Dicembre - Comune di Rovigo

comune.rovigo.it
  • No tags were found...

Dicembre - Comune di Rovigo

BilancioBic 7LA MANOVRA DI ASSESTAMENTO PUNTASULLA SICUREZZA E SUI SERVIZI SOCIALIL’assessore Milan ha presentato il documento nel Consiglio comunale del 28/11/2008Sicurezza e sociale. Sono questi i settori ai quali andrà granparte delle risorse derivanti da maggiori entrate.L’ultimo assestamento di bilancio, illustrato dall’assessoreAngelo Milan vede anche un emendamento condiviso conl’opposizione.La disponibilità economica è di 622 mila euro. Tali risorsesaranno impiegate in diversi settori, in particolare legatialla sicurezza stradale e ai servizi alla persona, ma anchealla cultura, sport, ecc.Anche senza queste maggiori entrate, l’amministrazionecomunale non avrebbe avuto problemi di bilancio, magrazie a queste si potrà fare qualcosa in più del previsto.Nel dettaglio: 40 mila euro per sicurezza nei fabbricati,12 mila per l’acquisto di estintori, 10 mila per l’adesioneal progetto Urban, 80 mila per la sicurezza nelle strade(segnaletica e manutenzioni varie), 30 mila per il progettospostamento scalo merci (cofinanziato dalla Regione), 32mila per il trasporto pubblico,in particolare per il nuovobando di gara, 9 mila per lo sport, 12 mila per l’istruzione,150 mila per la Polizia municipale (buona parte peril noleggio autovelox e per la notifica delle sanzioni), 65mila euro saranno destinati ai Servizi sociali (assistenzadomiciliare, buoni pasto, assistenza ai minori in carico alComune), 10 a Cofidi, 100 mila al personale come anticiposul rinnovo del contratto 2009.Infine, 50 mila euro andranno al settore Cultura, in particolareall’Accademia dei Concordi.“Tali impegni, come promesso, sono stati affrontati inCommissione consiliare, dove sono emerse anche altreproposte: l’esigenza di aumentare l’importo per Cofidi edi affrontare l’emergenza mutui casa. In tal senso Milansi è assunto l’impegno di cercare le soluzioni più idonee,coinvolgendo anche l’opposizione, in particolare per quantoconcerne il “pacchetto casa”. Tra le altre idee emersein commissione, anche quella di trovare delle agevolazioniper il settore del commercio; per esempio mettendo adisposizione dei commercianti, dei pacchetti di soste gratuiteper i loro clienti. E ancora, destinare 10 mila euro percreare una parete mobile che divida la palestra di S. Pio X,dando la possibilità di usufruirla meglio”.Guardando i dati generali il Bilancio consuntivo del2007 era di 38.960.879,50 euro, il previsionale 2008 di40.401.004,08 e quello definitivo 43.413.146,88, ossia 4milioni e mezzo in più rispetto al consuntivo del 2007.Milan ha sottolineato con soddisfazione le maggiori risorsedisponibili ma anche la preoccupazione per le esigenze deiservizi alla persona, dove dal 2007 vi è stato un incrementodi circa un milione e 400 mila euro. Dato che segnalala presenza di un forte disagio in città. “Dall’estate - hachiuso l’assessore Milan -, le persone che si rivolgono aiServizi sociali sono quasi raddoppiate”.Assestamento anno 2008Descrizione Centro di Costo StanziamentoDefinitivoAffari Generali € 2.365.528,23Attività Finanziarie € 7.174.104,28Lavori Pubblici € 2.567.237,19Statistica € 1.616.116,61Polizia Municipale € 4.541.096,29Scuole € 4.077.196,99Museo e Biblioteca € 3.174.341,52Attività Sportive € 999.541,82Viabilità e Protezione € 5.022.488,23CivileUrbanistica ed Edilizia € 1.084.504,10Servizi Ambientali € 2.810.907,98Servizi alle Persone € 6.819.003,89Fiere, Affissioni e Pubblicità € 1.161.079,75Totale complessivo € 43.413.146,88


8 Bic AmbienteIl Comune di Rovigo protagonista in tema ambientaleCON LA RACCOLTA DIFFERENZIATA SI COLLOCAAI VERTICI NAZIONALI E AVVIA IL PROGETTO“BIODIESEL”Il Comune di Rovigo è al settimo posto in Italia, sia comepercentuale di raccolta differenziata, che come indice dibuona gestione. E’ il dato che emerge dall’ultimo reportdi Legambiente, evidenziando un risultato molto soddisfacente,ottenuto anche grazie ad una serie di iniziativemes se in atto dall’amministrazione comunale assieme adAsm Rovigo SpA, l’azien da che si occupa, tra l’altro, an chedella gestione del ciclo dei rifiuti nel nostro Comune.Tra i progetti di maggiore successo, come evidenzial’assessore all’Ambiente Nadia Romeo: l’Ecocamion, cheperiodicamente raggiunge le