Malattie

sgpp.schweiz.ch
  • No tags were found...

Malattie

MalattieFibrosi cisticaSintomi • Diagnosi • Trattamento


ImpressumEditrice: Lega polmonare svizzera, BernaAutore: Dr. med. André Lauber, Eskamedia AG, BasileaConsulenti medici:Dr. med. Carlo Mordasini, Chefarzt Pneumologie, Tiefenauspital, BernaDr. méd. Alain Sauty, pneumologue, CHUV, LausanneDott. med. Franco Quadri, Servizio di Pneumologia, Ospedale Regionale Bellinzona e valli, BellinzonaConcezione grafica: Lotem, Lotrovsky Graphic Design, TherwilStampa: Schwab Druck AG, Lyss


Lungenliga UnterwaldenTel. 041 670 20 02Fax 041 671 04 63E-mail: w.kathriner@lungenliga-uw.chLungenliga St. GallenTel. 071 228 47 47Fax 071 228 47 48E-mail: info@lungenliga-sg.chLungenliga ThurgauTel. 071 626 98 98Fax 071 626 98 99E-mail: info@lungenliga-tg.chLega polmonare ticineseTel. 091 973 22 80Fax 091 973 22 89E-mail: legapolm@bluewin.chLungenliga ZugTel. 041 711 02 47Fax 041 710 85 20E-mail: info@lungenliga-zg.chLungenliga ZürichTel. 01 268 20 00Fax 01 268 20 20E-mail: info@lungzurich.org17Lungenliga SchaffhausenTel. 052 625 28 03Fax 052 625 37 74E-mail: Lung.sh@bluewin.chLungenliga UriTel. 041 870 15 72Fax 041 870 18 58E-mail: lungenliga.uri@bluewin.chFürstentum LiechtensteinAmt für GesundheitsdiensteTel. 00423 236 75 60Fax 00423 236 75 64Lungenliga SchwyzTel. 055 410 55 52Fax 055 410 55 92E-mail: pfaeffikon@lungenligaschwyz.chLigue pulmonaire valaisanne (LVPP)Tel. 027 322 99 71Fax 027 322 99 73E-mail: lvpp@vtx.chLungenliga SolothurnTel. 032 628 68 28Fax 032 628 68 38E-mail: info@lungenliga-so.chLigue pulmonaire VaudoiseTel. 021 623 37 47Fax 021 623 37 10E-mail: LPV@fvls.vd.ch


«A volte vorrei essere come gli altri»René B. ha 18 anni, ama il calcio ed èal primo anno del suo tirocinio commerciale.Un giovane normale, se nonfosse per la sua malattia. René è affettofin dalla nascita da fibrosi cistica.Apparentemente tutto sembranormale in René: solo la sua altezza eil suo peso sono inferiori ai valorimedi per un giovane della sua età.© N.G.Barbara B., la mamma di René, ricorda:«Nelle prime settimane dopo lanascita, René vomitava in continuazione.Non riusciva a trattenere nulla.Si manifestavano anche continue infezionidelle vie respiratorie. All’età diquattro mesi René fu ricoverato, su richiestadel pediatra, in ospedale. Miomarito ed io temevamo il peggio. Imedici ci comunicarono che René eraaffetto da fibrosi cistica, una patologiadi cui avrebbe sofferto per tutta lavita.»Dal momento della diagnosi, Renédeve seguire un severo e costoso programmaterapeutico che comprendela terapia respiratoria e le inalazioniper smuovere il denso muco che tendea formarsi nei polmoni. La terapiarichiede molto tempo. «Qualche volta,tutto il trambusto che la mia malattiacrea mi irrita molto», dice René.«Oggi sono consapevole che la terapiaè per il mio bene e riesco a conviverciabbastanza bene. A volte desiderereiperò essere come gli altri giovanidella mia età, un ragazzonormale. Quando andavo ancora ascuola, non riuscivo a capire perché imiei compagni potevano andare invacanza mentre io dovevo entrare inospedale così spesso.»La mamma di René racconta: «Abbiamovissuto momenti difficili durante lapubertà di René. A volte rifiutava laterapia e preferiva andare a giocare acalcio con i suoi amici. Tornava poi acasa completamente esausto. Vivevonel terrore che trascurando la terapia,la malattia di René potesse peggiorarerapidamente.»Oggi René sta bene, tanto da poteraffrontare l’apprendistato. E non è3


