Acta Ordinis Fratrum Minorum - OFM

ofm.org

Acta Ordinis Fratrum Minorum - OFM

AD CHRONICAM ORDINIS 309degna, allo scopo di riflettere sul cammino diriorganizzazione strutturale della Provincia diSardegna. La riunione si è svolta il 31 maggio2010 in Assisi, e vi hanno partecipato circa155 Frati delle due Province, e il Ministrogenerale, Fr. José R. Carballo insieme con ilDefinitore generale Fr. Vincenzo Brocanelli,il Segretario generale Fr. Aidan McGrath e Fr.Fedele Pradella, nominato Vissitatore generaleper la Provincia sarda e Delegato per il processodi collaborazione strutturale.Già due anni prima il Capitolo provincialedella Sardegna aveva approvato una richiestadi aiuto strutturale alla Provincia di Assisi,prevedendo realisticamente di non poter piùsoddisfare le esigenze richieste ad una Provincia.Alcuni passi furono fatti in ambeduele Provincie. Ma poi si era sentito il bisognodi confrontare le motivazioni e le visioni deiFrati per convergere verso una sentire comuneper il bene di tutti.All’Assemblea di Assisi, i due Ministri provinciali,Fr. Bruno Ottavi per Assisi, e Fr. MarioSolinas per la Sardegna, hanno prima presentatoil cammino che ciascuna Provincia hafatto in vista della nuova collaborazione strutturale.Il Ministro generale ha poi presentatoalcuni elementi fondamentali per rivitalizzareil carisma in genere e in Sardegna in particolare,mettendo l’accento sulla lucidità, audaciae visione di futuro. A questa relazione ha fattoseguito un dialogo sereno e ampio tra il Ministrogenerale e i Frati presenti. Il Segretariogenerale, in qualità di giurista, ha presentatola nostra legislazione riguardo alla collaborazioneinterprovinciale e alle varie sue formepossibili, mettendo in rilievo che ogni ristrutturazioneè pensata nella prospettiva della crescitae che ogni forma di dipendenza (Custodiao Fondazione) trova la sua autonomia inciò che gli Statuti della Provincia prevedono.Nel pomeriggio, i Frati sono stati organizzatiin 6 gruppi di riflessione per ricercare i “criteriper attuare la collaborazione strutturale traUmbria e Sardegna”. Nella condivisione delleriflessioni dei gruppi sono emersi diversi criteriinteressanti e soprattutto la convinzionegenerale che è importante farsi carico dellaprovincia sarda, in vista di una rinascita dellanostra presenza e secondo la forma giuridicache sembrerà più adatta.Nel tentativo di offrire una sintesi, anchese provvisoria, delle riflessioni fatte e delleindicazioni offerte, il Ministro generale ha indicatoalcuni punti di partenza, che sono: lafraternità esige la cura dell’uno verso l’altro,la responsabilità e la generosità verso l’altro;la Provincia Serafica ha espresso la volontà disviluppare una collaborazione strutturale conla Sardegna; la Provincia della Sardegna si trovain una situazione di estrema fragilità (solo33 Frati, e molti anziani!) che richiede un aiutourgente. Il Ministro generale ha poi indicatoanche alcuni punti emergenti dai gruppi: l’approcciopositivo di puntare al rinnovamentodella vita francescana e della missione in Sardegna;il desiderio di cominciare dai progetticoncreti; la considerazione che l’attuale condizionedi difficoltà è vista come un’occasionepositiva per ambedue le Province; ascoltarecoloro che già lavorano nel territorio sardo;non pensare a tempi troppo lunghi perché lenecessità sono urgenti; un cambio strutturaleè necessario; non unire il ridimensionamentointerno a ciascuna Provincia con la collaborazionestrutturale interprovinciale.Alla fine della giornata si sono riuniti i Definitoridelle due Province per raccogliere leindicazioni dell’Assemblea e del Ministro generalee per individuare i passi successivi dafare, insieme con il Delegato, Fr. Fedele.La giornata si era aperta con la celebrazionedel’Eucaristia alla Porziuncola e con la celebrazionedei Vespri. Ambedue presiedute dalMinistro generale.Fr. Vincenzo Brocanelli5. Visita alle Province della Repubblica Cecae della Rep. SlovaccaFr. José Rodríguez Carballo, Ministro generale,accompagnato da Fr. Ernest K. Siekierka,Definitore generale, dal 14 al 19 giugno2010 ha visitato la Provincia di San Vinceslaonella Repubblica Ceca (14-16) e quella delSs.mo Salvatore nella Repubblica della Slovacchia(16-19), appartenenti alla ConferenzaNordslavica.La Provincia Ceca è composta di 53 Frati;quella della Slovacchia da 70. Durante il regimecomunista molti Frati di entrambe le Provincefurono imprigionati e solo in segreto le nuovevocazioni potevano abbracciare la vita francescana.Dopo la caduta del comunismo è ripresala vita nelle due Province, che collaborano inparticolare nel campo della formazione iniziale(noviziato), Infatti, i giovani in formazione, insiemeai loro maestri, hanno avuto un’incontro

More magazines by this user
Similar magazines