Capitolato Speciale per la fornitura di sistema di radiologia digitale ...

asl3.liguria.it
  • No tags were found...

Capitolato Speciale per la fornitura di sistema di radiologia digitale ...

ART. 1 - PREMESSAIl presente capitolato speciale è formato da questo documento e da 3 allegati, indicati comeallegato 1 (questionario tecnico per la valutazione dell’apparecchiatura e dei servizi offerti) ,allegato 2 (condizioni contrattuali del servizio di manutenzione in garanzia e in caso di stipula dicontratto full-risk all included) ed allegato A_B_C (facsimile offerta economica).ART. 2 - OGGETTO DEL CAPITOLATOIl presente capitolato definisce tutti gli elementi necessari per l’acquisto in un lotto unico edindivisibile di un sistema per radiologia digitale diretta volto alla digitalizzazione tramite pannellopiano di due diagnostiche radiologiche convenzionali integrando l’insieme degli stativi, ilgeneratore ed il tubo radiogeno già in uso. Le diagnostiche che dovranno essere digitalizzate sonole seguenti:1. Diagnostica ossea produttore GMM costituita da generatore con tavolo di comando modelloOpera G650, tavolo troco, teleradiografo, sospensione pensile, tubo radiogeno2. Diagnostica ossea produttore ODEL/MT costituita da generatore con tavolo di comandomarca Odel modello C306, tavolo troco, teleradiografo, stativo a colonna, tubo radiogeno.La ditta partecipante dovrà produrre esplicita dichiarazione che quanto proposto risulti sufficienteper la piena integrazione con le diagnostiche sopra riportate nel rispetto della normativa CEE93/42 e s.m.i.ART. 3 - CARATTERISTICHE TECNICHE DI RIFERIMENTO PER L’APPARECCHIATURAOGGETTO DI GARAIl sistema proposto sarà costituito da due complessi indipendenti costituiti ognuno da unaworkstation di elaborazione ed almeno un detettore piano allo stato solido e dovràconsentire l’esecuzione di tutti gli esami radiografici convenzionali (torace, addome,scheletro, ecc.). Ogni postazione di lavoro, direttamente connessa con il sistema diacquisizione, dovrà essere perfettamente integrata con la diagnostica radiologica su cui ilcomplesso verrà installato. Dovrà inoltre essere garantita la piena compatibilità del sistemaproposto con lo standard Dicom 3.0 almeno per le classi store, print e worklist perl’integrazione dello stesso con i sistemi di stampa in uso ed il sistema Pacs/Ris in via diinstallazione. Saranno gradite soluzioni che garantiscano, eventualmente con accessoriesterni integrati nel sistema, la possibilità di eseguire esami in lungo formato (rachide intoto, arti inferiori in toto sotto carico, ecc.)ART. 3.1 - DETETTORE DIGITALE E DOSE(Detettore)Detettore di immagini piano adeguato ad utilizzo in campo medicale, realizzato contecnologia a stato solidoFormato non inferiore a 34x42 cm.Pixel pitch non superiore a 0,2 mmScala dei grigi non inferiore a 10 bitTempo di recupero dopo esposizione non superiore a 10 secTrasmissione dati con consolle preferibilmente di tipo wirelessNel caso di alimentazione tramite batteria: Minimo tempo di ricarica al massimo livelloPagina 3 di 12


Il punteggio relativo alla qualità sarà attribuito da apposita Commissione tecnica.La valutazione sarà effettuata sulla base dei sotto elencati parametri:A. Qualità tecnica delle apparecchiature proposte, massimo 40 punti,così ulteriormente suddivisi:A.1. Detettore e dose punti max 20Criteri motivazionali: migliori caratteristiche tecniche degli elementi indicati al rif. A.1 eB.1 dell’allegato 1 al CSAA.2. Consolle di comando e software diagnostici punti max 20Criteri motivazionali: migliori caratteristiche tecniche degli elementi indicati al rif. A.2 eB.2 dell’allegato 1 al CSAB. Configurazione, operatività e soluzioni migliorative proposte, massimo 5 punti;Criteri motivazionali: verranno valutate le eventuali funzionalità aggiuntive di cui il sistema saràdotato, la proposta di formazione prevista ed eventuali altre soluzioni tecnico-funzionalimigliorativeC. Proposta di assistenza tecnica (in garanzia e successivamente ad essa)massimo 5 punti;Criteri motivazionali: verranno valutati i livelli di servizio proposti, l’organizzazione del serviziodi assistenza (con particolare rilievo agli orari del servizio, alle modalità di gestione dellechiamate ed alla disponibilità locale di tecnici specializzati) così come indicati al rif. C.2dell’allegato 1 al presente CSA e presentati nella descrizione del servizio di assistenza chel’offerente dovrà presentareAll’offerta alla quale la Commissione Tecnica assegnerà il punteggio maggiore verrannoattribuiti 50 punti; alle altre offerte i punti saranno attribuiti proporzionalmente secondo laseguente formula:Punteggio Qualità = 50P_offertaPt MaxCon:DefinizionePunteggioQualitàP_OffertaPt MaxSignificatoPunteggio qualità attribuito all’offerta n-esimaPunteggio assegnato all’offerta n-esimaPunteggio massimo assegnatoIl mancato raggiungimento della metà più uno (26) dei punti relativi alparametro QUALITA’ determina l’esclusione dalla gara per punteggioinsufficiente.La valutazione verrà effettuata sulla base della documentazione tecnica presentata dalla dittacomposta da:- allegato 1 compilato e sottoscritto in ogni pagina; il medesimo allegato dovràessere presentato anche su CD in formato .docPagina 7 di 12