La malattia4La fibrosi cistica (FC) è la patologia delmetabolismo più frequentemente ereneppurecostretto a rinunciare al calcio.«Per me, tutto dura un po’ più alungo, perché ho bisogno di moltotempo per la terapia. Nell’aziendadove svolgo il mio apprendistato, tuttisono al corrente della mia malattia:e questo mi permette anche di allungareun po’ i tempi della mia formazione.»La fibrosi cistica (FC), in passato notaanche come mucoviscidosi, è una disfunzionegenetica del metabolismo.Essa porta alla formazione di mucodenso in vari organi, soprattutto neipolmoni e nel pancreas. Poiché la malattianon è guaribile, le persone colpitedevono convivere con questa patologiaper tutta la vita. Oggi, grazie allenuove terapie e ai nuovi medicamenti,l’aspettativa e la qualità di vita deipazienti sono sensibilmente miglioriche in passato.Una malattia con due nomiPer la disfunzione metabolica congenitaesistono due termini ed entrambidescrivono tipiche caratteristiche diquesta malattia. La definizione oggiabituale di «fibrosi cistica» si riferiscealla dilatazione sacciforme (cistica) deibronchi e alla cicatrizzazione del tessutodei polmoni e del pancreas(fibrosi). Il precedente termine «mucoviscidosi»sottolinea una manifestazionemorbosa causata dalla formazionedi muco molto denso e vischiosonell’apparato respiratorio. Questomuco denso e vischioso si forma a seguitodella mutata composizione deifluidi corporei e ostacola la funzionalitàdei polmoni, del pancreas e di altriorgani.ditata nella popolazione bianca. La FCè una malattia non guaribile, che inSvizzera colpisce un neonato su duemila.Il primo sintomo della FC neineonati è l’occlusione intestinale dovutaa feci dense e vischiose. Nel periododell’allattamento e nell’infanziasi manifestano prevalentemente disturbidella crescita e problemi polmonari.I bambini colpiti soffrono di tos-© Spital Bern Tiefenau


se continua e di frequenti infezionidelle vie respiratorie. Nei bambini inetà più avanzata e negli adulti affettida FC sopraggiungono altri sintomi:infiammazione della cistifellea, ingrossamentodel fegato, diabete e osteoporosi.Nello stadio terminale dellamalattia, la funzionalità dei polmoniviene a mancare quasi del tutto.Fino a pochi decenni fa, la FC significavamorte sicura ancor prima dellamaggiore età. Oggi, grazie alle miglioriterapie, i neonati affetti da FChanno una buona possibilità di raggiungerei 50 anni d’età o più.Un’eredità che non si può rifiutareLa fibrosi cistica è inclusa nel gruppodelle cosiddette malattie ereditarie edè conosciuta dagli anni trenta del secoloscorso. Una malattia ereditaria haorigine da un difetto che si manifestain uno o più geni. Questo difetto rimanespesso per generazioni nel ceppofamigliare. I figli ereditano così ildifetto genetico dei loro genitori.Un piccolo difetto dalle graviconseguenzeNel 1989, gli scienziati localizzarononel patrimonio genetico il luogo esattodel difetto responsabile dello sviluppodella FC. Nel cromosoma numero7 dei 23 cromosomi complessivi– le unità essenziali di ogni cellulavivente in cui è situato il patrimoniogenetico che trasmette i caratteri ereditari– è memorizzata un’informazioneerrata. L’errore d’informazionefa sì che non venga prodotta correttamenteun’importante proteina.Questa proteina è presente sull’involucrodi molte cellule dell’organismoe normalmente agisce come una portatra la cellula e l’ambiente che lacirconda. Attraverso questa portapassano continuamente delle particelledi cloro, importanti per la composizionedei fluidi corporei. Nei pazientiaffetti da FC la porta è per cosìdire bloccata, ostacolando o impedendodel tutto il flusso delle particelledi cloro: i fluidi corporei assumonoman mano una consistenzasempre più densa e vischiosa eostruiscono organi quali polmoni,pancreas e intestino.In Svizzera, circa una persona su ventiè portatrice del gene difettoso del cromosomanumero 7. Perché allora soloun neonato su duemila contrae la FC?Bambini ammalaticon genitori saniLe cellule dell’organismo (esclusispermatozoi e oociti) contengono5


