settembre - Federazione Ciclistica Italiana

federciclismo.it
  • No tags were found...

settembre - Federazione Ciclistica Italiana

PROFESSIONISTIdi Massimo RodiDOPO QUESTA VITTORIAal Lombardia, la terza su cinquepartecipazioni, a DamianoCunego si chiederà ancoradi più di scegliere una volta pertutte la sua strada: cacciatore diclassiche o corridore da grandigiri. L’uno e l’altro partito hannoargomenti validi a sostegnodelle loro tesi, ma la sensazioneè che il diretto interessatoha scelto di non scegliere. Luiama il ciclismo senza specializzazioni,ama correre e viverea 360°, a contatto con la gente,per la gente. Accettando ancheil fatto di non poter esseresempre al massimo e rischiarebrutte figure, ma anche che, afine stagione, ti trovi a fare ilfenomeno. Che il Lombardiacon le sue salite e le sue discesesia la sua gara ideale, Damianolo ha dimostrato una voltadi più. Cinque partecipazione etre vittorie una diversa dall’altra:la prima in volata rientrandoin discesa; la seconda dopouna fuga a due con Riccò, sabatoscorso con un finale mozzafiato:potente e leggero sulCiviglio, (con Horner e Failli aruota) imprendibile e spericolatonella discesa - con quell’attaccostudiato a tavolino.Un numero degno dei grandimaestri della specialità (delpassato da Magni a Bartali, aMoser e del presente, Savoldelli)che gli ha aperto la stradaverso Como, con gli ultimi chilometriin spendida solitudine,tra il lungolago e l’ultima salitadi San Fermo. Una vittoriada campione che ricorda, perautorevolezza, quella di PaoloBettini del 2007. Una vittoriaapparentemente in scioltezza,nonostante il ruolo di favoritonumero uno, che lo rilancianel firmamento nazionale e internazionale,almeno a livellodi classiche. A 27 anni, infatti,Damiano si trova ad avernecollezionato già quattro - i treLombardia più l’Amstel GoldRace - in un palmares complessivodi 37 vittorie tra cui il Giro102° Giro della LombardiaCunego, campione docConquista per la terza volta la classica delle foglie morteattaccando sul Civiglio e facendo il vuoto in discesa,a conferma del suo grandissimo talentoCUNEGO SUL PODIO E, SOTTO, BALLAN SUL GHISALLO (FOTO SIROTTI)d’Italia del 2004. Affermazioneche in un certo senso ha obbligatoil veronese nel clichédel ragazzo prodigio, capace divincere un mondiale da juniorese, poco dopo il passaggioal professionismo, di far sua, asoli 23 anni la corsa rosa, conla classe e la consapevolezzadi un veterano. Un campioneprecoce al quale è stato chiestoquella continuità di rendimentoche la sua giovane età nonpoteva garantire e che, giocoforza,si è invece misurato congli alti e bassi tipici di qualsiasiatleta (e uomo) giovane.Una vittoria, come abbiamo giàsottilenato, che ha rafforzato lefile di chi vede in lui un grandecacciatore di classiche, e l’eredein pectore di Paolo Bettini,ma che ha dato sostegno anchea chi lo crede capace di essereun big nelle corse a tappe.Di certo c’è che il veronese èstato autore di una secondaparte di stagione formidabile.E’ uscito con le ossa rotte dalTour, e nella Vuelta ha soffertocrisi e cadute, ma non si èmai arreso. Ha stretto i dentie ha risposto alle grande allafiducia accordatagli da Ballerinifacendosi trovare prontoall’appuntamento del mondiale.Uomo squadra e argento sulpodio. La vittoria nel Lombardiaè stata la perfetta chiusuradel cerchio.Ma c’è di più. A 27 anni, Cunegoè entrato nella piena maturitàpsico-fisica e questo l’aiuteràa capire bene su quali obiettivipuntare. Di certo gli va datoatto del coraggio mostrato,mettendosi in gioco per tutta lastagione, anche a costo di nonessere sempre al massimo e andarequindi incontro a bruttefigure. Quasi a richiedere menoprogrammazione e più passione.L’ideale sarebbe un connubioperfetto dove l’una nonescluda l’altra. Ma se è un ciclismonuovo quello che tuttichiediamo, tornare alle radici èun passaggio fondamentale.il Mondo del Ciclismo n.433


PROFESSIONISTICon la vittoria nel Giro del Piemonte lo sprinter toscano centra il settimo successo stagionale.LA CONQUISTA del Giro delPiemonte ha permesso a DanieleBennati di chiudere inbellezza un anno dove gioie edolori si sono alternati con sistematicaprecisione.Uno stiramento al legamentodel ginocchio l’ha lasciato fuoridalle classiche primaverili.Trentino e Romandia l’hannolanciato verso il Giro dove havinto tre tappe. Pensava di correreil Tour, ma un guaio al tendined’Achille l’ha messo kappaò.L’alternarsi l’ha portato acorrere e vincere una tappa all’EnecoTour, alla Vuelta, ma aquel punto, un altro inevitabilemalessere - infiammazionealle vie urinarie - l’ha esclusodalla corsa al mondiale. Per luirestavano in ballo solo la Parigi-Tourse il Giro del Piemonte:qui ha ritrovato l’appuntamentocon la vittoria, dopo unaprestazione da incorniciare.Aiutato in maniera magistraledalla sua squadra, la Liquigas.Prima mettendo fine alla fugadi Sergio Laganà e del belgaStaf Scheirlinckx; poi lasciandol’antagonista principe Petacchisullo strappo di La Morra; infineattaccando insieme alla Csf(per l’argentino Ariel MaximilianoRicheze) e la Quick Step(per Davide Viganò) per costringereanche la Lpr ha mollarela presa.A Bennati non restava chechiudere con la volata vincentee non c’è stata storia ancheBennati chiudealla grandeBattuti in volata Paolini e Usov. In Coppa Italia brindano Di Luca,Ginanni e la squadra Diquigiovanni AndroniLA VOLATA VINCENTE DI BENNATI (FOTO SIROTTI)se non era un finale semplicecon due curve negli ultimi 300metri. Usov ha cercato di anticipare,ma l’aretino è rimastoincollato alla sua ruota, tenendocomunque d’occhio Paoliniche lo marcava stretto. Sul podio,con Paolini e Usov, Bennatiha festeggiato con giustasoddisfazione una vittoria digrande auspicio per la stagione2009, dove l’obiettivo principaleè quello di vincere la Milano-Sanremo.Da parte sua il Giro del Piemonte,tornato sulle stradedopo un anno di assenza, hariproposto il meglio della suatradizione, con la partenza daNovi Ligure davanti al Museodei Campionissimi, cioè CostanteGirardengo e FaustoCoppi, la presenza di EttoreMilano, gregario di Coppi, e,tra i partecipanti, quella delcampione del mondo AlessandroBallan e del campioneolimpico Samuel Sanchez, Entrambihanno regalato al Museole rispettive maglie, arcobalenoe a cinque cerchi.Al termine del Giro del Piemonteè stata stilata la classificafinale della Coppa Italia2008. Il successo individuale èandato a Danilo Di Luca, mentretra i giovani si è impostoFrancesco Ginanni.La Coppa destinata alle squadreva alla Diquigiovanni Androni.Massimo Rodiil Mondo del Ciclismo n.434Ordine di arrivo1. Daniele Bennati (Liquigas)in 4h57’15”; 2. Luca Paolini(Acqua Sapone-CaffèMokambo); 3. Alexandre Usov(Alm); 4. Giuseppe Palumbo(Asa); 5. Davide Viganò QuickStep); 6. Maximiliano RichezeAriel (Csf Navigare); 7.Alessandro Ballan (Lampre);8. Danilo Hondo (Quick Step);9. Marco Bandiera (Lampre);10. Cristiano Fumagalli(Ceramica Flaminia)CLASSIFICHE FINALI COPPA ITALIAINDIVIDUALE ASSOLUTA1. Danilo Di Luca (Lpr Brakes) p. 324; 2. StefanoGarzelli (Acqua Sapone-Caffè Mokambo) p. 314; 3.Enrico Gasparotto (Barloworld) p. 266; 4. FrancescoGinanni (Diquigiovanni-Androni) p. 255; 5. LucaPaolini (Acqua Sapone-Caffè Mokambo) p. 252;6. Filippo Pozzato (Liquigas) p. 232; 7. DanielePietropolli (Lpr Brakes) p. 221; 8. Mauro Finetto(Csf-Navigare) p. 212; 9. Francesco Masciarelli(Acqua Sapone-Caffè Mokambo) p. 210; 10.Leonardo Bertagnolli (Liquigas) p. 204.GIOVANI1. Francesco Ginanni (Diquigiovanni-Androni) p. 255;2. Mauro Finetto (Csf-Navigare) p. 212; 3. FrancescoMasciarelli (Acqua Sapone-Caffè Mokambo) p. 210;4. Vincenzo Nibali (Liquigas) p. 170; 5. FrancescoFailli (Acqua Sapone-Caffè Mokambo) p. 162; 6. ArielRicheze (Csf-Navigare) p. 130; 7. Giovanni Visconti(Quick Step) p.98; 8. Mattia Gavazzi (Preti Mangimi)p. 80; 9. Cristiano Fumagalli (Ceramica Flaminia) p. 71;10. Davide Viganò (Quick Step) p. 59.GRUPPI SPORTIVI1. Diquigiovanni-Androni p. 857; 2. LPR Brakes p.821; 3. Acqua Sapone-Caffè Mokambo p. 803; 4.Ceramica Flaminia p. 761; 5. CSF-Navigare p. 698;6. Liquigas p. 668; 7. Barloworld p. 616; 8. TinkoffCredit Systems p. 523; 9. Lampre p. 486; 10. NGCMedical-OTC p. 457.


PROFESSIONISTI4 a Coppa Lella Mentasti - 5° Trofeo Città di Borgomanero.Classifica finaleSono Velo e Sabatinila coppia superCon loro sul podio Cheula-Caccia e Piemontesi-Reda.Consegnate al Presidente della FCI Di Rocco le 40 biciofferte dall’AC Arona per l’attività giovanileBORGOMANERO (NO)(19/10) - I nomi di Marco Veloe Fabio Sabatini (Team Milram)si sono aggiunti sull’Albod’Oro della Coppa Mentastia quelli di Ivan Basso e AndreaPeron (vincitori nel 2005); VincenzoNibali e Roman Kreuziger(primi nel 2006); Fabio Sacchie Marco Velo (dominatori loscorso anno). La cronocoppie -che sta riproponendo la gloriosatradizione del Trofeo Baracchi- ha richiamato a raccoltaun mare di gente desiderosa difesteggiare i grandi protagonistidella stagione: a cominciaredal campione del mondo AlessandroBallan al vincitore delTour de France Carlos Sastre,al mattatore del Giro di Lombardia,Carlos Sastre. I due vincitorihanno pedalato i 52 chilometridel percorso in 1h1’27”,a una media oraria di 50,960.Velo e Sabatini hanno precedutola coppia Barloworld formatada Giampaolo Cheula e DiegoCaccia, che hanno conclusoa 44 secondi di ritardo, mentreil podio lo hanno completatoFabrice Piemontesi e FabrizioReda, coppia NGC Medical, a1 minuto e 45 secondi. Subitodopo la partenza della 21macoppia - tanto era quelle iscrittealla gara - l’Assessore regionaleon. Giuliana Manica haconsegnato al presidente FCIRenato Di Rocco le bicicletteper l’attività giovanile, donodell’AC Arona di Antonio Bertinotti.“Registro un forte ri-1. Velo Marco (Team Milram) - Sabatini Fabio (Team Milram), km52 in 1h1’27” media 50,960; 2. Cheula Giampaolo (Barloworld)- Caccia Diego (Barloworld) 1h2’11”; 3. Piemontesi Fabrice (NGCMedical) - Reda Fabrizio (NCG Medical) 1h03’12”; 4. NibaliVincenzo (Liquigas) - Kreuziker Roman (Liquigas) 1h3’59”; 5.Ballan Alessandro (Lampre) - Cunego Damiano (Lampre) 1h.4’15”;6. Biondo Maurizio (Flaminia - Bossini) - Angeloni Adriano(Flaminia - Bossini) 1h4’24”; 7. Di Luca Danilo (LPR) - PetacchiAlessandro (LPR) 1h4’28”; 8. Evans Cadel (Silence - Lotto) - LloydMatthew (Silence - Lotto) 1h5’50”; 9. Bosisio Gabriele (LPR Ballan)- Bailetti Paolo (LPR Ballan) 1h6’6”; 10. Sastre Carlos (CSC) -Gustov Volodymir (CSC) 1h6’13”IL TEAM DIQUIGIOVANNI-ANDRONI (FOTO SIROTTI)torno della popolarità del ciclismo,sport che si dimostraun infallibile mezzo di promozioneper il territorio” ha sottolineatol’assessore GiulianaManica. Per l’AssociazioneCiclistica Arona con la Coppalella Mentasti si concludeanche l’intensa attività organizzativa2008, caratterizzatadall’Ouverture Nobili Rubinetteriea Donoratico (LI), dalCircuito degli Assi ad Arona,dai Campionati Europei under23 e junior, dal GP Nobili Rubinetteriead Arona e, appunto,dalla Coppa Lella Mentasti.E, visto il ricorrente successodi pubblico, Borgomanero ormaisogna di ospitare il Girod’Italia. Un sogno che potrebbedivenire presto realtà. L.R.Consegnata alla Fondazione Santuario Madonna del GhisalloCappellotto ha donatola sua bici mondialeCON UNA SOLENNE cerimonia prima dello svolgimento delGiro di Lombardia, la consigliera della Federazione CiclisticaItaliana ed ex campionessa del mondo su strada a San Sebastian,Alessandra Cappellotto ha consegnato alla FondazioneSantuario Madonna del Ghisallo la bicicletta con la quale vinseil titolo iridato nel 1997. Alessandra, accompagnata dai componentidella sua famiglia, è stata ricevuta a Magreglio dal presidentee dal vice presidente della Fondazione, Renato Conti eBruno Carraro. La cerimonia fa seguito a quella della consegnadelle maglie iridate da parte di Sergio Bianchetto e di Beppe Beghettodelle scorse settimane. Subito dopo l’incontro con i dirigentidella Fondazione Santuario Madonna del Ghisallo e laconsegna della bicicletta da parte della consigliera vicentina, èstata celebrata nel Santuario la Santa Messa. F.C.il Mondo del Ciclismo n.435


FESTE E PREMIGiglio d’Oro 2008 - La manifestazione è giunta alla 35 a edizionedi Antonio MannoriCALENZANO (FI) - Un’accoppiatadi lusso e di prestigioper il premio “GiglioD’Oro 2008”. Oltre al vincitoredel riconoscimento indettoda Saverio Carmagninicon il patrocinio del GruppoToscano Giornalisti Sportividell’USSI, della Regione Toscana,Provincia di Firenzee Comune di Calenzano, ovveroDavide Rebellin, l’atletanazionale più continuo eregolare della stagione, haconfermato la sua presenzaanche il campione del mondoAlessandro Ballan. Per losplendido vincitore di Varese,gli organizzatori hanno giustamenteriservato il premioBallan-Rebellinaccoppiata di lussoIl campione mondiale e il vice campione olimpicopremiati per il rendimento e la costanza“Gino Bartali” istituito perl’atleta autore di un’impresache abbia fatto parlare, oppureper un avvenimento ciclisticodi particolare rilievo.Rebellin e Ballan, due atletiveneti nel locale da “Carmagninidel ‘500” a Pontenuovodi Calenzano per riceverelunedì 1 dicembre alle ore11 (questa la data della cerimonia)ulteriori complimentie applausi da tanti ospiti epersonaggi dello sport, dalleautorità istituzionali e l’abbracciodagli sportivi toscani.Ma oltre a Rebellin e Ballan,saranno della grande festa ilcampione italiano in linea FilippoSimeoni mentre più difficilela presenza di AlbertoContador vincitore dell’ultimoGiro d’Italia.Tra i premiati Francesco Ginanni,al quale la specialecommissione della qualefanno parte tra gli altri SaverioCarmagnini, il c.t. azzurroFranco Ballerini e AlfredoMartini, ha assegnato il premio“Gastone Nencini” qualerivelazione della stagione2008, con i tre successi ottenutie la convocazione in nazionaleper il mondiale comeriserva.il Mondo del Ciclismo n.436La Borraccia D’oro 2008 - La cerimonia si svolgerà il 9 novembre a Nervesa della Battagliadi Francesco CoppolaTREVISO - Franco Giacchero,gregario di Fausto Coppi,e Marco Zen, gregario diMaurizio Fondriest, domenica9 novembre prossimo riceverannole Borracce d’Oro2008 in occasione di una cerimoniain programma nellasala Pluriuso dell’OratorioDon Bosco di Nervesa dellaBattaglia (Treviso). La manifestazioneè stata organizzatadall’Associazione Ex Ciclistidella Provincia di Trevisoguidata dal Cav. Mario Bisigato.Per l’occasione, che rappresentauno degli appuntamentipiù importanti dellastagione invernale, il premiodenominato “La Bici al Chiodo”sarà consegnato a FabioBaldato. Durante la cerimoniasaranno festeggiati e premiati,in ricordo del compiantoCarlo Amadio, presidenteonorario della Federciclismodel Veneto, gli atleti juniorpiù vittoriosi della provinciadi Treviso: Gianna Marchesin(Cicli Zanella PiemmeGiacchero e Zengregari e campioni di vitaRiconoscimenti anche per Baldato (La Bici al Chiodo)e per i giovani Gianna Marchesin e Massimo ColedanElectric Safi di Pederobba) eMassimo Coledan (RinascitaOrmelle Pinarello). Tra gliospiti d’onore della cerimonial’ex iridato Maurio Fondriestche, come ha orgogliosamenteprecisato Germano Bisigato,“a nome dell’AssociazioneEx Ciclistici della Provinciadi Treviso premierà gli exatleti ma anche i due giovanicorridori”. Per l’occasionesarà allestita una interessantemostra di foto d’epoca provenientidall’archivio dello stessoBisigato. La cerimonia cominceràalle ore 12.I PREMIATIFranco Giacchero, nato adOvada (Alessandria) l’1 apriledel 1925, era passista scalatoreed è stato professionistadal 1951 al 1956. Nella categoriamaggiore ha totalizzato6 vittorie tra le quali spiccanoil Gp Olivetti Ivrea e Gp Raccaa Casale Monferrato (nel1951), il Giro del Marocco eclassifica finale (1952), il Circuitodi Macerata e la Coppadel Mare (1953) e la tappa diVillanueva al Giro di Catalogna(1955). Ha difeso i coloridella Bianchi (dal 1951 al1953), della Touring (1954),della Chlorodont-Ignis (1955)e della Ignis (1955). Tra i pizzamentidi rilievo quelli aiGiri della Toscana del 1951(3.) e del 1952 (2.), al Gp Maggioradel 1952 (4.) e all’Astico-Brentadel 1953 (2.). AiGiri d’Italia del 1951 e 1952 sipiazzò 49. e 73.Marco Zen, invece, è nato aBassano del Grappa (Vicenza)il 2 gennaio del 1963 edera passista scalatore. E’ statoprofessionista dal 1987 al1997. Ha indossato la casaccadell’Ecoflam (1987), dell’Alfalum(1988), della Del Tongo(1989 e 1990), della Panasonic(1991 e 1992), della LamprePolti (1993), della LamprePanaria (1994 e 1995) e dellaRoslotto Z.G. (1996 e 1997).Ai Tour de France del 1994,1996 e 1997 si piazzò rispettivamente86., 73. e 73. AiGiri d’Italia del 1990 (62.), del1989 (101.), del 1988 (83.), del1996 (33.) e del 1993 (94.). Trai piazzamenti di rilievo 3. alCircuito di Nanno (1988), 2.al Circuito di San Martino diCastrozza (1988) e 3. al Girodel Friuli (1996).


INIZIATIVEPiano ciclismo Solidale 2008 - La relazione finale dei responsabiliIl Meridione rialza la testaSuccesso per il progetto con oltre 1200 atleti partecipanti alle manifestazionidel calendario nazionale. In futuro non si può abbassare la guardiaCON LA PARTECIPAZIO-NE della squadra mista al 34°Giro della Lunigiana, si è conclusoil programma del PianoCiclismo Solidale 2008.Le iniziative inserite nel programmadel Piano hanno riscossol’interesse delle Societàe dei Tecnici, facendo salire ilnumero complessivo degli atletipartecipanti a ben 1.223. Riportiamola relazione finaledel Responsabile SalvatoreMeloni e del Tecnico FaustoScotti.Con la partecipazione dellasquadra mista al 34° Giro dellaLunigiana, si è concluso ilprogramma del Piano del CiclismoSolidale 2008. L’essereriusciti ad attuare compiuta-mente gli impegni programmaticipuò già considerarsi unrisultato di cui andare fieri.Le iniziative inserite nel programmadel Piano 2008, hannoriscosso l’interesse delleSocietà e dei Tecnici, facendosalire il numero complessivodegli atleti partecipanti allediverse iniziative, a ben 1.223.I Comitati Regionali che daquattro anni hanno credutonel progetto del Piano del CiclismoSolidale, reagendo attivamentea condizioni noncertamente favorevoli, possonoritenersi moderatamentesoddisfatti per i risultati raggiunti.Nessuno si nascondedi fronte ai tanti problemi cheangustiano e frenano un compiutosviluppo del ciclismonelle regioni che aderisconoal Piano, si avverte la consapevolezzache il processo avviatoin questo quadriennio è quellogiusto.I firmatari di queste poche righe,sentono di dover ringraziarequanti hanno consentitola realizzazione delle iniziativeprogrammate; dal sovrintendenteGiovanni Duci, semprevigile ed attento osservatore,alla Segreteria Generale che,attraverso il proprio ItaloMambro, ha sempre garantito,in larga misura, i rimborsi altermine delle manifestazioni;allo stesso Consiglio Federale,con il suo presidente Di Rocco,che ha reso possibile la realizzazionedel Piano in parola.Per concludere, si ritiene chel’esperienza intrapresa conil Piano del Ciclismo Solidaleabbia offerto un contributoimportante alla riduzionedelle squilibrio esistente fradiverse realtà ciclistiche delnord e del sud Italia.Non certamente si può affermareche quanto realizzato finorapossa considerarsi conclusivo,anzi, crediamo che “laguardia debba restare alta”.Molti cordiali saluti.Il ResponsabileSalvatore MeloniIl TecnicoFausto ScottiIn occasione della Festa del Corpo di Polizia PenitenziariaGuderzo premiata e promossaPer il podio conquistato ai Giochi Olimpici di PechinoLA GUDERZO PREMIATADAL PRESIDENTE NAPOLITANOROMA (15/10) - Si è svoltaa Roma, presso l’Aula Magnadella Scuola di Formazione diVia di Brava, la Festa del Corpodi Polizia penitenziaria nel191° Anniversario della Fondazione.Nel corso delle celebrazioni,alle quali hannopreso parte le più alte Autoritàdello Stato, il Presidentedella Repubblica Giorgio Napolitano- alla presenza delCapo dell’Amministrazionepenitenziaria, Pres. FrancoIonta, e del Ministro dellaGiustizia, On.le Angelino Alfano- ha consegnato l’avanzamentonel grado per meritostraordinario agli atletidelle Fiamme Azzurre chesono saliti sul podio olimpicoin occasione dei Giochi diPechino 2008. Tatiana Guderzo,bronzo nel ciclismo sustrada, ha ottenuto la promozionead Agente Scelto di Poliziapenitenziaria. GiovanniPellielo, giunto alla terza medagliaolimpica consecutivacon l’argento nel tiro a volo,è stato promosso Vice Sovrintendente.Alla cerimoniahanno presenziato tutti gliatleti della Polizia penitenziariaqualificati per i GiochiOlimpici: Federico Colbertaldoper il nuoto; Giovanni Pellieloper il tiro a volo; TatianaGuderzo, Vera Carrara, FabioMasotti e Angelo Ciccone peril ciclismo; Claudia Corsini,Sara Bertoli e Andrea Valentiniper il pentathlon moderno;Nadia Cortassa e CharlotteBonin per il triathlon;Vincenza Calì, Anna Incerti,Zahra Bani per l’atletica leggera,con l’assenza giustificatadi Chiara Rosa, in radunofederale all’estero; StefaniaCicali e Alice Fagioli per lacanoa. Hanno accompagnatogli atleti anche i tecnici delleFiamme Azzurre inseriti dalCONI nella spedizione olimpicain Cina: Umberto Mazziniper il pentathlon moderno,Cristiano Valoppi per ilciclismo e Alessandro Bottoniper il triathlon.il Mondo del Ciclismo n.437


INIZIATIVEFesta Nazionale Pinocchio in Bicicletta a Montecatini TermeUn successo da ripetereCirca 300 bambini hanno partecipato in rappresentanza di 26 scuole. Affermazioni pergli istituti Palazzolo Sc. Prim. Precenicco (elementari) e Costa Volpino (medie)il Mondo del Ciclismo n.438di Antonio MannoriMONTECATINI TERME(PT) - Dopo il recente GranPremio Ezio Del Rosso per elite-under23, la splendida cittàdi Montecatini Terme ha vissutoun’altra giornata straordinariae di festa con il ciclismo,stavolta quello dei giovanissimi.Infatti nella suggestivaPiazza delle Terme Torretta, siè tenuta la prima edizione della“Festa Nazionale Pinocchioin Bicicletta” sotto la regìa dellaFederazione Ciclistica Italiana,con il responsabile dellaCommissioneGiovanileNazionaleAdriano Ariolie quello della manifestazioneprof. Mario Luzzi, grazie alcontributo della FondazioneMonte dei Paschi di Siena edal patrocinio della FondazioneCollodi. Per la parte localeha attivato collaborato il ComitatoProvinciale di Pistoiadella Federciclismo ed il G.S.Anchione ASD, coordinatoda Francesco Degl’Innocenti.Dopo la visita, durante la primagiornata di permanenza aMontecatini dei 299 ragazzidi 26 scuole al Parco Collodi,alla Butterfly House (la “casadelle farfalle”) e sempre a Collodi,alla splendida Villa Garzonicon pranzo all’Osteriadel Gambero Rosso, i ragazzihanno preso parte alla ginkana(scuoleelementari) e alla prova diabilità (scuole medie). Unavera e propria festa per i 300ragazzi dei quali 72 provenivanoda 9 scuole medie, mentre222 (con il 50 per cento difemmine) erano alluni di 17scuole elementari, con la provinciadi Pistoia rappresentatadalle scuole elementari diPonte Buggianese e Casabianca,facenti parte dell’IstitutoComprensivo “Don LorenzoMilani”. Nella classifica finaleriservata alle elementari haprevalso l’Istituto ComprensivoPellizzolo di Udine davantiall’Istituto Grimaldi di Bari,al I° Circolo Area di Piacenza,all’Istituto Comprensivo “DonLorenzo Milani” di Casabianca-PonteBuggianesee all’Istituto SanColombano di Brescia.Nelle scuole medie il primoassoluto è stato appannaggiodella Costavolpinodi Bergamo, che ha precedutola Cassano Magnago di Varese,la “De Simone Della Rosa”di Enna, la Colledara di Teramoe la Calimera di Castignanodi Lecce. Le biciclette utilizzateper le prove (MTB oBMX a scelta dei ragazzi) sonostate fornite dai Fratelli Masciaghi,la ditta che producespecialissime con il notissimomarchio “Fausto Coppi”. Ed aproposito le bici che sono stateconsegnate ai componentidelle due squadre vincenti(una delle scuole elementaried una delle medie così comeai loro insegnanti) sono della


