Slide - Policlinico di Modena

policlinico.mo.it
  • No tags were found...

Slide - Policlinico di Modena

Trevisani BarbaraModena 20/06/2013


Che differenza c’éctra una primaverifica di Accreditamento eduna verifica di rinnovo?


LA VERIFICA DI RINNOVODimostrare lo sviluppo complessivo del sistema dando evidenza di:capacità di governo dei vari cambiamenti intercorsi nel dipartimento(organizzativi, tecnologici, relativi a nuovi servizi/prestazioni….)capacità di governo dei processi trasversali (rischio clinico, formazionee sviluppo delle competenze professionali, appropriatezza …)miglioramento complessivo della performance dell’organizzazioneL’intenzione della Regione attraverso la Ri-verifica di accreditamento è dipassare da una logica di confronto (adottata nel corso della prima visitatra il modello gestionale proposto dalla Delibera Regionale e quelloadottato dal dipartimento) ad una logica di adeguatezza del modellogestionale “in uso”.


Accreditamento: la Delibera Regionale 327/2004Requisiti GeneraliRequisiti SpecificiRequisiti specifici pubblicati con la Delibera N. 327 del 23 Febbraio2004Anestesia, terapia intensiva polivalente e monospecialistica, terapiasemintensiva, terapia iperbaricaCardiochirurgiaCardiologia ed ambulatori cardiologiciChirurgia generale Requisiti specifici pubblicati dopo la Delibera N. 327 delFisica Sanitaria23 Febbraio 2004 (nuovi o revisionati)Genetica medicaMalattie Infettive Emergenza Urgenza delibera N. 23 del 17/1/2005Medicina interna Ortopedia e Traumatologia delibera N. 23 del 17/1/2005I Percorsi Diagnostico Terapeuticied Assistenziali (PDTA)Nefrologia e DialisiNeurochirurgiaNeurologiaNeuroradiologiaNeuropsichiatria Infantile delibera N. 911 del 25/6/2007Medicina Nucleare delibera N. 1489 del 15/10/2007Radioterapia delibera N. 1489 del 15/10/2007La verifica delle performanceIN CORSO DI RINNOVOPneumologia delibera N. 109 del 04/2/2008Consultori familiari, case di Terapia maternità, Antalgica strutture delibera ambulatoriali N. 947 del e di 6/7/2009 degenzadi ostetricia e Ginecologia Endoscopia Digestiva delibera N. 948 del 6/7/2009Psichiatria adulti Servizi Trasfusionali delibera N. 819 del 13/6/2011RadiologiaFormazione Provider ECM delibera N. 1333 del 19/9/2011Medicina fisica e riabilitazione Formazione delibera N. 1332 del 19/9/2011Sert e strutture di trattamento Cardiologia residenziali delibera e semiresidenziali N. 1802 del 05/12/2011 per personedipendenti da sostanze d’abuso Pediatria delibera N. 1896 del 19/12/2011Laboratorio Analisi Medicina Interna rev. 1 delibera N. 419 de 10/04/2012.Trapianti di fegato Radiologia rev. 1RINNOVO APPROFONDIMENTI AGGIUNTIVI


Approccio sistemico ai PDTAMIGLIORARE15Mission,Obiettivi epianificazioneResponsabilitàUnUnresponsabileresponsabiledeldelPDTAPDTAUnUngruppogruppodidilavorolavoromultidisciplinaremultidisciplinareVerifica dei dei risultatiAnalisi(RDD(RDDeeAUDITAUDITCLINICO)Analisi di di processo processoCLINICO)critericriterididiinclusioneinclusioneededesclusione,esclusione,e miglioramentoLineeLineeGuidaGuidaeeprocedure4procedureCriteriCriterididiClinicalClinicalCompetenceCompetenceIndicatori di di performancee monitoraggio23GARANTIRECHECK LIST SPECIFICAPER I PDTA


