Sporrtivo February 2004

ibssa.org

Sporrtivo February 2004

Verbale dellariunione delconsigliodirettivo14 settembre 2003, Budapest,UngheriaPresenti: professor George Popper,Ungheria, presidente esecutivo; professorGiacomo Spartaco Bertoletti, Italia,1° vicepresidente; dottor Rony Kluger,Israele, segretario generaleIn occasione del II Sec-tember, il Corsointernazionale di formazione per la sicurezzadell’Ibssa, il consiglio direttivo si èriunito per discutere tutte le questioni concernentil’Ibssa e Ibssa Ifs.Il presidente esecutivo ha dato il benvenutoai membri del consiglio e ha fornitoun breve riassunto delle attività dell’ultimomese.Il professor George Popper ha illustrato ilgrande successo del II Sec-tember, che èstato organizzato ad alto livello professionaledalla sede centrale Ibssa tra il10 e il 14 settembre 2003 al CollegeAdyliget per l’applicazione della leggea Budapest, in Ungheria. Presenti all’evento38 partecipanti da ben 8 Paesi:Bosnia Erzegovina, Francia, Italia,Ungheria, Irlanda del Nord, Romania,Singapore e Slovenia. Oltre a tutti i leaderdell’Ibssa ungherese e a numerosicapi d’azienda, hanno onorato con laloro presenza la giornata di apertura,che ha visto numerose dimostrazioni professionali,ufficiali di polizia ungheresi estranieri (generali e colonnelli), capiistruttori delle forze di polizia speciali,uomini d’affari di caratura internazionaleed esperti di sicurezza.Sono state discusse importanti questionie sono state prese importanti decisioni.1. Il 9° congresso Ibssa avrebbe dovutotenersi a Hurghada, in Egitto, ma acausa della guerra in Iraq, sono statiinterrotti preliminari. Il consiglio direttivodell’Ibssa ha convenuto di organizzarel’imminente congresso tra il 28 e il 30novembre 2003 a Budapest, inUngheria, considerando il poco tempoa disposizione e il fatto che la sede centraleIbssa è situata in Ungheria e partedei suoi membri più importanti sonoungheresi. Durante il 9° congresso, siterranno l’elezione e il rinnovo degliorgani dell’Ibssa. Il 3° Campionato mondialedi dimostrazioni delle guardie delcorpo e il tradizionale corso istruttori siterranno durante il congresso.Onoreranno l’evento numerosi leader dialto livello e ospiti vip.2. Il 3° Festival mondiale della arti marzialiIbssa si terrà la prima settimana didicembre 2003. Data e luogo del 4°of December 2003. The date and placeof the 4 th Ibssa World Martial ArtsFestival is still open.3. Before the 10 th Ibssa Congress,which will be held in Hurghada, Egypt,in November 2004, an open boardmeeting with preparatory discussions tothe congress will be organized inFebruary 2004 in Hurghada togetherwith diving and bodyguard trainingcourses.4. Accepted programs- Prof. George Poppe, ExecutivePresident of Ibssa, will represent theassociation between 19 th and 25 thOctober 2003 on the occasion of the44 th Ineoa Conference and congress.- The next official training course will beheld between the 30 th of October andthe 2 nd of November 2003 in Belfast,Northern Ireland- The 6 th Ibssa International BodyguardBall will be organized on the 20 th ofFebruary 2004 in Budapest, Hungary,at the Hotel Marriott5. Preparations for the 9 th Congress- Draft congress program and agendamust be ready urgently and have to beon Internet- Other congress documents must be onemonth in advance public on Internet- Elections and appointments. The proposalof the Board of Directors, which isa guideline for the future: all active andgood working officials should stay inposition, and all not working ones mustbe replaced- Award ceremonies: the highlight of thecongress will be the award ceremony ofIbssa and connected organizations- Demonstrations and training courses:member organizations must be urgentlyinformed about the conditions.Ibssa HqReport onthe WbglBalkan Tour2003The World Bodyguard League BalkanTour 2003 took place in Chisinau, from9 th to 12 th of October, under the patronageof Mr. Vasile Tarlev – PrimeMinister of the Republic of Moldavia.The opening ceremony was held in theExposition Centre “Moldexpo”, in thesame time with the opening of the traditionalexhibition “Security 2003”.The inauguration ribbon was cut by theMoldavian Prime Minister, Mr.VasileTarlev and by the President of theNational Bodyguard Association ofFestival mondiale delle arti marzialiIbssa sono tuttora da decidere.3. Prima del 10° congresso, che si terràa Hurghada, in Egitto, nel novembre del2004, verrà organizzata nel febbraio2004, sempre a Hurghada, una riunioneaperta del consiglio per avviarediscussioni preparatorie, in concomitanzacon corsi per sub e guardie delcorpo.4. Programmi avallati- Il professor George Popper, presidenteesecutivo Ibssa, rappresenterà l’associazionedal 19 al 25 ottobre 2003 inoccasione della 44 a Conferenza e congressoIneoa.- Il prossimo corso ufficiale si terrà dal30 ottobre al 2 novembre 2003 aBelfast, Irlanda del Nord.- Il 6° ballo internazionale delle guardiedel corpo Ibssa si terrà il 20 febbraio2004 all’Hotel Marriott di Budapest,Ungheria.5. Preparativi per il 9° congresso- I documenti relativi al programma eall’agenda devono essere letti al più prestoe devono trovarsi in internet- Eventuali altri documenti relativi al congressodevono essere resi pubblici ininternet un mese prima dell’evento- Elezioni e appuntamenti. La propostadel consiglio direttivo, intesa come unaguida per il futuro, è che tutti gli organiche stanno lavorando sodo continuino aricoprire il loro ruolo e che nessuno diloro venga sostituito- Cerimonia di premiazione: momentosaliente del congresso sarà la cerimoniadi premiazione dell’Ibssa e delle organizzazioniconnesse- Dimostrazioni e corsi: i membri dellevarie organizzazioni devono esseresubito informati al riguardo.Sede centrale IbssaRelazionesul Tour deiBalcani2003Il Tour mondiale 2003 della Lega guardiedel corpo dei Balcani ha avutoluogo a Chisinau, dal 9 al 12 ottobre,sotto il patronato di Vasile Tarlev, primoministro della repubblica di Moldavia.La cerimonia di apertura si è tenuta nelcentro espositivo “Moldexpo”, contemporaneamenteall’apertura della tradizionaleesibizione “Security 2003”.Il nastro inaugurale è stato tagliato dalprimo ministro moldavo Vasile Tarlev edal presidente dell’Associazione nazionalerussa delle guardie del corpo,Sportivo 27


La rivista del dirigente sportivoIBSSA official magazine28 SportivoSome moments of theexhibition “Security 2003”Alcuni momenti dell’esibizione“Security 2003”Russia, Mr. Dmitry N. Fonareff. After theopening the Vip guests — governmentmembers, ambassadors and securitychiefs who were present at the event —visited the exhibition. The rector of theSecurity Academy of Moscow also honouredthe Balkan Tour with his presence.Mr. Ion Secrieru — Country Representativeof Ibssa for Moldavia, President of theNational Bodyguard Association ofMoldavia and main arbiter of the tour —gave the start to six teams from four countries(Russia, Moldavia, Armenia, Romania).In the morning of the first day, the bodyguardsdemonstrated the operative tacticof Vip guarding (in case of pistol attack,bomb on their route, vehicle stop, etc.). Inthe second part of the day, the competition“Technical-operative checking of the vehicleand of the room” took place.The second day the bodyguards showedtheir abilities in Extreme Medicine(carrying of the wounded people, first-aid)and in fast vehicle driving.In the third day the attendees demonstratedthe hand-to-hand fight. A shootingcompetition (International Shooting Standard“Top 9”) and a mini-duel also took placethis day.The official Government Guard of Russia– “Alfa Team” – became the winner andgained the 1 st place during the competition.During the event the participants enjoyedsome trips to the well-known Moldavianunderground cellars “Cricova” and“Milestii Mici”. In the days following thecompetitions, the bodyguards took partat the “National Wine Feast of theRepublic of Moldavia”.Dr. Constantin Buzatu, Kcm – 2 nd ViceChairman of the Executive Committee,Country Representative of Ibssa forRomania gave a brief report on this eventand admitted, that the next Balkan Tourwill be organised in September 2004 inSibrice, Romania. The name of the eventwill be: “Dracula” and the organisers areIbssa Romania and the Ibssa InternationalOrganising Committee.In consideration of the forthcomingIbssa Congress, which will be heldbetween 28 – 30 November 2003 inBudapest/Hungary when elections ofIbssa officials will take place, Dr.Constantin Buzatu made a proposal toappoint Mr. Ion Secrieru, CountryRepresentative of Ibssa for Moldaviaagain. He also reported that some representativesof the Romanian Tv and othermedia would attend the Ibssa Congressin Hungary.Dr. Constantin Buzatu, Kcm – 2 nd ViceChairman of the Executive Committee,Country Representative of Ibssa forRomania also reported about the result,that in a short time a cooperation contractwill be signed between IbssaRomania and the Romanian PoliceDepartment.


