BILANCIO

ansaldoenergia.com
  • No tags were found...

BILANCIO

Una Società FinmeccanicaAnsaldo Energia S.p.A.16152 Genova - Italia - Via N. Lorenzi, 8Tel. + 39 0106551 - Fax + 39 0106556209ansaldoenergia@aen.ansaldo.itwww.ansaldoenergia.it


BILANCIO 2008INDICE06_Organi sociali08_Andamento economico e situazione finanziaria10_Eventi di rilievo del 2007 ed intervenuti dopo la chiusura dell’esercizio15_Risultati Ansaldo Energia nel triennio 2006-200916_Analisi della situazione economico-patrimoniale20_Situazione finanziaria22_Informativa sull’attività di direzione e coordinamento di società erapporti verso parti correlate24_Andamento della gestione34_Attività di Ricerca, Sviluppo e Innovazione Tecnologica38_Personale44_Documento Programmatico sulla Sicurezza46_Andamento e dati significativi delle principali società del gruppo50_Evoluzione prevedibile della gestione52_Sedi della Società54_Relazione del Consiglio di Amministrazione e proposte all’Assemblea56_Prospetti contabili e Note esplicative al bilancio al 31 dicembre 200857_Conto economico58_Stato Patrimoniale60_Cash Flow61_Prospetto“sorie-statment of recognised income and expenses”62_Note esplicative al bilancio al 31 dicembre 200864_1 Informazioni generali64_2 Forma, contenuti e principi contabili applicati64_3 Principi Contabili adottati72_4 Aspetti di particolare significatività73_5 Eventi ed operazioni significative non ricorrenti74_6 Informativa di settore


75_7 Immobilizzazioni immateriali76_8 Immobilizzazioni materiali77_9 Investimenti in partecipazioni79_10 Rapporti patrimoniali con parti correlate81_11 Crediti ed altre attività non correnti81_12 Rimanenze82_13 Lavori in corso e acconti da committenti83_14 Crediti commerciali e finanziari84_15 Crediti e debiti tributari84_16 Altre attività correnti84_17 Disponibilità liquide85_18 Patrimonio netto87_19 Debiti finanziari88_20 Fondi rischi e oneri e passività potenziali90_21 Obbligazioni relative ai dipendenti92_22 Altre passività correnti e non correnti92_23 Debiti commerciali93_24 Derivati93_25 Garanzie ed altri impegni94_26 Rapporti economici verso parti correlate96_27 Ricavi96_28 Altri ricavi e costi operativi97_29 Costi per acquisti e servizi97_30 Costi per il personale98_31 Variazione delle rimanenze di prodotti finiti, in corso dilavorazione e semilavorati98_32 Ammortamenti e svalutazioni99_33 Costi capitalizzati per costruzioni interne99_34 Proventi ed oneri finanziari99_35 Imposte sul reddito


ANSALDO ENERGIA BILANCIO 2008101_36 Flusso di cassa da attività operative102_37 Gestione dei rischi finanziari104_38 Compensi spettanti al key management personnel106_Prospetti di dettaglio122_Relazione del Collegio Sindacale all’Assemblea degli azionisti125_Relazione della Società di Revisione sul Bilancio al 31 dicembre 2008INDICE


Organi sociali


ANSALDO ENERGIA BILANCIO 20087CONSIGLIODI AMMINISTRAZIONEper il periodo 2007/2009nominato dall’Assembleadel 20.04.2007COLLEGIOSINDACALEper il periodo 2008/2010nominato dall’Assembleadel 30.09.2008SOCIETÀDI REVISIONEper il periodo2006/2008Giuseppe VeredicePresidenteRoberto TanaVice PresidenteGiuseppe ZampiniAmministratore DelegatoGianpiero CutilloConsigliereAlberto De BenedictisConsigliereRoberto MaglioneConsigliereMario MarginiConsigliereSalvatore RandazzoPresidenteArmando CascioSindaco effettivoPaolo TiraboschiSindaco effettivoEnrico CasanovaSindaco supplenteAldo ParodiSindaco supplenteDeloitte & Touche S.p.A.


Andamento economicoe situazione finanziaria


ANSALDO ENERGIA BILANCIO 20089ANDAMENTO ECONOMICO E SITUAZIONE FINANZIARIA


Eventi di rilievo del 2008 ed intervenutidopo la chiusura dell’esercizioSignori AzionistiI risultati sia economici che finanziari raggiunti dalla Vostra società nell’esercizio appena concluso sonolusinghieri e testimoniano il successo delle strategie poste in essere negli ultimi esercizi.In particolare vanno segnalati il livello degli ordini acquisiti che ha raggiunto i 2 miliardi di euro, il Freeoperating cash flow di 134 milioni di euro, la posizione finanziaria netta che, dopo l’avvenuta distribuzione diun dividendo relativo all’esercizio precedente, pari a 45 milioni di euro, ha raggiunto un saldo positivo di574 milioni di euro, i ricavi che sono cresciuti rispetto al 2007 di circa il 26%, la profittabilità che si èmantenuta su livelli molto positivi con un ROS pari al 9,3% ed il portafoglio ordini che ha raggiunto il valoredi 3.658 milioni di euro.Analizzando in dettaglio i più significativi eventi del 2008 va prima di tutto segnalato che è continuata lacrescita dei volumi di entrambi i pilastri strategici della Vostra società: gli impianti e componenti ed ilservice. Tale crescita di volumi produttivi, naturale conseguenza dell’elevato livello degli ordini acquisitinell’ultimo biennio, è stata peraltro accompagnata da una rigorosa selezione dei profili di rischio insiti neicontratti acquisiti e in una altrettanto attenta gestione degli stessi che ha consentito di mantenere ed inparte migliorare la redditività di entrambi i settori di attività.Per meglio focalizzare la Vostra società sugli obiettivi strategici definiti si è proceduto nel corso del 2008ad una riorganizzazione aziendale che ha avuto come elemento distintivo la creazione di una direzionegenerale concentrata completamente sulla esecuzione dei contratti, ed una condirezione generalefocalizzata sullo sviluppo dei mercati e dei prodotti.Nel corso dell’esercizio si è anche proceduto alla fusione per incorporazione in Ansaldo Energia S.p.A. dellacontrollata Sagemi S.r.l.. Tale fusione, che fa parte di un complessivo progetto di semplificazione dellastruttura societaria, ha già consentito di ottimizzare l’utilizzo delle risorse e di ridurre i costi di struttura.Per quanto attiene lo sviluppo tecnologico, indispensabile supporto alla crescita dei volumi e dei risultati,nei tradizionali settori nei quali opera la Vostra Società l’attività è stata improntata al miglioramento deiprodotti in portafoglio, alla ricerca di nuove opportunità ed alleanze ed alla focalizzazione della controllataAnsaldo Ricerche S.p.A. sui principali progetti perseguiti dal Gruppo. In particolare va segnalato l’avvio di un


ANSALDO ENERGIA BILANCIO 200811programma per l’incremento delle prestazioni della turbina di taglia maggiore e il proseguimento di alcuniprogrammi per estendere il portafoglio dei prodotti del service, con particolare riguardo al service su flottedi macchine non prodotte dalla Vostra società.Va inoltre segnalato, nell’ambito della diversificazione nel settore delle energie rinnovabili e di generazionedistribuita, l’acquisizione, avvenuta nell’esercizio, della Ansaldo Fuel Cells S.p.A., per una quotacomplessiva pari al 94,37%, parte da Sogepa S.p.A. del Gruppo Finmeccanica (78,43%), parte daFincantieri S.p.A.(6,29%) e parte tramite la sottoscrizione di quote inoptate di un aumento di capitale(9,65%).Ansaldo Fuel Cells ha in progetto lo sviluppo tecnologico e l’industrializzazione di celle a combustibile cherappresentano una tecnologia emergente nel settore delle energie rinnovabili e di generazione distribuita, inparticolare in uno scenario in cui le tematiche ambientali divenissero molto vincolanti. Il progetto disviluppo ha un orizzonte temporale piuttosto lungo e la fase di industrializzazione sarà completata solo traalcuni anni.Sempre in quest’ambito si è inoltre proceduto all’acquisto del 25% del pacchetto azionario dellaTurboenergy S.r.l., società specializzata nella produzione e commercializzazione di microturbine di potenzapari a 100 e 600 kW . Riguardo a quest’ultima partecipazione, si segnala l’esistenza di un contrattopreliminare con la società A.P. I. S.r.l., titolare delle quote di maggioranza, che ha per oggetto una opzioneper l’acquisto di un’ulteriore quota di capitale sociale di Turboenergy che consentirebbe al Gruppo diconseguire il 51% della predetta società. Tale operazione potrà essere esercitata nel periodo compreso frail 15 maggio 2009 e il 15 maggio 2010.È inoltre continuato lo sforzo per l’ammodernamento degli strumenti produttivi in particolare dellostabilimento di Genova volto sia al recupero di efficienza sia all’incremento della capacità produttiva.Tali investimenti non si sono limitati all’acquisto di macchinari ed attrezzature di nuova tecnologia mahanno anche riguardato un ambizioso progetto di ridefinizione dello schema produttivo avente comeobiettivo la riduzione dei tempi di attraversamento dei principali prodotti in fabbrica e dei costi diproduzione e la definizione di più sofisticati strumenti di misurazione dell’efficienza ed efficacia dei processiproduttivi.La crescita messa a segno nell’anno non sarebbe stata possibile senza una attenta politica di gestione esviluppo delle risorse umane, leva strategica per perseguire e consolidare il cambiamento.Sono state quindi messe in atto azioni per migliorare il mix professionale delle risorse, con assunzionidall’esterno ma anche e soprattutto con un attento piano di formazione interna, mirante ad accrescere lecapacità tecniche e gestionali del personale, a tutti i livelli aziendali.La Vostra società opera in un settore di attività caratterizzato da elevata internazionalizzazione, da forteconcentrazione dal lato dell’offerta ed elevata complessità tecnologica e gestionale.ANDAMENTO ECONOMICO E SITUAZIONE FINANZIARIA


Nello svolgimento della propria attività la Vostra società è sottoposta a rischi ed incertezze il cui verificarsipotrebbe avere impatti sulla sua situazione economica e finanziaria.I rischi di carattere generale e quelli legati alla tipologia dell’attività e tipici della Vostra società vengono diseguito elencati.Rischi di carattere generaleLa domanda di beni e servizi connessi alla generazione di energia elettrica è funzione della dinamica delprodotto interno lordo dei singoli paesi e dell’andamento demografico degli stessi. Tale mercato viene poiinfluenzato da specifiche politiche in tema ambientale e dall’andamento del prezzo dei principalicombustibili fossili e no utilizzati per la generazione di energia elettrica.Nel corso del 2008 e in modo particolare nel corso dell’ultimo trimestre, i mercati finanziari sono staticontraddistinti da una volatilità particolarmente marcata con pesanti ripercussioni su diverse istituzionifinanziarie e, più in generale, sull’intero andamento dell’economia. Il generale indebolimento delleeconomie mondiali determinerà una contrazione della domanda di generazione di energia elettrica anche sel’impatto sulle diverse tipologie di tecnologia non è al momento di facile predizione. È peraltro certo che,qualora la situazione di debolezza ed incertezza della crescita economica mondiale dovesse permanere peralmeno due o tre anni, le conseguenze sulla situazione economica patrimoniale e finanziaria della Vostrasocietà potrebbero essere significative.Per quanto attiene la dinamica demografica la tendenza ad una crescita costante consente di prevedereconsumi in aumento e quindi di escludere specifici segnali di rischio in quest’ambito.Le politiche a livello ambientale in fase di adozione a livello mondiale sono compatibili con lo sviluppo dellecaratteristiche dei prodotti della Vostra società; peraltro va segnalato che il prodotto principale della Vostrasocietà (turbina a gas per applicazioni in ciclo combinato od in ciclo aperto) rappresenta la soluzionetecnologica meno impattante a livello ambientale all’interno delle alternative forme di generazione dienergia elettrica da combustibili fossili.In ultimo il 2008 ha visto il prezzo dei principali combustibili fossili raggiungere i massimi livelli di semprenel primo semestre per poi scendere ai livelli ridotti durante l’ultimo trimestre a seguito della incombentecrisi economica. Non è ad oggi prevedibile immaginare che nel corso del 2009 si registrino significativevariazioni nei prezzi dei combustibili fossili e pertanto non si segnalano specifici rischi futuri per la Vostrasocietà.Rischi legati alla tipologia di attivitàIl mercato internazionale in cui la Vostra società opera la espone a rischi di natura finanziaria.In particolare per quanto concerne la copertura dei rischi di natura finanziaria la società attua una politicadi estrema prudenza. Per le operazioni in valuta diversa dall’Euro, a rischio di cambio, le procedure


ANSALDO ENERGIA BILANCIO 200813prevedono la specifica copertura con appositi contratti a termine di tutte le operazioni più rilevanti.Per eliminare o minimizzare il rischio di credito, derivante in particolare dalle attività all’estero, la societàadotta una accurata politica di analisi, sin dall’origine dell’operazione commerciale svolgendo un attentoesame delle condizioni e mezzi di pagamento da proporre nelle offerte e nei successivi contratti di vendita.In particolare, in funzione dell’ammontare contrattuale, della tipologia del cliente e del paese importatore,vengono adottate le necessarie cautele per limitare il rischio sia nei termini di pagamento sia nei mezzifinanziari, ricorrendo, nei casi più complessi, ad adeguate coperture assicurative o ad assistere il Clientenell’ottenimento del finanziamento della fornitura.Rischi tipici della Vostra societàLa forte concentrazione dal lato dell’offerta del mercato di riferimento in cui opera la Vostra societàdetermina rischi connessi alla capacità da parte della stessa società di mantenere livelli adeguati diinvestimenti in innovazione tecnologica per consentire al portafoglio prodotti di rimanere competitivo conquello della concorrenza.Sul principale prodotto, la turbina a gas, la Vostra società ha in essere programmi di investimento per lamanutenzione delle caratteristiche tecniche dei principali modelli allo scopo di mantenerli competitivi. Ilrischio di un salto tecnologico indotto dalla concorrenza, che renda i prodotti della Vostra società obsoleti,non appare, al momento, significativo.La solidità dei risultati raggiunti, in particolare il livello e la qualità del portafoglio ordini e la posizionefinanziaria netta consentono alla Vostra società di guardare con relativa serenità all’esercizio 2009 chesarà caratterizzato dagli effetti indotti dalla crisi finanziaria iniziata a settembre 2008 e tuttora in corso.Tali effetti, che faranno sentire il loro peso per almeno tutto il 2009, anche nel più pessimistico scenario finad ora ipotizzabile, non dovrebbero determinare conseguenze significative per la Vostra società; infatti laqualità del portafoglio ordini consente fin d’ora di prevedere per il 2009 risultati in linea con il 2008.Nei primi giorni di gennaio 2009 è pervenuta alla Società la notifica della domanda di nomina d’arbitro daparte della Pont Ventoux S.c.a r.l. nei confronti dell’Associazione Temporanea d’Impresa costituita daAnsaldo Energia S.p.A. (in qualità di mandataria), Alstom Power Italia S.p.A. e Voith Siemens Hydro PowerGeneration S.p.A. quale assegnataria di un contratto del valore complessivo di ca. Euro 15 milioni per lacostruzione di due gruppi di produzione di energia elettrica nell’ambito del progetto per la costruzione diuna centrale idroelettrica nella Val di Susa.All’interno dell’ATI le quote di fornitura sono così ripartite: Ansaldo Energia S.p.A. 31%, Alstom Power ItaliaS.p.A. 17% e Voith Siemens Hydro Power Generation S.p.A. 52%.La Pont Ventoux S.c.a r.l. chiede il pagamento degli asseriti danni diretti ed indiretti e di immagine subiti(quantificati questi ultimi in oltre Euro 35 milioni), per un importo complessivo di ca. Euro 90 milioni,sostenendo che la colpa grave rende inapplicabile la clausola che limita la responsabilità dell’ATI al valoreANDAMENTO ECONOMICO E SITUAZIONE FINANZIARIA


del contratto. Peraltro, da un primo esame della domanda di arbitrato, le argomentazioni della Pont Ventouxvertono sulla mancata soluzione dei problemi relativi alla fornitura Voith-Siemens ed Alstom.Ansaldo Energia S.p.A. ritiene di aver eseguito il proprio scopo di fornitura e di aver esercitato il proprioruolo di mandataria con la massima diligenza e di essere quindi, allo stato, sostanzialmente estranea allecontestazioni sollevate dalla Pont Ventoux per ritardi ed inadempimenti nell’esecuzione del contratto.In considerazione del ruolo di mandataria ricoperto nell’ambito dell’ATI, Ansaldo Energia si attiveràcomunque per difendere gli interessi del Raggruppamento ed i propri ed al riguardo sono in corso incontricon i rappresentanti delle altre raggruppate al fine di definire modalità di gestione della lite e strategiedifensive. Tenuto conto di quanto sopra esposto e della fase embrionale della procedura arbitrale, si ritieneche non si debbano prevedere effetti economici negativi e comunque fronteggiabili nell’ambito degliaccantonamenti per rischi di garanzia che la società effettua a fronte delle incertezze tipiche del segmentodi attività in cui opera.Oltre a quanto sopradescritto non si evidenziano ulteriori elementi di rilievo, intervenuti dopo la chiusuradell’esercizio, che richiedano una segnalazione per gli effetti economico/finanziari che potrebbero generare.


ANSALDO ENERGIA BILANCIO 200815Risultati Ansaldo Energia nel triennio 2006-2008Euro milioni Euro milioni Euro milioni1.400 Ricavi1.2001.000800600400200012010080604020090807060504030201091397912352006 2007200860200633EBIT96Risultato netto2007 20085011590Euro milioni Unità Euro milioni80060040020002.8002.6002.4002.2002.0002.0001.5001.000500Posizione finanziaria netta57548430720062007 2008Addetti2.7582.4672.35420062007 2008Ordini1.9401.705984020062007 2008020062007 2008ANDAMENTO ECONOMICO E SITUAZIONE FINANZIARIA


Analisi della situazioneeconomico-patrimoniale


ANSALDO ENERGIA BILANCIO 200817Il bilancio al 31 dicembre 2008 della AnsaldoEnergia S.p.A. è redatto in base ai principi contabiliinternazionali IAS/IFRS omologati dallaCommissione Europea, integrati dalle relativeinterpretazioni (Standing InterpretationsCommittee – SIC e International FinancialReporting Interpretation Committee – IFRIC)emesse dall’International Accounting StandardBoard (IASB).Al fine di fornire un’informativa completa sullasituazione patrimoniale, economica e finanziaria diAnsaldo Energia S.p.A. sono stati predisposti ecommentati i prospetti di riclassificazione.Euro/migliaia 2008 2007Ricavi 1.235.627 979.001Costi per acquisti e per il personale (1.143.204) (854.922)Ammortarnenti (17.376) (13.650)Svalutazioni (2.000)Altri ricavi (costi) operativi netti (753) (4.187)Variazione dei prodotti in corso di lavorazione, semilavorati e finiti 40.962 (7.870)EBIT 115.256 96.372Proventi (oneri) finanziari netti 20.522 7.936Imposte sul reddito (46.243) (53.850)RlSULTATO NETTO ANTE DISCONTINUED 89.535 50.458Risultato delle discontinued operationsRISULTATO NETTO 89.535 50.458L’esercizio 2008 registra un incremento dei ricaviin tutte le aree di attività pari a circa il 26,2%.Tale incremento è da attribuire, per la partemacchine ed impianti, ad un aumento sia dellaproduzione di fabbrica sia della quotaimpiantistica, mentre per il service l’incremento,rispetto al 2007, è principalmente attribuibile alservice corrente, essendo invece rimastoabbastanza stabile il contributo dei contratti dimanutenzione programmata.Il service rappresenta il 20% circa dei ricavi ed il29% circa del margine lordo prodotti nell’esercizio.L’EBIT presenta un incremento pari a 18,9 milionidi Euro ed è pari al 9,3% del valore dei ricavi (9,9%nel 2007), in realtà il confronto tra i due esercizinon è omogeneo in quanto nel consuntivo 2008sono presenti costi pari a circa 6 milioni di Eurorelativi alle “management fees” addebitate dallaFinmeccanica S.p.A. per servizi resi dallacontrollante stessa nell’interesse e a favore dellesocietà del Gruppo, anche in coerenza con l’attivitàdi direzione e coordinamento, e che non eranopresenti nel 2007; l’Ebit 2008, corretto di taleeffetto, sarebbe stato pari al 9,8%.La spesa totale per ricerca e sviluppo haraggiunto, nel corso del 2008, i 21,9 milioni diEuro di cui 16,8 spesati e 5,1 milioni di Eurocapitalizzati ad incremento delle immobilizzazioniimmateriali mentre nel 2007 il valore totale erastato integralmente imputato a conto economicoed ammontava a 18,3 milioni di Euro. Il saldo altriricavi (costi) operativi netti è stato negativo per 0,8milioni di Euro mentre nel 2007 era stato negativoper 4,2 milioni di Euro. Tale voce include leimposte indirette dell’esercizio, i delta cambio suposte operative al netto degli eventuali rimborsiassicurativi e di un accantonamento al fondo rischisu contenziosi pari a 3,5 milioni di euro. Nel corsodel 2007 erano stati effettuati accantonamenti perun contenzioso in fase arbitrale ed in relazione alANALISI DELLA SITUAZIONE ECONOMICO-PATRIMONIALE


ischio amianto ed erano stati registrati proventiper incassi di crediti precedentemente svalutati.Gli ammortamenti crescono di circa 3,9 milioni diEuro a seguito dell’incremento delleimmobilizzazioni materiali conseguente al piano diinvestimenti in essere per adeguare la capacitàdella fabbrica ai maggiori volumi produttivi.I proventi finanziari netti, positivi per circa 20,5milioni di Euro, sono per 21 milioni di Euro relativialla gestione finanziaria, che ha beneficiato deimaggiori tassi di interesse medi e di una buonaperformance della posizione finanziaria netta.Includono inoltre il risultato delle partecipazioninegativo per 0,4 milioni di Euro che comprende:in positivo i dividendi deliberati dalla controllataAnsaldo Nucleare S.p.A. per 1,3 milioni di Euro edil rilascio del fondo svalutazione controllate relativoalla società ASPL Ltd per 0,9 ed in negativo larilevazione della perdita permanente di valore dellaAnsaldo Ricerche S.p.A. pari a 2,6 milioni di Euro.Le imposte sul reddito, pari a circa 46 milioni diEuro (54 milioni di Euro nel 2007) sono inriduzione, nonostante il miglioramento del risultatoante imposte, in quanto beneficiano della riduzionedelle aliquote fiscali italiane e della ridefinizionedella base imponibile ai fini IRAP. Esse accolgono,oltre ad IRES, IRAP ed imposte differite, anche 0,5milioni di Euro di imposte estere, in netto calorispetto al 2007 (5 milioni di Euro).Nel prospetto seguente è riportata l’analisi dellastruttura patrimoniale al 31 dicembre 2008confrontata con i dati al 31 dicembre 2007:Euro/migliaia 31.12.2008 31.12.2007Attività non correnti 181.391 132.260Passività non correnti 132.546 123.46048.845 8.800Rimanenze 321.793 146.349Lavori in corso su ordinazione 69.276 48.859Crediti commerciali 328.135 335.523Debiti commerciali 421.243 318.259Acconti da committenti 728.519 566.535Capitale circolante (430.558) (354.063)Fondi per rischi e oneri B/T 49.088 55.754Altre attività (passività) nette correnti (28.919) (8.909)Capitale circolante netto (508.565) (418.726)Capitale investito netto (459.720) (409.926)Patrimonio netto 115.265 74.601Indebitamento (disponibilità) finanziario netto (574.985) (484.527)(Attività) passività nette detenute per la vendita 0 0


ANSALDO ENERGIA BILANCIO 200819Le attività non correnti comprendono principalmenteimmobilizzazioni immateriali per 5,2 milioni di Euro,immobilizzazioni materiali per 132,0 milioni di Euro,partecipazioni per 40,2 milioni di Euro ed impostedifferite attive per 3,2 milioni di Euro. Rispetto alloscorso esercizio, le immobilizzazioni immaterialisono in aumento per 5 milioni di Euro a seguitodell’inizio dei processi di sviluppo prodotto; lepartecipazioni in imprese controllate si sonoincrementate di 20 milioni di Euro per il valore diAnsaldo Fuel Cells S.p.A. pari a 20,8 (conseguenteal prezzo pagato ed all’aumento di capitalesottoscritto nell’esercizio per dotare la societàcontrollata dei mezzi finanziari necessari allosvolgimento delle sue attività) e diminuite per lasvalutazione di Ansaldo Ricerche S.p.A. al nettodell’aumento di capitale della stessa per un valorenetto di 0,6 milioni di Euro.Le partecipazioni in imprese collegate sonoaumentate per l’acquisto della società TurboenergyS.r.l. per 1 milione di Euro.Durante l’esercizio in corso è stata fusa perincorporazione la società Sagemi S.r.l. valutata, nelbilancio 2007 per 0,2 milioni di Euro.Le passività non correnti includono TFR ed altripiani di contribuzione definita per il personale per38,3 milioni di Euro e fondi rischi per 90,9 milionidi Euro. L’incremento netto di tale voce, pari acirca 10 milioni di Euro, è dovuto alla variazionedel fondo post chiusura commesse relativo ai costia finire per i progetti che, ottenuto il “certificatoprovvisorio di accettazione”, sono stati consideratiultimati.Il capitale circolante netto migliora di 89,8 milioni diEuro in particolare per il contribuito degli anticipiricevuti da clienti, naturale conseguenza dell’elevatoammontare degli ordini acquisiti. Il patrimonio nettoè rappresentato dal capitale sociale per 11,9 milionidi Euro, da riserve generatesi dalla conversione agliIAS/IFRS, utili a nuovo ed altre riserve per 13,6milioni di Euro nonché dall’utile dell’esercizio per89,5 milioni di Euro.Il cash flow ante investimenti strategici è positivodi 141,6 milioni di Euro, mentre il FFO Fund FromOperations si assesta a 106,4 milioni di Euro conun miglioramento di 13,3 milioni di Euro rispettoallo scorso esercizio.Tali flussi di cassa sono stati generatiessenzialmente dal positivo rapportoincassi/esborsi delle commesse di contenutoimpiantistico e dal service. Gli investimentistrategici comprendono il valore della partecipazioneacquisita da Sogepa S.p.A. di Ansaldo Fuel CellsS.p.A. pari a 6,7 milioni di Euro ed il valore diacquisto della partecipazione in Turboenergy S.r.l.Euro/migliaia 2008 2007Disponibilità liquide al 1° gennaio 22.991 10.694Flusso di cassa lordo da attività operative 135.601 127.497Variazioni delle altre attività e passività operative (29.221) (34.400)Funds From Operations (FFO) 106.380 106.380 93.097 93.097Variazioni del capitale circolante 97.916 125.405Flusso di cassa generato (utilizzato)da attività operative 204.296 218.502Flusso di cassa da attivitàdi investimento ordinario (62.675) (17.856)Free operating cash-fiow (FOCF) 141.621 200.646Operazioni strategiche (7.686) 0Variazioni delle altre attività finanziarie 0 532Flusso di cassa generato (utilizzato)da attività di investimento (70.361) (17.324)Dividendi pagati (45.000) (24.173)Flusso di cassa da attività di finanziamento (89.759) (164.708)Flusso di cassa generato (utilizzato)da attività di finanziamento (134.759) (188.881)Disponibilità liquide al 31 dicembre 22.167 22.991ANALISI DELLA SITUAZIONE ECONOMICO-PATRIMONIALE


Situazione finanziaria


ANSALDO ENERGIA BILANCIO 200821Di seguito è riportata la disponibilità netta al 31dicembre 2008, la cui consistenza, percompletezza d’informazione, viene confrontata conil corrispondente dato al 31 dicembre 2007.La posizione finanziaria netta si incrementasignificativamente a conferma dell’attenta gestionedelle commesse in portafoglio, delle buonecondizioni di pagamento riflesse nei contratti,nonché per l’aumento nel volume delle nuoveacquisizioni con conseguente incasso di maggiorianticipi all’ordine.I crediti finanziari verso parti correlate sono per558,2 milioni di Euro relativi alle disponibilitàdepositate, per politica di Gruppo, pressoFinmeccanica S.p.A. tramite l’utilizzo del sistemadi “cash pooling” che ha consentito dirazionalizzare ed ottimizzare il ricorso al sistemabancario, con conseguenti benefici per tutte lesocietà del Gruppo.L’incremento è quindi da correlare alle disponibilitàdi cassa generate nell’esercizio. La remunerazionedella liquidità avviene alle migliori condizioni dimercato, anche con l’utilizzo di temporaneiimmobilizzi.Conseguentemente anche Ansaldo Energia S.p.A.accentra la gestione della tesoreria delle propriecontrollate praticando gli stessi tassi di mercato.Questo giustifica la presenza dei debiti finanziariverso parti correlate, relativi essenzialmente alledisponibilità di Ansaldo Nucleare S.p.A., mentre trai crediti sono compresi i finanziamenti alle attivitàdi Ansaldo Thomassen B.V., Ansaldo RicercheS.p.A., Ansaldo Esg A.G. e della controllata indianaASPL L.t.d.L’esposizione attiva e passiva verso il sistemabancario è da considerarsi quindi residuale econsiste sostanzialmente in disponibilità vincolateo in valuta non trasferibile connesse alle attivitàlocali.Euro/migliaia 31.12.2008 31.12.2007Debiti finanziari a breve termine 1.134Debiti finanziari a medio/lungo termineDisponibilità liquide o equivalenti 22.167 22.991INDEBITAMENTO BANCARIO E OBBLIGAZIONARIO (22.167) (21.857)TitoliCrediti finanziari verso parti correlate (558.208) (476.668)Altri crediti finanziari (1.155) (1.836)CREDITI FINANZIARI E TITOLI (559.363) (478.504)Debiti finanziari verso parti correlate 4.393 12.731Altri debiti finanziari a breve termine 1.075 993Altri debiti finanziari a medio/lungo termine 1.077 2.110ALTRI DEBITI FINANZIARI 6.545 15.834INDEBITAMENTO FINANZIARIO NETTO (DISPONIBILITÀ) (574.985) (484.527)Indebitamento (disponibilità) netti attribuiti alle discontinued operationsSITUAZIONE FINANZIARIA