Ereditarietà della fibrosi cistica6Cromosoma difettosoGenitori sani conognuno uncromosoma difettosoCromosoma normale1) Figlio con FC e duecromosomi difettosi2) Figli sani con un cromosoma difettoso3) Figlio sano senzacromosomi difettosi© Lotem, Lotrovsky Graphic Design


I sintomitutte le informazioni ereditarie in coppia.Il patrimonio genetico è ripartitosu 23 cromosomi e ognuno di questicromosomi ha un «gemello» sottoforma di un’esatta copia. L’unica eccezioneè costituita dal cromosomasessuale, presente soltanto in un unicoesemplare. Se si sviluppa un difettoin uno degli altri 22 cromosomi, ilcromosoma gemello integro compensail difetto. Se però anche questo cromosomaè difettoso, il danno nel patrimoniogenetico non può più essereriparato. Ed è esattamente questo checausa la fibrosi cistica.Se tuttavia il figlio eredita da un genitoreun cromosoma sano e dall’altroun cromosoma ammalato, il figliosarà portatore della malattia senzaperò esserne affetto: potrà però trasferirela FC per via ereditaria. Nellaterza possibilità di trasmissione pervia ereditaria, il figlio riceve da entrambii genitori un cromosoma sano.Il figlio non si ammalerà e non trasferiràneppure la FC alla prossima generazione.Quali sono i sintomi tipici dellafibrosi cistica?PolmoniLe vie respiratorie sono rivestite dauna mucosa e dotate di ciglia vibratili.Nelle persone sane, una sottile pellicoladi liquido riveste la mucosa. Aquesto liquido restano attaccati i germipatogeni e le particelle di impuritàinspirate, che a loro volta vengonotrasportate verso l’esterno dalle cigliavibratili. In questo modo, la mucosa e7Se madre e padre sono portatori di uncromosoma numero 7 difettoso e diuno normale vi è la possibilità che unfiglio erediti il cromosoma difettosoda entrambi i genitori. Il figlio contraela FC perché non vi è alcun cromosomain grado di compensare il danno.La fibrosi cistica danneggia più organi.In questa patologia compaiono perciòdiversi sintomi. Il problema più graveè però a carico dell’apparato respiratorio.L’insufficienza respiratoria è perciòla causa di morte più frequente deipazienti affetti da FC.© Science Photo Library


8© Lotem, Lotrovsky Graphic DesignPolmoniFegatoPancreasIntestino tenueOrganiriproduttivile ciglia vibratili impediscono il progressivoinquinamento dei polmoni.Nei pazienti affetti da FC, il muco dellevie respiratorie è talmente denso evischioso da non permettere alle cigliavibratili di effettuare la loro azione dipulizia. Le conseguenze sono tosse,secrezione di muco, ricorrenti infezio-ni delle vie respiratorie e crisi di dispneasempre più accentuate.PancreasIl pancreas produce enzimi che svolgonoun importante ruolo nella digestionedel cibo. Analogamente aquanto avviene nei polmoni, anchenel pancreas il muco denso e vischiosoostruisce i dotti secretori pancreaticiattraverso i quali gli enzimi delladigestione affluiscono nell’intestinotenue. Il cibo non viene sufficientementedigerito e questo ha spesso deglieffetti negativi sullo sviluppo e lacrescita dei bambini affetti da FC. Anchegli adulti colpiti da FC sono frequentementesottopeso.Poiché il pancreas produce, oltre aglienzimi della digestione, anche l’insulina,in circa un terzo delle persone colpitesi sviluppa il diabete.Quali conseguenze ha lafibrosi cistica?Poiché i pazienti affetti da fibrosi cisticavivono oggi molto più a lungo chein passato, i disturbi causati dalla FCrivestono un ruolo sempre più importante.I danni agli organi più direttamenteinteressati dalla malattia, le frequentiinfezioni e i molti medicamenticon gli anni lasciano le loro tracce.Conseguenze della fibrosicistica per i polmoniIl muco denso bloccagli alveoli polmonarie favorisce l'insorgeredelle infezioni© Lotem, Lotrovsky Graphic Design