località più lontane dal capoluogoe raccoglie le frazioni di rifiuto il cui conferimentoè meno agevole (RAEE, batterie, etc.); il prelievo a domiciliodegli ingombranti estremamente curato e capillare;il compostaggio domestico.Queste ed altre iniziative, grazie alla collaborazione deicittadini, hanno consentito tra l’altro di contenere a livelli“fisiologici” fenomeni negativi quali l’abbandono indiscriminatodei rifiuti al di fuori degli spazi dedicati.Da sottolineare che il Comune di Rovigo è uno dei pochiin Italia a non aver aumentato, anzi ad aver diminuito laTariffa d’igiene ambientale (Tia) nel corso dell’ultimobiennio. Ad un servizio di qualità sempre maggiore haquindi, fatto riscontro una minore incidenza sui portafoglidei cittadini.E per ottimizzare sempre più questi risultati Comuneed Asm hanno dato vita al progetto “Biodiesel dal tuoolio cucina”.L’iniziativa, all’avanguardia a livello nazionale, consiste nellacreazione di una filiera corta ed integrata la quale, a partiredagli oli esausti raccolti da ASM, conduca alla produzionedi carburante che va ad alimentare gli stessi mezzi diesel diAsm. Una filiera chiusa, quindi, ma soprattutto corta, perchésolo mantenendo i vari passaggi in un raggio di pochi chilometriè possibile raggiungere una sostenibilità economica,oltre che ambientale, dell’iniziativa.La raccolta degli oli alimentari esausti è iniziata nel 2005,anche a seguito di pre cise richieste da parte dei cittadini,con il primo contenitore per il conferimento posizionatoall’Ecocentro; nel 2006 è stata gra dual mente avviata ladistribuzione gratuita alle famiglie delle tanichette da 5litri; ad oggi le tanichette distribuite sono circa 2.800.Nel corso del 2007 sono stati predisposti nuovi puntidi conferimento per le utenze domestiche ed è stataavviata una campagna di informazione rivolta alle utenzepro fes sionali. Nel 2008, parallelamente conlosviluppo del progetto di riutilizzo dell’oliocome carburante, sono stati contattati i rappresentantidella grande e media distribuzione,per ottenere la loro collaborazione allaraccolta. I risultati sono molto confortanti, enumerosi centri commerciali e supermercatihanno accettato di ospitare i contenitori incui i clienti possano conferire i propri oli.Nella foto: l’assessore Nadia Romeo,in Accademia dei Concordi, presenta il progetto BiodieselNel 2005 la raccolta degli oli era stata di 2 tonnellate.Nel 2007 siamo già arrivati a 15 tonnellate. Un obiettivorealistico per il 2008 è di 20 tonnellate, ma naturalmenteil Comune conta di ampliare in modo consistente questequantità nel futuro prossimo, grazie alla diffusione deicontenitori domestici ed all’aumento dei punti di conferimento,ma soprattutto grazie al progetto “Biodiesel daltuo olio cucina”. Una iniziativa assolutamente innovativa,perché le uniche realtà già operanti nel campo del riciclodegli oli alimentari nell’autotrazione, impiegano il biodieselper alimentare autobus e non i mezzi utilizzati perl’igiene urbana.Il progetto ha quindi, una particolare valenza dal punto divista ambientale, per ché mira a incrementare la raccoltadell’olio alimentare, riducendo per quan to possibile loscarico in pubblica fognatura di prodotti la cui depurazionerap presenta un costo molto elevato, recuperandomateriali riciclabili con in di retti risultati di miglioramentodell’inquinamento atmosferico allo scarico.I mezzi che utilizzeranno il biodiesel saranno quelli cheAsm quotidianamente impiega nei servizi di igiene urbana.Come funziona la filiera? ASM raccoglie olio vegetaleesausto dalle utenze domestiche e professionali del Comunedi Rovigo. SEB opera le fasi di trasporto dell’olioa raffinazione. Salgaim Ecologic esegue nell’impianto diCampagna Lupia il processo di raffinazione, e trasportal’olio allo stabilimento Alchèmia di Cavanella Po. Alchèmiaproduce il biodiesel, lo miscela al 25% con gasolioper autotrazione fornito da San Marco Petroli ed operala consegna al distributore interno di ASM, nella sedeoperativa di Rovigo. Un percorso che si chiude in soli132 Km.“Siamo stati invitati - afferma con soddisfazione l’assessoreRomeo -, a presentare questo innovativo progettonelle più prestigiose vetrine italiane in campo ambientale,come Ecomondo a Rimini e ZeroEmission a Roma, diventandoun esempio per molte altre realtà nazionali”.


