Acta Ordinis Fratrum Minorum - OFM

ofm.org

Acta Ordinis Fratrum Minorum - OFM

264 AN. CXXIX – MAII-AUGUSTI 2010 – N. 2• Prot. 100696(027/10). Con Decreto del15.3.2010, il Ministro generale e GranCancelliere della P.U.A. ha confermato, surichiesta del Rettore Magnifico, Fr. LucaBianchi ofmcap, Professore Aggiunto nellaCattedra di Storia della Spiritualità pressola Facoltà di Teologia della Pontificia UniversitàAntonianum.• Prot. 100978(104/10). Con lettera del2.7.2010, il Ministro generale e Gran Cancelliere,a seguito della richiesta del RettoreMagnifico, ha nominato la Commissioneper l’accompagnamento e l’autovalutazionedella Pontificia Università Antonianum.4. Relazione in occasione della V Assemblea dell’Ufficio generale per la Formazione dei Frati Minori CappucciniVERSO LA RATIOFORMATIONIS FRANCISCANAE OFMEXCURSUS IN CHIAVEDI FORMAZIONE PERMANENTEScopo di questa relazione è di presentarel’iter seguito per giungere all’elaborazionedella Ratio Formationis Franciscanaenell’OFM. Seguendo l’itinerario, ci soffermeremosu alcune tappe: il Concilio Vaticano II;le nuove Costituzioni generali OFM; la RatioFormationis Franciscanae del 1991; la RatioFormationis Franciscanae del 2003. La chiavedi lettura della relazione sarà la formazionepermanente. Alla fine cercheremo di tiraredelle conclusioni.Il Concilio Vaticano IIe le nuove Costituzioni generali OFM«Se alcuni vorranno intraprendere questavita e verranno dai nostri frati... Terminatopoi l’anno della prova, siano ricevuti all’obbedienza,promettendo di osservare semprequesta vita e Regola» (Rb 2).Da quella prima generazione di Frati Minorisono passati ben otto secoli, durante i quali lafedeltà al Vangelo è sempre stata presente neldinamismo della nostra storia. Ma possiamougualmente affermare che in quest’ultimo secolodi storia, un evento nella Chiesa ha segnatopositivamente la vita e la missione dell’Ordinee, quindi, anche la nostra formazione.Il Concilio Ecumenico Vaticano II, convocatoda Giovanni XXIII, ha avviato un rinno-vamento che, prima con Paolo VI e poi conGiovanni Paolo II, ha investito tutta la Chiesae, di conseguenza il nostro Ordine, anche seancora oggi, forse, non siamo in grado di valutarlopienamente.Credo opportuno ricordare, in questo contesto,un passo della Lettera enciclica all’Ordinedi Fr. Costantino Koser, dopo il Capitologenerale del 1967, nel quale si parla dell’iniziodi un processo, che, probabilmente, è tuttoraaperto: «Ora che il Capitolo generale si è felicementeconcluso, ritengo mio preciso dovereverso voi tutti trattenermi un po’ con voi suquanto si è fatto e, con maggiore insistenza, suquanto resta ancora da fare. Il Capitolo generaleha segnato, infatti, appena l’avvio di quelrinnovamento dell’Ordine contenuto nelleistanze del Concilio ecumenico e da noi tuttivivamente auspicate» 1 .Il decreto Perfectae Caritatis ha dato inizioal rinnovamento della vita consacrata puntandosoprattutto su cinque aspetti 2 : la sequelaChristi; la fedeltà al carisma di fondazione;la partecipazione alla vita della Chiesa; l’attenzioneai segni dei tempi; il rinnovamentospirituale.Nel 1994 veniva celebrata a Roma l’Assembleagenerale del Sinodo dei Vescovi sullavita consacrata. Nel marzo 1996 Giovanni PaoloII ci consegnava l’Esortazione PostsinodaleVita Consecrata 3 , con tre ampi e densi capitoli:le sorgenti della vita consacrata; la vitaconsacrata segno di comunione nella Chiesa;la vita consacrata epifania dell’amore di Dionel mondo.Questi testi 4 ed altri documenti ecclesiali 5hanno accompagnato la vita e la riflessionedella vita religiosa in generale ed in particolaredel nostro Ordine. Il Vaticano II, particolarmentecon il Decreto Perfectae Caritatis, haispirato le Costituzioni generali postconciliarie quindi la prima Ratio Formationis Franciscanaedel 1991; e l’Esortazione Vita Consecrataè stata alla base della Ratio FormationisFranciscanae del 2003.Il rinnovamento conciliare, dunque, ha introdottonuova linfa nella formazione, indirizzandolaverso nuovi schemi. Formare aduna vita religiosa nuova è la sfida per tutti gliIstituti di Vita Consacrata, anche per il nostroOrdine. La Chiesa ha accompagnato questoprocesso ancora in fieri. Sarà soprattutto con ildocumento Vita Consecrata che la Ratio Formationisdiventa uno strumento abituale nellaformazione di numerosi Istituti, chiamata in

More magazines by this user
Similar magazines