Danieli a Canberra Danieli in Canberra - Associazione Italia-Australia

australiaitalia.it
  • No tags were found...

Danieli a Canberra Danieli in Canberra - Associazione Italia-Australia

A M B A S C I A T A D ’ I T A L I A - T H E E M B A S S Y O F I T A L YCanberra, ItaliaNewsletter per gli italiani e gli amici dell’Italia di Canberra, Cooma e QueanbeyanNewsletter for Italians and friends of Italy in Canberra, Cooma and Queanbeyan27 novembre 2006/November 27, 2006 Numero 6NUOVI PASSAPORTIE-PASSPORTInformazioni utili suinuovi passaporti informato elettronico.How to use and where tofind the new electronicpassports.Pag. 2CONCERTO ROSSIGNOLROSSIGNOL CONCERTUno spettacolo di musichee danze rinascimentali il 6dicembre alla Grammar.Renassaince dance andmusic on December 6 atGrammar School Theatre.Pag. 3LINGUA ITALIANAITALIAN LANGUAGEIl resoconto delle attivitàdella Settimana dellaLingua Italiana in ottobre.What happened during theWeek of Italian languageheld in October.Pag. 4TEATRO ALL’ITALIANAITALIAN THEATREDue atti unici per laprima della CompagniaTeatro all’Italiana,Two comedies for thedebut of the ItalianTheatre Group.Pag. 5LYONS IN ITALIALYONS’ ITALIAN TRIPTredici piccoli canguri allascoperta della penisola, daMilano a Roma.Thirteen little aussiesdiscovering the peninsula,from Milan to Rome.Pag. 6CALENDARIOCALENDARLe attività a Canberradella comunità italiana edell’Ambasciata.The Embassy and ItalianCommunity’s activities inCanberra.Pag. 7-8www.ambcanberra.esteri.itculturale.canberra@esteri.itDanieli aCanberraIl Vice Ministro per gli Italiani nel Mondo in visita inAustralia, ha toccato anche Canberra il primo e duenovembre.Un breve momento di pausa nei lavori parlamentarie via in Australia. Per il Senatore Franco Danieli,Vice Ministro per gli Esteri con delega per gliItaliani all’estero, non è facile spostarsi da Romaper visitare le comunità fuori la madre patria, soprattuttoquelle molto lontane come quelle in Australia.Cinque città (Sydney, Melbourne, Adelaide,Canberra, Brisbane) in sette giorni, un autenticotour de force per saggiare gli umori e le aspettativedei nostri connazionali dopo le elezioni politichedello scorso aprile che hanno portato nel Parlamentoitaliano diciotto parlamentari eletti all’estero.Durante la visita a Canberra, il Senatore Danieli haincontrato il Ministro per l’Immigrazione, AmandaVanstone, il Segretario Parlamentare agli AffariEsteri, Teresa Gambaro e il Ministro per gli Anziani,Santo Santoro, oltre ad alcuni degli otto parlamentarifederali di origine italiana, Senatrice ConcettaFierravanti-Wells e i Deputati Steve Ciobo ePhilip Barresi.Il Vice Ministro ha trovato anche il tempo per visitarel’Italo-Australian Club e il nuovo Centro CulturaleItaliano, costruito con le sole forze degliitaliani di Canberra, confermando l’interesse delleautorità italiane a renderlo un vero e proprio centrodi attività culturali, anche se questo, per viadell’assenza di un’apposita previsione di legge,non potrà tradursi in un sostegno finanziario diretto.Il Senatore Danieli ha cercato di rassicurare i connazionalisui temi di loro maggiore interesse, comela riapertura dei termini per il riacquisto dellacittadinanza, il problema dell’accertamento deiredditi da parte dell’INPS, il mantenimento dellerisorse finanziarie per gli italiani all’estero e per larete consolare, il rafforzamento dell’informazioneverso l’estero, in primo luogo, attraverso Rai Internationalma anche con un maggior uso delle nuovetecnologie. Con un’impostazione pragmatica epriva di retorica, Danieli non ha mancato di esortaregli italiani incontrati al realismo sulle possibilitàdel nostro Paese di risolvere le tante questioniaperte, stimolandoli altresì ad impegnarsi sempredi più per rafforzare i legami con l’Italia, soprattuttotramite il coinvolgimento dei giovani con nuoveidee e programmi.Danieli inCanberraThe Vice Minister for Italians Abroad, during histrip to Australia, also visited Canberra on the firstand second November.A brief pause in Parliament and he set off to Australia.It’s not easy for Senator Franco Danieli, Vice Ministerfor Foreign Affairs with responsibility for Italiansabroad, to leave Rome to visit the communities out ofthe motherland, especially those, like the Australianones, very far away. Five cities (Sydney, Melbourne,Adelaide, Canberra, Brisbane) in seven days, a real tourde force in order to test the mood and expectations ofour fellow countrymen after the elections last