Pari opportunità/PaceVIOLENZA SULLE DONNE: USCIRNE SI PUO’Un’équipe di professionisti per aiutare le vittime a riappropriarsi della propria vitaLa violenza sulle donne non è solo fisica, spesso anchepsicologica. Entrambe tolgono la libertà, annientano lapersona, gettandola in un vortice di disperazione dalquale è difficile uscire. Una violenza, purtroppo, moltopresente anche nel nostro territorio, che troppo spessoavviene tra le mura domestiche. A Rovigo i casi segnalatidall’inizio dell’anno sono stati una ventina per la maggiorparte di coppie italiane. Per mettere fine a tutto questo ènato il Servizio antiviolenza.Il servizio, che in collaborazione con le forze dell’ordine,i servizi territoriali e i centri di ascolto del volontariato,si occupa delle donne vittime di violenza, nasce all’internodel Centro Interculturale Donna (che ha sede invia Donatoni 4). Grazie anche ad un iniziale contributoregionale è stato possibile creare una vera e propriaequipe di professionisti, che offre gratuitamente accoglienza,ascolto, orientamento, consulenza psicologica econsulenza legale.Il servizio è aperto tre giorni alla settimana e il primocolloquio avviene con una operatrice, assistente sociale,che oltre ad una funzione di coordinamento rispetto alCentro Donna Interculturale si occupa anche della primaaccoglienza delle donne vittime di qualsiasi forma diviolenza.Il centro garantisce l’anonimato e la riservatezza.Gli operatori cercano di aiutare la persona a realizzare ilpercorso che consapevolmente vuole intraprendere peraffrontare la situazione di difficoltà in cui sta vivendo.Il Servizio Antiviolenza può limitarsi ad una attività informativae di orientamento, o svolgere attività collegate aiservizi già presenti sul territorio e quindi utilizza la retedei servizi per far fronte alle esigenze espresse dalla donnache subisce violenza.A Rovigo è nato ilServizio antiviolenzaLa psicologa quale specifica figura professionale inseritaall’interno dell’èquipe del Centro antiviolenzagioca un ruolo fondamentale.Il servizio antiviolenza è rivolto a tuttele donne, sia italiane che straniere. Chi sitrova in situazione di non abbienza, e cioénon ha i mezzi economici per provvedereal pagamento di un legale per la propriatutela, sempre che né sussistano i presupposti,può avvalersi del gratuito patrocinio,a spese dello Stato, come previstodalla specifica normativa.Per promuovere il Centro e sensibilizzarel’opinione pubblica, l’assessorato allePari opportunità, in collaborazione con laCommissione pari opportunità, ha promossouna serie di incontri-seminari informativisulla violenza di genere e lepossibilità di tutela per le donne, sociale,psicologica e legale, nonchè un corso pratico di autodifesaper donne, gratuito, che si tiene nella palestra comunaledi viale Marconi.A conclusione degli incontri-seminari, il 25 novembre, inoccasione della giornata internazionale contro la violenzaalle donne si è tenuto un convegno con le esperienzedei Centri antiviolenza di altre città.IL Servizio antiviolenza è aperto il martedì dalle 16.30 alle18.30, il mercoledì dalle 10 alle 13, il giovedì dalle 10 alle13 e dalle 14.30 alle 16.30. Telefono/Fax 0425/461021e-mail: centrodonna@comune.rovigo.ithttp://www.comune.rovigo.itBic 9NASCE PEACE LIBRARYNasce la Piccola biblioteca della pace. L’iniziativa è realizzatasu proposta della Consulta per la pace e i diritti umanidel Comune di Rovigo e si pone come struttura collegataall’Ufficio Pace. L’obiettivo è promuovere iniziative culturali,didattiche, informative, di ricerca, sia autonomamente, sia incollaborazione con strutture universitarie, centri studi, entipubblici e privati di ambiti diversi.L’intento di creare un Centro Studi e Ricerca sulla Pace e iDiritti Umani, denominato “la Piccola biblioteca della pace” èdi raccogliere le istanze provenienti dalle Associazioni pacifiste,ambientaliste e culturali, di creare un archivio condivisodelle loro esperienze e della rete comunale, e di proporrestrumenti culturali adeguati. Proporre alla nostra Comunitàla Piccola biblioteca della pace vuol dire anche proporre un“Laboratorio della cittadinanza attiva”. La denominazioneulteriore in lingua inglese“Peace Library” vuole esprimere ilconcetto che essa sarà a Rovigo un luogo interculturale deidiritti umani, che possa rispondere alla più ampia domandadi servizio culturale. Le attività della Peace Library sonoUn centro di studi e ricercasulla pace e i diritti umanidedicate all’apprendimento e all’utilizzazione da parte dellaMunicipalità di Rovigo, nonché la fruizione da parte dioperatori sociali e di singoli cittadini e, anche medianteconvenzioni, di associazioni ed enti pubblici e privati. LaPeace Library raccoglie, anche nella forma del comodato,materiali editi ed inediti sulle tematiche della Pace e deiDiritti umani. Entrerà a far parte del Sistema bibliotecarioprovinciale e favorirà l’accesso al prestito locale ed interbibliotecario,ed ai servizi delle Biblioteche del territorio.La Peace Library potrà promuovere: conferenze, seminari;corsi di aggiornamento e di formazione anche mediantefinanziamenti esterni; interscambi e sinergie con scuole edenti pubblici e privati; assegnazione di borse di studio e dilavoro; fornitura di servizi.La sede sarà a Rovigo in appositi locali messi a disposizionedel Comune. Il funzionamento e le modalità di partecipazionesaranno definiti con apposito Regolamento.


