Quaderno inviato da CGIL Genova.pdf - Urban Center - Comune di ...

comune.genova.it
  • No tags were found...

Quaderno inviato da CGIL Genova.pdf - Urban Center - Comune di ...

La Grondadi GenovaDIBATTITO PUBBLICO1 febbraio - 30 aprile 2009Quadernodegli attoriPresentato da CGIL GENOVA24 febbraio 2009


Quaderno degli attoriCGIL GENOVAGRONDA E INFRASTRUTTURELa CGIL, Camera del Lavoro di Genova,assume il metodo del “dibattitopubblico”, proposto dalla CivicaAmministrazione, relativamentealla cosiddetta Gronda Autostradale,come un utile strumento di confrontocon la cittadinanza a condizioneche:• non sia sostitutivo del necessarioconfronto con le Organizzazionisindacali, di cui va riconosciutoe valorizzato il ruolo disoggetti di rappresentanza, nellosvolgimento dei confronti utilia promuovere la crescita dellacittà e del suo territorio;• non incarni un esercizio di “stiledemocratico” fine a se stessoe produca l’effetto di rendereeffettive ed esecutive, in tempistretti, le scelte sottese nel dibattito.Ciò premesso la CGIL di Genovaritiene anche la costruzione dellaGronda autostradale, utile permeglio infrastrutturare il territoriogenovese al fine di renderlo capacedi rispondere puntualmente allesue necessità, non solo di crescitaeconomica: inoltre la realizzazionedella Gronda rappresenta un positivocontributo sul piano del miglioramentoambientale attraverso ilminor impatto del traffico, soprattuttopesante, sulla città.Resta necessario prevedere, contestualmentealla costruzione dellaGronda, l’ampliamento e il miglioramentodella quantità e qualità ditraffico trasferibili su ferro finalizzandolaa tre obiettivi:• separazione del traffico mercidal traffico passeggeri;• ridefinizione dei fasci binari dividendoil merci dai collegamentiferroviari a lunga percorrenza edi questi dal traffico ferroviariourbano e suburbano;• utilizzare i sedimi ferroviari residuatida tali processi di riorganizzazioneal fine di incrementarel’offerta quanti-qualitativa disistemi locali di metropolitanadi superficie. Ciò anche in relazioneall’obiettivo di realizzareed incrementare l’offerta ditrasporto su assi protetti per laValbisagno e l’utilizzazione a finipubblici delle aree dimesse dall’Aziendaferroviaria.Non è nostro compito verificare edefinire il miglior tracciato possibile,fermo restando l’urgenza, diavviare rapidamente i cantieri peri tratti comuni previsti dalle cinquealternative.In tale contesto, la CGIL Camera delLavoro di Genova, ritiene che:• vada scelto il progetto con il mi-1