Aprilwhich brought into the Italian Parliament eighteen MPselected abroad.During the visit to Canberra, Senator Danieli met theImmigration Minister, Amanda Vanstone, theParliamentary Secretary for Foreign Affairs TeresaGambaro and the Minister for the Aged Santo Santoro,in addition to some of the eight Federal Members ofParliament of Italian descent, Senator ConcettaFierravanti-Wells as well as Steve Ciobo and PhilipBarresi.The Vice Minister found time to visit the Italo-Australian Club and the new Italian Cultural Centre(built with the sole endeavour of the Italians inCanberra), thus confirming the interest of the Italianauthorities in making it a real centre of culturalactivities, even though the lack of a specific provision inthe law would not translate into a direct financial help.Senatore Danieli tried to reassure the compatriots ontheir main interests, such as the reopening of the termsto reacquire the Italian citizenship, the problem of theincome assessment by the Italian Pension Institute(INPS), the maintenance of financial resources forItalians abroad and for the whole Consular network, thestrengthening of information towards foreign countries,first of all with an improvement to Rai International,but also with the use of new technologies. Withpragmatism and devoid of rhetoric, Danieli reassuredthe Italians on the realistic possibility of our country tosolve all these problems, encouraging them to work atstrengthening the ties with Italy, with the helpespecially of the younger generation through new ideasand programs.27 novembre 2006/November 27, 2006/No. 6 1


C A N B E R R A , I T A L I AIl Vice Ministro Danieli a CanberraVisit of the Vice Minister Danieli to CanberraUna foto presa durante la visita del Vice Ministro Franco Danieli al Club Italo-australiano e al Centro Culturale Italiano (2 novembre 2006)/Picture taken duringthe visit of the Vice Minister Franco Danieli to the Italo-Australian Club and to the Italian Cultural Centre (2 November 2006). Courtesy of Yvette Devlin.Da sinistra/From left: Marco Fedi (Deputato del Parlamento italiano eletto in Australia/Representative to the Italian Parliament elected in Australia), JanetteGaughan, Segretaria esecutiva della Dante Alighieri Society/DAS manager), Francesco Sofo (Segretario DAS/DAS Secretary), Franco Danieli, Antonino Randazzo(Senatore italiano eletto in Australia/Italian Senator elected in Australia), Joseph Mercante (Presidente del Comites ACT/President of ACT Council ofItalians), Franco Papandrea (Consigliere CGIE e Presidente DAS/Counsellor of the General Council of Italians Abroad and DAS President).PassaportoelettronicoCosa sapere sul nuovo documento di viaggio, doverichiederlo, quanto costa e a che cosa serve. Cosa fare delvecchio passaporto ordinario.Dal 26 ottobre 2006 gli Uffici Consolari in Australiarilasciano un nuovo tipo di passaporto, definito“elettronico”. Tale passaporto offre standard moltoelevati di sicurezza grazie all’uso delle tecnologiepiù avanzate. Tutti i dati del documento vengonoimmagazzinati su un apposito “microchip”.Sono, pertanto, in corso di circolazione due tipi dipassaporto italiano: il primo è quello “a letturaottica”, che è tuttora valido e che può, a richiesta,essere rinnovato (il rinnovo costa 68,30 dollariaustraliani). Il secondo è quello “elettronico”.Anche se non è necessario cambiare il propriopassaporto, il documento elettronico è indispensabileper transitare o entrare negli Stati Unitid’America senza visto d’ingresso.Al momento possono infatti entrare negli StatiUniti d’America senza visto d’ingresso (Visa WaiverProgram): 1) i titolari di un passaporto “a letturaottica” rilasciato o rinnovato prima del 26 ottobre2005; 2) i titolari di un “passaporto elettronico”rilasciato dopo il 26 ottobre 2006; 3) i titolari di unpassaporto “con foto digitale” rilasciato prima del26 ottobre 2006 (tale tipo passaporto non è statomai emesso dagli Uffici Consolari in Australia masolo da alcuni Uffici in Italia).I figli minori possono entrare negli Stati Unitid’America senza visto d’ingresso soltanto se possiedonoun passaporto individuale del tipo sopraelencato.Per le sue particolari caratteristiche, il costo delnuovo passaporto elettronico è superiore a quelloordinario (anche se quello italiano è inferiore rispettoa quello di altri paesi). E’ da tenere inoltrepresente che l’Italia è uno dei pochi paesi a rilasciarepassaporti elettronici direttamente presso gliuffici consolari, così