8 certificazione e accreditamento (pdf, it, 242 KB, 6/10/09)

dbt.univr.it

8 certificazione e accreditamento (pdf, it, 242 KB, 6/10/09)

CertificazioneCertificazione eaccreditamentoL'Organismo di Certificazione (spesso abbreviato con OdC) èuna società che certifica la conformità dei sistemi di gestioneo dei prodotti a specifiche norme di riferimento.Le norme di riferimento a fronte delle quali è possibileemettere una certificazione si possono classificare in– sistemi di gestione,– prodotti e– personale.Un Organismo di certificazione che ha ottenutol'autorizzazione dell'Autorità Governativa Nazionale ad operaresulle Direttive Europee diviene un Organismo notificato.Tipi di certificazionePoiché la certificazione di una determinataorganizzazione, o prodotto o persona, può esseresoggetta a pressioni (ad esempio commerciali), leattività dell'Organismo di Certificazione devonoessere sorvegliate da un organo che rappresenti leparti interessate alla certificazione stessa, chedecide, in maniera paritetica tra le parti, se l'OdCsia sufficientemente indipendente e rilascicertificazioni senza alcuna discriminazione ofavoritismo indebito, tutelando così la credibilitàdelle certificazioni emesse. Questa ed altrecaratteristiche di funzionamento degli OdC sonostabilite dalle norme di accreditamento.Sistemi di gestione– L’Organismo di Certificazione verifica che l’organizzazione lopericonformemente ai requisiti degli standard gestionali in relazione e aspecifici aspetti, quali ad esempio: Gestione qualità del sistema di produzione: ISO 9001 Gestione ambientale: ISO 14001 Gestione della sicurezza e salute dei lavoratori: OHSAS 18001 Etica: SA 8000Prodotto– L’Organismo di Certificazione verifica che i prodotti messi in commerciomerciosiano conformi a norme specifiche emanate per ogni singolo prodotto.Personale– L’Organismo di Certificazione verifica che il personale (persone fisiche) fpossieda caratteristiche di istruzione, esperienza e formazione idonee asvolgere determinate mansioni. Tra le mansioni tra cui è più diffusa lacertificazione vi sono quelle di auditor, , saldatore professionale,consulente/esperto di gestione aziendale, addetti agli impianti elettrici.Iter di certificazioneIter di certificazioneesame della documentazione predisposta dall’aziendaaziendavisita di valutazione in azienda– può essere eseguita in due fasi separate (stage 1 e stage 2)– la verifica di stage 1 può includere l’esame ldocumentale.– Nel corso della visita di valutazione vengono valutate le evidenzedella gestione aziendale, tramite anche interviste al personale eosservazione dei processi produttivi. A seguito della visita,possono essere riscontrate delle discrepanze (non conformità) ) fraquanto attuato dell’organizzazione e la norma di riferimento, aseguito delle quali l'organizzazione attua azioni volte a risolverela non conformità.emissione della certificazionel’Organismo di Certificazione più decidere di eseguire unaverifica supplementare per accertare l’effettivo lsuperamento della non conformità.Normalmente per la certificazione di prodotto vengonoprelevati campioni dei prodotti da certificare per sottoporli aprove in laboratori scelti dall’organismo di certificazione.Dopo la certificazione, l’organismo ldi certificazione pianificadelle visite periodiche ed eventuali prelievi di prodotti(normalmente annuali) per verificare il mantenimento dellaconformità alla norma.Anche nel corso delle verifiche di mantenimento possonoessere riscontrate delle non conformità che l’organizzazioneldeve impegnarsi a risolvere.


