Views
2 years ago

Anno 2004 - Federacciai

Anno 2004 - Federacciai

FederacciaiLa potenza disponibile per l'assegnazione del servizio di interrompibilità con preavviso, pari a 1750 MW, èstata assegnata solo in parte per mancanza di richiesta e rimangono a tutt’oggi da assegnare ancora 593MW, per i quali è da tempo in corso un’analisi con il GRTN per una trasformazione in interrompibilità istantanea;trasformazione per la quale il settore continuerà ad insistere essendo l’interrompibilità istantanea un servizioindispensabile e irrinunciabile per il sistema elettrico nazionale, come ormai riconosciuto dallo stesso GRTN.E’ in corso con il GRTN anche l’analisi di alcune clausole contrattuali relative alla verifica dell’utilizzo dellapotenza interrompibile dimostratesi di difficile applicabilità, che vanno modificate per non perdere effettivepossibilità di mantenere il servizio anche in periodi, come la prima parte del 2005, di riduzione dei consumi.Alla fine del 2004 sono stati emanati due decreti del Ministro delle Attività Produttive di interesse diretto deiconsumatori energivori relativi alle “modalità e condizioni delle importazioni di energia elettrica per l’anno2005 (DM 17.12.2004)” e alle “assegnazioni per l’anno 2005 dell’energia elettrica prodotta da impiantiCIP 6 (DM 24.12.2005)”.Con delibera n° 223/04 del 20 dicembre 2004 l'Autorità per l'energia elettrica e il gas ha stabilito modalitàe condizioni per le importazioni di elettricità per l'anno 2005, in attuazione di quanto previsto dal decreto delMinistro delle Attività produttive del 17.12.04, prima citato.L'Autorità ha modificato le procedure di assegnazione della capacità di interconnessione in vigore negli scorsianni (pro quota tra i richiedenti) introducendo meccanismi di mercato per la gestione delle congestioni sulle retitransfrontaliere. I nuovi meccanismi, che fanno ricorso al mercato del giorno prima della borsa dell'elettricità eal mercato per i servizi di dispacciamento, sono coerenti con la nuova regolamentazione europea sugli scambiinternazionali entrata in vigore lo scorso 1 luglio 2004; l'Autorità ha inoltre introdotto delle misure per garantirei consumatori italiani dal rischio di volatilità dei costi di congestione sulle reti di interconnessione, prevedendol'assegnazione gratuita di coperture sul differenziale tra prezzo estero e prezzo interno della zona di importazione.Il 2005 si è presentato come l’inizio della consapevolezza della necessità di rendere competitivo il sistemaelettrico, nel senso che dovrà consentire alle imprese energivore italiane un avvicinamento sostanziale dei costidell’energia elettrica a quelli dei principali competitori europei.Bisogna quindi operare anche ad una attenta revisione degli oneri di sistema ed alla loro ripartizione tra levarie tipologie di consumatori, privilegiando i consumi energivori, sia per la loro natura che per la necessitàsuddetta di competitività, essendo gli oneri stessi più gravosi di quelli applicati mediamente in Europa.Anche il messaggio lanciato da molti sulla riapertura del dibattito sul nucleare e sulla necessità di incrementarela ricerca per poter stare al passo con gli Stati leader a livello internazionale va in questa direzione. Le nostreimprese energetiche devono poter operare anche a livello extranazionale. Il 16% dei nostri consumi di elettricità,importati dall'estero, sono di fonte nucleare, con potenziali rischi ai confini senza i corrispondenti benefici.Apriamo il fronte della ricerca sulle nuove fonti: nucleare di 3° generazione e idrogeno, come ha sottolineatolo stesso Presidente del GRTN, Carlo Andrea Bollino.Occorre pensare anche alla diversificazione delle fonti ed alla sicurezza del sistema. La tutela dell'ambienteed il risparmio energetico sono imprescindibili per rendere concreti i programmi impostati; è necessario vincerela demagogia ecologica che rallenta e impedisce gli investimenti ed è in questo momento fonte di preoccupazionela indeterminatezza, non ancora risolta, dell’applicazione alla produzione di energia elettrica della normativasull’Emissions trading.49

Federacciai• GasNel corso del 2004 la Società Consortile Gas Intensive, che si ricorda promossa alla fine dell’anno 2001dalle associazioni di imprese ad alta intensità energetica, fra cui Federacciai, per promuovere il coordinamentodell’attività delle Associazioni dei settori industriali per i quali il gas è un costo fondamentale al fine di ottenereeffettive aperture del mercato nazionale del gas e per aggregare la domanda delle imprese di questi settoriper poter sfruttare eventuali aperture con le dimensioni richieste per acquisti diretti di gas dalle fonti diapprovvigionamento e con i vantaggi che possono derivare dall’aggregazione, ha ottenuto due risultati di rilievosia nell’ambito dell’attività di sensibilizzazione che nel mercato vero e proprio.Per quanto riguarda le azioni di sensibilizzazione, anche per il 2004 è stata ottenuta la riduzione delle accisedel 40% con un vantaggio per il settore siderurgico quantificabile in oltre 4 milioni di euro.Nel campo del mercato la società ha partecipato alla gara per l’ottenimento della capacità di importazioneceduta al mercato libero, anche in seguito alle azioni legali a cui la stessa Gas Intensive aveva partecipatonegli anni precedenti, ottenendo una assegnazione annuale di oltre 341 milioni di mc per tre anni; questo gasè stato collocato sul mercato con benefici ripartiti tra tutte le aziende associate al consorzio che avevano datomandato, concretizzati già all’inizio del 2005.50

Anno 2011 Parte Terza - Federacciai
Anno 2009 Parte Terza - Federacciai
acciaio competitivo intelligente e sostenibile - Federacciai
anno 2004 - Giunta - Provincia autonoma di Trento
Anno I - Numero I Aprile 2004
Fresh Point Magazine - B2B24 - Il Sole 24 Ore
ORGANIGRAMMA CATTEDRE ANNO SCOLASTICO 2004/2005
anno 2004/05 Tsushima 1905 – Jutland 1916 - Societa italiana di ...
Anno XIV - N. 1/2004 - Ordine degli Avvocati di Lecco
Fresh Point Magazine - B2B24 - Il Sole 24 Ore
Anno 3 n. 2 Giugno 2004
Prospettive economiche ... opera edita sotto gli auspici della ...
Prospettive economiche ... opera edita sotto gli auspici della ...
AnReport 2004 - Sacmi
A&S Italy anno III n. 18 Dicembre 2012 - a&s Italy - Ethos Media Group
Bilancio sociale 2004/05 - Impronta Etica
Internationalia
Dichiarazione Ambientale - Anno 2006 Huntsman (Italy) Ternate
RAPPORTO DI GESTIONE anno 2006 - Giunta - Provincia ...
Rapporto LAV "I costi reali del ciclo di produzione della carne"
Lavoro del futuro - Valori
2006 - Anno I N.2 - Fornoms.net