- documentazione tecnica, depliant e quant’altro la ditta ritenga utile per ladescrizione delle apparecchiature offerte; tutta la documentazione dovrà esserepresentata anche su CD, in formato .pdf- piano di formazione del personale- proposta di assistenza tecnica (in garanzia e successivamente ad essa)- offerta economica senza prezzi e allegati A, B, C senza prezzi, compilati esottoscritti in ogni pagina, per la valutazione chiara delle configurazioni di offerta;l’offerta economica senza prezzi dovrà essere presentata anche su CD in formato.pdf così come gli allegati A, B, C senza prezzi in formato .doc.La Commissione tecnica potrà chiedere in qualsiasi momento ulteriori chiarimenti, qualora i datiforniti non fossero sufficienti o presenti in forma non adeguata, al fine delle necessarieequiparazioni e valutazioni.La commissione si riserva la facoltà di visionare le apparecchiature offerte in condizioni operativepresso centri di riferimento, preferibilmente italiani, indicati dalle ditte partecipanti.ART. 9 -VERIFICHE E PROVEL'Azienda appaltante ha facoltà di far eseguire da propri incaricati in fase di montaggio e diinstallazione controlli, verifiche, prove di funzionamento e di accertamento della qualità deimateriali impiegati; di esaminare in genere l'andamento dei lavori in relazione ai tempi previsti perla consegna.Qualora le apparecchiature e i materiali adoperati, anche se messi in opera, non presentino irequisiti richiesti, può essere ordinata per iscritto da parte degli incaricati la sostituzione.Gli incaricati delle verifiche ed ispezioni redigono, in presenza di rappresentanti della Ditta, verbalicon cui vengono poste in evidenza le manchevolezze, i difetti e le inadempienze rilevate.ART. 10 - FORMAZIONE ED ADDESTRAMENTOPrima del collaudo e per l’intero periodo contrattuale, la ditta aggiudicataria deve garantire laformazione al personale medico e tecnico di radiologia per l’utilizzo dei sistemi offerti e alpersonale tecnico del Servizio di Ingegneria Clinica e di Fisica Sanitaria per le rispettivecompetenze di manutenzione.Tutti i momenti formativi dovranno, a meno di particolari eccezioni, essere effettuati nelle sedi diinstallazione e ospitare un numero di persone adeguato a non interrompere le rispettive attività.Il piano di formazione ed addestramento dovrà riportare lo schema dei corsi da effettuare, conrelativa suddivisione per figura professionale (Medici Radiologi, Personale TSRM, Fisici sanitari epersonale tecnico di Ingegneria Clinica): la quantità di ore di addestramento ritenute necessarie (non inferiore a 5 giorni lavorativiper ogni sistema); le modalità di tale addestramento (in gruppo, con l’indicazione della numerosità del gruppo,individuale, in loco o presso altra sede ecc.); la descrizione del materiale dei corsi di addestramento che verrà consegnato.L’effettivo svolgimento di tutte le attività previste nei piani di formazione dovrà essere documentatomediante la presentazione di certificazioni di partecipazione da parte degli operatori interessati. Lamancata presentazione di tale documentazione verrà considerata motivo di non rispondenza airequisiti di collaudo.Tutte le attività previste nel piano sono da intendersi interamente a carico della Dittaaggiudicataria.La Ditta dovrà presentare una sintesi degli argomenti trattati sia per i corsi di formazione delpersonale medico, fisico e TSRM che per i corsi relativi al personale tecnico.Il corso di formazione del personale sanitario dovrà aver luogo prima del collaudo di accettazione.Pagina 8 di 12