AccreditamentoAccreditamentoPer garantire l’omogeneitlomogeneità di comportamento e perla credibilità della certificazione, gli organismi dicertificazione devono operare secondo le indicazionidi specifiche norme:– UNI CEI EN ISO/IEC 17021:2006 per la certificazionedei sistemi di gestione (tale norma sostituisce in un unicostandard le precedenti UNI CEI EN 45012:1998 e ISO/IECGuide 66:1999)– UNI CEI EN 45011:1999 per la certificazione diprodotto– UNI CEI EN ISO/IEC 17024:2004 per la certificazionedel personale Un organismo indipendente verifica ilcomportamento degli organismi di certificazione e, quando accerta che operano in conformità allenorme di riferimento, accredita l’organismo dicertificazione, sorvegliandone il comportamento neltempo. L'ente di accreditamento italiano per lacertificazione volontaria (sistemi di gestione,prodotti, personale) è il SINCERT. L'accreditamento per la certificazione etica (SA(8000) è concesso dal SAI, Social AccountabilityInternational. . Tra i diversi OdC e i diversi enti diaccreditamento esistono accordi di mutuoriconoscimento, per assicurare riconoscibilità evalidità delle certificazioni rilasciate, in genere inpaesi diversi, tramite diversi accreditamenti.certificazioni di prove dilaboratorioAccreditamento deilaboratorisono comuni le certificazioni delle prove di laboratorio(esempio analisi chimico/fisiche).L'accreditamento che sovrintende tali certificazioni considera ilaboratori alla stregua degli organismi di certificazione, inquanto organismi rilascianti certificazioni che attestanodeterminate caratteristiche delle sostanze e materialisottoposti a prova.Attualmente l'ente che accredita i laboratori è il SINAL(Sistema Nazionale Accreditamento Laboratori).La norma di riferimento per questo tipo di accreditamento è laISO/IEC 17025 (Requisiti generali per la competenza deilaboratori di prova e di taratura). Essendo l'accreditamento (a fronte di questa norma) concessocon riferimento alle singole prove, un laboratorio puòeffettuare prove accreditate ma anche non accreditate: tali circostanze devono essere precisate nei certificati oattestati di prova. È peraltro possibile che un laboratorio sia certificato ISO 9001da un ente di certificazione; tale certificazione, che non deveessere confusa con l'accreditamento, non assicura lacompetenza del laboratorio ad effettuare le singole prove, masolo che lo stesso è dotato di un sistema qualità conforme allaISO 9001, eventualmente applicato alla sua attività per intero. Sincert, , accreditamento organismi di certificazione; si trova unabanca dati delle certificazioni e degli organismi di certificazioneaccreditati in Italia dal Sincert (EN) EA - European Accreditation, , network europeo perl'accreditamento (EN) IAF - International Accreditation Forum, , network internazionaleper l'accreditamento (EN) SAI - Social Accountability International, , accreditamento dellacertificazione etica AIOICI: : Associazione Italiana Organismi Indipendenti Certificazione eIspezione; riunisce 15 organismi di certificazione Federazione CISQ: : Federazione indipendente, riunisce undiciimportanti organismi di certificazione italiani UNOA: : Unione Nazionale Organismi Accreditati; ultima nata, riuniscenove organismi di certificazione Estratto da "http://"http://it.wikipedia.org/wiki/Organismo_di_certificazione"Gli organismi di certificazione e ispezione sono chiamatia valutare ed attestare la conformità dell’oggetto dellavalutazione (sistema, prodotto, servizio, personale, processo,impianto, ecc..) ai requisiti stabiliti dai documenti normativi diriferimento (Norme vere e proprie o altri riferimentinormativi).Come tali, essi svolgono un compito particolarmente critico –specie in termini di visibilità e fiducia – nell’ambito del sistemaper la qualitàPossono essere interni all’organizzazione di appartenenza dellaboratorio, ma distintiHanno il compito di analizzare e utilizzare i risultati deilaboratori ai fini dell’attestazione della conformità ai requisitiapplicabili