10 Bic Servizi SocialiCONTINUA L’IMPEGNO PER COMBATTEREPOVERTÀ ED EMARGINAZIONECombattere l’esclusione sociale, la povertà e l’emarginazione,restano le priorità dell’assessorato ai Servizi allapersona. I progetti, i servizi e le opportunità che seguonorientrano in questa politica sociale. E, nonostante lerisorse economiche di tutti i Comuni siano sempre piùridotte, l’Assessorato si è maggiormente impegnato perrendere più produttive le risorse cosi dette extrafinanziarie,costituite dalle associazioni del privato sociale, dallepersone, dalle famiglie e dagli operatori dei Servizi socialie dell’Ufficio casa.Servizio civileSi è concluso il Progetto “Solitudine”. Realizzato con 4volontari del sevizio civile regionale in collaborazione conl’Università di Rovigo. Con il progetto si è sperimentatoun modello di intervento sociale nei confronti delle personeanziane sole. Partendo dall’analisi dei bisogni relazionali,si è arrivati ad individuare interventi sempre piùmirati a rendere migliore la vita dell’anziano. A gennaio2009 si terrà un convegno sull’esperienza svolta e saràpubblicato un rapporto.Il Progetto è stato sostenuto finanziariamente anche dallaFondazione Cariparo.Un secondo Progetto di Servizio Civile si è sviluppato attornoall’Informanziani. I volontari del Servizio Civile conquelli delle Associazioni “Auser”, “Anteas” e “Barbujani”offrono ascolto, informazioni, orientamento ai servizi einterventi di assistenza leggera a domicilio.Progetto promozione della salute nella popolazioneanziana ed adultaIl Progetto è frutto della collaborazione tra i Settori Servizialla Persona e Sport e la Uisp di Rovigo. L’obiettivoè prevenire le malattie e migliorare gli stili di vita deglianziani e degli adulti. Prevede attività di “ginnastica adomicilio”, “ginnastica dolce e attività fisica adattata inpalestra” e “Gruppi di cammino”. L’iniziativa è sostenutadalla Fondazione Cariparo e si svolge con la vigilanzadell’Azienda Ulss 18.Risultati indagine “Grandi Anziani”Oltre il 94% degli anziani che vivono soli ha un ambientedomestico sicuro. Mentre il 6% delle abitazioni (pari a oltre75 abitazioni del totale), presenta un dato che meritaattenzione in quanto la sicurezza dell’ambiente di vita nonè certa. E’ quanto è emerso dall’indagine conoscitiva sugliambienti domestici dei “Grandi Anziani” (ultra settantacinquenni)che vivono soli, svolta tra febbraio e maggioscorsi, su un campione rappresentativo di 200 casi (il 12%di 1660 anziani che vivono soli), selezionato per sesso eluogo di residenza.Sono risultate anche delle emergenze notevolmente critiche,quali le scarsa informazione sui servizi e sulle opportunitàofferte dal sistema di welfare e la limitata attività disocializzazione nel tempo libero. L’indagine, che è statapubblicata ed è disponibile nella sede dei Servizi sociali diviale Trieste,18, ha fornito importanti elementi per potertutelare maggiormente le persone di questa fascia d’età.Garante diritti dei detenutiLivio Ferrari, da anni impegnato in attività sociali, è ilGarante dei detenuti. La figura del “Garante dei dirittidelle persone private della libertà personale del Comunedi Rovigo” per la tutela delle persone detenute presso illocale carcere, è stata costituita con atto del Consigliocomunale.Si tratta di un’iniziativa importante perché afferma chetutti i cittadini di Rovigo, anche quelli incarcerati, possonogodere dei diritti e delle opportunità offerte dal sistemasociale per la loro promozione umana e sociale.Progetti inserimenti lavorativi persone svantaggiateL’Assessorato ha puntato sull’obiettivo dell’inserimentolavorativo delle persone svantaggiate e socialmente fragiliper favorire l’inclusione sociale, il recupero di dignità e lafuoriuscita dai circuiti della mera assistenza economicaIn tal senso , il Comune ha aderito, in qualità di partner direte, ai progetti presentati da diversi soggetti alla RegioneVeneto, nell’ambito del “Programma Operativo FondoSociale Europeo 2007-2013 Asse III “Inclusione sociale”.Grazie a queste iniziative è stato ipotizzato di poter inserirein attività formative, di tirocinio e di inserimentolavorativo circa 15 personeGestione associata dei comuni per inserimenti diminori in comunitàPer non perdere i contributi regionali a sostegno deicosti per le rette di ospitalità di minori in comunità e peruniformare gli interventi in materia, il Comune si è fattopromotore di un’iniziativa che prevede la gestione associatafra tutti i Comuni