Il corso di formazione del personale tecnico di Ingegneria Clinica dovrà aver luogo comunque nonoltre i primi sei mesi dalla data del collaudo.ART. 11 - DISPOSIZIONI DA OSSERVARE IN RELAZIONE ALL’ATTIVITA’ SANITARIAL’impresa dovrà rendersi disponibile all’esecuzione di varianti, a richiesta della Direzione Lavori,osservando l’orario che verrà dettato da esigenze di carattere strettamente sanitario, senzaavanzare diritti di compenso alcuno per eventuali maggiori costi derivanti da interruzioni,frazionamenti e sospensioni temporanee.L’impresa deve garantire altresì, senza invocare ulteriori compensi che: durante lo svolgimento dei lavori, gli stessi non dovranno recare intralci al normaleespletamento delle funzioni sanitarie i lavori dovranno essere assoggettati a limitazioni di orario o ad eventuali sospensioni, qualorasi rendessero indispensabili per il funzionamento delle attività suddette. qualsiasi intervento che possa influire sull’attività sanitaria deve essere concordato con laDirezione lavori e la Direzione sanitaria ( ad esempio interventi sulle linee elettriche, impiantiidrici, acqua calda, ecc) all’infuori dell’orario normale, come pure nei giorni festivi, la Ditta non potrà a suo arbitrio, fareeseguire lavori che richiedono la sorveglianza da parte dell’appaltatore. i giorni di sospensione dei lavori di installazione dovuti ad esigenze dell’Azienda appaltante nonsaranno computate ai fini del tempo per la consegna del sistema funzionanteART. 12 - TEMPO UTILE PER L'ULTIMAZIONE DELLA FORNITURA, PENALE PER RITARDOA seguito della comunicazione alla Ditta vincitrice dell’avvenuta aggiudicazione della fornitura, iltempo utile per la consegna, l’installazione in condizioni di operatività del sistema da installarsideve essere quello dichiarato dalla Ditta in sede di offerta e comunque non superiore ai 90 giorninaturali, successivi e continui, decorrenti dalla data di invio dell’ordine da parte dell’ASL3Genovese.La ditta fornitrice dovrà provvedere a notificare in forma scritta al responsabile del procedimentol’avvenuta l’installazione in condizioni operative di ogni singola apparecchiatura offerta entro 10giorni dalla data prevista in sede di offerta.In caso di assenza della notifica sopra citata, il giorno previsto per la consegna delleapparecchiature secondo quanto dichiarato dalla ditta aggiudicataria in sede di offerta, lacommissione di collaudo, alla eventuale presenza della ditta fornitrice, non obbligatoria, procederàcomunque a verificare lo stato di avanzamento dei lavori e della fornitura.Nel caso in cui la fornitura non sia stata completata e/o non risulti perfettamente funzionante, lacommissione provvederà a redigere un verbale di constatazione dello stato di avanzamento dellafornitura, che verrà inviato alla ditta fornitrice unitamente alla richiesta di comunicazione deltermine previsto per la consegna finale e conseguente avvio delle operazioni di collaudo.In caso di accertato non completamento della fornitura secondo quanto previsto in offerta, inizierà ilconteggio dei giorni di ritardo sui quali verrà calcolata la penale nella misura di 0,5% del valoredella fornitura per ogni giorno di ritardo fino al decimo giorno naturale consecutivo e 1% del valoredella fornitura per ogni ulteriore giorno di ritardo fino alla data di collaudo – prima fase.Nel caso in cui non fosse possibile procedere alla sigla del collaudo prima fase, ma esistessero lecondizioni per la messa in uso clinico le penali verranno ridotte del 50% rispetto a quanto sopraprevisto per ogni giorno intercorrente tra la data di messa in uso clinico e di collaudo prima fase.Il conteggio terminerà il giorno, comunicato in forma scritta da parte della ditta aggiudicataria,dell’ultimazione dei lavori con il completamento della fornitura e la piena funzionalità di quantoinstallato.Pagina 9 di 12


