Acta Ordinis Fratrum Minorum - OFM

ofm.org

Acta Ordinis Fratrum Minorum - OFM

EX ACTIS SUMMI PONTIFICIS 201L’impegno verso un riferimento rinnovato alleCostituzioni. Alcuni punti di attenzione neinostri giorniNei testi attuali delle Costituzioni, il progressoteologico è sensibile. È il frutto d’unaventina di anni di riflessione e di esperienza(dagli anni 70 agli anni 90), arricchiti da unamigliore coscienza ed assimilazione del carismaoriginario degli Istituti. Bisogna tuttaviadeplorare uno sviluppo tipico di questi ultimidecenni, caratterizzato da «una certa marginalizzazione»subita dalle Costituzioni in rapportoad altri temi o progetti.Dopo gli anni 90, una volta ricevuta l’approvazioneecclesiale delle Costituzioni, mipare che l’interesse degli Istituti si sia spostatoverso altre esperienze. Per vari motivi che nonè possibile esaminare qui, in molti Istituti, siamaschili sia femminili, specialmente in quellidediti alla vita apostolica, si è data molta importanzaall’elaborazione di Progetti comunitario pastorali, sui quali hanno lavorato i Capitoligenerali e le comunità particolari. Si trattaspesso di progetti che rispondono a sfide attuali,come l’impegno per la giustizia sociale, perla pace, per l’integrità della creazione, ecc. Mapuò anche trattarsi di questioni relative alla riduzionenumerica dei membri e alla mancanzadi vocazioni, implicando la necessità di procederead interventi di “ristrutturazione”, chiamatimolto spesso progetti di rivitalizzazione odi riqualificazione. I termini «rifondazione» o«rinnovazione radicale» sono ugualmente utilizzati.Le commissioni di esperti produconostudi densi ed elaborati che assorbano moltotempo e risorse umani. Tuttavia questi lavoriraramente conducono al rinnovamento spiritoche l’Istituto aveva sperato. Si nota la difficoltàsempre più diffusa delle definizioni e programmazioni20 .Avendo presente la qualità e la consistenzadi queste problematiche, voglio ricordareancora una volta che queste sfide «possonocostituire un potente appello ad approfondireil vissuto proprio della vita consacrata, la cuitestimonianza oggi è più che mai necessaria. Èopportuno ricordare che i fondatori e le fondatricihanno saputo rispondere con una genuinacreatività carismatica alle sfide e alle difficoltàdel loro tempo» 21 .In questo quadro di fedeltà creativa in vistadel rinnovamento fedele all’ispirazione originaria,bisogno garantire, come è stato ricordato,che si resti agganciati alle Regole e alleCostituzioni e che vengano fissati dei criterisicuri per ricercare le forme adeguate di unatestimonianza capace di rispondere alle esigenzeattuali.La prima attenzione da mettere in atto èdunque quella della fedeltà alle Costituzioni,perché in esse si trova il carisma riconosciutocome autentico dalla Chiesa. «I Consacratitroveranno nelle Costituzioni l’ispirazione e imezzi per promuovere, individualmente e comunitariamente,la maturità spirituale e il servizioapostolico. Nell’osservanza delle proprieCostituzioni persevereranno nella comunionecon la Chiesa e offriranno al mondo una testimonianzadi vita evangelica» 22 . Questa fedeltàpassa attraverso l’accettazione delle normecostituzionali nella loro totalità. Il religiosonon le può interpretare assumendo ciò che glipiace e rigettando quello che è conforme aipropri gusti. La cancrena dell’individualismoe di una libertà mal intesa, fortemente presentenella nostra società, aggredisce non solo le coscienzepersonali, ma anche le comunità e gliIstituti. Questa evoluzione ci impone in modoancora più imperioso una riflessione sul significatoautentico delle Costituzioni e sul valorefondante per la vita di un Istituto. La culturaoccidentale attuale o postmoderna si caratterizzaper il culto del pluralismo. Ognuno hail proprio modo di vivere, i propri modelli dipensiero, i sistemi personali di orientamento,le modalità differenti di azione. Osservandolibene, vediamo che questi atteggiamenti nonsono poi molto distanti da ciò che si vive negliIstituti religiosi. Nella vita consacrata, infatti,non è molto difficile scoprire delle situazioni,ugualmente diffuse, nelle quali la Regola e leCostituzioni sono considerate come sospette,se non sono brutalmente rigettate, a motivoche misconoscerebbero le personalità individualie i punti di vista particolari.In secondo luogo, nell’area della formazionepermanente, sarebbe opportuno promuovereuna lettura continua e uno studio approfonditodelle Costituzioni. Queste non sono unsemplice libro che, seppure importante, finiscesempre per essere dimenticato negli scaffali diuna biblioteca. Le Costituzioni sono un libroda tenere presso di sé, da leggere sempre, perchéin esse si trova non una storia già conosciuta,ma un progetto di vita, una chiamata divinache inizia ogni mattina e la cui piena realizzazioneesige un cammino di fedeltà a Dio e agliuomini durante tutta la giornata. Nella misurain cui sono lette e studiate continuamente, ilreligioso potrà trovarvi una novità quotidiana

More magazines by this user
Similar magazines