evitando le lunghe attese (4-6settimane) sperimentate dai cittadini di altre nazioni.Il costo per un libretto di 32 pagine è di 75,70 dollariaustraliani, più 68,30 dollari di tassa annuale,per un totale di 144 dollari.Per maggiori informazioni contattare l’Ambasciatad’Italia (dettagli a pagina 8) o consultare il sitod e l l a P o l i z i a d i S t a t o(www.poliziadistato.it/pds/cittadino/passaporto/passaporto_usa.htm).ElectronicpassportWhat you need to know about the new travel document,where to find it, how much it costs andhow to use it. What to do with the old ordinarypassport.From 26 October 2006 Italian Consular Offices in Australiaissue a new “electronic” passport. The newpassport offers high security standards and is producedaccording to the most recent technologies. All details ofthe passport holder are stored on a special chip insertedinto the passport.There are, therefore, two different Italian passport circulating:the optically readable passport, still valid, thatcan be renewed (the fee to renew it is Aus $ 68.30) andthe electronic passport.It is not necessary to change the optically readablepassport for the new electronic passport unless youwant to visit or transit the USA without an entry visa.It is in fact possible to visit the USA without a touristentry visa for the holders of the following documents: 1)“optically readable” Italian passport issued (or renewed)before 26 october 2005; 2) “electronic passport” issuedafter 26 October 2006; 3) Italian passports with a “digitalphoto” issued before 27 October 2006 (this passportwas never issued by Italian Consular Offices but onlyby some Offices in Italy)Underage children can be admitted in the USA withouta tourist visa only if they have their own passportamong the types listed above.For its particular characteristics, the cost for an electronicpassport is higher than for an ordinary one (even ifthe Italian passport cost is lower than most other countries).It should be stressed that Italy is one of the fewcountries which allows the issuing of an electronicpassport by the Consulates, so to avoid the long waiting(4-6 weeks) experienced by other nations’ citizens.The price of the new Electronic Passport is $ Aus 75,70for the passport, plus $ Aus 68,30 yearly yax. The finaltax cost is $ Aus 144.For more information, please contact the Embassy (detailsin page 8) or visit the website(www.poliziadistato.it/pds/cittadino/passaporto/passaporto_usa.htm) of the Italian Police.27 novembre 2006/November 27, 2006/No. 6 2


La RossignolC A N B E R R A , I T A L I A Tim Murray Theatre, Grammar School, Red Hill, 6 dicembre 2006, ore 20:00Balli Suaviet AmorosiIl gruppo italiano della Rossignol farà rivivere l’atmosferadel Rinascimento italiano in un unico concerto chesi terrà il prossimo 6 dicembre al Tim Murray Theatredella Grammar School.In tournée in Australia ospite dell’Istituto Italianodi Cultura di Sydney, il gruppo La Rossignol diDomenico Baronio (in basso la formazione completa)è impegnato dal 1987 in una paziente ricercadelle fonti storiche e degli strumenti e opere musicalidel Rinascimento, che poi porta al pubblicoricreando l’ambiente di una corte italiana del Cinquecento.Il Rinascimento italiano dette infatti origine a unperiodo di straordinaria creatività, con capolavoridietro capolavori, grazie anche alla popolarità delmecenatismo artistico. Lo splendore, la raffinatezza,il desiderio di stupire e la ricerca di un modo divita sempre più sofisticato, indussero le corti italianead adottare precise regole sociali, dando vitaad una raffinata ed elegante tradizione culinaria,musicale ed artistica. Le corti organizzavano spettacolimagnifici, dove il cibo, la musica e le danzenon solo divertivano e allietavano gli ospiti, maanche consentivano al Principe di celebrare il suotrionfo, imponendo l’ammirazione e il rispetto sure, amici e nemici, ambasciatori, uomini di lettereed artisti, aristocratici e plebei. In tal modo la danzanon è solo divertimento, un rito di corte o unmodello musicale, ma anche un meccanismo musicalee coreografico estremamente sofisticato miratoad esaltare il potere, i cui protagonisti sono i cortigiani,nel ruolo di attori e spettatori.Tra i maggiori creatori di questi spettacoli vi sonoDomenico da Piacenza, Guglielmo Ebreo da Pesaro,Fabrizio Caroso da Sermoneta e Cesare Negi daMilano.Il concerto è diviso in due parti, la prima dedicataalla musica del Cinquecento e la seconda al Seicentoe si terrà presso