Informativa sull’attività di direzionee coordinamento di società erapporti verso parti correlate


ANSALDO ENERGIA BILANCIO 200823In adempimento alle disposizioni dell’art. 2497 bisdel Codice Civile, si precisa che la Società èsottoposta all’attività di direzione e coordinamentoda parte della Capo Gruppo Finmeccanica S.p.A..I dati essenziali dell’ultimo bilancio approvato diFinmeccanica S.p.A. sono riportati nel prospetto didettaglio n. 12.Si riepilogano di seguito i valori dei rapporti versole parti correlate (il dettaglio per Società di talirapporti è riportato nelle Note 10 e 26) intercorsinell’esercizio 2008 e nel precedente esercizio.Oltre alla Capo Gruppo ed alle società con le qualiAnsaldo Energia S.p.A. detiene rapporti dipartecipazione diretta ed indiretta, le particorrelate includono tutte le parti correlate comedefinite dai Principi Contabili Internazionali.Controllanti Controllate Consociate (*) TotaleCrediti correnti– finanziari 496.089.023 62.119.031 558.208.054– commerciali 80.000 3.663.796 317.000 4.060.796– altri 33.289.510 149.000 33.438.510Debiti correnti– finanziari 4.392.805 4.392.805– commerciali 6.906.000 8.234.446 8.468.000 23.608.446– altri 35.707.241 35.707.241Ricavi 80.000 1.968.885 2.048.885Altri ricavi operativi 0Costi 14.112.000 3.586.544 18.797.000 36.495.544Proventi finanziari 20.752.000 2.223.0002 22.975.002Oneri finanziari 29.000 443.093 472.093(*) Società sottoposte a direzione, controllo e coordinamento da parte di Finmeccanica S.p.A.INFORMATIVA SULL’ATTIVITÀ DI DIREZIONE E COORDINAMENTO


Andamento della gestione


ANSALDO ENERGIA BILANCIO 200825Prospettive di mercato e posizionamentocompetitivoAndamento del Mercato Globale della ProduzioneElettrica e ProspettiveDopo l’eccezionale livello di ordini del 2007, nel2008 il mercato dei componenti per la produzionedi energia elettrica ha confermato l’intensadomanda dell’anno precedente arrivando asaturare la capacità produttiva di alcuni costruttori.Questi risultati, raggiunti nonostante l’estremavolatilità dei prezzi dei combustibili fossili, sonoconseguenza dell’altissima richiesta di energiaelettrica, guidata principalmente dalla prospettivadi crescita economica globale, per lo meno fino ametà del 2008, dall’espansione demografica edall’innalzamento del tenore di vita nei paesi in viadi sviluppo.L’accresciuta sensibilità verso le problematicheambientali, unita alla fragilitàdell’approvvigionamento dei combustibili fossili, nel2008 ha ulteriormente incentivato gli investimentiin energie a ridotte emissioni di gas serra, quali ilnucleare, le rinnovabili ed il carbone pulito.In particolare, mentre in alcuni paesi occidentali sidiscutono con maggiore concretezza possibili pianidi rilancio del nucleare, la Cina nel 2008 haordinato circa 18 GW di nuovi impianti nucleari,corrispondenti alla quasi totalità del mercatomondiale.Fra le rinnovabili, l’eolico e l’idroelettrico hannoconfermato lo stesso livello record di ordinidell’anno precedente (rispettivamente 18 GW e 45GW), con la crescita del comparto eolicoprobabilmente limitata dalla capacitàmanifatturiera dei costruttori.Il 2008 ha inoltre visto l’intensificarsi dei progettinel campo del “solare” dove la tecnologia aconcentrazione, con un livello di ordini attestatosiintorno ai 500 MW nei primi 9 mesi dell’anno,permette la costruzione di impianti di generazionedi medie dimensioni e si affianca al fotovoltaicotradizionalmente utilizzato in applicazioni in ambitiresidenziale e commerciale.Infine, grazie anche agli sforzi comunitari europeitesi a ottemperare agli obblighi derivanti dalprotocollo di Kyoto, sono stati attivati progettidimostrativi su scala industriale di impianti atecnologia cosiddetta a “carbone pulito” (cattura estoccaggio di CO 2 ), che permette di utilizzarecombustibile a basso costo minimizzando il suoalto impatto ambientale.L’attuale stato di crisi dell’economia mondiale minail principale elemento trainante della domanda diproduzione elettrica, ovvero la crescita industriale,con conseguente contrazione del mercato chepotrebbe interessare anche il 2010. Tuttavia, glialtri fattori che sostengono la domanda, qualil’espansione demografica, l’innalzamento deltenore di vita e l’esigenza di rinnovare e mantenereil parco produttivo esistente, non appaionoindeboliti. Conseguentemente, ci si aspetta che,seppure il livello di ordini del biennio 2009-2010mostri una netta flessione rispetto al biennio 2007-2008, i volumi possano mantenersi superiori aldato del 2006.Occorre infine sottolineare che il mercato delService, già fisiologicamente in continua crescita,mostra un’evidente anticiclicità rispetto allacontrazione economica: al posticipare gliinvestimenti in nuova capacità corrisponde infattila necessità di intensificare gli investimenti inmanutenzione e ammodernamento del parcogenerativo esistente.Andamento del Settore Termoelettrico diriferimento e ProspettiveA livello globale, la domanda di componenti per gliimpianti termoelettrici sembra registrare nel 2008una flessione dell’11% rispetto allo stesso periododel 2007 (tendenza estrapolata dai consuntivi deiprimi nove mesi dell’anno). È comunque opportunosottolineare che il 2007 aveva segnato unaumento del mercato del 190% rispetto all’annoprecedente. Il 2008 va quindi considerato come unanno di consolidamento, caratterizzato anche dallasaturazione della capacità produttiva di alcunicostruttori.In particolare, la domanda di impianti alimentati agas naturale, quali cicli combinati e cicli aperti, nel2008 ha confermato gli stessi livelli del 2007,attestandosi sui 58 GW nei primi 9 mesi dell’anno.Una flessione del 15% è stata invece riportatadagli ordini di impianti convenzionali a carbone,ANDAMENTO DELLA GESTIONE


trascinati dal rallentamento delle economieasiatiche, Cina e India in testa.I mercati geografici tradizionalmente di riferimentoper Ansaldo Energia, al contrario, hanno registratouna domanda di circa 55 GW nei primi 9 mesi del2008, in ulteriore aumento del 16% rispettoall’anno precedente, che aveva già registrato unsostanziale raddoppio degli ordinativi rispetto al2006. La parte del leone è stata fatta da Europa(+20%), Africa (+20%) e Russia (+112%).Sulle regioni di riferimento, quindi, la quota dimercato di Ansaldo Energia nei primi 9 mesi del2008 è stata di 6.4%, in aumento rispetto al 5.8%dell’anno precedente e al 5.3% del 2006.Limitatamente alla tecnologia turbogas, la quota dimercato di Ansaldo Energia nei primi nove mesi del2008 si attesta sopra il 9%, confermando l’ottimorisultato del 2007.Sulle stesse aree geografiche, su entrambe letecnologie turbogas e a vapore, alcuni grandiconcorrenti hanno assistito a una forte contrazionedella propria quota di mercato.In particolare, General Electric è scesa dal 33% del2007 al 26% del 2008, e Alstom è scesa dal 25%al 21%.La stessa tendenza risulta ulteriormente rafforzatase si guarda al solo segmento turbogas, nel qualela quota di mercato di GE è scesa dal 46% al 39%e quella di Alstom dal 23% al 7%.Siemens e Mitsubishi, viceversa, hannosignificativamente aumentato la loro presenza suquesti mercati. Siemens, su entrambi i segmentitecnologici, ha incrementato la propria quota dimercato dal 14% al 22% mentre Mitsubishi,favorita da un deprezzamento dello yen di oltre il30%, ha visto crescere la propria dal 7% al 13%.Entrambi i concorrenti hanno realizzato successiparticolarmente significativi nel segmentoturbogas, dove Siemens è salita dal 13% al 21% eMitsubishi dal 4% al 15%.Le prospettive per il 2009 dei mercati di riferimentoper Ansaldo Energia appaiono in linea con leprevisioni di flessione generalizzata del settore.Tuttavia la flessione dovrebbe comunque esseremeno accentuata nelle aree geografiche cheprediligono la tecnologia turbogas, caratterizzata daimpianti che richiedono minore esposizionefinanziaria e tempi di realizzazione più rapidi.Attività commercialeIl totale degli ordini acquisiti nel corso del 2008 èstato pari a 1.940 milioni di Euro.Il confronto con l’esercizio precedente mostra unsignificativo incremento pari a circa il 14% daattribuirsi principalmente alla crescita del service.Di seguito vengono analizzati gli ordini 2008 pertipo di fornitura e per area geografica confrontaticon i risultati del 2007:Ordini per tipo di fornitura (Euro/milioni)2008 200729%24%71%76%Impianti e componenti 1.368Service 572Impianti e componenti 1.296Service 409


ANSALDO ENERGIA BILANCIO 2008279,5%Ordini per area geografica (Euro/milioni)2008 20071% 0,6%16,7%0,7% 4,4% 54,7%6%54,5%16,7%24,7%10,5%Italia 1.062Europa 478Medio Oriente 117Africa 183Asia 14Americhe 86Totale 1.940Italia 282Europa 286Medio Oriente 179Africa 929Asia 18Americhe 11Totale 1.705Con riferimento alle acquisizioni di nuovi impianti ecomponenti il 2008 ha sostanzialmente confermatol’eccezionale risultato conseguito nel corso del 2007,registrando una crescita del 6%, sebbene il mercatoabbia subito un rallentamento durante gli ultimi mesidell’anno a causa principalmente della crisieconomico-finanziaria. Sul fronte della distribuzionegeografica degli ordinativi il mercato domestico harappresentato la maggioranza relativa, mentre Europae resto del mondo si sono attestati sul 54% delvolume, confermando il trend di internazionalizzazionedi Ansaldo Energia. Infatti, nel corso del 2008, si èavuto l’importante consolidamento in Russia, l’ingressocon un primo impianto chiavi in mano in Francia e ilcontinuo incremento della flotta installata in Africa.La ripartizione tra le diverse tipologie di prodotti èrisultata la seguente:Prodotti 2008 2007Turbine a gas 14 23Turbine a vapore 10 5Alternatori 21 29Totale 45 57Contrariamente a quanto avvenuto nel 2007, nel2008 il mix di ordinativi service è statomaggiormente bilanciato fra contratti a lungotermine e contratti di service corrente.I primi sono notevolmente cresciuti superando i260 milioni di Euro, mentre i secondi hannoconsolidato i brillanti risultati dell’anno precedenteportando la crescita globale del settore service aun significativo +56% per un valore complessivo di573,1 milioni di Euro.Impianti e ComponentiIl 2008 ha rappresentato per Ansaldo Energial’anno del consolidamento dei buoni risultaticonseguiti nel corso del precedente esercizio.Da un lato si è avuta la conferma di poterstabilmente realizzare volumi significativamentesuperiori al miliardo di Euro, dall’altro ilbilanciamento delle acquisizioni fra componenti edimpianti chiavi in mano consentirà il contenimentodel profilo di rischio.Guardando alla distribuzione geografica degliordinativi, sebbene il mercato domesticoANDAMENTO DELLA GESTIONE


appresenti sempre una quota significativa, lapresenza di Ansaldo Energia sul mercatointernazionale è ormai largamente riconosciuta eapprezzata.Per i prossimi anni, nonostante un 2009 incontrazione dovuta alla situazione congiunturalegenerata dalla crisi dei mercati finanziari, AnsaldoEnergia prevede di proseguire nel proprio percorsograzie alla presenza ormai consolidata nei mercatidi riferimento (Europa, Middle East, Africa eRussia) fra i quali si distinguono alcuni dei paesiemergenti più interessanti.Viene confermata quindi la strategia di concentraregli sforzi commerciali sui mercati emergenti eladdove la presenza di Ansaldo Energia risultiampiamente consolidata, seguendo e supportandoi clienti chiave nei loro programmi di sviluppo.I principali ordini acquisiti nell’anno sono stati:Italia:• Fornitura di un impianto chiavi in mano a ciclocombinato da 800MW a Sorgenia per il sito diTurano Lodigiano.• Fornitura di un impianto chiavi in mano a ciclocombinato da 400MW a En Plus S.pA. (ATEL) peril sito di San Severo.Francia:• Fornitura di un impianto chiavi in mano a ciclocombinato da 400MW a 3CB SAS (ATEL) per ilsito di Bayet.Belgio:• Fornitura di un turbogruppo con V94.3A4 erelativa turbina a vapore a Enel/Duferco per ilsito di Marcinelle.Grecia:• Fornitura di un turbogruppo con V94.3A4 erelativa turbina a vapore a Thisvi PGP SA(Edison) per il sito di Thisvi.Ungheria:• Fornitura di un turbogruppo con V94.3A4 aDunamenti Eromuzrt (Suez-Electrabel) per il sitodi Dunamenti.Congo:• Fornitura di due turbogruppi con V94.2 a ENICongo per il sito di Pointe Noire.Cile:• Fornitura di due turbine a vapore da 166 MW erelativi generatori a POSCO/AES per il sito diAngamos.• Fornitura di una turbina a vapore da 280 MW erelativo generatore a POSCO/AES per il sito diCampiche.Russia:• Fornitura di quattro turbogruppi con V64.3A aPower Machine.La piena fiducia dimostrata dai clienti nellacapacità di Ansaldo Energia di rispondere alle loroesigenze sia in termini di prodotti sia in terminiesecutivi posiziona la Società nelle miglioricondizioni per proseguire nel suo cammino dicrescita negli anni a venire.ServiceNel corso del 2008, grazie alla continua attenzionealla ricerca delle migliori soluzioni per aumentarela produttività del parco installato dei clienti, sonostati consuntivati risultati in crescita in tutti isegmenti di attività.In particolare i contratti a lungo termine legati alleacquisizioni di nuovi impianti, che avevano subitouna flessione nel 2007, sono ritornati sui livellidegli anni precedenti permettendo all’intero settoreservice di registrare una crescita del 43%.Nell’ambito poi del cosiddetto “service corrente” gliinvestimenti in risorse e mezzi per l’elaborazione disoluzioni di incremento delle prestazioni dellemacchine e degli impianti esistenti hanno fatto siche il relativo segmento di attività sia ormaidiventato comparabile a quello più tradizionale delleparti di ricambio. Da segnalare in questo segmentole seguenti maggiori acquisizioni:• riabilitazione di 3 unità da 660 MW sul sito Eneldi Brindisi con il duplice scopo di aumentare leprestazioni riducendo al contempo le emissioniin atmosfera.• incremento di potenza di 6 turbo gruppi V94.3A2per Enel e di un turbo gruppo V94.3A2 per AEP;in entrambi i casi oltre ad un aumento delleprestazioni è prevista l’installazione deibruciatori VeLoNox , atti alla riduzione delleemissioni.


ANSALDO ENERGIA BILANCIO 200829Anche i segmenti più tradizionali come parti diricambio, riparazioni e attività di manutenzionehanno confermato i trend di crescita mostrati negliesercizi precedenti.Attività produttivaIl 2008 se da una lato ha confermato l’andamentoin crescita delle attività di manifattura eimpiantistica già evidenziato l’anno precedente,dall’altro ha messo in luce la capacità dell’aziendadi gestire con successo questa crescita.Infatti nell’anno in esame sono state consegnatele macchine per 4 impianti chiavi in mano (Batna,Larbaa, M’Sila, Turano), 2 isole di potenza(Algeciras, Thisvi), 30 componenti sciolti e sono incorso di progettazione altri 7 impianti da installareparte in Italia e parte all’estero.• FabbricaNel corso del 2008 nello stabilimento di GenovaCampi sono state lavorate e consegnate leseguenti macchine complete, per un totale di 45unità:7 Turbine a Gas V94.3A6 Turbine a Gas V94.23 Turbine a Gas V64.3A8 Turbine a vapore e componenti strategici per ilservice18 Turboalternatori3 Alternatori idrauliciNel campo dei generatori sono da segnalare gliinterventi di ripristino di :– Riavvolgimento Unità 4 della centrale dei HubRiver (Pakistan)– Ripristino idrogeneratore di Jiguey (SantoDomingo)• Cantieri e avviamentiIl 2008 è stato caratterizzato da un notevoleincremento delle attività in particolare per quantoriguarda il mercato internazionale, mentre èrimasto stabile il carico di attività sul mercatodomestico.Sono stati montati e avviati con successo gliimpianti di Napoli Levante, Moncalieri e Ferrara.Nei primi due casi si tratta di impianti di taglia 400MW, rispettivamente per i clienti Tirreno Power edIride Energia, che hanno sostituito con complessiinterventi di trasformazione gli impianticonvenzionali preesistenti; con l’impianto diFerrara, di taglia 800 MW, si completa invece laserie dei contratti stipulati a suo tempo conEnipower, in questo caso tramite la controllata SEF.Sono inoltre state montate ed avviate le macchinedi Barka (Oman), Amman East (Giordania) eValuthur (India).Attualmente in fase di montaggio sono gli impiantiin ciclo aperto di Batna, Larbaa e M’Sila (Algeria),nonché le macchine per gli impianti di NuevaVentanas (Cile), Algeçiras (Spagna), Amarcoeur(Belgio) e Valona (Albania).• ServiceLa crescita degli ultimi anni ha trovato confermaanche in questo esercizio, registrando unparticolare incremento della linea “Riabilitazioni edincrementi di prestazioni”.Contratti di riabilitazione di turbina a vapore comeYanbu in Saudi Arabia e Puente Nuevo in Spagna econtratti di incremento di potenza di turbine a gas,come quello acquisito da Enel, hanno spostato ilbaricentro delle attività di service verso commessedi grandi dimensioni con elevata complessitàgestionale.Da rilevare che sono entrati nell’operatività gliLTSA (Long Term Service Agreement) di impiantirecentemente installati (Moncalieri, Vado Ligure),così come è iniziato il GTF ( Garanzia totale difunzionamento ) dell’impianto di Rizziconi.Il portafoglio a ciclo breve (service corrente) si èulteriormente internazionalizzato e si è ampliato ilraggio di azione con importanti contratti in SudAmerica, Africa e India anche su flotte installate daaltri concorrenti.Nell’ambito del service su flotte di altre tecnologieinstallate da concorrenti, Ansaldo Energia, tramitele controllate Ansaldo Thomassen B.V. ed AnsaldoESG A.G., ha proseguito il percorso di sviluppoacquisendo importanti contratti in ambito europeoed ampliando il portafoglio clienti. Questo risultatoè stato realizzato anche grazie alle sinergiecommerciali poste in atto tra Ansaldo EnergiaS.p.A. e le altre società controllate del Gruppo.• Gestione commesseIl 2008 è stato un anno positivo in termini dirisultati economico/finanziari e di soddisfazioneANDAMENTO DELLA GESTIONE


ANSALDO ENERGIA BILANCIO 200831azione spostato verso ambiti tecnici ampliati el’allargamento dei confini geografici degli interventihanno imposto da un lato l’inserimento di risorsespecializzate in ambito tecnico-ingegneristico edall’altro l’individuazione di fornitori in grado difornire il necessario supporto alle attività dicampo, anche in ambito internazionale.La riorganizzazione della filiera delle forniture èstata improntata ad una integrazione dei processidi progettazione, approvvigionamento, produzione egestione del magazzino delle parti di ricambio.L’incremento dei volumi e la crescente incidenzadei ricambi ha imposto un affinamento deiprocessi già messi in atto durante il precedenteesercizio.In particolare al fine di ottimizzare la gestione dellescorte e dei ricambi strategici è stato creato unapposito settore di attività ed introdotto un nuovomodello operativo che consente di gestire levendite dei materiali a costi standard riducendo itempi di evasione dell’ordine e migliorando irelativi sistemi di monitoraggio.Per il miglior utilizzo delle palette della turbina agas è stato realizzato uno strumento informaticodenominato APIS (Advanced Pooling IntelligentOptimize and Simulator) per la previsione statisticadei consumi e la definizione dei programmi ottimalidi manutenzione.• Gestione commesseSi è conclusa la prima fase del progetto PMP diFinmeccanica per la qualifica e la certificazione deiProject Manager che ha interessato quasi il 50%della popolazione in quel ruolo.Si è consolidata la metodologia di gestionecommesse (LCM, Risk Management, Phase Review)per tutte le commesse significative.È stato avviato in particolare per le attività dicantiere il progetto relativo all’ottimizzazione dei“tempi di realizzazione impianto”. Il progettoconsiste nel riesame delle attività che condizionanola tempistica complessiva di realizzazione di unimpianto chiavi in mano individuando le aree dimiglioramento in termini di durata, riduzione deicosti e diminuzione dei rischi.Tale attività ha interessato in particolare i cantieridomestici e verrà allargato nel 2009 a quelli esteri.• IngegneriaAllo scopo di ottimizzare le capacità di sviluppo diAnsaldo Energia, nel 2008 è stato portato atermine il processo di riorganizzazione interna cheha visto la costituzione di una nuova Direzionetotalmente dedicata alla progettazione/realizzazione di nuovi prodotti e servizi, alimentatadalle migliori risorse interne provenienti dai centridi eccellenza e dalla ricerca, e irrobustita dainserimenti mirati dall’esterno.La nuova direzione ha raggiunto un totale di 120risorse al 31/12/2008, raddoppiando rispettoall’anno precedente.Grazie anche a queste nuove competenzededicate, l’Azienda accelererà nel prossimotriennio il proprio processo di innovazione, lungo itre assi già precedentemente identificati: turbine agas, impianti a ciclo combinato e service su flotteinstallate da concorrenti.InvestimentiGli investimenti in immobilizzazioni tecniche, nelcorso dell’esercizio 2008, sono stati finalizzatiprincipalmente all’ammodernamento tecnologicodel parco macchine esistente e,contemporaneamente, sono stati avviati alcuniprogetti mirati all’efficientamento dei processi dimanifattura di tutti i principali componenti deiprodotti Ansaldo.Nel reparto di Grande Meccanica sono entrati inproduzione un tornio verticale, due nuove alesatriciper la lavorazione di componenti di turbine a gas evapore e rotori per gli alternatori.Per quanto riguarda la linea generatori sono stateinstallate una nuova nastratrice e una nuovaautoclave (quest’ultima entrerà in produzione nelcorso del 2009) per soddisfare• l’incremento del carico di lavoro,• nuove soluzioni progettuali che interessanoalcune taglie di turboalternatori• la necessità di garantire la produzione anche incaso di fermata incidentale dell’autoclaveesistente. Si è proceduto inoltre con lariorganizzazione delle aree dedicate al montaggiodotandole di capacità di sollevamento adeguatein grado di permettere l’assemblaggio dellebarre statore su più palchi in contemporanea,ottimizzando così i tempi.Sono proseguiti gli interventi di adeguamento dellacapacità produttiva dei reparti dedicati allaANDAMENTO DELLA GESTIONE


lavorazione delle palette per turbina a vapore epalette compressore per turbine a gas mediantesostituzione di centri di lavoro, ormaitecnologicamente inadeguati, in modo tale dapermettere un recupero di efficienza, di incrementodi volumi e la riduzione dei tempi diattraversamento. Nella linea palette calde è statainserita una nuova macchina per rettifica, daaffiancare a quelle esistenti, per consentire, nonsolo recuperi di efficienza, ma anche la messa insicurezza del carico di lavoro acquisito.Nel corso del 2008 è stata realizzata la qualifica equindi l’entrata in produzione dell’impianto disaldatura rotori. La realizzazione di questoimpianto ha consentito una importante crescitatecnologica sia dal lato progettuale sia soprattuttodal lato delle competenze metallurgiche acquisitesia in termini di capacità operativa sia di processo.Questo impianto oltre a mettere l’azienda al riparoda possibili rischi derivanti dalla dipendenza daifornitori/concorrenti consente di affrontare ilmercato della fornitura dei rotori per turbine avapore con diverse opzioni tecnologiche disponibili.Per quanto riguarda invece gli investimenti legati allestrutture immobiliari, per accogliere da un latol’ingresso in azienda dei nuovi addetti, che nel corsodel 2008 è stato molto rilevante, e dall’altro permigliorare gli ambienti di lavoro, si è avviata e ingran parte completata la ristrutturazione di alcunearee ad uso uffici da tempo non più utilizzate.Sono inoltre state avviate ed in parte completatealtre iniziative legate in particolare almiglioramento degli standard qualitativi e disicurezza, alla diagnostica ed alle dotazioni dicantiere necessarie per soddisfare il semprecrescente impegno nelle attività di service.


ANSALDO ENERGIA BILANCIO 200833ANDAMENTO DELLA GESTIONE


Attività di Ricerca, Sviluppo eInnovazione Tecnologica


ANSALDO ENERGIA BILANCIO 200835Il processo di innovazione e sviluppo, a confermadell’importanza strategica per la futuracompetitività della Vostra società, ha ricevuto nelcorso del 2008 un ulteriore impulso testimoniatoda:• crescente numero di brevetti depositati chepassano da 17 nel 2006 a 26 del 2007 pertoccare i 27 nel 2008• incremento delle spese di ricerca e sviluppo dai16.6 milioni di Euro del 2006, ai 21.9 milioni diEuro del 2008, di cui 5.1 milioni di Euro costicapitalizzati su prodotti a maggior contenutoinnovativo, quali lo sviluppo del nuovo modelloV94.3A e lo sviluppo dei prodotti OSP.Turbine a gasIl 2008, è stato caratterizzato dalla prosecuzionedelle attività sui progetti di sviluppo delle turbineV94.3A e V94.2, che consentiranno ad AnsaldoEnergia di mantenere e migliorare la propriaposizione competitiva nei confronti della miglioreconcorrenza ed ha visto il passaggio alla fase diavanzata industrializzazione di importanti progettirelativi all’allungamento degli intervalli dimanutenzione delle turbine V94.3A e della vitautile delle turbine V94.2. In particolare si segnalail progetto di sviluppo della turbina V94.3A chevede la Vostra società impegnata in collaborazionicon Istituti di ricerca internazionali e con potenzialipartner tecnologici, tale progetto sarà il principaleprogramma del prossimo esercizio e beneficieràdella razionalizzazione della struttura di ingegneriadi sviluppo appena realizzata.Ulteriori significativi risultati nel 2008 hannoriguardato i progetti per l’impiego flessibile dicombustibili alternativi e l’acquisizione dicompetenze specifiche nella riparazione di pale,mentre sono stati conclusi i test di validazione deisistemi di combustione a bassissime emissioni.Turbine a VaporeNel corso del 2008 sono state vendute le nuovepalettature di scarico da 48”, che erano stateinserite alla fine del 2007 in portafoglio prodotto.Inoltre è stato completato lo sviluppo di nuovecomponenti per sezioni turbina, capaci diassicurare migliori prestazioni a costi più bassi.Nell’ottica del miglioramento del processo difabbricazione, è stato sviluppato e qualificato ilnuovo processo di saldatura rotori, mentre sistanno completando le prove sui materiali per lenuove turbine a vapore ultrasupercritiche da 640°,che saranno ultimate entro la prima metà del2009.TurbogeneratoriMentre proseguono le attività di sviluppo del nuovomodello da 400 MVA raffreddato ad aria edestinato a completare le turbine a gas di elevatataglia e prestazioni, il 2008 ha visto la conclusionedelle attività di progettazione di un nuovo sistemadi monitoraggio della macchina elettrica e di nuovisistemi ausiliari per turboalternatori raffreddati adidrogeno. Sempre nel 2008 è stata inoltre avviatala commercializzazione del turboalternatore da 350MVA raffreddato ad aria.Impianti a ciclo combinatoFlessibilità, affidabilità/disponibilità e sicurezzasono stati già identificati come i fattori chiave disuccesso del prodotto impianto.Nel rispetto di questi obiettivi si è proceduto allosviluppo di:• un pacchetto di soluzione relativo a “RiskAnalysis & Phisical Plan Security”, che saràperfezionato nel corso del 2009.• miglioramenti nell’ambito dell’automazioneimpianto al fine di aumentare la competitività delprodotto sia per i nuovi impianti che per ilservice. (Simulacro del fuel control su tutte letecnologie hardware utilizzate, Emulatore diimpianto).ServiceL’attività sul service si è sviluppata nel 2008 lungoi due seguenti filoni:Original Equipment Manufacturer (OEM)I principali programmi di ricerca e sviluppo hannoavuto per oggetto la diagnostica remota avanzata ei controlli non distruttivi.Nel corso del 2008 sono stati inoltre offertipacchetti di aggiornamento tecnologico delleturbine a vapore di fornitura Ansaldo EnergiaS.p.A.ATTIVITÀ DI RICERCA, SVILUPPO E INNOVAZIONE TECNOLOGICA


Original Service Provider (OSP)Nel corso del 2008, in coerenza con l’importanzastrategica del service su flotta installata da altriconcorrenti, sono state completate le attività disviluppo tese a completare il portafoglio prodottiOSP con riferimento alle classi 20-50 MW offertedalla concorrenza. È stata infine finalizzata laprima fase del processo di reingegnerizzazionesulla classe 90-120 MW.Allo scopo di allargare l’offerta di prodotto versoaltri tipi di macchina non turbogas, sono statemesse in cantiere le attività di reingegnerizzazionesulle palette di turbina a vapore e sulle barre diturbogeneratori.Sono proseguiti infine tutti gli sviluppi riguardanticombustione, sistemi di controllo e monitoraggio eattività di riparazione.


