“GRIFONE” 2011 - Aeronautica Militare Italiana

aeronautica.difesa.it

“GRIFONE” 2011 - Aeronautica Militare Italiana

imp-Grifone-6pag:Layout 1 04/11/11 11.50 Pagina 2“GRIFONE” 2011India-Lima-Romeoda Grifo SAR. Le squadre«Rescuedi terra hanno raggiuntoil relitto dell’aereo, entrambi i pilotisono vivi, uno dei due è in gravi condizioni.In 10’ saranno sul punto 46°09’ 00’’ Nord – 008° 19’ 30’’ Est perl’imbarco: preparatevi per l’atterraggiofuori campo». «Rosso Base daGrifo SAR, ti confermo entro 10’ unAB.212 A.M. sul punto per imbarco feritie squadra medicalizzata». Il recuperodell’equipaggio di un velivolo daturismo tedesco precipitato in unavalle delle Alpi piemontesi sta per concludersipositivamente, a scandirne itempi sono le comunicazioni via radiodell’operatore e dell’assistente SARcon l’elicottero in volo e con il centrodi coordinamento del Soccorso Alpinoa terra. Non ci troviamo però nel RescueCoordination Center di PoggioRenatico, la struttura di comando econtrollo del Comando OperazioniAeree dell’Aeronautica Militare, dadove quotidianamente viene gestitoquesto genere di emergenze, bensì all’internodi una sala operativa mobileposizionata su un campo base isolato.Lo scenario è quello della Val d’Ossola,provincia piemontese del Verbano-Cusio-Ossola, a poche decine di chilometridal confine con la Svizzera. Nessunincidente reale, fortunatamente,ma una grande esercitazione internazionale,la “Grifone 2011”, organizzatadall’Aeronautica Militare nel quadrodi un accordo di cooperazione tra Italia,Francia e Spagna nel settore dellaricerca e soccorso aereo (accordo SAR-MEDOC - SAR Mediterraneo Occidentale).12 elicotteri, 120 soccorritori aterra, equipaggi di volo, personale eosservatori di sette diverse Nazioni,90 ore di volo effettuate: questa, incifre, la “fotografia” dell’evento addestrativoche dal 5 al 9 settembre havisto operare insieme varie componenticivili e militari del soccorsoaereo, dai reparti di volo delle ForzeArmate e Corpi Armati dello Stato allesquadre a terra di ricerca e salvataggio,coordinate dal Corpo Nazionaledel Soccorso Alpino e Speleologico,fino alle strutture locali della Prote-Ricerca e soccorso di equipaggi diaeromobili coinvolti in incidenti aeronauticiin ambiente terrestre: questala “trama” dell’esercitazione internazionaleche si è svolta in Piemontedal 5 al 9 settembre scorso.48 Rivista Aeronautica n. 5/2011


imp-Grifone-6pag:Layout 1 04/11/11 11.50 Pagina 3Stefano Testafoto “Troupe Azzurra”Rivista Aeronautica n. 5/201149


imp-Grifone-6pag:Layout 1 04/11/11 11.50 Pagina 4Nelle pagg. precedenti, sullo sfondo, un AS.332 Super Puma svizzero pronto al decollo; nel riquadro, un momento del briefing del personale del Soccorso Alpino.Sopra, un AB.412 della Guardia di Finanza arriva sul punto di imbarco per recuperare un ferito. Sotto, a sinistra, un AB.412 del Nucleo Elicotteri Carabinieridi Volpiano; a destra, un AB.205 del 34 o Gruppo Squadroni AVES “Toro” di Venaria Reale. Nella pag. a fianco, veduta aerea del campo base allestito aMasera, nelle vicinanze di Domodossola.50 Rivista Aeronautica n. 5/2011


imp-Grifone-6pag:Layout 1 04/11/11 11.51 Pagina 6prio aeroporto, dotato di tutti i servizinecessari per l’assistenza al volo e lagestione delle operazioni (strutturecampali di comando e controllo, sistemimobili di comunicazione, torredi controllo e stazione meteo mobili,servizi di rifornimento), oltre che deiservizi logistici essenziali e di sicurezza,per una media di duecento personeogni giorno (tende per alloggiareil personale, mense, trasporti, ForceProtection). Nell’occasione, infatti,l’Aeronautica Militare, attraverso leproprie articolazioni logistiche, ha volutosia verificare la capacità di schierarerapidamente personale e mezzi inuna zona isolata dalla quale condurreoperazioni di supporto per gravi calamitànaturali o per grandi eventi, siasimulare le tipiche attività di combatservice support a favore di un ipoteticoreparto di volo autonomo dislocatofuori dai confini nazionali. A Maserahanno operato diversi assetti delServizio Supporti del Comando Logistico.Tra questi il FARP (Forward Ar-52 Rivista Aeronautica n. 5/2011


imp-Grifone-6pag:Layout 1 04/11/11 11.51 Pagina 7ming and Refueling Point), utilizzatoper il rifornimento e l’armamento rapidodegli aeromobili fuori dalle basistanziali, e un “team di valutazioneambientale” formato da personale tecnicoaddestrato ed equipaggiato construmentazione avanzata. Sul postosono stati anche attivati un piccoloospedale da campo, gestito da personalesanitario dell’Aeronautica Militare(Infermeria Principale A.M. di Villafranca)e del Corpo Ausiliario delleInfermiere Volontarie della CroceRossa Italiana, e un PMA (Posto MedicoAvanzato) del 118 Piemonte, anch’essocoadiuvato da personale dellaCRI. Coinvolta anche la locale ProtezioneCivile, che ha operato nell’ambitodi una struttura di coordinamentoattivata a fini esercitativi dallaProvincia e dalla Prefettura di Verbano-Cusio-Ossola.nSullo sfondo, recupero al verricello di un soccorritoreda un AB.212 della 670 a Squadriglia SARdi Decimomannu. In senso orario da sinistra,AB.212 del 2 o Reparto Volo della Polizia di Statodi Malpensa; briefing dell’equipaggio HH-3Fdel 15 o Stormo con il personale del Soccorso Alpino;le squadre di soccorso a terra impegnatenel recupero di un ferito; la sala operativa“logistica” del campo base di Masera.Rivista Aeronautica n. 5/201153

More magazines by this user
Similar magazines