il Tim Murray Theatre dellaGrammar School, Monaro Crescent, Red Hill, alleore 20 di mercoledì 6 dicembre. L’ingresso, comesempre, è libero ma è gradita la prenotazione,chiamando il numero di telefono 6273-3333 (interno218), faxando il 6273-4223 o inviando una mailall’indirizzo: culturale.canberra@esteri.itGentleDances ofLoveThe Italian group of La Rossignol will revive theatmosphere of Renaissance atmosphere in a specialconcert on December 6 at the Tim Murray Theatreof the Grammar School.On a tournée in Australia hosted by the ItalianInstitute of Culture in Sydney, La Rossignol, headed byDomenico Baronio, has been active since 1987 in apatient research of historical sources about Renaissancemusical instruments and score, which then are broughtto the public to recreate the atmosphere of an Italiancourt in the XVI century.The Italian Renaissance gave birth to a period ofextraordinary creativity, where masterpieces wereproduced one after the other, also thanks to thepopularity of artistic patronage (mecenatismo). Themagnificence, the refinement, the desire to astonish andthe search for a more sophisticated way of life inducedItalian courts to adopt precise social rules. This gaveway to a refined and elegant culinary, musical andartistic tradition, codified by the great masters of theRenaissance. Magnificent shows were staged at thevarious courts, where splendid food, music and dancedid not only entertain and amuse the guests, but alsoallowed the Prince to celebrate his own triumph and toimpose admiration and respect onto everyone: kings,friends and enemies, ambassadors, men of culture andartists, aristocrats and plebeians. Thus, the dance is nolonger just entertainment, a courtship ritual, a playform, but an extremely sophisticated and elegantmusical and dance form, a ritual aimed at celebratingpower and whose protagonists are the courtesans, whoplay the role both of actors and spectators.Among the greatest creators of these shows areDomenico da Piacenza, Guglielmo Ebreo from Pesaro,Fabritio Caroso from Sermoneta and Cesare Negri fromMilan.The concert is divided in two parts: the first dedicated tothe 15th century and the second one to the 16thcentury. It will be held at the Tim Murray Theatre ofthe Grammar School, Monaro Crescent, Red Hill, at8:00 pm, on Wednesday 6 December. Free admission, asusual, but please book in advance calling the telephonenumber 6273-3333 (ext. 218), or faxing at 6273-4233or mailing on culturale.canberra@esteri.it.27 novembre 2006/November 27, 2006/No. 6 3


C A N B E R R A , I T A L I ASettimana della Lingua ItalianaItalian Language WeekIl cibodell’animaUna settimana di eventi per celebrare il cibo e le festenella cultura e nella lingua italiana. Grazie ancheall’ANU e alle associazioni italiane che hannopartecipato.Sabato 28 ottobre si è conclusa la Sesta Edizionedella Settimana della lingua italiana che ha avutoquest’anno come leiv-motiv “Il cibo e le feste nellalingua e nella cultura italiana”.Numerosi gli appuntamenti che durante la settimanahanno creato ambienti tali da stimolare lafantasia nell’immaginare profumi, colori e saporidella nostra tradizione.Un concerto organizzato dall’ANU ha aperto laSettimana: gli studenti della School of Music (vedifoto sopra) hanno allietato la serata proponendoperformance vocali scelte tra le opere liriche del“Don Pasquale” di Donizetti, “Così fan tutte” diMozart e “La rondine” di Puccini.Con l’occasione l’Ambasciata d’Italia ha conferitoagli studenti di italiano dell’ANU alcuni premi,offerti dall’Istituto Italiano di Cultura di Sydney,per i migliori elaborati che hanno partecipato alconcorso internazionale in italiano “Oggi cucinoio”.Affollato l’auditorio del National Museum of Australiaper la conferenza sul pane il mercoledì. Diparticolare interesse le relazioni della prof.ssaElisabeth Minchin e della Prof.ssa MarialuciaLuongo sul tema. La prima ha illustrato le testimonianzearcheologiche sul pane ritrovate aPompei ed Ercolano; la seconda, invece, ne haparlato ricercandone i significati religiosi, artisticie letterari. Leanne Grey (vedi foto al centro), proprietariadi Silo Bakery, dopo aver fornito unaserie di suggerimenti sulla preparazione e produzionedi questo alimento, ha offerto una degustazionemolto gradita di pane appena sfornato.Il prof. Gino Moliterno nella serata organizzatadalla Società Dante Alighieri ha analizzato il ruolodel cibo nel cinema italiano, dai festini romani del“Satyricon” di