dell’Ulss n. 18 dell’attività relativaalla tutela di minori in comunità. Il Comune di Rovigo,con il ruolo di capofila, assicura le attività amministrativee contabili dei minori ospiti di comunità.L’iniziativa è stata formalizzata con un Protocollo d’intesafra i Comuni.Gruppi appartamentoIl Comune ha messo a disposizione, in comodato d’uso,dell’Azienda Ulss 18 2 alloggi “parcheggio” per la costituzionedi 2 Gruppi appartamento destinati ad accogliere2 gruppi di giovani adulti con sofferenze psichiatrichecompensate. Un nuovo servizio per il nostro territorio,che risponde alle necessità di persone che hanno bisognodi uscire dalle loro problematiche e di ritrovare una vitaautonoma.L’iniziativa è prevista nei Piani di zona dell’Ulss 18 ed èfinanziata anche dalla Fondazione Cariparo; l’organizzazioneè curata dal Dipartimento salute mentale dell’AziendaUlss 18, secondo il progetto approvato dalla Conferenzadei Sindaci.Sostegno alle famiglie monogenitoriali e monoredditoIl sostegno alla Famiglia si concretizza anche nel 2008con l’erogazione di un contributo. Sono state ammesse109 domande di famiglie monogenitoriali e 40 di famigliemonoreddito alle quali sarà ripartito un contributo complessivodi 86.700 euro che permetterà a queste famigliedi affrontare meglio “il costo della vita”.Guida ai serviziE’ stata aggiornata la Guida ai Servizi degli Assessoratiai Servizi Sociali e all’Immigrazione ed è stata inviata atutte le associazioni interessate. E’ disponibile in vialeTrieste,18 e all’Urp.


Sport - Politiche GiovaniliNATALE DELLO SPORTTorna anche quest’anno, con la quinta edizione, il Nataledello Sport. La manifestazione dedicata a tutti gli sportivi, siterrà al teatro Don Bosco in via Marconi a Rovigo sabato20 dicembre dalle 20.30 alle 23. Si tratta di un momentodedicato alle esibizioni delle discipline sportive presenti nelterritorio comunale, che è anche occasione per premiare igiovani sportivi che hanno ottenuto risultati a livello nazionalee internazionale. Lo scopo è quello di creare un momentodi festa per tutti: praticanti, agonisti, simpatizzanti,sostenitori e famiglie. La passione per lo sport, di qualsiasidisciplina si tratti, sarà il leit-motiv della serata. E’ prevista lapartecipazione del sindaco, del prefetto, del vescovo, oltreai presidenti delle varie federazioni, associazioni sportive,enti di promozione, ecc.DIVERTIMENTO, SPORT E SOLIDARIETÀLa piscina Tosi ha ospitato una manifestazione per AMNE-STY INTERNATIONAL. Anche quest’anno come da oltre10 edizioni, le società di nuoto: Rhodigium Nuoto, Rovigonuotoe Linea Sport per Tutti hanno organizzato per Amnestyinternational un evento sportivo il cui ricavato viene“PER IL GIUSTO VERSO”un progetto di educazione alla legalitàDiffondere la cultura dei valori civili. E’ questo l’obiettivodel progetto “Educazione alla legalità”, promosso dalComune di Rovigo in collaborazione con la cooperativasociale Il Raggio verde e sostenuto dalla FondazioneCariparo.Attraverso l’educazione alla legalità è possibile acquisireuna nozione più profonda dei diritti di cittadinanza, partendodalla consapevolezza della reciprocità fra soggettidotati della stessa dignità. Essa aiuta a comprendere comel’organizzazione della vita personale e sociale, si fondi suun sistema di relazioni giuridiche, sviluppa la consapevolezzache condizioni quali dignità, libertà, solidarietà,sicurezza, non possano considerarsi come acquisite persempre, ma vanno perseguite, volute e, una volta conquistate,protette.Oltre ad essere una premessa culturale indispensabile, sipone come un sostegno operativo quotidiano, perché soloun’azione di lotta radicata saldamente nelle coscienze enella cultura dei giovani, potrà acquisire caratteristiche diduratura efficienza, di programmata risposta all’incalzaredel fenomeno criminale.Le origini dell’Educazione alla legalità risalgono al 1992-’93, quando gravi eventi (le stragi di Capaci e via D’Amelio,gli attentati di Milano, Firenze, Roma) resero forte lapercezione di una minaccia al sistema democratico; l’ondaemotiva che ne seguì portò ad un proliferare di iniziativedella società civile, che indussero ad un nuovo impulsonella promozione della cultura democratica, quale mezzodi contrasto a fenomeni, come quello mafioso, permeatiAl via una collaborazione con l’università di Scienzedell’educazione di Padova.Prosegue l’attività del CCR che si riunisce nel mese di dicembre perla seconda seduta per l’anno 2008. Nell’anno scolastico 