ART. 13 - COLLAUDOLe sotto indicate procedure di collaudo valgono per tutte le apparecchiature offerte e possonoessere applicate in tempi differenti, in funzione dei tempi di installazione dichiarati dalla ditta.Per ogni apparecchiatura, il collaudo, effettuato da apposita Commissione, in presenza dirappresentanti della Ditta aggiudicataria, dovrà accertare la corretta installazione, il perfettofunzionamento delle apparecchiature e delle relative attrezzature di supporto e la rispondenzadella fornitura a quanto ordinato.Qualora, al termine dei lavori, non venga - per qualsiasi ragione - o completata la fornitura ovveronon sia possibile la sottoscrizione del collaudo - prima fase - la Commissione tecnica puòeventualmente disporre, di concerto con la Ditta fornitrice, la messa in uso clinico dell’impiantoqualora i controlli di sicurezza e di funzionalità dell’impianto e dell’attrezzatura, siano stati eseguiticon esito positivo. La Ditta aggiudicataria al verificarsi delle condizioni su esposte puòacconsentire alla messa in uso clinico dell’impianto. Il Collaudo si articolerà comunque in due fasi: prima fase: verifica della completezza della fornitura e della corrispondenza all’offerta, entro 15giorni dalla data in cui la Ditta aggiudicataria notificherà l’avvenuta ultimazione dei lavori ed ilcompletamento della fornitura. A tale data tutte le apparecchiature dovranno esserecompletamente funzionanti e pronte all’uso clinico.La Ditta dovrà provvedere a proprie spese a rimediare ad eventuali non corrispondenze. Sidovrà altresì accertare:1. l'esistenza dell'autocertificazione della Ditta che dichiari la rispondenza del prodottoeffettivamente installato (individuato dal numero di matricola o di serie) alla normativa disicurezza vigente;2. la fornitura in due copie del manuale (in lingua italiana) contenente tutte le istruzioninecessarie per la corretta conduzione e l'uso giornaliero della apparecchiatura fornita(manuale d'uso);3. la fornitura del manuale tecnico in lingua italiana o inglese (service) contenente tutte leistruzioni necessarie per la manutenzione ordinaria e straordinaria della apparecchiaturafornita comprensivo di schemi elettrici, circuitali e/o meccanici, descrizione delle modalità diricerca guasto e taratura e tutto quanto è necessario per qualsiasi procedura dimanutenzione;4. descrizione su documento a parte, se non già comprese al punto 3, di tutte le operazioni dimanutenzione preventiva necessarie a mantenere in perfetta efficienza l'apparecchiaturafornita;5. documentazione as-built relativa alle opere eventualmente realizzate e tutte le certificazionipreviste dalle normative applicabili presentiSolo al termine della prima fase di collaudo, la Ditta aggiudicataria potrà emettere fattura, il cuipagamento è in ogni modo vincolato al superamento della seconda fase di collaudo. seconda fase: il collaudo definitivo inizierà dopo 2 mesi dalla conclusione della prima fase. Saràeseguito alla presenza della Ditta appaltatrice ed avrà la durata massima di 15 giorni necessariper un controllo completo delle apparecchiature, delle strutture, degli impianti e della lorofunzionalità. In caso di esito negativo, la Ditta aggiudicataria è tenuta a provvedere a propriacura e spese, e nel termine assegnatogli, agli adempimenti prescritti dalla Commissione dicollaudo. La garanzia avrà decorrenza dal giorno in cui verrà sottoscritto il verbale di collaudodefinitivo se positivo, ovvero dal momento in cui la Ditta adempirà alle prescrizioni formulatedalla commissione di collaudo. Nel periodo intercorrente tra la consegna ed il collaudodefinitivo, la Ditta dovrà provvedere a propria cura e spese alla sostituzione, riparazione emanutenzione di qualsivoglia componente che dovesse risultare difettoso, non funzionante, nonadatto all’uso, ecc.Pagina 10 di 12