Fellini, alla fame atavica del popolodi “Miseria e nobiltà” di Totò, all’abbondanza delboom economico rappresentato in “Roma”, sempredi Fellini. Al cinema è stata dedicata anche la seratadel venerdì con la proiezione del film “BigNight”, storia dolce-amara di due fratelli che emigranoin America per fare fortuna con l’autenticacucina italiana, finendo per essere sopraffatti dallaspietata logica del business.Conclusione il sabato con la premiazione deglialunni vincitori del Concorso creativo 2006, promossodal CIAC in collaborazione con gli insegnantidi lingua italiana delle scuole di Canberra.Il prossimo appuntamento, nell’ottobre 2007, saràsul tema “L’italiano e il mare”.The food ofthe soulA week of celebration of food and festivities in theItalian culture and language, thanks also to theANU and to all participating Italian associations.Saturday 28 October was the conclusion of the Sixthedition of the Italian language Week, which this yearhad as leitmotiv “Food and Festivities in Italianlanguage and culture”.Numerous events were held throughout the week whichcreated situations that stimulated the imagination toenvisage smells, colours and tastes of our tradition.A concert organized by the ANU opened the week:students from the School of Music (above) presented apleasant evening to the sounds of arias from lyricaloperas by “Don Pasquale” by Donizetti, “Così fantutte“ by Mozart and “La Rondine” by Puccini.On that occasion the Embassy of Italy awarded theANU Italian students with several prizes, offered by theItalian Institute of Culture in Sydney, for the bestessays that participated in the international competitionin Italian “Oggi cucino io”.The Main Hall of the National Museum of Australiawas packed on Wednesday for the conference “OurDaily Bread”. Of particular interest the presentationsby Dr. Elizabeth Minchin and Dr. Maria Lucia Luongo.The first talk illustrated the archeological testimonialson bread found in Pompei and Ercolano; the secondexplained the various religious, artistic and literarymeanings of bread. Leanne Grey, proprietor of SiloBakery (on the left), after a demonstration on thepreparation and making of bread, offered a delicioustasting of freshly baked bread.Dr. Gino Moliterno, in the evening organized by theDante Alighieri Society, analysed the role of food inItalian cinema, from the Roman parties in “Satyricon”by Fellini, to the atavic fame of the people in Totò’s“Miseria e nobiltà”, to the abundance of the economicboom, as shown in Fellini’s “Roma”. Cinema was alsothe major theme on the Friday evening with thescreening of the film “Big Night”, a bittersweet story oftwo brothers who immigrate to America to find fortunethe Italian way, but end up being overwhelmed by theruthless logic of the business world.The conclusion of the week was on Saturday with theawarding of prizes to the winning students of the“Concorso Creativo 2006”, promoted by CIAC inconjunction with the Italian Language teachers inCanberra.The next edition, in October 2007, will have as theme“Italian and the Sea”Fotografie/Photographs: Francesca Foppoli (above)and Loredana Manfredi (left)27 novembre 2006/November 27, 2006/No. 6 4


C A N B E R R A , I T A L I ADon Raffaele o’ trombone Chi va a letto senza cenaGli attori della Compagnia Teatro all’Italiana alla fine dell’atto unico “Don Raffaele o’ trombone”. di Peppino De Filippo, The actors of the Italian Theatre Group after the endof the piece “Don Raffaele o’ trombone” by Peppino De Filippo. Da sinistra/From left: Severino Pecci, Antonio Gagliardi, Mimma Furlan, Massimo De Lisio, Gavina Deiana,Matteo Pedani, Mariano Porceddu, John Benfatto, Emma Benfatto. Foto/Photographs: Loredana Manfredi.Bell’inizioIl pubblico ha accolto con risate e applausi la prima dellaCompagnia Teatro all’Italiana. Congratulazioni agliattori, al promotore (Massimo De Lisio) e al regista(Dominic Mico).Prima dell’esordio, il timore. “Ci sarà qualcuno avederci?” E dopo la seconda ed ultima recita, ilpubblico chiedeva: “Solo due spettacoli? Dovevatefarli per una settimana!” Non poteva esserci migliorlode per la Compagnia di Teatro all’Italiana:due serate al Multicultural Centre zeppe di spettatori,risate e grandi applausi. E pensare che l’avventuraera iniziata solo a giugno (questa newsletteraveva pubblicato il primo annuncio del promotoredell’iniziativa, Massimo De Lisio).La Compagnia ha proposto due atti unici in italiano:il primo è una piece comica di un autore minore,Fabio