INIZIATIVELa punta dell’iceberg...Il 17 ed il 18 ottobre 300 alunni e alunne di 26 scuole provenientida tutta Italia hanno dato vita, a Montecatini Terme,alla 1^ Festa Nazionale di Pinocchio in Bicicletta.Le 26 scuole presenti a Montecatini Terme sono la punta dell’icebergdi un progetto, PINOCCHIO IN BICICLETTA appunto,che nello scorso anno scolastico, grazie alla collaborazionetra le strutture periferiche della FCI e la scuola, ha fattoprovare la bicicletta a quasi 20.000 alunni delle 260 scuoletra elementari e medie, con oltre 1.100 classi interessate, sututto il territorio nazionale.Il progetto è stato realizzato grazie al contributo della FondazioneMonte dei Paschi di Siena che ha creduto in una iniziativacon forti valenze formative ed educative. Infatti, l’obiettivoprimario che la FCI si è proposto è: promuovere il correttouso della bicicletta tra i giovani, non solo come strumento disport, ma anche come mezzo: di gioco, di trasporto e per iltempo libero.Le strutture periferiche della FCI hanno attuato progetti legatialla sicurezza stradale e all’ambiente, inserendosi tra leagenzie in grado di proporre non solo sport ma soprattuttocorretti stili di vita tra i giovani. Per l’attuazione di tali progettile strutture periferiche sono state dotate di materiale tecnico(caschi, kit con segnali stradali) e di materiale promodidatticoa supporto delle lezioni teorico-pratiche che sonostate svolte all’interno delle scuole. In particolare per quantoriguarda il materiale promo-didattico si è pensato di realizzareun opuscolo che, partendo dai personaggi della favoladi Pinocchio, fornisse ai bambini e alle bambine gli elementibase per un corretto utilizzo della bicicletta. L’opuscolo è scaricabilee stampabile direttamente dal sito internet federale:www.federciclismo.itIl programma della Festa, oltre alle prove in bicicletta, svoltesabato 18 a Montecatini, prevedeva il giorno prima, la visitaa Collodi città natale di Carlo Lorenzini autore del romanzoPINOCCHIO. Grazie alla preziosa collaborazione della FondazioneNazionale Carlo Collodi i bambini e le bambine presentihanno potuto visitare: il parco di Pinocchio, lo stupendogiardino di Villa Garzoni e la Butterfly House edificio serra inpietra e cristallo che ospita un lussureggiante giardino tropicalecontenente un migliaio di farfalle provenienti da tutto ilmondo.Maurizio Luzzistessa ditta. Per tutti infinea ricordo di queste due magnifichegiornate trascorse aMontecatini Terme offerte lamaglietta ricordo dell’evento,appositamente prodotta daSportful, un casco Limar eduna borraccia messa a disposizionedalla ditta Andriolo. Infineuna speranza che l’annoprossimo dopo questa positivae festosa esperienza il numerodei partecipanti a “Pinocchioin Bici” sia ancora maggioreCosì in TVLe fasi salienti della Festa Nazionale saranno trasmesse nel corsodi “Toscana Sprint” su Toscana TV, martedì 21 ottobre ore 21,00e “Mondo Sprint” su Telemondo mercoledì 22 ottobre ore 20,00Le classificheSCUOLE ELEMENTARI1. I.C. Palazzolo Sc. Prim. Precenicco - Udine2. XIX Circ. Didattico Biagio Grimaldi - Bari3. Istituto Comprensivo Polesella - Rovigo4. Primaria Casabianca - Pistoia5. Scuola Primaria di San Colombano - Bs - Brescia6. Dir. Didattica V Circolo - Grosseto7. Primaria Piacenza-Gragnano-Rottofreno - Piacenza8. I.C. Cassano Magnago - Primaria (Va) - Varese9. Primaria Scipioni Bovolone Vr - Verona10. G. Rodari Ponte Buggianese - Pistoia11. I.C. Fiume Veneto (Pn) - Pordenone12. Ist. Compr. Pesco Sannita - Benevento13. 3° Circolo Didattico Nettuno - Roma14. Scuola Primaria Prati - Sp - La Spezia15. C.D. Isola Del Liri Primo - Frosinone16. Sc. Primaria Magliano In Toscana - Grosseto17. Scuola Primaria G. Marconi - Ravenna18. I.C.S. V. De Simone Villarosa - EnnaSCUOLE MEDIE1. Istituto Comprensivo Costa Volpino - Bergamo2. Istituto Comprensivo Cassano Magnago 2 - Varese3. I.C.S. V. De Simone Villarosa - Enna4. I.C. Colledara - Teramo5. I.C. Calimera Martignano - Lecce6. Ist. Compr. De Sanctis-Pesco Sannita - Benevento7. Media Piacenza Gragnano - Piacenza8. Scuola Primaria G. Marconi - Ravenna9. Sc. Primaria Magliano In Toscana - Grossetoil Mondo del Ciclismo n.439


CRONACHE DELLE GARECiclocross internazionale - Nella 1 a prova di Coppa del Mondo a Kalmthout e nelle altre corse all’esteroNys-Albert, la sfida continuaIl campionissimo non si ferma neanche dopo la rovinosa caduta del giorno prima e superaal fotofinish il più giovane connazionale. Gli azzurri guardano agli Europei di novembreil Mondo del Ciclismo n.4312di Alfredo VittoriniTre belgi sul podioCon uno sprint al fotofinishSven Nys ha preceduto NielsAlbert nella 1^ prova di Coppadel mondo ciclocross che si èdisputata con la formula opena Kalmthout, laddove Nys avevagià vinto altre quattro volte.Sono salite a quaranta, numerocertamente provvisorio, le suevittorie in prove di Coppa.Nys, trentaduenne fenomenodella specialità, ha dieci annipiù del giovane Albert, campionemondiale Under 23 loscorso gennaio a Treviso. Entrambiavevano già conseguitotre successi stagionali e si pongonocome naturali antagonistiper i prossimi impegni delcalendario internazionale. Asoli 8” dalla coppia di testa, KevinPauwels ha soffiato il terzoposto a Radomir Simunekjr completando così il podiocon i colori del Belgio. Gli azzurriRafael Visinelli (33° a 3’)e Fabio Ursi (42° a 3’28”) hannosubito il ritmo elevatissimodella gara, molto veloce e tecnica,nel confronto con atletidi levatura mondiale, rodati daoltre un mese di attività. StefanoBoggia (49° a 6’21”) e MarcoBianco (ritirato) avevano presoil via in rappresentanza dei rispettivigruppi sportivi.Nella seconda gara di Kalmthout,quella open femminile,l’olandese Dapny van denBrand si è imposta per la terzavolta consecutiva precedendodi soli 5” l’iridata HankaKupfernagel, sulla scia dellaquale si è piazzata la campionessadella Repubblica CecaPaula Havlikova. Eccellentein quel qualificato contesto ilpiazzamento dell’azzurra VeronicaAlessio (17^ a 1’55”),unica nostra rappresentantein gara.Gli azzurri per TaborLa seconda prova di Coppa delmondo, il cui programma - adifferenza di Kalmthout - prevedeanche prove per Under 23e Juniores - si disputerà a Tabor,la città che ospitò i mondialinel 2001 e tornerà ad esseresede mondiali nel 2011. Pertale impegno il direttore tecnicofederale Fausto Scotti haconvocato Vania Rossi e VeronicaAlessio per la prova openfemminile; Fabio Ursi per laprova open maschile; gli Under23 Marco Ponta, Cristian Cominelli,Elia Silvestri, MatteoTrentin, Alessandro Calderan,Roberto De Patre; riserva FabioAru; gli Juniores Luca Braidot,Daniele Braidot, Daniele Dall’Oste,Bryan Falaschi, MicheleTatto, Mattia Marcelli; riserveFrancesco Acquaviva e NicolaGadotti. A titolo individualeobiettivo stagionaleil mondialedi Hoogerheide,inOlanda (1° febbraio2009) chesi disputerà suun percorsoimpegnativoche ben si confàcon le caratteristichedelventiseienneatleta di Moglianoin forzaalla Liquigas.Dopo la provadi Coppa a Taborl’azzurroLA VOLATA CHE HA PREMIATO NYSdovrebbe correrel’8 novembre ad Eernegem,parteciperanno gli élite EnricoFranzoi, Marco Bianco, Rafael in Belgio, il giorno dopo la provadi Coppa del Mondo a Pij-Visinelli, Edmil Alberatone eStefano Boggia. Questa importanteoccasione precede di una novembre la prova del Trofeonacker, in Olanda; quindi il 16settimana i campionati europei Superprestige ad Asper-Gavere,in Belgio. Sicura è anche lache avranno luogo il 2 novembrea Lievin, in Francia, riservatialle categorie Juniores, Un-di Coppa del mondo di Igor-sua partecipazione alla provader 23 e Donne (open), mentre re, in Spagna, in programma ilgli élite uomini avranno come 7 dicembre. Dopo il mondialeoccasione di confronto, ad alto ciclocross Franzoi affronterà,livello, la 2^ prova del Trofeo di slancio, la stagione su stradacon l’intenzione di parteci-Superprestige in programmala stessa data a Veghel-Eerde, pare, con la casacca Liquigas,in Olanda, alla quale dovrebbe a tutte le classiche di primaveracon un pensiero particolarepartecipare anche il campioneitaliano Marco Aurelio Fontana,protagonista alle recen-dei suoi sogni, dove ha già di-per la Parigi-Roubaix, la corsati olimpiadi nella prova cross mostrato di avere una particolarecountry di mountain bike. attitudine.Gli obiettivi di FranzoiFranzoi, si è unito in matrimonionei giorni scorsi con lasua compagna Elena Frugani;insieme festeggeranno ilprossimo 1° novembre il primocompleanno di Matteo, illoro bambino. Enrico ha comeNiels Albert si ripetePrima di Kalmthout si eranosvolte due gare Uci ad Ardooie(giovedì 16) e Lebbeke(sabato 18), sempre in Belgio.Ad Ardooie Albert anticipavadi 38” Jonathan Page e di 49”Dieter Vanthourenhout; quin-


CRONACHE DELLE GAREdicesimo Marco Bianco, semprein mischia nelle gare Uci,un agonista irriducibile. Page,medaglia d’argento nel 2007al mondiale di Hooglede-Gits,alle spalle di Erwin Vervecken(il bronzo andò ad EnricoFranzoi), ha già vinto quattrodelle dieci gare che dal 20 al28 settembre si sono disputatenegli Usa, con due en plein:nel Michigan (20 e 21) e nelWisconsin (27 e 28). Alla garadi Ardooie, che Albert avevagià vinto l’anno scorso, nonpartecipavano Wellens e Nys.Nys inciampa ma reagisceA Lebbeke (dove l’anno scorsovinse Enrico Franzoi) risultavanoassenti, a loro volta,Boom e Albert. L’assenza diAlbert, portacolori della Palmans-Crasoffriva l’occasionepropizia per il suo consocio,il venticinquenne Simunek ilquale, al termine di una garatatticamente perfetta,regolava allosprint Wellens,Davy Commeyne,Jan Soetens e BenBerden. Del gruppettofaceva parteanche Nys il quale,però, inciampavasu un ostacoloartificiale ecandendo battevacol viso sul manubrioprocurandosiun’ampia feritaall’arcata sopraciliaresinistra chelo costringeva al RADOMIR SIMUNEK JR. IN AZIONEritiro, prontamenteassistito dal servizio sanitario mondo di Kalmthout. In dieciinterno al circuito che escludevaper lo sfortunato atleta tegoria élite ha vinto 158 gare,anni di permanenza nella ca-fratture al viso.la maggior parte delle qualiIn ventiquattro ore questo del calendario internazionale.formidabile atleta reagiva alla E’ stato campione del mondosofferenza fisica e alla sfortuna due volte da Under 23 ed unavincendo, seppure per un’inezia,la prova di Coppa del otto volte il Trofeovolta da èlite, si è aggiudicatoSuperprestige(43 successi parziali), piùvolte la Coppa del mondo e ilranking Uci. Ha ricevuto, inBelgio, il premio personalitàsportiva nel 2006 e la bici dicristallo nel 2007. Un palmarespiù unico che raro, tantoche è considerato il campionissimodel ciclocross.MARCO AURELIO FONTANA IN UNA FOTO DI INIZIO ANNO.IL SUO RITORNO AL CICLOCROSS È ATTESO NELLA SECONDAPROVA DEL SUPERPRESTIGE IN OLANDA (FOTO SONCINI)Ordini di arrivoArdooie(16/10): 1. Niels Albert (Bel); 2. Jonathan Page (USA); 3. DieterVanthourenhout (Bel); 4. Klaas Vantornout (Bel); 5. ZdenekStybar (Cze); 6. Lars Boom (Ned); 7. Kevin Pauwels (Bel); 8. ErwinVervecken (Bel); 9. Tim Van Nuffel (Bel); 10. Jan Soetens (Bel).Lebbeke(18/10): 1. Radomir Simunek (Bel); 2. Bart Wellens (Bel); 3. DavyCommeyne (Bel); 4. Jan Soetens (Bel); 5. Ben Berden (Bel); 6.Petr Dlask (Cze) Fidea Cycling Team; 7. Jonathan Page (USA); 8.Tom Van Den Bosch (Bel); 9. Philipp Walsleben (Bel); 10. DavidWillemsens (Bel)Kalmthout(19/10) - UOMINI ELITE: 1. Sven Nys (Bel, Landbouwkrediet- Tonissteiner) in 1.04’23”; 2. Niels Albert (Bel, Palmans Cras); 3.Kevin Pauwels (Bel, Fidea Cycling Team) a 8”; 4. Radomir Simunek(R. Ceca, Palmans Cras); 5. Bart Aernouts (Bel, Rabobank) a 10”; 6.Zdenek Stybar (R. Ceca, Fidea Cycling Team) a 23”; 7. Thijs Al(Ol);8. Klaas Vantornout (Bel, Sunweb Pro Job) a 24”; 9. Bart Wellens(Bel, Fidea Cycling Team) a 37”; 10. Lars Boom (Ol, Rabobank) a1’11”; 33. Rafael Visinelli (Ita) a 3’; 42. Fabio Ursi(Ita) a 3’28”; 49.Stefano Boggia (Ita) a 6’21”.DONNE ELITE: 1. Daphny Van Den Brand (Ol) in 39’48”; 2. HankaKupfernagel (Ger) a 5”; 3. Pavla Havlikova (R. Ceca) a 6”; 4. ChristelFerrier-Bruneau (Fra, Team Lot-Et-Garonne); 5. Nadia Triquet-Claude (Fra, Team Pro Feminin Les Carroz) a 13”; 6. Saskia Elemans(Ol Team Flexpoint) a 14”; 7. Maryline Salvetat (Fra) a 32”; 8. WendySimms (Can) a 34”; 9. Veerle Ingels (Bel) a 35”; 10. Sanne VanPaassen (Ol, Team DSB Bank) a 37”;17. Veronica Alessio (Ita, S.C.Michela Fanini Record Rox) a 1’55”.il Mondo del Ciclismo n.4313


CRONACHE DELLE GARENazionale Elite/Under 23 - 56 a Coppa del Mobiliodi Antonio MannoriPONSACCO (PI) (14/10) -La 56a Coppa del Mobilio, ultimoatto della stagione dilettantiin Toscana fa felicissimidue atleti, il piacentino JacopoGuarnieri, della MarchiolEmisfero Liquigas ed il forliveseAlessandro Malaguti, dellaCalzaturieri Montegranaro.Guarnieri, infatti, con una dellesue volate travolgenti dopo unosplendido lavoro dei compagnidi squadra, ha conquistato quiin Toscana il dodicesimo successostagionale, eguagliandocosì il numero delle vittorie diVona. Era quello che Guarnieri,peraltro bravo anche nellacrono del pomeriggio dove haottenuto il secondo posto, cercavaqui a Ponsacco nell’ultimasua corsa da under 23, in quantonel 2009 debutterà professionistacon la Liquigas.L’altro atleta felice, il ventunenneromagnolo Malaguti, che haconseguito la sua prima vittoriastagionale dopo aver ottenuto24 piazzamenti nei primidieci nel corso dell’annata.Un successo netto ad oltre 48e mezzo di media, che gli hapermesso di vincere la Coppadel Mobilio 2008 che tenevaconto dei tempi fatti segnaredai corridori nelle due gare.Guarnieri e Malagutifirma a due maniIl piacentino (12° centro stagionale), vince la prova in lineadavanti a De Negri e Viviani. Al forlivese crono e classifica finaleOrdine di arrivoGARA IN LINEA: 1. Jacopo Guarnieri (Marchiol Emisfero Liquigas) km. 120 in 2h38’28”, media45,435 km/h; 2. Pierpaolo De Negri (Neri Lucchini Comauto); 3. Elia Viviani (Marchiol EmisferoLiquigas); 4. Leonardo Pinizzotto (Vangi Seano); 5. Andrea Piechele (Trevigiani Dynamon); 6. Turini;7. Busato; 8. Serebryakov; 9. Banelli; 10. Martin.CRONO E CLASSIFICA FINALE: 1. Alessandro Malaguti (Calzaturieri Montegranaro) km. 33 in40’44”, media 48,608; 2. Jacopo Guarnieri (Marchiol Emisfero Liquigas) a 1’15”; 3. Carmelo ConsolatoPantò (Gragnano Petroli Firenze) a 1’47”; 4. Leonardo Pinizzotto (Seano Vangi) a 1’50”; 5. MatteoBusato (Fausto Coppi Gazzera Videa) a 1’54”; 6. Serebryakov a 2’05”; 7. Viviani a 2’11”; 8. Gitto a 2’15”;9. Piechele A. a 2’46”; 10. Banelli a 3’02”; 11. De Negri; 12. Turini; 13. Francesconi; 14. Martin; 15.Ulliana.Malaguti era alla sua secondaesperienza nelle gare controil tempo e nella prova tricoloreera giunto nono. Per il restodella corsa pisana (141 partentidi 25 società) da ricordare nellafrazione in linea la fuga di 80Km di un sestetto (Ricci Bitti,Zanco, Fazio, Conti, Sokolov eVolik) prima del volatone generalerisolto magistralmenteda Guarnieri sul semprebravo e positivo De Negri, sulgiovane Viviani, ottimo terzo,su Pinizzotto e Piechele. I primi15 hanno dato vita poi allacronometro sulle strade dellaValdera e qui si è registratal’autentica prodezza di Malaguti,che non si attendeva(sono sue parole sul palco dellapremiazione) di andare cosìforte, tanto da infliggere oltreun minuto a Guarnieri e quasi1’50” a Pantò. Molti gli ospiticon il presidente della Federciclismo,Renato Di Roccoche ha assistito alle due gare,il presidente del Comitato RegionaleToscano, RiccardoNencini, che ha premiato l’azzurroe quinto nel mondialecrono Stefano Borchi, il qualeperò al pari del vincitore del2oo7 di Ponsacco, Averin, nonè entrato nei primi quindicie quindi è stato escluso dallacronometro. Presenti anche ilsindaco di Ponsacco Cicarelli,il vice Lupi, i dirigenti Milani,Bacci, De Angeli, per la felicitàdegli organizzatori della corsadi Ponsacco, allestita dallaMobilieri sotto la regìa delpresidente Faustino Favilli.MALAGUTI AL TERMINE DELLA CRONO E, A DESTRA, SUL PODIO INSIEME A GUARNIERI E CONSOLATO (FOTO BALSIMELLI)il Mondo del Ciclismo n.4314


CRONACHE DELLE GARECiclocross - 2° Trofeo Città di Rivarolodi Paolo BuranelloRIVAROLO (TO) (19/10) -Azzurri protagonisti assolutinel “2° Trofeo Città di Rivarolo”che ha aperto alla grandela stagione del ciclocross inPiemonte. Nella garapiù importante dellagiornata, quella dei dilettanti,la coppia dell’Esercitocostituitadall’under 23 friulanoMarco Ponta e dall’elitepiemontese AlessandroGambino, ha giganteggiatosenza trovare avversariin grado di contrastarneil passo. I duespecialisti della Nazionalesi sono sganciati alsecondo giro e da quelmomento grazie al loropasso superiore, hannoaccumulato progressivamenteun distaccosempre più pesanterispetto ai più immediatiinseguitori. Allafine Ponta e Gambinohanno tagliato insiemefestosamente abbracciatila linea d’arrivovincendo la gara a parimerito. La giuria ha assegnatoil primo postoall’udinese perché la sua ruotaha superato il traguardo qualchecentimetro davanti a quelladel compagno di colori. LaPonta e Gambino showI due del Centro Sportivo Esercito giungono appaiatisul traguardo dopo aver fatto il vuotomanifestazione organizzatadalla Cicli Tessiore, valida qualeprova d’esordio della CoppaPiemonte in una giornata caldae assolata, ha registrato un significativosuccesso confortatoda ben 122 partecipanti provenientida Lombardia, Emilia eL’ARRIVO DI PONTA E GAMBINOToscana oltre naturalmente aipiemontesi. Tra gli juniores solitariacavalcata trionfale dellombardo Emanuel Simoncini,mentre negli allievi il verbaneseAndrea Sottocornolaha esaltato la sua magliatricolore conquistandoil primo successo stagionale.Tallonato dallacoppia della Fiorin costituitada Guerrini e Redaelli,il piemontese si èprogressivamente distesovincendo con un rassicurantemargine. Infine,sempre per quantoriguarda le categorie maschilida segnalare negliesordienti l’affermazionedel lombardo MircoDe Nardi. Tra le donnesuccessi della coppiadella Selle GuerciottiFrancesca Cuccinielloed Elisabetta Borgia rispettivamentenelle elitee under, mentre nelleallieve ha prevalso AliceMaria Arzuffi e nelleesordienti Marta Cassano.Nella suggestiva cornicedel parco del castellodi Malgrà a Rivarolonel Canavese, si sono vistianche i cicloamatori accorsiin gran numero per laureareil lombardo Davide Belletti trai più giovani, e l’inossidabilepolacco Henryk Santysiak neiveterani.JUNIORES - 1. Simoncini Emanuel (Selle Italia Guerciotti Elite);2. Santini Pietro (Mercedes Benz Selle Italia); 3. CancheriniMatteo (Mercedes Benz Selle Italia); 4. Turri Michele (MercedesBenz Selle Italia); 5. Cintori Andrea (Ac Serramazzoni)ESORDIENTI - 1. De Nardi Mirco (Gs Cicli Fiorin-Despar Asd);2. Fornoni Alessio (Uc Costamasnaga Asd); 3. Casolari Simone(A.C. Serramazzoni); 4. Cintori Daniele (A.C. Serramazzoni); 5.Lala Fabio (V.C. Novarese - Italia Vacanze.Com)ALLIEVI - 1. Sottocornola Andrea (Asd Pedale Verbanese Delta);2. Guerrini Luca (Gs Cicli Fiorin-Despar Asd); 3. Redaelli Riccardo(Gs Cicli Fiorin-Despar Asd); 4. Cucciniello Manuel (Muggio’Fiscal Office); 5. Fazzolari Simone (Gs Cicli Fiorin-Despar Asd)ELITE UNDER 23 - 1. Ponta Marco (Cycling Team FriuliOrdini di arrivoEsercito); 2. Gambino Alessandro (Centro Sportivo Esercito);3. Mercante Gabriele (Gs Cicli Fiorin-Despar Asd); 4. NanniniLaerte (Kona Top Race Banelli); 5. De Maio Alfredo (Gs CicliFiorin-Despar Asd)DONNE ALLIEVI/ESORDIENTI - 1. Arzuffi Alice Maria (Gs CicliFiorin-Despar Asd); 2. Confalonieri Maria Giulia (Gs Cicli Fiorin-Despar Asd); 3. Dotti Jasmine (Molinello Ciclismo); 4. MercanteChiara (Gs Cicli Fiorin-Despar Asd); 5. Casadei Cindy (Vtt Arnad)DONNE ELITE UNDER 23 JUNIORES - 1. Cucciniello Francesca(Selle Italia Guerciotti Elite); 2. Borgia Elisabetta (Selle ItaliaGuerciotti Elite); 3. Bresciani Daniela (Colnago Arreghini Filago);4. Bresciani Nicoletta (Colnago Arreghini Filago); 5. VecchioStefania (Gs Cicli Fiorin-Despar Asd)il Mondo del Ciclismo n.4315