ANSALDO ENERGIA BILANCIO 200837ATTIVITÀ DI RICERCA, SVILUPPO E INNOVAZIONE TECNOLOGICA


Personale


ANSALDO ENERGIA BILANCIO 200839In coerenza con la crescita dell’Azienda, le azionirealizzate nel corso del 2008 hanno perseguitol’obiettivo di migliorare il mix professionale dellerisorse, accrescendo capacità e competenzetecniche e gestionali.Nel corso del 2008, a partire dal mese disettembre, si è realizzato un importantecambiamento nella struttura organizzativa delGruppo Ansaldo Energia, funzionale agli obiettivistrategici della Vostra società, e connotato da unaforte impronta di indirizzo anche nei confronti dellesocietà controllate italiane ed estere, nel qualesono state distinte :• una Direzione Generale, con l’obiettivo principaledi realizzare componenti e impianti per lagenerazione di energia ed attività di service;• una Condirezione Generale con la missione disviluppare l’attività sia dal punto di vistacommerciale sia dal punto di vistadell’innovazione tecnologica di prodotto;• è stata costituita la Direzione Amministrazione,Societario, Gestione dei Rischi che raggruppa laDirezione Amministrazione, Finanza e Controllo, laFunzione Societario precedentemente allocatanell’ambito della Funzione Legale e il RiskManagement precedentemente allocatonell’ambito della Direzione Generale;• è stata costituita l’unità organizzativaEnvironment, Health, Safety, allocata indipendenza dall’Amministratore Delegato persottolineare maggiormente l’importanza di talefunzione.Sempre con decorrenza 1 settembre 2008 si èrealizzata l’incorporazione in Ansaldo Energia S.p.A.della società controllata Sagemi S.r.l.; l’operazione,considerato che Sagemi svolgeva quasi la totalitàdella propria attività per Ansaldo Energia S.p.A., haavuto il fine di semplificare le relazioni contrattualicon i clienti e fornitori finali ed ottimizzare l’utilizzodelle risorse in organico, ricollocandole nellefunzioni di Ansaldo Energia.Processi e SistemiÈ stata realizzata la revisione di alcune procedurein ottica anche di compatibilità con i DLs 231 e262; tale attività continuerà nell’anno successivocon l’emissione anche di nuove procedure.Per quanto riguarda i sistemi, è stata rafforzata lastruttura per una precisa esigenza strategica diallineamento delle attività con la capacità dellafunzione di offrire risposte adeguate e preventive,allo scopo di sostenere nuovi modelli di processo enuove modalità operative che evolvano nel tempocon dinamiche sempre più stringenti.A tal fine è stata realizzata la messa a regime dellastruttura di controllo interna, e sono stati avviatinuovi progetti e iniziative.È stato inoltre creato un team di specialisti in gradodi presidiare l’evoluzione dei processi aziendali (inparticolare quelli di amministrazione, finanza econtrollo, di ingegneria, di service, di logistica eproduzione e delle risorse umane), lo sviluppo delletecnologie, il governo dell’erogazione dei servizi datiin outsourcing (in particolare tramite l’applicazionedel contratto di servizi con ElsagDatamat )Per quanto attiene lo sviluppo di nuovi progetti ediniziative, tra i più significativi vanno citati:• Nuovo modello produttivo• Nuovo modello ricambi• Governance ICT (procedure e adempimenti allalegge262)• Nuovo modello di tesoreria• Modelli di sviluppo prodotto con particolareattenzione alle tematiche di manifattura• Architettura della nuova rete di campusRelazioni Industriali e GestioneDurante l’esercizio 2008 la nostra Società haportato a termine importanti trattative con ilSindacato territoriale ed aziendale che si sonoconcretizzate in alcune intese fra cui il rinnovodell’Accordo integrativo di secondo livello edall’Accordo che definisce azioni per ilmiglioramento della produttività della fabbrica.Nell’anno c’è stato il rinnovo del ContrattoNazionale di Lavoro del settore Metalmeccanico cheha concluso una complicata trattativa caratterizzatada tensioni sociali con qualche contraccolpo anchesul clima delle relazioni sindacali in azienda.Superata tale fase, si è deciso di anticipare laPERSONALE


trattativa per il rinnovo dell’accordo integrativoaziendale in scadenza a fine 2008, giungendoall’intesa del 9 luglio.Il nucleo centrale dell’accordo è dato dal rinnovodel “premio di risultato “che costituisce la partevariabile della retribuzione riconosciuta in funzioneal raggiungimento di obiettivi di miglioramentodell’efficienza, della produttività e della qualitàaziendale.Il premio di risultato, pertanto, rappresenta unistituto che rafforza l’identità fra gli interessi delsingolo lavoratore e quelli dell’azienda erappresenta, quindi, uno strumento per la crescitadella corresponsabilizzazione dei dipendenti alraggiungimento degli obiettivi aziendali, fattorefondamentale di successo nel contesto di unmercato globale sempre più competitivo, anche inconseguenza dell’attuale difficile fase economica.Fra gli altri istituti regolati dall’Accordo del 9 Lugliosono interessanti da ricordare i “servizi” offerti aidipendenti attraverso una convenzione con ilCentro Sociale Interaziendale che prevede lapossibilità per gli stessi di effettuare tramite ilCentro pagamenti postali, bancari ed assicurativi,nonché la revisione dell’auto. In tal modo si èvoluto valorizzare l’attività del Centro Sociale nellaprospettiva di estendere la collaborazione adulteriori iniziative finalizzate a conciliare il rispettodel tempo di lavoro con le esigenze personali deisingoli, in un’ottica di miglioramento del climaaziendale.Definito l’accordo di rinnovo del premio di risultatoè stato possibile riprendere e portare a buon finela negoziazione in merito alle azioni finalizzate allacrescita della produttività della fabbrica.L’intesa individua attività / modalità di lavorofinalizzate all’ottimale utilizzazione dei mezzi diproduzione, nonché interventi per la crescita e lavalorizzazione delle professionalità delle risorseoperative, prevedendo, accanto a più tradizionaliinterventi formativi, un sistema di valutazionedell’eccellenza delle professionalità operaie peralcuni aspetti innovativo.Gli Accordi del 9 luglio e del 12 novembredefiniscono, pertanto, una “strumentazione” –premio di risultato; azioni di miglioramento dellaproduzione; valorizzazione delle professionalità –che a regime potrà contribuire significativamente aconsolidare e a far crescere la capacitàcompetitiva della nostra Azienda.È opportuno sottolineare che l’intensa attività dinegoziazione sviluppata nell’anno 2008 è statacondotta senza registrare nemmeno un’ora disciopero, testimonianza di un clima sindacalesostanzialmente positivo.Infine, è stata data applicazione al “ProtocolloFinmeccanica” relativo alle politiche di gestione deiQuadri, che prevede, fra le altre iniziative,l’istituzione della polizza sanitaria a favore di talecategoria di dipendenti.Andamento OrganiciIl personale iscritto a fine 2008 era pari 2.758unità, con una crescita di 291 rispetto a fine 2007.31.12.2008 31.12.20078%6%3%9%9%5%3%9%29%45%78 Dirigenti2401236QuadriImpiegatiOperai direttiOperai indirettiPersonale estero29%45%69 Dirigenti2121124QuadriImpiegatiOperai direttiOperai indirettiPersonale estero800227177728221113Totale 2.758Totale 2.467


ANSALDO ENERGIA BILANCIO 200841Di seguito sono indicati i movimenti dell’esercizio inuscita ed in entrata:Uscitecessazioni contratto a tempo indeterminato 141cessazioni contratti a termine:• contratti di apprendistato professionalizzante 4• L. 398 (contrattisti esteri), contrattia tempo determinato, contrattia tempo determinato estero 45Assunzioniassunzioni a tempo indeterminato 213assunzioni con:• contratti di inserimento 14• contratti apprendistato professionalizzante 16• contratti a tempo determinato e contrattistiper l’estero (L. 398) 92Personale estero (contratti a tempo determinato) 74ingressi da Gruppo 72Le 243 nuove risorse assunte tramite contratto atempo indeterminato, contratto di inserimento eapprendistato professionalizzante, sono cosìarticolate per categoria: 9 dirigenti, 112 tra quadrie impiegati e 122 operai.In linea con l’andamento degli ultimi anni ècontinuato l’inserimento di giovani, infatti nel corsodel 2008 più del 40% delle nuove risorse è di etàinferiore ai 30 anni.L’età media dell’organico complessivo di AnsaldoEnergia è pari a 44 anni, che scende a 39 anni sesi considerano i soli operai, a conferma dell’elevatoturn over registrato nei reparti produttivi in questiultimi anni.Con riferimento al livello di scolarità, il 70% degliimpiegati assunti è laureato e il 45% degli operai èdiplomato.Prendendo a riferimento il totale dell’organico al31.12.2008, i laureati rappresentano oramai più diun quarto dell’intera popolazione aziendale.Sicurezza sui posti di lavoroIl 2008 è stato per Ansaldo Energia l’anno di unasignificativa svolta nei confronti delle tematicherelative alla salute e sicurezza nei posti di lavoro ealla tutela dell’ambiente.Innanzitutto, anticipando l’emissione della nuovanormativa nazionale, definita dal Testo Unico sullaSicurezza (DLgs 81/08), l’Azienda ha deciso diprocedere subito ad una sostanzialeriorganizzazione mirata ad ottenere rapidamente ilcompleto adeguamento con la normativa stessa.Con l’introduzione della nuova figura di Datore diLavoro Unico, si è quindi provveduto all’emissionedel Manuale della Sicurezza e alla ridefinizionedelle responsabilità nelle strutture aziendali.Inoltre l’Azienda, al fine di dotarsi di uno strumentopiù efficace ed efficiente per affrontare questeproblematiche, ha deciso di concentrare in un unicoEnte, posto alle dirette dipendenzedell’Amministratore Delegato, le responsabilità didefinire le politiche relative al settore Ambiente eSicurezza e di applicare in Azienda la normativavigente, coordinando e supportando opportunamentele Società del gruppo in questo campo.Con le Società controllate è stata incrementata lacollaborazione in campo di Prevenzione e Sicurezzae politiche ambientali, dedicando una risorsaqualificata al coordinamento delle politiche diGruppo ed avviando un continuo processo dicondivisione di informazioni ed esperienze.Il programma di questo scambio è particolarmenteindirizzato verso la formazione, settore che vedrà lapartecipazione delle Controllate all’intensoprogramma di corsi programmato da Ansaldo Energiaanche attraverso l’utilizzo di strumenti innovativi(audiovisivi, rete informatica aziendale, simulatori)per rendere più efficace le iniziative previste.È stato infine avviato un programma mirato aportare a livello di sistema la sicurezza sul lavoro,per adeguare l’approccio aziendale alle prescrizionidella norma OSHAS 18001: detto programma deveportare entro due anni l’azienda in condizioni dipoter eventualmente procedere alla relativacertificazione.Sul fronte delle problematiche ambientali, proseguel’attività di adeguamento degli impianti e deiprocessi, necessaria per mantenere lacertificazione ISO 14001: nell’ambito delle attivitàdi miglioramento previste dalla certificazione si èprovveduto ad una rimappatura delle fonti diemissione idriche ed è stato avviato un progettoper l’introduzione della raccolta differenziata deirifiuti.PERSONALE


Sviluppo, formazione, comunicazione internaIl 2008 ha visto un forte consolidamento deglistrumenti di sviluppo ( Development Center,Assessment Center e laboratori sullo sviluppo dialcune capacità) ed un incremento nell’utilizzodell’MBO (Management By Objectives) rispettoall’anno precedente relativamente a quadri inposizioni di rilievo.Piano di Incentivazione a Lungo Termine 2008-2010L’Assemblea Ordinaria di Finmeccanica nellariunione del 30 maggio 2007 ha approvato unaproposta di Piano di Incentivazione relativo altriennio 2008-2010 riservato a fasce selezionatedel management del Gruppo Finmeccanica, basatosull’assegnazione del diritto a riceveregratuitamente azioni proprie acquistate sulmercato.Le linee generali di tale proposta erano state inprecedenza valutate positivamente dal Consiglio diAmministrazione di Finmeccanica in data 20 aprile2007. Il Piano relativo al triennio 2008-2010riproduce sostanzialmente le caratteristiche diquello istituito per il periodo 2005-2007, che, nelperiodo di attuazione si è rivelato un validostrumento di incentivazione e fidelizzazione idoneoanche ad assicurare un ottimale livello dicorrelazione tra la retribuzione del management ed irisultati economici e finanziari della Società in unquadro di medio periodo. Anche sulla base di taleesperienza il Consiglio di Amministrazione haritenuto di proporre all’Assemblea una conferma delPiano per il successivo triennio.Tale Piano, denominato Performance Share Plan2008-2010, consiste nell’assegnazione aiDestinatari del diritto a ricevere gratuitamenteazioni ordinarie Finmeccanica - Società per azioni,attraverso un ciclo “chiuso” del periodocomplessivo di tre anni, dal 1 gennaio 2008 al 31dicembre 2010, subordinatamente alraggiungimento di obiettivi di performanceprestabiliti, con riferimento al triennio 2008-2010 ea ciascuno degli esercizi che lo compongono.In particolare, tali obiettivi si riferiscono a dueindicatori di performance, ovvero Ordini (e relativimargini) e VAE (Valore Aggiunto Economico), e airelativi target fissati nell’ambito del Budget/Piano2008-2010, a livello di Gruppo o di SocietàControllata, in funzione della realtà operativa diriferimento di ciascun destinatario.Nell’ambito del Piano, l’attribuzione delle azionidella Società è soggetta al conseguimento degliobiettivi fissati nel regolamento e che riguardano gliOrdini (con il rispetto dei margini previsti ) per il40% delle azioni assegnate, e il Valore AggiuntivoEconomico (VAE) per il restante 60%. Quoteprestabilite di azioni sono associate agli eserciziricompresi nell’ambito del periodo di durata delPiano: in particolare, 25% delle azioni è attribuibilein funzione del raggiungimento degli obiettivi per il2008 e il 2009, il rimanente 50% è inveceassociato agli obiettivi per il 2010, al cuiconseguimento il Regolamento di attuazione delPiano prevede la possibilità di “recuperare” quotedi azioni relative agli esercizi precedenti,eventualmente non attribuite.Il Comitato di Remunerazione, successivamentealla scadenza di ciascuno degli esercizi 2008,2009 e 2010, a valle dell’approvazione del relativoprogetto di bilancio di esercizio e del bilancioconsolidato da parte del Consiglio diAmministrazione di Finmeccanica S.p.A. provvederà– sulla base delle rappresentazioni e dei dati fornitidagli uffici della Società e debitamente certificatisecondo le procedure di Gruppo – alla verifica dellivello di conseguimento degli obiettivi diperformance assegnati e determinerà per ciascunodegli aventi diritto il numero di azioni da attribuire,dando disposizione per le relative comunicazioni aiPartecipanti.Dal punto di vista della Comunicazione interna il2008 è stato l’anno del secondo Business CultureProject (BCP), la survey biennale rivolta a tutti idipendenti delle aziende Finmeccanica.Si segnala altresì la redazione della brochure sulPremio di Risultato aziendale (PDR) volto adivulgare all’intera popolazione aziendale le logicheche ne hanno definito il rinnovo.Per quanto riguarda la formazione, il 2008 è statoun anno di particolare prestigio perché AnsaldoEnergia ha visto l’inserimento tra le buone pratichedel Ministero del master, avviato nel 2007 e chiusonel 2008, per ingegneri operanti nell’ambito dicomponenti e impianti per la produzione di energiae ha altresì avuto il riconoscimento di Confindustriasull’eccellenza della formazione, consegnato dalPresidente di Confindustria al Direttore Risorse


ANSALDO ENERGIA BILANCIO 200843Umane e Sistemi Informativi nell’ambitodell’Evento Orientagiovani.Complessivamente, la formazione al personaleinterno ha visto lo sviluppo di circa 55.000 oreuomo che, oltre alla partecipazione a corsi acatalogo o a programmi consolidati dellaCapogruppo Finmeccanica, si sono articolate sulleseguenti aree di intervento: tecnico-specialistico,normativo, informatico e linguistico.Nell’ambito delle iniziative formative di Gruppo, nel2008 Ansaldo Energia ha partecipato attivamentealla progettazione ed allo svolgimento della primaedizione del PMP (Project Management Program)compresa la preparazione di casi studio,testimonianze e docenze.A tale iniziativa hanno partecipato 26 persone diAnsaldo Energia ed altre della controllata AnsaldoNucleare per un totale complessivo di oltre 1400ore di formazione d’aula.I percorsi formativi individuali sono stati messi apunto in base al profilo professionale specifico econ il supporto di un sistema di valutazione; alcunipartecipanti hanno anche seguito la preparazionealla certificazione PMI o IPMA. Tutti i ProjectManager inseriti nei percorsi di certificazionehanno sostenuto con successo l’esame e neitempi previsti (entro dicembre 2008).Formazione disoccupatiOltre alla formazione per il personale interno sonostate realizzate alcune attività formative rivolte apersonale disoccupato, con finalità di occupazione(nelle mansioni di operatori macchine utensili emontatori meccanici) per un volume di circa10.000 ore, che hanno beneficiato difinanziamenti pubblici e iniziative di formazione perpersonale somministrato con un volume di oresempre intorno alle 10.000.Formazione personale esternoOltre al personale interno, Ansaldo Energia hasviluppato numerosi corsi per il personale delcliente, tale attività, ormai consolidata perl’azienda, è infatti parte integrante del prodottoche Ansaldo Energia fornisce.Nel 2008 sono state utilizzate metodologieparallele:• Corsi modulari standard ottimizzati per ilprodotto• Corsi personalizzati alle esigenze del cliente• Corsi specialistici preparati per esigenzespecificheLa modularizzazione delle soluzioni impiantistichee la reiterazione dei corsi di formazione hapermesso di creare moduli di apprendimentobasati sui sistemi principali.Lo svolgimento dei corsi di formazione è statorealizzato sia presso la scuola di formazioneinterna all’Azienda sia presso la sede del Cliente.I corsi “in sito” sono stati organizzati sotto ogniaspetto, logistico e didattico, mediante personaleAnsaldo Energia.I docenti inviati presso il Cliente, con approfonditaconoscenza dell’impianto interessato, sono statipreferibilmente individuati tra lo stesso personaleAnsaldo Energia S.p.A. che ha seguito il progettoin ogni fase evolutiva, dall’ingegneria diprogettazione alle fasi di avviamento.Segnaliamo a riguardo che sono state effettuatecirca 38.000 ore di formazione per il Cliente afronte di circa 500 partecipanti.PERSONALE


Documento programmaticosulla sicurezza


ANSALDO ENERGIA BILANCIO 200845Applicazione delle disposizioni di cui al DecretoLegislativo n. 196/2003 (codice in materia diprotezione dei dati personali)Nel corso del 2008 sono proseguite le azioni tesea garantire che il trattamento dei dati avvengasecondo principi di liceità, correttezza e pertinenzaallo scopo di ridurre i rischi di distruzione e perdite,ovvero di accesso non autorizzato o di trattamentonon consentito, nella salvaguardia degli obiettivi disicurezza, in conformità delle disposizioni di cui alDecreto Legislativo 196/2003 e a quantocontenuto nel Documento Programmatico per laSicurezza dei dati in azienda.Tali azioni saranno richiamate nell’ambito delricordato D.P.S. in sede della sua revisione darealizzarsi entro il primo trimestre del 2009.Coerentemente è stata fornita corrispondenteinformativa al personale dipendente ed inparticolare al personale neo assunto, anchetramite pubblicazione a portale intranet delleistruzioni operativa destinate agli “incaricati” deltrattamento dati di rispettiva competenza.DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA


Andamento e dati significatividelle principali societàdel gruppo


ANSALDO ENERGIA BILANCIO 200847ANSALDO NUCLEARE S.p.A.La Società, si occupa dell’esecuzione e dellafornitura di progetti, e relativi servizi, all’industriaconnessa alla produzione di energiaelettronucleare.L’evento più significativo dell’esercizio è stato ilcompletamento della seconda unità di Cernavodain Romania, entrata in esercizio commerciale il 28Settembre 2007. Ansaldo Nucleare ha in questomodo confermato le sue capacità nel settore dellarealizzazione impianti, accreditandosi qualeaffidabile partner per future realizzazione nelrinascente mercato internazionale e nazionale deinuovi impianti.Le altre principali attività dell’esercizio sono statel’acquisizione di un contratto da Westinghouse erelativo alla realizzazione di alcuni nuovi impianti inCina, ed un contratto da Enel e relativo alcompletamento di un impianto esistente nellarepubblica Slovacca.L’andamento aziendale è così sintetizzabile:• Risultato dell’esercizio: 1,9 €/M.ni• Ricavi della produzione: 32 €/M.ni• Patrimonio netto: 2 €/M.ni• Posizione finanziaria netta: +3,6 €/M.ni• Organico: 168 unità.ANSALDO RICERCHE S.p.A.La Società ha per oggetto l’esercizio in Italia eall’estero di attività industriali volte allo studio,ricerca e sviluppo, sperimentazione, qualificazione,promozione, produzione, commercializzazione evendita di prodotti e servizi con caratteristicheinnovative delle tecnologie per gli impianti ed i beniper la produzione e la distribuzione dell’energiatermica ed elettrica, per il risparmio energetico e latutela dell’ambiente ed, in genere, nel campo degliimpianti industriali e di ricerca e dei benistrumentali di qualsiasi natura.Dopo l’acquisizione nell’agosto 2006 da parte diAnsaldo Energia, è iniziato un processo diristrutturazione e di revisione delle suddette attivitàcon la rifocalizzazione su quelle a supporto dellosviluppo tecnologico della Capogruppo AnsaldoEnergia e l’abbandono delle iniziative non piùritenute “core”o non in grado di garantireun’adeguata redditività futura.Nell’ottica del nuovo indirizzo strategico, il 2008 havisto un forte indirizzamento delle risorse e deiprogetti verso Ansaldo Energia in attesa delcompletamento del progetto di totale integrazioneda realizzarsi tramite una fusione perincorporazione della società.L’andamento aziendale è così sintetizzabile:• Risultato dell’esercizio: - 2,4 €/M.ni• Ricavi della produzione: 6,5 €/M.ni• Patrimonio netto: 1,2 €/M.ni• Posizione finanziaria netta: - 9,1 €/M.ni• Organico: 75 unità.ANSALDO FUEL CELLS S.p.A.La Società, il cui prodotto si inserisce nel settoredelle energie rinnovabili e di generazionedistribuita, ha per oggetto l’attuazione di unprogramma di sviluppo tecnologico per realizzarecelle a combustibile da inserire in impianti per lagenerazione elettrica. Nel corso dell’esercizio leattività della società hanno riguardatoesclusivamente attività di sviluppo in quanto ilprodotto non è ancora in fase dicommercializzazione, in particolare si è procedutoallo sviluppo dei materiali, delle formulazioni, deicomponenti e della configurazione di cella per larealizzazione degli stack e l’analisi dei relativiaspetti funzionali. Nel corso dell’esercizio lacontrollante Ansaldo Energia ha dapprimaacquistato la quota di maggioranza e poi haversato l’aumento di capitale deliberato.L’andamento aziendale si sintetizza nei seguentidati:• Risultato dell’esercizio: - 2,1 €/M.ni• Ricavi della produzione: 1,5 €/M.ni• Patrimonio netto: 19,4 €/M.ni• Posizione finanziaria netta: - 13 €/M.ni• Organico: 71 unità.ASIA POWER PROJECTS PRIVATE LTDL’Asia Power Projects Private LTD con sede in Indiaa Madras, gestisce la parte on shore dei contrattiANDAMENTO E DATI SIGNIFICATIVI DELLE PRINCIPALI SOCIETÀ DEL GRUPPO


che Ansaldo Energia ha acquisito nell’area e svolgeattività di service e ricambi in qualità di unità locale.Nel corso del 2008, ha seguito la supervisione almontaggio e l’avviamento dell’impianto di Valuthuroltre ad attività di service per la centrale diPaguthan.La società inoltre gestisce le attività dimanutenzione programmata di durata pluriennaleper la centrale di Samalkot.L’andamento aziendale si sintetizza nei seguentidati:• Risultato dell’esercizio: - 0,8 €/M.ni• Ricavi della produzione: 2,3 €/M.ni• Patrimonio netto: - 10,2 €/M.ni• Posizione finanziaria netta: - 8 €/M.ni• Organico: 15 unità.ANSALDO ENERGY SERVICE GROUP AGLa Società è specializzata in attività di service insito di turbine a vapore ed alternatori effettuatemediante l’invio, presso gli impianti di generazionedi energia, di personale ad elevata professionalitàe/o di attrezzature portatili.La sede della società è in Svizzera nel cantone diAarau a Wurenlingen, dove risiede la struttura diingegneria ed amministrativa. Il personale tecnicoviene generalmente assunto a contratto inrelazione alle esigenze di effettivo utilizzo.Il 2008 è stato un anno segnato in negativo dalrisultato di una commessa acquisita a fine 2007 erelativa alla riabilitazione di una centrale elettrica inTurchia. Tale progetto ha presentato nel corsodell’esercizio notevoli problematiche gestionali etecniche ed ha negativamente influenzato i risultatidell’esercizio.L’andamento aziendale è così sintetizzabile:• Risultato dell’esercizio: - 1 €/M.ni• Ricavi della produzione: 10,3 €/M.ni• Patrimonio netto: 0,6 €/M.ni• Posizione finanziaria netta: - 2,6 €/M.ni• Organico: 17 unità.ANSALDO THOMASSEN TURBINE SYSTEMS BVLa Società, acquisita da Ansaldo Energia nelsettembre 2006 dall’americana Calpine EuropeanFinance LLC, è specializzata nel Service a turbine agas di tecnologia General Electric, macchine per lequali l’azienda fornisce parti, riparazioni,manutenzioni e incrementi di potenza.L’acquisizione della Ansaldo Thomassen siinserisce nel processo di rafforzamento intrapresoda Ansaldo Energia volto sia al raggiungimentodella piena autonomia tecnologica nellarealizzazione di macchine per la generazione dienergia, che al deciso rafforzamento delle propriecompetenze tecnologiche per le attività di Service.Nel corso dell’esercizio si segnala l’attività svoltadalla società in Marocco per l’esecuzione di uncontratto di manutenzione ed una importantecommessa relativa al trasferimento edall’incremento di potenza di turbine a gas dalSudamerica all’Irlanda. L’assegnazione alla societàdi contratti ad elevata complessità tecnica egestionale testimonia la ritrovata credibilità dellaAnsaldo Thomassen come fornitore di tecnologia.L’andamento aziendale si sintetizza nei seguentidati:• Risultato dell’esercizio: 0,4 €/M.ni• Ricavi della produzione: 53,9 €/M.ni• Patrimonio netto: 5,2 €/M.ni• Posizione finanziaria netta: - 25,5 €/M.ni• Organico: 129 unità.ANSALDO THOMASSEN SERVICE GULF LLCLa Società specializzata nel Service delle turbine agas di tecnologia General Electric, macchine per lequali l’azienda fornisce parti, riparazioni,manutenzioni è controllata interamente dallaAnsaldo Thomassen Turbine Systems B.V.opera mediante una fabbrica ad Abu Dhabi dovelavorano 26 persone.Data la posizione estremamente strategica del sito,posto in un ottimo mercato, la società presentabuone prospettive di sviluppo.Ansaldo Energia prevede di effettuare investimentiatti a sviluppare la società anche per le attivitàlegate al service tradizionale del gruppo.L’andamento aziendale si sintetizza nei seguentidati:• Risultato dell’esercizio: 0,4 €/M.ni• Ricavi della produzione: 4,6 €/M.ni• Patrimonio netto: 1,3 €/M.ni• Posizione finanziaria netta: 0,1 €/M.ni• Organico: 26 unità.