2008/2009si apre la collaborazione con l’Università di Scienze dell’Educazionedi Padova, che attraverso degli incontri con gli studenti presenteràil Progetto “Philosofy for Children” (educare alla legalità, approcciodialogico-argomentativo in comunità di ricerca)devoluto alla sezione rodigina dell’Associazione per i dirittiumani insignito del premio nobel per la pace nel 1972.L’iniziativa, rivolta ai bambini e ai ragazzi iscritti alle societàdi nuoto del territorio, ha visto una grande partecipazione.Si è tenuta il 14 dicembre nella piscina Tosi.della cultura della prevaricazione, violenza e tendenzialmentetotalitaria.Buona parte dei problemi che minacciano la convivenzapacifica o la tutela dell’ambiente, sono attribuibili non soloa fattori economici, naturali, storici, ma anche a interventinella sfera pubblica che trascurano l’interesse della collettivitào l’ambiente per privilegiare interessi particolari. Ilprincipio di legalità in democrazia rappresenta un mezzodi prevenzione a questi rischi. L’educazione alla legalitàtende a facilitare la partecipazione responsabile alla vitasociale, sviluppando la concezione del diritto comeespressione del patto sociale, valorizzando la nozione diinteresse comune.Su queste convinzioni si basa il progetto elaborato dalComune che ha visto la realizzazione di una serie diazioni organizzate nell’arco dell’anno, a partire da giugno:un percorso di formazione con 6 incontri nei quali sonostati affrontati e approfonditi i temi della legalità, dellapartecipazione e dell’impegno civile (realizzati a luglio); uncampus sulla legalità a Locri.Si è trattato di una vera e propria “vacanza intelligente” rivoltaad adolescenti per associare ad un periodo di villeggiaturamarittima un programma di incontri sui temi dellalegalità e della cittadinanza attiva. Infine, un percorso dicondivisione, in due giornate a dicembre, durante il qualeil progetto viene, appunto, condiviso con gli studenti dellascuola superiore in un momento di approfondimentocon l’elaborazione da parte dei ragazzi di quarta e quintasuperiore delle scuole di Rovigo.CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI/EBic 11Gli auguri di Nataledell’assessore Cattozzial Consiglio dei ragazzi


12 Bic CulturaObiettivo:VALORIZZARE IL PATRIMONIO ARTISTICORISCOPRENDO TRADIZIONI E STORIA DEL NOSTRO TERRITORIOLa cultura rappresenta un momento di crescitaper l’intera comunità. E’ con questa consapevolezzache l’assessorato sta operando, cercandodi promuovere attività e iniziative in grado dicoinvolgere tutti i cittadini.Tra gli obiettivi, la valorizzazione del patrimonioarchitettonico e artistico presente nelterritorio: Teatro Sociale, Museo grandi fiumi, Accademiadei concordi, palazzo Roverella, tempio della Rotonda; maanche l’avvio di iniziative collaterali volte a riscoprire le tradizionie l’identità culturale di una città ricca di potenzialità,spesso non colte o poco conosciute. In tal senso preziosa èanche la collaborazione con associazioni e enti che lavoranonel settore, come: l’Ente Rovigo festival, il Conservatorio Vanezze,l’associazione musicale Venezze, l’associazione Amicidel teatro Sociale di Rovigo, Turismo&cultura, l’associazioneBarbujani e tante altre realtà che rappresentano l’espressioneculturale del territorio e con le quali, l’assessorato intendelavorare in sinergia per ampliare e concertare le varieproposte rivolte alla cittadinanza. Ma cultura significa ancheriscoperta del valore dello stare insieme, creando occasionidi aggregazione e divertimento. Per questo l’assessorato allaCultura in collaborazione con l’assessorato alle Politiche perle frazioni, ha promosso la prima rassegna cinematografica edelle serate di musica, realizzate durante l’estate in tutte lefrazioni. L’idea e la volontà dell’assessorato è di promuovereuna cultura per tutti che apra le porte della conoscenza, dellastoria, della tradizione e del coinvolgimento a 360 gradi.Teatro SocialeLe grandi “stagioni” al Sociale, che quest’anno godono di unaprogrammazione a ventaglio sono certamente uno dei fioriall’occhiello della nostra città. La Stagione lirica e di balletto,aperta ad ottobre con Traviata prima opera del progettoLi.Ve (Lirica Veneta) con il quale alcuni teatri hanno deciso dirafforzare quella collaborazione che da anni li unisce, attraversoun coordinamento stabile delle attività di produzione edi promozione della lirica nel territorio regionale veneto, ancheper questa 193^ edizione