CRONACHE DELLE GAREElite/Under 23 - 39° Trofeo Sportivi Magnaghesidi Vito BernardiMAGNAGO (MI) (19/10) -Giacomo Nizzolo, corridorebrianzolo del Team Filmop-SorelleRamonda-Bottoli-Parolin,sta attraversando un periododi forma veramente eccellente,e a Magnago ne ha dato l’ennesimadimostrazione battendonettamente allo sprint il gruppopresentatosi compatto all’arrivodel “39° Trofeo SportiviMagnaghesi”; quasi tutti i partentihanno portato a terminela gara nonostante le numeroseforature subite per la scarsamanutenzione delle strade.La gara, scattata col via datoda Vincenzo Peroni, è stata organizzatadal GS Magnaghese,presieduto da Antonio Pariani,alla guida da oltre 40 annidella ciclistica cittadina; perlui il cruccio di vedere la propriamanifestazione “sfrattata”in estrema periferia quando ilciclismo, sport popolare, do-Nizzolo brucia tuttiIn una gara molto veloce, l’arrivo in volata esalta le dotidell’atleta della Filmop-Sorelle Ramonda-Bottoli-Parolinvrebbe essere ospitato, comefanno le altre città limitrofe,nel centro dell’abitato per farepartecipare tutta la gente allagiornata di festa. Nonostantequesto la gara è stata interpretatain modo gagliardo dai 136corridori schieratisi al via, chehanno pedalato costantementesul filo dei 50 km/h, tantoche la media finale è risultatadi 46,632. Con queste velocitàè decisamente difficile farela differenza e la soluzione allosprint ne è stata la logica conseguenza.Una caduta ha coinvolto5 corridori, tutti rialzatisiad eccezione di Amato(Pregnana) che ha dovuto ritirarsi.Singolare anche la leggeraferita subita dal vincitore,Giacomo Nizzolo, che proprioin fase di sprint è stato colpitoal mento da un sasso sollevatosidall’asfalto. Poi, cerimoniaprotocollare e festeggiamentiper il vincitore dai compagnipresenti, tra i quali anche MatteoPelucchi, in convalescenzaper la frattura subita quindicigiorni fa nella gara di Marcallo.Nizzolo dedica la terzavittoria stagionale ai genitoriMarina e Franco; fanno festaanche i corridori che chiudonoqui la loro carriera dilettantistica,Fausto Fognini, Infantinoe i varesini Edoardo Girardie Giuseppe De Maria, l’annoprossimo tutti tra i professionistinel Team Nippo di GiuseppeMartinelli.1.2.3.4.5.6.7.8.9.Ordine di arrivoGiacomo Nizzolo (Filmop-Bottoli) km 150 in 3h13’,media 46,632Martino Marcotto (CoppiGazzera)Edoardo Costanzi(Cremonese)Luca Orlandi (Pagnoncelli)Gianluca Maggiore(Pagnoncelli)Nicola Galli (Pool Cantù)Andrea Fumagalli (VirisVigevano)Marcello Bertolo(Marchiol)Amani Ponzoni (PoolCantù)10. Fausto Fognini (PoolCantù).il Mondo del Ciclismo n.4316Ciclocrooss - 4° Trofeo Canaiola, prima prova dell’Umbria Top Cross 2008di Laura ProiettiDe Patre, partenza col bottoDi Federico l’altro protagonista dell’apertura stagionalePRETOLA (PG, 12/10) -E’ scattato da Pretola con ilquarto Trofeo Canaiola ilcircuito “Umbria Top Cross2008”.Nella gara organizzata dall’AsdTevere sono stati oltre80 gli atleti che si sono sfidatinel percorso di 2,5 chilometrilungo le sponde del Tevere.Tra loro l’azzurro under23 Roberto De Patre (AranWorld-Cantina Tollo), lo juniorMattia Marcelli (TeamRainbow-Iron Metal) che hada poco effettuato uno stagecon la nazionale e l’esordienteAndrea Di Federico (TeamRainbow-Iron Metal) vincitoredella prima prova Girod’Italia Cross.Sono stati proprio loro i protagonistidella prova: successoper Di Federico tra gli esordienti,per Francesco Pedantetra gli allievi e Mattia Marcelli,sempre in testa da solo nellaprima fascia, tra gli junior. TraELITE UNDER 23: 1) Roberto De Patre (AranWorld-Cantina Tollo), 2) Marco Roviglioni(Tecnicolor Vernici), 3) Michele Salza (TeamCo.Bo Pavoni), 4) Federico Bianchi (Uc BastiaVolvo Teghini). JUNIORES: 1) Mattia Marcelli(Team Rainbow-Iron Metal), 2) AlessandroDi Federico (idem), 3) Andrea Animali (AsdFn Mengoni), 4) Leonardo Caracciolo (ScCentro Bici Team Terni), 5) Alex Mazzoli (UcNestor Sea Marsciano). ALLIEVI: 1) FrancescoPedante (Team Rainbow-Iron Metal), 2)Riccardo Costantini (Gs Dil. Pianello CicliCingolani), 3) Alessandro Bartolucci (idem),4) Michele Minucci (idem), 5) Alessio SepioniOrdini di arrivole Donne successo per ElenaSpadaccia della Loco Bikers.Nella seconda fascia nessunrivale per l’azzurro RobertoDe Patre che staccato nelcorso del secondo giro l’eliteMarco Roviglioni (TecnicolorVernici) ha fatto gara a sé.(Uc Petrignano). ESORDIENTI: 1) AndreaDi Federico (Team Rainbow-Iron Metal), 2)Niko De Patre (idem), 3) Filippo D’Ambrosio(Uc Petrignano), 4) Francesco Costantini(Gs Dil. Pianello Cicli Cingolani). DONNE:1) Elena Spadaccia (Loco Bikers), 2) RominaScarabottini (Acd Ruota Libera). MS: 1)Emiliano Farina (Uisp Adc Team Beghé). M1:Mirco Meschini (Team Ponte). M2: 1) AlbertoLaloni (Asd Battistelli Extreme). M3: 1) MarioPanichi (Team Maté). M4: 1) Massimo Ubaldini(Asd Team Eurobici Orvieto). M5: 1) CarloBattistelli (Asd Battistelli Extreme). M6 EOLTRE: 1) Mauro D’Alessio (Gs Spoltore.com).


CRONACHE DELLE GAREdi Francesco CoppolaSTANGHELLA (PD) (12/10)- Conclusione in bellezza dellastagione agonistica su stradanel Veneto per il romagnoloAlan Marangoni (Fausto CoppiGazzera-Videa-Casinò diVenezia) nella 7^ edizione delGiro della Provincia di Pado-Ordine di arrivo1. Alan Marangon (Fausto CoppiGazzera-Videa-Casinò di Venezia)km 153 in 3h47’07”, media 40,430km/h2. Gianluca Brambilla (Zalf désiréeFior)3. Alessandro Stocco(MolinodiFerro)4. Andrea Piechele (Trevigiani-Dynamon-Carraro) a 16”5. Sacha Modolo (Zalf désirée Fior);6. Simone Ponzi (id)6. Matteo Busato (Fausto CoppiGazzera-Videa-Casinò di Venezia)7. Daniele Zuanon (Pressix-Zanon-Tosetto)8. Daniele Cavasin (Basso Piave-9. TMS Spinazzé-co.met.fer.)10. Leon Josè Gabriel Bone (VcMantovani Rovigo-Guerrato).Elite/Under 23 – 7° Giro della Provincia di PadovaMarangoni accelerae chiude in bellezzaSulla salita del Passo Roverello va all’attacco con Brambillae Stocco, battuti poi nettamente in volatava. Il corridore del presidenteRenato Marin e del tecnicoRenato Bonso si è reso protagonistadi uno spunto da verocampione di razza con il qualeha messo in riga avversaritemibilissimi come GianlucaBrambilla (Zalf désirée Fior)ed Alessandro Stocco dellaMolino di Ferro. La corsa, organizzatadagli Amici del CiclismoStanghella con la regiadi Cesare Cusin, è vissuta sull’affondoavviato dal terzettoquando mancavano 30 chilometrial traguardo. Marangoni,Brambilla e Stocco, chehanno attaccato sulla salitadel Passo Roverello, hanno pigiatosui pedali ed in perfettoaccordo si sono avvantaggiatinonostante la forsennata rincorsaavviata dai ragazzi dellaTrevigiani-Dynamon-Carraro,della Mantovani-Guerratoe della Filmop Sorelle RamondaBottoli Parolin per il ricongiungimento.Il terzetto non si è mai disunitoed è riuscito a mantenerequasi inalterato ilvantaggio acquisito sugli inseguitori.In precedenza c’eranostati vari tentativi di allungotenuti sempre sotto controllodal gruppo.Il 7° Giro della Provicia di Padovasi è quindi concluso conla volata a tre e per Alan Marangoninon è stato difficile ottenereil suo conquistava il suoquarto successo stagionale (3su strada e 1 tipo pista) dopoquelli ottenuti nella 5^ tappadel Giro del Friuli-VeneziaGiulia la Trasaghis-Pontebba,a Osimo (Ancona) nel 21. TrofeoLa Monica e a Marghera(Venezia) nella Città in Pista. Ilcorridore di Cotignola (Ravenna),che è nato il 16 luglio del1984, ha regalato alla FaustoCoppi Gazzera-Videa-Casinòdi Venezia l’8. vittoria del 2008.La corsa era valida anche per ilcampionato provinciale di Padovache è stato vinto dai portacoloridella Pressix-Zanon-Tosetto Daniele Zuanon (elite)e Matteo Zallio (under 23).Elite/Under23 - 88° Circuito Mezzanesedi Michele PiredduDodi lascia il segnoVittoria per distacco, la prima del 2008, per il giovaneparmense nell’ultima gara disputata nella provincia paveseOrdine di arrivoMEZZANA BIGLI (PV)(14/10) - Con l’88° CircuitoMezzanese organizzato dallaS.C. Pedale Pavese-Nuncas eriservato alla categoria Elite/Under 23, è calato il sipariosulla stagione ciclistica pavesee dove, a festeggiare e concluderetrionfalmente, ci hapensato il giovane parmensedi Colorno, Luca Dodi, classe1987, alla sua prima vittoriastagionale e 15° del team piacentinoG.S. Podenzano-Tecninoxdel presidente Biondi edei DS Raimondi e Bacchiavini.La gara è stata caratterizzatada due momenti distinti,il primo all’inizio con la fugadi un quintetto poi riassorbitodal gruppo al 5° dei 8 giri previsti,quindi, Dodi ha costruitoil suo capolavoro prima,agganciando il gruppetto diotto corridori usciti duranteil 5° giro con Manuele Boaro(Zalf Désirée) che ne ha promossola fuga, poi con grandemaestria ed intelligenza, hatamponato ogni altro tentativodi fuga isolata e successivamente,con la splendidacollaborazione del compagnodi squadra Giuseppe DeMaria, ha costruito la sua vittoriasferrando un possenteattacco a cinque chilometridal traguardo, raccogliendoun margine di assoluta sicurezzache gli ha consentito dichiudere vittorioso a bracciaalzate in segno di giubilo con35” di vantaggio sul gruppettoregolato da Enrico Montanari(Neri Lucchini Valtrompia).Alla gara ha preso parte,senza brillare e in anonimato,il neo campione iridato dellacronometro under 23, Alber-1. Luca Dodi (GS Podenzano-Tecninox) km 125 in 2h42’37”,media 46,121 km/h2. Enrico Montanari (Neri-Lucchini-Nuova Comauto) a 35”3. Christian Delle Stelle (Filmop-Sorelle Ramonda-Parolin-Bottoli)4. Manuele Boaro (Zalf-désirée-Fior)5. Davide Benicchio (CC Cremonese-Arvedi-Unidelta)6. Gianluca Maggiore (Pagnoncelli-Ngc-Perrel)7. Giuseppe De Maria (GS Podenzano-Tecninox)8. Nicola Belleri (Cremonese-Arvedi-Unidelta) a 40”9. Nicola Danesi (Unidelta-Arvedi-Garda) a 3’22”10. Andrea Guardini (Sprint Valtrompia) a 3’40”.il Mondo del Ciclismo n.4317


CRONACHE DELLE GAREJuniores - 63 a Coppa Industria e Commerciodi Vito BernardiVILLASANTA (MI) (12/10)- Successo di squadra per ilCC Canturino 1902 direttoda Arnaldo Colinati che nella“63° Coppa Industra e Commercio-MemorialGalbiati”,organizzata a Villasanta dallaSC Gerbi, ha conquistatoil gradino più alto del podiograzie ad uno spunto felino diLuca Vermiglio che, nelle fasifinali della gara ha anticipatoil gruppo battuto allo sprintdall’azzurro Lancini davanti alcanturino Corbetta, che com-Vermiglio, un finaleda vero finisseurL’alfiere del CC Canturino anticipa il gruppocon un allungo perentorio e sale sul gradino più alto del podiopleta così un podio quasi tuttofirmato “Canturino 1902” conanche Mainetti, settimo, tra itop-ten di giornata. Si chiudecosì con la gara di Villasantala stagione 2008 degli junioresnella provincia di Milano.LUCA VERMIGLIO (FOTO SONCINI)Ordine di arrivo1. Luca Vermiglio (CC Canturino 1902), km. 114 in 2h47’ media40,828 km/h2. Lorenzo Lancini (GS Bornato-Franciacorta)3. Raffaele Corbetta (CC Canturino 1902)4. Mirko Nosotti (Supermercati Massi Brivio)5. Roberto Dodaro (Colorfer Cene)6. Sonny Colbrelli (Trissa Team-Valle Sabbia)7. Mattia Mainetti (CC Canturino 1902)8. Davide Santus (Cicl. Monzesi-Salmilano)9. Cristian Rossi (Aspiratori Otelli-Caseifici Zani)10. Mirco Grassenis (Trissa Team-Valle Sabbia).il Mondo del Ciclismo n.4318Juniores - 40° Trofeo Città di Trevisodi Francesco CoppolaOngaretto chiudecon un bel noveTante sono state le vittorie del trevigiano ottenute nel 2008MONTEBELLUNA (TV)(12/10) - Il trevigiano EliaOngaretto, portacolori dellagloriosa Rinascita OrmellePinarello, ha colto sul traguardodi Montebelluna, inprovincia di Treviso, il nonosuccesso stagionale nella 40.edizione del Trofeo Città diTreviso organizzata in occasionedel 90. anniversariodella Grande Guerra e deiMemorial dedicati a Toni Bevilacqua,Palandino Scattolone Milo Cervi.Il promettente corridore guidatoda Cristian Pavanello eda Ivano Rosso ha precedutoallo sprint i veronesi DanieleAldegheri ed Alex Marchesin.La riuscita manifestazione,organizzata dal VcMontebelluna, ha conclusola stagione su strada della categoriajuniores nel Veneto.Ongaretto, che è nato a Trevisoil 10 gennaio del 1991,si era confermato campioneprovinciale sulle strada di Faèdi Oderzo. Da rilevare la buonaprova offerta dal corridoredi casa Andrea Michielin (VcBianchin Marchiol Pizzolon)che era riuscito ad acquisireun vantaggio di massimodi 30” sul gruppo. Ripreso ilOrdine di arrivofuggitivo Ongaretto, che hadimostrato di essere un velocistadi razza, non ha avutodifficoltà a precedere tutti.1. Elia Ongaretto (Rinascita Ormelle Pinarello) km 110 in2h29’35 media 44,123 km/h2. Daniele Aldeghieri (Assali Stefen)3. Alex Marchesini (Contri Autozai)4. Matteo D’Agostin (Vittorio Veneto Cieffe Forni Industriali)5. Gianluca Milani (Postumia 73 Dino Liviero)6. Enrico Moro (JT Pmp)7. Andrea Zanin (Pressix Zanon Tosetto)8. Luca Gasparin (Orogildo)9. Matteo Daneluzzi (Sorgente Pradipozzo)10. Michele Zasso (Mictu Sacilese).


CRONACHE DELLE GAREJuniores - 34° Gp San Marco-Villanova, Trofeo Utilgas 2008di Medardo BartolottiSAN MARCO (RA) (12/10)- Un anno di meditazione perritornare sul luogo del successoa piazzare uno straordinariobis vittorioso che raramenteriesce, ma il veronesedi Cà degli Oppi Stefano Melegaro,ricordando alla perfezionele caratteristiche dell’arrivo2007 misurando tuttii centimetri della rampa finalesul ponte del fiume Montonedove, ancora una volta, ritrovavapuntuale il 34° Gp SanMarco-Villanova, Trofeo Utilgas2008. E nell’ultima stagionale,San Marco di Ravenna,per un giorno al centro delleattenzioni del nostro universociclistico con la presenzadi Renato Di Rocco (presidenteFci) con lui, Celestino Salami(presidente Crer), DanielaIsetti (consigliere Nazionale)e Andrea Collinelli (iridatoe olimpionico) per il vivo ap-La replica di MelegaroIl veronese bissa il successo ottenuto nel 2007 vincendo la volatadel gruppo compatto. Vezzani e Dal Cappello sul podioprezzamento degli organizzatoriAnna Rosa Tardozzi(presidente della Sc Forlivese),Imerio Savelli (Sportivi Locali),atleti, società e appassionati.La corsa. In 111 di 23 team alvia e affrontare due circuiti a“8” interamente pianeggiantiin cui sfogare le energie rimastenella lunga stagione finoall’ultima di ieri. Fin dalle primepedalate, si sviluppava unagirandola di allunghi operatiin serie da Bortolato e Bartolettipoi in, solitudine, Merlinfino a oltre 1’ di vantaggiopoi, al km 40 gruppo compatto.Nuova iniziativa di Garbin,Bozza, Slaviero, Gobbi e Merlin,mentre una caduta mettevafuori combattimento alcunicorridori tra cui il locale, tricoloresu pista, Catellini. Nelsecondo circuito a San Marco,forte azione di Gobbi, Defant,Gennari poi ancora GennariOrdine di arrivocon Falà, Fedi, Grazian e Candian,ma il gruppo, come “comandato”da Melegaro, mandavatutto all’aria perciò, tuttiall’arrivo sulla rampa con ilvincitore del 2007 a ripetersi.1. Stefano Melegaro (Fdb Diesel Ecodem) km 111 in 2h27’media 45,306 km/h2. Giacomo Vezzani (Signori Guazzolini Cora)3. Sebastiano Dal Cappello (Ausonia Csi Pescantina)4. Ivan Balykin (Stella Alpina Renazzo)5. Gianluca Mengardo (La Torre)6. Mirco Maestri (Airone)7. Davide Marinucci (Di Federico Notari)8. Sonny Corona (Andreotti Auto Tecnoplast)9. Federico Farinotti (Team Airone)10. Luca Matteazzi (Saros Imp.Sandrigo Sport).il Mondo del Ciclismo n.4319


CRONACHE DELLE GAREil Mondo del Ciclismo n.4320Pista - XVII Torneo Pista Picenodi Paolo PiazziniASCOLI PICENO - Festatricolore al Velodromo Comunaledi Ascoli Piceno conla disputa della 3^ ed ultimaProva del “XVII° Torneo PistaPiceno - 5° Memorial MammaAve “ con la quale si è conclusaquesta tradizionale e qualificataChallenge della Pista, validaanche per il “1° MemorialIvo Brandimarte” ed organizzataa puntino dal Team AssopistaCeci, sotto la guida diAlfonso Ceci e dei figli Claudioe Vincenzo, quest’ultimonoto ex-tricolore e più volteazzurro ad alti livelli.E’ stata una festa tricoloreperché questa riunione è servitaanzitutto per festeggiarei diversi talenti del Team CeciDreambike che quest’annohanno fatto bottino di titoliitaliani e di maglie tricolori,portando in auge come nonmai il sodalizio ascolano, datanti anni concentratissimonell’attività su pista, esaltandoin particolare l’appassionata ecapace opera del tecnico VincenzoCeci. I giovani del teamascolano che hanno conquistatole maglie tricolori sonoRino Gasparrini, ben tre voltecampione italiano tra gli allievi,nella velocità, nel keirin enell’americana a coppie (oltreche secondo nelle velocità asquadre); Luca Ceci, due voltecampione italiano nel km dafermo e nella velocità a squadreopen (oltre che terzo nelkeirin e nella velocità open);Francesco Ceci, campione italianovelocità a squadre open(oltre che quarto nella velocitàe nel keirin open), Daniele Neroni,campione italiano nellavelocità a squadre juniores (oltreche secondo nel Km da fermo,terzo nella velocità e terzonel keirin juniores e inoltreottavo ai Mondiali di Città delCapo nell’omnium juniores).A questi va aggiunto DavideCeci, vicecampione italianoUna festa tricoloreLa terza e ultima prova del challenge è servita anzituttoper festeggiare i diversi talenti del Team Ceci Dreambikeche hanno fatto incetta di titoli nazionalinella velocità a squadre allievi(in coppia con Gasparrini).Ricordiamo infine che neCampionati Europei juniorese under 23, svoltisi dal 3 al 7settemnre a Prutskov, in Polonia,Daniele Neroni ha conseguitoun quarto posto nel km.da fermo ed un settimo nellavelocità a squadre junioresmentre Luca e Francesco Cecisi sono classificati all’ottavoI CAMPIONI D’ITALIA DEL TEAM CECIESORDIENTIVelocità: 1. Dell’Onte Michael (S.C. Pesarese);2. Marti Paolo (Team Ceci Dreambike); 3.Occhialini Matteo (S.C. Pesarese).Corsa a punti:1. Catena Francesco (S.C. PedaleChiaravallese); 2. Dell’Onte Michael (S.C.Pesarese); 3. Borelli Andrea (idem).ALLIEVIVelocità:1. Gasparrini Rino (Team CeciDreambike); 2. Ceci Davide (idem); 3. MalavoltaMarco (idem).Inseguimento a coppie:1. Ceci Davide -Gasparrini Rino (Team Ceci Dreambike); 2.Barigelli Giacomo - Di Luca Graziano (S.C.Pedale Chiaravallese); 3. Malavolta Marco (TeamCeci) - Muscianese Moreno (G.S. DIFO FIAT).Keirin:1. Gasparrini Rino (Team CeciDreambike); 2. Ceci Davide (idem); 3. MalavoltaMarco (idem).UNDER 21/JUNIORESVelocità: 1. Ceci Luca (Team Ceci Dreambike); 2.Ceci Francesco (idem); 3. Neroni Daniele (idem).Giro lanciato:1. Ceci Luca (Team CeciDreambike); 2. Neroni Daniele (idem); 3. Ceciposto nella velocità a squadreUnder 23.Per quanto riguarda i risultatidella riunione valida per la3^ ed ultima prova del “XVII°Torneo Pista Piceno, sono dasottolineare le triplette realizzatedal tre volte tricoloreRino Gasparrini, nella velocità,nel keirin e nell’inseguimentoa coppie allievi, conDavide Ceci, e di Luca Ceci,Ordine di arrivonella velocità, nel giro lanciatoe nel keirin juniores/under 21.Nella categoria degli Esordientihanno centrato delle bellevittorie Michael Dell’Onte,della S.C. Pesarese, nella velocità,e Francesco Catena, dellaS.C. Pedale Chiaravallese, nellacorsa a punti.Con la conclusione del challenge,le vittorie finali sono andatea Michael Dell’Onte, dellaS.C. Pesarese, tra gli esordienti,a Stella Tomassini, del G.S.Potentia 1945, tra le donne allieve,a Rino Gasparrini, delTeam Ceci Dreambike, tra gliallievi, e a Luca Ceci, anche luidel team ascolano, tra gli juniorese under 23. Il trofeo perle società è stato conquistatodal Team Ceci Dreambike diAscoli P. davanti alla S.C. Pesaresee alla S.C. Alma JuventisFano.Francesco (idem).Keirin: 1. Ceci Luca (Team Ceci Dreambike); 2.Ceci Francesco (idem); 3. Neroni Daniele (idem).Classifiche finaliSuperpistard 2008:ALLIEVI: 1. Gasparrini Rino (Team CeciDreambike) p.64; 2. Ceci Davide idem) p. 42; 3.Malavolta Marco (idem) p.37.ESORDIENTI 1° E 2° ANNO:1. Dell’OnteMichael (S.C. Pesarese) p.44; 2. Borelli Andrea(idem) p.29; 3. Marti Paolo (Team CeciDreambike) p. 19.JUNIORES/F: 1. Marucci Valeria (G.S. Potentia1945).ALLIEVE/F: 1. Tomassini Stella (G.S.Potentia19 45) p.20; 2. Colotti Noemi (idem) p.12; 3.Mitillo Miriana (Club Corridonia OTM).CLASSIFICA SOCIETÀ:1) Team Ceci Dreambike p.383; 2) S.C. Pesaresep.133; 3) S.C.Alma Juventus Fano p.106; 4) S.C.Pedale Chiaravallese p.79; 5) G.S. Potentia 1945p. 36; 6) G.S.DIFO FIAT p. 18.


FEDERAZIONE CICLISTICA ITALIANANorme perla realizzazione,la ristrutturazionee l’omologazionedi impianti per il ciclismoCircuiti ciclabili - ciclodromiLe piste BMXCommissione Impianti della F.C.I.


F.C.I. NORME IMPIANTI CICLISMOIndice1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE pag. II2. DEFINIZIONI E CLASSIFICAZIONE pag. II3. ASPETTI GENERALI pag. III4. NORME SPECIFICHE pag.III5. I CIRCUITI CICLABILI pag. III6. LE PISTE DI B.M.X. pag. VIIALLEGATI:Richiesta per l’omologazione di impianti;Mod. di rilevamento (MOD. OM.01/07) - Caratteristiche generali e tecniche dell’impianto;Mod. di rilevamento (MOD. OM.02/07) - I circuiti ciclabili;Mod. di rilevamento (MOD. OM.03/07) - Le piste di B.M.X.;Verbale di omologazione (F.C.I.).il Mondo del Ciclismo n.43II1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONEGli impianti sportivi dovranno essere conformi:• Alle norme di legge che sotto qualsiasi titolo regolanola loro progettazione, costruzione ed esercizio,con particolare riferimento a quelle di sicurezza, igiene,superamento delle barriere architettoniche, ecc.• Al Regolamento Tecnico della Federazione CiclisticaItaliana (R.T. - F.C.I.) redatto in conformità dell’art.8dello Statuto Federale ed alle norme in materia emanatedall’Unione Ciclistica Internazionale, in relazione al livellodi attività previsto, sia per quanto attiene le caratteristichedimensionali, costruttive ed ambientali deglispazi destinati alla pratica sportiva, che per la dotazionee le caratteristiche delle attrezzature fisse e mobili.• Alle norme C.O.N.I.• Alle norme commerciali U.N.I. Sport.• Alle norme relative all’edilizia sportiva scolasticaper gli impianti ad essa spettanti.Le presenti norme hanno lo scopo di individuare livelliminimi qualitativi e quantitativi da rispettare nella realizzazionedi nuovi impianti sportivi, ovvero nella ristrutturazionedi quelli esistenti, ai fini anche della loroomologazione.Per lo svolgimento di gare o manifestazioni sportive si applicano,in quanto prevalenti, le norme previste dal R.T.-F.C.I.2. DEFINIZIONI E CLASSIFICAZIONE2.1 IMPIANTI DI ESERCIZIOSono classificati impianti di esercizio gli impianti di interessesociale e promozionale destinati anche all’attivitàagonistica per le diverse discipline (R.T. - F.C.I.).In generale, queste tipologie d’impianti, presentano:• Requisiti minimi sulle dimensioni e le caratteristichedegli spazi di attività;• Dotazioni di servizi ridotte o anche annullate, ovverorelative funzioni sostituite da altre strutture (sportive)anche a carattere non sportivo;• Impianti tecnici ridotti e limitati a quelli strettamenteindispensabili alla funzionalità ed all’igiene.Queste tipologie d’impianti saranno richiamati in seguitocon riferimento alle diverse discipline sportive, definendonei requisiti e livelli di dotazione ed impianti.2.2 IMPIANTO PROTETTOSi intende con tale definizione l’impianto delimitato artificialmente(recinzioni di vario tipo) o naturalmente(fiumi, torrenti, fossati pendii, ecc.) in modo da consentirela pratica sportiva in condizioni di massima sicurezzae senza alcuna interferenza con altri tipi di mobilitàurbana (pedonale o carrabile).La recinzione esterna sarà realizzata in conformità allanorma U.N.I. 10121 (parte seconda, punto 3.6) con altezzanon inferiore a m. 2,50.2.3 GARACon il termine gara deve intendersi la manifestazionesportiva svolta a livello agonistico, generalmente conpresenza di pubblico spettatore, disciplinata dal “RegolamentoTecnico dell’attività agonistica” della FederazioneCiclistica Italiana.