Evoluzione prevedibiledella gestione


ANSALDO ENERGIA BILANCIO 200851I risultati raggiunti nel corso del 2008 testimonianola solidità delle scelte strategiche che la Vostrasocietà ha effettuato alcuni anni fa e checontinuerà a perseguire anche nel corso del 2009,pur in presenza di oggettive difficoltà chederiveranno dal peggiorato scenario economicointernazionale, allo scopo di raggiungere risultati inlinea con quelli raggiunti nell’esercizio.I presupposti per ritenere che la Vostra societàsarà in grado di limitare i danni connessi allasopraccitata crisi economica internazionale sono:• portafoglio ordini al 31 dicembre 2008 pari acirca 3.658 Euro Milioni che consente di avere unorizzonte definito e certo per i prossimi tre anni;• una solida posizione finanziaria che mette adisposizione le risorse per futuri investimenti;• numerose iniziative commerciali molto avanzateche hanno portato nel corso dell’anno allastipula di accordi con alcuni primari clienti per ilperseguimento congiunto di alcune interessantiiniziative;• programmi di rinnovamento tecnologico in corsoche permetteranno di innovare i prodotti dellaVostra società e di mantenerli allineati con lerichieste del mercato;• miglioramenti dei processi produttivi che insiemeagli investimenti mirati all’incrementodell’efficienza, permetteranno di crescere intermini di redditività ed anche di volumi.Le azioni che dovranno essere comunqueintraprese nel corso del 2009 per mitigare i rischiconnessi alla crisi economica internazionale sono:continuare a perseguire la crescita del settoreservice che rimane la parte di attività a maggioreredditività e minor rischio, una attenta gestionedelle principali commesse di impianto perminimizzare i rischi ed un continuo monitoraggio deifattori di costo per perseguire tutte le azioni diottimizzazione.Sulla base dei presupposti sopra esposti l’anno2009 si presenta come un esercizio in cui i volumiproduttivi dovrebbero attestarsi sui livelli raggiuntinel corso del 2008, mentre si segnala unaobiettiva difficoltà nel poter generare un cash flowpositivo dopo aver pagato gli investimenti, inquanto le favorevoli condizioni finanziarie deicontratti dell’ultimo biennio non saranno facilmenteripetibili nel nuovo scenario internazionale.EVOLUZIONE PREVEDIBILE DELLA GESTIONE


Sedi della Società


ANSALDO ENERGIA BILANCIO 200853Genova Via N. Lorenzi, 8Sede legale e stabilimentoMilano Via P. Lomazzo, 60Sede secondariaRoma Via G. Carducci, 10Ufficio distaccatooltre ai cantieri aperti per le attività specifichedelle singole commesse.Per quanto concerne l’estero Ansaldo EnergiaS.p.A. opera con cantieri e branch dove svolgel’attività operativa legata alle commesse acquisitee con uffici di tipo commerciale nelle aree dimaggior interesse.SEDI DELLA SOCIETÀ


Relazione del Consiglio diAmministrazione e proposteall’Assemblea


ANSALDO ENERGIA BILANCIO 200855Signori Azionisti,il Bilancio dell’esercizio 2008, sottoposto allaVostra approvazione, chiude con un utile di Euro89.534.725 che Vi proponiamo di destinare comesegue:• per Euro 88.793.745 quale dividendo all’unicoAzionista in ragione di Euro 7,42 per azione• per il residuo, pari a Euro 740.980 a nuovo.Vi segnaliamo, al riguardo, che il Bilancio al31.12.2008 è stato sottoposto a revisione daparte della Deloitte & Touche S.p.A., giustadeliberazione dell’Assemblea Ordinaria del 24marzo 2006 e che con la firma del relativo rapportodi revisione, viene a scadere il mandato triennaleconferito alla stessa.Occorre quindi procedere al conferimentodell’incarico di revisione contabile del bilancio per iltriennio 2009-2011.Al riguardo Vi proponiamo di conferire tale incaricoalla PriceWaterhouseCoopers, società già incaricatadella revisione contabile del bilancio d’esercizio edel bilancio consolidato di Finmeccanica S.p.A., incoerenza con la necessità che la Società direvisione della Capogruppo quotata sia interamenteresponsabile del bilancio consolidato di Gruppo.I contenuti principali dell’offerta ricevuta dallaPriceWaterhouseCoopers sono sintetizzabili comesegue:a) per l’espletamento del programma di revisionecontabile, ai sensi dell’art.165 D.Lgs 58/98, delbilancio della Ansaldo Energia S.p.A. al 31dicembre di ciascun esercizio il corrispettivorichiesto dalla Società di Revisione ammonta aEuro 106.000 per ciascuno degli esercizi;b) per l’espletamento del programma di revisionecontabile del reporting package separato econsolidato redatti secondo i principi IAS/IFRS diGruppo FM al 31 dicembre di ciascun esercizio ilcorrispettivo richiesto dalla Società di Revisioneammonta a Euro 153.000 per ciascuno degliesercizi;c) per l’espletamento del programma di revisionecontabile limitata del reportingpackage separato e consolidato redatti secondo iprincipi IAS/IFRS di Gruppo FM al 30 giugno diciascun esercizio il corrispettivo richiesto dallaSocietà di Revisione ammonta a Euro 36.000per ciascuno degli esercizi;d) per l’espletamento delle attività di controllo dicui all’art.155 comma 1lettera a. del D.Lgs. 58/1998 il corrispettivorichiesto dalla Società di Revisione ammonta aEuro 35.000 per ciascuno degli esercizi.Gli importi indicati non comprendono le spese ditrasferta e di soggiorno del personale per lavorieseguiti fuori sede che verranno addebitate alcosto nonché l’IVA e il contributo di vigilanza afavore della CONSOB.Pertanto, in conformità all’Ordine del Giornocontenuto nell’avviso di convocazionedell’Assemblea, per la parte ordinaria, sietechiamati a deliberare in merito:• all’approvazione del Bilancio al 31.12.2008dopo aver preso atto della Relazione del CollegioSindacale• al conferimento dell’incarico alla società direvisione per il triennio 2009-2011determinandone il relativo compenso.per IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONEIL PRESIDENTEProf. Giuseppe VerediceRELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE


Prospetti contabili e noteesplicative al bilancioal 31 dicembre 2008


ANSALDO ENERGIA BILANCIO 200857Conto EconomicoEurodi cui condi cui conpartipartiNote 2008 correlate 2007 correlateRicavi 27 1.235.626.890 2.048.885 979.001.601Altri ricavi operativi 28 9.409.477 19.897.159 49.877Costi per acquisti 29 648.809.510 3.662.379 454.026.235 13.429.714Costi per servizi 29 334.121.022 32.833.544 262.201.993 32.127.036Costi per il personale 30 161.154.307 138.784.906Ammortamenti e svalutazioni 32 17.376.565 15.650.625Altri costi operativi 28 10.162.438 24.083.535Variazioni delle rimanenzedi prodotti finiti, in corso dilavorazione e semilavorati 31 40.962.529 (7.869.726)(-) Costi Capitalizzatiper costruzioni interne 33 880.895 90.838EBIT 115.255.949 96.372.578Proventi finanziari 34 26.731.260 22.975.088 16.799.111 13.030.374Oneri finanziari 34 6.209.492 472.093 8.863.042 664.497Utile prima delle imposte edegli effetti delle attività cessate 135.777.717 104.308.647Imposte sul reddito 35 46.242.992 53.850.179Utile netto 89.534.725 50.458.468PROSPETTI CONTABILI AL 31 DICEMBRE 2008


Stato PatrimonialeEurodi cui condi cui conpartipartiNote 31.12.2008 correlate 31.12.2007 correlateAttività non correntiImmobilizzazioni immateriali 7 5.213.152 180.000Immobilizzazioni materiali 8 131.989.890 106.389.593Investimenti in partecipazioni 9 40.181.888 19.135389Crediti 11 837.442 1.865.625Imposte differite 35 3.169.979 4.690.851181.392.351 132.261.458Attività correntiRimanenze 12 321.791.836 146.349.352Lavori in corso su ordinazione 13 69.276.272 48.858.611Crediti commerciali 14 328.134.766 4.060.796 335.523.298 2.989.905Crediti tributari 15 801.167 17.808.810Crediti finanziari 14 559.363.342 558.208.055 478.503.917 476.667.917Totale derivati 24 405.285 199.868Altre attività 16 73.046.935 33.438.079 78.881.035 37.427.676Disponibilità liquide 17 22.167.353 22.991.2651.374.986.956 1.129.116.156Totale attività 1.556.379.307 1.261.377.614


ANSALDO ENERGIA BILANCIO 200859Stato PatrimonialeEurodi cui condi cui conpartipartiNote 31.12.2008 correlate 31.12.2007 correlatePatrimonio NettoCapitale sociale 11.966.812 11.966.812Riserve 103.298.379 62.634.375Totale Patrimonio Netto 18 115.265.191 74.601.187Passività non correntiDebiti finanziari 19 1.076.537 2.110.574TFR ed altre obbligazionirelative a dipendenti 21 38.391.712 39.220.751Fondi per rischi ed oneri 20 90.979.089 80.594.203Imposte differite 35 853.166 1.251.254Altre passività 22 2.323.202 2.393.972Passività correnti133.623.706 125.570.754Acconti da committenti 13 728.519.048 566.534.804Debiti commerciali 23 421.243.154 23.608.446 318.258.734 9.740.907Debiti finanziari 19 5.467.957 4.392.805 14.857.490 12.730.671Debiti tributari 15 2.291.917Fondi per rischi ed oneri 20 49.088.905 55.754.529Totale derivati 24 17.801 764.197Altre passività 22 103.153.545 35.707.181 102.744.002 37.153.0031.307.490.410 1.061.205.673Totale passività 1.441.114.116 1.186.776.427Totale passività e patrimonio netto 1.556.379.307 1.261.377.614PROSPETTI CONTABILI AL 31 DICEMBRE 2008


Cash FlowEuro migliaiaFlusso di cassa da attività operative:di cui condi cui conpartipartiNote 31.12.2008 correlate 31.12.2007 correlateFlusso di cassa lordo da attività operative 36 135.601 127.497Variazioni del capitale circolante 36 97.916 14.748 125.405 -1.186Variazioni delle altre attivitàe passività operative 36 -1.544 4.538 3.609 -2.496Incassi proventi netti finanziari 22.080 22.502 12.573 12.366Imposte sul reddito pagate -49.757 -50.582Flusso di cassa utilizzato da attività operative 204.296 218.502Flusso di cassa da attività di investimento:Acquisizione di società, al nettodella cassa acquisita 9 -16.119 -1.556Investimenti in immobilizzazionimateriali ed immateriali -48.107 -17.626Cessioni di immobilizzazioni materiali ed immateriali 48 174Dividendi ricevuti 1.501 1.600Altre attività di investimento 2 84Flusso di cassa generato (utilizzato)da attività di investimento -62.675 -17.324Flusso di cassa da attività di investimento strategico -7.686Flusso di cassa da attività di finanziamento:Rimborsi di prestiti -1.034 -1.437Variazione netta degli altri debiti finanziari 19 -88.725 -88153 -163.271 -163.054Dividendi pagati -45.000 -24.173Flusso di cassa utilizzato da attività di finanziamento -134.759 -188.881Decremento netto delle disponibilità liquide -824 12.297Disponibilità liquide al 1° gennaio 22.991 10.694Disponibilità liquide al 31 dicembre 22.167 22.991


ANSALDO ENERGIA BILANCIO 200861Prospetto “sorie-statment of recognised income and expenses”Euro31.12.2008 31.12.2007Riserve di proventi (oneri) rilevati a Patrimonio Netto- Utili (perdite) attuariali su piani a benefici definiti -3.149.000 297.371- Variazioni cash-flow hedge 152.552 758.743Effetto fiscale di oneri (proventi) imputati a Patrimonio Netto 69.863 -137.213Proventi (oneri) riconosciuti a Patrimonio Netto -3.066.311 1.193.327Risultato dell’esercizio 89.534.725 50.458.468Totale proventi e oneri dell’esercizio 86.468.414 51.651.795PROSPETTI CONTABILI AL 31 DICEMBRE 2008


Note esplicative al bilancio al31 dicembre 2008


ANSALDO ENERGIA BILANCIO 200863NOTE ESPLICATIVE AL BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2008


1. Informazioni generaliAnsaldo Energia S.p.A. è una società del Gruppo Finmeccanica con sede a Genova. La Società si avvaledella facoltà concessa, ai sensi dell’art.27 comma 3 del D.Lgs.127 del 1991, ai sottogruppi di non redigereil Bilancio Consolidato, in quanto predisposto e pubblicato dalla Controllante Finmeccanica S.p.A.La Società ha per oggetto l’esercizio, in Italia ed all’estero, di attività industriali, commerciali, diprogettazione, fornitura, montaggio, avviamento e service nel settore degli impianti e dei componenti per laproduzione e la generazione di energia, nonché in settori affini, oltre alla realizzazione di tutte le opereconnesse con le attività di cui sopra. Alta tecnologia, elevato standard di professionalità, progetti erealizzazioni competitive, ampia capacità produttiva sono costanti componenti di questa azienda, sintesi distoria e di futuro nel segno dell’Energia.2. Forma, contenuti e principi contabili applicatiIl bilancio 2008 è redatto in conformità ai principi contabili internazionali IAS/IFRS omologati dallaCommissione Europea, integrati dalle relative interpretazioni (Standing Interpretations Commitee – SIC eInternational Financial Reporting Interpretations Commitee – IFRIC) emesse dall’International AccountingStandard Board (IASB). I principi contabili internazionali IFRS, utilizzati per la redazione del bilanciopresentato sono stati integrati con le interpretazioni IFRIC in essere alla data di predisposizione del bilanciostesso. In particolare i principi utilizzati sono quelli approvati dalla U.E. e contenuti nei Regolamenti U.E.:n. 1725/2003, 707/2004, 2236/2004, 2237/2004, 2238/2004, 2086/2004, 211/2005, 1751/2005,1864/2005, 1910/2005, 2106/2005, 108/2006, 708/2006, 1329/2006, 610/2007 e 611/2007.Nuovi IFRS e interpretazioni dell’IFRICNel corso del 2008 lo IASB e l’International Financial Reporting Interpretations Committee (IFRIC) hannoemesso emendamenti e interpretazioni non ancora obbligatori o non ancora recepiti dal LegislatoreComunitario ai seguenti principi: IAS 39 – IFRS 8 – IAS 23 – IAS 1 – IFSR 2 – IAS 27 – IFRS 3 – IFRIC 13 –IFRIC 14 – IFRIC 15 – IFRIC 16. Il gruppo adotterà a partire dal 1.1.2009 tali modifiche; la società ritiene dinon avere effetti significativi dalla loro applicazione né per l’esercizio in corso né per il prossimo.Il principio generale adottato nella predisposizione del presente bilancio è quello del costo, ad eccezionedegli strumenti derivati e di alcune attività finanziarie, per le quali il principio IAS 39 obbliga o –limitatamente alle attività finanziarie – consente la valutazione secondo il metodo del fair value.Tutti i valori sono esposti in unità di Euro salvo quando diversamente indicato.Il presente bilancio redatto secondo i principi IFRS è stato assoggettato a revisione contabile da parte dellaDeloitte & Touche S.p.A.La preparazione del bilancio ha richiesto l’uso di stime da parte del management.3. Principi Contabili adottatiInformativa di settoreLa Società opera in un unico settore di attività: quello dell’Energia e considera “secondario” lo schema perarea geografica dove i rischi e i benefici di impresa sono influenzati significativamente dal fatto che si operain Paesi diversi o in diverse aree geografiche.


ANSALDO ENERGIA BILANCIO 200865Conversione delle partite e traduzioni dei bilanci in valutaIdentificazione della valuta funzionaleIl presente bilancio è redatto in euro, che è la valuta funzionale della Ansaldo Energia S.p.A.Conversione delle poste in valuta esteraGli elementi espressi in valuta differente da quella funzionale, sia monetari (disponibilità liquide, attività epassività che saranno incassate o pagate con importi di denaro prefissato o determinabile, etc.) sia nonmonetari (anticipi a fornitori di beni e/o servizi, etc.) sono inizialmente rilevati al cambio in vigore alla data incui viene effettuata l’operazione. Successivamente gli elementi monetari sono convertiti in valuta funzionalesulla base del cambio della data di rendicontazione e le differenze derivanti dalla conversione sono imputateal conto economico. Gli elementi non monetari sono mantenuti al cambio di conversione della operazionetranne nel caso di andamento sfavorevole persistente del tasso di cambio di riferimento; in tal caso ledifferenze cambio sono imputate a conto economico.Immobilizzazioni immaterialiLe immobilizzazioni immateriali sono costituite da elementi non monetari privi di consistenza fisica,chiaramente identificabili ed atti a generare benefici economici futuri per l’impresa.Tali elementi sono rilevati al costo di acquisto e/o di produzione, comprensivo delle spese direttamenteattribuibili in fase di preparazione all’attività per portarla in funzionamento, al netto degli ammortamenticumulati (ad eccezione delle immobilizzazioni a vita utile indefinita) e delle eventuali perdite di valore.L’ammortamento ha inizio quando l’attività è disponibile all’uso ed è ripartito sistematicamente in relazionealla residua possibilità di utilizzazione della stessa e cioè sulla base della vita utile.Nell’esercizio in cui l’attività immateriale viene rilevata per la prima volta l’ammortamento è determinatotenendo conto della effettiva utilizzazione del bene.Costi di sviluppo e oneri ricorrentiLa voce accoglie i costi relativi alla applicazione dei risultati delle ricerche o di altre conoscenze a un piano oa un progetto per la produzione di materiali, dispositivi, processi, sistemi o servizi, nuovi o sostanzialmenteavanzati, precedenti l’avvio della produzione commerciale o dell’utilizzazione, per i quali è dimostrabile laproduzione in futuro di benefici economici ammortizzati lungo il periodo in cui i ricavi futuri attesi siverificheranno e comunque non oltre 10 anni. Qualora tali costi rientrino nell’ambito dei costi definiti come“oneri non ricorrenti”, essi sono rilevati nella voce specifica classificata all’interno delle immobilizzazioniimmateriali.I costi di ricerca sono invece imputati al conto economico del periodo nel quale gli stessi sono sostenuti.Diritti di brevetto industriale e di utilizzazione delle opere dell’ingegnoI diritti di brevetto industriale ed utilizzazione delle opere dell’ingegno sono iscritti al costo di acquisizione alnetto degli ammortamenti e delle perdite di valore cumulati nel tempo.L’ammortamento si effettua a partire dall’esercizio in cui il diritto, per il quale ne sia stata acquisita latitolarità, è disponibile all’uso ed è determinato prendendo a riferimento il periodo più breve tra quello diatteso utilizzo e quello di titolarità del diritto.Concessioni, licenze e marchiRientrano in questa categoria: le concessioni, cioè i provvedimenti della Pubblica Amministrazione checonferiscono a soggetti privati il diritto di sfruttare in esclusiva beni pubblici, ovvero di gestire in condizioniregolamentate servizi pubblici; le licenze che attribuiscono il diritto di utilizzare per un tempo determinato odeterminabile brevetti o altri beni immateriali; i marchi costituiti da segni attestanti la provenienza di prodottio delle merci da una determinata azienda; le licenze di know how, di software applicativo, di proprietà di altrisoggetti. I costi, comprensivi delle spese dirette e indirette sostenute per l’ottenimento dei diritti, possonoessere capitalizzati tra le attività dopo il conseguimento della titolarità degli stessi e vengonosistematicamente ammortizzati prendendo a riferimento il periodo più breve tra quello di atteso utilizzo equello di titolarità del diritto.NOTE ESPLICATIVE AL BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2008


Immobilizzazioni materialiLe immobilizzazioni materiali sono valutate al costo di acquisto o di produzione, al netto degli ammortamentiaccumulati e delle eventuali perdite di valore. Il costo include ogni onere direttamente sostenuto perpredisporre le attività al loro utilizzo oltre ad eventuali oneri di smantellamento e di rimozione che verrannosostenuti per riportare il sito nelle condizioni originarie.Gli oneri sostenuti per le manutenzioni e le riparazioni di natura ordinaria e/o ciclica sono direttamenteimputati al conto economico nell’esercizio in cui sono sostenuti. La capitalizzazione dei costi inerentil’ampliamento, ammodernamento o miglioramento degli elementi strutturali di proprietà o in uso da terzi, èeffettuata esclusivamente nei limiti in cui gli stessi rispondano ai requisiti per essere separatamenteclassificati come attività o parte di una attività. Eventuali contributi pubblici in conto capitale relativi adimmobilizzazioni materiali sono registrati a diretta deduzione del bene cui si riferiscono.Il valore di un bene è rettificato dall’ammortamento sistematico, calcolato in relazione alla residuapossibilità di utilizzazione dello stesso sulla base della vita utile. Nell’esercizio in cui il bene viene rilevatoper la prima volta l’ammortamento viene determinato tenendo conto dell’effettivo utilizzo del medesimo.La vita utile stimata dalla Società, per le varie classi di cespiti, è la seguente:Terrenivita utile indefinitaFabbricati industriali 33Impianti e macchinari 20-5Attrezzature 8-2,5Mobili e dotazioni 8-5Automezzi 5-4AnniQualora il bene oggetto di ammortamento sia composto da elementi distintamente identificabili la cui vitautile differisce significativamente da quella delle altre parti che compongono l’immobilizzazione,l’ammortamento viene calcolato separatamente per ciascuna delle parti che compongono il bene inapplicazione del principio del component approach.La voce comprende anche le attrezzature destinate a specifici programmi (tooling) ancorché ammortizzate,come gli altri “oneri non ricorrenti”, in funzione del metodo delle unità prodotte rispetto al totale previsto.Gli utili e le perdite derivanti dalla vendita di attività o gruppi di attività sono determinati confrontando ilprezzo di vendita con il relativo valore netto contabile.Investimenti in partecipazioniLa Società classifica i propri investimenti in partecipazioni in:• “imprese controllate” sulle quali l’impresa partecipante ha il potere di determinare le scelte finanziarie egestionali ottenendone i benefici relativi;• “imprese collegate” sulle quali l’impresa partecipante esercita una influenza notevole (che si presumequando nell’Assemblea ordinaria può essere esercitato almeno il 20% dei voti). La voce include anche lafattispecie delle imprese sottoposte a controllo congiunto (joint venture);• “altre imprese” che non rispondono a nessuno dei requisiti più sopra indicati.Le imprese controllate (anche congiuntamente), collegate ed altre, ad eccezione di quelle classificate come“attività possedute per la vendita”, sono valutate al costo di acquisizione o di costituzione. Detto costopermane nei bilanci successivi ad eccezione del verificarsi di una perdita di valore o dell’eventuale ripristinoa seguito di una variazione della destinazione economica o per operazioni sul capitale. Le partecipazionidestinate alla vendita sono valutate al minore tra il costo ed il fair value al netto dei costi di vendita.È riportato, in allegato alla presente Nota, il prospetto riepilogativo delle imprese partecipate. Si precisa che,relativamente alle imprese controllate, i dati ivi contenuti sono desunti dai rispettivi progetti di bilancio al 31dicembre 2008 approvati dai Consigli di Amministrazione; per le imprese collegate e le altre imprese, i valori


ANSALDO ENERGIA BILANCIO 200867di carico delle partecipazioni sono stati raffrontati con i patrimoni netti delle società partecipate, così comerisultanti dagli ultimi bilanci approvati disponibili.Il “Fondo rischi su partecipazioni” accoglie l’eventuale perdita di valore eccedente il valore di carico.Nel caso in cui vengano meno i motivi delle svalutazioni apportate, il valore delle partecipazioni vieneripristinato entro i limiti del costo originario.RimanenzeLe rimanenze di magazzino sono iscritte al minore fra il costo ed il valore netto di realizzo. Il metodo dideterminazione del costo scelto è il costo medio ponderato. Il valore netto di realizzo è il prezzo di venditanel corso della normale gestione, al netto dei costi stimati di completamento e quelli necessari perrealizzare la vendita.La Società classifica le rimanenze nelle seguenti categorie:• materie prime, sussidiarie e di consumo• prodotti in corso di lavorazione e semilavorati• acconti.I prodotti in corso di lavorazione sono valutati al costo di produzione utilizzando il criterio del costo medioponderato, con esclusione degli oneri finanziari e delle spese generali di struttura.Lavori in corso su ordinazioneI lavori in corso sono rilevati sulla base del metodo dello stato di avanzamento (o percentuale dicompletamento) secondo il quale i costi, i ricavi ed il margine vengono riconosciuti in base all’avanzamentodell’attività produttiva. Lo stato di avanzamento viene determinato facendo riferimento al rapporto tra costisostenuti alla data di valutazione e costi complessivi attesi sul programma.La valutazione riflette la migliore stima dei programmi effettuata alla data di rendicontazione. Periodicamentesono effettuati aggiornamenti delle assunzioni che sono alla base delle valutazioni. Gli eventuali effettieconomici sono contabilizzati nell’esercizio in cui sono effettuati gli aggiornamenti.Nel caso si preveda che il completamento di una commessa possa determinare l’insorgere di una perdita alivello di margine industriale, questa sarà riconosciuta nella sua interezza nell’esercizio in cui la stessadivenga ragionevolmente prevedibile.I lavori in corso su ordinazione sono esposti al netto degli eventuali fondi svalutazione, nonché degli accontie degli anticipi relativi al contratto in corso di esecuzione.Tale analisi viene effettuata commessa per commessa: qualora il differenziale risulti positivo (per effetto dilavori in corso superiori all’importo degli acconti) lo sbilancio è classificato tra le attività nella voce in esame;qualora invece tale differenziale risulti negativo lo sbilancio viene classificato tra le passività, alla voce “accontida committenti”. L’importo evidenziato tra gli acconti, qualora non incassato alla data di predisposizione delbilancio e/o della situazione intermedia, trova diretta contropartita nei crediti commerciali.I contratti con corrispettivi denominati in valuta differente da quella funzionale (Euro per la Società) sonovalutati convertendo la quota di corrispettivi maturata, determinata sulla base del metodo della percentualedi completamento, al cambio di chiusura del periodo. La policy della Società in materia di rischio di cambioprevede tuttavia che tutti i contratti che presentino significative esposizioni dei flussi di incasso epagamento alle variazioni dei tassi di cambio vengano coperti puntualmente: in questo caso trovanoapplicazione le modalità di rilevazione richiamate nel paragrafo 3.2.1.Crediti e Attività FinanziarieLa Società classifica le attività finanziarie nelle seguenti categorie:• attività al fair value con contropartita al conto economico• crediti e finanziamenti• attività finanziarie detenute fino a scadenza• attività finanziarie disponibili per la vendita.Il management determina la classificazione delle stesse al momento della loro prima iscrizione.NOTE ESPLICATIVE AL BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2008


Attività al fair value con contropartita al conto economicoTale categoria include le attività finanziarie acquisite a scopo di negoziazione a breve termine o quelle cosìdesignate dal management, oltre agli strumenti derivati, per i quali si rimanda al successivo paragrafo.Il fair value di tali strumenti viene determinato facendo riferimento al valore di mercato (bid price) alla data dichiusura del periodo oggetto di rilevazione: nel caso di strumenti appartenenti a tale categoria vengonoimmediatamente rilevate a conto economico. La classificazione tra corrente e non corrente riflette le attesedel management circa la loro negoziazione: sono incluse tra le attività correnti quelle la cui negoziazione èattesa entro i 12 mesi o quelli identificati come detenuti a scopo di negoziazione.Crediti e finanziamentiIn tale categoria sono incluse le attività non rappresentate da strumenti derivati e non quotate in un mercatoattivo, dalle quali sono attesi pagamenti fissi o determinabili. Tali attività sono valutate al costoammortizzato sulla base del metodo del tasso di interesse effettivo. Qualora vi sia una obiettiva evidenza diindicatori di perdite di valore, il valore delle attività viene ridotto in misura tale da risultare pari al valoreattuale dei flussi ottenibili in futuro: le perdite di valore determinate attraverso impairment test sono rilevatea conto economico. Qualora nei periodi successivi vengano meno le motivazioni delle precedentisvalutazioni, il valore delle attività viene ripristinato fino a concorrenza del valore che sarebbe derivatodall’applicazione del costo ammortizzato qualora non fosse stato effettuato l’impairment. Tali attività sonoclassificate come attività correnti, salvo che per le quote con scadenza superiore ai 12 mesi, che vengonoincluse tra le attività non correnti.Attività finanziarie detenute fino a scadenzaTali attività sono quelle, diverse dagli strumenti derivati, a scadenza prefissata e per le quali la Società hal’intenzione e la capacità di mantenerle in portafoglio sino alla scadenza stessa. Sono classificate tra leattività correnti quelle la cui scadenza contrattuale è prevista entro i 12 mesi successivi. Qualora vi sia unaobiettiva evidenza di indicatori di perdite di valore, il valore delle attività viene ridotto in misura tale darisultare pari al valore scontato dei flussi ottenibili in futuro: le perdite di valore determinate attraversoimpairment test sono rilevate a conto economico. Qualora nei periodi successivi vengano meno lemotivazioni delle precedenti svalutazioni, il valore delle attività viene ripristinato fino a concorrenza del valoreche sarebbe derivato dall’applicazione del costo ammortizzato se non fosse stato effettuato l’impairment.Attività finanziarie detenute fino a scadenzaIn tale categoria sono incluse le attività finanziarie, non rappresentate da strumenti derivati, designateappositamente come rientranti in tale voce o non classificate in nessuna delle precedenti voci. Tali attivitàsono valutate al fair value, quest’ultimo determinato facendo riferimento ai prezzi di mercato alla data dibilancio o attraverso tecniche e modelli di valutazione finanziaria, rilevandone le variazioni di valore concontropartita in una specifica riserva di patrimonio netto (“riserva per attività disponibili per la vendita”).Tale riserva viene riversata a conto economico solo nel momento in cui l’attività finanziaria vieneeffettivamente ceduta, o, nel caso di variazioni negative, quando si evidenzia che la riduzione di valore giàrilevata a patrimonio netto non potrà essere recuperata. La classificazione quale attività corrente o noncorrente dipende dalle intenzioni del management e dalla reale negoziabilità del titolo stesso: sono rilevatetra le attività correnti quelle il cui realizzo è atteso nei successivi 12 mesi.Qualora vi sia una obiettiva evidenza di indicatori di perdite di valore, il valore delle attività viene ridotto inmisura tale da risultare pari al valore scontato dei flussi ottenibili in futuro: le variazioni di valore negativeprecedentemente rilevate nella riserva di patrimonio netto vengono riversate a conto economico.La perdita di valore precedentemente contabilizzata è ripristinata nel caso in cui vengano meno lecircostanze che ne avevano comportato la rilevazione.DerivatiGli strumenti derivati sono sempre considerati come attività detenute a scopo di negoziazione e valutati a fairvalue con contropartita a conto economico, salvo il caso in cui gli stessi si configurino come strumenti idonei allacopertura ed efficaci nello sterilizzare il rischio di sottostanti attività o passività o impegni assunti dalla Società.