ha richiamato un numeroso pubblico.Sono aumentati gli abbonamenti e gli spettacoli, fino ad oggiandati in scena, hanno registrato il tutto esaurito. A gennaioprenderà il via la Stagione di prosa con un cartellone di qualità,con artisti di grande fama quali Dapporto, Pagliai, Preziosi,Servillo, per spettacoli in grado di soddisfare le esigenze di unpubblico eterogeneo. L’obiettivo è avviare un percorso rivoltoa portare a teatro anche chi solitamente non ci va, aprendomaggiormente i luoghi della cultura e dell’arte ai giovani e allepersone che normalmente ne sono lontani.Palazzo RoverellaPalazzo Roverella apre le porte ad un altro prestigioso evento.Dal primo febbraio nelle sue bellissime sale ospiterà l’esposizionesul Déco, l’arte in Italia dal 1919 al 1939.Dopo aver, con successo, indagato gli anni della Belle Epoque(1880 – 1915), è la volta del Déco, un termine che indica unostile, un gusto che segnò nelle diverse arti il periodo compresotra i due conflitti mondiali. Déco esprime la ricerca di unamodernità che intendeva superare la mera funzionalità delleforme aggiungendo ad esse eleganza e persuasività.La mostra, promossa dalla Fondazione Cassa di Risparmio diPadova e Rovigo con Accademia dei Concordi e Comune di Rovigo,è curata da Dario Matteoni e Francesca Cagianelli. Direzionedella mostra: Alessia Vedova. La mostra sarà inauguratail 31 gennaio e resterà aperta fino al 28 giugno.Rotonda.Il tempio della Rotonda è un luogo caro a tutti i cittadini, dasecoli punto di incontro della nostra comunità e simbolo di unaprofonda religiosità, sta diventando uno dei centri culturali piùimportanti della nostra città. L’attività che il Sindacato sta portandoavanti va nella direzione di una valorizzazione semprepiù alta del tempio, testimoniata anche dal ciclo di incontri einiziative, tra storia arte e devozione, realizzato per celebrareil IV centenario della consacrazione. A chiudere il programmadelle iniziative sono stati, recentemente, due concerti di giovaniartisti.Museo grandi fiumiIl Museo grandi fiumi con le sue 3 sezioni espositive e ildeposito-laboratorio di Etnografia, rappresenta una “chicca”nell’ambito culturale cittadino. Un Museo pensato non comeluogo statico ma in continua evoluzione, con un’attività che vaal didi quella puramente di visitazione.Tra le proposte vi è l’offerta didattica con visite guidate alle sezioniespositive permanenti (in collaborazione con CeDi e AssociazioneArcheo Faber), visite guidate al deposito-laboratorio diEtnografia (in collaborazione con Associazione Culturale Barbujani);stages formativi di restauro e archeologia per studentidelle scuole superiori e universitari; assistenza scientifica a studentiuniversitari per esami e tesi di laurea; laboratori didatticidel CeDi; laboratori didattici in collaborazione con AssociazioneArcheo Faber. Ma anche consulenze scientifiche, collaborazioneper ricerche e scavi archeologici , corsi di didattica della preistoriae della protostoria per guide mussali, lezioni, conferenzee seminari di archeologia sperimentale Proseguono inoltre, consuccesso le attività museali. Nel 2008 il Museo grandi fiumi,nell’ambito della Rassegna “Dire & Fare nel Nord Est, ha conseguitoil premio “Leone dell’innovazione e della qualità” per ilprogetto “Sperimentazione e didattica”. Dal 9 febbraio al 31agosto, ha ospitato Il Museo delle Ghise - International ManholeMuseum di Ferrara, visitato da oltre 2000 ospiti Dall’1 al 3agosto ha partecipato al convegno di Archeologia sperimentaleorganizzato dal Museo di Umago (Croazia) nell’ambito delFestival Internazionale dell’Antichità. Sempre al Museo grandifiumi si è tenuto il 4° ed ultimo Convegno di Storia Militarenell’ambito di un progetto di valorizzazione storica per ricordareil 1° Conflitto Mondiale. E per il decimo anno consecutivo,il Museo ha partecipato alla Borsa Mediterranea del TurismoArcheologico a Paestum. Dal 22 settembre al 10 ottobre2008 il Museo ha svolto delle ricerche archeologiche in localitàCampestrin a Grignano, che hanno individuato un abitato dellafine dell’età del Bronzo recente e degli inizi dell’età del Bronzofinale (XIII-XII sec. a .C.), corrispondente al periodo delle originidel villaggio protostorico di Frattesina. L’iniziativa rientra in unprogetto pluriennale di ricerca sulla protostoria nel Medio Polesine,sostenuto scientificamente dalla Soprintendenza per i BeniArcheologici del Veneto e finanziato dalla Regione del Veneto edal Comune di Rovigo.