AccreditamentoL’accreditamentodegli Organismi di certificazione e ispezione èfinalizzato a garantire la competenza di questi Operatori equindi il valore e la credibilità dei risultati delle valutazioni diconformità da essi effettuate.Tale accreditamento si è affermato, soprattutto, grazie all’esplosionedell’ approccio sistemico alla qualità (certificazioni ISO 9000), ma haaccompagnato efficacemente anche lo sviluppo delle altre forme di dvalutazione della conformità (certificazioni di prodotto e personale,ispezioni).L’attività di accreditamento degli Organismi di certificazione eispezione in Italia è svolta da SINCERT - Sistema Nazionale perl’Accreditamento degli Organismi di Certificazione e Ispezione,Associazione privata senza fini di lucro fondata nel 1991.Accredia Il nuovo Ente opera con ilriconoscimento dello Stato e sotto lavigilanza istituzionale del Ministerodello Sviluppo Economico, nonchédelle altre Pubbliche Amministrazioniinteressate.Operatività di accrediaL’Ente si articola in due Dipartimenti iquali curano, rispettivamente,l'accreditamento nei seguenti settori:- Certificazione - dei sistemi digestione, dei prodotti, e del personale- ed Ispezione;- Laboratori di provaobiettiviI soci e L’internazionalitàIl nuovo Ente dovrà:- garantire uniformità dei comportamenti, efficienza del sistemae semplificazioni per gli operatori economici;- ampliare il rilievo delle attività di accreditamento,evidenziandone l’importanza nel sistema economico nazionale,al fine di valorizzare la scelta della qualità;- attribuire alle attestazioni di conformità emesse sottoaccreditamento il massimo della affidabilità per imprese econsumatori;- mettere in comune le esperienze degli Enti ad oggi esistenti,per rendere il sistema più efficiente e meno costoso,garantendo controllo pubblico e capacità gestionali, oltre checompetenza, indipendenza ed imparzialità;- mantenere l'adesione del sistema di accreditamento italianoper tutti gli schemi coperti dagli accordi internazionali.ACCREDIA riunisce tra i suoi associati i principali soggetti istituzionali, scientifici etecnici, economici e sociali aventi interesse nelle attività di accreditamento ecertificazione. Alla costituzione sono presenti 55 Soci, tra cui 7 Ministeri, altrePubbliche Amministrazioni Nazionali, Enti di ricerca; tutte le principaliOrganizzazioni imprenditoriali, le Associazioni dei soggetti accreditati; i 2 Entidi Normazione nazionali, e numerose Associazioni di servizi di consulenza,consumatori ed importanti imprese fornitrici di servizi di pubblica utilità.Sul piano internazionale, ACCREDIA parteciperà attivamente ai lavori degliOrganismi europei e internazionali di cooperazione tra Enti di accreditamentoa livello europeo (EA) e mondiale (IAF e ILAC) e si sottoporrà all'attività dipeer assessment, uno specifico ed accurato processo di valutazionepropedeutico alla firma dei relativi Accordi internazionali di Mutuoriconoscimento (MLA/MRA). Nella fase iniziale i certificati di accreditamento di ACCREDIA riporteranno imarchi di SINCERT e SINAL correlati dai rispettivi riferimenti agli MLA, finoall’avvenuto trasferimento dello status di firmatario EA MLA ad ACCREDIA.


