armamento / porto&diporto - Porto & diporto

portoediporto.it

armamento / porto&diporto - Porto & diporto

quest’ottica diventa fondamentale lavorare sull’infomobilità – vale a dire l’uso di tecnologie dell’informazione a supporto della mobilità e degli spostamenti di persone e merci – e Uirnet ha proprio il compito di realizzare una piattaforma hardware e software localizzata, aperta e modulare, in grado di integrare fornitori di servizi e contenuti orientati alla gestione dei processi logistici e del trasporto merci. Considerando la logistica come risorsa strategica per il “Sitema Italia” UIRnet, portando avanti un progetto di respiro nazionale articolato per aree regionali, richiede la partecipazione indispensabile delle Regioni al fine di renderlo operativo. Vanno in questa direzione una serie di workshop itineranti: la prima tappa sarà a Roma dove l’assessore ai Trasporti Lollobrigida e la Presidente Polverini hanno recepito l’importanza dell’integrazione fra il si- the development of production by promoting the centre of Italy as a hub for the movement of goods to Europe from the Mediterranean area in all directions. Civitavecchia uses the Giada system for collecting data on port operations and especially for ships’ berthing requests as well as exchanging information between operators, public officials and users of services. Uirnet’s experiment will enable Civitavecchia to improve check-in and assistance for the exit and entry of vehicles to the port. The Port Authority will have the role of helping to make dialogue between operators easier and to ensure that the process is safe and sure. When the information is loaded into the system anomalies and stress areas can be identified so that bottle necks and long waiting periods 46 - aprile 2011 stema esistente “Luce Verde Regione Lazio” e UIRnet che è in fase di sperimentazione per le relazioni fra il porto di Civitavecchia e l’Interporto Centro Italia di Orte. La Regione Lazio crede fortemente nel network delle sue infrastrutture intermodali e logistiche e punta su una rete materiale e immateriale che favorisca lo sviluppo delle attività produttive, promuovendo l’area del Centro Italia come piattaforma per le merci dirette in Europa che si muovono sulle direttrici che attraversano il Mediterraneo sia da Sud a Nord che da Est a Ovest. Il porto di Civitavecchia utilizza il sistema Giada per la raccolta dei dati inerenti le operazioni portuali, in particolare per la gestione delle domande di accosto, ma anche per lo scambio di informazioni fra operatori, uffici pubblici e utilizzatori dei servizi. Con la sperimentazione Uirnet Civi- tavecchia sarà in grado di facilitare le operazioni di check e di assistenza in particolare per il gate-in e gate-out di mezzi pesanti e di rotabili. Il ruolo dell’Autorità Portuale sarà quello di facilitare il dialogo fra le componenti operative rendendo affidabile e sicuro il ciclo: una volta caricati i dati nel sistema, si potranno segnalare anomalie o situazioni di stress organizzativo in modo da evitare bottleneck e soste prolungate in area portuale. Il sistema telematico supererà i tradizionali confini portuali collegandosi con l’interporto di Orte e le altre infrastrutture logistiche regionali, con la possibilità di monitorare i traffici camionistici in avvicinamento al porto e intervenendo su situazioni di emergenza. Il sistema sarà in grado anche di allertare gli operatori dell’arrivo imminente della merce, sollecitando le operazioni di processo eventualmente carenti. Questo farà in modo che prima che il mezzo si presenti ai varchi sia in regola la documentazione necessaria riducendo i tempi di attesa. Diventa, quindi, particolarmente importante il ruolo dell’Autorità Portuale che governa i principali scali laziali, gate di accesso al territorio sia per le merci che per le persone. Civitavecchia è, infatti, il primo porto in Italia e nel Mediterraneo insieme a Barcellona per numero di crocieristi. Secondo le recenti stime 2.400.000 crocieristi arriveranno nel 2011 nel porto di Roma. Patrizia Lupi can be avoided. The system will overcome traditional difficulties by linking the port with the Interporto di Orte and other logistics centres in Lazio enabling trucks arriving at the port to be monitored in addition to intervening in emergencies. The system will inform operators of the imminent arrival of freight and of procedures to be completed so that the truck arrives at the port with its documentation completed. The Port Authority has an important part to play as it is responsible for the principle ports in Lazio. Civitavecchia is Italy’s number one cruise passenger port and together with Barcelona is the Mediterranean’s number one. 2,400,000 cruise passengers are expected in Civitavecchia in 2011.

More magazines by this user
Similar magazines