talecrescita non è stata dovuta a variazioni nel numero di occupati, sostanzialmente stabile,ma essenzialmente alla più intensa ricerca di occupazione da parte della popolazioneattiva, che si è scontrata con la debole domanda di lavoro da parte delle imprese. Tutto_________________________________________________________________________Relazione sulla gestione – 2012 2


Il Leasing Spa____________________________________________________________________________ciò si è tradotto in una perdurante flessione dei consumi (-1,0% nel terzo trimestre2012), particolarmente acuta per i beni durevoli, in un clima di fiducia che resta bassoanche con riferimento alle attese relative ai prossimi mesi.Le imprese hanno ridotto la loro produzione nel corso dell’anno, spinte dall’incertezzadel quadro economico, dal calo della domanda e dalle difficoltà finanziarie, misurate nelminor ricorso al credito bancario e accentuate in parte dal congelamento di parte deicrediti vantati nei confronti della pubblica amministrazione. Gli indicatori PMI delsettore restano sotto il livello “soglia” 50 di discrimine tra contrazione ed espansionedella produzione. E’ aumentato invece il ricorso diretto ai mercati finanziari, con ilcollocamento di azioni e obbligazioni in crescita sul finire dell’anno. Tale quadro si ètradotto anche nel 2012 in una contrazione degli investimenti fissi lordi dell’1,4% intermini congiunturali (terzo trimestre 2012).In base ai dati disponibili il 2012 ha visto invece un miglioramento ulteriore dellabilancia commerciale, favorito dalla crescita delle esportazioni (soprattutto dirette aimercati dell’Unione europea) e alla riduzione delle importazioni. L’inflazione, stimolatanella prima parte dell’anno dall’aumento delle imposte indirette, ha rallentato negliultimi mesi dell’anno, riavvicinandosi alla media dell’area euro.Le manovre di finanza pubblica adottate nel corso dell’anno hanno ridottol’indebitamento delle Amministrazioni pubbliche portandolo, in base ai dati disponibili,intorno al 3% del Pil. Tuttavia, la dinamica recessiva ha fatto crescere il rapporto tradebito e prodotto interno lordo portandolo intorno al 126%. Inoltre, il prezzo delrisanamento dei conti pubblici è stato l’ulteriore incremento del peso del prelievo fiscalesul Pil, giunto al 44,8%, che ha contribuito a deprimere ulteriormente il quadroeconomico.La legge di stabilità approvata per il 2013 rinuncia sia alla riduzione delle aliquoteminime Irpef sia all’aumento dell’aliquota iva del 10%, prevedendo alcune limitateforme di sgravio fiscale a favore delle imprese (sgravi Irap per le aziende che assumonoa tempo indeterminato e per quelle di piccole dimensioni).Nel 2012, come detto, le tensioni sul mercato finanziario si sono allentate. Fattoriprincipali di tale distensione sono stati l’annuncio delle nuove modalità di intervento sulmercato dei sovereign bond da parte della Banca Centrale europea e gli accordiraggiunti rispettivamente sulla concessione delle nuove tranche di aiuti al governo grecoe sulla gestione della contrazione di bilancio (fiscal cliff) prevista per il 2013 negli StatiUniti. Lo spread tra il BTP decennale italiano e il Bund tedesco ad uguale maturity èsceso da 365 a 271 punti base. Ciò ha avuto riflessi positivi sui rendimenti delleobbligazioni e degli altri titoli di debito emessi dalle società finanziarie e non finanziarieitaliane, che sono diminuiti rispetto all’anno precedente. Le banche hanno ricominciatoad emettere obbligazioni e il corso dei titoli azionari è risultato generalmente in ripresa,soprattutto negli ultimi mesi dell’anno.Tuttavia, le condizioni del credito restano difficili. La riduzione del rischio sovrano hamigliorato le condizioni di raccolta per le banche italiane, ma, mentre i depositi da partedei residenti sono cresciute, la raccolta netta sull’estero resta negativa. I prestiti alsettore privato non finanziario hanno continuato a ridursi. In particolare, a fronte di unariduzione più contenuta dei prestiti alle famiglie, vi è stata una forte flessione dei prestitialle imprese. Il settore privato ha ridotto la domanda di finanziamento al settorebancario in considerazione della difficile congiuntura economica, ma anche i criteri di_________________________________________________________________________Relazione sulla gestione – 2012 3