ANSALDO ENERGIA BILANCIO 200869In particolare la Società utilizza strumenti derivati nell’ambito di strategie di copertura finalizzate aneutralizzare il rischio di variazioni di fair value di attività o passività riconosciute in bilancio o derivanti daimpegni contrattualmente definiti (fair value hedge) o di variazioni nei flussi di cassa attesi relativamente adoperazioni contrattualmente definite o altamente probabili (cash flow hedge). Per le modalità seguite nellarilevazione delle coperture dal rischio di cambio su contratti a lungo termine si rimanda alla Nota 3.L’efficacia delle operazioni di copertura viene documentata sia all’inizio della operazione che periodicamente(almeno ad ogni data di pubblicazione del bilancio o delle situazioni infrannuali) ed è misurata comparandole variazioni di fair value dello strumento di copertura con quelle dell’elemento coperto (dollar offset ratio) o,nel caso di strumenti più complessi, attraverso analisi di tipo statistico fondate sulla variazione del rischio.Fair Value HedgeLe variazioni di valore dei derivati designati come fair value hedge e che si qualificano come tali sono rilevatea conto economico, similmente a quanto fatto con riferimento alle variazioni di fair value delle attività opassività coperte attribuibili al rischio neutralizzato attraverso l’operazione di copertura.Cash Flow HedgeLe variazioni di fair value dei derivati designati come cash flow hedge e che si qualificano come tali vengonorilevate, limitatamente alla sola quota “efficace”, in una specifica riserva di patrimonio netto (“riserva dacash flow hedge”), che viene successivamente riversata a conto economico al momento della manifestazioneeconomica del sottostante oggetto di copertura. La variazione di fair value riferibile alla porzione inefficaceviene immediatamente rilevata al conto economico di periodo. Qualora lo strumento derivato sia ceduto onon si qualifichi più come efficace copertura dal rischio a fronte del quale l’operazione era stata accesa o ilverificarsi della operazione sottostante non sia più considerata altamente probabile, la quota della “riservada cash flow hedge” ad essa relativa viene immediatamente riversata a conto economico.Determinazione del fair valueIl fair value degli strumenti quotati in pubblici mercati è determinato facendo riferimento alle quotazioni (bidprice) alla data di chiusura dell’esercizio. Il fair value di strumenti non quotati viene misurato facendoriferimento a tecniche di valutazione finanziaria: in particolare, il fair value degli interest rate swap è misuratoattualizzando i flussi di cassa attesi, mentre il fair value dei forward su cambi è determinato sulla base deitassi di cambio di mercato alla data di riferimento ed ai differenziali di tasso tra le valute interessate.Disponibilità liquideComprendono denaro, depositi bancari o presso altri istituti di credito disponibili per operazioni correnti,conti correnti postali ed altri valori equivalenti nonché investimenti con scadenza entro tre mesi dalla data diacquisto. Le disponibilità liquide sono iscritte al fair value.Patrimonio NettoCapitale socialeIl capitale sociale è rappresentato dal capitale sottoscritto e versato. I costi strettamente correlati allaemissione delle azioni sono classificati a riduzione del capitale sociale, al netto dell’eventuale effetto fiscaledifferito, se direttamente attribuibili alla operazione di capitale.Utili (perdite) a nuovoIncludono i risultati economici dell’esercizio e degli esercizi precedenti per la parte non distribuita néaccantonata a riserva (in caso di utili) o da ripianare (in caso di perdite). La posta accoglie, inoltre, itrasferimenti da altre riserve di patrimonio quando si libera il vincolo al quale erano sottoposte, nonché glieffetti della rilevazione di cambiamenti di principi contabili e di errori rilevanti.Altre riserveIncludono, tra le altre, la riserva di fair value relativa alle partite contabilizzate con tale criterio concontropartita patrimonio netto, la riserva da cash flow hedge relativa alla rilevazione della quota “efficace”NOTE ESPLICATIVE AL BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2008


della copertura e la Riserva da stock option /grant relativa alla rilevazione dei piani a benefici definiti sottoforma di partecipazione al capitale.Debiti ed altre passivitàI debiti e le altre passività, sono inizialmente rilevati in bilancio al fair value al netto dei costi di transazione:successivamente vengono valutati al costo ammortizzato, utilizzando il metodo del tasso d’interesseeffettivo (Nota 2.20).I debiti e le altre passività sono classificati come passività correnti, salvo che la Società abbia il dirittocontrattuale di estinguere le proprie obbligazioni almeno oltre i 12 mesi dalla data del bilancio.Imposte differiteLe imposte differite sono calcolate sulla base delle differenze temporanee che si generano tra il valore delleattività e delle passività incluse nella situazione contabile dell’azienda ed il valore ai fini fiscali che vieneattribuito a quella attività/passività. La valutazione delle attività e delle passività fiscali differite vieneeffettuata applicando l’aliquota in vigore al momento in cui le differenze temporanee si riverseranno. Leimposte differite attive vengono rilevate nella misura in cui si ritiene probabile l’esistenza, negli esercizi incui si riverseranno le relative differenze temporanee, di un reddito imponibile almeno pari all’ammontaredelle differenze che si andranno ad annullare.Benefici ai dipendentiBenefici successivi al rapporto di lavoroLa Società utilizza diversi schemi pensionistici (o integrativi) che possono suddividersi in:• Piani a contribuzione definita in cui l’impresa paga dei contributi fissi a una entità distinta (es. un fondo) enon avrà una obbligazione legale o implicita a pagare ulteriori contributi qualora l’entità deputata nondisponga di attività sufficienti a pagare i benefici in relazione alla prestazione resa durante l’attivitàlavorativa nella impresa. L’impresa rileva contabilmente i contributi al piano solo quando i dipendentiabbiano prestato la propria attività in cambio di quei contributi;• Piani a benefici definiti in cui l’impresa si obbliga a concedere i benefici concordati per i dipendenti inservizio e per gli ex dipendenti assumendo i rischi attuariali e di investimento relativi al piano. Il costo ditale piano non è quindi definito in funzione dei contributi dovuti per l’esercizio, ma è rideterminato sullabase di assunzioni demografiche, statistiche e sulle dinamiche salariali. La metodologia applicata èdefinita “metodo della proiezione unitaria del credito”.La Società, rileva i piani a benefici definiti applicando il cosiddetto “equity method”, che consiste nel rilevaregli utili e le perdite attuariali di tutti i piani direttamente a patrimonio netto nell’esercizio in cui si verificano.Con riferimento alla classificazione dei costi relativi ai piani a benefici definiti, i costi per prestazioni di lavoro(correnti e passate), nonché i costi relativi alla rilevazione di curtailment (laddove applicabile) sono rilevatinella voce “Costi del personale”. Viceversa, gli interest costs, al netto del rendimento atteso sulle attività aservizio del piano, sono classificati fra gli “interessi finanziari”.Altri benefici a lungo termine e benefici successivi al rapporto di lavoroLa Società riconosce ai dipendenti alcuni benefit (ad esempio, al raggiungimento di una determinatapresenza in azienda, i premi di anzianità) che, in alcuni casi, sono riconosciuti anche dopo l’uscita perpensionamento (ad esempio l’assistenza medica). Il trattamento contabile è lo stesso utilizzato per quantoindicato con riferimento ai piani a benefici definiti, trovando applicazione anche a tali fattispecie il “metododella proiezione unitaria del credito” e gli eventuali utili o perdite attuariali sono rilevati immediatamente eper intero nell’esercizio in cui emergono.Benefici dovuti ai dipendenti per la cessazione del rapporto di lavoro e per piani di incentivazioneVengono rilevati i benefici dovuti ai dipendenti per la cessazione del rapporto di lavoro come passività ecosto quando l’impresa è impegnata, in modo comprovabile, a interrompere il rapporto di lavoro di undipendente o di un gruppo di dipendenti prima del normale pensionamento o erogare benefici per la


ANSALDO ENERGIA BILANCIO 200871cessazione del rapporto di lavoro a seguito di una proposta per incentivare dimissioni volontarie per esuberi.I benefici dovuti ai dipendenti per la cessazione del rapporto di lavoro non procurano all’impresa beneficieconomici futuri e pertanto vengono rilevati immediatamente come costo.Benefici retributivi sotto forma di partecipazione al capitaleLa Società retribuisce il proprio Top Management anche attraverso piani di stock grant. In tali casi, ilbeneficio teorico attribuito ai soggetti interessati è addebitato a conto economico negli esercizi presi ariferimento dal piano con contropartita a riserva di patrimonio netto. Tale beneficio viene quantificatomisurando il fair value dello strumento assegnato attraverso tecniche di valutazione finanziaria, includendonella valutazione eventuali condizioni di mercato ed adeguando ad ogni data di bilancio o di situazioneinfrannuale il numero dei diritti che si ritiene verranno assegnati.Fondi per rischi ed oneriI fondi per rischi ed oneri sono iscritti a fronte di perdite ed oneri di natura determinata, di esistenza certa oprobabile, dei quali, tuttavia, alla data di rendicontazione non sono determinabili l’ammontare e/o la data diaccadimento.L’iscrizione viene rilevata solo quando esiste un’obbligazione corrente (legale o implicita) per una futurafuoriuscita di risorse economiche come risultato di eventi passati ed è probabile che tale fuoriuscita siarichiesta per l’adempimento dell’obbligazione. Tale ammontare rappresenta la miglior stima attualizzata dellaspesa richiesta per estinguere l’obbligazione. Il tasso utilizzato nella determinazione del valore attuale dellapassività riflette i valori correnti di mercato ed include gli effetti ulteriori relativi al rischio specificoassociabile a ciascuna passività.I rischi per i quali il manifestarsi di una passività è soltanto possibile vengono indicati nell’apposita sezioneinformativa su impegni e rischi e non si procede ad alcun stanziamento.LeasingContratti di leasing operativoI canoni attivi o passivi relativi a contratti di leasing qualificabili come operativi sono rilevati a contoeconomico in relazione alla durata del contratto.RicaviI ricavi derivanti da una operazione sono valutati al fair value del corrispettivo ricevuto tenendo conto dieventuali sconti e riduzioni legati alle quantità.I ricavi includono inoltre anche la variazione dei lavori in corso, per i cui principi di valutazione si rimanda allaprecedente Nota 2.I ricavi relativi alla vendita di beni sono riconosciuti quando l’impresa ha trasferito all’acquirente i rischisignificativi ed i benefici connessi alla proprietà dei beni, che in molti casi coincide con il trasferimento dellatitolarità o del possesso all’acquirente, o quando il valore del ricavo può essere determinatoattendibilmente.I ricavi delle prestazioni di servizi sono rilevati, quando possono essere attendibilmente stimati, sulla basedel metodo della percentuale di completamento.ContributiI contributi, in presenza di una delibera formale di attribuzione, sono rilevati per competenza in direttacorrelazione con i costi sostenuti. In particolare, i contributi in c/impianti vengono accreditati al contoeconomico in diretta relazione al processo di ammortamento cui i beni/progetti si riferiscono e portati adiretta riduzione dell’ammortamento stesso.CostiI costi sono registrati nel rispetto del principio di inerenza e competenza economica.NOTE ESPLICATIVE AL BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2008


Proventi ed oneri finanziariGli interessi sono rilevati per competenza sulla base del metodo degli interessi effettivi, utilizzando cioè iltasso di interesse che rende finanziariamente equivalenti tutti i flussi in entrata ed in uscita (compresieventuali aggi, disaggi, commissioni, etc.) che compongono una determinata operazione.Gli oneri finanziari non sono mai capitalizzati tra le attività.DividendiSono rilevati quando sorge il diritto degli azionisti a ricevere il pagamento che normalmente corrisponde alladelibera assembleare di distribuzione dei dividendi.La distribuzione di dividendi agli azionisti di Ansaldo Energia S.p.A.viene registrata come passività nelperiodo in cui la distribuzione degli stessi viene approvata dall’Assemblea degli azionisti.Operazioni con parti correlateLe operazioni con parti correlate avvengono alle normali condizioni di mercato4. Aspetti di particolare significativitàCoperture di contratti a lungo termine dal rischio di cambioAl fine di non risultare esposta alle variazioni nei flussi di incasso e pagamento relativi a contratti dicostruzione a lungo termine denominati in valuta differente da quella funzionale, la Società copre in manieraspecifica i singoli flussi attesi del contratto. Le coperture vengono poste in essere al momento difinalizzazione dei contratti commerciali Generalmente il rischio di cambio viene neutralizzato attraverso ilricorso a strumenti cosiddetti plain vanilla (forward): in tutti i casi in cui la copertura non risulti efficace, levariazioni di fair value di tali strumenti sono immediatamente rilevate a conto economico come partitefinanziarie, mentre il sottostante viene valutato come se non fosse coperto, risentendo delle variazioni deltasso di cambio. Gli effetti di tale modalità di rilevazione sono riportati nella Nota 28. Le copertureappartenenti al primo caso illustrato vengono rilevate in bilancio sulla base del modello contabile del cashflow hedge, considerando come componente inefficace la parte, relativa al premio o allo sconto nel caso diforward o al time value nel caso di opzioni, che viene rilevata tra le partite finanziarie.Fondi rischi e stima costi a finire dei contratti a lungo termineLa Società opera in settori di business e con schemi contrattuali particolarmente complessi, rilevati inbilancio attraverso il metodo della percentuale di completamento. I margini riconosciuti a conto economicosono funzione sia dell’avanzamento della commessa sia dei margini che si ritiene verranno rilevati sull’interaopera al suo completamento: pertanto, la corretta rilevazione dei lavori in corso e dei margini relativi adopere non ancora concluse presuppone la corretta stima da parte del management dei costi a finire, degliincrementi ipotizzati, nonché dei ritardi, degli extra-costi e delle penali che potrebbero comprimere il margineatteso. Per meglio supportare le stime del management, la Società si è dotata di schemi di gestione e dianalisi dei rischi di commessa, finalizzati ad identificare, monitorare e quantificare i rischi relativi allosvolgimento di tali contratti. I valori iscritti in bilancio rappresentano la miglior stima alla data operata dalmanagement, con l’ausilio di detti supporti procedurali.Inoltre, l’attività della Società si rivolge a settori e mercati ove molte problematiche, sia attive sia passive,sono risolte soltanto dopo un significativo lasso di tempo, specialmente nei casi in cui la controparte èrappresentata da committenza pubblica rendendo necessaria la stima da parte del management dei risultatidi tali contenziosi. Le principali situazioni di rischio potenziale giudicate “probabili” o “possibili” (questeultime non accantonate in bilancio) sono riportate nella Nota 20.Impairment di attivitàLe attività della società sono assoggettate a impairment test su base almeno annuale nel caso in cuiabbiano vita indefinita, o più spesso qualora vi siano indicatori di perdita durevole di valore.


ANSALDO ENERGIA BILANCIO 200873Similmente, gli impairment test vengono condotti su tutte le attività per le quali vi siano segnali di perdita divalore, anche qualora il processo di ammortamento risulti già avviato.Gli impairment test vengono condotti generalmente facendo ricorso al metodo del discounted cash flow: talemetodologia risulta, tuttavia, altamente sensibile alle assunzioni contenute nella stima dei flussi futuri e deitassi di interesse utilizzati.La Società utilizza per tali valutazioni i piani approvati dagli organi aziendali e parametri finanziari in lineacon quelli risultanti dal corrente andamento dei mercati di riferimento.5. Eventi ed operazioni significative non ricorrentiEventi ed operazioni significative non ricorrentiNell’esercizio la Società ha effettuato la fusione della controllata Sagemi S.r.l.La fusione è avvenuta con atto notarile n. 83192 del 5/8/2008 con efficacia dall’1/9/2008 ed effettofiscale dall’1/1/2008, fusione che si è resa necessaria per ottemperare agli obiettivi di sinergie previstenell’ambito della riorganizzazione del gruppo.Gli impatti patrimoniali di tale fusione sono presentati nel prospetto seguente:Stato PatrimonialeEuro 01.01.2008 31.08.2008Attività non correntilmmobilizzazioni immaterialilmmobilizzazioni materiali 4.314,41 4.314,41Investimenti immobiliariInvestimenti in partecipazioni 20.650,34 20.650,34Attività finanziarie valutate al fair valueTitoli detenuti fino a scadenzaCrediti non correnti verso parti correlateCrediti 21.360,90 21.360,90Imposte differite 77.513,53 77.513,53Altre attività123.839,18 123.839,18Attività correntiRimanenzeLavori in corso su ordinazione 246.651,25Crediti correnti verso parti correlate 4.036.443,75 3.540.599,32Crediti commerciali 562.182,67 336.406,03Attività finanziarie valutate al fair valueTitoli detenuti fino a scadenzaCrediti tributari 94.917,45 69.145,52Crediti finanziariAltre attività 10.189,60 14.741,92Disponibilltà liquide 8.929,43 21.401,204.959.314,15 3.982.293,99Attività non correnti possedute per la venditaTotale attività 5.083.153,33 4.106.133,17NOTE ESPLICATIVE AL BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2008


Euro 01.01.2008 31.08.2008Patrimonio NettoCapitale sociale 50.000,00 50.000,00Riserve 546.563,80 351.439,28Totale Patrimonio Netto 596.563,80 401.439,28Passività non correntiDebiti non correnti verso parti correlateDebiti finanziariTFR ed altre obbligazioni relative a dipendenti 455.314,26 442.838,89Fondi per rischi ed oneriImposte differite 1.235,41 1.235,41Altre passività 22.174,15 19.625,35478.723,82 463.699,65Passività correntiAcconti da committenti 2.177.002,37 375.979,97Debiti correnti verso parti correlate 418.959,20 333.860,31Debiti commerciali 590.821,24 1.822.822,19Debiti finanziariDebiti tributari 138.827,69 72.203,38Fondi per rischi ed oneri 68.282,96 18.302,83Altre passività 613.972,25 617.825,564.007.865,71 3.240.994,24Passività direttamente correlate ad attività possedute per la venditaTotale passività 4.486.589,53 3.704.693,89Totale passività e patrimonio netto 5.083.153,33 4.106.133,176. Informativa di settoreLa Società opera in un unico settore, quello dell’Energia.I ricavi della Società sono così ripartiti per area geografica (sulla base del paese di riferimento del cliente)Euro/migliaia 31.12.2008 31.12.2007Italia 550.421 720.486Europa CEE 117.187 19.358United Kingdom 179Resto Europa 35.059 4.251Africa 410.945 84.793Nord America 4.168 3.659Sud America 6.027 5.585Medio Oriente 70.755 43.528Asia 38.781 97.324Altri paesi 56 171.233.578 979.001


ANSALDO ENERGIA BILANCIO 200875Le attività sono allocate sulla base del luogo in cui esse si trovano (in Euro/migliaia):31.12.2008 31.12.2007Europa 859.648 777.254Nord America 13.837 5.029Altre 92.275 135.193965.760 917.476Gli investimenti sono allocati sulla base del luogo in cui gli stessi sono effettuati (in Euro/migliaia):Euro/migliaia 31.12.2008 31.12.2007Europa 48.107 17.626Nord AmericaAltre48.107 17.6267. Immobilizzazioni immaterialiEuro/migliaia Avviamento Costi di Diritti Concessioni, Altre Totalesviluppo di brevetto licenzee simili e marchi1° gennaio 2007Costo 450 450Valore in bilancio 450 450Ammortamenti 27031 dicembre 2007 così composto:Costo 450 450Ammortamenti e svalutazioni 270 270Valore in bilancio 180 180Investimenti (**) 5.123 5.123VenditeAmmortamenti 90 9031 dicembre 2008 così composto: 90 5.123 5.213Costo 450 5.123 5.573Ammortamenti e svalutazioni 360 360Valore in bilancio 90 5.123 5.213Le immobilizzazioni immateriali ammontano a €/migliaia 5.213 e sono relative:• ai diritti di licenza, acquisiti da Siemens nel corso dell’esercizio 2004, per la versione più evoluta delmodello di turbina a gas V94 3A. L’ammortamento di €/migliaia 90 è supportato dalla valutazioneeffettuata sulla base della capacità del bene di produrre ricavi;NOTE ESPLICATIVE AL BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2008


• a immobilizzazioni in corso relative a progetti di ricerca e sviluppo per €/migliaia 5.123.Nel corso del 2008, l’azienda ha dato corso ad alcuni progetti di contenuto fortemente innovativo chegiustificano la loro capitalizzazione. Il primo e più importante progetto è relativo allo sviluppo della turbinaa gas V94.3A, con l’obiettivo di adeguarne le performance alle richieste del mercato nonché aglistandard offerti dalla concorrenza. Gli altri due progetti, coerentemente con l’importanza strategica delservice anche su flotta installata di terzi, hanno riguardato lo studio e la progettazione dei principalicomponenti di turbina a gas della classe 20-50 MW e della classe 90-120 MW.8. Immobilizzazioni materialiEuro/migliaia Terreni e Impianti e Attrezzature Altre Immob. in Totalefabbricati macchinari corso edacconti1° gennaio 2007Costo 67.973 161.349 27.576 14.834 9.700 281.432Rivalutazioni 15.708 840 16.548Ammortamenti e svalutazioni 36.853 120.676 24.402 13.587 195.518Valore in bilancio 46.828 41.513 3.174 1.247 9.700 102.462Investimenti 1.746 5.208 9.870 332 470 17.626Vendite 138 138Ammortamenti 2.422 7.720 2.979 439 13.56031 dicembre 2007 così composto: 46.152 38.863 10.065 1.140 10.170 106.390Costo 69.719 165.244 37.334 15.096 10.170 297.563Rivalutazioni 15.708 840 16.548Ammortamenti e svalutazioni 39.275 127.221 27.269 13.956 207.721Valore in bilancio 46.152 38.863 10.065 1.140 10.170 106.390Investimenti 2.477 21.411 5.667 779 12.650 42.984Fusione 1 3 4Vendite 101 101Ammortamenti 2.486 8.814 5.576 410 17.28631 dicembre 2008 così composto: 46.143 51.359 10.157 1.512 22.820 131.991Costo 72.196 185.605 43.181 15.792 22.820 339.594Rivalutazioni 15.708 840 16.548Ammortamenti e svalutazioni 41.761 135.086 33.024 14.280 224.151Valore in bilancio 46.143 51.359 10.157 1.512 22.820 131.991Le immobilizzazioni materiali sono esposte al netto del fondo ammortamento.I terreni e i fabbricati sono costituiti dagli insediamenti industriali di Genova-Campi (€/migliaia 34.792),Legnano (€/migliaia 11.217) e dall’immobile di Teheran in cui ha sede la branch iraniana (€/migliaia 134).L’incremento netto di €/migliaia 25.600 rispetto all’esercizio precedente è determinato da:• Acquisti e capitalizzazioni per nuovi impianti (€/migliaia 30.334) attinenti a due impianti mobili difiltrazione, due alesatrici a montante mobile, un tornio SIRMU, una rettificatrice MAGERLE, un impianto disaldatura rotori ed in genere macchine impiegate nella produzione;• Capitalizzazioni per impianti in corso di costruzione la cui messa in servizio è prevista nel corso del 2009per complessive €/migliaia 12.650;


ANSALDO ENERGIA BILANCIO 200877• Ammortamenti di competenza del periodo per €/migliaia 17.286 calcolati tenendo conto della vitaresidua dei beni e del loro grado di utilizzazione.Le aliquote sono le seguenti:Fabbricati industriali 3-5%Impianti e macchinari 5-20%Attrezzatture 12,5-40%Mobili e dotazioni 12-20%Automezzi 20-25%• Decrementi di €/migliaia 101 derivanti da alienazioni, al netto degli ammortamenti.• Incremento di €/migliaia 4 per effetto fusione Sagemi Italia.9. Investimenti in partecipazioniEuro/migliaia 31-12-2008 31-12-2007Saldo iniziale 19.135 22.991Acquisizioni/sottoscrizioni e aumenti di capitale 23.814 1.556Rivalutazioni/svalutazioni (2.648) (5.328)Eliminazione per fusione (138)Cessioni 2 84Fusioni 20Altri movimentiSaldo finale 40.181 19.135Le variazioni dell’esercizio attengono essenzialmente all’acquisizione delle controllata Ansaldo Fuel CellsS.p.A. per €/migliaia 6.673 e la successiva ricapitalizzazione per €/migliaia 14.128, all’acquisizione dellacollegata Turboenergy Srl per €/migliaia 1.000 e al versamento di €/migliaia 2.000 alla controllata AnsaldoRicerche S.p.A. in c/future perdite e svalutazione a fronte delle perdite permanenti di valore accertatenell’esercizio per €/migliaia 2.648.La Società Ansaldo Fuel Cells, acquisita nel corso dell’esercizio ha come obiettivo lo sviluppo delle fuel cellsper la generazione distribuita di energia. Nel corso degli anni ha raggiunto importanti traguardi nello sviluppoe test del prodotto, pervenendo alla realizzazione di numerosi prototipi.Il valore della partecipazione è stato oggetto di test d’impairment. Il test è stato eseguito sulla base delpiano aziendale predisposto dalla società controllata per supportare la recuperabilità dei costi capitalizzati(componente essenziale dell’attivo patrimoniale), riferiti ai costi sostenuti per lo sviluppo di celle acombustibili con requisiti di durata ed efficienza che rendano commerciabile il prodotto.Il piano aziendale prevede un periodo di 5 anni di proseguimento dello sviluppo del prodotto e l’avvio dellacommercializzazione a partire dall’esercizio 2013 ed un periodo di ulteriori 12 anni in cui è attesa una fortecrescita della domanda del prodotto. Il piano evidenzia che la controllata comincerà a generare flussi dicassa positivi a partire dal 2020, con il raggiungimento di volumi di ricavi superiori al miliardo di Euro a finedel periodo di previsione.Per quanto riguarda i flussi generati nel periodo successivo alla durata del piano (terminal value) sono statefatte estrapolazioni sulla base degli ultimi periodi del piano.Le assunzioni alla base del piano sono:• la miglior stima possibile del mercato a tendere relativo alle energie rinnovabili e di generazionedistribuita pari ad un mercato del valore a tendere di 30GW• la miglior stima possibile della quota che nel suddetto mercato avrà la tecnologia della fuel cells pari adun mercato pari a tendere di 1,6GWNOTE ESPLICATIVE AL BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2008


• una quota pari al 30% di quest’ultimo mercato attribuita ad Ansaldo Fuel Cells• l’evoluzione tecnica del prodotto consentirà una competitività dello stesso nei confronti delle altre e giàconsolidate fonti di energia rinnovabile e distribuita;• le necessità finanziarie previste per lo sviluppo del prodotto e l’avvio siano pari a circa 80 milioni.I flussi di cassa considerati sono stati attualizzati secondo un tasso (wacc) del 9%, che data la natura delbusiness, e la fase di start up della società sconta tutte le componenti di rischio. L’impairment test haevidenziato la piena ricuperabilità del valore della partecipazione. Tale risultato è stato confermato anchedalle analisi di sensitività svolte sia sul tasso di attualizzazione sia sulle previsioni di flussi attesi.Vista l’ampiezza dei tempi attesi per il ritorno dell’investimento, il monitoraggio del progetto sarà costanteed in funzione sia all’evoluzione dello sviluppo tecnico sia del mercato.Nel corso dell’esercizio, con effetto retroattivo 1/1/2008 è stata fusa la controllata Sagem Italia conconseguente elisione della partecipazione di €/migliaia 138.Elenco delle partecipazioni al 31.12.2008 (in Euro/migliaia)Denominazione % di Valore Totale Totalepossesso partecipazione Attivo PassivoControllate e collegateAnsaldo Energy Inc. 100% 1 155 105Ansaldo ESG AG 100% 4.201 7.605 7.048Ansaldo Fuel Cells S.p.A. 94,37% 20.801 44.929 25.521Ansaldo Nucleare S.p.A. 100% 107 27.770 25.753Ansaldo Ricerche S.p.A. 100% 1.213 17.186 15.973Ansaldo Thomassen Bv 100% 11.953 52.414 47.248Asia Power Project Private Ltd 100% 0 74.898 210.058- Fondo Svalutazione -10.215Dayalistri Pratama in liq. 45% 47 .......non applicabileEnergeko Gas Italia S.r.l. 20,99% 10Polaris S.r.l. 49% 48Turboenergy S.r.l. 25% 1.000224.956 331.707Altre partecipazioni e consorziConsorzio Chiara 50% 16Consorzio CISA 66% 68Consorzio CORIBA 5% 3Consorzio CRIS 15,80% 380Consorzio Energie Rinnovabili 51% 10Consorzio SET 0,01% 5Consorzio SIRE 29,41% 25Cosorzio Quinn 8,33% 0Euroimpresa Legnano 9,917% 155Libian Italian Joint Co. 0,33% 9SIET S.p.A. 3,58% 107SIIT Distretto Tecnologico Ligure 2,30% 13SOGEA 0,10% 9Totale partecipazioni (al netto dei fondi svalutazione) 40.181Nell’allegato è riportato il Prospetto riepilogativo delle imprese partecipate ove sono contenute leinformazioni richieste dal Codice Civile.


