storia-della-filosofia-a-sonetti-anteprima

giovannifanfoni

storia-della-filosofia-a-sonetti-anteprima

Francesco DeianaStoria della filosofiaa sonettiANTEPRIMA GRATUITA«Comete»Collana di poesiaa cura di Carlo Molinaro


Storia della filosofia a sonetti© 2014 Francesco Deiana© 2014 Matisklo EdizioniPrima edizione, novembre 2014ISBN: 978-88-98572-31-1Matisklo Edizioni S.N.C.di Oddera Cesare & Vico FrancescoVia Eremita 1417045 Mallare (SV)matisklo@matiskloedizioni.comwww.matiskloedizioni.com


SommarioInformazioni per l’utilizzatoreLa Scuola di MiletoI PitagoriciEràclito di EfesoParmènide di EleaDemócritoI SofistiSocratePlatoneAristoteleEpicuroGli StoiciGli ScetticiPlotinoAgostino d’IpponaSeverino BoezioGiovanni Scoto EriugènaAnselmo d’AostaPietro Abelardo


AvicennaAverroèBonaventura da BagnoregioTommaso d’AquinoGiovanni Duns ScotoGuglielmo di OckhamErasmo da RotterdamNiccolò MachiavelliFrancesco BaconeGiordano BrunoGalileo GalileiTommaso CampanellaThomas HobbesCartesio (René Descartes)Blaise PascalBaruch SpinozaJohn LockeGottfried LeibnizGiambattista VicoGeorge BerkeleyVoltaire (François-Marie Arouet)


David HumeJean-Jacques RousseauImmanuel KantJohann Gottlieb FichteGeorg Wilhelm Friedrich HegelFriedrich SchellingArthur SchopenhauerLudwig FeuerbachMax StirnerCharles DarwinSøren KierkegaardKarl MarxFriedrich NietzscheSigmund FreudEdmund HusserlHenri BergsonJohn DeweyMartin HeideggerLudwig WittgensteinWalter BenjaminHerbert Marcuse


Karl PopperJean-Paul SartreHannah ArendtThomas KuhnMichel FoucaultJacques DerridàAlla facoltà di filosofiaBreve glossario dei termini e delleespressioni filosoficheNota bio-bibliografica


Informazioni per l’utilizzatoreCATEGORIA LETTERARIO-CULTURALEFilosofia: presentazione dei suoi diversi protagonistiassemblata seguendo la forma metricadel sonetto.INDICAZIONI TERAPEUTICHEAssumibile anche da chi è a digiuno di filosofia.Prescrivibile a chi già conosce, perprovare qualcosa di originale.Sconsigliata a nessuno.CONTROINDICAZIONICuriosità elettrica, meraviglia immotivata,pensieri non previsti nel momento dell’assunzione.POSOLOGIASe ne consiglia un uso graduale.Fase uno: dubbio, sensazione di acquistosbagliato, un filosofo ogni tanto.Fase due: assestamento. Un filosofo al giornocon riposo il dì successivo per fare sedimentarela sostanza.Fase tre: convinzione. Un filosofo al dì senzapausa.Fase quattro: esaltazione. Due/Tre filosofi algiorno.Fase cinque (eventuale): procurarsi un’altraconfezione di filosofi.


PRECAUZIONI PER L’USOAssumere sempre a stomaco vuoto. Evitareluoghi troppo soleggiati o affollati.Non assumere durante la guida.INTERAZIONISe ne raccomanda la lettura ad alta voce.È preferibile dotarsi di carta e penna primadell’assunzione.AVVERTENZE SPECIALII filosofi non sono la filosofia, ma è la filosofiache tesse le sue trame attraverso i filosofi.Questa confezione non esaurisce la filosofia,ma contiene alcuni filosofi ridotti in pilloleper azione della tecnica poetica.NOTE DI EDUCAZIONE CULTURALEIl cervello è un muscolo, come il bicipide, ilfemorale o il gluteo: se non lo si allena, siatrofizza.


Storia della filosofiaa sonettiANTEPRIMA GRATUITA


Agli alunni


La Scuola di MiletoCon la famosa Scuola di Miletosi suol cominciar la filosofia,su quelle coste nacque l’alfabetodel pensiero, nell’odierna Turchia.Si cominciò chiedendosi in segretocosa fosse l’arché, cioè qual sial’origine delle cose in concretodal quale tutto quanto prese il via.Prima pensavan fosse materialecome l’acqua, l’aria, la terra chécosì sembrava molto più normale.O, al massimo, un miscuglio dei tre,come l’àpeiron: brodo primordialeda cui nasce tutto, compreso te.