Tutte le condizioni di cui sopra sono vincolanti per la buona riuscita del collaudo. La mancanza diuna sola condizione, ovvero la mancanza delle password per accedere al sistema informatico,porterà alla non accettazione della fornitura. Solo a collaudo eseguito con esito favorevole avverràla consegna definitiva alla Azienda appaltante e l'ammontare della fornitura potrà essere pagatoalla Ditta aggiudicataria.ART. 14 - ASSISTENZA TECNICA IN CORSO D’ESERCIZIOLa Ditta dovrà indicare in allegato 1 il numero massimo di giorni, per ogni anno solare, di fermomacchina per manutenzioni ordinarie, preventive e correttive (non si considerano differenze trafestivi – prefestivi o lavorativi), valido sia nel periodo di garanzia sia in caso di stipula del contrattodi manutenzione ‘tutto compreso (FULL RISK ALL INCLUDED)’. Il calcolo dei giorni di fermomacchina sarà così determinato: Manutenzione preventiva, programmata = tempo naturale (ore) consecutivo (feriale, festivo)tra la consegna della macchina per gli interventi in parola e la ripresa dell’attività certificatadal verbale di lavoro sottoscritto da chi prende in consegna l’unità dopo l’intervento. Manutenzione correttiva (guasto o malfunzionamento) = tempo naturale (ore) consecutivo(feriale, festivo) tra la segnalazione a mezzo fax (ripetuta, se necessario, a un numerotelefonico indicato dalla Ditta) del problema riscontrato e la ripresa dell’attività certificata dalverbale di lavoro sottoscritto da chi prende in consegna l’unità dopo l’intervento.Qualora l’operatività annuale, cioè per ogni anno solare, delle apparecchiature offerte – esclusi glieventi riconducibili a imperizia o dolo (che dovranno essere registrati sui verbali di lavoro) - risultiinferiore a quanto dichiarato dalla Ditta in sede di offerta, saranno applicate le penali indicate nelcapitolato della manutenzione (allegato 2).Le ore di fermo macchina vengono tradotte in giorni di fermo macchina (f.m.) secondo la seguenteformula:giorni di f.m. = (|n. di ore f.m. / 24|)+1dove il simbolo |x| sta ad indicare “parte intera del numero x”Durante il periodo di garanzia le penali verranno detratte dall’importo cauzionale mentre, in casodi aggiudicazione del contratto di manutenzione, le penali verranno detratte dalle rate del canoneannuale del contratto di manutenzione ‘tutto compreso’.L’ammontare massimo della penale annuale corrisponderà nel periodo di garanzia all’importodella cauzione e nel periodo post garanzia, nel caso di stipula del contratto di manutenzione ‘tuttocompreso’, all’importo annuale del canone di manutenzione.ART. 15 - GARANZIALa Ditta aggiudicataria dovrà garantire la buona qualità e la buona costruzione dei propri materiali,obbligandosi, durante il periodo di garanzia indicato in offerta, a riparare e/o a sostituiregratuitamente, con le modalità ed i termini indicati nella proposta di contratto “FULL RISK ALLINCLUDED”, quelle parti che per la qualità di materiale o per carenze di lavorazione o perimperfetto montaggio si dimostrassero difettose, sempre che ciò non derivi da imperizia onegligenza dell'utilizzatore, da sovraccarichi oltre i limiti contrattuali, da interventi non autorizzati,da manomissioni eseguite o fatte eseguire dall'utilizzatore, o da uso impropriodell'apparecchiatura.Dovrà altresì essere inclusa copertura assicurativa, con franchigia massima pari ad € 5.000,00, per il detettore controeventuali cadute accidentali, nel caso questo sia mobile.Pagina 11 di 12


fornitura di tutto il materiale ad usura (es. batterie)Il periodo minimo di garanzia è di 24 mesi dalla data del collaudo 2° fasedell'apparecchiatura. La Ditta aggiudicataria ha l'obbligo di assicurare, a partire dalla datadi collaudo 1° fase e fino al termine del periodo di garanzia, l'effettuazione totale dellamanutenzione (riparazioni, sostituzioni e tutte le operazioni di manutenzione ordinariapreviste dai manuali d’uso e manutenzione), nulla escluso e riservato, senza nessun onereda parte della Azienda appaltante dovendosi considerare questo servizio conglobato nelprezzo d'offerta.ART. 16 - FORNITURA DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONEA insindacabile giudizio della ASL3 Genovese, al termine del periodo di garanzia, potrà essereattivato anche parzialmente per le apparecchiature offerte il contratto di fornitura del servizio dimanutenzione nella tipologia "TUTTO COMPRESO (FULL RISK ALL INCLUDED)regolamentato secondo il capitolato per la manutenzione allegato al presente capitolato di fornitura(allegato 2) e nel rispetto dei parametri specificati in allegato 1. Durante il periodo di vigenzacontrattuale, pari ad almeno 6 anni meno il n. di anni di garanzia, i prezzi di aggiudicazione delcontratto di manutenzione nella tipologia "TUTTO COMPRESO (FULL RISK ALL INCLUDED)rimarranno fissi. E’ consentita una volta all’anno la sola revisione prezzi in base ai numeri indicenazionale dei prezzi al consumo per le famiglie degli operai e degli impiegati calcolati dall’ISTAT,come meglio regolamentato sull’allegato capitolato per la manutenzione.Pagina 12 di 12

More magazines by this user
Similar magazines