La diagnosiInfezioniI germi patogeni colonizzano i polmonidei pazienti affetti da FC spessogià nella primissima infanzia. Le conseguenzesono sempre infiammazionirecidivanti. Col tempo queste infiammazionidistruggono il tessuto polmonare.Le persone colpite subisconogli effetti della presenza di germi patogeniche per le persone sane nonrappresentano alcun pericolo. Si trattaprevalentemente dei batteri Pseudomonasaeruginosa, Haemophilusinfluenzae e Staphylococcus aureus.DiabeteLa maggior parte dei pazienti affettida FC nascono già con il pancreasdanneggiato e fin da bambini soffronodi disturbi digestivi. Nei pazientiadulti, la progressiva riduzione dellafunzionalità del pancreas porta allosviluppo di forme di diabete.Il diabete insorge a causa della carenzad’insulina, un ormone sintetizzatonel pancreas. L’insulina controlla nell’organismoil bilancio zuccherino stimolandol’assunzione nelle celluledell’organismo degli zuccheri portatidal sangue. La carenza d’insulina danneggiatra l’altro organi come gliocchi e i reni. Ecco perché il trattamentoprecoce del diabete nei pazientiaffetti da FC è particolarmenteimportante.Altre conseguenze della FC sono l’osteoporosi(atrofia delle ossa), chesubentra già nella prima fase dell’etàadulta, le cicatrizzazioni del tessutoepatico (cirrosi epatica) e le emorragiepolmonari.Grazie ai moderni trattamenti dellafibrosi cistica, le persone colpite vivonoda un lato meglio e più a lungo.Dall’altro lato, i pazienti oggi soffronodi conseguenze che in passatoerano sconosciute.Metodi diagnostici molto attendibiliPer il decorso della fibrosi cistica è determinantela diagnosi precoce e la relativaterapia. I tipici sintomi della malattiaconsentono spesso di identificarecon un elevato grado di affidabilitàla pista giusta. I neonati con occlusioneintestinale e i lattanti il cui sviluppoè particolarmente difficoltoso o chesoffrono di frequenti infezioni delle vierespiratorie, dovrebbero essere sottopostiad esami per accertare l’eventualepresenza della FC. Un sintomo inconfondibiledella FC è il sudore moltosalato delle persone colpite. A volte lemamme si accorgono di questa anomaliabaciando il neonato. Ed è propriosull’elevato tenore di sale del su-9


10dore che si basa il più vecchio test perla diagnosi della FC.Il test del sudoreCon il test del sudore si misura il tenoredi sale presente nel sudore dellepersone colpite. La concentrazione disale da cucina (cloruro di sodio) neipazienti affetti da FC è notevolmentepiù alta che nelle persone sane. Questosemplice test, che non provoca alcundolore, può essere impiegato giàper i lattanti a due giorni dalla nascita.Il test del sudore consente di formularein modo molto attendibile la diagnosidi «fibrosi cistica»: circa il 98percento delle persone affette da FCpresentano un risultato positivo deltest.Il test geneticoDa circa due decenni si conosce il luogoesatto del difetto genetico che dàorigine alla FC. Questa conoscenzapuò essere utilizzata per la formulazionedella diagnosi. In una goccia disangue o in uno striscio della mucosaorale gli specialisti cercano in laboratorioil difetto decisivo del patrimoniogenetico. Il test genetico viene spessoutilizzato per confermare un test positivodel sudore oppure quando quest’ultimonon dà un risultato chiaro.Diagnosi ancor prima della nascitaSe da una coppia nasce un figlio affettoda FC si può asserire con assoluta certezzache madre e padre sono portatoridi un cromosoma numero 7 difettoso.© Alpine Kinderklinik Davos