Bertarelli, “Chi va a letto senza cena”,storia dell’ossessione per la dieta e… per il cibo diuna coppia benestante di mezz’età, Arturo e Mimyche, alla fine, comprendendo che è inutile contrastareun desiderio tanto umano quanto innocentecome i semplici piaceri della tavola e il reciprocoamore.La seconda è una commedia del grande PeppinoDe Filippo, “Don Raffaele o’ trombone”, ancorafresca come alla prima nel lontano 1931. E’ la vicendadi un genio musicale incompreso e scansafatiche,specchio di quella parte d’Italia (ma forsenon solo) che aspetta che la fortuna gli conceda,senza faticare, il meritato posto al sole. Don Raffaeleè l’amico sfortunato, che vive di illusioni e didignità calpestata, a cui tributiamo, nonostantetutto, affetto per la sua irresistibile umanità.Don Raffaele o’ trombone“E’ la solita storia: ‘Per ora non c’è niente,tornate fra giorni.’ Ormai è una canzone chedura da due anni. Federazioni, Sindacati, Entiassistenziali. Ma che! Ma che!. Tutte fregature,espedienti per spillare un po’ di soldi allapovera gente. Che ipocrisia, cinismo. Truffe !!Truffe autorizzate! ...Mamma mia... Eh.. cheschifo mi fa l’umanità: a me l’umanità mi faschifo! Che schifo! Schifo ! Schifo!”Sopra: Massimo De Lisio e Luciana Ciaccia,attori principali di “Chi va a letto senza cena”.Sotto: una scena di “Don Raffaele”.Above: Massimo De Lisio and Luciana Ciaccia,main actors of “Chi va a letto senza cena”.Below: a scene from “Don Raffaele”.Nice StartThe public appreciated with laughs and applausesthe debut of the Compagnia Teatro all’Italiana.Congratulations to actors, promoter Massimo DeLisio and director Dominic Mico.Prior to the debut, the fear. “Will anybody come to seeus?” And after the second play, the public asked: “Onlytwo shows? You should have run it for a week.” Therecould not have been a better debut for the CompagniaTeatro all’Italiana: two nights at the MulticulturalCentre packed with spectators, fun and a lot ofapplauses.And to think that this adventure only began in Junewhen this newsletter had published the advertisementby Massimo De Lisio, the promoter.The Compagnia presented two single act plays: the firsta comic piece by a less known author Fabio Bertarelli,“Chi viene a letto senza cena”, a story about a middleaged wealthy couple, Arturo and Mimy, and theirobsession with diet and... food. At the end theyunderstand that it is impossible to contrast such astrong desire so humane and innocent, such as thepleasure to eat and reciprocal love.The second is a play by the great Peppino De Filippo,“Don Raffaele o’ Trombone”, still as fresh as in its firstdebut in 1931. It’s the story of a musical genius who ismisunderstood and lazy, reflecting that part of Italy(and perhaps not only) that awaits that luck and fortunegive them, without any hard work, the deservedspotlight. Don Raffaele is the ill-fated friend, who livesof illusions and a trampled dignity, for which we hold aspecial tenderness for his irresistible humanity.Chi va a letto senza cena“Chi bene mangiat bene bibit, chi bene bibit poibene amat, chi bene amat est in paradisum”Interessati a partecipare? La compagnia cerca attorianche senza esperienza per continuare l’avventuraanche nel 2007. E’ necessaria solo una buona conoscenzadell’italiano. Contattare Massimo al 0407-973836 oppure massimo.delisio@esteri.it27 novembre 2006/November 27, 2006/No. 6 5


C A N B E R R A , I T A L I AItalia in 16giorni!!Un gruppo di bambini della Lyons Primary School si èrecato in Italia per una gita che non dimenticherannofacilmente.Un bel premio è un viaggio. Un viaggio in Italia,con tutti i tuoi compagni di scuola. Sedici giorni diviaggio, incontri e fantastici ricordi. Questo èquanto è accaduto a tredici bambini del quinto esesto anno della scuola bilingue della Lyons Primary.Un premio davvero meritato dopo tante orepassate a studiare matematica, scienze e informaticain italiano. Un progetto che è cominciato unanno fa e ha coinvolto l’intera comunità di Lyons,come la collettività italiana, considerato che unaparte dei fondi per il viaggio sono stati raccolti conl’ultima Italo-Australian fun run di maggio.Cos’è accaduto ai nostri piccoli “Aussies” dall’8 al26 ottobre? La tappa principale è stata quella diSchio, una cittadina veneta che ha in corso da anniun gemellaggio con la Lyons: grande entusiasmonel ritrovare dopo tanto tempo le amiche Carla eMaria (insegnanti che vennero lo scorso febbraio aCanberra). Meravigliosi i successivi