F.C.I. NORME IMPIANTI CICLISMO3. ASPETTI GENERALI3.1 LIVELLO DI PRATICAIn fase di nuova progettazione o di ristrutturazione di unimpianto sportivo, si deve tenere conto del reale utilizzodell’impianto secondo i criteri fissati dal R.T. - F.C.I.(art. 12 e 13); si individuano i seguenti tipi di impianti:• Impianto per attività promozionale;• Impianto per attività agonistica.3.2 ASPETTI PROGRAMMATORIUn corretto dimensionamento dell’impianto presupponeun rapporto equilibrato tra la capacità di offerta e leesigenze sportive e sociali del bacino di utenza.Si tratta in pratica di elaborare un piano di utilizzo edeconomico gestionale in cui ci sia corrispondenza tra leore-sport erogabili dall’impianto e quelle oggettivamenterichieste dalla domanda potenziale (popolazione) edespressa ( utenti tesserati);ciò tenendo conto degli impianti già esistenti. Se tale equilibrioè verificato, l’investimento appare correttamente finalizzatoed anche i costi di gestione sono ragionevolmenteammortizzabili con un piano di entrate prevedibili.3.3 LOCALIZZAZIONEL’impianto sportivo dovrà essere adeguatamente inseritonel contesto ambientale ed integrato con le infrastrutturedei servizi presenti nel territorio e consentire losvolgimento dell’attività sportiva in condizioni d’igiene esicurezza per tutti gli utenti.Nella scelta dell’area dovranno essere tenute in considerazione,oltre alle esigenze di pratica sportiva, quelle connesseall’accessibilità e fruibilità (viabilità, aree di sosta, ecc.).4. NORME SPECIFICHEPREMESSAOgni spazio destinato all’attività sportiva dovrà consentirelo svolgimento della pratica sportiva in condizioni disicurezza per gli utenti, tenendo conto delle esigenzeconnesse ai diversi livelli di pratica sportiva.5. I CIRCUITI CICLABILII circuiti ciclabili aventi le caratteristiche di seguito indicate,realizzate sia all’interno di parchi (urbani ed extraurbani) che di complessi o impianti sportivi, ovverocomplessi scolastici, corrispondono alla classificazionedi impianti di esercizio (art. 2.1).I circuiti dovranno risultare protetti (art. 2.2); sarannodi forma “chiusa”, ovvero con un unico “punto generatore”(partenza e arrivo) realizzato in vicinanza ai servizidi supporto.I circuiti saranno tipologicamente caratterizzati da formead andamento variabile (tratti rettilinei e curve), dipendentidalle condizioni del luogo (presenza di alberature,andamento del terreno, ecc.)I circuiti potranno comprendere anche la presenza di:• Un pistino, tipo velodromo, di lunghezza minima dim.166,66 e larghezza non inferiore a m.6,00; le ulterioricaratteristiche geometriche sono dettate dal R.T. - F.C.I.Nel presente caso dovranno essere previsti tratti ciclabilidi collegamento con la restante parte del circuito;• Deviazioni finalizzate a creare variabili di percorso,ovvero a creare andamenti alternativi più confacentialle caratteristiche del circuito stesso (tecnica di ciclismo);ogni deviazione con relativo innesto sul circuitodeve comportare la realizzazione di una specificasegnaletica verticale di sicurezza (art. 5.4);• Scavalcamenti del percorso con sottopassi o soprapassi,giustificabili in quanto sia funzionali all’andamentodel percorso che dipendenti dalle ridotte misuredell’area dell’impianto; anche gli scavalcamentidevono essere preventivamente segnalati (art. 5.6).Si identificano le seguenti tipologie di circuito:• In sede riservata o autonoma: uso riservato ai ciclisti;• Ad uso promiscuo: compatibilmente con altre disciplinesportive (pattinaggio, ecc.).Nel secondo caso si esclude la contemporaneità sull’utilizzodello spazio di attività.Il percorso dovrà essere utilizzato con unico senso dimarcia (monodirezionale) onde garantire condizioni disorpasso in sicurezza.Questi impianti di esercizio (art.2.1) saranno caratterizzatidallo spazio di attività e dai servizi minimi di seguitoindicati:• Servizi di supporto per gli atleti (w.c. uomini e donne,locale di pronto soccorso, locale direzione - informazionee segreteria, area di sosta ambulanze, magazzino attrezzi,locale per deposito biciclette/officina, segnaleticaverticale, punto di ristoro, area di parcheggio);• Servizi di supporto per il pubblico (w.c. uomini edonne, w.c. disabili, tribuna, parcheggio);• Dotazioni accessorie (fontanella, punti sosta, portabiciclette);• Dotazioni aggiuntive (impianto di illuminazione).5.1 VELOCITA’ DI PROGETTOE TEMPI DI PERCORRENZAPer velocità di progetto deve intendersi la velocità in funzionedella quale è progettato un determinato percorsoil Mondo del Ciclismo n.43III


F.C.I. NORME IMPIANTI CICLISMOil Mondo del Ciclismo n.43ciclabile, ai fini sia delle distanze di arresto che di visualelibera. Va definita tronco per tronco, considerato che i ciclistiin pianura marciano in genere alla velocità di 20/25Km/h e che in discesa con pendenza del 5%, per lunghitratti, possono raggiungere velocità anche superiori a 40Km/h. Nella valutazione delle distanze di arresto va tenutoconto di un tempo di percezione di 2.5 sec., nonchédi un coefficiente di aderenza con valore non superiorea 0,35, in condizioni di fondo asciutto (Legge n.208/91 -Circ. P.C.M. n.432 del 31.03.1993, artt. 3.1,3.2).In generale, altri fattori contribuiscono a determinare lavelocità di progetto, quali ad esempio:• L’area disponibile;• L’età e la categoria dell’utente;• Le caratteristiche del mezzo;• Il disegno e l’andamento del percorso (tratti in discesae salita);• Il tipo di pavimentazione;• I raggi di curvatura;• Le condizioni climatiche;• La presenza di venti dominanti.5.2 DIMENSIONI - CARATTERISTICHE E PENDENZEIl circuito dovrà avere le seguenti dimensioni e caratteristiche:• Lunghezza minima di m. 500, misurata lungo l’asse dimezzeria della pista ;• Lunghezza massima di m. 2.000, misurata c.s.;• Larghezza minima di m. 4,00;• Larghezza minima della sede nel tratto prima e dopol’arrivo di m. 5,00;• Fasce di rispetto di m. 3,00;• Pendenza massima longitudinale ammissibile perbrevi tratti 5%;• Pendenza trasversale non superiore al 2%;• Raggio minimo di curvatura consigliato di m. 15,00;• Sopraelevazione in curva compresa tra il 2% e 10%;• Ampliamento della larghezza trasversale nelle curvea raggio corto in rapporto ai valori di sopraelevazionesuindicati.Il circuito deve avere necessariamente:• Un tratto rettilineo successivo alla partenza minimodi m. 50;• Un tratto rettilineo prima dell’arrivo di m. 150;Non sono consentite curve a raggio corto né dopo ilrettilineo di partenza né prima del rettilineo di arrivo.I passaggi tra curve continue ed a senso alternato devonopresentarsi sufficientemente agevoli e non devonocomportare bruschi spostamenti dell’assetto normaledel ciclista nel seguire la linea ideale di percorrenza.Le zone del circuito con cambiamenti di pendenze trasversalinon dovranno presentare scalini ed essere opportunamenteraccordate da superfici di collegamento.Soluzioni in condizioni di sicurezza dovranno essereadottate in presenza di deviazioni del circuito (in corrispondenzadel punto di intersezione tra il bordo esternodella deviazione ed il restante bordo coincidente), evitandola presenza di salti o avvallamenti repentini neltratto rettilineo che possano costituire pericolo.5.3 PAVIMENTAZIONEIn linea generale, la pavimentazione dovrà rispondere aiseguenti requisiti:• Avere la massima regolarità di superficie costante;• Il piano di fondazione dovrebbe consentire lo smaltimentodelle acque di infiltrazione meteoriche entroun limite massimo di 30 minuti sulla base delle precipitazionilocali con durata compresa tra i 15 e 30 minutie comunque per una precipitazione non inferiorea 100 litri/secondo per ettaro. In presenza diterreno non drenante, dovranno essere adottate idoneemisure di smaltimento dell’acqua all’interno dellefasce di rispetto (art. 5.4), con soluzioni in grado digarantire la sicurezza per i ciclisti;• Nei tratti rettilinei va garantita almeno una pendenzatrasversale e costante non superiore al 2%.• In presenza di eventuali movimenti della soletta percause diverse, ad esempio presenza di radici, dovrannoessere adottati, successivamente all’eliminazionedella causa, provvedimenti idonei di salvaguardia (adesempio cordoli in c.a.); qualsiasi opera dovrà esserecontenuta al di sotto del piano di campagna contiguoalla pavimentazione (almeno cm. 10) e fino ad una distanzadi m.1,50 dal bordo;• In riferimento al tipo di pavimentazione ed alle relativenorme di esecuzione, può essere necessario prevederelungo il percorso idonei giunti di dilatazione opportunamentedistanziati.Le pavimentazioni sportive, in linea di massima, possonoessere classificate:• In conglomerati cementizi compatti;• In conglomerati bituminosi asfaltosi normali;• In sintetico.In sede di realizzazione, le pavimentazioni suindicatesaranno posate in opera secondo le proprie specificità, lecaratteristiche dei componenti (fondazioni, strati drenanti,ecc.) ed in osservanza delle indicazioni fornitedalla ditta produttrice.Occorre prevedere lungo i bordi delle strisce di marginedi larghezza cm.12 di colore adatto alla percezionedel campo visivo del ciclista, da realizzare con vernici ditipo stradale.IVIn caso di presenza di venti dominanti, si consiglia di rea-


F.C.I. NORME IMPIANTI CICLISMOlizzare filari di alberi (decidui e conifere) lungo il percorsocon funzioni di frangivento e di protezione dalla pioggia.5.4 MISURE DI PROTEZIONE E SICUREZZA - ATLETIAi lati del percorso occorre prevedere una fascia di rispetto,piana, libera da qualsiasi ostacolo sia fisso chemobile, di larghezza non inferiore a m. 3,00, misuratadal bordo. Le fasce di rispetto saranno realizzate in continuitàe per quanto possibile, complanari con il percorso.Su tali spazi non dovranno figurare ostacoli, ad esclusionedella segnaletica verticale, se sufficientementegiustificata dalle condizioni del luogo (presenza di vincolitipo alberature, ecc); in tal caso occorre prevedereidonee protezioni.Lungo l’intero tracciato, all’esterno delle fasce di rispetto,deve essere prevista una segnaletica verticale (cartelli)indicante i tratti di percorso ove gli utenti devonoporre l’attenzione e provvedere in tempo utile alle proceduredi frenata in relazione alla velocità prevista.In particolare detti segnali devono consentire:• A richiamare l’attenzione;• Trasmettere un messaggio in modo chiaro e semplice;• Fornire un tempo di reazione adeguato;ed essere supportati , ove necessario, da scritte di avvertimento(adagio, curva pericolosa, ecc.).In merito alle caratteristiche dei simboli si può fare riferimentoa quelli di tipo stradale allo scopo di promuoverela formazione dei giovani in materia di comportamentostradale e di sicurezza nel traffico e nella circolazione.In generale:• Le frecce, che devono segnalare il tracciato da seguire,saranno collocate ad intervalli regolari per confermarel’esatta direzione ai corridori;• Le frecce devono essere collocate alla destra dei corridori,con esclusione delle curve a destra per le qualisaranno poste prima della curva e sul lato sinistro dellastessa;• Ogni tratto potenzialmente pericoloso (incrocio, attraversamento,curva, sottopasso, ecc.), dovrà esserepreavvisato da un’apposito segnale posto su tratto rettilineodi lunghezza non inferiore a m. 50, a distanzanon inferiore a m.15 dal punto potenzialmente pericoloso,e da altro segnale collocato in corrispondenzadello stesso tratto.Si forniscono alcune ulteriori indicazioni minime sullasegnaletica riprese dalla normativa C.N.R. (Dir. 26/06/95art.36, D.L.293/92).:• Distanza di percezione m.15;• Campo di leggibilità m.28 (scritte) m.15 (simboli);In occasione di gare ed in particolare nei punti di maggiorpericolo, occorre prevedere la presenza di un serviziod’ordine con numero di addetti sufficiente a garantireun adeguato servizio di controllo. Il personale dovràessere dotato di ricetrasmittenti e bandiere di segnalazionedi colore giallo da utilizzare al verificarsi di un incidente.5.5 MISURE DI PROTEZIONE E SICUREZZA -PUBBLICOIn generale, gli spazi riservati al pubblico dovranno rispondereai seguenti criteri:• Non interferire con i percorsi e spazi destinati allapratica sportiva;• Avere accessi e percorsi riservati e controllati;• Essere delimitati;• Essere collegati, tramite percorsi, con i servizi (biglietteria,uffici, servizi igienici, ristoro).La zona destinata al pubblico spettatore sarà costituitada una apposita struttura (tribuna) da realizzare in prossimitàdel punto di partenza e/o di arrivo della pista concapienza massima non superiore a 100 posti a sedere.Questa struttura dovrà rispondere alla vigente normativadi sicurezza.Le caratteristiche costruttive e distributive dovrannoconsentire l’agevole movimentazione del pubblico, eduna confortevole visione dello spettacolo sportivo; dettecondizioni si intendono soddisfatte se le tribune sonoconformi alla norma U.N.I. SPORT 9217.Occorre prevedere in prossimità delle tribune punti sostaper il pubblico disabile motorio ubicati in manierada permettere con facilità la visione dello spettacolosportivo.In caso di circuiti con sviluppo superiore a m. 500 e conpresenza e/o mobilità di pubblico all’interno dell’areadell’impianto, occorre prevedere lungo i lati del percorsoed all’esterno delle fasce di rispetto la realizzazione dibarriere, costruite con materiale privo di spigoli e comunquetale da non costituire pericolo per gli utenti, capacidi sopportare sollecitazioni statiche e dinamicheconseguenti ad un uso normale ed accidentale; dettebarriere avranno un’altezza non inferiore a m.1,10, edessere conformi per caratteristiche dei materiali e resistenzaalle sollecitazioni, alla norma U.N.I. SPORT10121 (seconda parte, n.3.6).Nei luoghi di maggior affollamento, affluenza e mobilitàdel pubblico, si consiglia di realizzare una cartellonisticacon funzione di segnaletica indicante lo schema planimetricodell’area dell’impianto con rispettivi spazi funzionali,attraversamenti, servizi, ecc., e relativa legenda.5.6 ATTRAVERSAMENTI OBBLIGATIIn generale, sono da escludere qualsiasi tipo di attraversamentolungo il circuito.Sono consentiti:il Mondo del Ciclismo n.43V


F.C.I. NORME IMPIANTI CICLISMO• Attraversamenti a raso, da realizzare in condizioni disicurezza ed in numero strettamente indispensabile alleesigente di funzionamento ed uso dell’impianto (manutenzione,soccorso); ogni punto di attraversamento, costituitoda due varchi accompagnati da apposita segnaletica,durante lo svolgimento della pratica sportiva alivello agonistico dovrà essere controllato da personaleaddetto (una unità x varco). I varchi dovranno averelarghezza non inferiore a m. 1,20, in caso di presenza dipubblico e m.3,50 per il passaggio di automezzi. Prima edopo il varco va previsto, nel senso possibilmente ortogonaleal percorso, un tratto di pavimentazione dellostesso materiale utilizzato per il circuito, complanare enon discontinuo con il circuito stesso, di lunghezza minimadi m. 5,00 e di larghezza pari alla dimensione delvarco.Gli attraversamenti dovranno essere realizzati a distanzaminima di m.50 dall’inizio dei tratti rettilinei. Non sonoconsentiti attraversamenti in curva.• Sottopassi e soprapassi sono giustificati da esigenze dipratica sportiva (intersezioni sullo stesso tracciato ciclistico).Dette strutture dovranno avere le seguenti caratteristiche:• Altezza libera minima m.2,50;• Larghezza minima m.5,00;• Rampe con pendenza massima dell’8%;• Pavimentazione antisdrucciolo;• Barriere di protezione (art. 5.5) estese a tutta la lunghezza,di altezza compresa tra m.1,50 e m.2,00.• Gli spigoli in entrata del sottopasso dovranno essereopportunamente protetti con materiale idoneo (balledi fieno, tappeti, ecc.) e posizionato in maniera danon limitare la larghezza del percorso.5.7 SERVIZI DI SUPPORTO - ATLETI E PUBBLICO5.7.2 Servizi igienici atleti/personale/pubblico/disabiliOccorre considerare la seguente dotazione minima:• N. 2 WC nei servizi uomini;• N. 2 WC nei servizi donne.• N. 2 lavabi.DISABILI• Almeno un WC nei servizi uomini o donne dovrà essereaccessibile ai disabili motori.In assenza, si dovrà fare riferimento a soluzioni alternative(cabine con WC chimici) o, in sostituzione, alle normeC.O.N.I., applicabili per i soli aspetti progettuali.5.7.3 Pronto soccorso e locale antidopingIl locale pronto soccorso non va previsto qualora ricorranole condizioni di cui all’art. 5.7, primo comma.In caso di assenza delle suddette condizioni, occorre garantirei seguenti requisiti:• Le dimensioni degli accessi e dei percorsi dovrannoessere tali da consentire l’agevole passaggio di una barella.• Le dimensioni del locale dovranno consentire lo svolgimentodelle operazioni di pronto soccorso; si consigliauna superficie netta non inferiore a m 2 9 con dimensioniminime non inferiori a m 2.50,possibilmente dotato di lavabo e W.C.• Il pronto soccorso deve essere dotato di un telefono,di un lavabo, di acqua potabile, di un lettino con sgabelli,di una scrivania con sedia e di quanto previstodalla normativa in materia.• Garantire le condizioni di igiene riferite alle normevigenti.il Mondo del Ciclismo n.43VII servizi di supporto, in genere (dall’art. 5.7.1 all’art.5.7.7), non vanno considerati nella realizzazione dell’impiantoqualora le stesse funzioni vengano assolte daaltre strutture, anche a carattere non sportivo, presentinelle immediate vicinanze dell’impianto ovvero dal puntodi maggior concentrazione degli atleti e del pubblico,coincidente generalmente con la zona di partenza e/od’arrivo.Negli spazi destinati a servizi di supporto dovranno esseregarantite le condizioni massime di sicurezza, di benessere,di igiene e di fruibilità da parte dei disabili motori.L’altezza interna dei locali non dovrà essereinferiore a m.2,40.5.7.1 Spogliatoi atletiGli spogliatoi atleti vanno previsti ove l’uso dell’impiantosia di tipo promiscuo. In tal caso si farà riferimento allespecifiche indicazioni dettate dalle Norme Tecniche oRegolamenti Federali delle altre discipline.In caso di gare, occorre prevedere la presenza di un’autoambulanzaattrezzata per la rianimazione con presenzadi un medico e del necessario personale paramediconel numero minimo di tre unità sufficientementespecializzate ed un locale per accertamenti anti-doping,di superficie non inferiore alle misure minime previsteper il pronto soccorso; tale locale può eventualmentecoincidere con quello del pronto soccorso. Il numerodelle autoambulanze dovrà essere ragionevolmente incrementatoin rapporto alle dimensioni del circuito o serichiesto dagli organizzatori o responsabili della manifestazione.5.7.4 Informazioni, direzione e segreteriaIn assenza delle condizioni di cui all’art. 5.7, primocomma, le relative dimensioni saranno rapportate alleeffettive esigenze funzionali. Si consiglia una superficienetta non inferiore a m2 9 con dimensioni minime noninferiori a m 2.50, dotato di locale W.C., lavabo ed anti- W.C.


F.C.I. NORME IMPIANTI CICLISMO5.7.5 Magazzino attrezzi e manutenzioneIn caso di assenza di funzioni assicurate da altre struttureanche a carattere non sportivo (art. 5.7, primo comma),il deposito attrezzi dovrà essere ubicato in prossimitàsia dello spazio di attività che dell’accessoall’impianto ed essere dimensionato sulla base delle esigenzedi movimento del personale, dei materiali e delleattrezzature necessarie alla conduzione e manutenzionedell’impianto stesso.5.7.6 Locale deposito biciclette/officinaIn caso di assenza delle condizioni di cui all’art. 5.7, primocomma, occorre prevedere un locale di dimensioniadeguate alle esigenze dell’utenza sportiva e di funzionalitàda destinare a deposito biciclette ed officina meccanica.5.7.7 Dotazioni accessorieL’impianto dovrà essere dotato di almeno una fontanella,un punto di ristoro ubicato nelle vicinanze dell’accessoall’impianto. Per circuiti di dimensioni maggiori am.600, occorre prevedere, almeno ogni Km. circa, unpunto di sosta (minimo mq. 4,00) sufficientemente riparatodagli agenti atmosferici (pioggia e vento) da realizzareoltre la fascia di rispetto.Si deve prevedere anche una dotazione minima di portabiciclettecorrispondente alla capacità massima diutenti sportivi.5.7.8 Dotazioni aggiuntiveIn relazione alle esigenze d’uso, si può prevedere la realizzazionedi un impianto di illuminazione artificialee relativa illuminazione di emergenza aventi le seguenticaratteristiche minime:• Illuminamento medio (lux) 300;• Ill. minimo/ Ill. medio 0,4;• Illuminamento specifico (lux) per fotofinish 2000.Gli illuminamenti si intendono sul piano orizzontale,coincidente con la superficie dello spazio d’attività.Il rapporto tra illuminamento orizzontale ed illuminamentoverticale dovrà essere compreso tra 0,5 e 2.Gli impianti di illuminazione dovranno essere realizzatiin modo da evitare fenomeni di abbagliamento per i praticantie gli spettatori.L’impianto di emergenza deve consentire la graduale sospensionedella pratica sportiva in condizioni di sicurezzae comunque in grado di assicurare un livello di illuminamentonon inferiore al 10% dei valori minimi previstie per una durata non inferiore a 5 minuti.5.7.9 Conduzione e manutenzioneLe operazioni di conduzione (pulizia, controlli, ....) e manutenzioneordinaria, derivanti dalle specifiche caratteristichedello spazio di attività, dovranno risultare facilmenteeseguibili, con tempi di esecuzione contenuti,limitato impiego di personale ed eseguibili con l’uso diidonei strumenti ed attrezzature.5.7.10 Aree di parcheggio atleti / personale / pubblico / disabiliIn relazione alla destinazione ed al livello di pratica sportiva,dovranno essere previste adeguate aree da destinarea parcheggio dei veicoli per il trasporto individualee collettivo degli utenti da dimensionare in base alle vigentidisposizioni di legge ed ai Regolamenti Comunali.Dette aree saranno dimensionati di massima:• Cicli e motocicli: n.1 utente - mq.3;• Autovetture: n. 3 utenti - mq.20;• Autopulmann: n. 60 utenti - mq.50.Dovranno inoltre essere previste aree di parcheggio riservateai disabili motori (portatori di handicap su sediaa rotelle) conformi alle vigenti norme. Orientativamenteun posto di parcheggio per disabili ogni 1200spettatori. I disabili devono avere possibilità di accessoall’impianto ed ai relativi servizi con l’adozione di misurein riferimento alle norme sulle barriere architettoniche.In occasione di gare o manifestazioni sportive, deve essereprevista, in prossimità dell’impianto, un’area destinataalla sosta per l’autoambulanza.Dovrà inoltre essere consentito l’accesso all’impianto diautomezzi dei VV. FF. con le seguenti dimensioni e caratteristicheminime:• Larghezza m.3,50;• Altezza libera m. 4,00;• Raggio di volta m. 13,00;• Pendenza non superiore al 10%;• Resistenza al carico: almeno tonn.20.6. LE PISTE DI B.M.X.Anche questi impianti, come le piste ciclabili, possonoessere realizzati sia all’interno di parchi (urbani ed extraurbani) che di complessi o impianti sportivi, ovverocomplessi scolastici.Il B.M.X. è un’attività ciclistica praticabile su terreni conandamento altimetrico variabile. In zone pianeggianti,tali requisiti vengono garantiti dalla realizzazione in modoartificiale di variazioni altimetriche del percorso etratti tecnici (cunette, dossi, curve paraboliche, ostacoliartificiali, ecc.).Essendo il B.M.X. una disciplina basata sulla velocità,abilità e destrezza, può ritenersi un’attività propedeuticaal M.T.B.Le piste di B.M.X., con sviluppo minimo del percorso dim. 250, e con una superficie minima complessiva di rife-il Mondo del Ciclismo n.43VII