ANSALDO ENERGIA BILANCIO 20087910. Rapporti patrimoniali con parti correlateIn generale i rapporti commerciali con parti correlate sono effettuati alle normali condizioni di mercato, cosìcome la remunerazione dei crediti e dei debiti produttivi di interessi, ove non regolati da specifiche condizionicontrattuali. Di seguito si evidenziano gli importi:Crediti al 31.12.2008 Crediti Crediti Altri Totalefinanziari commerciali creditiEuro correnti correntiControllantiFinmeccanica S.p.A. 496.089.024 80.000 33.289.079 529.458.103ControllateASPL 9.700.580 9.700.580Ansaldo ATH 26.600.251 425.001 27.025.252Ansaldo Ricerche 9.260.450 174.726 9.435.176Ansaldo E.S.G. 2.751.679 265.441 149.000 3.166.120Ansaldo Fuel Cells 12.958.369 862.464 13.820.833Ansaldo Electric Drives 847.702 847.702Ansaldo Nucleare 1.936.164 1.936.16462.119.031 3.663.796 149.000 65.931.827Consociate (*)Fata S.p.A. 317.000 317.000Totale 558.208.055 4.060.796 33.438.079 595.706.930Crediti al 31.12.2007 Crediti Crediti Altri Totalefinanziari commerciali creditiEuro correnti correntiControllantiFinmeccanica S.p.A. 445.763.414 207.000 37.144.676 483.115.090ControllateASPL 9.700.580 9.700.580Sagem Italia 362.962 362.962TTS Thomassen 10.676.717 450.816 11.127.533Ansaldo Ricerche 9.564.276 124.248 9.688.524E.S.G. 420.704 420.704Ansaldo Electric Drives 962.930 10.998 973.928Ansaldo Nucleare 674.593 674.59330.904.503 2.044.321 32.948.824Consociate (*)Ansaldo Industria in liq. 103.103 103.103HR Gest 1.615 1.615Ansaldo Fuel Cells 429.999 429.999Ansaldo STS 120.284 120.284SO.GE.PA. 283000 283.000Elsag Datamat 6.517 6.517Fata S.p.A. 77.066 77.066738.584 283.000 1.021.584Totale 476.667.917 2.989.905 37.427.676 517.085.498NOTE ESPLICATIVE AL BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2008


Debiti al 31.12.2008 Debiti Debiti Altri Totalefinanziari commerciali debitiEuro correnti correntiControllantiFinmeccanica S.p.A. 6.906.000 35.707.181 42.613.181ControllateAnsaldo Ricerche 4.981.951 4.981.951Ansado ATH 1.860.767Ansaldo E.S.G. 1.364.508 1.364.508Ansaldo Nucleare 4.392.805 27.220 4.420.0254.392.805 8.234.446 12.627.251Consociate (*)Fata Logistic System 1.187.000 1.187.000Space Software Italia S.p.A. 22.000 22.000Fata S.p.A. 51.000 51.000Elsag Datamat 3.288.000 3.288.000Finmeccanica Group Service 250.000 250.000Finmeccanica Group Real Estate 61.000 61.000SO.GE.P.A. 3.436.000 3.436.000Oto Melara 115.000 115.000Galileo Avionica 58.000 58.0008.468.000 8.468.000Totale 4.392.805 23.608.446 35.707.181 63.708.432Debiti al 31.12.2007 Debiti Debiti Altri Totalefinanziari commerciali debitiEuro correnti correntiControllantiFinmeccanica S.p.A. 842.000 37.153.003 37.995.003ControllateAnsaldo Nucleare S.p.A. 9.674.953 1.337 9.676.290Ansaldo Ricerche S.p.A. 1.226.941 1.226.941E.S.G. Energy Service Group AG 1.331.617 447.103 1.778.720Sagem Italia Srl 1.724.101 2.266.350 3.990.451Thomassen Turbine Systems B.V. 233.000 233.00012.730.671 4.174.731 16.905.402Consociate (*)Ansaldo STS 1.055 1.055Elsag Datamat 117.118 117.118Fata Logistic Systems 959.763 959.763Fata S.p.A. 3.537.376 3.537.376Finmeccanica Group Services 24.086 24.086HR Gest 84.778 84.7784.724.176 4.724.176Totale 12.730.671 9.740.907 37.153.003 59.624.581(*) Società sottoposte a controllo e coordinamento da parte di Finmeccanica S.p.A.


ANSALDO ENERGIA BILANCIO 200881I rapporti di debito e credito diversi verso la Controllante hanno recepito i crediti derivanti da imposteanticipate dovute a differenze temporanee per €/migliaia 25.675 e il credito IVA per €/migliaia 7.614 e idebiti per imposte differite passive per €/migliaia 6.403 trasferite al consolidato fiscale Finmeccanica,nonché il debito derivante dal carico fiscale dell’esercizio per €/migliaia 29.204 e debiti diversi per€/migliaia 100.Le variazioni intervenute nell’esercizio e la composizione delle attività per scadenza, in valuta, e suddiviseper area geografica sono riportate nei prospetti di dettaglio n. 5, 6, 9 e 10 allegati alla presente Nota.11. Crediti ed altre attività non correntiEuro/migliaia 31.12.2008 31.12.2007Crediti Vs. SACE 507Depositi cauzionali 348 332Credito TFR 398 921Altri 90 105Crediti non correnti 836 1.865Imposte anticipate 3.170 4.691Altre attività non correnti 3.170 4.691Le variazioni più significative nei crediti non correnti riguardano: la riclassifica della quota corrente dei creditiSACE, oggetto di specifici accordi di ristrutturazione; il decremento per utilizzo del credito TFR; l’iscrizione diimposte differite attive per IRAP ( €/migliaia 3.037) e imposte a patrimonio netto (€/migliaia 133).Le variazioni intervenute nell’esercizio e la composizione delle attività per scadenza, in valuta, e suddiviseper area geografica è riportata nei prospetti di dettaglio n. 3, 4, 5, e 6 allegati alla presente Nota.12. RimanenzeEuro/migliaia 31.12.2008 31.12.2007Materie prime, sussidiarie e di consumo 163.612 79.699Prodotti in corso di lavorazione e semilavorati 76.297 35.334Acconti a fornitori 81.884 31.316321.793 146.349Materie prime, sussidiarie e di consumoSono iscritte al netto del fondo svalutazione stanziato pari a €/migliaia 9.607. Sono valutate al costo medioponderato, sicuramente inferiore al valore netto di realizzo.Nell’esercizio la variazione in aumento è stata complessivamente pari a €/migliaia 83.913 soprattuttodovuta all’ aumento dei volumi produttivi, alla consegna di importanti componenti negli ultimi giorni didicembre ed al fatto che la società ha deciso, dato l’elevato livello degli impegni assunti, testimoniato dalportafoglio ordini, di approvvigionarsi in anticipo di componenti critici nel processo produttivo che presentanotempi di consegna lunghi da parte dei fornitori.Prodotti in corso di lavorazione e semilavoratiI semilavorati, incrementati di €/migliaia 40.963, sono valutati al costo di produzione e sono relativi a particon caratteristiche di elevata standardizzazione che verranno associate alle commesse di vendita solo almomento della personalizzazione. L’incremento rispetto al 2007 non introduce elementi di rischio in quantoNOTE ESPLICATIVE AL BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2008


le commesse in portafoglio e le opportunità in fase di realizzazione porteranno nel corso del 2009 allaassociazione definitiva a commesse di vendita.Acconti a fornitoriSono incrementati di €/migliaia 50.568 e sono correlati prevalentemente ai contratti di appalto per lecommesse impiantistiche. Tale incremento è da attribuirsi alla necessità di riconoscere ad alcuni fornitori dicomponenti, anticipi per le lavorazioni ordinate nel corso dell’eserczio.13. Lavori in corso e acconti da committentiEuro/migliaia 31.12.2008 31.12.2007Lavori in corso (lordi) 320.424 244.309Fusione Sagemi 247Acconti da committenti 251.395 195.450Lavori in corso (netti) 69.276 48.859Acconti da committenti (lordi) 3.946.852 3.557.424Lavori in corso 3.218.333 2.990.889Acconti da committenti (netti) 728.519 566.535I lavori in corso netti sono decrementati di €/migliaia 20.417 rispetto al precedente esercizio e sonoessenzialmente relativi a commesse per vendita di componenti.Le principali commesse sono di seguito elencate (in Euro/migliaia):Lic lordi al Acconti al Lic netti alDescrizione impianto 31.12.2008 31.12.2008 31.12.2008MARCINELLE - N.1 TG V94.3A4 - N.1 AT 21.813 (6.700) 15.113ALGECIRAS SPAGNA - N.2 TG + N.2 ALT. + AUX 57.373 (48.837) 8.536THISVI (GR) - N.1 TG V94.3A + 1 TG MT 15-43 22.086 (16.309) 5.777ASM - TERMOUTILIZZATORE BRESCIA 8.373 (3.825) 4.548SERVOLA - GAR.TOTALE DI FUNZIONAMENTO 45.426 (42.836) 2.590SAMALKOT INDIA - RIC. PER MAINTENANCE 6.722 (4.636) 2.086HAMMA ALGERIA - RICAMBI TG 1.838 1.838MAPNA - SET PALETTE IRAN FORNITURE 2008 5.986 (4.251) 1.735ENEL PROD.CTE TORREVALD.NORD - RICAMBI ALT 2.566 (976) 1.590FRANCO TOSI NARNI - ALT. IDROELETTRICI 3.105 (1.650) 1.455Gli acconti netti da committenti sono incrementati di €/migliaia 161.984 dovuti essenzialmente allaprevalente natura impiantistica delle commesse in corso di esecuzione per le quali le condizioni difatturazione non sono strettamente correlate all’avanzamento delle attività prodotte.Le principali commesse sono di seguito elencate (in Euro/migliaia):


ANSALDO ENERGIA BILANCIO 200883Lic lordi al Acconti al Lic netti al Crediti alDescrizione impianto 31.12.2008 31.12.2008 31.12.2008 31.12.2008ENIPOWER - MANUT. + RIC. A DISP. 100.560 (162.350) (61.790) 16.980TURANO - CC MULTISHAFT 2+1 800MW 46.669 (106.441) (59.772) 13.213BAYET-CC SINGLE SHAFT 400MW 11.436 (63.642) (52.206)SAN SEVERO - C.C. SINGLE SHAFT 400MW 15.916 (66.768) (50.852)RIZZICONI - C.C. 800MW 286.832 (336.114) (49.282) 1.195ALGERIA M’SILA - C.A. TG 2X215MW 143.417 (180.906) (37.489) 29.452PERVOMAISKAYA RUSSIA - 4 TG+4 AT 18.929 (45.860) (26.931) 42S.E.F. - FERRARA - TG+TT+AT 137.339 (162.837) (25.498) 449ALGERIA LARBAA - 4TG + 4AT 174.102 (198.699) (24.597) 20.814TIRRENO POWER NAPOLI LEV. - C.C. 152.798 (176.095) (23.297) 15.910CALENIA EN./SPARANISE - GTF 13.285 (31.422) (18.137)CONGO 2TG94.2 PLUS S.F. + 2ATWY217 17.119 (34.900) (17.781) 20.940Per le commesse considerate ultimate si è provveduto ad accertare i costi ancora da sostenere dopo lachiusura dei lavori stanziando un apposito fondo tra i rischi ed oneri.Le commesse pluriannuali, come previsto dallo IAS 11, sono valutate con il metodo del cost to cost, checonsiste nel determinare la percentuale di avanzamento, quale rapporto tra i costi sostenuti e quelli totaliprevisti, ed applicarla ai ricavi contrattuali per ottenere il valore da iscrivere tra i lavori in corso suordinazione a fine periodo.14. Crediti commerciali e finanziariEuro/migliaia 31.12.2008 31.12.2007Commerciali Finanziari Commerciali FinanziariCrediti 335.236 1.155 354.821 1.836(Impairment) (11.161) (22.288)324.075 1.155 332.533 1.836I crediti sono iscritti al fair value al 31/12/2008.I crediti commerciali in contenzioso e di dubbio realizzo, in relazione a vertenze legali, procedure giudiziali odi insolvenza sono iscritti al valore nominale e svalutati in un apposito fondo svalutazione crediti che riflettegli effetti dell’impairment test effettuato. I crediti iscritti non sono supportati da cambiali o titoli similari.Il decremento netto di €/migliaia 8.458 è riconducibile alla progressiva diminuzione dei crediti verso ilcliente ENEL per la commessa di Escatron (€/migliaia 41.370), verso SEF - Ferrara (€/migliaia 26.865),Doosan Korea (€/migliaia 20.050), PJSC STROYTRANSGAZ Russia (€/migliaia 8.758) controbilanciati dagliincrementi riconducibili al Cliente ABB Process Autom. per la commessa del Congo (€/migliaia 20.940),Iride Energia - Torino per la commessa di Moncalieri (€/migliaia 14.485), Sonelgaz (€/migliaia 13.948),A2A (€/migliaia 13.090) e Sorgenia (€/migliaia 12.613) e dalla riduzione del fondo svalutazione per€/migliaia 11.127 utilizzato per effetto della definizione di alcune cause prima fra tutte quella verso laBelleli Holding, conclusasi nell’anno con una transazione.I crediti finanziari sono relativi alle quote correnti dei crediti verso SACE, rivenienti da accordi diristrutturazione con paesi in sinistro e il credito per il dividendo della controllata Ansaldo ESG.Le variazioni intervenute, la composizione delle attività per scadenza e valuta, e la suddivisione per areageografica sono riportate nei prospetti di dettaglio n. 3, 4, 5 e 6 allegati alla presente Nota.NOTE ESPLICATIVE AL BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2008


15. Crediti e debiti tributariEuro/migliaia 31.12.2008 31.12.2007Crediti Debiti Crediti DebitiPer imposte dirette 801 2.291801 2.291CreditiRiguardano per €/migliaia 801 l’accantonamento IRAP (€/migliaia 9.267) al netto dell’acconto (€/migliaia 10.068).16. Altre attività correntiEuro/migliaia 31.12.2008 31.12.2007Risconti attivi - quote correnti 17.593 17.962Crediti verso dipendenti e istituti di previdenza 2.358 2.112Altri crediti verso l’erario 10.415 17.809Altre attività 9.243 21.38339.609 59.266Le altre attività correnti comprendono:• risconti attivi, prevalentemente relativi alla quota di competenza dei futuri esercizi dei costi diassicurazioni sul montaggio, attribuiti alle commesse sulla base del loro avanzamento;• un credito verso il Gruppo Camozzi per €/migliaia 3.026;• un credito verso il cliente NLC Neyveli per interessi di ritardato pagamento di Witholding Tax per€/migliaia 3.005, impropriamente trattenuti, per i quali è in corso un formale contenzioso in India. Ilrischio su questo credito, così come sull’intero contenzioso con le autorità fiscali indiane, è statofronteggiato con un complessivo stanziamento a fondo imposte;• crediti verso l’erario per €/migliaia 10.415 per imposte dirette di esercizi precedenti chieste a rimborsoe relativi interessi. Detti crediti sono stati riclassificati dalla voce Crediti Tributari del 31.12.2007.Nell’esercizio, tali crediti, si sono decrementati per €/migliaia 7.394 a seguito di rimborso avvenuto daparte dell’erario.Le variazioni intervenute nell’esercizio e la composizione delle attività per scadenza, in valuta, e suddiviseper area geografica è riportata nei prospetti di dettaglio n. 3, 4, 5 e 6 allegati alla presente Nota.17. Disponibilità liquideEuro/migliaia 31.12.2008 31.12.2007Cassa 102 57Depositi bancari 22.065 22.93422.167 22.991I depositi bancari sono per €/migliaia 12.138 relativi essenzialmente alle disponibilità in valuta localeconseguenti agli incassi sulle commesse algerine per l’attività in sito, per €/migliaia 117 a c/c valutaripresso istituti di credito italiani ed esteri, per €/migliaia 2.170 a c/c vincolati e per €/migliaia 7.640 a conticorrenti ordinari.


ANSALDO ENERGIA BILANCIO 200885Si ricorda che, per politica di tesoreria di Gruppo, le disponibilità liquide della società sono depositatepresso Finmeccanica S.p.A. e regolate a condizioni di mercato. I depositi sui conti correnti bancari a fineanno sono quindi da considerarsi attività residuali.18. Patrimonio nettoIl patrimonio netto al 31 dicembre 2008 è pari ad €/migliaia 115.265 con un incremento netto di€/migliaia 40.664.La composizione del patrimonio netto con riferimento alla disponibilità e distribuibilità è riportata nelprospetto n. 7 allegato alla presente Nota, mentre le movimentazioni avvenute nell’esercizio sono riportatenella voce “altre riserve”.Capitale socialeNumero Valore Azioniazioni ordinarie nonimale proprie TotaleAzioni in circolazione 11.966.812 € 1 – 11.966.812Azioni proprie – – –31 dicembre 2007 11.966.812 – 11.966.81231 dicembre 2008 così composto:Azioni in circolazione 11.966.812 € 1 11.966.812Azioni proprie – – –11.966.812 – 11.966.812Il capitale sociale è rappresentato da n. 11.966.812 azioni ordinarie del valore nominale di Euro 1 cadauna.Il capitale sociale è interamente posseduto da Finmeccanica S.p.A. Roma.La Società non detiene azioni proprie.NOTE ESPLICATIVE AL BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2008


Altre riserveEuro/migliaia Utili a Riserva Riserva per Riserva Altre Totalenuovo cash-flow piani di utili riservehedge stock- (perdite)option/ attuariali agrant P. Netto31 dicembre 2006 38.245 1.729 388 (3.911) (68) 36.383Dividendi pagati (24.173) (24.173)Sovrapprezzo su aumentidi capitale socialeRiclassifica da Riserva per impostedifferite a Patrimonio netto 1.926 (1.926) 0Utili (perdite) attuariali 297 297Utile d’esercizio 50.458 50.458Piani di stock option/grant:- valore delle prestazioni fornite (388) (388)- emissione di nuove azioni 1.820 (82) 1.738Variazioni di fair value (2.576) (2.576)Trasferimenti a conto economico 758 758Imposte differite 644 (507) 137Differenze di traduzione31 dicembre 2007 66.456 555 1.820 (6.047) (150) 62.634Dividendi pagati (45.000) (45.000)Sovrapprezzo su aumentidi capitale socialeRiclassifica da Riserva per impostedifferite a Patrimonio nettoUtili (perdite) attuariali (9.493) 9.493 0Utile d’esercizio 89.535 89.535Piani di stock option/grant:- valore delle prestazioni fornite (1.909) (1.909)- emissione di nuove azioni 613 33 646Variazioni di fair value 951 951Trasferimenti a conto economico (799) (3.149) (3.948)Imposte differite 459 (70) 389Differenze di traduzione31 dicembre 2008 101.957 637 524 297 (117) 103.298Riserva da Cash Flow hedgeTale riserva è stata costituita seguendo il principio dettato dallo IAS 39 e recepisce le risultanze deglistrumenti di copertura (derivati e swap) stipulati dalla Società a neutralizzazione del rischio cambio sui ricavicontrattuali in valuta estera. La riserva è al netto delle imposte differite passive inerenti.Riserva per piani di stock option e stock grantRileva il costo attribuito alle azioni Finmeccanica da consegnare ai Key Management Personel alraggiungimento degli obiettivi previsti nel piano di stock grant per l’esercizio 2008.Inoltre, nelle altre riserve è iscritta la “Riserva consegna azioni piano stock grant”, che rileva il differenzialetra il valore di attribuzione e quello di cessione delle azioni del piano.


ANSALDO ENERGIA BILANCIO 20088719. Debiti finanziariEuro/migliaia 31.12.2008 31.12.2007NonNonCorrente corrente Totale Corrente corrente TotaleDebiti verso banche 1.134 1.134Altri debiti finanziari 1.075 1.077 2.152 993 2.111 3.1041.075 1.077 2.152 2.127 2.111 4.238La movimentazione dei debiti finanziari è la seguente (in Euro/migliaia):31.12.2007 Rimborsi 31.12.2008Debiti verso banche 1.134 1.134 –Altri debiti finanziari 3.104 952 2.1524.238 2.086 2.152Debiti verso finanziatoriSono relativi ad un debito a medio lungo temine erogato dal Ministero delle Attività Produttive per ilfinanziamento agevolato della ricerca, diminuito per effetto del rimborso della rata scaduta nell’esercizio.Indebitamento finanziarioSi riportano di seguito le informazioni finanziarie secondo lo schema proposto dalla comunicazione CONSOBn. DEM/6064293 del 28 luglio 2006:Euro/migliaia 31.12.2008 31.12.2007Cassa 102 57Depositi bancari 22.065 22.934Liquidità 22.167 22.991Crediti finanziari correnti 559.363 478.504Debiti bancari correnti 301Parte corrente dell’indebitamento non corrente 833Altri debiti finanziari correnti 5.468 13.723Indebitamento finanziario corrente 5.468 14.857Indebitamento finanziario corrente netto (disponibilità) (576.062) (486.638)Debiti bancari non correntiAltri debiti non correnti 1.077 2.111Indebitamento finanziario non corrente 1.077 2.111Indebitamento finanziario netto (disponibilità) (574.985) (484.527)NOTE ESPLICATIVE AL BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2008


20. Fondi rischi e oneri e passività potenzialiEuro/migliaiaRistruttu- Fondo rischi Garanzia Vertenze Fondo Altri Totalerazione partecipazioni prodotti in corso imposte1 gennaio 2007Corrente 6.848 10.830 33.933 51.611Non corrente 19.699 22.770 24.175 66.6446.848 10.830 19.699 33.933 22.770 24.175 118.255Accantonamenti 240 5.000 5.749 56.651 67.640Utilizzi 103 995 103 48.347 49.548Altri movimenti 5.000 (5.000) 031 dicembre 2007 6.745 11.070 29.699 27.938 28.416 32.479 136.347Così composto:Corrente 6.745 11.070 27.938 10.000 55.753Non corrente 29.699 28.416 22.479 80.5946.745 11.070 29.699 27.938 28.416 32.479 136.347Accantonamenti 3.500 500 20.705 24.705Utilizzi 176 860 9.000 9.096 1.820 33 20.985Altri movimenti31 dicembre 2008 6.569 10.210 20.699 22.342 27.096 53.151 140.067Così composto:Corrente 6.569 10.210 22.342 9.967 49.088Non corrente 20.699 27.096 43.184 90.9796.569 10.210 20.699 22.342 27.096 53.151 140.067Oneri di ristrutturazioneTrattasi degli importi stanziati in anni precedenti a fronte dei rischi correlati alle cessioni di attività.Nell’esercizio il fondo è stato utilizzato per €/migliaia 176.Fondo rischi partecipazioniNell’esercizio 2008 la controllata ASPL ha consuntivato un risultato netto positivo che ha portato allariduzione del fondo svalutazione partecipazioni, a suo tempo accantonato, per allinearlo al nuovo valore delpatrimonio netto.Garanzia prodottiIl fondo fronteggia i rischi di danni diretti ed indiretti che originano dalle garanzie prestate sulle performancedelle commesse anche oltre il periodo di garanzia prevista contrattualmente. Statisticamente è possibilerilevare che sul totale installato si possano verificare danni indiretti imputabili alle performance dei prodottidella Vostra società. Ne è un esempio l’utilizzo del fondo nel 2008 per €/migliaia 9.000 a seguito dellachiusura del contenzioso con il cliente ISE e relativo alla centrale di Taranto.Vertenze in corsoIl fondo rappresenta la migliore stima relativamente ad arbitrati e vertenze di carattere giudiziale con ilpersonale (€/migliaia 935) e con terzi (€/migliaia 21.407). Il fondo vertenze verso terzi fronteggia