Dmitry N. Fonareff. Dopo l’apertura gliospiti vip — membri del governo, ambasciatorie comandanti della sicurezzache erano presenti all’evento — hannoassistito all’esibizione. Anche il rettoredell’Accademia di Sicurezza di Moscaha onorato il Tour dei Balcani con la suapresenza. Ion Secrieru — rappresentantenazionale dell’Ibssa per la Moldavia,presidente dell’Associazione nazionaledelle guardie del corpo e arbitro principaledel Tour — ha dato il via a seisquadre di quattro Paesi (Russia,Moldavia, Armenia, Romania). Durantela mattinata del primo giorno, le guardiedel corpo hanno mostrato la tattica operativadella vigilanza dei vip (in caso diattacco con la pistola, bomba sulla strada,blocco del mezzo di trasporto,eccetera). Nella seconda parte dellagiornata, ha avuto luogo la competizione“Controllo tecnico-operativo delmezzo di trasporto e della stanza”.Il secondo giorno le guardie del corpohanno messo in mostra la loro abilitànella medicina d’emergenza (trasportodi feriti, pronto soccorso) e nella guidadi vetture veloci.Il terzo giorno i presenti hanno mostratoil combattimento corpo a corpo. Si étenuta una gara di tiro (InternationalShooting Standard “Top 9”) e ha avutoluogo anche un mini-duello.La Guardia governativa ufficiale russa,“Alfa Team”, è risultata vincitrice dellacompetizione. Durante l’evento i partecipantihanno goduto di alcune gite neinoti sotterranei moldavi, “Cricova” e“Milestii Mici”. Nei giorni successivi allecompetizioni, le guardie del corpohanno preso parte alla “Festa del vinonazionale della repubblica diMoldavia”. Il dottor Constantin Buzatu,Kcm, secondo vice presidente dellaCommissione esecutiva, che rappresental’Ibssa per la Romania, ha fornito unabreve relazione di questo evento e haaffermato che il prossimo Tour deiBalcani sarà organizzato nel settembre2004 a Sibrice, Romania. Il nome dell’eventosarà “Dracula” e sarà organizzatoda Ibssa Romania e dal Comitatoorganizzativo internazionale Ibssa. Inconsiderazione dell’imminente congressoIbssa, che si terrà tra i 28 e il 30novembre a Budapest, quando avrannoluogo le elezioni ufficiali dell’Ibssa, ildottor Constantin Buzatu ha proposto dinominare ancora Ion Secrieru come rappresentantenazionale Ibssa per laMoldavia. Ha anche riferito che alcunirappresentanti della tv romena e altrimedia intendono assistere al congressoIbssa in Ungheria. Il dottor ConstantinBuzatu, Kcm, secondo vice presidentedella Commissione esecutiva, rappresentantenazionale Ibssa per laRomania, ha anche riferito che un accordodi cooperazione è stato firmato traIbssa Romania e il Dipartimento di poli-Mr. Dmitry N. Fonareff – President of theNational Bodyguard Association ofRussia expressed his intentions to establishand start a mutual cooperation withIbssa.Ibssa HpVisitors atthe IbssaProf. George Popper, Gckm —Executive President of Ibssa reportedabout the successful meetings anddiscussions with the following Ibssarepresentatives, members and invitedguests:1. Mr. Bert E. Dombi (Swi) Member ofTechnical Department of IbssaThe aim of his visit was to bring somemore pieces of the new technical equipment– the “Magpix” telescopic digitalcameras to the Headquarters. Mr. BertDombi gave a short lecture with demonstrationon these fittings during the II.Sec-tember IBSSA International trainingcourse in Budapest.2. Dr. Constantin Buzatu (Rom) 2 nd ViceChairman of the Executive CommitteeCountry Representative of Ibssa forRomania.The aim of the visit was to report aboutseveral successful training courses andalso the preparations of other events inRomania with special regard to theWorld Bodyguard League Balkan Tour2003, which will be organised inChisinau between 9–12 October, underthe patronage of the Republic ofMoldavia’s Prime Minister.3. Mr. Genadij Seibutis (Lat) CountryRepresentative of Ibssa for LatviaMember of Vip Protection and SecurityDepartment Mr. Stefan Gvoth (Svk) Fullmember of Ibssa General Manager ofPatrol Security s.r.o.The purpose of their visit was to giveinformation about the works of Ibssa inthe respective countries and to establishand start business relations and mutualcooperation with Hungarian Corporatemembers of Ibssa.4. Dr. Eriks Grinbergs (Lat) Chairman ofLegal Department of IbssaThe delegation from Latvia arrived withthe leadership of Dr. Eriks Grinbergs inorder to discuss several matters in connectionwith the Latvian Section of Ibssaand to participate at the KnightCeremony on the 13 th September2003.5. Dr. Eric R. Van de Wall (Ned)Country Representative of Ibssa for theNetherlands Chairman of MedicalDepartment of IbssaDr. Eric Van de Wall also visitedHungary in order to attend the Knightzia romeno. Dmitry N. Fonareff,Presidente dell’Associazione nazionalerussa, ha espresso l’intenzione di stabilireuna mutua cooperazione con l’Ibssa.Sede centrale IbssaVisitatoriall’IbssaIl professor George Popper, Gckm —presidente esecutivo dell’Ibssa ha riferitoin merito agli incontri e ai dibattiti con irappresentanti Ibssa, i membri e gli ospitiindicati di seguito:1. Bert E. Dombi, Svizzera, membrodella sezione tecnica dell’IbssaLo scopo di questa visita era portarepezzi in più del nuovo equipaggiamentotecnico: le fotocamere digitali telescopiche“Magpix” al centro operativo. BertDombi ha offerto una breve conferenzacon dimostrazione di questi accessoridurante il II Sec-tember, corso internazionaledi formazione Ibssa a Budapest.2. Dottor Constantin Buzatu, Romania,secondo vice presidente dellaCommissione esecutiva, rappresentantedell’Ibssa per la RomaniaLo scopo della visita era riferire in meritoa corsi di formazione e anche sullapreparazione di altri eventi in Romania,con particolare attenzione al tour dellaLega mondiale balcanica delle guardiedel corpo 2003, che sarà organizzatoa Chisinau dal 9 al 12 ottobre, sotto ilpatrocinio del primo ministro dellarepubblica di Moldavia.3. Genadij Seibutis, Lettonia, rappresentantenazionale dell’Ibssa per la Lettonia,membro della protezione di Vip e deldipartimento di sicurezza. Stefan Gvoth,Svezia, massimo membro dell’Ibssa,general manager della sicurezza di pattuglias.r.o.Il fine della loro visita era dare informazioniin merito alle attività dell’Ibssa neirispettivi Paesi e stabilire relazioni d’affarie cooperazione reciproca con imembri corporativi ungheresi dell’Ibssa.4. Dottor Eriks Grinbergs, Lettonia, presidentedell’ufficio legale dell’IbssaLa delegazione proveniente dallaLettonia è arrivata sotto la direzione deldottor Eriks Grinbergs in modo da discuterei numerosi argomenti in relazionecon la sezione Ibssa della Lettonia e parteciparealla cerimonia cavalleresca del13 settembre 2003.5. Dr. Eric R. Van de Wall, rappresentantedell’Ibssa per i Paesi Bassi, presidentedell’ufficio medico dell’Ibssa.Il dottor Eric Van de Wall ha anche visitatol’Ungheria per assistere alla cerimoniacavalleresca e ha approfittato dell’opportunitàper riferire in merito alSportivo 29