Il Leasing Spa____________________________________________________________________________offerta di prestiti alle imprese sono diventati più restrittivi, in considerazione delleaccresciute condizioni di rischiosità. In effetti, il 2012 ha visto un generalepeggioramento della qualità del credito, legata alla congiuntura economica sfavorevole.I dati relativi al terzo trimestre parlano di un aumento delle sofferenze dei prestiti allefamiglie e della quota dei prestiti alle imprese in difficoltà temporanea (incagli eristrutturazioni del debito).Il mercato Leasing in ItaliaIl mercato del leasing nel 2012 si chiude con una flessione estremamente marcatadell’attività. Il volume dei contratti sottoscritti nel corso dell’anno ha raggiunto i 16,2miliardi di euro, in diminuzione del 34,7% rispetto al 2011. Se misurata in termini dinumero di contratti, la flessione è stata più contenuta e pari al 14,3%. Tale dato riflette ilfatto che la contrazione delle attività ha indotto gli operatori a scrivere contratti su benidi valore più contenuto. Inoltre, sulla performance complessiva del settore pesa ilridimensionamento particolarmente consistente del leasing immobiliare e energetico,che riguarda contratti di valore generalmente assai superiore alla media.Il settore paga i sei trimestri consecutivi di recessione dell’economia, che hannodeterminato una riduzione dei consumi e una progressiva contrazione della produzioneindustriale che si è tradotta nel 2012 in un calo stimabile intorno all’8,2%2 degliinvestimenti fissi lordi, con andamenti negativi in tutti i comparti di beni finanziabili inleasing. Il quadro è stato reso più complesso dalla crisi del settore immobiliare edall’esaurirsi di molti degli incentivi legati alle fonti energetiche rinnovabili. Su questedinamiche hanno inciso anche le manovre fiscali di stampo restrittivo adottate dalgoverno, che hanno avuto, tra gli altri, l’effetto di vincolare la spesa delleAmministrazioni pubbliche.L’offerta di nuovi finanziamenti, inoltre, è stata fortemente frenata dai sempre piùelevati costi del funding sostenuti dalle società di leasing e il peggioramento dellaqualità del credito ha indotto ad una maggiore cautela nella concessione dei nuovifinanziamenti.La diminuzione dei volumi di nuovi contratti stipulati ha riguardato tutti i comparti delleasing. Il comparto mobiliare ha registrato una riduzione del 24,0% del valore e del13,2% del numero dei contratti. In particolare, l’auto ha registrato una riduzione del17,6% del numero e del 23,5% del valore dei contratti, lo strumentale una riduzione del7,1% del numero e del 21,4% del valore dei contratti, l’aeronavale e ferroviario unariduzione del 67,6% del numero e del 50,8% del valore dei contratti. Sono risultatifortemente ridimensionati anche il comparto immobiliare (-52,6% del numero e -49,1%dei volumi di stipulato) e l’energy (-25,1% del numero e -46,5% dei volumi).Il trend discendente registrato nel 2011 dunque si è accentuato e si è esteso a compartiche erano rimasti sostanzialmente immuni dagli effetti negativi della recessione, comel’auto, o che addirittura avevano avuto una performance positiva, come l’energy. Siconferma il sorpasso in termini di volumi del comparto strumentale nei confronti delsettore immobiliare, che si era già osservato nel 2011, e, per la prima volta, anche ilsettore auto chiude l’anno con una quota di mercato superiore a quella dell’immobiliare,posizionandosi secondo in termini assoluti con 4,4 miliardi di stipulato. Le quote deidue comparti salgono rispettivamente di 5,9 punti percentuali (strumentale) e di 4 punti_________________________________________________________________________Relazione sulla gestione – 2012 4