Il trattamentoCon un’ulteriore gravidanza, vi è la possibilitàche anche il secondo figlio si ammalidi FC. Per accertare già nei primistadi della gravidanza se il nascituro haereditato o meno i geni della FC, puòessere analizzato il liquido amniotico(diagnostica prenatale). Dal liquido amnioticodella gestante si prelevano dellecellule dell’embrione. Poiché in questecellule è presente l’intera informazionegenetica del nascituro, è possibile accertarein modo attendibile se il bambinosarà o meno affetto da FC.Sottoporre al test tutti i neonati?In alcuni Paesi, tutti i neonati vengonosottoposti al test per l’accertamentodell’eventuale presenza della FC. InSvizzera non è (ancora) il caso. Uncontrollo completo dei neonati sarebbemolto impegnativo e costoso. Inoltre,l’utilità di test a tappeto non è ancorastata analizzata sufficientemente.La terapia della fibrosi cisticaA tutt’oggi non è possibile correggerela causa della fibrosi cistica: ildifetto genetico. Il trattamento èperciò limitato ai molteplici sintomidella patologia. La terapia miraquindi a mantenere quanto più alungo possibile la funzionalità degliorgani colpiti, per aumentare laqualità di vita e aumentare la durataprobabile della vita.AntibioticiGli antibiotici hanno contribuito inmodo decisivo ad una migliore prognosidella malattia. Vengono assuntisotto forma di compresse o inalati perlungo tempo. In caso di peggioramentoacuto, gli antibiotici vengonosomministrati per via endovenosa.Questa terapia dura circa due settimanee può essere effettuata in ospedaleo a casa propria. Con il progressivoaumento dell’impiego di antibioticisi manifestano problemi quali allergieed effetti collaterali. Con il tempo,inoltre, i batteri sviluppano unaresistenza (insensibilità) agli antibiotici.Terapia inalatoriaL’inalazione di medicamenti è il pilastroprincipale su cui poggia il trattamentodella FC. In passato, i pazientiinalavano soprattutto medicamentiche scioglievano il muco denso e vischiosoche andava man mano formandosinei polmoni. Oggi vi sonoanche prodotti inalabili come antibiotici,antinfiammatori e dilatatori dellevie respiratorie.L’unica sostanza con un effetto mucoliticoaccertato è il medicamento«rh desossiribonucleasi». Questo11


12© Labhardt AG, Baselcompresse, meno effetti collaterali.Gli antibiotici inalabili sono però moltocostosi (tra CHF 700.– e 4’000.– almese).Poiché ad ogni infezione segue un’infiammazione,i pazienti affetti da FCinalano spesso medicamenti antinfiammatori(corticosteroidi).medicamento decompone il materialegenetico (DNA) dei globuli bianchi(leucociti) che rendono denso il muconei polmoni dei pazienti affetti da FC.Il muco diventa così più fluido e puòessere espulso più facilmente con colpidi tosse.Gli antibiotici inalabili vengono prescrittidal medico contro le infezionipersistenti causate da batteri del generePseudomonas. Gli antibioticiagiscono dopo l’inalazione direttamentenel punto dell’infezione e hanno,contrariamente agli antibiotici inPer dilatare le vie respiratorie, i pazientiaffetti da FC utilizzano gli stessimedicamenti impiegati dagli asmatici.Queste sostanze migliorano lafunzione polmonare delle personecolpite.Fisioterapia respiratoriaAltrettanto importante quanto l’inalazionedi medicamenti è la fisioterapiarespiratoria. I pazienti affetti da FChanno bisogno quotidianamente diun’ora o più per fare esercizi speciali


che aiutano a sciogliere il muco densoe vischioso formatosi nei polmoni. Giànell’infanzia, i pazienti imparano adespellere il muco dai polmoni aiutandosicon questi esercizi.AlimentazioneA causa delle continue infezioni e dell’insufficientefunzionalità del pancreas,le persone affette da FC soffronospesso di sottoalimentazione. Sonosottopeso ed hanno carenze vitaminiche.La maggior parte dei pazienti affettida FC hanno bisogno di unamaggiore quantità di calorie rispettoalle persone sane e dovrebbero perciòmangiare cibi più ricchi di lipidi e carboidrati.re anche dei preparati enzimatici. Glienzimi scindono il cibo in singoli componentiche passano più facilmentedall’intestino nel circolo sanguigno.Le persone affette da FC perdono sudandomolto più cloruro di sodio dellepersone sane a parità di condizioni. Sefa caldo, se si pratica dello sport e incaso di febbre, si verificano perdite elevatedi sali e di acqua che devono essererapidamente sostituite con cibo ebevande.MovimentoPer le persone affette da FC sono particolarmenteadatte le discipline sportivedi resistenza come il nuoto, il wal-13Affinché l’organismo assimili le sostanzenutritive nonostante l’insufficientefunzionalità del pancreas, durantei pasti i pazienti devono assume-© CFCH