La rivista del dirigente sportivoIBSSA official magazineCeremony and he used the opportunityto report about the successful first steps toestablish an active Section of Ibssa in theNetherlands. Dr. Wall also gave informationabout his intentions and plans tostart organising training courses in thecountry.6. H.R.H. Prince Michael Stewart ofAlbany (Sco) Honorary President ofIbssaH.R.H. Prince Michael – Honorary presidentof Ibssa visited Hungary to honourthe Knight Ceremony with his presenceand he also attended the closing eventsof the II. Sec-tember Ibssa InternationalSpecial Security Training Course. HisRoyal Highness handed over the IbssaCertificate of Participation to the attendeesof the training course and congratulatedto the winners, who proved themselvesto be the bests in certain categories.Ibssa HqNews16 th Wolfstein CupOn the 20 th September 2003, the 16 thWolfstein Cup – Shooting Championshipswas organised in Passau – Freyung, inGermany. The following people participatedat this event as the “IbssaHungary” team:Dr. Zoltán ParzerMr. István LászlóMr. László PintérMr. Zoltán Szabadosbuon esito delle prime fasi della creazionedi una sezione attiva dell’Ibssa neiPaesi Bassi. Il dottor Van de Wall haanche dato informazioni riguardo allesue intenzioni e progetti per organizzarecorsi di allenamento nel paese.6. Il Principe Michael Stewart d’Albania,presidente onorario dell’Ibssa.Il Principe Michael, presidente onorariodell’Ibssa, ha visitato l’Ungheria per onorarela cerimonia cavalleresca con lasua presenza e ha anche assistito aglieventi conclusivi del II Sec-tember, corsointernazionale speciale Ibssa di formazioneper la sicurezza. Sua altezzareale ha consegnato i certificati di partecipazionea coloro che hanno assistitoal corso di formazione e si è congratulatocon i vincitori, che hanno dimostratodi essere i migliori in determinate categorie.Sede centrale IbssaNovità16° Coppa WolfsteinIl 20 settembre 2003 si è tenuto aPassau-Freyung, in Germania, il 16°Campionato di tiro - Coppa Wolfstein.All’evento hanno partecipato comemembri del team “Ibssa Ungheria”:dottor Zoltán ParzerIstván LászlóLászló PintérZoltán SzabadosIl team Ibssa durante il campionato haThe Ibssa team won the following placesduring the championships:1 st place with “654 Rounds” summary“Ibssa Hungary” team1 st place in G3 (carbine submachinegun) contest Mr. Zoltán Szabados (individual)1 st place in MG (machine-gun) contestMr. István László and Mr. ZoltánSzabados (Team)Approximately 200 participants attendedthe championships, and only sixpeople managed to get the DanishQualifier Marksmanship, from whichthree people belong to the Ibssa team.Dr. Zoltán Parzer, Mr. István László andMr. Zoltán Szabados received silverdegree at this marksmanship.Congratulations to the team for the successfulcompetition.Master Vracarevic was awarded10 th DanOn this year’s ceremony of Hall of Fame(The United States Martial Arts Hall ofFame 2003), which was held on August9 th 2003 in Dallas, Texas, masterVracarevic was awarded the highestrank in martial arts 10 th dan, as creatorof real aikido style.With this promotion, the highest in theworld of martial arts and sports, LjubomirVracarevic has entered in the circle ofhead founders of styles and chosen firstclassgrandmasters. Master Vracarevicbecame the member of the InternationalMartial Arts Headfounders GrandmastersCouncil and their director of Serbia &Montenegro. The institution of Hall ofFame appointed him as director forSerbia.The International Martial ArtsHeadfounders Grandmasters Council,From the left side Oliver L.Rózsa, Ellis Prospero andGéza HalaskaDa sinistra Ròzsa, EllisProspero e Géza HalaskaMarko Nicovic, GeorgePopper and Oliver L. Rózsaand behind them theconference operators30 Sportivo


aggiunto:1° posto come team1° posto nella gara di G3 (carabinafucile mitragliatore) con ZoltánSzabados (individuale)1° posto nella gara di MG (mitragliatrice)con István László e Zoltán Szabados(team)Su circa 200 iscritti al campionato, solosei hanno ricevuto la qualifica daneseper la precisione di tiro e tre di questifanno parte del team Ibssa. Il dottorZoltán Parzer, István László e ZoltánSzabados hanno ricevuto il suddettogrado in argento.Congratulazioni al team per il successoin questo campionato.Il maestro Vracarevic ha ottenutoil 10° danIn occasione della cerimonia annualenella Hall of fame (The United Statesmartial arts hall of fame 2003), tenutasiil 9 agosto 2003 a Dallas, in Texas, ilmaestro Vracarevic è stato insignito delpiù alto grado marziale, il 10° dan,come creatore dello stile real aikido.Con questa promozione, la più alta nelmondo delle arti marziali e dello sport ingenere, Ljubomir Vracarevic è entratonell’Olimpo dei fondatori di stile e grandimaestri di prima classe ed è diventatomembro del Consiglio internazionaledei capi fondatori e dei grandi maestridelle arti marziali, assumendo la caricadi direttore per Serbia e Montenegro,carica assegnatagli dall’istituzione Hallof fame.Il Consiglio internazionale dei capi fondatorie dei grandi maestri delle arti marziali,che riunisce i 10° dan nelle differentiarti marziali, ha registrato il realaikido nella classifica delle arti marzialiIn primo piano Marko Nicovic,George Popper e Oliver L.Ròzsa, alle loro spalle glioperatori della conferenzawhich gathers masters of the 10 th dan indifferent martial arts, keeps track of thework of our master for sometime; nowreal aikido is registered in the Usma classificationof martial arts as an authenticSerbian martial art.Thanks to last years selection in the Hallof Fame, master Vracarevic gained theright to be lead instructor in the seminarof real aikido in the National TrainingCamp – Hall of Fame 2003. The presentationand trainings were the best inthe camp, and our masters achievedgreat success: master Vracarevic wasdeclared for the most successful grandmasterof the year, and masters AnaVracarevic, Radojica Spasovic andBratislav Stajic, all 7 th dan, were giventhe recognition as Instructors of the year.On the international examination forhigher ranks, master Vladimir Vokic wasawarded 5 th dan.The quality of real aikido and ourmasters opened the door of America.We have already been invited to participatein several grand seminars andproductive contacts were realised withother organisations of martial arts.44 th Annual International DrugConferenceInternational Narcotic EnforcementOfficers Association (Ineoa) organisedits 44th Annual International drug conferencebetween 19 – 25 October 2003in Fort Lauderdale, Florida, at theWyndham Bonaventure Resort, whichwas again a very successful and highlevelevent.As usual, there was a special awardsceremony to honour those drug enforcementofficers having performed outstandingservice during drug investigations.In addition, $1,000 scholarship grantsMarko Nicovic, Belizzi J.,George Popper and Oliver L.RózsaUsma come autentica arte marzialeserba.Grazie alle selezioni svolte nell’ultimoanno dalla Hall of fame, il maestroVracarevic ha ottenuto il diritto a essereistruttore capo del seminario sul real aikidoal Corso nazionale della Hall offame 2003.Il seminario è stato uno dei migliori delcorso e, pertanto, ha avuto un grandesuccesso: il maestro Vracarevic è statodichiarato il maestro di maggior successodell’anno e i maestri Ana Vracarevic,Radojica Spasovic e Bratislav Stajic, tutti7° dan, hanno ricevuto il riconoscimentocome istruttori dell’anno. Durante gliesami internazionali di promozione digrado, il maestro Vladimir Vokic ha ricevutoil 5° dan.La qualità del real aikido e dei nostrimaestri ha aperto le porte d’America.Siamo già stati invitati a partecipare adiversi importanti seminari, mentre contattifruttosi sono già stati allacciati conaltre organizzazioni di arti marziali.Quarantaquattresima conferenzaannuale internazionaleL’Associazione internazionale ufficialidella narcotici, Ineoa, ha organizzato laquarantaquattresima conferenza sulladroga, che ha avuto luogo dal 19 al 25ottobre 2003 a Fort Lauderdale,Florida, al Wyndham BonaventureResort: si è trattato ancora una volta diun evento di successo e di alto livello.Come è d’uso, c’era una speciale cerimoniadi riconoscimento per onorarequesti ufficiali della narcotici che hannosvolto notevoli servizi durante investigazioniantidroga. In più, mille dollari inborse di studio sono stati donati ai figlidegli ufficiali uccisi in servizio, nellosvolgimento di investigazioni antidroga.Marco Nicovic, Belizzi, GeorgePopper e Oliver L. RòzsaSportivo 31