Il Leasing Spa____________________________________________________________________________percentuali (auto), arrivando a rappresentare insieme oltre il 62% dello stipulatocomplessivo.Il trend mensile dello stipulato mostra una dinamica decisamente meno negativa delnumero dei contratti stipulati nel corso dell’anno rispetto a quella misurata nel valoredegli stessi, che si colloca per buona parte dell’anno su valori compresi tra -20,7% e -54,5%. Il trend negativo sui valori di stipulato ha cominciato comunque a stabilizzarsinell’ultimo trimestre del 2012, segnando un riavvicinamento ai livelli del 2011. I valoridi dicembre risultano del 5,2% inferiori ai corrispondenti valori del 2011. Risulteràdunque importante misurare la performance delle Associate nel primo trimestre del2013 per valutare se sia possibile leggere nei dati un indirizzo espansivo. Al momento,il 2012 si chiude con cinque trimestri consecutivi di riduzione dello stipulato.La riduzione dello stipulato ha riguardato la generalità delle Associate. La solaeccezione è rappresentata dal cluster delle “captive” di emanazione industriale per lamaggior parte specializzate nel leasing auto. Tali società, pur con un andamentoaltalenante di mese in mese, hanno avuto mediamente nel 2012 una performancepositiva sia in termini di numero di nuovi contratti stipulati, cresciuti dell’8,4%, sia intermini di valore di stipulato: +4,1% a dicembre 2012. Si tratta di un risultatoparticolarmente significativo perché raggiunto in un settore, l’auto, che ha chiuso l’annocon una contrazione fortissima dei volumi di vendita in tutte le economie avanzate. Laquota di mercato delle “captive” è risultata in crescita di 6 punti percentuali rispetto al2011, e a dicembre rappresentava il 15,9% del mercato italiano.E’ proprio nel comparto auto che si registra anche una delle due sole voci positive distipulato. Il renting a medio lungo termine ha visto infatti crescere il numero deicontratti stipulati rispetto al 2011 del 13,6% e il valore dei nuovi contratti del 12,6%. Intal modo il peso di questa peculiare forma contrattuale sul totale stipulato 2012 (invalore) sale così al 4,0% (al 10,5% in termini di numero di contratti).Diversa la sorte del c.d. leasing strumentale operativo. Tale forma di leasing,comparabile al renting perché caratterizzato dall’assenza dell’opzione finale di acquisto,aveva visto crescere notevolmente sia il numero che il valore dello stipulato nel 2011.Nel 2012, invece, a fronte di una ulteriore, pur se limitata, crescita del numero dei nuovicontratti, il volume del nuovo stipulato si è ridotto dell’8,7%, per effetto dell’uscita delmercato di importanti operatori.In base ai dati aggiornati al terzo trimestre 2012, l’ammontare degli investimenti fissilordi finanziati in leasing in Italia scende al 9,6% del totale. Dunque le società di leasinghanno finanziato poco meno di un euro su 10 dei nuovi investimenti effettuati nel nostroPaese. Tale misura si ottiene sottraendo al valore degli investimenti fissi lordi calcolatodall’Istat quelli relativi a beni usualmente non leasingati, come le abitazioni (solitamentefinanziate con mutui ipotecari) e i beni immateriali e considerando solo il settore privato(quindi esclusa la Pubblica Amministrazione). Si tratta di un valore inferiore di oltre trepunti percentuali rispetto a quello misurato nel 2011._________________________________________________________________________Relazione sulla gestione – 2012 5


Il Leasing Spa____________________________________________________________________________Per quanto concerne l'andamento della gestione della Vostra società nelcorso del 2012 risultano essere stati stipulati n. 1 contratto per un valore complessivo dicespiti locati pari a 9 migliaia di Euro.Il seguente prospetto consente di avere una immediata percezionedell'evoluzione dell'attività attraverso la comparazione dei dati omogenei degli ultimi 10anni.ANNI 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012Numero contratti 317 294 316 309 247 247 123 45 1Valore dei beni(in migliaia €uro) 11.311 11.334 10.754 11.375 9.168 7.818 3.152 1.056 9Valore medio perContratto 36 39 34 37 37 32 26 23 9Confrontando in particolare i dati dei due ultimi esercizi si può constatarela seguente variazione:ANNI 2011 2012 Variazione %Numero contratti 45 1 -44 -97.78Valore dei beni(in migliaia €uro) 1.056 9 -1.047 -99.15In osservanza delle linee tracciate a commento del bilancio delprecedente bilancio, la Società Il Leasing S.p.a. nel corso dell’esercizio 2012 hacontenuto ulteriormente i propri costi gestionali ed ha potuto estinguere i finanziamentiin corso con diversi istituti di credito.In attesa della ripresa economica che ad oggi sembra non essere imminente unitamentealla grave situazione finanziaria/economica della PMI (principali clienti della Società),stiamo valutando altre alternative di business sia nel “mondo” finanziario sia in quellodei servizi legati al credito (recupero beni- remarketing; consulenze fiscali/gestionali;investimenti area extra Cee).L’adeguamento richiesto dalla Banca D’Italia è tuttora in fase di studio/analisi per viadei costi strutturali che eventualmente dovrà affrontare la società in caso diadeguamento.Il recupero crediti ed il remarketing sono stati per il 2012 e saranno per il 2013 la nostraattività principale in attesa di vedere l’evolversi della situazione economica italiana._________________________________________________________________________Relazione sulla gestione – 2012 6


