C'era una volta il VLT® 5, primo inverter al mondo ... - Danfoss

watergas.it
  • No tags were found...

C'era una volta il VLT® 5, primo inverter al mondo ... - Danfoss

MAKING MODERN LIVING POSSIBLEC’era una volta il VLT® 5, primo inverter al mondoprodotto in serieDanfoss VLT Drives, un percorso in continua ascesaI dispositivi elettronici che hanno rivoluzionatol’industria, il controllo della velocità che permetteun’efficiente ottimizzazione energeticaOggi nei vari settori industriali e di produzione, circa30 milioni di motori elettrici funzionano in modoaffidabile ed efficiente. Il numero di convertitori difrequenza è in continuo aumento, in risposta allacrescente domanda di ottimizzazione dei processi edi riduzione dei costi di produzione, così come per unutilizzo più efficiente dell’energia.Tre pietre miliari nella storia dell’azionamentoCi sono stati tre eventi salienti nella storia dellatecnologia dell’azionamento elettrico:- L’invenzione del motore CC nel 1833- L’invenzione del motore trifase nel 1889- La prima produzione in serie di convertitori difrequenza, nel 1968Questo articolo si concentra sull’evoluzione dellatecnologia degli azionamenti elettrici (inverter)dopo l’introduzione del controllo della velocità con iconvertitori di frequenza.1968Passione e DedizioneSerie convertitori difrequenza VLT® 5Da 45 anni Danfoss VLT Drivesè leader nello sviluppo diinverter e soft starters per ilcontrollo di motori asincronie motori PM, offrendo ilmassimo del risparmioenergeticowww.danfoss.it/VLT-Drives


MAKING MODERN LIVING POSSIBLELe soluzioni analogiche hanno segnato l’inizio del processoDanfoss fu il primo costruttore di convertitori difrequenza prodotti in serie nel 1968.Questo segnò l’inizio del controllo della velocità dimotori asincroni trifase al fine di ottenere efficienzaenergetica nei sistemi industriali. I primi dispositiviutilizzavano tiristori che venivano controllati conimpulsi a modulazione di ampiezza (PAM).Lo stadio di potenza era raffreddato in bagno d’olio,questo faceva sì che i dispositivi fossero di grandidimensioni, pesanti ed ingombranti.Tuttavia, la messa in servizio era molto semplice: i datimotore venivano impostati tramite jumpers, e solocinque potenziometri venivano usati per adattare ilmotore all’impianto.Alla fine del 1970, vennero lanciati sul mercatodispositivi più compatti con raffreddamento ad aria,dotati di più funzionalità, con possibilità di opzioniaggiuntive implementabili tramite appositi accessori.Ad esempio Danfoss offriva per le serie dal VLT® 1al VLT® 4 un kit di controllo manuale, un generatoredi rampa ed un trasformatore di isolamento per idispositivi senza isolamento galvanico.Con questi dispositivi era possibile realizzare anche ilcontrollo tramite PLC.Tuttavia le funzionalità della maggior parte deidispositivi disponibili a quel tempo era ancoramolto limitata. Ad esempio, gli utenti potevanosolamente avviare / arrestare ed invertire le funzioni dimovimento.La tecnologia digitale aprì le porte a nuove possibilitàLe sempre più esigenti richieste del settore industrialeaccelerarono l’evoluzione dei convertitori di frequenza.I dispositivi dovevano essere il più possibile flessibili,intelligenti e convenienti. Questi requisiti sonostati soddisfatti dalla prima serie di convertitori difrequenza digitali nel 1980.La chiave per fornire le funzioni appropriate fu datadalla disponibilità dei primi microprocessori. Nel 1989,Danfoss ha presentato la serie di dispositivi digitaliVLT® 3000, che integravano la funzione di rampa, ottoingressi digitali e, cosa più importante, un’interfacciautente uguale per tutta la gamma di potenza, che aquel tempo contemplava un range da 750 W a 250 kW.Nei primi anni 90 le tecnologie di comunicazionevia bus cominciarono ad allargare i propri orizzonti.Dalla situazione iniziale di confusa varietà di soluzioniindividuali da parte di diversi produttori, il modernoapproccio ai bus di campo si affermò come unasoluzione mirata al futuro piuttosto che proprietaria,grazie all’introduzione dell’interfaccia Profibus cheassunse un ruolo di guida affermandosi come il bus dicampo più importante e più largamente utilizzato.L’evoluzione della tecnologia del convertitoredi frequenza fu estremamente rapida negli annisuccessivi, spinta dal progresso nel campo dellamicroelettronica.Tuttavia, il settore industriale ricerca dispositivi esoluzioni sempre più veloci e flessibili, facilità nellamessa in servizio e prestazioni dinamiche sempremigliori al fine di ottimizzare impianti e processiproduttivi. Altri fattori di rilievo, ovviamente, sonostati la crescente globalizzazione, una maggioreconcorrenza e la pressione sui prezzi.Serie convertitori di frequenza VLT® 7,lanciati a metà degli anni 70.2/4


