SALONE DI GINEVRA - Motorpad

motorpad.it
  • No tags were found...

SALONE DI GINEVRA - Motorpad

week# 2questa settimanaparliamo di:MARZO 20123aSUZUKIparteTOYOTASUBARUSSANGYONGINFINITISALONE DI GINEVRA


SALONE DI GINEVRA2 - 10SUZUKIDopo l’esordio al Salone diTokyo il concept SuzukiRegina sbarca anche a Ginevra,cambiando pure il nome, cheora è G70. Come il codice delprogetto, che riflette l’obiettivodi limitare le emissioni di CO 2 asoli 70 g/km, pari a 32 km/litrodi benzina. Il motore è un piccolo800 cc turbo a iniezione diretta,con sistema start&stop eil recupero e trasformazionedell’energia cinetica in frenata.Il tutto accoppiato a un cambioCVT, cioè a variazione continua.Notevole il contenimento delpeso, limitato a soli 730 kg. Altrettantoevoluta la ricerca aerodinamica,a cui fa da contrastoun look rétro, che (secondonoi) non dissimula l’ispirazione3 a partead alcune auto francesi deglianni 50/60. Caratteristiche sonol’assenza di una mascherina, lafiancata fluente, il padiglioneche sembra interrompersi aG70JCM - Marzo 2012 - week 2G70


3 - 11JCM - Marzo 2012 - week 2metà montanti anteriori perpiegarsi e formare i retrovisori,con chiara funzione aerodinamica.Così anche le luci posteriori,a segmenti circolari affiorantidalla carrozzeria, posti in questomodo per guidare i flussidell’aria. L’interno è coerentecon le forme drappeggiate dellacarrozzeria. La plancia è formatada due ali morbide divise daun grande display traslucido e ilvolante monorazza è un omaggiodesigner alla Citroën DS.Considerate le dimensioni di3.550 x 1.630 x 1.430 mm, suun passo di 2.425 mm, la G70potrebbe anticipare stilemi eimpostazioni tecniche della Suzukidi segmento “B” di “dopodomani”.Riguardo al semplice domani,invece, ecco la Swift RangeExtender, versione elettricadella compatta Suzuki ben notaanche da noi. Per ora allo stadioconcettuale, la Range Extenderè un’elettrica per quanto riguardala trazione.Può infatti percorrere fino a 30km in ambito urbano (secondole recenti norme giapponesiJC08) con il solo motore asincronoda 55 kW-75CV, ma è puredotata di unSwift Range ExtendedG70motore a benzina di 658 cc, impiegatoesclusivamente comegeneratore di corrente, da immagazzinarenel pacco batterie,Queste sono agli ioni di litio epur essendo alloggiate nel bagagliaio,ne limitano solo parzialmentela capacità di carico econsentono di mantenere i cinqueposti del modello originale.Il tempo di ricarica da presa domesticaè di quattro ore con larete a 110 volt (come accade inGiappone), ma si ridurrebbe aSwift Range Extended90 minuti con i 230 volt dicasa nostra.Non manca la rigenerazionedell’energia frenantee tutte le luci aled, per una minore richiestaenergetica. Ilconsumo combinato,che tiene conto anchedell’impiego del motorea benzina, è di 3,6 litri/100km, pari a 28km/litro.


4 - 12FT-BhFT-BhFT-BhJCM - Marzo 2012 - week 2TOYOTAVettura dall’aspetto sconcertante,almeno secondo i canoniestetici odierni, la FT-Bhmostra come potrebbe esserel’auto compatta del futuro. SecondoToyota si tratterà di unveicolo essenziale: leggero,energeticamente efficiente, facilee divertente da guidare. Lunga3.985 mm, larga 1.695, alta1.400 su un passo di 2.575 mm,la FT-Bh pesa solo 786 kg e prometteemissioni di CO 2 di soli49 g/km. Ciò grazie anche all’aerodinamica(Cx 0,235) e allapropulsione elettrica, coadiuvatada un motore amplificatore diautonomia bicilindrico 1.000 ccche insieme promettono un richiestadi carburante di 2,1 litri/100km. È inoltre in programmauna versione a metanocon consumo ulteriormente ridottoed emissioni pari a 38g/km e una Plug-in da soli 19g/km. Nonostante l’essenzialitànon mancano comodità come leportiere elettriche e i retrovisoria videocamera.FT-Bh