I PitagoriciPitagora, di certo il più famoso,è uno dei filosofi leggendariche ancor oggi mi sembra doverosomenzionare tra i più straordinari.Studiava i numeri, dispari e pari,alla base d’un cosmo armonioso,elementi astratti, elementarine formano il fulcro più operoso.Il principio di tutto è astratto.Il numero è la quinta essenzadi ciò che nei secoli è stato fatto.I Pitagorici fondan la scienzamatematica e per questo attomeritan eterna riconoscenza.


Eràclito di EfesoDi lui ci restano brevi sentenze,con dei piccoli aforismi taglientiè in grado di svegliare intelligenzesopite nell’ignoranza altrimenti.Metafora delle nostre esperienzeè il fuoco, principe degli elementi,proprio come insegnan le apparenzesiam soggetti a continui mutamenti.Allo stesso tempo sei e non seie nel mentre c’è il tempo che trascorre,questo il senso del noto pánta rêi,per ora dire altro non occorre.Sol per chi non sa il greco, tradurrei:pánta rêi vuole dire “tutto scorre”.


Breve glossario dei termini e delleespressioni filosoficheAVVERTENZA: il presente glossario, da intendersinaturalmente come non esaustivodel gergo filosofico, consente al lettore difamiliarizzare con alcune delle principaliespressioni e con i concetti filosofici fondamentalicontenuti nei sonetti, qui presentatinell’ordine in cui compaiono nel testo.Archè: il termine greco « ἀ ρχή» letteralmente significaorigine o principio e indica, nella filosofia greca antica,non solo il principio – materiale o immateriale – da cui tuttoha avuto origine, ma anche il senso ultimo delle cose, laloro ragion d’essere. I filosofi della Scuola di Mileto intendonoandare oltre le apparenze e la mutevolezza delle cosesensibili, per giungere a conoscere la loro origine, che secondola loro prospettiva è un’origine materiale.Àpeiron: il termine greco « ἄ πειρον», composto dallaparticella « ἄ » (non) e la parola «πειρον» (limite), significaletteralmente senza limite, cioè illimitato e indeterminato.A differenza degli altri filosofi della Scuola di Mileto che individuavanol’archè in una sostanza ben riconoscibile,come l’acqua nel caso di Talete o l’aria nel caso di Anassimene,per Anassimandro l’archè è definito àpeiron cioèsostanza, illimitata e indeterminata, di cui era compostol’universo prima di poter riconoscere le singole sostanze,


l’una diversa dall’altra. Per quanto possa essere consideratauna nozione astratta, l’àpeiron rimane una sostanza materiale.Numero: la Scuola Pitagorica individua l’archè nelnumero. La differenza fondamentale con la Scuola di Miletorisiede nel fatto che l’origine di tutte le cose è astratta enon materiale, ragion per cui il numero viene inteso piùcome ragion d’essere e meno come origine. Secondo i Pitagoricila ragion d’essere del mondo risiede nella sua misurabilità,nella possibilità di mettere in relazione le cosesecondo rapporti numerici.Pánta rêi: in greco «πάντα ῥε ῖ », è il celebre aforismacol quale si riassume la filosofia eraclitea, incentrata sullanozione del divenire. Il mondo è in costante divenire, gliopposti si alternano, si armonizzano, si incontrano. Eràclitoriconosce l’archè nel fuoco, inteso non come sostanza materialema come principio attivo e generatore. Il suo perennefluire è la ragion d’essere di tutte le cose che da luinascono e a lui dovranno ritornare.FINE ANTEPRIMA GRATUITA[N.d.E.: tutte le altre voci del glossario sonodisponibili nell’opera completa]


Nota Bio-bibliograficaFrancesco Deiana, nato a Torino nel 1981, è insegnantedi Filosofia e Storia. Laureato all’Università di Torinocon una tesi in “Etica Applicata”, ha affiancato la suaprecaria attività di insegnamento a corsi di formazioneaziendale e corsi di filosofia aperti a tutti. Porta avantil’attività poetica partecipando e organizzando reading ePoetry Slam. Fa parte del collettivo “Incontroverso”, attivoda alcuni anni sulla scena letteraria torinese. Nel tempolibero conduce la trasmissione radiofonica “Poetry Club” suRadio Banda Larga e aggiorna con regolarità il suo blog.

More magazines by this user
Similar magazines