Il Leasing Spa____________________________________________________________________________In ottemperanza ad una precisa richiesta della vigente normativa,comunico che dalla data di chiusura dell'esercizio non si sono verificati episodi nellagestione aziendale tali da modificare in misura sostanziale la rappresentazione fornita inquesta sede.Il risultato dell’esercizio chiude con una perdita di €. 403.431= dopo avercalcolato imposte sul reddito gravanti sullo stesso per €. 57.383=.In conclusione propongo all’assemblea di coprire la perdita dell’eserciziodi € 403.431= mediante l’utilizzo della riserva straordinaria.Bergamo, 30 marzo 2013L'AMMINISTRATORE UNICOCorna rag. Luigi Giacomo_________________________________________________________________________Relazione sulla gestione – 2012 7


Il Leasing Spa_______________________________________________________________________RELAZIONE DEL COLLEGIO SINDACALEESERCENTE ATTIVITÀ DI CONTROLLO CONTABILE DEL BILANCIO AL31.12.2012All’Assemblea degli Azionisti della “IL LEASING SPA”Parte primaRelazione di revisione ai sensi dell’art. 14 del D.Lgs 27 Gennaio 2010 n. 391. Abbiamo svolto la revisione legale del bilancio d’esercizio della societàin epigrafe chiuso al 31.12.2012. La responsabilità della redazione delbilancio in conformità alle norme che ne disciplinano i criteri diredazione compete all’organo amministrativo della società stessa. E’nostra la responsabilità del giudizio professionale espresso sul bilancioe basato sulla revisione legale.2. Il nostro esame è stato condotto secondo gli statuiti principi direvisione. In conformità ai predetti principi, la revisione è stata svolta alfine di acquisire ogni elemento necessario per accertare se il bilanciod’esercizio sia viziato da errori significativi e se risulti, nel suocomplesso, attendibile.Il procedimento di revisione è stato svolto in modo coerente con ladimensione della società e con il suo assetto organizzativo.Esso comprende l’esame, sulla base di verifiche a campione, deglielementi probativi a supporto dei saldi e delle informazioni contenutinel bilancio, nonché la valutazione dell’adeguatezza e della correttezza___________________________________________________________________Rapporto sul bilancio del Collegio Sindacale 30


Il Leasing Spa_______________________________________________________________________dei criteri contabili utilizzati e della ragionevolezza delle stimeeffettuate dall’amministratore.Riteniamo che il lavoro svolto fornisca una ragionevole base perl’espressione del nostro giudizio professionale.Per il giudizio relativo al bilancio precedente, i cui dati sono presentatiai fini comparativi, secondo quanto richiesto dalla legge, si fariferimento alla relazione da noi emessa in data 13 Aprile 2012.3. A nostro giudizio, il sopramenzionato bilancio d’esercizio è conformealle norme che ne disciplinano i criteri di redazione, esso pertanto èstato redatto con chiarezza e rappresenta in modo veritiero e corretto lasituazione patrimoniale e finanziaria ed il risultato economico della “ILLEASING SPA” per l’esercizio chiuso al 31 Dicembre 2012.4. La responsabilità della redazione della relazione sulla gestione inconformità a quanto previsto dalle norme di legge compete all’organoamministrativo della società. E’ di nostra competenza l’espressione delgiudizio sulla coerenza della relazione sulla gestione con il bilancio,come richiesto dall’art. 14, comma 2, lettera e), del Decreto Legislativo27 Gennaio 2010 n. 39. A tal fine, abbiamo svolto le procedureindicate dal principio di revisione n. PR 001 emanato dal ConsiglioNazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabiliraccomandato dalla Consob.A nostro giudizio la relazione sulla gestione è coerente con il bilanciod’esercizio della società al 31 Dicembre 2012.___________________________________________________________________Rapporto sul bilancio del Collegio Sindacale 31