La Lega polmonare14king, il jogging e il ciclismo. Alcunistudi hanno dimostrato che il movimentofisico migliora la funzione polmonaree l’efficienza.Ossigenoterapia e trapiantodei polmoniNella FC ad uno stadio avanzato,spesso i polmoni sono talmente danneggiatida non riuscire più a fornireall’organismo le quantità d’ossigenodi cui ha bisogno. La carenza di ossigenoha effetti dannosi sul sistemacardiocircolatorio; le condizioni deipazienti peggiorano progressivamente.Una ossigenoterapia riduce le difficoltàdel sistema cardiocircolatorio emigliora la qualità di vita.Se nonostante intensi trattamenti ladistruzione dei polmoni continua aprogredire, si prende in considerazioneil trapianto dei polmoni. Durantel’intervento vengono sempre sostitutientrambi i polmoni. I problemi principalidopo un trapianto sono le infezionie il rigetto dei nuovi polmoni.Oggi queste complicazioni possonoperò essere trattate in modo efficace.Terapia geneticaLa scoperta, nel 1989, del gene dellaFC ha riacceso la speranza di poterguarire la malattia con la terapia genetica.Purtroppo, gli sforzi fatti per sviluppareuna terapia genetica efficacesono rimasti fino ad oggi infruttuosi.I neonati affetti da FC hanno oggibuone possibilità di raggiungere i cinquant’annid’età. Le ragioni di questamaggiore durata probabile di vitasono l’inizio precoce della terapia,antibiotici più efficaci, nuovi medicamenti,una migliore alimentazione euna più intensa cura dei pazienti.Servizi della Lega polmonareper le persone affette da FCLa Lega polmonare fornisce al pubblicouna serie d’informazioni sui sintomie sulle conseguenze della fibrosi cistica.Alle persone colpite vengono illustrati,con una serie d’informazioni facilmentecomprensibili, i metodi di diagnosie di terapia della FC.Fin dal suo primo manifestarsi, la FCrappresenta per le persone colpite e leloro famiglie un fardello molto gravoso,che dà spesso origine a problemifamigliari e sociali. La Lega polmonareoffre perciò una consulenza professionalee il sostegno per il superamentodei problemi quotidiani. I pazienti trovanosempre, in ogni Cantone, un centrodi servizi nelle loro vicinanze.Gli interessati mantengono molti con-


tatti tra loro ed effettuano scambi reciprocinell’ambito dei gruppi ERFA. Atale scopo, la Società Svizzera per laMalattia Fibrocistica (Mucoviscidosi)(CFCH, www.cfch.ch) è un importanteindirizzo di contatto.Fondata nel 1966, la Società Svizzeraper la Malattia Fibrocistica (Mucoviscidosi)svolge vari compiti. La CFCH– si propone di migliorare la qualità divita delle persone affette da FC e dipromuovere lo sviluppo di misure perguarire la malattia,– fornisce informazioni sulla FC e pubblicaregolarmente un bollettino,– mantiene un ufficio di documentazione,– organizza annualmente campi di terapiaper bambini, giovani e adulti,– fornisce sostegno finanziario e psicologicoai pazienti e alle loro famiglie,– è sostenuta in diverse regioni dellaSvizzera da gruppi regionali e dagruppi di lavoro e– impiega, nei Centri FC più grandi(ospedali con reparti di cura dellaFC), collaboratrici e collaboratori del«Gruppo di lavoro degli assistenti sociali».Per assicurare un’assistenza ottimale aipazienti, la Lega polmonare opera instretta collaborazione con gli pneumologi.Insieme al medico, il rispettivo dispensariocoordina la collaborazione ditutti gli uffici interessati e garantiscecosì un’assistenza uniforme, di elevatolivello qualitativo, in ottemperanza aquanto raccomandato dalla SocietàSvizzera di Pneumologia (SSP).Avete altre domande? Non esitate aprendere contatto con la Lega polmonarecantonale nelle vostre vicinanze.Le collaboratrici e i collaboratori sono avostra disposizione per fornirvi ulterioriinformazioni. Gli indirizzi sono riportatialle pagine 16-17.Il lavoro della Lega polmonare è possibilesolo grazie al generoso sostegno didonatrici e donatori. Con la vostra offertasul conto 30-882-0 aiuterete lepersone affette da malattie polmonariin Svizzera e sosterrete la ricerca per ladiagnosi precoce delle malattie polmonarie per nuove terapie.Grazie!Ulteriori informazioni nel sito:www.legapolmonare.ch15