URPL’Ufficio Relazioni con il Pubblico rappresenta il puntod’incontro fra istituzione e cittadino-utente; nel corsodel 2008 sono 5.180 gli utenti che si sono rivolti all’Ufficiorecandovisi di persona o attraverso il telefono; inoltre sonocirca 4.000 gli utenti che hanno contattato il Serviziotramite posta elettronica.I cittadini possono rivolgersi all’URP per chiedereinformazioni sugli uffici e servizi comunali esull’attività dell’Amministrazione, per presentare suggerimenti,segnalazioni e reclami, per consultare attie documenti amministrativi o richieder ne copia.IL SITO INTERNETL’Urp informa i cittadini realizzando i contenuti delsito internet comunale www.comune.rovigo.itNel 2003 il Sito del Comune di Rovigo è stato visitatoda 89.364 utenti (media mensile di 7.447) e nel2008 il numero di visitatori è salito a 250.000 (mediamensile di 20.833), con un incremento – in cinqueanni - pari al 280% (i dati sono rilevati da un softwareprofessionale per la rilevazione e l’analisi del numeroe della tipologia degli accessi); nel 2008 le paginevisitate sono state più di 750.000.L’ASCOLTO DEI CITTADINIL’URP, nell’ambito del “Progetto Qualità”, si rivolgeai cittadini per conoscere le loro opinioni al fine dimigliorare la qualità complessiva dei Servizi comunali; atale scopo, dal 2004, realizza annualmente una serie diindagini sul livello di soddisfazione degli utenti.“ROVIGO COMUNICA”Tre newletter rivolte ai cittadiniPartita a fine luglio, in via sperimentale, l’iniziativa“Rovigo comunica” sta ottenendo semprepiù consensi. Sono oltre 1.500 gli iscritti alletre newsletter del Comune. Il progetto onlineracchiude, infatti, tre servizi rivolti agli utentiweb: una newsletter generale con tutte le informazionie le novità pubblicate sul sito, una riguardantel’attività del teatro e dell’assessorato allacultura ed una specifica del settore tributi.Si ricorda che per avere tutte le informazioni attraversoposta elet tronica, direttamente a casa o in ufficio,basta iscriversi accedendo al sito del Comune: www.comune.rovigo.it, andare nella sezione newsletter e registrarsiseguendo le indicazioni. Ogni utente potrà deciderese iscriversi ad una o a tutte e tre le newslettere in qual siasi momento potrà inviare la richiestadi cancellazione. Il servizio è gratuito.L’amministrazione invita i cittadini e gli interessati a consultareil si to del Comune e ad iscriversi alle Newsletter,per interagire con l’en te e avere tempestivamentetutte le notizie.Newsletter dell’URPTutte le novità dal Sito www.comune.rovigo.itSe vuoi ricevere informazioni su bandi, concorsi, viabilità,iniziative dell’Amministrazione comunale, convegni, tempolibero e tutte le notizie pubblicate sul nostro sito web,iscriviti alla Newsletter dell’Ufficio Relazioni con il Pubblico(URP). Riceverai con frequenza settimanale gli appuntamenti,le notizie, gli aggiornamenti riguardanti l’attività dell’Amministrazionecomunale.Newsletter del Teatro SocialeSe vuoi ricevere informazioni sulla programmazione dellestagioni Lirica e di Prosa e sugli eventi artistici promossidall’assessorato alla Cultura, iscriviti alla Newsletter delTeatro Sociale. Appuntamenti e news ti saranno inviati periodicamentecon cadenza quindicinale.Newsletter dell’Ufficio TributiPer poter ricevere direttamente nella tua casella di postatutto ciò che riguarda l’Ufficio Tributi: aliquote, agevolazioni,scadenze, normativa, modulistica. L’invio non segue unacadenza predefinita, ed avviene in funzione dei periodi dimaggior interesse per le materie trattate.ORARILunedì 8.30- 12.30Martedì 8.30- 12.30 / 15.30-17.30Mercoledì 8.30- 12.30Giovedì 8.30- 12.30 / 15.30-17.30Venerdì 8.30 -12.30Piazza V. Emanuele II, n.1, piano terraTel. 0425/206202 - 206222 - 206232 - Fax 0425.206330E MAIL: urp@comune.rovigo.itBic 13

More magazines by this user
Similar magazines