Quaderno degli attoriCGIL GENOVAnor impatto sociale sia dal puntodi vista delle civili abitazionicoinvolte, che dell’incidenza sultessuto produttivo e commercialeesistente; allo stato delle ipotesinon paiono condivisibili leopzioni che interferiscono sulleattività produttive di Ansaldo-Energia e San Giorgio Seigen;• ai soggetti coinvolti da processidi esproprio di propri beni, finalizzatialla realizzazione dell’operavanno, prima che ciòaccada, offerte ricollocazioni edindennizzi coerenti ed adeguati.A tal fine può essere valorizzatoe migliorato quanto sviluppatoin termini positivi nella gestionedell’ esperienza di Via Colano/Mercati Generali. In tale contestovanno migliorate le garanzie,laddove fossero interessatecivili abitazioni, agli affittuari enon ai soli proprietari;• al fine di ancor meglio corrisponderead una ridefinizionedei flussi di traffico che insistonosulla viabilità costiera il progettoprescelto deve prevederecome rendere possibile, nel contestoterritoriale di riferimento,il congiungimento con l’ipotizzata,e temporalmente successiva,Gronda di Levante;• i cantieri per le esecuzioni delleopere debbono essere ispiratialla logica di una temporalità definita,del minor impatto possibilesui singoli quartieri e la lorovivibilità e viabilità, al rispetto divincoli ambientali certi;• verificata l’esistenza dei finanziamentia copertura della realizzazionedell’opera va definitocon la stazione appaltante econ la civica amministrazioneun accordo quadro preliminaresul sistema degli appalti esulle regole per l’affidamentodegli stessi relativamente allaloro tipologia, natura, regolaritàdi impiego della mano d’opera,di rispetto delle normative contrattuali,di sicurezza e ambientali,della legalità; in particolaresarebbe utile ricorrere, stante ledimensioni finanziarie dell’opera,a gare pubbliche utilizzantile normative delle gare europee;• considerando che, a prescinderedal tracciato meglio visto e scelto,una quantità significativa deltracciato si svolgerà in galleria,l’enorme quantità di materialedi scavo deve offrire un’ occasioneper procedere alla esecuzionedi opere di interesse generalerelativamente allo sviluppodel porto di Genova, riaprendoun confronto con tutti i soggettiinteressati che in maniera funzionalene ridisegni, ampliando-2


Quaderno degli attoriCGIL GENOVAle, le potenzialità in termini dispazi complessivamente offertial suo sviluppo, alla ricollocazionedi attività e finalizzato anchead offrire occasioni per nuovi insediamentidi attività economico-produttive.La Cgil, Camera del Lavoro Metropolitanadi Genova, ritiene opportunoinserire l’opera nel quadro piùgenerale del sistema infrastrutturaleligure rispetto al quale il pianogenerale dei trasporti e della logisticaaveva tracciato le linee guidaper la realizzazione di una mobilitàsostenibile ed in particolare tra gliinterventi strategici era stata individuatala necessità di :• attivare più efficaci collegamentimerci tra Genova e l’oltre Appennino• incrementare l’efficienza e l’accessibilitàalle reti ed ai servizidi trasporto• razionalizzare ed incentivare losviluppo di sistemi logistici edi processi di distribuzione dellemerci• sviluppare l’integrazione tragomma-rotaia-mare attivandole c.d. autostrade del mare• migliorare la qualità e la vivibilitàdell’ambiente urbano attraversolo sviluppo di sistemi dimobilità sostenibileLo svilupparsi degli effetti positiviprodotti dalla costruzione dellaGronda autostradale può consentire,attraverso il declassamento dell’attualetracciato cittadino dell’autostrada,con l’opzione di dedicarlaal solo traffico leggero, di facilitare,agevolandola, la mobilità dei cittadiniGenovesi.Nell’ambito dello sviluppo “del dibattitopubblico” la CGIL, Cameradel Lavoro di Genova, resta disponibile,come da sua tradizione democratica,a confrontare le proprieposizione ed elaborazioni con tuttii soggetti istituzionali, politici e sociali.Tutto ciò premesso la CGIL, Cameradel lavoro di Genova ritiene necessariosviluppare un confrontodi merito, nelle sedi proprie, con laCivica Amministrazione ed i soggettiinteressati, volta a costruireun’intesa sull’insieme dei temi riguardantilo sviluppo della città,della sua infrastrutturazione e sullaqualità del lavoro.PER ULTERIORI INFORMAZIONICamera del Lavoro MetropolitanaGenovaVia S. Giovanni d’Acri, 616152 - GenovaTel. 010 - 6028227 - 228Telefax 010 - 60282003


Quaderno degli attoriCGIL GENOVACommissione per il Dibattito Pubblico sulla Gronda di Genovac/o Ufficio Città Partecipata – Comune di Genova – Via di Mascherona, 19 – 16123 – GenovaTel. 010/20976208 – Sito web: http://urbancenter.comune.genova.itMail: commissionedibattitopubblico@comune.genova.it4

More magazines by this user
Similar magazines