Views
3 years ago

Natale - Aicr Italia

Natale - Aicr Italia

Natale - Aicr

Quattordicinale Fortnightly - Anno XV - Giovedì 20 Dicembre 2012 NUMERO 24FOOD & BEVERAGEUna passionescritta nei geniPAGINA 2HÔTELLERIEUn po’ di Italiaa MarrakechPAGINA 4TRENDQuali domandeper un futuro migliorePAGINA 6®‰ EditorialePochi rimpiantiper l’annouscente■ di ANTONIO CANEVAE così anche il 2012 sta per fi nire, per molti senzarimpianti.A Milano, in piazza del Duomo, l’ente austriacodel turismo ha ideato un calendario dell’Avventodinamico: nel mese di dicembre, ogni sera alle 18,si apre una fi nestra contrassegnata con la data delgiorno e ne esce un musicista che, assieme a quellidei giorni precedenti, suona un concerto di ottonicon musiche natalizie; è un momento di struggentebellezza nella piazza ormai buia, dove brilla un grandealbero di Natale. Dalla parte opposta, le vetrine dellaRinascente, lucenti, ricordano che il Natale è ancheoccasione di lavoro.Bello, però ci avviciniamo alle festività con un sensodi disagio: chi ha problemi vive con le criticitàche ne derivano, chi non ne ha, con la sensazionedella scarsa certezza del futuro; d’altronde quandosi pensa al nuovo, e lo si confi gura con Bersani eBerlusconi...Il mondo però attorno a noi va avanti: recenti datidella Unwto (l’Organizzazione mondiale del turismo)indicano che, per la prima volta, si è superato il miliardodi viaggiatori internazionali e che il turismo rappresentail 9% del Pil mondiale. L’Italia mantiene la suaquinta posizione nel rank globale. Certo, eravamoprimi nel dopoguerra e non abbiamo fatto molto perdifendere questo livello; è vero però ugualmente cheda allora il mondo è profondamente cambiato e nuovenazioni sono emerse con prepotenza.Drammatica la disoccupazione, soprattutto giovanile,tanto che molti non cercano neppure più unimpiego. Come si spiega allora che comunque leaziende continuano a cercare, tramite varie modalità(e noi siamo una di queste) fi gure professionali altrimentidirettamente non reperibili? La realtà è che, pura fronte di una contrazione del lavoro, c’è una offertadi professionalità non sempre adeguata e che, in futuro,le capacità continueranno a trovare mercato.Una delle osservazioni, che generalmente vengonosollevate da chi opera in questo settore, è quella dellascarsa rispondenza tra l’impegno richiesto (in terminidi orari, conoscenze, esperienza, fl essibilità) e i livelliretributivi. Spesso è vero, ma è ugualmente veroche la professionalità almeno garantisce, in tempi dicrisi, sbocchi lavorativi. E se potessi dare un consiglioa un giovane, gli suggerirei di seguire un percorsoprofessionale qualifi cato, accettandone i limiti e comunqueapprezzando anche le positività proprie diquesto settore, che comunque sono molte.Buone feste a tutti.Auguriamoai nostri clientie a tutti i lettoridi Job in Tourismun meravigliosoNatalee un Anno riccodi soddisfazioni!“...l’eccellenza non è un lussoma una necessità!”‰In primo pianoARENZANO (GE)Executive assistantmanagersales & marketinga pagina 12RISTORANTELOSANNAChef de brigadea pagina 10VILLA SPARINAVarie fi gurea pagina 13LICENZA CREATIVECOMMONS.FOTO DI PHOTO ICARUSJOB IN TOURISM ®Via F. Carcano, 4 - 20149 MilanoTel. 02 48519477 - 02 43980431Fax 02 48025154e-mail: info@jobintourism.netwww.jobintourism.itASSOCIATO ALL’UNIONESTAMPA PERIODICA ITALIANA

IL NATALE DI ROMA - EleA@UniSA
aspettando il natale - La Voce Ritrovata
IL MESSAGGIO DEL NATALE - Ente Friuli nel Mondo
Un Natale da vivere qui - Il Nuovo
leggi tutto... - Mercedes-Benz Italia
Thule Italia aprmagg2006.indd - Thule-italia.net
IL NATALE TRISTE DI PERIFERIA - Cinque Quotidiano
Babbo Natale regala più clienti ai lettori di buongiorno italia!
Natale 2012 - Comunità San Bellino
speciale natale - Monza Club
AUGURANO BUON NATALE E FELICE ANNO NUOVO