Lega polmonare svizzera – Südbahnhofstrasse 14c – Casella postale – 3000 Berna 14Tel. 031 378 20 50 – Fax 031 378 20 51 – info@lung.ch – www.legapolmonare.ch – c/c solidarietà: 30-882-016Lungenliga AargauTel. 062 832 40 00Fax 062 832 40 01E-mail: lungenliga.aargau@llag.chLungenliga Appenzell ARTel. 071 351 54 82Fax 071 352 47 38E-mail: lungenliga_ar@bluewin.chLungenliga BernTel. 031 300 26 26Fax 031 300 26 25E-mail: info@lungenliga-be.chLigue pulmonaire fribourgeoiseTel. 026 426 02 70Fax 026 426 02 88E-mail: info@liguepulmonaire-fr.chLungenliga GraubündenTel. 081 354 91 00Fax 081 354 91 09E-mail: lungenligagr@spin.chLigue pulmonaire jurassienneTel. 032 422 20 12Fax 032 422 20 45E-mail: direction@liguepj.chLungenliga Appenzell AITel. 071 788 94 52Fax 071 788 94 58E-mail: franz.sutter@gsd.ai.chLigue pulmonaire genevoiseTel. 022 321 35 60Fax 022 321 35 62E-mail: ligue.pulmonaire@mediane.chLungenliga LuzernTel. 041 429 31 10Fax 041 429 31 11E-mail: info@lungenliga-lu.chLungenliga beider BaselTel. 061 927 91 22Fax 061 927 91 29E-mail: info@lungenliga-bl-bs.chLungenliga GlarusTel. 055 640 50 15Fax 055 640 53 32E-mail: lungenligaglarus@bluewin.chLigue pulmonaire neuchâteloiseTel. 032 723 08 68Fax 032 723 08 69E-mail: ligue.pulmonaire@ne.ch


È interessante sapere chevivO 2 è il periodico della Lega polmonare svizzera. Esso viene pubblicatocon frequenza bimestrale ed è destinato a pazienti, soci ebenefattori della Lega polmonare svizzera. vivO 2 fornisce prezioseinformazioni e consigli, inoltre propone nuove iniziative sul temadelle insufficienze respiratorie e delle malattie polmonari: escequattro volte in una versione breve (in ital., f., t.) e due volte comevivO 2 spécial, in forma di rivista di 24 pagine (solo in f. e t.).Diventate sostenitrici e sostenitori della Lega polmonare svizzera ericeverete gratuitamente vivO 2 .❒ Desidero ricevere la nuova edizione di vivO 2 .Inviatemi p.f. delle informazioni suiseguenti temi:❒ Asma❒ Sindrome da apnea da sonno❒ BPCO-Bronco PneumopatiaCronica Ostruttiva❒ Tubercolosi❒ Altri ____________________________________________________________________Vi forniamo preziose informazioni anche via Internet. Abbonatevi allanostra newsletter elettronica gratuita.Indirizzo e-mailCognomeNomeVia, N.NPA, localitàTelefonoFax


BittefrankierenAffranchir s.v.p .Affrancar eper favor eLega polmonare svizzeraSüdbahnhofstrasse 14cCasella postale3000 Berna 14


Ringraziamo i nostri sponsor:Südbahnhofstr.14c, casella postale, 3000 Berna 14, Tel. 031 378 20 50, Fax 031 378 20 51, info@lung.ch, www.legapolmonare.ch, c/c solidarietà: 30-882-0

More magazines by this user
Similar magazines