acta ordinis fratrumminorum - OFM

ofm.org
  • No tags were found...

acta ordinis fratrumminorum - OFM

NECROLOGIA 161lizzare come mezzi di comunicazione socialegli studi televisivi, all’interno dei quali iniziòad essere trasmesso lo Zecchino d’Oro.Allo stesso tempo, però, aveva ben presentela sua missione evangelizzatrice e, nel 1957,fa nascere, sempre all’Antoniano, il “Centrocattolico per la diffusione della Parola di Dio”,dal 1967 “Società del Vangelo”, che aveva edha tutt’oggi lo scopo di diffondere il Vangeloe la Bibbia nei luoghi pubblici, in particolarenegli alberghi: da allora ha edito e distribuitomilioni e milioni di copie del testo sacro invarie lingue, con grande diffusione anche inRussia e nei paesi dell’Est.Nel 1967 è eletto nuovamente Vicario provincialee nominato Segretario della Conferenzadei Ministri provinciali d’Italia, per 24anni, impegnandosi a promuovere una efficacecollaborazione fra le Province OFM d’Italia.In qualità di Segretario della Conferenza deiMinistri Provinciali fu promotore, nel 1972,di un incontro ad Assisi dal quale nacque ilMo.Fra. (Movimento Francescano), del qualePadre Ernesto venne eletto Segretario ed il cuiintento era quello di creare un orizzonte comuneai tre Ordini francescani nella pluralità delleFamiglie. Nascono così gli “Incontri di vitae di fraternità” che in poco tempo portano adAssisi 4000 francescani di diverse famiglie ditutte le Province d’Italia. Lo slogan sintetizzail senso di queste esperienze di fraternità: “Incontrarsiper fraternizzare, fraternizzare percollaborare, collaborare per rendere un serviziomaggiore alla Chiesa e alla società”. Nellastessa ottica e con una risposta sorprendenteriunisce gli Istituti femminili di ispirazionefrancescana nel Movimento Religiose Francescane(MO.RE.FRA).Nel 1976 in occasione del 750° anniversariodella morte di S. Francesco si presentaun’occasione unica per mettere alla prova ibuoni propositi di collaborazione fra i tre Ordinifrancescani culminati nell’emozionanteprocessione che si snoda dalla Porziuncolaalla tomba di S. Francesco. Negli anni a venirepromuove l’Unione di tutti i Francescanid’Europa (UFME).Nell’ottica della collaborazione fra le diversecomponenti francescane, Fr. Ernesto portaavanti anche importanti progetti editoriali qualiun messale comune, un breviario comune, leFonti francescane e il Dizionario di spiritualitàfrancescana.Alla fine del 1989 Fr. Ernesto promuovel’iniziativa a nome del Movimento Francescanochiamata “Centomila Bibbie ai Popoli dellaRussia”.Negli anni settanta e ottanta viene nominatoDirettore dell’Antoniano per diversi mandatitriennali; per aiutare concretamente i bambinie i ragazzi con problemi che non potevanoaccedere all’assistenza riabilitativa, dà vita ad“Antoniano Insieme”, un centro per bambiniaffetti da Sindrome di Down dove volontaried esperti si adoperano tutt’oggi per favorirelo sviluppo sociale, mentale ed espressivo delbambino.Tra le tante iniziative promosse e volute daFr. Ernesto, sono poi da ricordare le Biennalidi Arte Sacra Contemporanea, il Premio Paolae Antonio Malipiero per la Ricerca Teologica,la Mostra Mondiale Arte dei Ragazzi nonché laricostruzione dell’Eremo di S. Antonio a Laçiin Albania, terminata nel 1995, dove salgono,in occasione della festa del santo, oltre mezzomilione di pellegrini di ogni credo religioso.Sulla scia delle Fonti francescane e del Dizionariofrancescano Fr. Ernesto promuovee coordina un’altra imponente iniziativa delMovimento francescano: “I Mistici francescani”.Opera in dieci volumi dedicati agli scrittiintegrali e ad estratti delle opere dei Misticifrancescani: dal XIII secolo ad oggi. Il primovolume è stato pubblicato 1995 mentre il quartoè in preparazione.All’età di 76 anni Fr. Ernesto dopo un lungodiscernimento con i suoi Superiori chiedeed ottiene di lasciare l’Antoniano e di trasferirsiall’Eremo di Montepaolo “per dedicarepiù tempo al colloquio con Dio”. Nel 1995diviene Rettore del Santuario di Montepaolo(FO), dove è custodita, proveniente dalla Basilicadel Santo, una reliquia di S. Antonio daPadova che lì si ritirò nel 1221 per nove mesi.Fr. Ernesto si è prodigato affinché l’Eremopotesse offrire accoglienza a gruppi per esperienzedi ritiro spirituale, week-end formativiper coppie sposate nonché la possibilità diripercorrere visivamente la vita di S. Antonioattraverso un itinerario di 10 affreschi del pittoreLorenzo Ceregato raffiguranti la vita delsanto e denominato “Sentiero della Speranza”e la sua permanenza all’Eremo con 18 quadri amosaico collocati nel viale antistante il santuariodenominato “Montepaolo nella storia”. Perpromuovere la vita e la dottrina di S. AntonioFr. Ernesto cura la pubblicazione del Dizionarioantoniano, pubblicato nel 2002.Fr. Ernesto rimane nove anni all’Eremodi Montepaolo, nel gennaio 2003 è trasferito

More magazines by this user
Similar magazines