5 - 13Yaris HybridYaris HybridPoco più lunga del modellostandard (3.905 mm contro3.705 mm) la Yaris Hybrid sipropone in primo luogo di offrireun’esperienza nuova nel segmento“B”, cioè quello più diffusoin Europa, senza richiederecambiamenti nelle abitudini diguida. In linea di principio la Yarissi rifà alle scelte tecniche giàadottate con la Auris Hybrid,ma con tutti i particolari “scalati”nelle dimensioni.Il motore a benzina, sempre unquattro cilindri con ciclo Atkinson,è di soli 1.500 cc invece dei1.800 originari, con vantagginelle dimensioni e nel peso, inferioredi 16,5 kg, valore che siestende a 42 kg in meno se siconsidera l’intero insieme deidue motori termico-elettrico edelle batterie.Queste ultime infatti sono 120invece delle 168 della Auris. Lapotenza totale disponibile è di74 kW-100 CV, ma il consumoottenuto a livello di omologazioneè di soli 3,5 litri/100 km.La Yaris Hybrid sarà in venditada quest’estate.JCM - Marzo 2012 - week 2Con un indubbio gusto per iltecnicismo, la Toyota GT86deve il suo nome alle misure dicorsa x alesaggio del motoreboxer quattro cilindri progettatoin collaborazione con Subaru.Si tratta di un 2.000 cc atmosfericoda 147 kW-200 CV e 205Nm, montato anteriormente,ma con trazione posteriore perchi ancora ama guidare in modopartecipato. Con misure 4.240x 1.775 x 1.285 mm, su un passodi 2.570 mm, ha un abitacolo2+2 e pesa solo 1.180 kg.GT86


6 - 14NS4Già esposta al Salone di Detroit,la Toyota NS4 è lo specchio dicome la casa giapponese ritengaconsolidata la tecnologia ibridaHSD, di cui si dice solo che la cilindratadel motore è di 2.000cc (invece del solito 1.800 diPrius e Auris) e che si tratta diun sistema Plug-in.A Toyota preme invece far saperedelle soluzioni di stile, cheeffettivamente mostra una fortepersonalità specie nel frontale,della distribuzione dei volumi,con abitacolo spostato in avanti,del tetto arcuato con montantisottili, e delle idee innovativecome i cristalli anti-UV e idrorepellenti,i fari intelligenti e la climatizzazioneselettiva.Lunga 4.650 mm, larga 1.770mm e alta solo 1.370 mm (passo2.700) la NS4 mostra la Toyotadi classe medio alta di undomani non troppo lontano.Con il prototipo Diji, Toyotamostra come un giorno lo stilistadella vettura potrebbe divenireil proprietario stesso. LaNS4NS4forma a semplice cuneo modellatoè infatti decorabile a piacerepoiché le superfici della carrozzeriasono in realtà dei grandidisplay. La medesima personalizzazioneè applicabile all’abitacolo.JCM - Marzo 2012 - week 2DijiDiji


7 - 15Impreza 5 doorImpreza 5 doorJCM - Marzo 2012 - week 2SUBARUAGinevra, Subaru ha confermatocome la Impreza sial’asse portante della sua produzione.Dopo essersi costruitaun invidiabile blasone nel mondodello sport automobilistico,l’Impreza ha fatto un salto epocalepuntando non più sulla tradizionalecarrozzeria “threebox” ma sulla “hatchback” cioèquella con coda tronca e il praticoportellone. Dopo un inizialedisorientamento, il pubblico èparso gradire la novità, anche seper i più “duri e puri” un’Imprezaa quattro porte è tornata poiin listino. Naturalmente, sottopelle, le doti sono quelle di sempre,fatte di motore boxer e ditrazione integrale simmetrica.La gamma è oggi composta daversioni 1.500 cc da 79 kW-107CV e 2.000 cc da 110 kW-150CV, entrambe anche con alimentazionea GPL. Importantissimoper il nostro mercato il diesel,anch’esso boxer, encomiabileper equilibrio e silenziosità difunzionamento. La versatilitàdella Impresa emerge con leversioni XV, interpretazionecrossover della vettura. Al top leWRX, a quattro e cinque porte,con motore 2.500 cc da 221kW-300 CV. Ricordiamo inoltreche, caso più unico che raro, leImpreza 1.5 e 2.0 hanno il cambiomeccanico cinque rapporticon riduttore, che ne fa delletuttoterreno dai limiti difficilmentedefinibili.La trazione 4x4, del resto, è laragione d’essere della casa giapponese,e proprio quest’annocompie 40 anni di esperienza nelsettore. Notevole la coerenzatecnica, che ha sempre messo in