ANSALDO ENERGIA BILANCIO 200889contenziosi giudiziali ed arbitrali in Italia ed all’estero conseguenti alle commesse ed alle cessioni di attivitàeffettuate in precedenti esercizi. I contenziosi di cui sopra, legati all’indeterminatezza dei tempi necessari apervenire ad un giudizio definitivo non consentono di collocare con precisione quando l’esborso finanziariopotrebbe avvenire.Il fondo vertenze terzi è diminuito di €/migliaia 9.096 relativamente alla conclusione della vertenza inessere a seguito dell’accordo transattivo intercorso con Camozzi (€/migliaia 8.755), a vertenze con terzi(€/migliaia 341) e allo stanziamento di €/migliaia 3.500 a fronte delle cause nell’area Sud America.Fondo imposteIl fondo imposte rappresenta la miglior stima relativamente ai rischi correlati ad imposte italiane ed estere.L’accantonamento dell’esercizio di €/migliaia 500 concerne imposte estere (Spagna).Complessivamente gli accantonamenti al fondo imposte dell’anno e degli esercizi precedenti fronteggiano:• per €/migliaia 12.712, parte dei quali già versati, un contenzioso sorto con l’ufficio imposte indianosull’imponibilità dei materiali ceduti FOB ai clienti. La Società ritiene che detti materiali siano esenti datassazione locale in forza del trattato contro le doppie imposizioni vigente tra i due paesi e, per rafforzarela posizione ha, oltre a perseguire la propria difesa a tutti i livelli sul territorio indiano, anche attivato laprocedura prevista dal trattato per la conciliazione amichevole della vertenza;• per €/migliaia 10.077 la stima delle imposte sul reddito dovute per l’attività svolta in territorio iranianonon ancora definita con le Autorità locali;• per €/migliaia 1.267 imposte sul reddito italiano, parte delle quali già versate, prevalentemente inerentiad un vecchio contenzioso in attesa del pronunciamento della Corte di Cassazione;• per €/migliaia 3.040 le imposte non ancora definite con le competenti Autorità di diversi paesi nei qualiAnsaldo Energia ha svolto attività locale, principalmente in Spagna (€/migliaia 1.000) e Irlanda(€/migliaia 1.007).Altri fondiSono costituiti da costi da sostenere successivamente alla chiusura delle commesse per garanzie odinterventi previsti dagli impegni contrattuali (€/migliaia 43.184) e da costi per fronteggiare il rischio amianto(€/migliaia 9.967). Quest’ultimo accantonamento si è reso necessario in conseguenza del mancato rinnovodella polizza “malattie professionali da impiego o esposizione all’amianto” scaduta nel mese di gennaio2007. L’importo accantonato costituisce la miglior stima effettuata sulla base dei dati storici a disposizionee di una dottrina scientifica oramai consolidata che indica “tempi di latenza” dell’insorgenza della malattiaanche di oltre 15-20 anni. Gli eventi verificatisi nel passato hanno riguardato essenzialmente lo stabilimentodi Legnano, ora ceduto. Si ricorda che lo stesso fu acquisito da Ansaldo Energia nel 1991 e che, già alla finedegli anni ‘80 l’amianto era stato quasi completamente bandito dalle lavorazioni effettuate, quindi ben primadella legge di divieto intervenuta nel 1992.In applicazione dei principi contabili di riferimento, nel corso dell’esercizio, sono state accantonate leeventuali passività per rischi probabili e quantificabili (€/migliaia 3.500) derivati da altri contenziosi in corsoin Sud America.La situazione che segue non ricade in questa fattispecie, ma viene menzionata solo ai fini di una correttainformativa.In data 20.11.1997 la società Abengoa, in relazione ad un appalto commissionato dall’Ente Elettrico diPorto Rico (“Prepa”), affidava ad Ansaldo Energia un contratto di subfornitura, per i lavori di ripotenziamentodella centrale elettrica di San Juan di Porto Rico.In relazione al contratto tra Abengoa e Prepa, la American International Insurance Company of Puerto Rico(“AIIP”) del Gruppo AIG emetteva a favore di Prepa un Performance Bond ed un Payment Bond ciascuno delvalore di 125 milioni di US$ che Ansaldo Energia, in relazione al proprio scopo di fornitura, controgarantivaper 36 milioni di US$ ciascuno.Nel corso del 2000 Abengoa procedeva unilateralmente, senza informare Ansaldo Energia, a risolvere ilproprio contratto e a citare in giudizio il committente presso il Tribunale di Porto Rico per la risoluzione delNOTE ESPLICATIVE AL BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2008


contratto ed il risarcimento dei danni. Prepa a sua volta, richiedeva ad Abengoa ed al garante AIIP unrisarcimento danni pari a 500 milioni di US$.Al fine di evitare l’escussione delle garanzie predette, Ansaldo Energia ha, quindi, promosso un’azionepresso il Tribunale di Milano, per far dichiarare l’inefficacia delle proprie garanzie ed in subordine chiedere diessere manlevata da Abengoa.AIIP e Abengoa hanno contestato tale impostazione, ed in particolare AIIP ha chiesto che Ansaldo Energiasia obbligata in solido a manlevare AIG per qualsiasi richiesta di Prepa e dei subappaltatori anche diAbengoa.Anche se il Giudice non dovesse accogliere le domande di nullità ed inefficacia delle controgaranzie diAnsaldo Energia, si ritiene che la Società non dovrebbe subire danni. Infatti, si rileva che:1. in relazione al Performance Bond, Ansaldo Energia non ha alcuna responsabilità non avendo potutocompletare il proprio scopo di fornitura a causa di Abengoa, come accertato dal lodo del marzo 2003 cheaveva accolto le domande di Ansaldo Energia circa l’inadempimento contrattuale di Abengoa per averrisolto il contratto con Prepa unilateralmente e senza informarne Ansaldo Energia..2. Per quanto concerne il Payment Bond, non risultano ad oggi richieste di pagamento di subappaltatori diAnsaldo Energia. Infatti, le uniche due richieste esistenti, sono state avanzate ad Abengoa da parte di suoisubappaltatori. Peraltro, qualora fosse accertata una qualsiasi solidarietà, Ansaldo Energia potrebbeesercitare azione di regresso nei confronti di Abengoa anche in forza del lodo di cui sopra.Nel corso del 2004, nell’ambito di un’indagine promossa dalla Magistratura sugli appalti commessi dallaEnipower S.p.A., Ansaldo Energia S.p.A., quale fornitore della stessa, è stata oggetto di un’informazione digaranzia ai sensi della disciplina della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche ex D.lgs. 8giugno 2001, n. 231 per presunta mancata vigilanza su un dipendente della società, successivamentedimessosi, che avrebbe commesso delle irregolarità.Il procedimento si trova pendente all’udienza preliminare davanti al Giudice in attesa di una sentenza diproscioglimento o di rinvio a giudizio.Le parti costituite nei confronti di Ansaldo Energia non hanno quantificato alcuna richiesta di risarcimentodel danno, richiesta che potranno concretizzare alla fine dell’eventuale procedimento.Ansaldo Energia ha sempre contestato i rilievi mossi ritenendosi completamente estranea da ogniresponsabilità.In quest’ottica la Società, nell’ambito di una linea di fermezza e trasparenza, perseguirà, qualora fossenecessario, la propria difesa in ogni grado di giudizio al fine di dimostrare inequivocabilmente la completaestraneità ai fatti contestati.21. Obbligazioni relative ai dipendentiEuro/migliaia 31.12.2008 31.12.2007Fondo TFR 36.801 37.778Piani pensionistici a benefici definiti 523 493Altri fondi per il personale 1.067 95138.391 39.222Il fondo TFR è tipico dell’esperienza italiana e prevede il pagamento di quanto maturato dal dipendente sinoalla data di uscita dall’azienda, determinato in base all’art. 2120 del codice civile applicando un divisorepari a 13,5 sulle componenti fisse della retribuzione.La Legge 27 dicembre 2006, n. 296 e i successivi Decreti e Regolamenti emanati nei primi mesi del 2007,nell’ambito della riforma della previdenza complementare, hanno significativamente modificato ilfunzionamento di tale istituto, prevedendo il trasferimento del TFR maturato successivamente alla data dellariforma alla previdenza complementare o al fondo di Tesoreria gestito dall’INPS.


ANSALDO ENERGIA BILANCIO 200891Nei piani a benefici definiti la Società assume l’obbligo di assicurare a scadenza un determinato livello dibenefici ai dipendenti aderenti al piano, garantendo l’eventuale minor valore alle attività a servizio del pianorispetto al livello dei benefici concordati.Si riporta, di seguito, la movimentazione dei piani a benefici definiti:Euro/migliaia 31.12.2008Valore attualedell’obbligazionePassività nettaPiani a beneficidefinitiSaldo iniziale 493 493Costi per prestazioni erogate 113 113Benefici erogati 83 83Saldo finale 523 523Euro/migliaia 31.12.2007Valore attualedell’obbligazionePassività nettaPiani a beneficidefinitiSaldo iniziale 498 498Costi per prestazioni erogate 107 107Benefici erogati 112 112Saldo finale 493 493Il Fondo Trattamento di fine rapporto ha subito la seguente movimentazione:Euro/migliaia 31.12.2008 31.12.2007Saldo iniziale 37.778 43.552Costi per prestazioni erogate (3.104)Costi per interessi 1.070 1.434Perdite (utili) attuariali a Patrimonio netto 3.149 (297)Fusione 423Decrementi per cessioni 5.619 3.807Saldo finale 36.801 37.778L’importo rilevato a conto economico è stato così determinato:Euro/migliaia 2008 2007Curtailment (3.489)Costi per il personale 385Costi per interessi 1.070 1.434Totale costo 1.070 (1.670)NOTE ESPLICATIVE AL BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2008


Le principali assunzioni attuariali utilizzate nella valutazione dei piani pensionistici a benefici definiti e dellacomponente del fondo TFR che ha mantenuto la natura di defined benefit plan sono le seguenti:Fondo TFR31.12.2008 31.12.2007Tasso di sconto 4,00% 4,28%Rendimenti attesi sulle attività a servizio del piano 3,60% 3,60%Tasso di incremento dei salari n.a. n.a.Tasso di turnover 3,40% 3,40%Altri fondi per il personale per €/migliaia 1.067 è rappresentativo della quota relativa ai Fondi di PrevidenzaComplementare che verrà versata nel mese di gennaio.22. Altre passività correnti e non correntiEuro/migliaiaNon correntiCorrenti31.12.2008 31.12.2007 31.12.2008 31.12.2007Debiti verso dipendenti 2.323 2.394 23.798 20.762Debiti verso istituzioni sociali 14.897 15.426Altri debiti 23.360 26.057Totale altri debiti 62.055 62.245Altri debiti b/t tributari 5.391 3.348Totale altre Passività 2.323 2.394 67.446 65.593Debiti verso dipendenti non correntiSi riferiscono ai premi di anzianità accantonati e valutati al fair value.Debiti correnti verso dipendentiSono incrementati di €/migliaia 3.036 e sono riferiti ai debiti verso il personale per: ferie non godute(€/migliaia 9.595), retribuzioni agli operai erogate nel mese successivo (€/migliaia 4.722), incentivazione,una tantum, MBO e straordinari di competenza dell’esercizio (€/migliaia 7.450), esodi già concordati(€/migliaia 1.221).Debiti verso Istituti di previdenza e assistenzialiSi riferiscono alle somme dovute a questi istituti per le quote di contributi a carico della Società e deidipendenti relativamente agli stipendi di dicembre versati in gennaio ed alle retribuzioni dell’esercizio i cuicontributi sono versati con scadenza trimestrale o annuale.Altri debitiComprendono debiti verso le Società assicurative (€/migliaia 14.575), verso consulenti (€/migliaia 510),verso licenzianti per royalties maturate (€/migliaia 4.975), iva estero (€/migliaia 2.754) ed altri minori(€/migliaia 548).23. Debiti commercialiI debiti commerciali registrano un incremento di €/migliaia 89.117dovuto essenzialmente all’aumentata produzione.Il dettaglio delle passività per scadenza, in valuta, e suddivise per area geografica è riportata nei prospetti didettaglio n. 8, 9 e 10 allegati alla presente Nota.


ANSALDO ENERGIA BILANCIO 20089324. DerivatiLa tabella seguente dettaglia la composizione delle poste patrimoniali relativa agli strumenti derivati.La porzione di variazioni che ha avuto riflessi economici è illustrata nella Nota 28.Euro/migliaia 31.12.2008 31.12.2007Attivo Passivo Attivo PassivoStrumenti forward su cambi 405 18 200 764405 18 200 76425. Garanzie ed altri impegniLeasingLa Società è parte di alcuni contratti di leasing operativi finalizzati ad acquisire la disponibilità principalmentedi fotocopiatrici digitali multifunzione per uffici, di attrezzature per facility management civile e dell’immobiledi Via Lomazzo a Milano nel quale la Società ha la sede secondaria e altri immobili Italia e estero.I pagamenti minimi futuri, non cancellabili riferibili a contratti di leasing sono i seguenti:Euro/migliaiaLeasing operativiEntro 1 anno 900Tra 2 e 5 anni 3.600Oltre i 5 anni 1.5006.000La Società non ha in corso contratti di leasing finanziario.Garanzie personali prestateLa Società al 31 dicembre 2008 ha in essere le seguenti garanzie (in Euro/migliaia):31.12.2008 31.12.2007Fidejussioni a favore di terzi 1.220.769 916.784Altre garanzie personali prestate a terzi 505 505Garanzie personali prestate 1.221.274 917.289Fidejussioni a favore di terziRiguardano garanzie rilasciate da Istituti di credito e Compagnie di assicurazione a favore di:• clienti per partecipazione a gara (€/migliaia 19.087);• clienti per anticipazioni ricevute e buona esecuzione dei lavori (€/migliaia 1.175.394);• fornitori per lettere di credito emesse a garanzia di pagamenti (€/migliaia 2.259);• altri quali: finanziatori, uffici doganali ed imposte, locatori (€/migliaia 24.029).Altre garanzie personali prestate a terziSono rilasciate dalla Società essenzialmente a favore di consorziati a garanzia delle proprie attività(€/migliaia 505).Garanzie personali ricevute31.12.2008 31.12.2007Fidejussioni prestate da terzi 204.419 199.423Manleva 24.029 31.309Altre 500.801 729.541Garanzie personali ricevute 729.249 960.273NOTE ESPLICATIVE AL BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2008


Sono relative a:• fidejussioni prestate da fornitori a fronte della corretta esecuzione degli ordini (€/migliaia 204.419);• manleva prestata dalla Otto S.p.A. a fronte delle garanzie rilasciate da Ansaldo Energia S.p.A. a clientiper la buona esecuzione delle commesse cedute (€/migliaia 14.014);• manleva prestata dall’Ansaldo Nucleare S.p.A. a fronte delle garanzie rilasciate a clienti per la buonaesecuzione delle commesse su affidamenti di Ansaldo Energia S.p.A. (€/migliaia 5.493);• manleva prestata dalla Ansaldo Thomassen Turbine System BV a fronte delle garanzie a clienti per labuona esecuzione delle commesse su affidamenti di Ansaldo Energia (€/migliaia 1.621);• manleva prestata dall’Ansaldo Ricerche a fronte delle garanzie rilasciate a clienti per la buonaesecuzione delle commesse su affidamenti Ansaldo Energia S.p.A. (€/migliaia 645);• manleva prestata da Ansaldo E.S.G. (€/migliaia 2.256);• lettere di credito prestate a nostro favore da clienti a garanzia dell’incasso (€/migliaia 500.801).26. Rapporti economici verso parti correlateSi riportano, di seguito, tutti i rapporti economici verso le parti correlate della Società per l’esercizio 2008e 2007:EuroRicavi Altri ricavi Costi Proventi OneriAnno 2008 operativi finanziari finanziariControllantiFinmeccanica S.p.A. 80.000 0 14.112.000 20.752.000 29.000ControllateAnsaldo Nucleare S.p.A. 1.380.678 (2.061.121) 424.935Ansaldo Thomassen Turbine Systems B.V. 180.000 1.161.219 1.052.276Ansaldo Electric Drives S.p.A. 47.086Ansaldo E.S.G. Ltd 390.060 1.684.237 49.652 18.158Ansaldo Ricerche S.p.A. 18.147 4.356.549 454.729Ansaldo Fuel Cells S.p.A. (1.553.961) 619.3451.968.885 0 3.586.923 2.223.088 443.093Consociate (*)Elsag Datamat 13.822.000Finmeccanica Group Service 611.000Finmeccanica Group Real Estate 61.000Space Software Italia 18.000Galileo Avionica 48.000Oto Melara 96.000Ansaldo Segnalamento Ferroviario 5.000Fata S.p.A. 1.105.000Fata Logistic System 3.031.0000 0 18.797.000 0 02.048.885 0 36.495.923 22.975.088 472.093


ANSALDO ENERGIA BILANCIO 200895EuroRicavi Altri ricavi Costi Proventi OneriAnno 2007 operativi finanziari finanziariControllantiFinmeccanica S.p.A. 0 0 5.029.000 12.200.238 38.319ControllateAnsaldo Nucleare S.p.A. (2.186.199) 321 569.250Thomassen Turbine Systems B.V. (230.742) 381.401Ansaldo Electric Drives S.p.A. (10.000) 42.347 154ESG Energy Service Group AG 450.115 23.155Ansaldo Ricerche S.p.A. 3.066.314 406.029 42Sagem ltalia S.r.l. 31.362 8.088.913 38 33.5770 31.362 9.178.401 830.136 626.178Consociate (*)Ansaldo Ind. in liq. (704.675)Ansaldo Fuel Cells 18.515 (341.700)Finmeccanica Group Service 113.494SELEX Sistemi integrati 2.000Ansaldo STS 3.784Ansaldo Signal N.V. 9.973HR Gest 588.647Elsag Datamat S.p.A. 10.598.350Fata S.p.A. 18.829.759Fata Logistic System 2.249.7170 18.515 31.349.349 0 00 49.877 45.556.750 13.030.374 664.497(*) società sottoposte a controllo e coordinamento da parte di Finmeccanica S.p.A.I rapporti economici verso la controllante Finmeccanica afferiscono al riaddebito dei costi per personaledistaccato e sostenuti dalla Capogruppo per attività comuni.I proventi finanziari sono relativi all’impiego della disponibilità effettuata nel corso dell’anno, anche con ilricorso a temporanei vincoli di liquidità, sempre nel rispetto delle migliori condizioni di mercato.Gli oneri finanziari riguardano commissioni su fidejussioni.I rapporti economici verso le controllate sono relativi a costi per prestazioni ricevute al netto dei recuperispese per quelle effettuate.Gli oneri e proventi finanziari sono inerenti a rapporti di natura finanziaria regolati ai tassi di mercato vigentinel Gruppo.I rapporti economici verso le parti correlate riguardano prevalentemente forniture di materiali e prestazioniper specifiche commesse o per servizi di carattere generale.NOTE ESPLICATIVE AL BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2008


27. RicaviEuro/migliaia 31.12.2008 31.12.2007Ricavi da vendite 929.654 1.147.871Variazione dei lavori in corso 303.924 (168.870)Totale ricavi 1.233.578 979.001I ricavi delle vendite e delle prestazioni sono dettagliati nel prospetto contenuto nelle “Informative disettore”.I principali contratti che hanno contribuito alla formazione dei ricavi di esercizio sono:Euro/migliaiaCliente Impianto RicaviSonelgaz Larbaa- Algeria 145.065Sonelgaz M’Sila - Algeria 122.807Sonelgaz Batna – Algeria 88.316Tirreno Power Napoli Levante 70.648Rizziconi Energia Rizziconi 64.311Sorgenia Turano 46.633Acea Electrabel Prod Leinì 26.410I ricavi comprendono, oltre che il valore della produzione del periodo, anche le quote acquisite a titolodefinitivo sulle commesse in corso.28. Altri ricavi e costi operativiEuro/migliaia 2008 2007Ricavi Costi Ricavi CostiAltri contributi in conto esercizio 124 127Plusvalenze/minusvalenze su cessionidi immobilizzazioni materiali e immateriali 37 90 151 115Proventi da investimenti immobiliari 123 243Accantonamenti/Assorbimenti fondi rischi e oneri 3.500 15.000Differenze cambio su partite operative 3.469 3.280 1.120 1.087Adeguamento crediti e debiti in valutaal cambio di fine periodo 1.284 839 1.092 1.823Proventi finanziari da crediti operativi 165Rimborsi assicurativi 3.515 1.729Imposte indirette 1.376 1.753Altri ricavi/costi operativi 692 1.077 15.385 4.3069.409 10.162 19.847 24.084L’accantonamento di €/migliaia 3.500 è stato effettuato a fronte di contenziosi per i quali, nel corsodell’esercizio, l’evoluzione degli eventi ha richiesto un adeguamento del fondo stanziato.Le imposte indirette di €/migliaia 1.376 sono per €/migliaia 847 relative ad ICI.I contributi in conto esercizio sono conseguenti ai finanziamenti per la formazione del personale.Gli Altri ricavi (€/migliaia 692) sono essenzialmente relativi a crediti, precedentemente svalutati, verso paesiinsolventi incassati tramite SACE. Gli altri costi (€/migliaia 1.077) sono relativi: a contributi associativi(€/migliaia 529), erogazioni liberali (€/migliaia 450) e altri (€/migliaia 98).


ANSALDO ENERGIA BILANCIO 20089729. Costi per acquisti e serviziEuro/migliaia 2008 2007Acquisti di materiali da terzi 729.059 460.655Variazione delle rimanenze (83.913) (20.058)Totale costi per acquisti 645.146 440.597Acquisti di servizi da terzi 294.646 226.930Costi per affitti e leasing operativi 6.640 3.144Totale costi per servizi 301.286 230.074I costi per acquisti di materiali da terzi ammontano a €/migliaia 729.059, segnando un incremento rispettoall’anno precedente di €/migliaia 268.404. Tale variazione è dovuta principalmente all’incremento dei volumidi produzione, congiuntamente ad un diverso mix produttivo (impianti/macchine).Va peraltro segnalato che in parte tale incremento è connesso all’incremento delle rimanenze sia di materieprime che di semilavorati dovuto essenzialmente all’esigenza di supportare la crescita riducendo il rischiodelle forniture e dal fatto che aumentando la flotta installata è necessario adeguare il livello delle scorte disicurezza.I costi per servizi comprendono, tra l’altro, costi per prestazioni rese dalla controllante nell’interesse e afavore delle società del gruppo anche in coerenza con l’attività di direzione e coordinamento(€/migliaia 5.993), costi per lavorazioni esterne e prestazioni diverse (€/migliaia 251.044), emolumenti peramministratori e sindaci (€/migliaia 4.669), oneri doganali e costi di trasporto (€/migliaia 15.519), viaggi etrasferte (€/migliaia 8.360), servizi decentrati (€/migliaia 9.498), costi per le manutenzioni ordinarie(€/migliaia 7.192) e la mensa aziendale (€/migliaia 3.083), al netto dei recuperi di costi da terzi(€/migliaia 11.125).I costi per canoni, affitti e leasing operativi ammontano a €/migliaia 6.640 e comprendono il costo dilocazione per gli immobili di Milano e Roma e le aree adibite a deposito e a lavorazioni (€/migliaia 3.338),noleggi di fotocopiatrici ed attrezzature informatiche (€/migliaia 3.253) e altre locazioni (€/migliaia 49).30. Costi per il personaleEuro/migliaia 2008 2007Salari e stipendi 118.065 101.012Costi per piani di stock option/grant 613 1.820Oneri previdenziali ed assistenziali 34.898 30.182Costi per il fondo TFR (3.104)Costi relativi ad altri piani a benefici definiti 113 107Costi relativi a piani a contribuzione definita 6.379 5.130Incentivi all’esodo 2.726 4.464Recupero costi personale 2.496 1.370Altri costi 856 543161.154 138.784L’organico a libro matricola al 31 dicembre 2008 è pari a n. 2.758 unità rispetto alle n.2.467 del 31dicembre 2007.Di seguito si riporta l’evidenza, per categoria, dell’andamento dell’organico medio:NOTE ESPLICATIVE AL BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2008


2008 2007 VariazioniDirigenti 77 69 8Quadri 221 204 17Impiegati 1.344 1.199 145Operai 983 928 55Totale 2.625 2.400 225Il costo di €/migliaia 161.154 rappresenta l’onere per competenze mensili e differite, oneri sociali eindennità di fine rapporto al 31/12/2008 ed include la parte relativa alle stabili organizzazioni estere per€/migliaia 6.935.L’incremento di €/migliaia 22.370 è attribuibile essenzialmente al maggiore organico medio operante (+225 unità).Il recupero costi per prestiti di personale è pari a €/migliaia 2.496.31. Variazione delle rimanenze di prodotti finiti, in corso di lavorazione e semilavoratiEuro/migliaia 2008 2007Variazioni delle rimanenze di prodotti finiti,in corso di lavorazione e semilavorati 40.962 (7.870)La variazione di €/migliaia 48.832 tra i due esercizi é dovuta essenzialmente ai maggiori quantitativi dicomponenti critici, che la Società ha approvvigionato anticipatamente per risolvere possibili criticità di fornitura.32. Ammortamenti e svalutazioniEuro/migliaia 2008 2007Ammortamenti:immobilizzazioni immateriali 90 90immobilizzazioni materiali 17.286 13.56017.376 13.650Svalutazionicrediti operativi 2.000Totale ammortamenti e svalutazioni 17.376 15.650L’ammortamento delle immobilizzazioni immateriali a vita definita (€/migliaia 90) è relativo alla licenzaSiemens per la versione piu evoluta del turbogas V94 3A.L’ammortamento delle immobilizzazioni materiali è così ripartito:Euro/migliaia 2008 2007Terreni e fabbricati 2.486 2.422Impianti e macchine 8.814 7.720Attrezzature industriali e commerciali 5.576 2.979Altri beni 410 43917.286 13.560


ANSALDO ENERGIA BILANCIO 20089933. Costi capitalizzati per costruzioni interneGli incrementi di immobilizzazioni per lavori interni sono relativi al costo del lavoro e afferiscono aimmobilizzazioni materiali (€/migliaia 75) e immateriali (€/migliaia 806).34. Proventi ed oneri finanziariEuro/migliaia 2008 2007Proventi Oneri Netto Proventi Oneri NettoDividendi 1.300 1.300 2.329 2.329Attualizzazioni crediti, debiti e fondi 0 36 36Interessi e commissioni 666 566 100 1.030 761 269Differenze cambio 202 642 (440) 279 225 54Rettifiche di valore di partecipazioni 860 2.648 (1.788) 32 5.600 (5.568)Altri proventi ed oneri finanziari 729 1.881 (1.152) 62 1.612 (1.550)3.757 5.737 (1.980) 3.768 8.198 (4.430)I dividendi, relativi all’esercizio 2007 sono per €/migliaia 1.300 incassati dalla controllata Ansaldo Nucleare.I proventi per interessi e commissioni sono essenzialmente relativi al rimborso, avvenuto nell’esercizio, diinteressi su crediti per imposta di registro (€/migliaia 69), ad interessi incassati da paesi in sinistro, tramiteSACE (€/migliaia 315), a differenziali sui tassi applicati da Mediobanca sui mutui (€/migliaia 201) e altri(€/migliaia 81).Gli oneri allo stesso titolo sono invece sostanzialmente attribuibili alle commissioni valutarie e sufidejussioni (€/migliaia 310), a interessi e spese bancarie (€/migliaia 79) e agli interessi ad altri finanziatoriper le attività di ricerca (€/migliaia 177) .Le rettifiche di valore di partecipazioni sono riferite all’allineamento della partecipazione nella controllataAsia Power Project per €/migliaia 860 e alla svalutazione della partecipazione in Ansaldo Ricerche per€/migliaia 2.648.Gli altri proventi e oneri finanziari netti sono derivati per €/migliaia 1.070 dall’interest cost sul TFR e daproventi (€/migliaia 729) e oneri (€/migliaia 811) per swap relativi alle variazioni di fair value delleoperazioni di copertura che, non avendo superato i test di efficacia, riversano gli effetti direttamente a contoeconomico.35. Imposte sul redditoLa voce imposte sul reddito è così composta:Euro/migliaia 2008 2007Imposta I.Re.S. 34.331 52.156Imposta IRAP 9.267 10.000Altre imposte pagate all'estero 953Imposte relative ad esercizi precedenti (134) (14.779)Accantonamenti per contenziosi fiscali 500 5.645Imposta sostitutiva 54Imposte differite nette 1.272 82846.243 53.850NOTE ESPLICATIVE AL BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2008


L’analisi della differenza fra l’aliquota fiscale teorica e quella effettiva per i due esercizi a confronto è laseguente:Euro/migliaia 2008 2007importo % importo %Risultato prima delle imposte 104.309 34,06 104.309 51,62Imposte calcolate all'aliquota fiscale in vigore 37.339 34.422Credito imposte esteroPerdite fiscali dell'esercizio consideratenon recuperabili in esercizi precedentie recuperate nell'esercizioDifferenze permanenti- costi non deducibili (491) 2.432- altre differenze nette (1.245)IRAP e altre imposte calcolate su base diversadal risultato ante imposte 10.640 16.996Totale imposte effettive a conto economico 46.243 53.850Le imposte correnti nell’esercizio, oltre alla normale tassazione IRES ed IRAP, sono gravate da unaccantonamento per imposte maturate, ma non ancora richieste dal fisco spagnolo per €/migliaia 500.Le imposte differite ed i relativi crediti e debiti al 31 dicembre 2008 sono originate dalle seguenti differenzetemporanee:Euro/migliaia Conto economico Stato patrimonialeAttive Passive Attive PassiveSvalutazioni magazzino LIC 1.625 21.187 4.921Fondi rischi ed oneri 362 6.436TFR, fondi pensione e premi di anzianità 2.013 1.738Altre 537 1.093 355Valuation Allowance 1.625 2.912 28.716 7.014Le imposte differite nette accantonate sono per €/migliaia 1.526 IRES ed un reversal di differite passivenette per €/migliaia 239 IRAP.I crediti derivanti da imposte anticipate sono per €/migliaia 25.674 girate al consolidato fiscaleFinmeccanica e i debiti di imposte differite passive sono per €/migliaia 6.404 girate al consolidatoFinmeccanica.Le imposte anticipate sono stanziate su tutte le differenze temporanee emerse nel corso dell’esercizio esono così analizzabili:Imposte anticipate a fronte di: Imponibile ImposteFondi rischi su commessa 67.479 21.188Altri fondi rischi tassati 59.577 15.567Fondo svalutazione crediti 11.161 3.070Altre differenze temporanee 1.203 377TOTALE 139.420 40.202Attività la cui recuperabilità non è probabile (36.579) (11.486)Imposte anticipate stanziate 102.841 28.716


ANSALDO ENERGIA BILANCIO 2008101Lo stanziamento delle imposte anticipate è stato effettuato valutando attentamente i requisiti di futurarecuperabilità di tali attività sulla base dei piani aziendali approvati dal Consiglio di Amministrazione.Per tali ragioni il beneficio fiscale futuro teorico pari ad €/migliaia 40.202 (totale delle imposte anticipate sututte le differenze temporanee) è stato oggetto di valuation allowance per complessivi €/migliaia 11.486, afronte del fatto che l’anno di scadenza di alcune differenze temporanee deducibili relativi ai fondi rischi,risulta illimitato o non prevedibile.Le imposte differite ed i relativi crediti e debiti al 31/12/2008 originati direttamente con contropartita alpatrimonio netto sono qui sotto elencati:Euro/migliaia 31 dicembre Accantonamenti 31 dicembre2007 2008Imposte differite passive rilevatedirettamente a patrimonio nettoper costi flow hedge 172 70 24236. Flusso di cassa da attività operativeEuro/migliaiaPer i 12 mesi al 31 dicembre2008 2007Utile (perdita) netto 89.535 50.458Ammortamenti e svalutazioni 17.376 15.650Imposte sul reddito 46.243 53.850Accantonamento fondi 1.975 16.106Costi TFR (3.104)Costi per piani a benefici definiti 941 2.509Minusvalenze (plusvalenze) sulla cessione di immobilizzazioni 53 (36)Oneri e proventi finanziari, al netto delle rettificheper partecipazioni valutate al costo (20.522) (7.936)135.601 127.497Le variazioni del capitale circolante, espresse al netto degli effetti derivanti da acquisizioni e cessioni disocietà e differenze di traduzioni, sono così composte:Euro/migliaia 2008 2007Rimanenze (175.444) (12.596)Lavori in corso e acconti da committenti (18.645) 129.429Crediti e debiti commerciali 292.005 8.572Variazioni del capitale circolante 97.916 125.405Le variazioni delle altre attività e passività operative, espresse al netto degli effetti derivanti da acquisizioni ecessioni di società e differenze di traduzioni, sono così composte:Euro/migliaia 2008 2007Pagamento del fondo TFR e di altri piani a benefici definiti (7.578) (4.092)Variazioni dei fondi rischi (20.193) (2.794)Variazioni delle altre poste operative 26.227 10.495(1.544) 3.609NOTE ESPLICATIVE AL BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2008