MAKING MODERN LIVING POSSIBLEConvertitori di frequenzaVLT ® 100 e VLT ® 200 conaccessori vari, tra cui unpotenziometro, unregolatore di pressione edaltri dispositivi.Una soluzione compatta: il motore con convertitore difrequenza integratoInsieme con la continua evoluzione dei convertitori difrequenza digitali, che nel caso di Danfoss ha vistol’introduzione di diverse serie per ogni tipo di applicazione,nacque la necessità da parte del settore industriale di unasoluzione integrata, costituita da un moderno convertitore difrequenza e di un motore asincrono standard, per i sistemicompatti con elettronica distribuita.Fu così che venne lanciato il motore-inverter.Questa soluzione di azionamento, con range di potenza da300 W a 7,5 kW, aveva come principale vantaggi il risparmiosui costi grazie all’eliminazione dei cavi motore, minoredifficoltà do cablaggio, recupero di spazio nei quadri elettricied una facile messa in servizio.Progettazione di sistemi modulari e drives intelligentiI primi anni di questo secolo sono stati segnati da sistemicompatti e modulari, che possono essere gestiti, modificati,in modo semplice ed efficace consentendo agli utenti diottenere sistemi perfettamente calibrati per le loro esigenze.Essi consentono agli utenti di poter eventualmente ampliareil loro impianto anche in un secondo momento, facilitandol’adattamento delle unità esistenti ad una nuovaprogettazione di impianto o a nuovi processi produttivi, inmodo semplice e senza grande sforzo o impegnoeconomico.Negli ultimi anni, la tendenza è verso una sempre maggioreintelligenza integrata negli azionamenti elettrici.Molte funzioni che in precedenza erano gestite da unsistema di controllo centrale stanno ora migrando verso ilconvertitore di frequenza, che libera i sistemi di controllo peraltre task e sequenze di programmi più complessi.Funzioni di sicurezza, quali ad esempio l’arresto di sicurezza,così come il monitoraggio di motori antideflagranti installati3/4in aree a rischio, sono ora peculiarità direttamente integratenegli azionamenti stessi.A seguito di modifiche sulle procedure di approvazione, èora più semplice utilizzare i convertitori di frequenza perpilotare motori appositamente progettati e certificati perl’utilizzo in aree a rischio di esplosione.Adattamenti specifici per l’utente sono ora possibili tramiteparametri aggiuntivi liberamente programmabiliSoluzioni per la compatibilità elettromagnetica stannodiventando sempre più importanti.L’uso crescente di convertitori di frequenza sta infattiaumentando il livello di distorsione armonica nella rete dialimentazione.Per questo motivo, negli inverter Danfoss i filtri antiarmoniciper rispettare i limiti di corrente sono da sempre integrati diserie.Questo aspetto diventerà sempre più importante in futuro,al fine di garantire la massima sicurezza delle nostre retielettriche. Inverter a basso contenuto armonico, dispositiviActive Front End e filtri attivi per la mitigazione di gruppo dipiù azionamenti avranno un ruolo sempre più importante,soprattutto in considerazione del fatto che le potenze inutilizzo ora si estendono a diversi megawatt, anche perdispositivi in bassa tensione.>98%Rendimento EnergeticoCon gli inverter Danfoss VLTDrives il 98% dell’energia ètrasferita al motore


MAKING MODERN LIVING POSSIBLEOggi e domani: inverter ad elevata efficienza energeticaLa tecnologia inverter sta assumendo un ulteriore fondamentale ruolo per il futuro: utilizzare l’energia in modo più efficiente.I convertitori di frequenza sono la prima scelta quando si parla di soluzioni ad alta efficienza energetica, poiché, ad esempio,controllano il processo produttivo di qualsiasi prodotto che è possibile trovare oggi in un supermercato.Essi controllano inoltre sistemi di pompaggio per l’approvvigionamento di acqua potabile, gli impianti di trattamento acquee acque reflue e ventilatori nei sistemi di condizionamento d’aria.In questo ambito permettono di ottenere un notevole risparmio energetico ed una forte ottimizzazione dei processi.Grazie alle loro dimensioni sempre più compatte, alle caratteristiche di affidabilità e di risparmio sui costi energetici, iconvertitori di frequenza sono diventati dispositivi indispensabili nella vita odierna, e la maggior parte di essi ormai lavoranosilenziosamente in sottofondo.Un patrimonio di conoscenzaParola chiave “Dedizione”.Da 45 anni Danfoss VLT Drives fornisce prodottitecnologicamente avanzati, facili da utilizzare, affidabili,pensati per soddisfare le esigenze sempre più sofisticate deiclienti.Gli inverter Danfoss VLT® sono sviluppati con l’ausilio dei nostriclienti per soddisfare al meglio le loro necessità, vengonotestati in fabbrica individualmente, e sono realizzati per durarenel tempo.Un futuro promettenteGrazie a tutta questa esperienza, ed attraverso la costanteinterazione con i nostri clienti, l’attuale gamma prodottiDanfoss VLT® è una gamma completa che riflette e esigenzedel cliente, in grado di soddisfare le richieste più svariate, inparticolare nel settore in continua evoluzione degli OEM.4/4

More magazines by this user
Similar magazines