cinque giorni,con la scuola di Schio che ha celebrato nel modopiù splendido il nostro arrivo. Siamo rimasti incantatidai lavori artistici dei nostri compagni diSchio.Successivamente ci siamo recati a Venezia e Verona,città che hanno entrambe beneficiato dellanostra visita grazie alla frenetica corsa allo shopping,soprattutto dei bambini più grandi. Dopo unpo’ tutti indossavano magliette da calcio, cappelli ealtri souvenir, da portare con orgoglio in Italia eperfino al ritorno in Oz! E, per concludere, l’ultimasera si è tenuta una festa con un signore italianoche suonava con grande perizia il didgeridoo.La brigata di canguri è saltata su un autobus perFirenze, poi, sempre in Toscana per la spettacolareLucca cinta dalle mura. Roma ci ha offerto il Vaticano,il Time Elevator, per rivivere la storia dell’Urbe,il Colosseo e una fantastica accoglienzanella scuola dove insegna la sorella di Anna MariaNocera. Sembra che i bambini siano rimasti moltoimpressionati non solo dall’antichità degli edifici,bensì ancor di più dalle piccole auto che circolanonelle strette vie di Roma.Adesso bisogna pensare al prossimo viaggio. Speriamoche Schio mandi una delegazione a Canberra,affinché la comunità di Lyons possa cominciarea ricambiare la meravigliosa ospitalità ricevuta.Testo e foto di Tony Bridges (capogruppo).Per informazioni sulla Lyons Primary School e sulprogramma bilingue, visitate il sito web:www.lyonsps.act.edu.auItaly in 16days !!A group of children from the Lyons PrimarySchool had a trip in Italy that they won’t easilyforget.The best prize is a trip. A trip to Italy, with all yourschoolmates. Sixteen days of travelling, meetings andgreat memories. That’s what happened to thirteen Year 5and Year 6 students of the bilingual Lyons PrimarySchool. A well deserved dream prize for all those hoursspent learning maths, sciences, computer in Italian.That was a project which started one year ago andinvolved all the Lyons community and the Italiancommunity as well, as a part of the funds for the tripwas raised during last May’s Italo-Australian FunRun.So, what happened to our smallAussies from 8 to 26 October?The main stop was Schio, asmall town in Veneto region thatestablished a sisterhood withLyons. Much joy as Carla andMaria (teachers who came lastFebruary to Canberra) greetedlong lost friends from our school.The next 5 days were wonderfulwith Schio School turning onjust the most amazing receptionfor us. We enjoyed looking at themagnificent artwork completedby the Schio school children. Wethen had excursions to Veronaand Venice. All of thesecommunities benefited from ourvisit as the children (particularlythe older ones), went on a madspending spree. Soon they were wearing Italy footballshirts, hats and other souvenirs that they would wearproudly whilst in Italy then take back to wear proudlyalso back in OZ! What a reception the last evening withan Italian gentleman playing expertly a didgeridoo.The kangaroo brigade hopped on a bus toward Florence,then the astonishing walled city of Lucca in Tuscany.Rome offered us the Vatican, the Time Elevator (toexperience directly the history of the city), theColosseum and a wonderful reception at a local schoolwhere Anna Maria Nocera’s sister teaches. It seems thatthe children were impressed not only by the oldbuildings, but even more by the small cars circulatingin Rome’s narrow roads.Now to plan for the next trip. Hopefully Schio can senda delegation to Canberra so the Lyons community canbegin to try to match the wonderful hospitality theyshowed to us.Text and photoes by Tony Bridges (group leader).For information about Lyons Primary School and thebilingual program, visit the website:www.lyonsps.act.edu.au.27 novembre 2006/November 27, 2006/No. 6 6


C A N B E R R A , I T A L I ACalendario• 23 novembre-3 dicembre (Greater Union Manuka): Lavazza Italian Film Festival 2006. Festival delcinema italiano contemporaneo organizzato da Palace Cinemas col sostegno dell’Ambasciata d’Italia.Retrospettiva su Michelangelo Antonioni. Informazioni a lato e sul sito web del festival:www.italianfilmfestival.com.au.• 3 dicembre (Sydney): Christmas shopping in Sydney in autobus ($30 a persona). Organizzato daAssociazione Campania e Federazione pensionati. Informazioni: Charles De Angelis,charles@civictravel.com.au.• 6 dicembre, ore 20.00 (Tim Murray Theatre, Grammar School, Monaro Crescent, Red Hill): Spettacolodi musiche e danze rinascimentali del gruppo “La Rossignol”. Ingresso libero, gradita la prenotazione.Informazioni: culturale.canberra@esteri.it.