vazione, comportamento analisi dellafrode, tecniche di scoperta e occultamento.L’istituto di interazione civile-militare haillustrato un programma su aspetti nazionalie internazionali dell’ informazioneantidroga.Il seminario dell’industria farmaceuticaha presentato una speciale conferenzain merito alle sostanze controllate e suiprodotti chimici per i rappresentanti dell’industriafarmaceutica stessa.Il risultato della fruttuosa cooperazionetra la guardia del corpo internazionale,l’associazione dei servizi di sicurezza(Ibssa) e l’associazione internazionaleufficiali della narcotici (Ineoa), è quellodi una sempre maggiore attività. I leaderdell’Ibssa diventano membri dell’Ineoa eintervengono alla conferenza annuale.I seguenti ufficiali Ibssa erano presentiall’evento:IBSSA Italia IBSSA Italia IBSSA Italiasede è situata a Budapest, Ungheria, ela segreteria generale si trova a Tel Aviv,Israele.La Ibssa Italia è presieduta dal dottorGiacomo Spartaco Bertoletti (Gsb)colonnello onorario della guardia civile;ha ricevuto il patrocinio della presidenzadel Consiglio dei ministri, del ministerodegli Affari regionali (lettera del17/11/99 prot.n° 200/8036/reg.AA.GG.53/nn) e del ministero diGrazia e Giustizia (lettera del14/3/2000 prot. 433/54/00) per il6° Congresso internazionale Ibssa, svoltosia Caorle dal 17 al 19 marzo2000.La Ibssa organizza corsi di formazioneper operatori della sicurezza a diversilivelli, in accordo con le convenzioni stipulatecon gli altri Paesi affiliati, e rilasciaun brevetto internazionale di“International bodyguard”, che in moltiStati viene riconosciuto dal governo.Inoltre porta avanti un progetto per ottenereanche in Italia il riconoscimento giuridicodi operatore della sicurezza, attraversocanali sociali e politici. Opera nelpieno rispetto della legge italiana eaccetta tra i propri iscritti soltanto personedalla inequivocabile moralità e onestà.Gli operatori formati da Ibssa Italia sonoaltamente qualificati, professionalmenteaddestrati e in grado di garantire:• servizi d’ordine e di controllo in occasionedi manifestazioni ed eventi di ognigenere• servizi di accompagnamento e garanziaper personaggi pubblici dello spettacoloe vip• servizi di prevenzione (a tutti i livelli disicurezza)• servizi di investigazione, indagini diogni genere, bonifiche ambientali etelefoniche e ricerche di personeProf. George Popper (Hun) – Executivepresident of IbssaDr. Marko Nicovic (Yug) – Vice Presidentof IbssaDr. Oliver L. Ròzsa (Usa) – Ibssa instructorMr. Liviu Ioan Gorgonetu (Rom) –Regional Representative of Ibssa forSouth RomaniaC-Nis delegation was represented by:Mr. Géza Halaska (Hun) – Ceo of H &J Ltd. bodyguarding, building and objectprotectionIt is a great honour and high recognitionfor Ibssa, that Ddr. Marko Nicovic,Knight of Malta (Yug) – Vice President ofIbssa and Chief counsellor of the yugoslavHead of State became electedPresident of Ineoa by the Congress.Ibssa HqState do’nt is bound to intervene, Ibssapropose to itself the task of preventingand higlighting which and how manyare risks to face in a certain situationand the better always for avoiding that.Through a careful work of intelligence,workers of the association draw attentionto the weak points or dangers of ajourney, a demonstration, an importantevent.They allow besides to interestedsubjects, to their families or to their societiesa greater serenity before during andafter the event, thanks to behavioursthoughtful but resolute, attentive but disarming,rational and of sure effect. On thissubject references importants and significantfrom Societies, personages, publicand private bodies are at disposal of thepersons who would greater guarantees.Ibssa entrusts to the seriousness of trainingcourses and to the qualificationlevel of his teaching staff his better publicity.With the object of illustrating better thedidactic activity of training courses, wedescribe now specifications of topicsabout the training of first level, as anexemple of the specificness of the education.Plan of the training course (1 stlevel)The training course of first level providesthe study of following topics:Elements of specific legislation -We illustrate the main norms who regulatethe activity of security workers on thenational territory, compared with somechief european nations.We inform the candidates about notionsof weapons carrying, unlawful carry ofweapons, self-defence, law about privacy,eccetera, with particular attentionto the attitude of the Ministry of theInterior about the issues treated.Prof. George Popper, Ungheria, presidenteesecutivo dell’IbssaDr. Marko Nicovic, Serbia-Montenegro,vice presidente dell’IbssaDr. Oliver L. Ròzsa, Usa, istruttore IbssaLiviu Ioan Gorgonetu, Romania, rappresentanteregionale dell’Ibssa per laRomania del sudLa delegazione C-nis era rappresentata da:Géza Halasca, Ungheria, Ceo of H & JLtd. Bodyguarding, protezione di costruzionie oggettiE’ un grande onore e un grande riconoscimentoper l’Ibssa che il dottor MarkoNicovic, cavaliere di Malta, Serbia-Montenegro, vice presidente dell’Ibssa econsigliere capo dello Stato di Serbia-Montenegro sia stato eletto presidentedell’Ineoa dal congresso.Sede centrale IbssaFermo restando il concetto che in Italiala protezione dell’incolumità fisica dellepersone è demandata alle forze dell’ordine(ultimo Paese dell’ Ue a mantenerequesta legge obsoleta), nei casi in cui loStato non sia tenuto a intervenire, laIbssa si prefigge il compito di prevenireed evidenziare quali e quanti siano irischi da affrontare in una certa situazionee quali siano i mezzi migliori per evitarli.Attraverso un attento lavoro di intelligencegli operatori della Associazione evidenzianoi punti deboli o i pericoli di unviaggio, di una manifestazione, di unevento importante.Consentono inoltre ai soggetti interessati,alle loro famiglie o alle loro societàuna maggior serenità prima durante edopo l’evento, grazie a comportamentiriflessivi ma decisi, attenti ma disarmanti,razionali e di sicuro effetto. A tal propositoreferenze importanti e significativeda parte di società, personalità, entipubblici e privati sono a disposizione dichi volesse maggiori garanzie.La Ibssa affida alla serietà dei corsi diformazione e al livello della preparazionedei suoi docenti, la sua miglior pubblicità.Al fine di illustrare al meglio l’attivitàdidattica dei corsi di formazione, illustriamodi seguito le specifiche degliargomenti relativi alla formazione di 1°livello, quale esempio della specificitàdell’istruzione.Programma del Corso diFormazione (1° livello)Il corso di formazione di primo livelloprevede lo studio dei seguenti argomenti:Nozioni di legislazione specifica- vengono illustrate le principali normeche regolano l’attività degli operatoridella sicurezza sul territorio nazionale,Sportivo 33


La rivista del dirigente sportivoIBSSA official magazine34 SportivoTheory and methodology ofshort weapons use - Security -the aspect of the weapon use is highlythought by teachers Ibssa. First we handto the candidates the basic rules of thesecure use of weapons: because is’ntindispensable that the security workeruse weapons but it can be in a conditionto “touch” a weapon found in a scene ofcrime and to be absolutely sure aboutwhich and how many operations i mustdo for make inoffensive the weapon.They proceed after to the use of inactiveweapons (with inoffensive charge) andto the handling practice.After candidates are introduced to operationsof shot with short weapons(pistols cal 9mmx21).Programme:1. Anatomy of short weapons2. Securities3. Handling and use of short weapons4. Tecnics of shot on feet with twohands5. Tecnics of shot with the strong hand6. Tecnics of shot with the weak hand7. Shot on knees8. Shot on the groundNotions theoretical - pratical ofpersonal defence - We prepared apersonal defence programme simple butefficacious, that we propose to all thecandidates, particularly they who do’nthave familiarity with combat sports ormartial arts. Obviously they will favouredin the practice.The course provides the defence againstvarious situations of immobilization andagainst simple attacs with fist or withkick. We illustrate also the main employmenttecnics of tonfa (club with handle inuse in the Usa polices) and the batton.Programme:1. Holds to wrists: wriggles, counterblowsand levers2. Holds to neck: interruption of the gripstrenght, protection from strokes with thehead, jamming strokes; articular levers3. Kick tecnics: scrolling, parries,blocking, counterattacks4. Fist tecnics: scrolling, parries, counterattacks5. Strategy - basic tecnicsTecnics of accompanying pedestrianand environmental reclamationThe accompanying is the main activity ofthe security worker.We illustrate roles of every single membersof the accompanying team and tecnicsutilizables if necessary.From signalling systems of anomalies tothe radio communication, to the protectionof goods and their keeping in a safeplace.The security worker must know “reclaim”at best the rooms where the customer willdo his work or will want to house. In thisphase we illustrate tecnics of ambientdecontamination (in enclosed space) fitconfrontatecon alcune delle principaliNazioni europee.Si informano i candidati sulle nozioni diporto e trasporto di armi, porto abusivo,legittima difesa, legge sulla privacy,eccetera, con particolare attenzione allaposizione del ministero degli Interni relativamenteagli argomenti trattati.Teoria e metodologia dell’usodelle armi corte - Sicurezza - l’aspettorelativo all’uso delle armi è moltoconsiderato dai docenti Ibssa. Prima ditutto, vengono consegnate ai candidatile regole fondamentali del maneggiosicuro delle armi: questo perché nonnecessariamente l’ods deve fare usodelle armi stesse, ma potrebbe trovarsinelle condizioni di dover “toccare”un’arma rinvenuta in una scena di crimineed essere assolutamente certo diquali e quante operazioni dovrà fare peressere sicuro di rendere l’arma stessainoffensiva.Si procede poi al maneggio delle armiinerti (carica a salve) e alla pratica dimanipolazione.I canditati vengono poi iniziati alle operazionidi tiro con armi corte (pistole cal9 mmx21).Programma:1. Anatomia delle armi corte2. Sicurezze3. Manipolazione e maneggio dellearmi corte4. Tecnica di tiro in piedi con due mani5. Tecnica di tiro con la mano forte6. Tecnica di tiro con la mano debole7. Tiro in ginocchio8. Tiro a terraNozioni teorico-pratiche di difesapersonale - E’ stato preparato unprogramma semplice ma efficace didifesa personale da proporre a tutti icandidati, in particolare a coloro chenon hanno dimestichezza con gli sportdi combattimento o con le arti marziali.Ovviamente questi ultimi saranno avvantaggiatinella pratica.Il corso prevede la difesa da varie situazionidi immobilizzazione e da sempliciattacchi di pugno e di calcio. Vengonoinoltre illustrate le principali tecniche diutilizzo del tonfa (bastone con manico inuso alle polizie Usa) e il batton.Programma:1. Prese ai polsi: divincolamenti, contraccolpie leve2. Prese al collo: interruzione della forzadi presa, protezione dai colpi con latesta, colpi di disturbo, leve articolari3. Tecniche di pugno: spostamenti,parate, bloccaggi, contrattacchi4. Tecniche di calcio: spostamenti, parate,contrattacchi5. Strategia - le tecniche di baseTecniche di accompagnamentopedestre e di bonifica ambientale- L’accompagnamento è la principaleattività dell’osdVengono illustrati i ruoli dei singoli comtedfor identify possible listening apparatus(microphones) or disturbance elements.Programme:1. Tecnics of ambient decontamination2. Generalities about accompanyingtecnics3. Behaviour of the Tl4. Systems of observation and dangerssignalling5. Arrangement of movables and realestate6. Urban accompanying with one ormore workers7. Ascent and descent of the vip fromthe car with one and two workersAthletic training - The activity of thesecurity worker, prevalently in charge ofthe prevention of risks and of the eludingcapacity of itself, provides sometimes thenecessity of a physical and motory activityof considerable intensity. For that wepropose to candidates an athletic trainingprogramme, who start with a joggingsession in the morning.The physical exertion build the characterand allows to the candidate the knowledgeof his limits and learning to surpasshimself. Of course, with dues precautions.CourseTraining courses are placed in France,Svizzera, Israel, Rumania, Latvija,Hungary and Italy, in specialized andrecognized centres, where internationaland highly qualified teachers make coursesin various levels, until the attainmentof the qualify of “International securityworker”. Individual and team coursesare expected, from a minimum of tenpersons to a maximum of fifteen, duringthat we face and analyse all theoreticalpraticalaspects of the security worker,also on the juridical point of vue, innational and international sphere.At the end of the course a committeevalue the ability of trainees and if theresult is satisfying it hands over a diplomathat give the opportunity to pass tothe following level (levels of the officialprogramme of Ibssa are three: 1 st , 2 ndand 3 rd level, with international test).Known centres are:• Bisfs - Paris (France)• Cefas. Inssa - Berna (Switzerland)• Hungary (with several offices) in additionto basic courses for security agentsare availables basic courses of parachuting• Israel (with several offices) generalcourses with specialization in “combattraining”, shot, security academy, eccetera.In Ibssa organization is possible comeinto contact with team of experts whotest products used in the security sector.From a research ensued that productstested by Ibssa are more diffused.Staff of Ibssa ItaliaFor greater clearness about the Ibssa