F.C.I. NORME IMPIANTI CICLISMOil Mondo del Ciclismo n.43VIIIrimento di mq. 5.000, aventi le dotazioni e caratteristichedi seguito indicate, possono essere classificate comeimpianti di esercizio (art. 2.1)Le piste di B.M.X. dovranno risultare protette (art. 2.2).Le piste di B.M.X. per l’attività agonistica saranno caratterizzateda uno spazio di attività e dalle dotazioni minimedi seguito indicate:• Servizi di supporto per gli atleti (rampa di partenza,quartiere corridori, paddock, parc-fermè, unità dicontrollo gara, w.c. uomini e donne, locale di prontosoccorso, locale direzione - informazione e segreteria,area di sosta ambulanze, magazzino attrezzi emanutenzione, punto di ristoro, fontanella, area diparcheggio);• Servizi di supporto per il pubblico (w.c. uomini edonne, w.c. disabili, parcheggio);• Dotazioni aggiuntive (impianto di illuminazione).6.1 DIMENSIONI, TEMPI DI PERCORRENZAE CARATTERISTICHEPer le piste di B.M.X., di dimensioni comprese tra circam. 300 e m. 450, si può calcolare un tempo medio dipercorrenza di 35” (art. 148, punto 3, comma 1, del R.T.-F.C.I.)Si riportano di seguito indicate le caratteristiche della pistaregolamentate dalle norme vigenti (art. 143 punto 3del R.T. - F.C.I):• La pista deve avere una larghezza minima di m.10 allapartenza e di m. 8 sul resto del percorso.• La pista deve essere isolata dagli spettatori.• Il primo rettilineo compreso tra il cancello di partenzae la prima curva deve avere una lunghezza non inferiorea m.30.• La pista deve avere minimo tre curve; la prima ad almenom.30 dalla partenza, le altre ad almeno m.10 didistanza l’una dall’altra.• Gli ultimi m.10 devono essere rettilinei e senza ostacoli.• La linea d’arrivo deve essere chiaramente tracciata sulterreno.Per le tipologie di ostacoli, a titolo indicativo, si riportanodi seguito alcuni degli esempi più ricorrenti con lerelative misure:1. Speed - jump (salto veloce): dosso con altezza variabile(cm.50/90) e lunghezza proporzionata all’altezza(m. 1,80/2,30);2. Soft - jump (salto non impennante): variazione dellospeed - jump, permette una continuità di pedalatasenza particolari difficoltà; altezza del dossocm.0,60/0,80, lunghezza della pendenza inizialem.2,00 e finale m. 2,00/4,00;3. Step - jump (salto a sbalzo): dosso composto da untratto in salita (l. m. 1,30 x h. m.0,70), uno orizzontale(m. 0,80) , un altro in salita ed infine l’ultimo in discesa(l. m. 3,00 x h. m. 1,00/1,10);4. Long - step - jump (salto a sbalzo allungato): le misurerispettive ai tratti sono: in salita l. m. 3,00 x h., inpiano m.1,00, m. 0,80 e in discesa l. m. 6,00 x h. 1,50;5. Double - speed - jump (doppio salto veloce): si trattadi due dossi di lunghezza ognuno di m. 3,00, con altezzadiversa m. 0,50 e m. 0,90 e collocati a m.4,00l’uno dall’altro; riducendo la distanza a m.2,00 si consentedi scavalcare gli ostacoli con un salto unico; esisteanche la possibilità di avere più salti frequenti conincremento progressivo sia delle quote che delle distanze(Triple - jump); il Triple - jump ravvicinatoha la caratteristica di svilupparsi a quota non inferiorea m. 0,40 con tratto iniziale in salita di m.2,00, distanzaed altezza dei dossi rispettivamente di m. 0,30/0,50e m. 0,20 e tratto in discesa di m.4,00;6. Douple - top - jump (doppio salto elevato, simmetrico):dossi posti a vicina distanza con variabilità di quote(I° tratto, l. m. 3,50/3,75/4,00 x h. m.1,00/1,50/2,00;cunetta centrale, l. m. 2,00/2,50/3,00 x h. minima di m.0,30/0,60/0,90 e massima m. 0,50/1,00/1,50 e II° trattoin discesa di l. m.5,50/5,75/6,00 x h. come il I° tratto);esiste anche una soluzione con variante asimmetricadove i dossi hanno diversa altezza ed il secondo è quellopiù basso;7. Table - top (piano alto): può essere inteso come variazionealtimetrica del percorso; si giunge a quotam.1,60/1,80 con una rampa di l. m.2,00, si continuasempre in quota per m.3,00/4,00 e poi si scende conpendenza meno ripida; una alternativa è il Two - flattop- jump, dove è presente inizialmente un tratto inpiano di lunghezza ed altezza inferiore al successivo;8. Triple - mogul - jump: ha la caratteristica di presentarsicome l’accostamento di due Triple - jump affiancatisul percorso, sfalzati e con n. 3 dossi di diversa altezza(se uno dei due presenta due dossi alti ed il centrale basso,l’altro, due dossi bassi ed il centrale alto);9. Mogul - jump (salto mongolo): è formato da due Triple- mogul - jump, affiancati e sfalzati, aventi i dossidi uguale altezza (cm.50) e lunghezza (m. 2,00) e distanzatra gli stessi di m. 2,00.In sede di realizzazione, vanno garantite le caratteristichesia funzionali che geometriche degli ostacoli.Tutte le curve devono essere sopraelevate e realizzatetenendo conto della “direttrice ottimale di percorrenza”,in quanto elemento fondamentale per il raggiungimentodei migliori obiettivi con il minimo sforzo.RAMPA DI PARTENZASi riportano di seguito indicate le caratteristiche dellarampa regolamentate dalle norme vigenti(art. 143 delR.T - F.C.I);


F.C.I. F.C.I. SETTORE STRADA CALENDARIO 2009 2009Struttura Tecnica FederaleCalendario gareInternazionali e NazionaliStrada 2009Categorie: Elite Under 23, Donne Elite, JunioresCampionati Strada - CronoSETTIMANA TRICOLOREprove a cronometro il 20/21 giugnoprove su strada dal 24 al 28 giugnoOrg.: U.S. IMOLESE ASDPiazza Gramsci, 21 - 40026 IMOLA (bo)Tel. e Fax. 0542/29.105 - Cell. 335/79.15.464E-mail: virgilio.rossi@email.it - u.s.imolese@libero.itWebsite: www.coppaplacci.itCAMPIONATO ITALIANI STRADA ESORDIENTI e ALLIEVI M/FEsordienti M/F sabato 4 luglioAllievi M/F domenica 5 luglioOrg.: S.C. VALLI DEL NOCE ASDC.P. 87 - Via F. Filzi, 10 - 38023 CLES (TN)Cell. 335/256.367 - fax. 0463/42.13.19E-mail: gabrielenegher@alice.itCAMPIONATO ITALIANI CRONOMETRO ALLIEVI M/F(finale nazionale bracciale del cronoman) sabato 20 giugnoCAMPIONATI EUROPEI STRADA/CRONOMETROCategorie: Juniores M/F, Under 23 M/F dal 01 al 05 luglioBelgioCAMPIONATI DEL MONDO STRADA/CRONOMETROCategorie: Juniores M/F dal 07 al 09 agostoRussia - MoscaGIOCHI DEL MEDITERRANEOCrono M 30 giugnoStrada M/F 3 luglioItalia - PescaraCAMPIONATI DEL MONDO STRADA/CRONOMETROCategorie: Under 23, Donne Elite, Professionistidal 23 al 27 settembreSvizzera - Mendrisio


F.C.I. SETTORE STRADA CALENDARIO 2009ELITE - UNDER 23FEBBRAIO21 sab 85 a COPPA SAN GEO CL. 1.2 MEOrg.: GS SAN GEO (02 D 1186)Via Bariaga, 24 - c/o Trattoria alle Trote - 25085GAVARDO (BS)Tel. 0365/31.294 - fax: 030/69.00.260e-mail: giannipozzani@tiscali.itMARZO1 dom 33° TROFEO ZSSDI - CL. 1.2 MEUnione dei Circoli sportivi Sloveni in ItaliaOrg.: ASD G.C. KK Adria (05 W 0095)Strada per Longera, 269 - 34149 TRIESTETel. 335/61.40.379 - Fax. 040/911.275e-mail: kkadria@gmail.comWebdite: www.slosport.org/trofeozssdi/22 dom 49° GP SAN GIUSEPPE CL. 1.2 MEOrg.: ASD VELO CLUB MONTECASSIANO (09 M 0249)Via Garibaldi, 22 - 62010 MONTECASSIANO (MC)Tel./Fax 0733/598.321 - 59.99.25 - Cell. 339/440.15.48e-mail: veloclubmontecassiano@interfree.itWebsite: www.veloclubmontecassiano.it22 dom 14° MEMORIAL DANILO FURLAN CL.1.13Org.: SS MEMORIAL DANILO FURLAN (03 K 2214)Via Giorgio Perlasca, 20 - 31044 MONTEBELLUNA (TV)Tel. 0423/28.50.04 - Fax: 0423/28.90.62 - 28.90.6928 sab 13° TROFEO EDIL C CL. 1.2 MEOrg.: G.S. VIRTUS COLLECCHIO ASD (07 Z 1213)Via Ruffini, 4 - 43044 COLLECCHIO (PR)tel.e fax. 0521/80.51.77 - fax. 0521/30.11.20 -cell. 347/430.53.98 - e-mail: ludocarlo@katamail.com29 dom 43^ PICCOLA SANREMO CL. 1.12Org.: ASD UNIONE CICLISTICA SOVIZZO (03 A 0275)Via IV Novembre, 12 - C.P. 21- 36050 SOVIZZO (VI)tel.e fax.: 0444/55.15.04e-mail: info@ucsovizzo.it - www.ucsovizzo.itil Mondo del Ciclismo n.43ii7 sab 43° GIRO DELLE 3 PROVINCE CL.1.12Org.: DARI MEC INGRANAGGI (02 Y 0147)c/o DARI MEC, Via R. Emilia 23 - 20090 SEGRATE (MI)tel. 02/26.92.20.58 - fax: 02/21.32.433 -cell. 335/8082261 - e-mail: ch.dagnoni@darimec.com8 dom 33° TROFEO FRANCO BALESTRA CL. 1.2 MEMemorial GianPietro MetelliOrg.: S. PANCRAZIO CYCLING TEAM ASD (02 T 0725)Via Lancini, 2 - 25036 S. PANCRAZIODI PALAZZOLO S/O (BS)tel. 030/73.85.43 - 348/45.01.489 - fax. 0363/39.61.37e-mail: ldb2001@virgilio.it8 dom 58° GRAN PREMIO PRETOLA CL. 1.12Org.: A.S.D. “TEVERE” (10 U 0093)Via Forlì - 06131 PRETOLA (PG)tel. 075/500.73.89 - cell. 338/26.90.532 - fax 075/50.17.392e-mail: info@sportivatevere.com14 sab 10° CIRCUITO INT. DI CANEVA CL. 1.12Org.: GS CANEVA COL. SAN MARCO ASD (05 T 0021)Via Roma 51 - 33070 CANEVA (PN)tel/fax: 0434/79.178 - 79.014 - 79.086e-mail: tino.chiaradia@tin.it15 dom 94^ POPOLARISSIMA CL.1.12Org.: U.C.TREVIGIANI (03 B 0008)Porta San Tomaso - 31100 TREVISOtel/fax: 0422/41.14.43e-mail: uctrevigiani@libero.it - www.tuttotreviso.it15 dom 26° TROFEO ANTONIETTO RANCILIO CL.1.12Org.: G.S. RANCILIO A.P.D. (02 A 0261)Viale della Repubblica, 40 - 20010 VILLASTANZA DI P. (MI)tel. 0331/408.200 - fax. 0331/408.461e-mail: info@grupposportivorancilio.comWebsite: www.grupposportivorancilio.com21 sab MILANO - BUSSETO CL. 1.13Org.: A.S. PEDALE BUSSETANO (07 D 0067)Piazza G. Verdi, 1 - 43011 BUSSETO (PR)Tel./Fax 0524/91.761 - Cell. 338/42.91.677e-mail: marcelloconcari@tiscali.it29 dom 49° GP ARTIGIANI SEDIAI CL. 1.12E MOBILIERI DI GROSSOOrg.: BRUNERO ORGANIZZAZIONI ASD (01 R 1129)Via Andrea D’Oria, 6 - 10073 CIRIE’ (TO)tel. 011/92.08.186 - fax: 011/92.09.657 - Cell. 338/682.67.99e-mail: p.gugliermetti@libero.it -organizzazioni@gsbrunero.it - www.gsbrunero.itAPRILE5 dom 61° TR. BANCA POPOLARE DI VICENZA CL. 1.2 MUOrg.: ASD Ass.Cicl. COL SAN MARTINO (03 V 0118) U23Via Fontana, 131 - 31010 COL SAN MARTINO (TV)tel. 0438/98.70.09 - fax: 0438/98.70.02e-mail: accolsanmartino@libero.it5 dom 15° TROFEO ALTA VALLE DEL TEVERE CL. 1.12Org.: U.C. CITTA’ DI CASTELLO (10 N 0275)Via della Barca - 06012 CITTA’ DI CASTELLO (PG)tel. 075/855.96.70 - Cell. 340/051.86.67e-mail: info@unioneciclistica.it - www.unioneciclistica.it11 sab 5° M.O. ANGELO FUMAGALLI a.m. CL.1.12Org.: TEAM SPREAFICO VELO PLUS ASD (02 U 2607)Via V. Veneto, 8/B - 23896 SIRTORI (LC)tel/fax: 039/921.07.31 - e-mail: info@spreaficocicli.it13 lun 71° GIRO BELVEDERE DI VILLA CL. 1.2 MUDI CORDIGNANOOrg.: SOLVEPI - BONALDO - V.C. ORSAGO ASD(03 J 0087) U23Via Camparnei, 2 - 31010 ORSAGO (TV)tel. 0438/35.106 - 99.10.35 - fax. 0438/35.106 - 99.03.47e-mail: vcorsago@libero.it14 mar 34° CLASSICA DI COLBUCCARO CL.1.12Org.: C.A.M. CICL. ASSOCIATI MACERATESI (09 W 0055)c/o Scarponi Ernesto - Via Costantini, 88 - 62100 MACERATATel. 0733/283.727 - Fax 0733/49.23.23e-mail: scarponie@libero.it19 dom 65^ VICENZA BIONDE CL.1.12Org.: ASD UNIONE SPORTIVA BIONDE (03 R 0114)


F.C.I. SETTORE STRADA CALENDARIO 2009Via Bionde, 41 - 37056 BIONDE DI SALIZZOLE (VR)tel. 045/71.20.147 - fax: 045/71.21.088e-mail: filipposcipioni@tiscali.it19 dom 15° MEMORIAL GIGI PEZZONI CL. 1.13Org.: G.C. SAN SECONDO GIGI PEZZONI (07 M 0254)c/o Studio Catellani - via 20 Settembre,8 - 43017 S.SECONDO PARMENSE (Parma)tel. 0521/87.22.63 - cell. 335/75.03.565 - fax: 0521/37.15.12e-mail studio_catellani@catellanigiuseppina.191.it25 sab PORTO RECANATI - CINGOLI CL.1.12“2° TROFEO FRED MENGONI”Org.:G.S. RUOTE E CULTURA (09 F 0601)c/o Romagnoli Ass.zioni - C.P. 66 -62017 PORTO RECANATI (MC)Cell. 329/38.17.007 - Tel. 071/759.20.05 - Fax. 071/759.06.10e-mail: a.romag@alice.it - gsruoteecultura@alice.it25 sab 64° G.P. DELLA LIBERAZIONE CL. 1.2 MUOrg.: V.C. PRIMAVERA CICLISTICA (11 N 0816) U23Via Sapri, 16 - 00185 ROMAtel. 06/49.58.146 - fax: 49.58.144e-mail: primaveraciclistica@libero.itWebsite: www.primaveraciclistica.it26 apr/1 mag 34° GIRO DELLE REGIONI CL. 2. N - CUPOrg.: V.C. PRIMAVERA CICLISTICA (11 N 0816)26 dom 21° GRAN PREMIO CAMON CL. 1.12Org.: ASD SODALIZIO SANBERNARDINESE (07N1584)c/o Francesco Lanconelli - via Bartolotti,13 -48022 S.BERNARDINO (RA)Tel. 0545/77.024 - Fax. 0545/74.621 - e-mail: pezga@libero.itMAGGIO1 ven 39° TROFEO PAPA’ CERVI CL. 1.12Org.: ASD S.C. GATTATICO (07 G 0153)Via Valle, 2 - 42043 PRATICELLO DI GATTATICO (RE)tel/fax: 0522/47.70.13 - e-mail: sc.gattatico@tin.it1 ven LA CIOCIARISSIMA CL. 1.12Org.: A.S. CICLISTI SORANI (11 R 2589)Via Napoli, 12 - 03039 SORA (Frosinone)Tel./Fax: 0776/83.10.77 - e-mail: ciociarissima@libero.itWebsite: www.laciociarissima.supereva.it4 dom 43° CIRCUITO DEL PORTO - TR. ARVEDI CL. 1.2 MEOrg.: C.C. CREMONESE 1891 (02 V 0080)Via Agazzina, 6 - 26100 CREMONACell. 335/522.92.11 - Fax: 0372/45.20.76e-mail: ccc1891@cccremonese1891.comWebsite: www.cccremonese1891.com6 - 10 47° GIRO DEL FRIULI VENEZIA GIULIA CL. 2.2 MEOrg.: A.S.D. GS GIRO CIC. DEL FRIULI V.G. (05 L 0257)Via Ratchis, 3 - 33043 CIVIDALE DEL FRIULI (UD)Cell. 348/30.75.076 - Fax. 0432/73.03.64e-mail: girofriuliveneziagiulia@gmail.comWebsite: www.girofriuliveneziagiulia.it10 dom 22° G.P. INDUSTRIE DEL MARMO CL. 1.2 MEOrg.: ASD SC F. COPPI CARRARA (08 U 0713)Via Carducci, 11 - 54033 CARRARAtel. 0585/84.20.01 - Cell. 335/53.20.649 - fax: 0585/84.51.83e-mail: ciclobruno@hotmail.com17 dom 74^ COPPA CAIVANO CL. 1.12Org. USB CAIVANESE “MARIO FARAONE” (13 Q0013)C.so Umberto 205 - 209 - 80023 CAIVANO (NA)tel. 081/83.12.300 - fax. 081/830.51.47 - 83.44.79717 dom 56° TROFEO MATTEOTTI CL. 1.12Org.: AICS CICLISMO FIRENZE (08 L 0417)V.le Matteotti, 42 - 50132 FIRENZEtel. 055/56.11.72 / 73 - 572.184 fax: 055/50.01.056e-mail: aics.firenze@virgilio.it24 dom 10° GP COLLI ISOLANI CL. 1.12M. COMPARIN - FRUGANI - M.O. A. TRONCAOrg.: S.C. ISOLANA ASD (03 T 2170)Via Marconi, 37 - 36033 ISOLA VICENTINA (VI)Cell. 347/12.60.618 - Fax. 0444/976.280e-mail: nicolafrugani@tin.it27 - 31 14° GIRO CICLISTICO PESCHE NETTARINE CL. 2.13DI ROMAGNAOrg.: A.S.C. di ROMAGNA (07 B 1319)Via Borgo General Vitali,67 - 40027 MORDANO (Bo)cell. 335/774.06.90 - fax: 0542/52.689e-mail: marco_selleri@ascdiromagna.itWebsite: www.ascdiromagna.it30 sab 15^ PARMA - LA SPEZIA CL. 1.12Org.: ASD G.S. PARMENSE (07 N 0159)Via Savani 40 - 43100 PARMAtel/fax: 0521/29.41.22 - e-mail: gs.parmense@tiscali.it31 dom 2° TR. CITTA’ SANVENDEMIANO CL. 1.2 MU49° G.P. INDUSTRIA E COMMERCIOOrg.: V.C: SAN VENDEMIANO (03 A 0060) Under 23Vicolo Cima,9 - 31020 SAN VENDEMIANO (TV)Tel./Fax 0438/77.71.68 - e-mail: fabrizio_furlan@virgilio.itGIUGNO2 mar PISTOIA - FIORANO CL. 1.12Org.: ORG. CICLISTICHE PISTOIESI (08 S 1179)Via Bonellina, 199/a - 51100 BONELLE DI PISTOIATel/Fax: 0573/380.773 - Tel. 0573/382.504 - Cell. 347/60.78.986e-mail: giannoniromano@alice.it - www.ocip.it2 mar 55° TROFEO ALCIDE DE GASPERI CL. 1.2 MEOrg.: UNIONE SPORTIVA AURORA (20 G 0022)Via Dei Solteri, 66 - 38100 TRENTOTel./Fax 0461/42.05.95 - Cell. 347/53.42.969e-mail: info@usaurora.net6 sab 47^COPPA GIUSEPPE ROMITA - CL. 1.12GP. CITTA’ DEI CAMPIONISSIMIOrg.: S.C. NOVESE (01 Y 0157)Via Pietro Isola, 128 - 15067 NOVI LIGURETel. 0143/323.224 - Fax. 0143/75.125 - Cell. 333/224.95.63e-mail: gemme.max@libero.it7 dom 45^ COPPA COLLI BRIANTEI CL. 1.2 MEOrg.: VELO CLUB SOVICO ASD (02 W 0005)Viale G. Da Sovico, 105 - 20050 SOVICO (Milano)Tel. 039/201.42.78 - Cell. 335/69.36.362 - Fax. 039/201.22.74e-mail: giuseppe@veloclubsovico.org7 dom 38^ COPPA DELLA PACE - CL. 1.2 ME35° TROFEO FRATELLI ANELLIOrg.: POL. PEDALE RIMINESE ASD (07 Z 0015)il Mondo del Ciclismo n.43iii


F.C.I. SETTORE STRADA CALENDARIO 2009Via Flaminia 28 - 47900 RIMINICell. 338/978.83.05 - Fax. 0541/78.17.16e-mail: pedaleriminese@libero.itWebsite: www.fratellianelli.com/coppapace.asp12 - 21 GIRO CICLISTICO D’ITALIA CL. 2.2 ME20 - 28 SETTIMANA TRICOLORE 2009 - STRADA E CRONOOrg.: UNIONE SPORTIVA IMOLESE ASD (07 Y 0022)Piazza Gramsci, 21 - 40026 IMOLA (BO)Tel./Fax 0542/29.105 - cell. 335/79.15.464e-mail: virgilio.rossi@email.it - u.s.imolese@libero.itWebsite: www.coppaplacci.it29/6 - 4/7 24° GIRO DEL TRIVENETO E DELLE DOLOMITI CL. 2.12Org.: V.C. SCHIAVON 1990 (03 E 1378)Piazza Libertà, 19 - 36060 SCHIAVON (VI)Cell. 335/74.81.588 - Fax. 0444/66.57.97LUGLIO4 sab 26^ CRONOSCALATA GARDONE V.T. - CL. 1.2 MEPRATI DI CAREGNOOrg.: S.C. STELLA ALPINA (02 B 1416)Via L. da Vinci, 39 - 25063 GARDONE V.T. (BS)tel/fax: 030/89.12.394 - Cell. 335/600.81.74e-mail: info@acstella.it - website: www.acstella.it5 dom 50° GIRO VALLI ARETINE CL. 1.2 MEOrg.: S.C. RIGUTINESE ASS. DIL. (08 L 2611)Via Rigutino Nord, 73 - 52040 AREZZOtel.: 0575/97.261 - fax.: 0575/97.87.61e-mail: francesco.conti1987@libero.it5 dom 22° G.P. VINI DOC VALDADIGE CL.1.12Org.: ASD G.S. QUARELLA - MOBILTRE (03 T 0395)Via dell’Adige, 23 - 37020 VOLARGNE (VR)Tel. 045/72.36.204 - Cell. 338/73.25.074 - Fax. 045/77.31.97719 dom 38^ FRECCIA DEI VINI - CL. 1.12MEMORIAL DOTT. LUIGI RAFFELEOrg.: GS ORGA SPORT ‘Amici della Freccia’ (02 N 1291)P.za Beato Matteo 2 - 27029 VIGEVANO (PV)tel.0381/93.90.05 - fax.0381/641.521 - tel/fax:0381/88.808 - cell.335/693.97.35e-mail: omet@o - met.it26 dom 47° G.P. INDA - Trofeo Aras Frattini a.m. CL. 1.2 MEOrg.: S.C. CARAVATESE – INDA ASD (02 W 0456)Via Leopardi, 6 - C.P. 31 - 21032 CARAVATE (VA)tel. 0332/16.96.312 - Cell.333/271.5000 -fax: 0332/780.166 - 1782 729917e-mail: presidente@sccaravateseinda.itWebsite: www.sccaravateseinda.it26 dom 67^ BASSANO - MONTEGRAPPA CL.1.12Org.: VC BASSANO 1892 ASD (03 Y 0010)c/o Velodromo Mercante - 36061 BASSANO DELGRAPPA (VI) - tel/fax: 0424/383.981e-mail: info@vcb1892.it - Website: www.vcb1892.it28 mar GRAN PREMIO DELLA LESSINIA - CL. 1.12TROFEO FIERA DI VERONAOrg.: ASD VERONA CICLISTICA (03 F 0775)Via Zenatello, 4/a - 37124 VERONATel. 045/917.629 - 916.462 - Fax. 045/830.32.20e-mail: info@veronaciclistica.it - www.veronaciclistica.it31/7 - 4/8 32° GIRO DELLE VALLI CUNEESI CL. 2.12NELLE ALPI DEL MAREOrg.: ASD O.S. CICLISMO STAMPA (01 G 0280)Via Cuneo, 77 - 12084 MONDOVI’ (CN)Tel. 0174/44.225 - Fax. 0171/90.22.47 - Cell.335/83.333.06 - 338/2150746e-mail: ciclismostampa@aruba.itAGOSTOil Mondo del Ciclismo n.43iv7 mar 13° TROFEO CITTA’ DI BRESCIA - CL. 1.2 MEMemorial Rino Fiori & Emilio VolpiOrg.: G.S. CITTÀ DI BRESCIA (02 P 2498)Via Orzinuovi, 94 - 25125 BRESCIAtel. 030/35.33.831 - fax. 030/353.17.22 - cell. 339/849.75.90e-mail: iab@roda.it - www.gscittadibrescia.it11 sab 30° GIRO DELLA VALSESIA CL. 1.12Org.: ASD S.C. PEDALE VALSESIANO (01 Z 0002)c/o Milanetti Mauro - Viale Duca D’Aosta, 21 -13011 BORGOSESIA (VC)Tel. 0163/23.408 - 23.366 - Fax. 0163/23.408e-mail: segreteria@pedalevalsesiano.itWebsite: www.pedalevalsesiano.it12 dom 24° GIRO DEL MEDIO BRENTA CL.1.2 MEOrg.: ASD VELOCE CLUB VILLA DEL CONTE (03 X 1746)c/o Studio tecnico Ass.Michielon - via A.De Gasperi,23 -35010 CURTAROLO (PD)Tel./Fax 049/55.91.094e-mail: stamichielon@libero.it19 dom 93° GIRO DEL CASENTINO CL. 1.2 MEOrg.: U.C. ARETINA 1907 (08 V 0007)Viale Gramsci - Stadio Comunale - 52100 AREZZOtel/fax: 0575/32.41.65e-mail: ucaretina@uc-aretina1907.comwebsite: www.uc-aretina1907.com1 sab GP CONFENZIONI SANTINI ARDELIO CL. 1.12Org.: GS LA COMPAGNIA DEGLI ORTACCI (08 J 2281)Via Don Paolino Contardi, 1 - 50050 VITOLINI (FI)Tel. 0571/913.639 - Fax. 0571/913.9842 dom 61° GIRO CICLISTICO DEL CIGNO - CL. 1.2 MEMemorial Mattia RosaOrg.: ASD G.C. “CASACALENDA” (19 U 0076)Via Scipione Di Blasio, 38/40 - 86043 CASACALENDA (CB)Tel./Fax 0875/71.41.39 - Cell. 335/816.09.06 - 340/87.70.499e-mail: tommasoguerrera@alice.it - www.girodelcigno.it5 mer 12° G.P. FOLIGNANO - 5° Trofeo AVIS CL. 1.2 MEOrg.: ASD POL. BELVEDERE - FOLIGNANO (09 Z 0564)Via Roma, 34/b - 63040 FOLIGNANO (Ascoli Piceno)cell. 338/46.26.484 - Tel./Fax 0736/49.32.04 - 49.12.78e-mail: sergio.peroni@tele2.itWebsite: www.granpremiofolignano.com6 giov 26° TROFEO SPORTIVI BRIGA CL. 1.12Org.: ASS. CICL. SPORTIVA BRIGA (01 W 0505)Vicolo Marconi, 5 - 28010 BRIGA NOVARESE (NO)tel. 0322/93.762 - fax. 0322/91.72.89 - 94.320 -Cell. 349/55.87.327 - e-mail: l.barbaglia@libero.it9 dom 33° TR. INTERNAZ. BASTIANELLI CL. 1.2 MEOrg.: ASD GS SABINA ATINA ASD (11 T 1338)Via Della Vandra, 2537 - 03042 ATINA (FR)