• 9 febbraio 2007, ore 20.00 (di fronte all’Italian Cultural Centre): serata italiana all’interno del MulticulturalFestival 2007. Concerto del gruppo di musica sarda “Iskeliu” di Sandro Fresi. Ingresso libero.Informazioni: www.multiculturalfestival.com.au. Mail: culturale.canberra@esteri.it.• 20 maggio 2007, ore 10.00 (Nara Park, Lennox Gardens); Terza Italo-Australian Fun Run.Notizie comunitarieRiunione comunitaria. Il Comitato Italiani all’Estero di Canberra (Comites) ha organizzato, per domenica26 novembre 2007 la seconda riunione di coordinamento con le associazioni italiane esistenti aCanberra, dopo quella tenutasi a luglio. L’obiettivo è quello di rafforzare la cooperazione tra il Comitese la collettività italiana, in particolare incoraggiando lo scambio di informazioni sulle attività e suglieventi sociali. Sul prossimo numero della newsletter le informazioni sui risultati oppure contattare ilPresidente del Comites, Joseph Mercante: actcomites@comitesaustralia.com.auRadio in italiano. Anche nell’era di Internet e delle TV satellitari la radio è sempre il mezzo di comunicazionepiù accessibile e diffuso. Specialmente le persone anziane o sole preferiscono ascoltare unastazione radio, ancor più se in lingua italiana. La radio è anche uno dei mezzi più validi per migliorarela conoscenza della lingua. ReteItalia trasmette nuovamente 24 ore al giorno per Canberra e Queanbeyansulla frequenza 1620 AM. Il palinsesto comprende informazione sull’Australia e sull’Italia, programmidi intrattenimento e di informazione comunitaria oltre che, in serata, trasmissioni in direttadella RAI. SBS Radio offre trasmissioni in lingua italiana sulla frequenza 105.5 FM due volte al giorno:dalle 8 alla 9 del mattino e dalle 6 alle 7 della sera.E’ possibile, inoltre, ascoltare due trasmissioni comunitarie in lingua italiana: ItalyCa - 91.1 FM - martedìdalle 5 alle 6 p.m da Canberra; Italiani in onda – 96.7 FM venerdì dalle 7 alle 9 p.m. da Queanbeyan.Chi è appassionato di internet può ascoltare le trasmissioni della RAI collegandosi al sitowww.radio.rai.it/ oppure quelle della SBS Radio www20.sbs.com.au/sbs_front/index.html.Titoli di codaPubblicato dall’Ambasciata d’Italia in Canberra ogni 15 del mese. Per sottoscrivere o cancellare il proprionome dalla mailing list, inviare una mail alla redazione con indicato “SUBSCRIBE” o “UNSUB-SCRIBE”.Le informazioni qui contenute sono liberamente utilizzabili citando la fonte. Esse non riflettono necessariamentela posizione del governo italiano. Per queste, consultare il sito web dell’Ambasciata(www.ambcanberra.esteri.it) o quello del Ministero degli Esteri (www.esteri.gov.it).La pagina comunitaria del calendario e degli avvisi comunitari è a disposizione della comunità italiana.Per inserire la propria attività, purché di interesse generale, inviare una mail alla redazione entro il 5 diogni mese. La redazione si riserva il diritto di accettare ogni notizia a suo insindacabile giudizio.Redazione: Maria Stella Giuffrida, Giulio Iazeolla, Loredana Manfredi, Roberto Mengoni, Nicola Sasanelli.Indirizzo: culturale.canberra@esteri.it .Il prossimo numero uscirà il 15 dicembre 2006.LAVAZZA ITALIAN FILM FESTIVAL 2006PROGRAMMEThursday 23 November7.30pm My Best EnemyFriday 24 November6.15pm The Family Friend8.45pm Mario’s WarSaturday 25 November11.00am The Adventure (Antonioni)1.40pm The Night (Antonioni)4.05pm The Eclipse (Antonioni)6.30pm Melissa P8.45pm My Best EnemySunday 26 November1.45pm The Land4.15pm Quo Vadis, Baby?6.30pm The Second Wedding Night8.45pm Viva Zapatero!Monday 27 November6.30pm Mario’s War8.45pm The Family FriendTuesday 28 November6.30pm Days Of Abandonment8.45pm Melissa PWednesday 29 November6.30pm Along The Ridge8.45pm The Wedding DirectorThursday 30 November6.30pm Arrivederci Amore, Ciao9.00pm Crime NovelFriday 1 December6.30pm Days Of Abandonment8.45pm The Beast In The HeartSaturday 2 December11.00am The Passenger (M) (Antonioni)1.30pm Zabriskie Point (M) (Antonioni)4.00pm Blow Up (M) (Antonioni)6.30pm My Best Enemy9.00pm Crime NovelSunday 3 December1.15pm All The Invisible Children3.45pm Along The Ridge6.00pm The Beast In The Heart8.30pm The Caiman (M)All Italian-language films have English subtitlesAll films are restricted to persons aged 18 years,unless specified.27 novembre 2006/November 27, 2006/No. 6 7

More magazines by this user
Similar magazines