AUDIT documento ACCREDIADefinizione da Reg. CE 882/04: “un esame sistematico e indipendenteper accertare se determinate attività ei risultati correlati siano conformi alledisposizioni previste, se talidisposizioni siano attuate in modoefficace e siano adeguate perraggiungere determinati obiettivi.”Audit sui Sistemi SanitariRegionaliObiettiviIl Dipartimento per la sanità pubblica veterinaria, la nutrizione e lasicurezza degli alimenti del Ministero della Salute svolge unprogramma di audit sulle materie, afferenti alle proprie competenze,esercitate dai Servizi Sanitari Regionali e Locali.L’attività di audit, , come le altre attività ispettive esercitate dalDipartimento, si svolge sulla base di uno specifico quadro normativodi riferimento.gli audit sono svolti dall’Ufficio IX della Direzione Generale dellasanità animale e del farmaco veterinario (DGSA) afferente alDipartimento per la sanità pubblica veterinaria, la nutrizione e lasicurezza degli alimenti .Dal 2003 sono stati redatti dei rapporti di Audit sul sistema sanitarioregionale.L’attività di audit consente una visione organica del contestooperativo del sistema sanitario regionale e del complesso delleattività di prevenzione svolte nel campo della sanità pubblicaveterinaria e della sicurezza alimentare. L’ L obiettivo è assicurare egarantire al Sistema Sanitario Nazionale, per ciò che attiene la sanitàpubblica veterinaria e della sicurezza alimentare, un continuoprocesso di crescita, favorendo l’armonizzazione ldei sistemi dicontrollo delle realtà produttive regionali attraverso delle verifiche sulterritorio nazionale.A tal fine, i target produttivi sottoposti alla valutazione dell’Ufficio IXcomprendono non solo quelli di maggiore importanza, ma(soprattutto) quelli a media e bassa capacità, , cercando, in questomodo, di fornire un quadro descrittivo del panorama sanitarioveterinario che rispecchi fedelmente la realtà nazionale e chefornisca i giusti stimoli di crescita ed adeguamento a quelle “realtàregionali” maggiormente carenti in strutture, risorse, e procedureaccreditate.Per poter raggiungere questo obiettivo è necessaria :– la conoscenza delle strutture di gestione del rischio sanitario alivello regionale e locale– l’ efficacia dei flussi informativi tra Amministrazioni dei datiepidemiologici e strutturali scaturiti in ambito regionale– l’attuazione del piano di controllo pluriennale, il suo monitoraggioioe controllo.– la messa in evidenza delle differenze e la promozione di azionimigliorativeQuesti principi sono enunciati nel Piano Sanitario Nazionale2006-2008 2008 così come, nel piano Sanitario Nazionale 2003-2005, il quale stabilisce che il ruolo dello Stato in materiasanitaria, alla luce del recente contesto normativo, sitrasforma da organizzatore e gestore di servizi a quello digarante dell'equità sul territorio nazionale.Audit sui SSR (SistemiSanitari Regionali) si suddividono in:– Audit di sistema: : verifica della efficacia eefficienza dei sistemi di governo sanitarioregionale e locale (Assessorato alla Sanità,Aziende Sanitarie Locali)– Audit di settore: : verifica di specifici settori disanità e benessere animale, sicurezza deglialimenti e dei mangimi (brucellosi, carni, latte,prodotti della pesca, sistema di allerta, mangimiecc.)


Per ogni Regioneviene realizzato un ciclo di audit che si compone di un audit di sistema ed almenoquattro audit di settore.L.L’Ufficio IX nello svolgimento delle audit osserva iprincipi fondamentali dell’ audit, , grazie ai quali si perseguono gli obiettivisopraccitati, che sono: sistematicità : necessità di una programmazione temporale e di contenutidelle attività di controllo, scandite da un “piano dell’auditaudit”, , che identifichi lepriorità in funzione dei rischi e che garantisca la copertura di tutti i campi diattività pertinenti e di tutte le autorità competenti; trasparenza: nei rapporti tra l’organismo ldi audit e l’organizzazione loggettodell’auditaudit, , quindi la possibilità di accesso alle procedure documentate, lapresentazione e la pubblicazione del rapporto dell’auditaudit, , con la possibilità daparte dell’ organizzazione oggetto dell’auditdi esprimere pareri, correzioni,delucidazioni; Indipendenza: vale a dire che l’organismo ldi audit deve essere totalmenteavulso dall’organizzazione oggetto di audit, , in modo da non risentire di alcunainfluenza di natura commerciale, finanziaria, gerarchica o politica ica che possainterferire o pregiudicare i risultati dell’auditper altre informazioni“Con il raggiungimento dell' obiettivo ilsistema Sanitario del Paese sarà ingrado di rispondere efficacemente allerichieste dell'Unione europea inmateria di sicurezza alimentare, sanitàe benessere animale, , nel rispetto degliobiettivi enunciati nell’articolo 1 delRegolamento CE n.178n.178/2002 che tutela lasalute del consumatore e la lealtà dei trafficicommerciali.” http://www.lauda.net/ftp_iso.html

More magazines by this user
Similar magazines