8 - 16Symmetrical AWDLeoneprimo piano il concetto di simmetriae baricentro abbassato.Tutto ottenuto con il motore anteriorelongitudinale, in configurazioneboxer, e un distribuzionedei pesi ideale, in modo che lacoppia motrice sia per quantopossibile equamente distribuitanon solo fra avantreno e retrotreno,ma anche fra ruote destree sinistre. Dal primo modelloLeone del 1972 (“L” per l’italia)sono ben 11.800.000 le SubaruAWD distribuite in tutto il mondo,cosa che fa della casa dellePleiadi un pioniere del settore.Realizzata in joint venture conToyota, la Subaru BRZ rappresentaun orizzonte nuovo per lacasa delle Pleiadi, ma con un caposaldoirrinunciabile. Il motore,infatti, ha lo schema boxer che èparte integrante della personalitàdella casa. L’alimentazione èinvece realizzata dalla Toyota,che ha scelto un raffinato sistemaduplice con iniezione direttae indiretta. Controcorrente rispettoal trend attuale la scelta dirinunciare al turbo.Ciò non toglie che la potenza ela coppia non manchino a questo2.000 cc: 147 kW-200 CV e 205Nm. Il cambio è a sei rapporti,può anche essere di tipo sequenzialee trasmette il motoalle ruote posteriori, facendodella BRZ (e della Toyota GT86)la prime boxer quattro cilindri atrazione posteriore. Lo stile dellacarrozzeria riflette l’indolesportiva della BRZ.JCM - Marzo 2012 - week 2BRZ


9 - 17SSANGYONGDopo l’XIV-1 di Francofortee l’XIV-2 visto qui a Ginevra,appare evidente come ilconcetto XIV (eXciting user InterfaceVehicle) abbia i cromosominecessari per svilupparsi inuna gamma di modelli. L’XIV-2prefigura un crossover compattodi classe Premium e mostrale tendenze di stile della SsangYong,la quale si è decisamenteallontanata dal puro funzionalismoche ormai aveva fatto il suoXIV-2XIV-2tempo. Veicolo ludico e versatile,l’XIV-2 ha dimensioni compatte(4.166 x 1.820 x 1.566mm; passo 2.600 mm) ed è dotatodi un tetto scorrevole in tela,con dispositivo retrattile nelportellone posteriore. Se il lookè quello tipico di un concept, percui con linee e volumi ampiamentemodellabili prima delladelibera per la produzione inserie, in merito ai motori SsangYongha dichiarato che entrambele unità sono già conformi allanormativa EuroVI (ricordiamoJCM - Marzo 2012 - week 2XIV-2


10 - 18JCM - Marzo 2012 - week 2però che con i numeri romani siindicano le norme per gli autocarri).Si tratta di due 1.600 cc,da 92 kW-125 CV e 158 Nm ilbenzina mentre il diesel eroga96 kW-130 CV e 300 Nm.Il SsangYong Actyon Sports abbandonail look da rapace che, loha fatto conoscere e si ripresentaal pubblico con una livrea piùmoderna che esprime potenza,robustezza e maggior equilibrio.Lungo 4.990 mm, largo 1.910,alto 1.790 e con un passo di3.060 mm, entra di diritto nelnovero dei pick-up di grosso calibro.Fatto confermato dalla superficiedel piano di carico, paria 2,04 mq. Il motore è un diesel2.000 cc da 114 kW-155 CV a4.000 giri e 360 Nm a soli 1.500giri. Interessante il dato dellacoppia al regime di minimo, paria ben 190 Nm a 1.000 giri. Disponibilecon cambio manuale oautomatico, sempre a sei marce,l’Actyon Sports può avere la trazioneposteriore oppure l’integraleinseribile.Leggero face lifting per il Korando,con mascherina dalla grigliarifinita in cromo e interni piùraffinati, con inserti carbon-looke comandi più piacevoli al tatto.Piacerà agli utenti alpini il volanteriscaldabile. Al noto diesel2.000 cc da 129 kW-175 CV siaggiunge una versione Eco-dieselda 109 kW-149 CV, con consumiminori.Da confermare la distribuzionein Italia del motore a benzinaanch’esso da 109 kW-149 CV.Per tutti, trazione anteriore oppureAWD, mentre il cambioautomatico a sei rapporti è previstosolo per i diesel 175 CV.Actyon SportsActyon SportsKorando


11 - 19INFINITICon il concept Emerg-E, Infinitipropone la sua interpretazionedi sportiva estremacon propulsione alternativa. Sitratta infatti di una berlinettamossa da due unità elettriche inposizione centrale, da 300 kW-407 CV complessivi, coadiuvateda un range extender a benzina.Completamente assente il cambio,sostituito da un mono-rapporto4588:1. L’autonomia inpura modalità elettrica è di 50km. Progettata e costruita inEmerg-EEmerg-EJCM - Marzo 2012 - week 2Gran Bretagna, la Emerg-E haottenuto l’appoggio del TechnologyStrategy Board, che promuovele tecnologie ecosostenibiliper l’auto. All’iniziativa non èestranea la Lotus Engineeringche ha realizzato il leggero rangeextender tre cilindri a benzina1.200 cc da 35 kW-47 CV.La scocca è in alluminio e carbonio,per un peso di 1.598 kg.Prestazioni: 0-100 km/h in 4,1”,0-200 km/h in 24,1”, velocitàmassima 220 km/h•Emerg-E

More magazines by this user
Similar magazines