ponenti la squadra di accompagnamentoe le tecniche da usarsi in caso dinecessità.Dai sistemi di segnalazione delle anomaliealla comunicazione radio, alla protezionedi beni e la loro messa al sicuro.L’operatore della sicurezza deve saper“bonificare” al meglio i locali dove ilcliente svolgerà il suo lavoro o vorràalloggiare. In questa fase vengono illustratele tecniche di bonifica ambientale(al chiuso) atte a individuare eventualiapparecchi di ascolto (microfoni) o elementidi disturbo.Programma:1. Tecniche di bonifica ambientale2. Generalità relative alle tecniche diaccompagnamento3. Comportamento del Tl4. Sistemi di osservazione e di segnalazionepericoli5. Sistemazione di beni mobili e immobili6. Accompagnamento urbano con unoo due operatori7. Salita e discesa dall’auto del vip conuno e due operatoriPreparazione atletica - Il lavorodell’ods, prevalentemente proposto allaprevenzione dei rischi e alla capacità dieludere gli stessi, prevede a volte lanecessità di una attività fisica e motoriadi notevole intensità. Per questo vieneproposto al candidati un programma dipreparazione atletica che inizia con unaseduta di jogging mattutino.La fatica fisica forma il carattere e consenteal candidato di conoscere i propri limitie imparare a superarli. Naturalmente, conle dovute cautele.CorsiI corsi di addestramento sono dislocati inFrancia, Svizzera, Israele, Romania,Lettonia, Ungheria e Italia, presso centrispecializzati e riconosciuti, ove docentiinternazionali e altamente qualificati tengonocorsi a vari livelli, fino al raggiungimentodella qualifica di “operatoredella sicurezza internazionale”. Sonoprevisti corsi individuali e di gruppo, daun minimo di dieci persone a un massimodi quindici, durante i quali vengonoaffrontati e approfonditi tutti gli aspettiteorico-pratici dell’operatore di sicurezza,anche dal punto di vista giuridico inambito nazionale e internazionale.A fine corso una commissione valuta lacapacità dei praticanti e in caso di buonesito viene consegnato un diploma chedà la possibilità di passare al livello successivo(i livelli del programma ufficialeIbssa sono tre: 1°, 2° e 3° livello conesame internazionale).I centri conosciuti sono:• Bisfs - Parigi, Francia• Cefas Inssa - Berna, Svizzera• Ungheria (varie sedi) oltre ai corsi dibase per agenti di sicurezza sono disponibilicorsi base di paracadutismo• Israele (varie sedi) corsi generali conspecializzazione in “combat training”,Italia organigram, we specify subsequentlythe operating managers (promoters)and some members of the staff:Promoter - Giuseppe Stante (Milano)Operating chairman, promoter -Giacomo Spartaco Bertoletti (Milano)Chairman of training courses,promoter and services coordinating(Master Teacher) - RobertoGobbi (Genova) 335-6172446Chief instructor, teacher of securedriving - Roberto De Ronzi (Taranto)With the hope that we can engage insocial relations mutually profitables,were pleased with the occasion for salutingyou warmly.Giacomo Spartaco BertolettiOperating chairmanProfessionbodyguardPrivate police and public functionsEvery time has his laws, but also his ownmarket. And its exactly the market that,sooner or later, can condition legislativechoices. It is’nt a banal licence to theSmith’s thinking; according on that economyis the big hand that move theworld,’ but a remark about events, fromyear to year, in a services market quiteparticular as is the security of goods andpersons.We consider the case of a new profession,practised at the end of the legality,in front of a urgent market demand: theBodyguard or, in italian language, (atthe cost of undervaluing his image) guardiadel corpo, better still operatore disicurezza.Saying that it’s a new professional figureis the same as narrowing the interestfield to our Country only, since in foreigncountries the security or bodyguardrepresent a occupation already recognizedand regulated since a long time. InItaly, later we make clear why, the questionis so delicate, that according to thelaw in force we must conclude that theBodyguard is’nt in order with law.The point is that, in our legal system, thetiro, accademia di sicurezza, eccetera.Nell’organizzazione Ibssa è possibileentrare in contatto con team di espertiche testano i prodotti usati nel campodella sicurezza. Da un’indagine è risultatoche i prodotti testati dall’Ibssa sonoi più diffusi.Lo staff Ibssa ItaliaPer maggior chiarezza sull’organigrammadell’Ibssa Italia indichiamo di seguitoi responsabili operativi (soci fondatori)e alcuni collaboratori:Socio fondatore - Giuseppe Stante,MilanoPresidente operativo, socio fondatore- Giacomo Spartaco Bertoletti,MilanoDirettore dei corsi di formazione,socio fondatore e coordinatoredei servizi (Master teacher) -Roberto Gobbi, Genova, 335-6172446Capo istruttore, docente diguida sicura - Roberto De Ronzi,TarantoCon la speranza di poter intraprendererapporti reciprocamente proficui, ci ègradita l’occasione per porgerle cordialisaluti.Giacomo Spartaco BertolettiPresidente operativoProfessionebodyguardPolizia privata e pubbliche funzioniOgni tempo ha le sue leggi, ma ancheil proprio mercato. Ed è proprio il mercatoche, presto o tardi, finisce per condizionarele scelte legislative.Non è una banale concessione al pensierodi Adam Smith, secondo cui è l’economiala grande mano che muove ilMondo, ma una constatazione rispetto aciò che è accaduto, negli anni, in unmercato dei servizi alquanto particolare,come quello della sicurezza dei beni edelle persone.Prendiamo il caso di una nuova professione,esercitata sul filo della legalità, afronte di una pressante domanda di mercato:il bodyguard o per dirla all’italiana(anche a costo di svalutarne l’immagine)guardia del corpo, meglio ancoraoperatore di sicurezza.Dire che si tratta di una nuova figura professionaleequivale a restringere ilcampo di interesse solo al nostro Paese,poiché all’estero l’addetto alla sicurezzao la guardia del corpo rappresentanoimpieghi già conosciuti e disciplinati datempo. In Italia, poi chiariremo il perché,la questione è più delicata, tanto cheallo stato della vigente legislazioneSportivo 35