Il Leasing Spa_______________________________________________________________________Parte secondaRelazione ai sensi dell’art. 2429 del Codice Civile1. La nostra attività è stata ispirata alle Norme di Comportamento delCollegio Sindacale raccomandata dal Consiglio Nazionale dei DottoriCommercialisti ed Esperti Contabili.Nel corso dell'esercizio:- abbiamo vigilato sull’osservanza della Legge e dello statuto e sulrispetto dei principi di corretta amministrazione;- abbiamo accertato che la società ha un assetto organizzativo noncomplesso, ma adeguato alle dimensioni del volume dei contratti dileasing in essere la cui gestione viene completamente eseguita conmezzi informatici che utilizzano uno specifico software,l’Amministratore avvalendosi dell’opera di un dirigente e di altricinque collaboratori interviene nelle varie fasi dell’esecuzione deicontratti;- abbiamo svolto le periodiche verifiche previste dagli artt. 2403/bise 2404 Cod.Civ. ed abbiamo partecipato alle assemblee sociali;- abbiamo effettuato il controllo contabile, come previsto dal testo distatuto adottato dall’assemblea straordinaria del 23/9/2004 peradeguare quello esistente alle disposizioni del D.Lgs. 17/1/2003.In conseguenza dell’attività svolta, possiamo darVi assicurazione che:• la gestione si è svolta regolarmente, nell’osservanza delle normedi legge e dello statuto e non sono state poste in essere operazioniatipiche e/o inusuali;___________________________________________________________________Rapporto sul bilancio del Collegio Sindacale 32


Il Leasing Spa_______________________________________________________________________• l’assetto organizzativo amministrativo e contabile adottato dallasocietà è consono all’attività in concreto esercitata dalla stessa;• non sono pervenute al Collegio Sindacale denuncie ai sensidell’art. 2408 Codice Civile, né esposti di alcun tipo;• la rilevazione delle operazioni sociali è avvenuta correttamenteed in aderenza ai principi contabili ed alle tecniche conformi allenorme vigenti;• il bilancio è rispettoso del principio della competenza temporaleed è stato redatto, anche per quanto riguarda i criteri diclassificazione, nel rispetto, sia sotto l’aspetto formale che sottoquello sostanziale, della vigente normativa che disciplina ilbilancio d’esercizio, con l’applicazione dei criteri esposti nellanota integrativa;• i criteri adottati sono conformi al disposto dell’art.2426 CodiceCivile nella prospettiva della continuazione dell’attività aziendale.L'Amministratore Unico, nella Relazione sulla gestione, ha illustrato lasituazione della società ed il suo andamento gestionale.Ha inoltre indicato che non sono intervenuti fatti di rilievo dopo lachiusura dell'esercizio e l'evoluzione prevedibile della gestione.Per quanto di nostra competenza Vi possiamo confermare che i dati dibilancio corrispondono alle risultanze dei libri e delle scritture contabili,regolarmente tenute.Nella redazione del bilancio consuntivo 2012 - sono stati adottati criteri divalutazione conformi ad accreditare corretti principi contabili, da noi___________________________________________________________________Rapporto sul bilancio del Collegio Sindacale 33


Il Leasing Spa_______________________________________________________________________condivisi.Per quanto concerne il bilancio e la destinazione del suo risultato:1 - esprimiamo parere favorevole alla sua approvazione insieme allarelazione sulla gestione;2 - riteniamo che la proposta di utilizzare la riserva straordinaria acopertura della perdita d'esercizio debba essere accoltaBergamo, 18 Aprile 2013IL COLLEGIO SINDACALECesaroni dott.rag. PierpaoloCarminati dott.StefanoPagano dott.rag.Carmine___________________________________________________________________Rapporto sul bilancio del Collegio Sindacale 34

More magazines by this user
Similar magazines