F.C.I. SETTORE STRADA CALENDARIO 2009tel/fax: 0776/68.80.87 - Cell. 347/127.52.32 - 347/658.71.55e-mail: info@gs-sabina.it - www.gs-sabina.it9 dom 34° G.P. SPORTIVI DI POGGIANA - CL. 1.1234° TROFEO BONIN COST.Org.: U.C. ASOLO BIKE POGGIANA (03 L 2223)Via De Gasperi 84 - 31039 POGGIANA DI RIESE PIO X (TV)tel./fax 0423/48.52.51 - cell. 333/65.27.655 - 339/816.03.87e-mail: asolobikepoggiana@libero.it11 mar 49° G.P. CITTÀ DI FELINO CL. 1.2 MEOrg.: VELO CLUB FELINO (07 N 0869)Piazza Miodini 9 - 43035 FELINO (PR)Tel./Fax 0521/33.62.42 - Cell. 334/39.25.519e-mail: veloclubfelino@libero.itWebsite: www.veloclubfelino.it15 sab 63^ FIRENZE - VIAREGGIO CL. 1.12Org.: AS AURORA (08 S 0029)c/o O.Ci.P. - Via Bonellina 199/a - 51100 PISTOIATel./Fax: 0573/380.773 - Tel. 0573/382.504 -Cell. 347/607.89.86e-mail: giannoniromano@alice.it - www.ocip.it16 dom 38° G.P. CAPODARCO - CL. 1.2 MEComunità di CapodarcoOrg.: GS CAPODARCO ASD (09 Z 0173)P.zza della Libertà - 63010 CAPODARCO DI FERMO (AP)tel. 0734/67.87.21 - Cell. 337/63.20.31 - fax: 0734/681.228e-mail: info@gpcapodarco.netWebsite: www.gpcapodarco.net17 lun 20^ GARA CICLISTICA MONTAPPONE - CL. 1.2 METR. MARINI SILVANO CAPPELLI SPORTIVIOrg.: ASD S.C. CENTRO INTERNAZIONALEDEL CAPPELLO (O9 T 0462)Borgo XX Settembre, 32 - 63020 MONTAPPONE (AP)tel/fax: 0734/76.01.49 - Cell. 337/63.21.91e-mail: info@torresilorenzo.comWebsite: www.torresilorenzo.com18 mar 30^ DUE GIORNI MARCHIGIANA - CL. 1.2 MEGP IND. COM.ARTIGIANATO DI CASTELFIDARDOOrg.: ASD SPORTING CLUB S.AGOSTINO (09 A 0246)Via Monte della Figuretta, 7 - 60022 CASTELFIDARDO (AN)Tel.: 071/782.25.68 - Fax.: 071/782.34.01e-mail: scsagostino@libero.it19 mer 30^ DUE GIORNI MARCHIGIANA - CL. 1.2 METR. CITTA’ DI CASTELFIDARDO - G.P. CIBESOrg.: ASD SPORTING CLUBS.AGOSTINO (09 A 0246)22 sab 58° G.P. COLLI ROVESCALESI CL. 1.12Org.: A.S. ROVESCALESE (02 Y 0139)Via Roma (c/o Municipio) - 27040 ROVESCALA (PV)Cell. 335/690.63.10 - Fax. 0385/70.45023 dom 8° MEMORIAL PIGONI COLI CL. 1.12Org.: O.Ci.M. ORGANIZZAZIONECICLISTICA MASSESE (08 Y 2220)Via Romana Ovest, 9N - 54038 MONTIGNOSO (MS)Cell. 329/81.33.976 - Fax. 0585/010.128e-mail: info@ocimsport.it - www.ocimsport.it23 dom 2° GRAN PREMIO VALDASO CL. 1.12Org.: SCD RUBBIANELLESE“CENTRO DON BOSCO” (09 N 0521)c/o Concetti Sergio - via Aso, 71 -63010 MONTEFIORE DELL’ASO (AP)tel. 0734/93.82.49 - fax. 0734/255.257e-mail: scdrubbianellese1@libero.it25 - 30.8 45° G.C. INT. LE VALLE D’AOSTA CL. 2.2 MEOrg.: SC VALDOSTANA (22 P 0523)Palazzo Europa - Via C.Viola, 1 - angolo E.Chanoux11026 PONT SAINT MARTIN (Valle d’Aosta)tel./fax: 0125/80.68.88 - Cell. 348/55.30.480 - 347/04.30.824e-mail: segreteria@girovalledaosta.itWebsite: www.girovalledaosta.it30 dom 19° TROFEO S.C. CORSANICO CL. 1.12Org.: S.C. CORSANICO (08 M 1461)Via della Chiesa, 14 - 55040 CORSANICO (LU)Tel. 0584/96.92.96 - 95.44.26 - Fax. 0584/95.44.80SETTEMBRE6 dom 48° TROFEO “S. MORUCCI” CL. 1.2 MEOrg.: G.S. “S. MORUCCI” (11 Y 0236)P.zza M. Buratti, 38 - 01030 S. MARTINO AL CIMINO (VT)tel. 0761/379.885 - Fax 0761/328.995 - cell. 338/96.42.317e-mail: gsmorucci@libero.it - www.trofeomorucci.it6 dom MEM. DAVIDE FARDELLI - crono ind. CL. 1.2 MEOrg.: G.M. Sport ASD (02 M 2625)Via Giovanni da Campione, 24/B - 24124 BERGAMOTel. 035/211.721 - Fax. 035/422.79.71e-mail: info@memorialfardelli.itWebsite: www.memorialfardelli.it6 dom 64° GP IND. DEL CUOIO E DELLE PELLI CL. 1.12Org.: UC SANTA CROCE SULL’ARNO (O8 S 0004)Corso Mazzini, 86 - 56029 S.CROCE SULL’ARNO (PI)Tel./Fax 0571/30.947e-mail: ocs@ocs-santacroce.it - www.ocs-santacroce.it8 mar 84^ ASTICO - BRENTA CL. 1.12Org.: A.S. POOL CICLISTICO VENETO (03 U 1000)Piazza Libertà, 19 - 36060 SCHIAVON (VI)Tel. 335/748.15.88 - Fax.: 0444/66.57.978 mar 32° GIRO NAZIONALE DEL VALDARNO CL. 1.12Org.: GS NUOVO PEDALE FIGLINESE (08 Q 1919)Via Castelguinelli, 56 - 50063 FIGLINE VALDARNO (FI)Tel./Fax. 055/958.558 - e-mail: gspedale@interfree.it13 dom 6° TROFEO MARCO RUSCONI CL. 1.12Org.: A.C.S.D. REMO CALZOLARI (02 Q 1397)c/o Stefano Larghi - via Manzoni, 13 - 22070 BINAGO (CO)Cell. 349/54.98.558 - Fax. 031/81.20.248e-mail: slarghi@email.it13 dom 51^ MILANO - RAPALLO - CL. 1.1219° MEMORIAL EMILIO DE MARTINOOrg.: ASD SC GEO DAVIDSON RAPALLO (O6 X 0114)Via Trieste, 11G - 16035 RAPALLOTel./Fax 0185/57.006 - Cell. 335/84.88.285e-mail: magrizanfa@alice.it17 giov 11° GRAN PREMIO FIERA DEL RISO CL. 1.12Org.: VELOCE CLUB ISOLANO (03 D 0109)Via degli Emili, 3 - 37063 ISOLA DELLA SCALA (VR)Tel. 045/730.25.31 - Fax. 045/663.05.28e-mail: veloceclubisolano@tiscali.itil Mondo del Ciclismo n.43v


F.C.I. SETTORE STRADA CALENDARIO 200918 ven 22° TROFEO RIGOBERTO LAMONICA CL. 1.12Org.: C.C. CAMPOCAVALLO F.N. MENGONI (09 K 0012)Via V. Bachelet, 9/b - 60027 OSIMO (AN)cell. 335/714.44.20 - fax. 071/714.261e-mail: piero@gammaplastik.itDONNE ELITEMARZOil Mondo del Ciclismo n.43vi20 dom 40° TROFEO G. BIANCHIN CL. 1.2 MEOrg.: VELO CLUB G.BIANCHIN ASD (03 U 0292)P.za Aldo Moro 1 - 31050 PADERNO DI PONZANOVENETO (TV)tel./ax.: 0422/96.94.98 - e-mail: vcgbianchin@libero.it20 dom 9° GIRO DEL CANAVESE CL. 1.2 MUOrg.: ASD VELO CLUB VALPERGA (01 Z 0803) U23Via Pierino Grosso, 23 - 10087 VALPERGA (Torino)tel.e fax. 0124/61.74.99 - cell. 335/54.86.721e-mail: cortesegian@alice.itwebsite: veloclubvalperga.com - 1.net22 mar 74^ COPPA COLLECCHIO CL. 1.12Org.: G.S. VIRTUS COLLECCHIO A.S.D. (07 Z 1213)Via Ruffini, 9 - 43044 COLLECCHIO (PR)Tel./Fax 0521/80.51.77 / cell. 338/74.50.88527 dom 13° GIRO DELLA PROVINCIA BIELLA - CL. 1.12TROFEO 67° TORINO BIELLAOrg.: U.C. ALPINA BIELLESE (01 K 0037)Casella Postale 122 - 13900 BIELLA (BI)Tel. 015/88.21.30 - Fax.: 015/82.85.942e-mail: filippoborrione@libero.it29 mar 40^ RUOTA D’ORO - CL. 1.2 ME78° G.P. FESTA DEL PERDONOOrg.: GS CASTELFRANCO (08 N 0360)Piazza L. Sati, 1 - 52020 CASTELFRANCO DI SOPRA (AR)cell. 338/83.62.798 - Tel./Fax 055/91.49.096e-mail: ctbcomm@val.itOTTOBRE3 sab 82° PICCOLO GIRO DI LOMBARDIA CL. 1.2 MEOrg.: GS LARIO ORGANIZZAZIONI ASD (02 F 2240)Piazza XXV Aprile - 22030 EUPILIO (CO9Tel./Fax 031/655.142 - e-mail: dwytev@tin.it4 dom 58° GRAN PREMIO EZIO DEL ROSSO CL. 1.12Org.: G.S. LE CASETTE (O8 R 1696)c/o Ieri Mario - via Terrarossa,50 - 51011 BORGO ABUGGIANO (PT)tel./fax 0572/32.706 - cell. 338/966.16.52 - 339/10.80.294e-mail: sturlini.tina1@gmail.com11 dom 53° GRAN PREMIO SOMMA CL. 1.12Org.: A.S.D. VELO CLUB SOMMESE (02 W 0313)Piazza V. Veneto, 6 - 21019 SOMMA LOMBARDO (VA)Tel./Fax 0331/255.645 -Cell. 348/28.33.110 - 348/28.56.213e-mail: pex1945@libero.it13 mar 57^ COPPA DEL MOBILIO - gara a frazioni CL. 1.12Org.: G.S. MOBILIERI PONSACCO (08 V 1318)Piazza R. Valli, 22 - 56038 PONSACCO (Pisa)Tel./Fax 0587/732.57721 sab TROFEO COSTA ETRUSCA - CL. 1.2 WE3° G.P. COMUNI RIPARBELLA - MONTESCUDAIOOrg.: S.C. COSTA ETRUSCA (08 F 2597)c/o R. Parietti - Via Savonarola, 18 - 57018 VADA (LI)Tel./Fax 0586/78.72.86 - Tel. 0586/721303 - Cell. 328/95.10.666e-mail: pariettirenzo@alice.itWebsite: www.cyclingcostaetrusca.eu22 dom TR. COSTA ETRUSCA - 6° M. TIZIANO SABA CL. 1.2 WE4° GP COMUNI SANTA LUCE - CASTELLINA M.Org.: S.C. COSTA ETRUSCA (08 F 2597)29 dom 11° TR. ALFREDO BINDA CL. CDMCOMUNE DI CITTIGLIOOrg.: CYCLING SPORT PROMOTION (02 M 3544)c/o Hotel La Bussola - Via Marconi, 26 - 21033 CITTIGLIO (VA)Tel. 0332/60.43.74 - 60.83.36 - Fax.0332/608.337 -Cell.338/85.71.830e-mail: mario.minervino@trofeobinda.com -mario.minervino@inda.net - Website: trofeobinda.comAPRILE25 sab 24° GRAN PREMIO LIBERAZIONE CL. 1.2 WEOrg.: G.C. ARCI CREMASCO ASD (02 M 1554)Via Mulini, 22 - 26013 CREMA (CR)Tel./Fax 0373/25.78.18e-mail: gpliberazione@libero.itMAGGIO1 ven 9° GRAN PREMIO GFM MECCANICA CL. 1.15Org.: SOC. CICLISTICA GATTATICO (07 G 0153)Via Valle, 2 - 42043 GATTATICO (RE)tel/fax: 0522/47.70.13e-mail: scgattatico@tin.itGIUGNO19 - 21 16° GIRO CIC. DEL TRENTINO A.A. CL. 2.1 WEOrg.: POLISPORTIVA FAEDO GRUMO (20 Y 0361)Via Pineta, 38 - c/o Hotel Faedo Pineta - 38010 FAEDO (TN)Tel. 0461/650.233 - Fax. 650.197e-mail: hotfaedo@tin.itLUGLIO3 - 12 20° GIRO D'ITALIA INT. FEMMINILE CL. 2.1 WEOrg.: Associazione Ciclisportivi Sovico - dil. (02 A 2821)Via Don D.O. Arrigoni, 3 - 20050 Sovico (MI)Cell. 335/69.36.362 - Fax.: 039/20.11.354e-mail: giuseppe@veloclubsovico.org18 sab G.P. CENTO CARNEVALE D'EUROPA CL. 1.2 WEOrg.: ASD R.I.M.A. (07 A 1318)Corso Guercino, 38 - 44042 CENTO (FE)Tel. 051/904.252 - Fax. 051/68.32.230e-mail: info@carnevalecento.com


F.C.I. SETTORE STRADA CALENDARIO 2009AGOSTO29 sab 2^ CLASSICA "CITTA' DI PADOVA" CL. 1.15Org.: ASD G.C. NOVENTANA (03 Y 0420)c/o Gianni Destro - Via San Pio X, 68/3 - 35027NOVENTA PADOVANA (PD)tel/fax: 049/725.957 - cell. 347/945.05.71e-mail: gruppo.ciclistico.noventana@virgilio.it30 dom XXIII° GIRO DEL FRIULI CL. 1.15Org.: ASD S.C. MOSER CLUB AIELLO (05 G 0089)Via Petrarca, 27 - 33041 AIELLO DEL FRIULI (UD)tel. 0431/999.672 - fax. 0431/999.339 - 914.13 - cell.388/84.55.292 - e-mail: direzione.villesse@bccvillesse.itSETTEMBRE6 dom MEM. DAVIDE FARDELLI - crono ind. CL. 1.2 WEOrg.: G.M. Sport (02 M 2625)CL. 1.1 WJVia Giovanni da Campione, 24/B - 24124 BERGAMOTel. 035/211.721 - Fax. 035/422.79.71e-mail: info@memorialfardelli.it - www.memorialfardelli.it15 - 20 14° GIRO DI TOSCANA - MEM. M. FANINI CL. 2.1 WEOrg.: S.C. MICHELA FANINI RECORD ROX (08 Q 1528)Via Pesciatina, 57/A - 55010 LUNATA (LU)Tel./Fax 0583/962.306 - Cell. 348/40.29.232e-mail: info@michelafanini.com - www.michelafanini.comJUNIORESMARZO29 dom 26° G.P. SPORTIVI DI SOVILLA CL. 1.14Org.: S.C. SPORTIVI SOVILLA (03 Z 0457)Via Ivo Lollini, 15 - 31040 NERVESA DELLABATTAGLIA - Loc. Sovilla (TV)tel. 0422/77.92.91 - 329/15.81.125 - fax. 0422/885.394e-mail: sanasystem@libero.itAPRILE13 lun 14° TROFEO WALTER SORBI - CL. 1.1411° TR. A.MARCHESI - 5°TR. FILINO SPACCIAOrg.: G.S. VILLA PITIGNANO (10 C 0736)c/o Canestrelli Tosello - via delle More, 21 - LocalitàPonte Valleceppi - 06078 PERUGIAtel. 075/692.92.89 - fax. 075/591.39.57 -cell. 333/13.81.958 - 338/68.34.603 -e-mail: bombi1966@libero.it19 dom 12° TROFEO CITTA' DI IVREA CL. 1.1 MJOrg. ASD VELO CLUB EPOREDIESE (01 N 0016)Via Torino, 231 - 10015 IVREA (TO)Tel. 0125/23.45.62 - Fax. 0125/45.625 - Cell. 340/714.52.90e-mail: veloclub.eporediese@libero.itWebsite: www.veloclubeporediese.it25 sab 35° G.P. LIBERAZIONE CITTA' DI MASSA CL. 1.14Org.: GRUPPO SPORTIVO TURANO (08 Q 0484)c/o ARCI Turano - Via Aurelia Sud, 132 - 54100 MASSATel. 0585/420.72 - Fax. 0585/88.70.19e-mail: evangelisti.carlo@alice.it26 dom 5° TROFEO MARTIRI ATELLANI CL. 1.14Org.: ASD UNIONE CICLISTICA ATELLINA (13 M 1623)Via Chiesa, 11 - 81030 ORTA DI ATELLA (CE)Tel./Fax 081/50.22.711 - Cell. 340/97.30.910e-mail: ciclisticaatellana@libero.it30.4 - 3.5 17° GIRO DELLA TOSCANA CL. 2.1 MJOrg.: U.C. SANTA CROCE S/ARNO (08 S 0004)Corso Mazzini, 86 - 56029 SANTA CROCE S/ARNO (PI)Tel./Fax 0571/309.47 - Cell. 339/77.83.615e-mail: ocs@ocs - santacroce.it - www.ocs - santacroce.itMAGGIO1 ven 3° TROFEO PEPPINO FANCELLO CL. 1.14Org. SC TERRANOVA FANCELLO CICLI (18N0095)c/o Usai Giovanni, Via Salieri 1- 07026 OLBIA (OT)Tel e fax: 0789/50388e-mail: ciclismo@scterranova.it - www.scterranova.it3 dom 11° MEMORIAL MARIO CERVO CL. 1.14Org. SC TERRANOVA FANCELLO CICLI (18N0095)c/o Usai Giovanni, Via Salieri 1- 07026 OLBIA (OT)Tel e fax: 0789/50388e-mail: ciclismo@scterranova.it - www.scterranova.it9 sab XXXVIII TROFEO CITTA' DI LOANO CL. 1.14Org.: V.C. LOANO CICLI ANSELMO (06 K 0661)Corso Roma, 24 - 17025 LOANO (SV)Tel./Fax 019/669.332 - Cell. 328/21.28.683e-mail: anselmosport@vodafone.it17 dom 5° GRAN PREMIO VINI DEL ROERO CL. 1.14Org.: ASD "GRAN ROERO" (01 F 1933)Enoteca Reg. del Roero - Via Roma, 57 - 12043 CANALE (CN)Tel. 0173/978.228 - Fax. 0173/97.97.17e-mail: informazioni@roeroturismo.it24 dom 21° TROFEO GUIDO DORIGO - CL. 1.1 MJ21° MO C. FLORIANI - 21° M.O. FER. MAZZEROOrg.: ASD S.C. SOLIGHETTO 1919 (03 T 0057)c/o Dal Col Antonio - Via Po, 3/2 - 31050 SOLIGHETTO (TV)Tel. 0438/83.056 - Cell. 349/54.27.124 - 333/386.22.87 -Fax. 0438/89.60.60e-mail: giromel@libero.it - scsolighetto1919@alice.itWebsite: www.scsolighetto1919.it31 dom VII MEMORIAL GIOVANNI CANNARELLA CL. 1.14Org.: G.S. DILETTANTISTICO ALMO (17 S 0031)Via Giovanni XXIII, n 119 - 97010 MONTEROSSO ALMO (RG)Tel./Fax 0932/979.112 - Cell. 338/183.29.42e-mail: fci.ragusa@virgilio.itGIUGNO2 mar VII TROFEO PANTALICA CL. 1.14Org.: CONSORZIO ASS.NIPROVINCIA DI SIRACUSA (17 H 1228)Via Consolazione, 12 - 96010 BELVEDERE DI SIRACUSACell. 338/822.99.50 - 339/603.63.73 -Tel./Fax 0931/41.76.17e-mail: siracusa@federciclismo.it6 sab 33^ PICCOLA TRE VALLI VARESINE CL. 1.1 MJOrg.: S.C. ALFREDO BINDA ASD (02 Q 0032)Piazza Milite Ignoto, 4 - 21100 VARESEil Mondo del Ciclismo n.43vii


F.C.I. SETTORE STRADA CALENDARIO 2009Tel./Fax 0332/22.81.77e-mail: sc.alfredobinda@3vallivaresine.com -francomontonati@libero.it - www.3vallivaresine.com7 dom 13° GRAN PREMIO DELL'ARNO CL. 1.1 MJOrg.: S.C. CARNAGHESE (02 X 0314)c/o Palazzo Comunale - Piazza Gramsci, 3 - 21040CARNAGO (VA)Tel. 0331/98.03.19 - Fax. 0331/98.33.50e-mail: sccarnaghese@libero.itWebsite: www.geocities.com/carnagheseI1 - 14 7° GIRO DEL FRIULI OCC. CL. 2.14Org.: S.C. FONTANAFREDDA (05 U 0022)Via IV Novembre, 103 - 33074 FONTANFREDDA (PN)Tel./Fax 0434/565.546 - Cell. 380/755.52.34e-mail: segreteria@scfontanafredda.itWebsite: www.scfontanafredda.it13 sab DUE GIORNI CICLISTICA CL. 1.14"6° TROFEO MATTEO MASSIMIANI"Org.: ASD BICI CLUB AVEZZANO - TEAM MATTEOMASSIMIANI (12 X 0180)c/o Germani Massimo - Via Marruvio, 65 - 67051AVEZZANO (L'Aquila) - Tel./Fax 0863/44.19.00 - 23.653Cell. 338/40.16.433 - 320/29.97.842e-mail: info@biciclubavezzano.it14 dom DUE GIORNI CICLISTICA CL. 1.14"6° TROFEO MATTEO MASSIMIANI"Org.: ASD BICI CLUB AVEZZANO - TEAM MATTEOMASSIMIANI (12 X 0180)21 dom 40° TROFEO BUFFONI CL. 1.1 MJOrg.: ASD G.C. "F. BUFFONI" (08 T 0456)Via Roma, 73 - 54038 MONTIGNOSO (MS)Tel./Fax 0585/34.88.79 - Cell. 320/05.30.950 - 392/58.32.723e-mail: trofeobuffoni@hotmail.comWebsite: www.trofeobuffoni.comTel. 035/44.23.051 - Cell. 339/56.27.060 - Fax. 035/83.50.899e-mail: team2003@virgilio.it - www.3giorniorobica.itAGOSTO01 sab V COPPA CITTA' DI OFFIDA - crono ind. CL. 1.1 MJOrg.: SC AMATORI OFFIDA ASD (09 N 0094)Piazza del Popolo, 23 - 63035 OFFIDA (AP)Tel.e Fax. 0736/889.471 - Cell. 339/644.59.50e-mail: giannispaccasassi1@virgilio.it - www.scaoffida.it2 dom 17° TROFEO BEATO BERNARDO CL 1.1 MJOrg.: SC AMATORI OFFIDA ASD (09 N 0094)18 mar 48^ COPPA PIETRO LINARI CL. 1.14Org.: CICLISTICA BORGO A BUGGIANO (08 Y 0002)Via Vacchereccia,16 - 51010 MASSA A COZZILE (PT)Tel./Fax 0572/95.35.99 - Cell. 335/83.39.458e-mail: info@tipografiaellemme.com23 dom 7° GRAN PREMIO GIORDANA DMT CL. 1.14Org.: G.C. CANNETO (02 Y 1400)Piazza Garibaldi, 102 - 46033 CASTEL D'ARIO (MN)Cell. 340/372.89.59 - Fax. 0376/66.13.37e-mail: sop.casteldario@alice.it28 - 30 6° TRITTICO DEL VENETO CL. 2.14Org.: SOLVEPI-BONALDO-MICHE-VC ORSAGO (03J0087)Via Pavia, 1/B - 31010 ORSAGO (TV)Tel. 0438/990.347 - Fax. 0438/35.106 - 99.10.35e-mail: vcorsago@libero.it29 sab 13° TR. COMUNE DI VERTOVA - CL 1.1 MJ8° MEM.PIETRO MERELLIOrg.: U.C.SAN MARCO VERTOVA (02 W 0054)Via Roma 4 - 24029 VERTOVA (BG) - Tel./Fax 035/714.865e-mail: ucsanmarco@tin.it - www.sanmarcovertova.itil Mondo del Ciclismo n.43viii28 dom 29° TROFEO FIASCHI Cav. ALFREDO CL. 1.14Org.: A.C. PRATESE 1927 (08 X 0001)Via Garibaldi, 63 - 59100 PRATOTel./Fax 0574/22.282 - Cell. 347/66.77.550 - 347/59.14.079e-mail: info@ciclisticapratese.comWebsite: www.ciclisticapratese.comLUGLIO1 - 5 30^ 3 TRE CICLISTICA INT. BRESCIANA CL. 2.1 MJOrg.: VC RINASCITA BRESCIA (02 M 1106)Via Gerolamo Sangervasio, 127 - 25062 CONCESIO (BS)Tel./Fax 030/21.85.184 - e-mail: info@3trevelo.it - www.3trevelo.it12 dom 2° G.P. PILASTRO CL. 1.14Org.: ASD VELO SPORT AIRONE (07 Z 1612)Via E. Orlando, 31/A - 43100 PARMAtel. 0521/23.31.68 - fax. 0521/23.39.1119 dom XIII° TROFEO SAN ROCCO CL. 1.1 MJOrg.: G.S. AMICI DEL PEDALE (08 N 2002)Via Vittorio Veneto, 46 - 56030 FABBRICA (Pisa)Tel./Fax 0587/697.415 - Cell. 340/896.41.69e-mail: info@amicidelpedale.com - www.amicidelpedale.com22 - 26 3 GIORNI OROBICA - G.P. ITALMODA CL. 2.1 MJOrg.: TEAM 2003 (02 V 2449)Via Cavour, 25 - 24061 ALBANO S. ALESSANDRO (BG)30 dom 39° TROFEO EMILIO PAGANESSI CL 1.1 MJOrg.: U.C.S.MARCO VERTOVA (02 W 0054)SETTEMBRE3 - 6 35° GIRO CICLISTICO DELLA LUNIGIANA CL 2.1 MJOrg.: ASD UNIONE SPORTIVA CASANO (06 E 0005)Via Pota Vecchia, 15 - 19038 SARZANA (SP)tel. 0187/60.72.04 - cell. 380/75.69.294 - fax. 0187/60.72.41e-mail: alecoppola@libero.it6 dom MEMORIAL DAVIDE FARDELLI - crono ind. CL. 1.1 MJOrg.: G.M. Sport (02 M 2625)Via Giovanni da Campione, 24/B - 24124 BERGAMOTel. 035/211.721 - Fax. 035/422.79.71e-mail: info@memorialfardelli.it - www.memorialfardelli.it1O - 13 28° GIRO DI BASILICATA CL. 2.1 MJOrg.: ASD SC NUCLEO GIOVENTÙ POTENZA (15 H 0030)Via della Chianchetta, 35 - 85100 POTENZATel. 0971/47.36.43 - Tel./Fax 0971/54.521 - Cell. 338/54.81.475e-mail: girodibasilicata@supereva.it27 dom 7° MEMORIAL LEONARDO MASSARO CL. 1.14Org.:ASD EUGANEO BERICA (03 N 2392)Via degli Ulivi, 4 - 35034 LOZZO ATESTINO (PD)Cell. 346/21.92.730 - Fax. 0429/698.756e-mail: seve.mass_@libero.it