REQUISITI DELLA CHECK LIST:Analisi del contesto e identificazione degli obiettivi, progettazioneResponsabilità (definizione del responsabile del percorso, delfacilitatore del percorso/case manager, chi verifica l’applicazione e lamanutenzione del percorso )Gruppo di lavoro multidisciplinare (professionalità, coordinatore,rappresentante dei pazienti ) Letteratura di riferimento (linee guida di riferimento , bibliografia )Criteri di eleggibilità (tipologia dei pazienti, criteri di inclusione e diesclusione )Descrizione del percorso (descrizione delle interfecce,sequenza delleattività,tempistica,responsabilità,snodi decisionali,modalità dirappresentazione grafica,comunicazione per il paziente)Valutazione dell’impatto (indicatori di processo e di esito,modalità diindagine della qualità percepita, di monitoraggio, valutazionesistematica dei risultati )Modalità di diffusione e di implementazione (all’interno e all’esternodell’Azienda,attività formative nei confronti di familiari e care givers)Miglioramento continuo (eventuali azioni correttive previste nel casosi verifichino scostamenti)Aggiornamento del percorso


LE RESPONSABILITA’RESPONSABILE DEL PDTAPianifica Pianifica e Coordina Coordinale le attività attivitàattraverso attraverso il il coinvolgimento coinvolgimento degli deglioperatori operatori delle delle Strutture Strutture interessate interessateDefinisce Definisce i i bisogni bisogni di di addestramento addestramento e pianifica pianifica adeguati adeguatimomenti momenti formativi formativiSorveglia Sorveglia l’andamento l’andamento generale generale del del percorso, percorso, rileva rileva le le criticità criticitàededattiva attiva azioni azioni correttive correttivePianifica Pianifica momenti momenti sistematici sistematici di di verifica verifica delle delle performanceperformanceIndividua Individua gli gli indicatori indicatori ed ed attiva attiva il il sistema sistema di di raccolta raccolta ed edelaborazione elaborazione dati datinecessario per per il il monitoraggio monitoraggio e la la verifica verificadei dei risultati risultati attraverso attraverso audit auditclinicoRelaziona Relaziona sull’andamento sull’andamento delle delle attività attivitàdurante il il Riesame Riesame della dellaDirezione DirezioneAvvalendosi Avvalendosi delle delle competenze competenze specifiche specifichedi di componenti componenti il il gruppo gruppodi di lavoro lavoro multidisciplinare multidisciplinare (che (che rappresenta rappresenta l’interfaccia l’interfaccia con con le leUO UO attraversate attraversate dal dal percorso) percorso)8


La valutazione sistematica dei risultatiLo strumento può essere l’AUDIT CLINICO: a partire dall’identificazione degli indicatoriRISULTATI


L’INFORMATIZZAZIONEIndicatoriRisultatoStandardBUDGET 2013PDTA Testa ColloSCHEDA DI DIPARTIMENTO:PDTA mammellaAvvio di Azioni Correttive(con il nome di unreferente identificato)


Dalla scheda di Budget 2013• Percorso Punto Mammella• Percorso Torace• Percorso Punto Prostata• Percorso neoplasie Testa collo• Percorso Frattura Femore• Percorso Paziente Urgenza Vascolare• PDTA Ortogeriatria• Percorso Fegato• Percorso Broncologia• Percorso Cefalea• Stroke• Politrauma• Percorso IMA Rete Provinciale STEMI• Percorso Ca erdo-familiareImplementazioneDefinizioneRiorganizzazioneVerifica dei risultati attraversoindicatori specifici di percorso• Percorso counseling nelle malformazioni in epoca pre-natale• Percorso Radiologia interventistica• Percorso di accesso e triage codici rossi e gialli età pediatrica


In quale modo comunichiamoall’Agenzia Sanitaria Regionale illavoro che abbiamo svolto in vistadell’Accreditamento?


0 - PRESENTAZIONE DEL DIPARTIMENTO1 - ELEMENTI QUALIFICANTI2 - POLITICA OBIETTIVI E PIANIFICAZIONE3 - RESPONSABILITA’INDICE:4 - ATTIVITA’ ED INTERFACCE OPERATIVE5 - GESTIONE DEL RISCHIO, PROCESSI PERCORSI,PROCEDURE6 - SISTEMA INFORMATIVO7 - VERIFICA DEI RISULTATI8 - MIGLIORAMENTO ED INNOVAZIONE9 - COMUNICAZIONE INTERNA ED ESTERNA EPARERE DEGLI UTENTI10 - GESTIONE DELLE RISORSE


ATTIVITA’ DI SUPPORTO delSERVIZIO ASSICURAZIONE QUALITA’


L’esperienza di un PDTA sviluppato adottando questo metodo esottoposto a verifica ispettiva regionale di accreditamentoDr. Angelo GhidiniPDTA per il trattamento delle neoplasie della regione Testa-Collo


Grazie per l’attenzione.