La rivista del dirigente sportivoIBSSA official magazine36 Sportivosecurity tutelage, in his widest meaning,is prerogative of the State.Consequently, actions that move in thissphere, either from the precautionaryviewpoint or repressive, are publicpowers explications.In this centralist vision all self-preventioninitiatives are left out from anyone.The reference normative cadre is limitedby the consolidated act of public safetylaws, approved with royal decree 18 thjune 1931, nr. 773, from the relevantexecution regulations, issued with royaldecree 6 th may 1940, nr. 635, fromlaw 1 st april 1981, nr. 121 (administrationpublic safety reform), from royaldecree 4 th June1914, nr. 563 (privatevigilance institutes regulations), from rdl26 th september 1935, nr. 1952 (securityguard service regulations, law 29 thmarch 1936, nr. 508), from rdl 12 thnovember 1936, nr. 2144 (private vigilanceinstitutes regulations, law 3 rd april1937, nr. 526) and about private invesatigationalso from art. 222, legislativedecree 28 th July 1989, nr. 271 (ofaccomplishment, of coordination andprovisional regulations of code of criminalprocedure).Precisely from this whole of laws wededuce that the State keep strong inhands of public powers authorities aboutprotection of people and of their goods.This principle choice has an exceptionthat, really, is’nt remained marginalbecause the demand of the marketextended his emphasis. In fact the consolidatedact of public safety laws leavesin part to the private individual thefaculty to share in the tutelage of thegoods through the employment of peculiarsecurity guards, depending on vigilanceinstitutes, or engaged by ownersof the same goods to defend.So, thanks to the provision of articles133, 134 of Tulps and 249, 260 of theexecution regulations, is emerged anddeveloped the entrepreneurial class ofprivate vigilance, interpreted before inconcurrence tuth public powers; but latermore and more like an independent kindof supplying of services more and moreprimary in the complexity of our societyand, why not, of our economy. If it’sthrue in a viewing exquisitely entrepreneurial,is also thrue that the opening tothe private person work by the Tulps isan exception to the general principlewho we’re talking about (because fromhere originate the difficulties to arrangethe Bodyguard figure in law), of thelegal ownership from public police forcein the institutional safeguard of personsand goods. Just for this reason the authorizationconceded for the fulfilment ofvigilance services is subordinated to theverification of the basic assumption ofthese services on the territory in sharingwith the public force. Not only, but subsequentlyit falls under the competencedovremmo concludere che il body guard— salvo travestirsi da autista o factotum— non è in regola con la legge.Il fatto è che, nel nostro ordinamento giuridico,la tutela della sicurezza, intesanella sua più ampia accezione, è compito(o prerogativa) dello Stato. Pertanto,le azioni che si muovono in questocampo, sia in chiave preventiva cherepressiva, altro non sono se non esplicazionidi pubblici poteri.In questa visione centralistica si escludeogni iniziativa di autoprevenzione daparte di chicchessia.Il quadro normativo di riferimento è circoscrittodal Testo unico delle leggi diPubblica Sicurezza approvato con regiodecreto 18 giugno 1931, nr 773, dalrelativo regolamento di esecuzione emanatocon regio decreto 6 maggio1940, nr 635, dalla legge 1° aprile1981, nr 121 (Riforma dellaAmministrazione della pubblica sicurezza),dal regio decreto 4 giugno 1914,nr 563 (Regolamento per gli istituti divigilanza privata), dal Rdl 26 settembre1935, nr 1952 (Disciplina del serviziodelle guardie particolari giurate — v.legge 29 marzo 1936, nr 508), dal Rdl12 novembre 1936, nr 2144(Disciplina degli Istituti di vigilanza privata— v. legge 3 aprile 1937, nr 526)e per quanto attiene alle investigazioniprivate anche dall’art. 222 del D.leg.vo28 luglio 1989, nr 271 (Norme diattuazione, di coordinamento e transitoriedel codice di procedura penale).Da questo insieme di norme, appunto, sidesume che lo Stato mantiene ben saldenelle mani dei pubblici poteri le competenzein tema di tutela delle persone edei loro beni. Questa scelta di principiovede un’eccezione che, per la verità,sarebbe rimasta di portata marginale senon fosse stata la domanda del mercatoa estenderne il peso e l’estensione.Infatti il Testo unico delle leggi diPubblica sicurezza lascia in qualchemisura ai privati la possibilità di concorrerealla pubblica funzione di tutela deibeni, mediante l’impiego di guardie particolarigiurate dipendenti da istituti divigilanza, oppure assunti dai proprietaridei medesimi beni da tutelare.Così, grazie al disposto degli art. 133-134 del Tulps e degli art. 249-260 delregolamento di esecuzione, si è delineatae poi sviluppata l’imprenditoriadella vigilanza privata, intesa in unprimo tempo in funzione di concorsocon i pubblici poteri, ma poi sempre dipiù come autonoma forma di fornitura diservizi sempre più essenziali nella complessitàdella nostra società e, perchéno, della nostra economia.Se questo è vero in un’ottica squisitamenteimprenditoriale resta però anchevero che l’apertura all’opera di privatioperata dal Tulps resta un’eccezionerispetto al principio generale sul qualeof the State also the authorization, thecontrol over the behaviour and the organizationof vigilance enterprises or overparticular security guards engaged byprivate persons. If in the sphere of tutelationof goods the legislator lefts collaborationscopes for proprietaries or vigilanceenterprises that are able to supportthe State in the everyday work of safeguardof the public order, we do’nt findthe same broadmindedness in the sphereof the tutelage of physical wellbeingof persons.So if within certain limits exists alwaysthe opportunity (now wide) to organizein the entrepreneurial way the supplyingof vigilance services for avoiding thesubtraction or the deterioration of goods,the service of tutelage of the person is’ntthe subject of private conventions.Police of the State provides for the tutelageof the physical wellbeing of persons.With this introduction — without anticipatingconclusions that must derive fromthe reality actually asserted in years, butalso from appeals of legislation reformation— we can say that, with the presentlegislation, the vigilance institution or thesecurity guard that instead of a legitimevigilance over goods, can do an activityof tutelage or of defence of persons, canmisuse certainly the licence, exposinghimself to all consequences that derivefrom this abuse in accordance with law.What we’re doingWe realized international courses in theNorth of Ireland, Hungary, and in Italywith a bimonthly operative flow.In the 2004 calendar we can alreadyinsert:Italy - Milano - from 5 th to 7 th march:professional training for security operator, 1 st , 2 nd e 3 rd level ;Italy - Milano – from 13 th to 14 th march:master of shot and personal defenceHungary – september: 3 rd internationalqualification course;But in fact the Ibssa choice is larger thannormal courses. A specifical protocolsubscribed by our central office inBudapest with affiliate Fbi (FederalBureau of Investigations) allows to membersto participate to activities of academy:simulations in urban environment ofescorts with 2, 3, 4, 5, 6, 7, or 8 operators;simulations in urban environment of environmentalreclamationssimulations in urban environment of raidsin apartaments with a single operator orin team;study of stress situations with a qualifiedpsychologist;and a lot of other things that i do’nt listfor brevity.It can be enough this possibility — theFbi — for saying that we are on theright way. Indeed there’s something else:


continuiamo a insistere (perché di quinascono le difficoltà di inquadrare nellalegge la figura del body guard), dellatitolarità da parte delle forze di poliziadello Stato della salvaguardia istituzionaledelle persone e dei beni.Proprio per questo motivo la concessionedi autorizzazione per l’espletamentodi servizi di vigilanza viene subordinataalla verifica del fondamentale presuppostodell’utilità di detti servizi in concorsocon quella già esplicata e assicurata sulterritorio dalla forza pubblica. Non solo,ma allo Stato compete, anche successivamenteall’autorizzazione, il controllosull’operato e sull’organizzazione delleimprese di vigilanza o sulle guardie particolarigiurate assunte da privati.Se, nel campo della tutela dei beni, illegislatore ha lasciato spazi di collaborazioneda parte di proprietari o diimprese di vigilanza, capaci di supportarelo Stato nella quotidiana opera disalvaguardare l’ordine pubblico, non sirinviene un’eguale apertura sul terrenodella tutela dell’integrità fisica delle persone.Quindi se entro certi limiti si è dasempre profilata la possibilità (oramaiampia) di organizzare in forma imprenditorialela fornitura di servizi di vigilanzasui beni, per evitarne la sottrazione oil deterioramento, il servizio di tuteladella persona non è oggetto di convenzioniprivate.Alla tutela dell’integrità fisica delle personeprovvede la polizia dello Stato.Atteso tutto quello che si è premesso —senza voler anticipare le conclusioni chedevono invece tener conto, tanto di unarealtà di fatto affermatasi negli anni,quanto delle istanze di riforma della legislazione— possiamo dire che, allo statodell’attuale legislazione, l’istituto di vigilanzao la guardia giurata che, in luogodi una legittima vigilanza sui beni, esplicasseun’attività di tutela o di difesadelle persone, abuserebbe certamentedella licenza, esponendosi a tutte le conseguenzeche da tale abuso la legge fadiscendere.Cosa stiamo facendoAbbiamo realizzato corsi internazionaliin Nord Irlanda, Ungheria e in Italia conun flusso operativo bimestrale.In calendario per il 2004 possiamo giainserire:Italia - Milano — dal 5 al 7 marzo:corso di formazione per operatore dellasicurezza 1°, 2° e 3° livello;Italia - Milano — il 13 e il 14marzo: master di tiro e difesa personaleUngheria — settembre: 3° corso internazionaledi qualificaMa, in realtà la scelta Ibssa è molto piùampia dei normali corsi. Un protocollospecifico sottoscritto dalla nostra sedecentrale di Budapest con la filiale Fbi(Federal Bureau of Investigations) permetteagli associati Ibssa di prendereparte alle attività svolte dall’accademia— master of shot; personal defence andhand to hand— guide— legal advice— the monthly review Sportivo, with thebilingual supplement (italian/english)report the international activity,resolutions,mobilizations, eccetera— annual worldwide congress, that probablyon 2004 will be in november, inEgipt.— to participate free to courses for awhole day as a full-immersion, for personswho already have the third leveldiploma.Spartaco BertolettiIdpa EuropeanChampionships8–9 November 2003, Brescia,ItalyWe are very pleased to inform all Ibssamembers that the International DefensivePistol Association (Idpa) Europe — inaccordance with Mr. Roberto Amadini,Italian I.D.P.A. Area Coordinator —organised the Idpa EuropeanChampionship Match between 8 and 9November 2003 at the Shooting Rangein the Cave of Mazzano (Brescia), Italy.Because of the great number of applicantsand short time only the first 150shooters in order of inscription wereallowed to participate; it was reservedonly to registered Idpa shooters, classifiedMarksman or superior. The matchwill have 10 stages, developed duringone day of the weekend, with 150rounds totals.Mr. Roberto Gobbi (Ita), Member of VIPProtection and Security Department ofIbssa and Ibssa Master Teacher alsoattended the event and became ViceEuropean Champion, only for a handfulof points in the Law Enforcement sector.ProgramSaturday: 8 th November 2003che trattano principalmente:simulazioni in ambiente urbano di scortecon 2, 3, 4, 5, 6, 7, o 8 operatori;simulazioni in ambiente urbano di bonificheambientali;simulazioni in ambiente urbano di irruzioniin appartamenti con un singolooperatore o in team;studio delle situazioni di stress con unopsicologo specializzato;e molte altre cose ancora, che per brevitàdi stesura non vi elenco.Basterebbe quest’ultima possibilità —l’Fbi — per poter asserire che siamosulla strada giusta. In realtà c’è dell’altro:- master di tiro, difesa personale — tonfae armi bianche — guida- consulenza legale- la rivista mensile Sportivo dove al suointerno l’inserto bilingue (italiano/inglese)riporta l’attività internazionale, decisioni,mobilitazioni, eccetera- il congresso mondiale annuo che nel2004 si terrà presumibilmente a novembre,in Egitto.- partecipare gratuitamente ai corsi perun intero giorno come full-immersion, perchi ha gia conseguito il diploma di terzolivello.Giacomo Spartaco BertolettiCampionatieuropei Idpa8-9 novembre 2003, Brescia,ItaliaSiamo lieti di annunciare ai soci Ibssache l’Associazione internazionale didifesa con pistola (Idpa) d’Europa — incollaborazione con Roberto Amadini,coordinatore area italiana dell’Idpa —ha organizzato il Campionato europeoIdpa tra l’8 e il 9 novembre al poligonodi tiro presso la Cava di Mazzano,Brescia, Italia.A causa dell’elevato numero di iscritti edel poco tempo disponibile solo i primi150 tiratori in ordine di iscrizione hannopotuto partecipare: la gara era riservatasoltanto ai tiratori iscritti all’Idpa e classificatiMarksman o superiore. Lo svolgimentodella gara era articolato su dieciesercizi, sviluppati nel corso di una giornatadi gara per un totale di circa 150colpi.Roberto Gobbi, Italia, membro deldipartimento della sicurezza e protezionevip e capo istruttore dell’Ibssa ha partecipatoalla manifestazione, e ha conclusoal secondo posto, soltanto per unamanciata di punti, nel settore delle Forzedell’ordine.Sportivo 37


Roberto Gobbi, vice Europeanchampion in the IdpaEuropean Championship 2003Roberto Gobbi vice campioneeuropeo della Idpa EuropeanChampionship 200307.30 Shooters Registration08.30 Briefing Match Director – startmatch12.30 – 13.30 Break for lunch16.30 End matchSunday: 9 th November 200307.30 Shooters Registration08.30 Briefing Match Director – startmatch12.30 – 13.30 Break for lunch16.30 End matchVerify list – AwardsRules: Rule Book Idpa 2002 – Division,Class, Prizes & Awards – as Idpa RulesIbssa Headquarters would like to takethe opportunity and congratulate Mr.Roberto Gobbi for the successful competitionand the achieved great result.Ibssa HqLa rivista del dirigente sportivoIBSSA official magazineSamuraiworking forthe law38 SportivoRoberto Gobbi during thedifferent stages of the IdpaEuropean Championship2003. At the end he wondeservedly the second placeRoberto Gobbi impegnatonelle fasi dell’ Idpa EuropeanChampionship 2003. Alla finesi è meritatamenteguadagnato il secondo postoIn 1926 seven delegates from theJapanese Ministry of Defence were chargedto judge a fencing event with sticks(jojutsu), performed by two fencingmasters. The two suggested to combinethe regulation gun, issued to policemenwith a great or average length stick,which can served as defensive weapon.This idea raised enthusiasm among thedelegates, which arranged, togheterwith the two maters, a training course forthe police force of Tokio: that’s the waythe keijo-jutsu, the stick art practised bythe police force, was born.The keito-jutsu was teached and practisedfor many centuries by the Japanesewarriors, which were able to kill orknock the opponents out using a simplepiece of wood. In fact, the stick lendsitself to many uses, since it can bethrown from a certain distance and itcan be used to hit with the end or withthe stump.One of the benefits which makes it thepreferred weapon by the Japanese policemen,is that while it’s impossible tocontrol the trajectory of a bullet shot inan urban battle, the stick has a precisetrajectory that can be modified.Japan, during the sixties and seventies,