F.C.I. NORME IMPIANTI CICLISMO• La rampa deve avere una larghezza di m.10 e prevedere8 corsie di larghezza m.1, contrassegnate da linee dilunghezza non inferiore a m.10. Il metro eccedente suogni lato ha funzione di margine di sicurezza.• La pendenza deve essere compresa tra il 30% ed il40% con un dislivello di m.1,5.• La parte posteriore della rampa deve essere progettatain maniera da permettere un facile accesso al cancellodi partenza• Il cancello di partenza, da realizzare con un sistemadi comando manuale di tipo elettrico o idraulico, deveessere collegato simultaneamente ad un impiantosia sonoro che semaforico.In particolare:• L’accesso alla rampa deve essere progettato e realizzatoin maniera da favorire e facilitare l’arrivo al puntodi partenza dei corridori al relativo cancello; sonoipotizzabili soluzioni con gradini, in terrapieno, oppurerampe con pendenza non superiore all’8%.• Il cancello di partenza deve essere posto lungo la lineadi discesa della rampa ed a una distanza minima dal pianodi attesa, pari a quella intercorrente tra il limite anterioredella ruota della bicicletta, nella sua proiezione ortogonale,e la direttrice perpendicolare passante per ilcentro o asse della ruota posteriore. Il piano dovrà comunqueessere realizzato in maniera tale che, il punto diappoggio del copertone della ruota posteriore si trovialla medesima altezza dell’asse della ruota anteriore.• Il cancello, di altezza cm.40, prima della fase di partenza,deve assumere una posizione ortogonale alpiano della rampa.• Il meccanismo di movimento del cancello deve comunquegarantire sia il completo abbassamento del battente,sino a costituire con il piano della rampa la perfetta planarità,che un regolare e veloce abbassamento dellostesso cancello, senza attriti o blocco del sistema.• La pavimentazione della rampa deve essere realizzatasu una struttura rigida con sovrastante materiale sintetico,tipo tartan, o asfaltoide o altri prodotti a questiassimilabili, né troppo abrasivi e né tali da permetterelo scivolamento in presenza di umidità atmosferica.Al termine del percorso di gara è utile prevedere una segnaleticaben visibile indicante l’ordine di arrivo.Al fine di minimizzare lo spazio utile e quindi i costi direalizzazione e gestione si consiglia che i rettilinei deltracciato seguano un andamento parallelo e venganorealizzati vicini tra loro.6.2 LA PAVIMENTAZIONELe seguenti indicazioni si riferiscono, in particolare adimpianti di B.M.X. ove sono richieste alte prestazionied elevati livelli di impegno da parte dei corridori.Occorre tenere presente che la pavimentazione ha un’incidenzarilevante sul costo dell’impianto sia in fase di realizzazione,che durante la sua ordinaria manutenzione.Indicativamente le voci che concorrono alla definizionedel costo dell’impianto, sono:• Costo di realizzazione;• Costo di manutenzione;• Tempi di utilizzazione dell’impianto;• Vita media dell’impianto.La struttura generale di un terreno stabilizzato, visto in sezioneverticale, dal basso verso l’alto, comprende i seguentistrati:1. Base (suolo);2. Strato portante o massicciata (cm.20/25);3. Strato filtrante (cm.5);4. Strato intermedio (cm.8);5. Manto di copertura (cm.3/4).Nella formazione dei rilevati in genere, siano essi dossi ocurve paraboliche, occorre prevedere la realizzazione diopere di sostegno in rapporto sia della spinta del terrenoche di eventuali sovraccarichi determinati dai lavoridi manutenzione.Per le scarpate a ridosso dei rilevati ed al di sopra delleopere di sostegno, si consiglia la collocazione di coltureper la stabilità del terreno.Costo di realizzazioneSono comprese in tale voce i costi del manto, del sottofondoe delle opere accessorie (drenaggio, irrigazione,ecc.). A questo costo vanno ad aggiungersi le eventualisistemazioni del terreno (scavi, riporti, opere di sostegno,ecc.).Il costo del manto può variare moltissimo in funzionedella qualità del materiale; pertanto, la sua scelta devetrovare un naturale punto di incontro ottimale tra costoe qualità del materiale in rapporto all’uso dell’impianto.Costo di manutenzioneE’ una voce di costo molto importante, che spesso nonviene prevista o sottovalutata. Il costo di manutenzioneè rilevante soprattutto per le terre stabilizzate, le qualirichiedono l’impiego assiduo di personale specializzatoanche nei periodi di minima utilizzazione dell’impianto.Tempi di utilizzazioneL’impianto deve essere sfruttato al massimo, programmandonel’uso e la relativa utenza durante i diversi periodidell’anno e nei momenti della giornata.Vita media dell’impiantoSe l’impianto viene sfruttato a pieno, la sua durata saràin funzione della resistenza all’usura del manto, dellamanutenzione e del numero di utenti. In genere, quindi,una corretta gestione accresce la durata della pavimentazionediminuendo il costo di ammortamento annuo.Realizzazione ed esecuzionePer la realizzazione ed esecuzione conviene fare riferi-il Mondo del Ciclismo n.43IX


F.C.I. NORME IMPIANTI CICLISMOil Mondo del Ciclismo n.43Xmento a ditte di provata esperienza ed affidabilità nelsettore, con capacità di provvedere integralmente all’esecuzionedei lavori nel loro complesso.Si consiglia l’uso di una pavimentazione in terra stabilizzata,drenante.ManutenzioneIl terreno va mantenuto sempre umido, attraverso unaperiodica irrigazione.Le asperità del terreno, create dall’utilizzazione sportiva(buchi e avvallamenti), devono essere spianate con appositiattrezzi. Va posta cura nel non alterare le pendenzee la planarità. La rullatura e la giusta intensità di irrigazionea pioggia, distribuita uniformemente, consistemi di impianto fisso, mobile o mobile meccanizzato,sono ulteriori accorgimenti di garanzia e per la durata divita dell’impianto.6.3 MISURE DI PROTEZIONE E SICUREZZA - ATLETILungo i bordi, all’esterno della pista, non devono esserepresenti ostacoli di alcun genere. In caso di presenza di alberisi dovranno adottare idonee misure di protezione.Il bordo pista ed il piano di campagna devono essere complanarial fine di agevolare il corridore sulla sua eventualeuscita dalla pista.Adeguati sistemi di protezione devono essere previstilungo i bordi dei dossi il relazione alle caratteristiche ed altezzeadottate.Si ritiene utile che i bordi dell’intero percorso vengano“marcati” da segnatura (naturale o artificiale) tale da fissarei limiti della pista e consentire il controllo da parte deigiudici. Qualsiasi soluzione deve comunque garantire la sicurezzae l’incolumità dei corridori.E’ indispensabile realizzare lungo i lati della rampa e nelleparti pericolose, a protezione degli utenti, una barrieracontinua senza angoli o spigoli vivi (v. art. 5.5).In occasione di gare ed in particolare nei punti di maggiorpericolo, occorre prevedere la presenza di un serviziod’ordine con numero di addetti sufficiente a garantire unadeguato servizio di controllo. Il personale dovrà esseredotato di bandiere di segnalazione di colore giallo da utilizzareal verificarsi di un incidente.Si consiglia che il tratto successivo al “finish” sia di lunghezzacompresa tra m.10 e m. 20, al fine di garantire unaregolare e progressiva riduzione di velocità; tale lunghezzacomunque dipende anche dal tipo di soluzione adottataper l’arresto finale (piazzola con sabbia, ostacolo, ecc.).6.4 MISURE DI PROTEZIONE E SICUREZZA - PUBBLICOSi fa riferimento all’art. 5.5, commi 1, 2, 3, 4 e 6.6.5 SERVIZI DI SUPPORTO ATLETI-PUBBLICOPer i servizi di supporto, in relazione a quanto previsto comedotazione minima all’art. 6, ultimo comma, vanno consideratele indicazioni precedentemente enunciate (dall’art.5,7all’art. 5.7.10).Occorre in aggiunta prevedere le seguenti strutture e spazidelimitati.ZONA D’ARRIVOPer zona di arrivo si intende quel particolare tratto della pistache, presente dopo il traguardo, permette ai corridori diconcludere il proprio scatto finale. E’ opportuno che in taleambito debba trovare collocazione l’area destinata al pubblico.QUARTIERE CORRIDORIPer quartiere corridori si intende l’area che accoglie le squadreed i rispettivi atleti in attesa di concorrere alla gara; essaè dotata di eventuali servizi (fontanelle, bar) ed è il luogodestinato allo stazionamento delle biciclette, alle operazionidi riparazione, al deposito dei propri indumenti, ecc. E’utile che detto spazio sia dotato di strutture coperte a carattereprovvisorio, tipo tende, roulotte, ecc. La sua dimensionedeve essere rapportata alla reale prevedibile presenzadi utenti sportivi ed accompagnatori.PADDOCKPer paddock si intende quel settore transennato o recintatoe coperto, all’interno del quartiere corridori, ove sostano gliatleti di ogni manché con le proprie biciclette, in attesa diaccedere al Parc-fermè.PARC-FERME’E’ la zona destinata ai corridori in procinto di effettuare lagara; è situata di norma immediatamente dietro (o a fianco)della rampa di partenza. Si tratta di uno spazio delimitatoe coperto, costituito da distinte corsie transennate, ovesi fanno allineare i corridori di ogni manché.UNITA’ DI CONTROLLO GARASi intende la postazione al coperto destinata ad accoglierei giudici ai quali spetta il compito di verificare le fasi dipartenza e di arrivo, nonché, controllare lo svolgimentodell’attività sull’intero percorso; la localizzazione va individuatanella zona compresa tra la rampa di partenza el’arrivo.Lungo l’intero percorso di gara deve essere garantita e facilitatala mobilità di altri giudici che hanno il compito dicontrollare i vari comportamenti degli atleti lungo il tracciato.AREA LAVAGGIO BICICLETTESi consiglia, occorrerà di individuare, in prossimità delpunto di arrivo del percorso, una zona da destinare al lavaggiodelle biciclette con una dotazione minima di n. 5bocchette, opportunamente distanziate tra loro.


F.C.I. NORME IMPIANTI CICLISMOFEDERAZIONE CICLISTICA ITALIANACommissione Impianti SportiviVERBALE DI VISITA E CERTIFICATO DI OMOLOGAZIONEIMPIANTO………………………………………………………………………………….AREA RISERVATA ALL’UFFICIO IMPIANTI FCITipologia impianto:………………………..N° del verbale………………..IMPIANTO CICLABILE PROTETTOMOD. OM.01/07CARATTERISTICHE GENERALI E TECNICHE DELL’IMPIANTOQUADRO A – IMPIANTO SPORTIVOParte prima – NOTIZIE GENERALIN. distintivo dell’impianto (riservato alla F.C.I.)1 NOTIZIE GENERALI1.1 Comune………………………………………………………Provincia………………………………………1.2 Località …………………………………………………………………………… Altitudine m. ………………1.3 Impianto sportivo destinato alla pratica di: CICLISMO1.4 Indirizzo ……………………………… C.A.P. ………..N. telefono1.5 Amm. ne Proprietaria ………………………………………………………………………………………………1.5.1 Indirizzo proprietario:…………………………………………………………………………...tel……………….1.6 Gestore ……………………………………………………………………………………………………………..1.6.1. Indirizzo gestore……………………………………………………………………………… tel………………Recapito eventuale custode …………………………………………………………………………………………………1.7 Anno di realizzazione Anno di variazione1.8 Planimetrie: presenti non presentiParte seconda – ALTRE NOTIZIE2 UBICAZIONE E SICUREZZA DELL’IMPIANTO2.1 Collocazione dell’impianto rispetto alla località: Interno esterno contiguo2.2 Impianto lontano dal Comune (distanza in Km.)2.2.1 Distanza dalla stazione ferroviaria:…………………. Distanza dall’aeroporto:……………………..2.3 Tempo medio di percorrenza dal Comune all’impianto in minuti2.4 Trasporti pubblici2.5 Tempo medio di percorrenza dall’aeroporto alla località in minuti2.6 Impianto protetto da delimitazione artificiale o naturale3 IMPIANTO INSERITO3.1 In un complesso scolastico3.2 In un centro turistico alberghiero3.3 In un complesso sportivoCollaudatore incaricato:…………………………………Data visita di collaudo:………………………………….MOD. OM.01/07 – OM. 02/07il Mondo del Ciclismo n.43XI


F.C.I. NORME IMPIANTI CICLISMO4 RICETTIVITA’4.1 Nel Comune (alberghi) n. posti letto ………4.2 Nella località (alberghi) n. posti letto ………4.3 In appartamenti n. posti letto ………4.4 In rifugi di montagna n. posti letto ………4.5 In camping mq. ……………….4.6 Attività ricreative o complementari5 ADDETTI ALL’IMPIANTO Conduzione impianti Organizzazione attività sportiva5.1 Dipendenti a tempo pieno n. ……….. n. ………..5.2 Dipendenti a tempo parziale n. ……….. n. ………..5.3 Gestori e coordinatori n. ……….. n. ………..5.4 Altri n. ……….. n. ………..CIRCUITI CICLABILIMOD. OM.02/07QUADRO B – SPAZIO DI ATTIVITA’ SPORTIVAParte primaN. distintivo dello spazio di attività (riservato alla F.C.I.)1 NOTIZIE GENERALI1.1 Anno di realizzazione Anno di variazione1.2 Livello di attività praticabile: Promozionale Agonistica1.3 Impianto di esercizio1.4 Collegamenti con la viabilità esistente e cittadina1.5 Recinzione esterna h. m………………2 DIMENSIONI, CARATTERISTICHE E PENDENZERIF. NORMATIVI2.1 Lunghezza massima complessiva m. ………... * DA m. 500 A 20002.2 Larghezza m. ………… MIN. m. 42.2.1 Fasce di rispetto larghezza m………………. materiale……………. m. 32.3 Pendenza massima longitudinale su brevi tratti ….....…% FINO AL 5%2.4 Pendenza trasversale ............% FINO AL 2%2.5 Raggio di curvatura minimo m. ……… 15 m.2.6 Sopraelevazione in curva ………..minima …. massima …… CONSIGLIABILI TRA 2 E 10%2.7 Tratto rettilineo dopo la partenza m. ………… 50 m.2.8 Tratto rettilineo prima dell’arrivo m. ………… 150 m.per i punti 2.7 e 2.8 la larghezza minima di m. 52.9 Assenza di curve a raggio corto prima dell’arrivo e dopo la partenza.2.10 Larghezza maggiorata prima del rettilineo di arrivo3 CLASSIFICAZIONE ED UTILIZZAZIONE3.1 monodirezionale possibilita’ bidirezionale …………………………………………….3.2 autonoma3.3 ad uso promiscuo attività praticabili ……………………………………………………………..* misurare lungo l’asse di mezzeria della sede pistail Mondo del Ciclismo n.43XIIN. quadri B compilatiData ………………………………. L’OMOLOGATORE(firma per esteso)………………………………………………………….


F.C.I. NORME IMPIANTI CICLISMO4 PAVIMENTAZIONE4.1 Congl. Bituminoso4.2 Congl. Cementizio4.3 Altro (specificare) ………………………………………………………………………5 SEZIONI DEL PERCORSO5.1 Pistino lungh. m. ……………… largh. m. ……………..6 VELOCITA’ E TEMPI DI PROGETTO6.1 Velocità media: Km./ora ……….6.2 Tempo di percorrenza: minuti / sec. ………….7 MISURE DI PROTEZIONE E SICUREZZA PER GLI ATLETI7.1 Addetti al servizio d’ordine n………7.2 Fascia di rispetto dal bordo m. ………7.3 Strisce di margine8 SEGNALETICA DI PERCORSO8.1 VerticaleParte seconda9 SERVIZI DI SUPPORTO ATLETI RIF. NORMATIVI9.1 Spogliatoi n…………mq……………… RIF.mq 1,60 x utente (Norme CONI)9.2 WC uomini n. …… mq. ………. min. n. 2 wc di cui 1 H9.3 WC donne n………mq ………… min. n. 2 wc di cui 1 H9.4 Docce n…….. Norme CONI9.5 Lavabi n. …… Norme CONI(Funzioni assicurate da altre strutture non sportive)9.6 Locale di pronto soccorso mq. ………. Norme CONI - min. 9 mq – wc ed antiwc9.7 Area di sosta ambulanza9.8 Locale informazioni / direzione / segreteria/ufficio9.9 Magazzino attrezzi e manutenzione Dimensioni adeguate9.10 Deposito biciclette / officina Dimensioni adeguate9.11 Punto di ristoroAltro10 SEZIONE PUBBLICO10.1 Posti spettatori (tribuna) n. ………… posti disabili DM 18.3.96 – D.Lgs 30/11/9910.2 Servizi igienici spettatori U.-D. n………… servizi disabili DM 18.3.96 – D.Lgs 30/11/9910.3 Ristorazione10.4 Altro, visibilità, note……………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………..11 IMPIANTI TECNICI11.1 Illuminazione artificiale11.2 Illuminazione di emergenza11.3 Telefonico n. linee ………11.4 Fax n. linee ………12 NOTE……………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………ALLEGATI:• Relazione tecnica firmata da un Tecnico abilitato e dal Titolare dell’impianto comprendente:• Caratteristiche sulla localizzazione dell’intervento (contesto ambientale, integrazione con le infrastrutture dei servizinel territorio, aspetti turistici e ricettività, ecc.)• Descrizione del livello di attivazione sportiva reale e potenziale verso la pratica del ciclismo ed indicazioni sullecaratteristiche sia dell’impianto che dello spazio di attività sportiva (dimensioni, dislivelli, pendenze, fondo epavimentazioni, materiali, segnaletica, strutture e servizi, impianti, ecc.)• Disegni in scala opportuna, sottoscritti da un Tecnico abilitato, che illustrino compiutamente l’intervento,comprendenti:• Planimetria generale della zona in cui ricade l’intervento in scala adeguata con l’indicazione della viabilità, deiparcheggi ed ubicazione delle parti funzionali; indicazione delle quote altimetriche• Per le piste di BMX- Planimetria generale c.s. e profili altimetrici della pistaLuogo e data …………………………… L’OMOLOGATORE(firma per esteso)……………………………………..9.12 Fontanelle9.13 Parcheggio atleti / personale / disabili mq. ……….9.14 Portabicicletteil Mondo del Ciclismo n.43XIII


F.C.I. NORME IMPIANTI CICLISMOil Mondo del Ciclismo n.43FEDERAZIONE CICLISTICA ITALIANACommissione Impianti SportiviVERBALE DI VISITA E CERTIFICATO DI OMOLOGAZIONEIMPIANTO………………………………………………………………………………….AREA RISERVATA ALL’UFFICIO IMPIANTI FCITipologia impianto:………………………..N° del verbale………………..Collaudatore incaricato:…………………………………Data visita di collaudo:………………………………….MOD. OM.03/07MOD. OM.03/07LE PISTE DI B.M.X.QUADRO B – SPAZIO DI ATTIVITA’ SPORTIVAParteprima–NOTIZIEGENERALIN. distintivo dello spazio di attività (riservato alla F.C.I.)1 NOTIZIE GENERALI1.1 Anno di realizzazione Anno di variazione1.2 Livello di attività praticabile: Promozionale Agonistica1.3 Impianto di esercizio2 DIMENSIONI, CARATTERISTICHE E PENDENZE2.1 Lunghezza m. ………...2.2 Primo rettilineo alla partenza lungh. m. …………. largh. m. ……….2.3 Larghezza del percorso m. ………..2.4 Curve n. …………2.5 Distanza della prima curva alla partenza m. ………2.6 Distanza tra le curve m. ………2.7 Rettilineo prima della linea di arrivo m. ……….2.8 Tratto successivo al finish m. ……….2.9 Ostacoli n. ……….2.10 Rampa di partenza lungh. m. …………. largh. m. ………pendenza …….% dislivello m. ……..2.11 Corsie n. ………. largh. della corsia m. ……..2.12 Cancello di partenza: altezza cm. ……..Sistema di comando: manuale elettrico idraulico3 PAVIMENTAZIONE3.1 In terra stabilizzata3.2 Altro (specificare) ………………………………………………………………………………….3.3 Drenante materiali ………………………………………tempo max. in min. …….4 TEMPI DI PERCORRENZA4.1 Tempo di percorrenza: minuti / sec. ………….XIV


F.C.I. NORME IMPIANTI CICLISMO5 MISURE DI PROTEZIONE E SICUREZZA - ATLETI5.1 Marcatura dei bordi (tipologia):………….….……………………………………………………………5.2 Barriere sui lati della rampa (tipologia):…………….……………………………………………………………5.3 Servizio d’ordineParte seconda – ALTRE NOTIZIE6 SERVIZI DI SUPPORTO6.1 WC uomini n. …… mq. ……….6.2 WC donne n. …… mq. ……….6.3 Lavabi n. ……Funzioni assicurate da altre strutture non sportive6.4 WC disabili n. ……Funzioni assicurate da altre strutture non sportive6.5 Locale di pronto soccorso mq. ……….Funzioni assicurate da altre strutture non sportive6.6 Locale antidoping mq. ……….Funzioni assicurate da altre strutture non sportive6.7 Area di sosta ambulanza6.8 Locale informazioni / direzione / segreteriaFunzioni assicurate da altre strutture non sportive6.9 Magazzino attrezzi e manutenzioneFunzioni assicurate da altre strutture non sportive6.10 Unità di controllo gara6.11 Deposito biciclette / officinaFunzioni assicurate da altre strutture non sportive6.12 Punto di ristoro6.13 Fontanelle6.14 Area lavaggio biciclette6.15 Parcheggio atleti / personale / pubblico / disabili mq. ……….7 SEZIONE PUBBLICO7.1 Posti spettatori (tribuna) n. …………7.2 Ristorazione8 IMPIANTI TECNICI8.1 Innaffiamento artificiale8.2 Illuminazione artificiale8.3 Illuminazione di emergenza8.4 Telefonico n. linee ………8.5 Fax n. linee ………ALLEGATI:• Relazione tecnica firmata da un Tecnico abilitato e dal Titolare dell’impianto comprendente:• Caratteristiche sulla localizzazione dell’intervento (contesto ambientale, integrazione con le infrastrutturedei servizi nel territorio, aspetti turistici e ricettività, ecc.)• Descrizione del livello di attivazione sportiva reale e potenziale verso la pratica del ciclismo edindicazioni sulle caratteristiche sia dell’impianto che dello spazio di attività sportiva (dimensioni, dislivelli,pendenze, fondo e pavimentazioni, materiali, segnaletica, strutture e servizi, impianti, ecc.)• Disegni in scala opportuna, sottoscritti da un Tecnico abilitato, che illustrino compiutamentel’intervento, comprendenti:• Planimetria generale della zona in cui ricade l’intervento con l’indicazione della viabilità, dei parcheggi edubicazione delle parti funzionali;• Planimetria con l’indicazione dei percorsi per l’accesso e l’allontanamento del pubblico, degli atleti e deimezzidisoccorso;• Planimetria con curve di livello che illustri sia lo sviluppo longitudinale e le dimensioni trasversali piùsignificative che le sezioni del percorso;• Sezione longitudinale quotata del percorso con l’indicazione delle distanze parziali e totali;• Piante e sezioni quotate delle strutture fisse a servizio dell’impianto.Luogo e data …………………………………L’OMOLOGATORE(firma per esteso)…………………………………………………………..il Mondo del Ciclismo n.43XV


F.C.I. NORME IMPIANTI CICLISMOCERTIFICATO DI OMOLOGAZIONE – F.C.I. All. n°Soggetto richiedente (Ente/Società): ……………………………………………………Titolare dell’impianto (proprietario): ………………………………………………………Comune …………………………………… Provincia …………………………………..Località: …………………………… Indirizzo ……………………………………………C.a.p.tel.Tipologia dell’impianto sportivo: IMPIANTO PER IL CICLISMOTipologia dello spazio d’attività: c. ciclabile B.M.X. M.T.B. ciclocrossN. tel…………………………………….L’omologatore: ……………………………………………………………………….Indirizzo: ……………………………… n.c. ………… Città ……………………… Prov ……..Il giorno …………………………., del mese di……………………..,annoIl sottoscritto, alla presenza dei Sigg. ………………………………………………………………………………………………………………………………………………………,in qualità di ………………………… ………………………………………………………,ha effettuato il sopralluogo presso l’impianto in argomento, e sulla scorta sia della relazione che delladocumentazione tecnica, ha assunto informazioni e svolto le necessarie verifiche sull’impianto, considerandone larispondenza all’esercizio della pratica sportiva in relazione sia al regolamento della F.C.I., che alle norme C.O.N.I.e norme di Legge vigenti che sotto qualsiasi titolo regolano la materia, con particolare riferimento a quelle disicurezza, igiene, superamento delle barriere architettoniche.ESITO DELL’INTERVENTODagli accertamenti effettuati, il sottoscritto Tecnico ritiene:A) L’IMPIANTO OMOLOGABILE NELLA TIPOLOGIA:c. ciclabile B.M.X. M.T.B. ciclocrossspecialità ………………………………Livello di pratica sportiva: Promozionale Agonisticail Mondo del Ciclismo n.43XVIImpianto di esercizioB) L’IMPIANTO NON OMOLOGABILENote:……………………..…………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………Luogo e data …………………………….L’OMOLOGATORE(firma per esteso)……………………………………………..