37. Gestione dei rischi finanziariLa Società è esposta a rischi finanziari connessi con la propria operatività, in particolare riferibili alleseguenti fattispecie:• Rischi di mercato, relativi all’esposizione su posizioni che generano interessi (rischi di tasso di interesse)e alle operatività in aree valutarie diverse da quella di denominazione (rischi di cambio);• Rischi di credito, derivanti dalle normali operazioni commerciali o da attività di finanziamento.La Società monitora in maniera specifica ciascuno dei predetti rischi finanziari, intervenendo con l’obiettivodi minimizzarli tempestivamente anche attraverso l’utilizzo di strumenti derivati di copertura.Nei paragrafi seguenti viene analizzato, anche attraverso sensitivity analysis, l’impatto potenziale sui risultaticonsuntivi derivante da ipotetiche fluttuazioni dei parametri di riferimento. Tali analisi si basano, così comeprevisto dall’IFRS 7, su scenari semplificati applicati ai dati consuntivi dei periodi presi a riferimento e, perloro stessa natura, non possono considerarsi indicatori degli effetti reali di futuri cambiamenti dei parametridi riferimento a fronte di una struttura patrimoniale e finanziaria differente e condizioni di mercato diverse,né possono riflettere le interrelazioni e la complessità dei mercati di riferimento.Gestione dei rischi di tassoLa Società, presentando una posizione finanziaria stabilmente attiva, è esposta alle variazioni del tasso diinteresse per quanto riguarda l’impiego della propria liquidità, peraltro prevalentemente impiegata presso lacontrollante Finmeccanica S.p.A. in accordo con le politiche di Gruppo.I rischi di tasso sono stati misurati attraverso sensitivity analysis, così come previsto dall’IFRS 7. Qualora itassi di riferimento fossero risultati superiori (inferiori) di 50 basis points al 31 dicembre 2008, il risultato edil patrimonio netto sarebbero risultati superiori (inferiori) di €/migliaia 2.878.Gestione dei rischi di cambioLe procedure aziendali prevedono la copertura, all’atto dell’acquisizione dei contratti, della totalità dei ricaviin valuta estera a rischio di cambio. Per quanto riguarda i costi la Società attua la politica di stipulareprevalentemente contratti di approvvigionamento in euro. La quota di acquisti eventualmente da effettuare invaluta locale è normalmente coperta da un corrispondente valore di ricavo nella stessa moneta.Le operazioni di copertura rappresentate da acquisti/vendite a termine di valuta sono poste in essere con laControllante. A fine 2008 il valore nozionale in Euro complessivo delle partite coperte degli strumentiderivati è pari a €/migliaia 4.958.La sensitivity sulle variazioni di cambio pur non essendo significativa viene espressa nella tabella seguente,che evidenzia gli effetti di oscillazioni del tasso di cambio del 5% in entrambe le direzioni:Euro/migliaia Incremento Decremento Incremento Decrementotasso cambio tasso cambio tasso cambio tasso cambioEuro GBP 5% Euro GBP 5% Euro USD 5% Euro USD 5%Crediti non correnti (29) 32Crediti commerciali (30) 33 (441) 488Crediti finanziari (18) 20Derivati (3) 3 (16) 17Disponibilità liquide (3) 4 (5) 5Attivo (36) 40 (509) 562Debiti commerciali (33) 36 (245) 271Derivati (1) 1Passivo (33) 36 (246) 272Risultato (3) 4 (263) 290Patrimonio netto (3) 4 (263) 290


ANSALDO ENERGIA BILANCIO 2008103Gestione dei rischi di creditoLa Società è esposta al rischio di credito sia relativamente alle controparti delle proprie operazionicommerciali che per attività di finanziamento ed investimento, oltre che per le garanzie prestate su debiti oimpegni di terzi.Al fine di eliminare o minimizzare il rischio di credito derivante dalle operazioni commerciali in particolare conl’estero, la Società adotta una accurata politica di copertura del rischio sin dall’origine dell’operazionecommerciale svolgendo un attento esame delle condizioni e mezzi di pagamento da proporre nelle offertecommerciali che potranno successivamente essere recepiti nei contratti di vendita.In particolare, in funzione dell’ammontare contrattuale, della tipologia cliente e del paese importatore,vengono adottate le necessarie cautele per limitare il rischio di credito sia nei termini di pagamento che neimezzi finanziari previsti quali stand-by L/C o lettera di credito irrevocabile e confermata o, nei casi in cui ciònon fosse possibile e qualora il paese/cliente fosse particolarmente a rischio, si valuta l’opportunità dirichiedere adeguata copertura assicurativa tramite le Export Credit Agency dedicate come SACE o mediantel’intervento di Banche Internazionali per contratti in cui è richiesto il finanziamento della fornitura.Per meglio esplicare la concentrazione e lo scaduto dei crediti esposti in bilancio è stata approntata laseguente tabella:Istituzioni StataliAltri clientiArea Area Area AreaEuropa America Altre Europa America Altre TotaleRitenute a garanzia 3.400 1.518 4.918Crediti non scaduti 169.018 949 69.475 239.442Crediti scaduti da meno di 6 mesi 42.257 4.473 14.977 61.707Crediti scaduti da meno di 1 anno 1.109 1.109Crediti scaduti fra 1 e 5 anni 16.899 16.899Totale 0 0 0 211.275 26.830 85.970 324.075Rischio di liquiditàLa Società, data la sua posizione finanziaria stabilmente positiva, non è soggetta a rischio di liquidità.DerivatiLa seguente tabella illustra i fair value dei diversi derivati in portafoglio:Fair Value alFair Value al31 dicembre 2008 31 dicembre 2007AttivitàCurrency forward/swap/optionCash flow hedge 405 200PassivitàCurrency forward/swap/optionFair value hedge 18 764NOTE ESPLICATIVE AL BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2008


38. Compensi spettanti al key management personnelI compensi spettanti ai soggetti che hanno il potere e la responsabilità della pianificazione, direzione econtrollo della Società, ivi inclusi gli Amministratori esecutivi e non, ammontano a:Euro/migliaia 2008 2007Retribuzione 2.884 2.025Benefici successivi al rapporto di lavoro 94Indennità per cessazione del rapporto di lavoro 2.086Stock grant 896 207Totale 5.960 2.232I compensi spettanti agli Amministratori ammontano a €/migliaia 2.814 per l’esercizio 2008-2009.I compensi spettanti ai Sindaci ammontano a €/migliaia 70 per gli esercizi 2008-2010.Tali compensi comprendono gli emolumenti ed ogni altra somma avente natura retributiva, previdenziale edassistenziale dovuti per lo svolgimento della funzione di Amministratore o di Sindaco nella Società.La controllante Finmeccanica S.p.A., allo scopo di realizzare un sistema di incentivazione e fidelizzazione peri dipendenti e consulenti del proprio Gruppo, ha posto in essere piani di incentivazione che prevedono, previaverifica del conseguimento degli obiettivi aziendali prefissati, l’assegnazione di azioni Finmeccanica.Al 31 dicembre 2008 rimangono in essere impegni di assegnazione relativi a dipendenti e consulenti diAnsaldo Energia S.p.A. a titolo gratuito per n. 200.023 azioni ordinarie Fimeccanica del valore nominale diEuro 20,44. L’evoluzione dei piani di stock grant in essere è la seguente:Euro/migliaia 2007 2008(n. azioni)(n. azioni)Diritti esistenti al 1° gennaio 164.839 136.214Nuovi diritti assegnati 6.340 200.023Diritti esercitati nell’esercizio 27.832 136.214Diritti decaduti nell’esercizio 7.133Diritti esistenti al 31 dicembre 136.214 200.023per IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONEIL PRESIDENTEProf. Giuseppe Veredice


ANSALDO ENERGIA BILANCIO 2008105NOTE ESPLICATIVE AL BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2008


Prospetti di dettaglio


ANSALDO ENERGIA BILANCIO 2008107PROSPETTI DI DETTAGLIO


Prospetto di dettaglio n. 1 - PartecipazioniEuro migliaia31.12.2007Costo Svalutaz. Valorebilancio%31.12.2008 Partecipazioni in imprese controllate100 Ansaldo Energy Inc. 1 1100 Ansaldo ESG AG 4.201 4.20194,37 Ansaldo Fuel Cells S.p.A.100 Ansaldo Nucleare S.p.A. 107 107100 Ansaldo Ricerche S.p.A. 7.221 (5.360) 1.861100 A S P L interamente svalutata100 Ansaldo Thomassen BV 11.953 11.9530 Sagem Italia S.r.l. 138 13823.621 (5.360) 18.261Partecipazioni in imprese collegate45 Dayalistri Pratama in liq. 4.462 (4.415) 4720,99 Energeko Gas Italia S.r.l.49 Polaris S.r.l. 50 5025 Turbo Energy S.r.l.4.512 (4.415) 97Consorzi50 CHIARA 16 1666 CISA 68 685 CORIBA 3 315,8 CRIS 380 38051 ENERGIE RINNOVABILI8,33 QUINN01 SET 4 429,41 SIRE 13 13484 0 484Altre imprese9,917 Euroimpresa Legnano 155 1550,33 Libian Italian Joint Co. 9 93,58 SIET S.p.A. 107 1072,3 SIIT Distretto Tecnologico Ligure 13 130,1 SOGEA 9 9293 0 293Totale Partecipazioni 28.910 (9.775) 19.135


ANSALDO ENERGIA BILANCIO 200810931.12.2008Acquis./ Alienaz. (Svalutaz.) Costo Svalutaz. Valoresottoscriz. Rivalutaz. bilancioversam. c/capit.1 14.201 4.20120.801 20.801 20.801107 1072.000 (2.648) 9.221 (8.008) 1.213011.953 11.953(138) 0 022.801 (138) (2.648) 46.284 (8.008) 38.2764.462 (4.415) 4710 10 10(2) 48 481.000 1.000 1.0001.010 (2) 0 5.520 (4.415) 1.10516 1668 683 3380 38010 10 1001 5 512 25 2523 0 0 507 0 507155 1559 9107 10713 139 90 0 0 293 0 29323.834 (140) (2.648) 52.604 (12.423) 40.181PROSPETTI DI DETTAGLIO


Prospetto di dettaglio n. 2 - Elenco delle PartecipazioniEuro migliaiaDataCapitaleDenominazione Sede bilancio di socialeriferimentoPartecipazioni in imprese controllateAnsaldo Energy Inc. USA 31-12-2008 1Ansaldo ESG AG Svizzera 31-12-2008 269Ansaldo Fuel Cells S.p.a. Genova 31-12-2008 21.623Ansaldo Nucleare S.p.A. Genova 31-12-2008 500Ansaldo Ricerche S.p.A. Genova 31-12-2008 3.000Ansaldo Thomassen B.V. Olanda 31-12-2008 91Asia Power Project Private Ltd India 31-12-2008 46Partecipazioni in imprese collegateDayalistri Pratama in liq.Energeko Gas Italia S.r.l.Polaris S.r.l.Turbo Energy S.r.l.Partecipazioni in imprese sottoposte a controllo congiuntoConsorziCHIARACISACORIBACRISENERGIE RINNOVABILIQUINNSETSIREAltre impreseEuroimpresa LegnanoLibian Italian Joint Co.SIET S.p.A.SIIT Distretto Tecnologico LigureSOGEATotale Partecipazioni


ANSALDO ENERGIA BILANCIO 2008111Patrimonio Utile Quota di Corrispondente Valore diValuta netto (perdita) partecipazione % P. N. di caricobilancioUSD 50 10 100 50 1FRSV 556 (1.167) 100 556 4.201EUR 19.408 (2.147) 94,37 18.315 20.801EUR 2.017 1.861 100 2.017 107EUR 1.213 (2.468) 100 1.213 1.213EUR 5.166 361 100 5.166 11.953RUPIE (10.215) (763) 100 (10.215)38.27645 4720,99 1049 4825 1.0001.10550 1666 685 315,8 38051 108,33 00,01 529,41 255079,917 1550,33 93,58 1072,3 130,1 929340.181PROSPETTI DI DETTAGLIO


Prospetto di dettaglio n. 3 - Crediti non correntiEuro migliaia31.12.2007 31.12.2008Importo Impairment Valore a Erogazioni Rimborsi Importo Impairment Valore anominale bilancio nominale bilancioresiduoresiduoAltri crediti 1.865 1.865 16 1.045 836 8361.865 0 1.865 16 1.045 836 0 836


ANSALDO ENERGIA BILANCIO 2008113Prospetto di dettaglio n. 4 - Attività distinte per scadenzaEuro migliaiaCrediti31.12.2008 31.12.2007Importi scadentiImporti scadentidal 2° al 5° oltre il 5° Totale dal 2° al 5° oltre il 5° TotaleesercizioeserciziosuccessivosuccessivoCrediti finanziari 0 507 507Altri crediti 836 836 1.358 1.358836 0 836 1.865 0 1.865Crediti per imposteanticipate 3.170 3.170 4.691 4.691Totale attività non correnti 4.006 0 4.006 6.556 0 6.556PROSPETTI DI DETTAGLIO


Prospetto di dettaglio n. 5 - Attività in valutaEuro migliaia31.12.2008 31.12.2007In valuta In Euro Totale In valuta In Euro TotaleCreditiCrediti finanziari 0 507 507Altri crediti 836 836 1.358 1.3580 836 836 507 1.358 1.865Altre attività non correnti 3.170 3.170 4.691 4.691Totale attività non correnti 0 4.006 4.006 507 6.049 6.556Crediti correntiverso parti correlateCrediti finanziari 12.452 545.756 558.208 9.701 466.967 476.668Crediti commerciali 265 3.796 4.061 421 2.569 2.990Altri crediti 149 33.289 33.438 37.427 37.42712.866 582.841 595.707 10.122 506.963 517.085Crediti commerciali 91.362 232.713 324.075 17.489 315.044 332.533Crediti tributari 801 801 0Crediti finanziari 1.065 90 1.155 1.836 1.836Derivati 405 405 200 200Altre attività 4.713 34.898 39.611 921 58.345 59.266Disponibilità liquide 17.201 4.966 22.167 17.201 5.790 22.991Totale attività correnti 127.207 856.309 983.921 47.569 886.142 933.911127.207 860.315 987.927 48.076 892.191 940.467


ANSALDO ENERGIA BILANCIO 2008115Prospetto di dettaglio n. 6 - Attività per area geograficaEuro migliaia31.12.2008 31.12.2007CreditiItalia Resto Nord Resto del Totale Italia Resto Nord Resto del TotaleEuropa America mondo Europa America mondoCrediti finanziari 0 507 507Altri crediti 836 836 1.358 1.358836 0 0 0 836 1.865 0 0 0 1.865Crediti perimposte anticipate 3.170 3.170 4.691 4.691Totale attivitànon correnti 4.006 0 0 0 4.006 6.556 0 0 0 6.556Crediti correnti versoparti correlateCrediti finanziari 519.155 29.352 9.701 558.208 456.290 10.677 9.701 476.668Crediti commerciali 1.432 2.629 4.061 2.118 872 2.990Altri crediti 33.289 149 33.438 37.427 37.427553.876 32.130 0 9.701 595.707 495.835 11.549 0 9.701 517.085Crediti commerciali 232.713 606 12.895 77.861 324.075 191.098 18.136 5.029 118.270 332.533Crediti tributari 801 801 0Crediti finanziari 90 528 537 1.155 1.836 1.836Derivati 405 405 200 200Altre attività 34.732 166 4.713 39.611 52.244 7.022 59.266Totale attivitàcorrenti 822.212 33.430 13.837 92.275 961.754 741.013 29.685 5.229 134.993 910.920826.218 33.430 13.837 92.275 965.760 747.569 29.685 5.229 134.993 917.476PROSPETTI DI DETTAGLIO


Prospetto di dettaglio n. 7 -Disponibilità e distribuibilità delle riserveEuro migliaiaRiepilogo delle utilizzazionieffettuate nei treprecedenti eserciziNatura/descrizione Importo Possibilità di Quota per copertura per altreutilizzazione disponibile perdite ragioniCapitale (*) 11.967 B C 11.967Riserve di utili:Riserva legale 2.392 B 2.392Riserva Cash Flow Hedge 879 B 879Riserva per piani di stock option/grant 407 B 407Riserva utili (perdite) attuarialia Patrimonio netto 297 297Imposte differite relative a posteimputate a Patrimonio netto (242) B (242)Utili portati a nuovo 10.030 A B C 10.030Totale 13.763 13.763Quota non distribuibile 10.899Residua quota distribuibile 2.864Legenda:(*) al netto delle azioni proprieA per aumento di capitaleB per copertura perditeC per distribuzione ai soci


ANSALDO ENERGIA BILANCIO 2007117Prospetto di dettaglio n. 8 - Passività distinte per scadenzaEuro migliaia31.12.2008 31.12.2007Importi scadentiImporti scadentidal 2° al 5° oltre il 5° Totale dal 2° al 5° oltre il 5° TotaleesercizioeserciziosuccessivosuccessivoDebiti non correnti finanziari 1.077 1.077 2.111 2.111Altre passività non correnti 2.323 2.323 2.394 2.394Totale passività non correnti 3.400 3.400 4.505 4.505PROSPETTI DI DETTAGLIO


Prospetto di dettaglio n. 9 - Passività in valutaEuro migliaia31.12.2008 31.12.2007In valuta In Euro Totale In valuta In Euro TotaleDebiti non correntifinanziari 1.077 1.077 2.111 2.111Altre passività noncorrenti 2.323 2.323 2.394 2.394Totale passivitànon correnti 0 3.400 3.400 0 4.505 4.505Debiti correnti versoparti correlateDebiti finanziari 4.393 4.393 1.331 11.399 12.730Debiti commerciali 1.365 22.244 23.609 447 9.293 9.740Altri debiti 35.707 35.707 37.154 37.1541.365 62.344 63.709 1.778 57.846 59.624Debiti commerciali 12.392 385.242 397.634 8.348 300.171 308.519Debiti finanziari 1.075 1.075 2.127 2.127Debiti tributari 2.291 2.291Derivati 18 18 764 764Altre passività 1.474 65.972 67.446 647 64.946 65.593Totale passività correnti 15.249 514.633 529.882 11.537 427.381 438.918


ANSALDO ENERGIA BILANCIO 2008119Prospetto di dettaglio n. 10 - Passività per area geograficaEuro migliaia31.12.2008 31.12.2007Italia Resto Nord Resto del Totale Italia Resto Nord Resto del TotaleEuropa America mondo Europa America mondoDebiti non correntifinanziari 1.077 1.077 2.111 2.111Altre passivitànon correnti 2.323 2.323 2.394 2.394Totale passivitànon correnti 3.400 0 0 0 3.400 4.505 0 0 0 4.505Debiti correnti versoparti correlateDebiti finanziari 4.393 4.393 11.399 1.331 12.730Debiti commerciali 20.383 3.226 23.609 9.293 447 9.740Altri debiti 35.707 35.707 37.154 37.15460.483 3.226 0 0 63.709 57.846 1.778 0 0 59.624Debiti commerciali 353.045 32.197 3.041 9.351 397.634 265.649 32.585 934 9.351 308.519Debiti finanziari 1.075 1.075 2.127 2.127Debiti tributari 0 2.291 2.291Derivati 18 18 764 764Altre passività 67.284 162 67.446 64.946 647 65.593Totale passivitàcorrenti 481.887 35.423 3.059 9.513 529.882 392.859 34.363 1.698 9.998 438.918485.287 35.423 3.059 9.513 533.282 397.364 34.363 1.698 9.998 443.423PROSPETTI DI DETTAGLIO


Prospetto di dettaglio n. 11 -Prospetto degli incarichi di cui all'art. 149 delregolamento emittentiEuro migliaiaTipologia di incarico Società di revisione Corrispettivi di Totaleincaricata/altre entitàcompetenzadell’esercizio per losvolgimento dell'incaricoServizi di revisione DELOITTE 376 376Servizi di consulenza fiscale DELOITTE 103 103Servizi di consulenza preliminarialla valutazione sul percorso DELOITTE 323 323della quotazione PRICE WATERHOUSE 303 303Branch estere PRICE WATERHOUSE 4 4DELOITTE 33 33Totale corrispettivi 1.142


ANSALDO ENERGIA BILANCIO 2008121Prospetto di dettaglio n. 12 - Dati essenziali dell’ultimobilancio approvato dalla società che esercita l’attività didirezione e coordinamento (art. 2497-bis del Codice Civile)PROSPETTI DI DETTAGLIO


Relazione del CollegioSindacaleai sensi dell’art. 2429, secondo comma, del Codice Civile


ANSALDO ENERGIA BILANCIO 2008123Signori Azionisti,la presente relazione è stata approntata dalCollegio Sindacale ai sensi e per gli effetti dell’art.2429, 2° comma, del Codice Civile, nonché inconformità ai principi di Comportamento delCollegio Sindacale raccomandati dal ConsiglioNazionali dei Dottori Commercialisti e degli EspertiContabili.Abbiamo esaminato il progetto di Bilancio diEsercizio al 31 dicembre 2008, redatto dagliAmministratori ai sensi di Legge e da questicomunicato al Collegio Sindacale unitamente allarelazione sulla gestione, che illustra in modoesauriente le operazioni di maggior rilievoeconomico effettuate dalla Vostra Società e dallesue partecipate, e a questa Vi rimandiamo.Vi ricordiamo che, ai sensi dell’art. 2409 bis eseguenti del Codice Civile, il controllo contabilesulla corretta tenuta delle scritture contabili dellaVostra società e sulle sue risultanze, così come laconcordanza delle medesime con i dati del bilancionon compete al Collegio Sindacale bensì allaSocietà di Revisione, mentre competono al Collegiole osservazioni sul medesimo, nonché levalutazioni sul rispetto delle norme di legge inmerito alla governance della società e alla suacorretta amministrazione.Per quanto attiene ai compiti di controllo sullacontabilità e sul bilancio di esercizio, ricordiamoche essi sono affidati alla Società di RevisioneDeloitte & Touche S.p.A., alla cui relazione Virinviamo.In termini quantitativi ricordiamo che il Bilancio diEsercizio che gli Amministratori sottopongono allaVostra attenzione è stato redatti secondo i principicontabili internazionali IAS/IFRS, emanatidall’International Accounting Standard Board eadottati dalla Commissione della ComunitàEuropea conformemente al Regolamento (CE)n. 1606/2002 del Parlamento Europeo e recepitinell’Ordinamento italiano con il D.Lgs. 28 febbraio2005 n. 38.Nel corso del proprio mandato il Collegio Sindacaleha svolto le attività di vigilanza prescritte dallaLegge, in ossequio anche ai “Principi diComportamento del Collegio Sindacale”raccomandati dal Consiglio Nazionale dei DottoriCommercialisti e degli Esperti Contabili.Codesto Collegio, da Voi nominato in senoall’Assemblea del 30 settembre 2008, attestadunque quanto di seguito:- abbiamo vigilato sull’osservanza della legge edell’atto costitutivo e sul rispetto dei principi dicorretta amministrazione;- dall’inizio del nostro mandato abbiamopartecipato alle adunanze del Consiglio diAmministrazione tenutesi nei giorni 3 ottobre2008, 6 novembre 2008, 29 gennaio 2009 e 3marzo 2009. Alle sopra menzionate riunioniconsiliari il Collegio ha partecipato come vienedocumentato dai relativi verbali, verificando che losvolgimento delle stesse avvenisse nel rispettodelle norme statutarie, legislative e regolamentariche ne disciplinano il funzionamento, everificando che le operazioni poste in essere nonfossero manifestamente imprudenti, azzardate, inpotenziale conflitto di interessi o, comunque, incontrasto con le determinazioni assuntedall’Assemblea dei Soci. Tali riunioni hannoconfermato la continuità nella gestione; ledecisioni assunte sono apparse rispettose deiprincipi della prudenza e della correttaamministrazione e non sono emerse irregolaritànella gestione aziendale;- per quanto attiene alla corretta amministrazione,si dà atto che la Società è amministrata concompetenza, nel rispetto delle norme di Legge edi Statuto. Le informazioni patrimoniali,economiche e finanziarie rese nel corsodell’esercizio appaiono rappresentate conchiarezza. Dagli atti e dalle riunioni consiliariemerge che i consiglieri di Amministrazione hannosempre operato nell’ambito dei poteri e delledeleghe ad Essi conferiti;- il Collegio ha riscontrato l’inesistenza dioperazioni atipiche e/o inusuali, sia infragruppo,sia con parti correlate che con terzi. Le operazioniinfragruppo o con parti correlate aventi naturaordinaria sono illustrate nella Nota Integrativa, acui Vi rimandiamo, e sono avvenute alle normalicondizioni di mercato;RELAZIONE DEL COLLEGIO SINDACALE


- nel corso delle nostre riunioni, tenutesi nei giorni6 novembre 2008, 27 gennaio 2009 e 11 marzo2009, abbiamo ottenuto dagli Amministratori edai Dirigenti della Società informazioni sulgenerale andamento della gestione e sulla suaprevedibile evoluzione, sia in relazione alla VostraSocietà che alle sue controllate; sulla strutturaorganizzativa della Società, che è apparsaconforme alle dimensioni e alla complessitàaziendale; sull’adeguatezza del sistema diprocedure poste in essere dalla Vostra Società aisensi del d.lgs. 231/2001 e, in particolare,sull’adeguatezza del Modello Organizzativo,nonché sull’attività svolta dall’Organismo diVigilanza; sul sistema di controllo interno e direporting e sull’Internal Auditing; abbiamo cosìacquisito conoscenza e vigilato sull’adeguatezzadell’assetto organizzativo della società e a taleriguardo non abbiamo osservazioni particolari dariferire;- abbiamo valutato e vigilato sull’adeguatezza delsistema amministrativo e contabile nonchésull’affidabilità di quest’ultimo a rappresentarecorrettamente i fatti di gestione, mediantel’ottenimento di informazioni dai responsabilidelle funzioni, dal soggetto incaricato del controllocontabile e l’esame dei documenti aziendali e atale riguardo non abbiamo osservazioni particolarida riferire;- non sono pervenute denunce ex art. 2408 c.c., oesposti;- non ci sono pervenute segnalazioni da parte deiCollegi Sindacali delle Società controllate;- nel corso dell’attività di vigilanza, come sopradescritta, non sono emersi ulteriori fattisignificativi tali da richiederne la menzione nellapresente relazione;- il Collegio Sindacale, al momento della stesuradella presente relazione, non ha acquisito lacertificazione del bilancio di esercizio da partedella Società di Revisione che ha però anticipatoche quest’ultima avrà esito positivo, ossia senzarilievi e/o riserve.Abbiamo esaminato il bilancio d’esercizio chiuso al31 dicembre 2008, in relazione al quale, nonessendo a noi demandato il controllo analitico dimerito sul contenuto del bilancio, abbiamo vigilatosull’impostazione generale data allo stesso, sullasua generale conformità alla legge per quel cheriguarda la sua formazione e struttura e a taleriguardo non abbiamo osservazioni da riferire.Per quanto a nostra conoscenza. GliAmministratori, nella redazione del bilancio, nonhanno derogato alle norme di legge ai sensidell’art. 2423, comma quattro, c.c.Abbiamo verificato la rispondenza del bilancio aifatti ed alle informazioni di cui abbiamoconoscenza a seguito dell’espletamento dei nostridoveri e non abbiamo osservazioni al riguardo.Nell’esprimere un giudizio globale positivo sullabase delle risultanze dell’attività di vigilanza svolta,il Collegio Sindacale, ai sensi dell’art. 2429 delCodice Civile, per i profili di propria competenza esulla base delle informazioni assunte, nonrisultando alcuna considerazione ostativa, ritieneche il Bilancio al 31 dicembre 2008, composto dastato patrimoniale, conto economico e notaintegrativa, che chiude con un utile diEuro 89.534.725, al netto delle imposte diEuro 46.242.992, sia meritevole della Vostraapprovazione, unitamente alla proposta formulatadal Consiglio di Amministrazione in ordine alladestinazione dell’utile di esercizio.IL COLLEGIO SINDACALEDott. Prof. Salvatore RandazzoDott. Armando CascioDott. Paolo Tiraboschi


ANSALDO ENERGIA BILANCIO 2008125


Pubblicazione realizzata a cura di Ansaldo Energiaaprile 2009Impaginazione grafica: PetergrafStampa: Microart’s - Recco (Ge)

More magazines by this user
Similar magazines