ProgrammaSabato: 8 novembre 20037,30 Registrazione tiratori8,30 Breefing Match Director - iniziogara12,30/13.30 Pausa pranzo16,30 Fine garaDomenica7,30 Registrazione tiratori8,30 Breefing Match Director - iniziogara12,30/13.30 Pausa pranzo16,30 Fine garaVerifica punti – PremiazioniRegolamento: regole Idpa 2002 -Categorie, classifiche e premiazionicome da regolamento Idpa.La sede centrale Ibssa coglie l’occasioneper congratularsi con Roberto Gobbiper il notevole risultato raggiunto.Sede centrale IbssaSamurai alserviziodella leggeNel 1926 sette delegati del ministerodella Difesa giapponese furono incaricatidi giudicare una dimostrazione discherma con il bastone (jojutsu), eseguitada due illustri maestri, che si proponevanodi unire alla pistola d’ordinanzain dotazione agli agenti, un bastone digrossa o media lunghezza che sarebbeservito come arma da difesa. L’ideaentusiasmò i delegati che insieme ai duemaestri prepararono un corso d’addestramentoper i poliziotti di Tokio: nacquecosì il keijo-jutsu, ovvero l’arte delbastone usata dalle forze di polizia.Il keijo jutsu fu insegnato e praticato perdiversi secoli dai guerrieri nipponici,che riuscivano con un semplice pezzo dilegno a uccidere o a mettere fuori combattimentodegli avversari meglio armati.Infatti il bastone si presta magnificamentea essere usato in diverse occasioni,dato che può essere lanciato dauna certa distanza e può essere utilizzatoper colpire sia con la punta che conil tronco.Uno dei vantaggi che lo hanno fattodiventare l’arma preferita dagli agentigiapponesi è che in un combattimentourbano un proiettile sparato con un’armada fuoco non può essere controllatowas upset by violent students’ demonstrationsand, daily, groups of opposingfactions facing each other along thestreets, wearing helmets and beingarmed with long bamboo canes withsharp ends: for policemen such a kind ofdemonstration was only an excuse forpracticing the techniques learned duringthe course at the Accademy. One of themost dramatic event happened whensome special police divisions, trained forthe guerrillia, put 2000 armed studentsto flight and many of them remained onthe field!The success of the introduction of thestick into the police force’s equipment ledthe Ministery of Defence to call themaximum experts of kendo, iaido, kenjutsuand goshin-jutsu from all overJapan, in order to arrange a fightingsystem that incorporates a great varietyof techniques. Among these experts,there was also Takaji Shimizu, who hadbeen chief instructor of the police forcefor 42 years, and who became “nationalliving treasure” after his retirement.This special board chose the best partsof every Japanese fighting discipline,karate, judo, ju jitsu, adding the mainstrokes of the Western boxe: so theycreated the taiho-jutsu; a manual for themilitary forces was also published inorder to classify all these effective techniques.An argument supporting this martialart is that it’s revised every threeyears and specialized instructors areasked to replace the old techniques withnew ones in order to enrich the taihojutsu.You all have seen very often in Americanmovies that the police handcuffs the criminalsbefore bringing them to jail; thisisn’t what happens in Japan, where thepolice, even if their equipment providesfor handcuff, prefers to use an antiquemethod, the hojo-jutsu, that is tieing theprisoner (the criminal, we say) up with arope, which has a small diameter. Thismethod was popular among the samurai,which became skilful in this discipline,following particular instructions.Someone might think it’s strange that aso primitive method is still used today bythe police, but in those days of violentdemonstrations all over the city, usingone only rope to stop ten people wasmore convenient than using ten pairs ofhandcuff.The keibo-soho was another difensivemethod, that provides the use of thewooden nightstick for close range fighting.The keibo became part of the regularpolice equipment during theAmerican occupation in 1946. The firstnightstick used in those years was 50 cme di conseguenza può colpire personeinnocenti, mentre il bastone ha una precisatraiettoria di partenza e d’arrivoche può essere modificata.Il Giappone negli anni Sessanta-Settanta è stato sconvolto da feroci lottestudentesche e giornalmente gruppi diopposte fazioni si scontravano per lestrade con elmetti e armati di lunghecanne di bambù, con la punta affilata:per la polizia di Tokio questi erano ottimipretesti per mettere in pratica le tecnichecon il bastone lungo, imparatedurante il corso all’Accademia. Unodegli episodi più drammatici fu quandoalcuni reparti di agenti addestrati allaguerriglia misero in fuga un corteo di2000 studenti armati, lasciando moltidimostranti sul terreno!Il successo che ebbe l’applicazione delbastone come dotazione delle forze dell’ordinemise ancora in moto il ministerodella Difesa che convocò i più grossiesperti di kendo, iaido, ken-jutsu egoshin-jutsu del Paese, perché preparasseroun sistema di combattimento a maninude che inglobasse una grossa varietàdi tecniche. Fra questi esperti maestri,c’era anche Takaji Shimizu che è statoistruttore capo della polizia per 42 anniprendendo così la carica di “TesoroNazionale Vivente”. Questo specialecomitato selezionò il meglio da tutte lediscipline di combattimento nipponiche,karate, judo, ju jitsu, aggiungendo icolpi principali del pugilato occidentale:fu così creato il taiho-jutsu e venneanche pubblicato un manuale a usodelle forze militari, dove venivano catalogatequeste efficacissime tecniche. Unargomento a favore di quest’arte marzialeè che viene continuamente revisionataogni tre anni e istruttori specializzatisono incaricati di arricchire il taihojutsucon nuove tecniche, eliminandoquelle antiquate.Spesso avrete visto nei telefilm americaniche i malviventi vengono bloccati conmanette prima di essere portati in carcere;questo in Giappone non accade,infatti i poliziotti, pur avendo le manettein dotazione, preferiscono un anticosistema in uso ai tempi dei loro antenati:è lo hojo-jutsu, cioè legare un prigioniero(leggi delinquente nel nostro caso),con un corda di piccolo diametro.Questo metodo era in voga fra i samuraiche seguivano particolari insegnamenti,diventando abili in questa specialità.Ad alcuni può sembrare stranoche un sistema così primitivo possa esseusato attualmente dalla polizia, ma neigiorni in cui violente manifestazioni dilagavanoper la città, era molto più praticobloccare con una corda una decinaSportivo 39


La rivista del dirigente sportivoIBSSA official magazine40 Sportivolong and his shape was unusual since itwas composed in several pieces, in particularthe handle was a piece on itsown and so the weapon could possiblybreak in two pieces, leaving only a woodenstump in the hands of the policeman.A second model was presented in1949: it was 50 cm long, but it was tooheavy and awkward. The third model,the one used right now by the Japanesepolice force, was designed on the basisof the nightstick used by the Americanmilitary police.The master Takaji Shimizu, in 1961,aiming to study the keibo in detail, inventeda new weapon, the telescopic stick,which was extensible if necessary. Thisweapon, called tokushu keibo, wasmaden of metal and it was presented tothe high Japanese authorities only afterfive years of perfections and experiments,becoming the weapon used bythe special squads, the ones selected forthe most dangerous missions.The telescopic stick is used as a woodentruncheon, but considering that it’s possibleto extend it twice its regular lenght; itcan be use for parrying, disarming,striking at distance, or even strangling acriminal in order to reduce him to impotence.It’s useless to say that all the Japanesepolicemen practise kendo, which is differentfrom the sporting type, since theblows are struck with less flexibility andin a hand-to-hand struggle, it’s possibleto use judo projections as ashibarai or osoto gari, in order to let the opponent falldown.The Usa soon took so much interest in theinnovations developed among theJapanese police force that in 1969 theysent a Japanese instructor, called TakKubota, to the Los Angeles Accademy toteach to American patrolman how to usenunchaku, long stick and tonfa.Master Kubota lived for a long time inUsa, where he taught also to Fbi agents,Californian scheriffs and North-American anti-crime squads. Kubotatryed to introduce the nunchaku as aregular army kit of the American policeforce, but his project was obstructed bymany which consider this weapon toomuch dangerous, since one only simplestrike was enough to break bones.Nevertheless, in the State of Pennsylvania,the patrolmen adopted the nunchaku asa weapon that can replace the nightstick.Things didn’t get better later on;because private televisions started togive battle against the weapon; also callednutcracker, untill it was forbidden forpatrolmen to wear it besides the gun.di persone che impiegare dieci paia dimanette.Un altro sistema di difesa è il keibosoho,cioè l’uso dello sfollagente inlegno nel combattimento a breve distanza.Il keibo divenne parte dell’attrezzaturadella polizia nel 1946, durantel’occupazione americana. Il primo sfollagenteusato in quegli anni era lungo50 cm presentava una forma inusuale edato che non era composto di un solpezzo, ma il manico era attaccato alresto del bastone; di conseguenza, l’armasi poteva rompere in due, lasciandol’agente con un moncherino di legno inmano.Un secondo modello fu presentato nel1949: era lungo 50 cm, ma presentaval’inconveniente di essere troppo pesantee di conseguenza poco maneggevole. Ilterzo tipo di sfollagente fu copiato sulmodello della polizia militare americanaed è quello attualmente in uso nelleforze dell’ordine nipponiche.Il maestro Takaji Shimizu nel 1961, continuandoad approfondire lo studio delkeibo, inventò un’arma nuova, cioè ilbastone telescopico che si poteva allungarea seconda della necessità.Quest’arma, chiamata tokushu keibo,era fatta di metallo e fu presentata allemassime autorità giapponesi dopo cinqueanni di studio ed esperimenti, diventandouno strumento in dotazione nellesquadre speciali selezionate per i compitipiù pericolosi.Essenzialmente, il bastone telescopicoviene usato come un semplice manganelloin legno, tenendo sempre contoche quest’arma può essere allungata didue volte della sua lunghezza normale;lo si può usare per parare, disarmare,colpire a distanza o addirittura strangolareun delinquente per ridurlo all’impotenza.Inutile dire che tutti gli agenti nipponicipraticano un kendo che, a differenza diquello sportivo, è più duro, dato che icolpi sono portati con meno elasticità enelle situazioni di corpo a corpo è lecitousare proiezioni di judo, tipo ashibaraioppure o soto gari, per far caderel’avversario.Gli Stati Uniti d’America presto si interessaronoalle innovazioni che si stavanosviluppando in seno al corpo di poliziagiapponese, tanto che invitarono nel1969 un istruttore del Sol Levante, TakKubota, all’Accademia di Los Angeles,perché impartisse ai patrolman statunitensicorsi sull’uso del nunchaku, delbastone lungo e del tonfa.Il maestro Kubota passò molto temponegli Usa istruendo, inoltre, il personaledell’Fbi, gli sceriffi dei paesi californianie le squadre anti-crimine del nord-America. Kubota cercò di far introdurreil nunchaku come arma in dotazione aidipartimenti di polizia degli Stati Uniti,ma il suo progetto incontrò moltissimioppositori, che consideravano quest’armatroppo pericolosa per essere usatacontro dei malviventi, dato che un semplicecolpo era sufficiente a spezzare unosso.Nonostante tutto, nello stato dellaPennsylvania, gli agenti che facevanoservizio di pattuglia adottarono il nunchakucome arma in sostituzione delsolito sfollagente. Le cose però nonandarono per il meglio, poiché la televisioneprivata locale cominciò una battagliacontro questo strumento, dettoanche “schiaccianoci”, finché a tutti ipoliziotti fu vietato di portarlo alla cinturacon la rivoltella.Editrice: SportPromotion - Sportivo -Via M. Macchi 28 -20124 MilanoSupplemento alla rivista mensile“Sportivo” n. 2 - Anno ventiduesimo -Febbraio 2004 - Sped. Abb. Post. 45%- Art. 2 Comma 20/b L. 662/96 Filialedi Milano - Volume 246 - Registrazionen. 440/82 del Tribunale di Milano del20/11/82 - Iscritta al registro nazionaledella stampa al n. 01468 vol. 15foglio 537 del 16/2/85.Direttore responsabile GiacomoSpartaco Bertoletti.

More magazines by this user
Similar magazines