versione pdf - Sistema Nazionale Linee Guida

asmn.re.it

versione pdf - Sistema Nazionale Linee Guida

Iperplasia prostatica benignada tempo dalle linee guida internazionali 27,81,109 essi sono poco usati in Italia: solo il 3,5%dei medici di medicina generale usa l’IPSS-QoL 35 e l’indagine conoscitiva sulla pratica clinicacorrente eseguita per la produzione di queste linee guida ha confermato che è applicatosolo dal 7% degli specialisti del gruppo campione (e dal 15% degli urologi). [III]BL’IPSS-QoL deve fare parte della valutazione iniziale del paziente con LUTS/IPBEsame obiettivoL’esame obiettivo deve includere la valutazione dell’addome, della pelvi, del perineo eun esame neurologico. 82L’esplorazione rettale (ER) è importante nel paziente con LUTS/IPB ed è una procedurafortemente raccomandata; 27,80 è tra l’altro il sistema più facile per accertare la funzionemuscolare della parete pelvica. 82 L’esplorazione rettale viene eseguita principalmenteallo scopo di avere una stima approssimativa del volume ghiandolare e di indirizzarela diagnosi differenziale con il carcinoma prostatico. Ha, però, dei limiti poichésottostima il volume e valuta solo la faccia posteriore della ghiandola. [IV]L’associazione tra ER, PSA ed età del paziente è un indice predittivo migliore di positivitàdella biopsia prostatica eseguita per la diagnosi di carcinoma prostatico rispetto aciascun fattore considerato singolarmente. 83 [III] Inoltre l’ER consente di raccogliereinformazioni rilevanti per la diagnosi differenziale con le malattie infiammatorie dellaprostata. 84 In conclusione l’ER, essendo un esame poco invasivo, di rapida esecuzione,poco costoso e in grado di fornire una serie di informazioni su volume prostatico, patologieinfiammatorie, eventuale sospetto di carcinoma prostatico o di altre patologie pelviche,dovrebbe essere eseguita di routine nella valutazione del paziente con LUTS/IPB.AL’esplorazione rettale deve fare parte della valutazione iniziale del paziente conLUTS/IPBEsame delle urineNonostante vi siano pochi e datati lavori sull’utilità dell’esame delle urine nella valutazionedel paziente con LUTS/IPB, questo viene raccomandato da tutte le linee guida pubblicate.27,85-87,105,109 L’esame consente di identificare la presenza di patologie concomitanti(quali carcinoma vescicale, infezione delle vie urinarie, calcolosi urinaria, diabete mellito,diabete insipido etc.) e quindi di indirizzare la diagnosi di secondo livello. 88,89 [III]Diagnosi17

More magazines by this user
Similar magazines