CRONACHE DELLE GAREMountain bike - 8° Trofeo “Tra Livenza e Malgerher”di Francesco CoppolaSAN STINO DI LIVENZA(VE) (12/10) - Nicola Dalto(Cicli Olympia), precedendoil giovanissimo AlessandroMoras (Bianchin MarchiolPizzolon), primo tra gli under,e Tiziano Carraro (FaustoCoppi Gazzera Videa-Casinòdi Venezia), si è impostonell’8° Trofeo “Tra Livenzae Malgerher” validoper la 5^ prova del Trofeod’Autunno-PlayLifePassione di Mtb.Tra le donne è tornataal successo la più voltecampionessa italiana dellapista e della cronometro,Giovanna Troldi. Laportacolori della Bee onBike, al quarto centro stagionalenel Trofeo d’Autunno-PlayLifePassione,ha preceduto ManuelaMazzorana, MerizianaFlorian ed AlessadraTeso.Alla manifestazione, organizzatadal Club LaPerla Verde, hanno partecipato250 atleti. Vincitoridelle altre categoriesono stati NicholasDalto e Troldiavanti tuttaLa gara, valida come 5 a prova del Trofeo d’Autunno-PlayLifePassione di Mtb. ha visto l’alfiere della Cicli Olimpia precedereil promettente U23 Moras. La più volte campionessa italianaha centrato invece il quarto successo della stagioneIL PODIO DONNE CON GIOVANNA TROLDI AL CENTROPettinà (Corratec) tra gliJuniores; Andrea Ostan(Velociraptors) e ValentinaZorzetto (Mirano) tragli Allievi; Davide Nardei(Galvalux) e EmilyCorazzin (Ovam) tra gliEsordienti; Ivan Galante(Tribe) tra gli Sportmene Marco Agricola (Corratec),Michele Pittaccolo(Audax), Paolo Alverà(Olympia), Roberto Morandin(DR) e StefanoMasotti (Perla Verde) trai Maser.La 6^ prova del Trofeod’Autunno-Grand PrixPlayLife Passione è inprogramma domenica19 ottobre a Sant’Anna diChioggia (Venezia) conl’organizzazione del ClubAlessandra il Sorriso.Ordini di arrivoOPEN: 1. Nicola Dalto (Cicli Olympia); 2.Alessandro Moras (Vc Bianchin MarchiolPizzolon) 1. under; 3. Tiziano Carraro(Coppi Gazzera Videa-Casinò di Venezia);4. Daniel Boschetto (Cicli Olympia); 5.GianMaria Falasco (MC2).DONNE: 1. Giovanna Troldi (Bee onBike); 2. Manuela Mazzorana (Corratec);3. Meriziana Florian (Perla Verde); 4.Alessandra Teso (Perla Verde); 5. RossellaLibralato (Playlife Passione).JUNIORES: 1. Nicholas Pettinà (Corratec);2. Domenico Valerio (id); 3. GiacomoAntonello (Mc2); 4. Alessio Mattiuzzi(Velociraptors); 5. Marco Metti (Postumia73-Dino Liviero).ALLIEVI: 1. Andrea Ostan (Velociraptors);2. Gianluca Giraldin (Club Alessandra ilSorriso); 3. Luca De Lorenzi (Galvalux). F.: 1.Valentina Zorzetto (Mirano).ESORDIENTI: 1. Davide Nardei (Galvalux);2. Alvise De Marchi (Mirano); 3. Luca Terzo(Piovene). F.: 1. Emily Corazzin (Ovam).MASTERSPORT: 1. Ivan Galante (Tribe);2. Alessandro Falcomer (Perla Verde);3. Giorgio De Cecco (Buje); 4. AndreaMarian (Velociraptors); 5. Christian Goller(Rampiclub).M1:1. Marco Agricola (Corratec); 2. MauroSimion (id); 3. Claudio Centis (Bandiziol);4. Silvano Rossi (Vimotorsport); 5. SimonePiccolo (Rampiclub).M2: 1. Michele Pittaccolo (Audax); 2.Alex Cazzarro (FPT Industrie); 3. StefanoZanini (Rampiclub); 4. Mauro Margonari(Carpentari); 5. Paolo Baiocchi (PlaylifePassione).M3: 1. Paolo Alverà (Cicli Olympia); 2.Roberto Ambrosi (Rampiclub); 3. MarioCorazzin (Ovam); 4. Mauro Zulianello(Perla Verde); 5. Fabio Spolaor (Corratec).M4: 1. Roberto Morandin (DR); 2. GiorgioPadoan (Club Alessandra il Sorriso); 3.Flavio Furlanetto (Pedali Roventi); 4. DinoFresh (Velociraptors); 5. Paolo Boscolo(Cicli Olympia).M5: 1. Stefano Masotti (Perla Verde); 2.Fabrizio Stefani (Scavezzon); 3. RuggeroMiano (id); 4. Paolo Vanzella (VittorioVeneto); 5. Daniele Formenton (Scavezzon).il Mondo del Ciclismo n.4345


CRONACHE DELLE GAREil Mondo del Ciclismo n.4346Mountain Bike - 7° Rally delle Madonninedi Fortunato ChiodoMADIGNANO (CR) (12/10)- Non è esagerato dire cheGian Paolo Fappani, è comeil vino, più invecchia e più diventabuono.Lo dimostra il fatto che il46enne panettiere bresciano- un palmares stagionaledi quaranta vittorie - ha vintoil 7° Rally delle Madonninea Madignano, facendo registrareil miglior tempo giàal primo giro (36’20’2) e poiun finale “rossiniano” ha lasciatotutti quanti alle spalle.Quanti lampi d’autunnosui sentieri e le dune al Rallydelle Madonnine patrocinatodalla Polisportiva Madignanese,con al timone regia diAdriano Riboli. Ospiti d’onore:Ferruccio Bellani, sindacodi Madignano, Giuseppe Viola,Consigliere Lombardo dellaFCI, e Angelo Oneta, PresidenteProvinciale FCI.E’ stata una corsa incentratasul duello: Fappani, Pasquali,Castellini, Fappani, i cremonesiDiego di Stasio e CesareMoro.Un rally è pur sempre qualcosadi speciale, un eventosuggestivo di per sé, interpretatoda 250 atleti dellamountain bike, tante stelle,e la grande fsta dei neo laureandicampione cremonesi2008. Donne: Anna ElideScandelli (CC CremoneseArvedi). Junior: Simone Villa(Madignanese). MasterSport: Diego Di Stasio (Biketeam Torrazzo). M1: DiegoMangiarotti (CC CremoneseArvedi). M2: AlessandroDenti Tarsia (CC FrancesconiSalvirola). M3: PierluigiFrancesconi (CC FrancesconiSalvirola). Ettore Bonizzi(Pol. Madignanese). M5: PierangeloFausto (MTB Cignone).Classifica a punti e allasocietà meglio rappresentataal CC Francesconi di Salvirola.Fappani si confermaprimo della classeIl bresciano chiude l’anno con oltre quaranta successi.Scandelli, Villa, Di Stasio, Mangiarotti, Denti, Francesconi,Bonizzi, Pausto campioni cremonesiASSOLUTA: 1. Gian Paolo Fappani (PennelliCinghiale Mn); 2. Marcello Castellini (TeamPadano); 3. Marco Alloni (Giangi & IgraveErbusco Bs).JUNIORES: 1. Simone Villa (Pol. Madignanese).SPORTSMAN: 1. Stefano Servergnini (ASDTbr Merida); 2. Diego Di Stasio (MTb TorrazzoCr); 3. Marco Alloni (GiangiÌ Erbusco Bs).MASTER 1: 1. Fabio Pasquali (PennelliCinghiale Mn); 2. Marcello Castellini (TeamPadano); 3. Andrea Bramati (Ped. Orceano Bs).MASTER 2: 1. Elio Gallina (MTB Sfrenati);2. Fabio Bonfanti (Ped. Fidentino); 3. MarcoValcarenghi (Ranpi team 1996).MASTER 3: 1. Cesare Moro (Orobie Cup MTBBg); 2. Diego Pastorelli (SC San Damiano); 3.Risultati e classificheMountain Bike - 1° Memorial Adalberto FrontoniGian Battista Saleri (Gocid Bik Villachiara Bs).MASTER 4: 1. Gian Paolo Fappani (PennelliCinghiale Mn); 2. Luigi Mauro Sardini (ASDBarco Racing Team); 3. Ettore Bonizzi (Pol.Madignanese).MASTER 5: 1. Mario Lodigiani (Superbike TeamLeno Bs); 2. Fabio Galbiati (ASD MTB Italia); 3.Giuseppe Belli (Montorfano Bike Team).DONNE: 1. Daniela Bresciani (Team ColnagoFilago Bg); 2. Nicoletta Bresciani (TeamColnago Filago BG); 3. Anna Elide Scandelli (CCCremonese 1891 Ravedi).PEDALATA ECOLOGICA: 1. MarcoAbbondini (SC San Damiano); 2. GianantonioZorzi (Gs Croce Verde Orzinuovi Bs); 3. IlarioTorresani (GS Croce Verde Orzinuovi Bs).Astolfi la fa da padroneVELLETRI (RM) (12/10) - Claudio Astolfi dell’omonimo team (Astolfi Bike) è stato il vincitoredel 1° Memorial Adalberto Frontoni, disputato a Velletri, località La Palomba, e validocome prima prova del Trittico interprovinciale di MTB, promossa dalla US Acli di Roma e organizzatadal Club M.T.B. Velletri (Alberto Bartoli Enzo Martino).Il percorso - un circuito interamente sterrato e boschivo da ripetere 5 volte disegnato nellosplendido habitat del Monte Artemisio località La Palomba di Velletri - era particolarmentetecnico e quindi molto selettivo, con tratti severi in salita ed altri passaggi nervosi.Claudio Astolfi, categoria C, ha fatto valere il peso di una classe superiore, ma la competizioneha visto la partecipazione di numerosi e titolati bikers, che hanno sollecitato gli applausi delnumeroso pubblico presente sul percorso, Oculato il servizio dei giudici Irde, Lasaracina, Nobilini,Polidori, Rizzo. Lodevole il servizio d’ordine e sanitario con medico. Al termine la cerimoniadi premiazioni.Giovanni MaialettiCat. A: Marcelli Elia (Cicli Nereggi)Cat. B: Francavilla Alessandro (Cicli Sorgene)Cat. C: Claudio Astolfi (Astolfi Bike)Cat. D: Pierbattista Cristiano (Speedy Bike)ClassificheCat. E: Parchetti Luca (Palestrina)Cat. F: De Nicola Felice (Cicli Sorgene)Cat. G: Santini Tiziano (MTb S. Marinella)Cat. H: Speranzini Francesco (Freedom Biker)


CRONACHE DELLE GAREMTB – 9 a Petrignano Bike, Umbria Challenge 2008Vitangeli - Ricciduo da primatoLo junior ha chiuso al primo posto nel percorso breve,il master sport ha vinto per distacco in quello lungoL’ARRIVO DI VITANGELI. A DX, RICCIdi Laura ProiettiPETRIGNANO DI ASSISI(PG) (28/9) – Manuel Vitangeli(Grotte di Castro) e FedericoRicci (Testi Cicli) si sonoimposti nella nona “PetrignanoBike”, rispettivamente nelpercorso corto e in quello lungo.La gara, a cui hanno partecipatocirca 340 bike, è stataorganizzata dall’Uc Petrignanoed era valida come ultima provadell’Umbria Challenge Mtb2008 e dell’Italian 6 Races.Lo junior di Tuscania ha dominatoil percorso corto chefacendo gara solitaria al comando.Alle sue spalle AlessioMischianti (Amici del PedaleGubbio) ed Enrico Azzarelli(Pedale Spellano). Nel percorsolungo il master sport umbroRicci sferra l’attacco decisivodopo 20 chilometri di garapoco prima della parte tecnicadel percorso restando soloin testa. Il compagno di fugaMarco Minucci (MondobiciFermignano) non riesce a sostenerela sua andatura in salitae giunge secondo al traguardo.Terzo posto per AlessandroPeruzzi (Grams Bike).Ordine di arrivoDONNE: 1) Sabrina Di Lorenzo (TeamEurobici Orvieto), 2) Romina Scarabottini(Ruota Libera), 3) Loredana Taddei (RsmSan Marino Mtb Team), 4) Romina Perugini(Bikeland Team Bike 2003), 5) RobertaMonaldini (Rsm San Marino Mtb Team).GIOVANI: 1) Alessio Mischianti (Amicidel Pedale Gubbio), 2) Leonardo Caracciolo(Sc Centro Bici Team Terni), 3) Eros Capati(Grotte di Castro Scuola giovanile mtbDario Cioni), 4) Riccardo Rossi (Testi Cicli),5) Marco Fabiani (Mtb Club Spoleto).JUNIORES: 1) Manuel Vitangeli (Grotte diCastro Scuola giovanile mtb Dario Cioni),2) Enrico Azzarelli (Gs Pedale Spellano), 3)Francesco Tini (Uc Petrignano), 4) FedericoMisciglia (Team Maté), 5) Luca Zoppitelli(idem).ELITE UNDER 23: 1) Leonardo Chieruzzi(Gs Avis Amelia), 2) Marco Pazzini (SanMarino Mtb Team).MASTER SPORT: 1) Federico Ricci (TestiCicli), 2) Alessandro Peruzzi (Grams Bike),3) Davide Schiaratura (Gs Hotel RistorantePeppe e Rosella), 4) Giordano Falcinelli (UcPetrignano), 5) Daniele Cardinali (Gs TestiCicli).MASTER 1: 1) Marco Minucci (Udace - GsMondobici Fermignano), 2) Massimo Cheli(Gs Cicli Effe-Effe), 3) Carlo Parini (Uisp- Surfing Shop Sport), 4) Matteo Donati(Bikeland Team Bike 2003), 5) EmilianoDominici (Csi - S.Pedalapiano).MASTER 2: 1) Gianluca Rambaldi(Staff Bike 2000), 2) Matteo Garattoni(Uisp Scorpion Bike), 3) Paride Pellegrino(Uisp - Borello Off Road), 4) LucaAgostinelli (Uc Petrignano), 5) FabrizioPezzi (Uisp - Tartana Bike).MASTER 3: 1) Mirco Cetra (UcPetrignano), 2) Stefano Trippetti (Gs TestiCicli), 3) Luca Barbaccia (Sc Centro BiciTeam Terni), 4) Marcello Parini (Uisp- Surfing Shop Sport), 5) Luca Sadotti (TeamScott-Pasquini).MASTER 4: 1) Mario Rossi (Uisp ScorpionBike), 2) Alviero Scattini (Gs Testi Cicli), 3)Vittorio Giorgi (Gs Mondobici), 4) MarioMoschetti (Team Motor Point Sc Parlesca),5) Paolo Gino Pelucca (Aics - Blu Velo).MASTER 5: 1) Marco Calise (Uisp - SanClemente), 2) Aurelio Sarti (Uisp ScorpionBike), 3) Sandro Savorani (Uisp - Alvisi UEmme), 4) Silvio Pornelluzzi (Grams Bike),5) Stefano Sarti ( La Base Mtb Club Terni).MASTER 6 E OLTRE: 1) Gianni Battistelli(Sc Centro Bici Team Terni), 2) GiancarloRivaroli (Battistelli Extreme), 3) AurelianoTrionfetti (Udace - Gs MondobiciFermignano), 4) Roberto Tonelli (Uisp - GliScoiattoli), 5) Mauro Vigna (Bikeland TeamBike 2003).Classifica finaleUmbria challenge mtb 2008DONNE: Sabrina Di Lorenzo (TeamEurobici Orvieto).GIOVANI: Leonardo Caracciolo (Sc CentroBici Team Terni).JUNIORES: Manuel Vitangeli (Grotte diCastro Scuola giovanile mtb Dario Cioni).ELITE UNDER 23: Marco Cellini (TeamEurobici Orvieto).MASTER SPORT: Federico Ricci (TestiCicli).MASTER 1: Matteo Donati (Bikeland TeamBike 2003).MASTER 2: Michele Andreani (Gs TestiCicli).MASTER 3: Mirco Cetra (Uc Petrignano).MASTER 4: Massimo Ubaldini (TeamEurobici Orvieto).MASTER 5: Silvio Pornelluzzi (GramsBike).M6 E OLTRE: Gianni Battistelli (CentroBici Team Terni).CLASSIFICA FINALE SOCIETÀ:1) Gs Testi Cicli, 2) Ruota Libera, 3) UcPetrignano.il Mondo del Ciclismo n.4347


CRONACHE DELLE GAREil Mondo del Ciclismo n.4348Mountain Bike - 24 Ore Mtb Roma 2008di Giovanni MaialettiROMA (27-28/9) - Grandespettacolo ciclistico a Roma,presso il parco naturale capitolinodegli Acquedotti (X MunicipioCinecittà) in occasionedella tre Giorni Ciclisticaabbinata alla prestigiosa “24Ore in Mountain Bike Roma2008”. Al raduno tecnico oltre1800 bikers del Lazio, regionid’Italia e graditi ospiti internazionali.Pronti a darsi battaglianella 24 Ore No stop, cicloturistie appassionati. Lo straordinarioevento capitolino ottimamenteorganizzato dallostaff operativo “Team Pegasus”M.D.M. Eventi ASD Bike ParkRoma (coordinatore ClaudioVettorel), il patrocinio RegioneLazio, Provincia e Comunedi Roma, Municipio Decimo,Parco Regionale Appia Antica,FCI Lazio. La manifestazionedivisa in tre giorni e iniziatavenerdì 26 settembre con latradizionale ciclopedalata ecologica.Due le partenze alle ore13.00 e alle 16.30 partecipatada numerosi ed entusiasti ciclistisu distanze di km 40 e 60,con visita pedalando il centrostorico di Roma ammirandogli straordinari siti dei monumentie storia dell’antica civiltàromana. In serata ospiti della“Cittadella” delle 24 ore gli oltre5000 visitatori hanno potutoassistere a numerosi eventicollaterali, come l’esibizionedella scuola di ballo Lam Sport89 - Roma Futura. E applauditasfilata di pretoriani in costumedel gruppo storico romano conspeciali rappresentazioni e suggestivericostruzioni di Romaimperiale. Durante il meetingciclistico, non solo sport e divertimento,ma anche momenticulturali come l’interessanteconvegno sul tema “Bike Stagee il turismo sportivo. Partecipatoda numerosi appassionatie la gradita presenza del vicepresidente per Municipio MassimoPeritano (grande passio-Sport e culturabinomio vincenteGrande successo di partecipazione (1800 atleti dall’Italia e dall’estero)e di pubblico alla manifestazione svoltasi nel Parco degli AcquedottiINDIVIDUALE UOMINI: 1. Pigato Andrea(Cicli Bertini); 2. Krenn Wolfang (Publicity ProBike Team); 3. Muller Pascal (HammermannRacing).INDIVIDUALE DONNE: 1. Bacchiavini Lisa(Gualtieri 2000) 2. Balzarotti Ilaria (Felt teamTop Race Banelli); 3. Ebranti Mara (BossiniFolli).TANDEM: 1. Modollo Daniele (8° Legionene per il ciclismo), Silvia Stradelli(traning consulting) GuyLongo (Hotelsclick) MassimoAnsoldi (ideatore 24 ore Cup) edi Claudio Vettorel organizzatoredella 24 Ore di Roma.Ordine di arrivoDUE MOMENTI DELLA MANIFESTAZIONE ROMANALa gara “principe” prende il viaalle ore 12.00 di sabato 27 settembrecon in pista (km 7,500a giro percorso pianeggiante)i protagonisti delle 24 ore nosto endurance. Un tracciatoRomana); 2. Gagliotti Vittorio (RampiteamGiulianova); 3. Rosolen Sergio (Prodotti Veneti24 H Palladio).SQUADRE (4 ATLETI): 1. MTB Agnosine; 2.Adventure Bike Team 3. TecnoBike.SQUADRE (8 ATLETI): 1. Team Tonic; 2.Bossini Folli A.; 3. Team Eurobici Orvieto.Inseparabili 1. Emporio Del Ciclo; 2. MTbLomazzo; 3. Team Ruota Libera.disegnato all’interno del parcodegli Acquedotti da ripeteresecondo regolamento. Sigareggia con la mountain bikenella individuale maschile efemminile, tandem, squadreda 4 a 8 atleti, e un speciale “Gliinseparabili”. Si comincia sottoun parzialmente nuvoloso. Adassistere una marea di sportivie familiari al seguito. Si pedalasenza sosta, nel pomeriggioper poi affrontare la “notturna”.Si macinano numerosi chilometrila fatica è tanta, ma adalleviarla ci pensa lo spiritoguerriero e festoso dei protagonistiin gara. La conclusione diquesta estenuante maratona inbici alle ore 12.00 di domenica28 settembre tra due ali festantidi pubblico e sportivi. L’augurioè un arrivederci all’edizione2009.


ATTIVITÀ GIOVANILEAllievi - Nelle gare di La Poggiola e Le Quercidi Antonio Mannori36° GP Arte VetroCorsa dell’OroLA POGGIOLA (AR) - Anchequest’anno Bruno Miliciani, ilsuo infaticabile organizzatoreha fatto centro. Sulla collina diquesta suggestiva località alleporte di Arezzo in un pomeriggiodal caldo torrido, oltre 100gli allievi che hanno preso partealla competizione, la “Corsadell’Oro” ovvero il 36° GranPremio Arte e Vetro (MemorialDragoni, Miliciani, Francini),oltre ad ospiti illustri comeAlfredo Martini, presidenteonorario della Federciclismoe Francesco Moser, presente aLa Poggiola, a per seguire il figlioIgnazio che ha conquistatoil decimo posto. Ha vinto invececon un sprint di forza lungola salita finale, Niccolò Salviettidell’Olimpia Valdarnese diMontevarchi, tornato prepotentementealla ribalta e allavittoria in un’occasione cosìimportante e di prestigio, dopoquella conseguita nella primaparte della stagione. Salviettiha controllato bene quello chestava succedendo nel plotoncinodi testa lungo l’erta finale epoi è scattato prepotentementemettendo tutti in fila ad iniziaredal forte veneto Masiero cheha conquistato il secondo posto.Uno sprint di rara bellezza,dopo una corsa combattuta adiniziare dalla salita di CivitellaVal di Chiana e soprattutto nelPer Salvietti e Trosino ultimi acutifinale quando sono rimasti insei sulla testa con i due attivissimilaziali Gilli e Severa cheaveva provato a sorprendere glialtri componenti il drappellodi testa.ORDINE DI ARRIVO: 1. NiccolòSalvietti (Olimpia Valdarnese)Km 83 in 2h13’ media 37,444;2. Leonardo Masiero (Scorzè);3. Ciro Di Palma (Team FarimVOLATA E PODIO DELLA GARA DI LA POGGIOLAVangi); 4. Andrea Manfredi(Vecchiano Berti) a 5”; 5. GianlucaGilli (Vigili del Fuoco S.Anastasia)a 15”; 6. Severa; 7. Bellini; 8.Simion; 9. Giorni; 10. Moser.28 a Coppa CircoloLe QuerciLE QUERCI (PT) - Tradizionaleappuntamento di ottobreper gli allievi a Le Querci traAgliana e Pistoia. Cinquantagli allievi che hanno presoparte alla 28a Coppa CircoloLe Querci organizzata dallaNuova Sfinge Alma a una primaparte che prevedeva qualcheondulazione ed un finaleimpegnativo con la salita diTobbiana. Ad imporsi per distaccoè stato il pisano MirkoTrosino del Gruppo CiclisticoVecchianese al secondo successoin un’annata nel corsodella quale Trosino ha vintoanche il titolo italiano dell’inseguimentosu pista. Trosinoè giunto sul traguardo a LeQuerci con una dozzina di secondidi vantaggio su Rossettie Sedita, grandi protagonistidella corsa in quanto i duehanno iniziato una fuga dopo30 Km (Sedita ha vinto il granpremio della montagna) esono stati raggiunti da Trosinoa 6 Km dalla conclusione. Unpo’ più stanchi di Trosino perla lunga fuga, i due non sonoriusciti a replicare all’allungovincente del pisano sferratoa un Km e mezzo dall’arrivo.Per Trosino si è trattato dellaseconda vittoria stagionale.ORDINE DI ARRIVO: 1. MirkoTrosino (Gc Vecchianese) Km 79 in1h48’ media 42; 2. Sacha Rossetti(Vecchiano Berti) a 12”; 3. SalvatoreSedita (Circolo Cintolese) a 15”; 4.Antonio Picariello (Pol. MilleluciGM) a 30”; 5. Mauro Lassi (VitalCenter) a 1’30”.il Mondo del Ciclismo n.4349


Ciclismo e termalismo:coppia vincente controvita sedentaria e stressL’attività sportiva è spesso indicatacome mezzo di socializzazione,divertimento, relax.Ma non solo, la pratica costantedi un’attività sportiva, per semplicedivertimento o in forma agonistica,rappresenta il modo più semplice edefficace di combattere la sedentarietà.In particolare, il ciclismo, sportdi resistenza, in cui gli apparati cardiovascolare,respiratorio, muscolaree scheletrico vengono sollecitati perdiverse ore, rappresenta un utile edefficace rimedio al decadimento fisicoprovocato dallo stress della vitamoderna.In California, uno studio scientificoha paragonato gli effetti di alcunitipi di attività (ciclismo, nuoto elunghe passeggiate, giardinaggio,caccia e pesca) sullo stato di salute.Gli individui che praticavano il ciclismopresentavano il migliore statodi salute, il più alto grado di tonicitàmuscolare e il maggior equilibriopsico-fisico.E per rendere ancora più completaun’attività che tonifica il corpo,aiutando gli organi vitali a funzionarecorrettamente, non c’è niente dimeglio di un percorso che stimola ilcorpo e l’anima a vivere in equilibrio:il termalismo moderno, modalità diinterpretare il termalismo esclusivaprerogativa delle Thermal Spa dei 5resort del Gruppo GB Thermae Hotelsad Abano Terme. Trattamento incui le straordinarie proprietà terapeutichedelle acque termali vengonoapplicate ad una vasta gamma di programmidi benessere fisico, che apportanogiovamento sia a chi soffre diparticolari patologie, sia a chi ricercarelax e una mirata remise en forme.E infatti scenario perfetto che riescea coniugare due momenti di piacerecome ciclismo e termalismo è AbanoTerme, con i suoi itinerari bike neiColli Euganei e i GB Thermae Hotelsnel cuore della città.La pratica di uno sport come il ciclismo,associato ad un controllo opportunodell’alimentazione e alla curetermali rappresenta uno dei mezzi diprevenzione o cura di patologie deri-


vanti dallo stile di vita che la quotidianitàci impone: stress, indolenzimentomuscolare, mal di schiena,affaticamento fisico e mentale. Come infatti il ciclismo ha l’obiettivodi distendere la mente e tonificare ilcorpo attraverso il paesaggio e il movimento,così il termalismo modernorilassa lo spirito e riequilibra e purificail corpo.Argilla, acqua termale, microorganismi:questi gli straordinari e unicielementi sui quali si basano i percorsitermali che vengono sapientementeintrecciati con i migliori trattamentiper il benessere provenientida oriente e occidente. Il tutto, sottola stretta sorveglianza dei medicidelle 5 Thermal Spa che prescrivonoa ogni ospite un percorso individualeperfettamente in sintonia con singoleesigenze e obiettivi.La filosofia del Termalismo Modernounisce in un perfetto equilibrio tradizionee innovazione, partendo dalpresupposto che ciascun individuopuò usufruire degli straordinari effettidelle terapie termali abbinate allamedicina olistica, in modo personalizzatoe terapeuticamente controllato.Oriental, Vital, Romantic, Anti-aginge Active, 5 oasi di benessere per 5 tipologiedi persone diverse, con stilidi vita, esigenze e bisogni differenti,ma con il comune obiettivo di ritrovarel’equilibrio fisico e spirituale, conun trattamento personalizzato.E allora, quale modo migliore persconfiggere la tensione e lo stress, senon associare un percorso fango termalead una corretta attività fisica,che nel ciclismo trova il suo più altoe… piacevole rappresentante.

More magazines by this user
Similar magazines