Delibera regionale N. 1105/2009 - Saluter

saluter.it
  • No tags were found...

Delibera regionale N. 1105/2009 - Saluter

Progr.Num.1105/2009GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNAQuesto giorno Lunedì 27 del mese di Lugliodell' anno 2009si è riunita nella residenza dila Giunta regionale con l'intervento dei Signori:via Aldo Moro, 52 BOLOGNA1) Errani Vasco Presidente2) Muzzarelli Maria Giuseppina Vicepresidente3) Bissoni Giovanni Assessore4) Bruschini Marioluigi Assessore5) Muzzarelli Gian Carlo Assessore6) Peri Alfredo Assessore7) Rabboni Tiberio Assessore8) Ronchi Alberto Assessore9) Zanichelli Lino AssessoreFunge da Segretario l'AssessoreZanichelli LinoOggetto:RETE DI DONAZIONE, PRELIEVO E TRAPIANTO DI ORGANI,TESSUTI E CELLULE IN EMILIA-ROMAGNA. VERIFICA DELLA QUALITA' E DEI RISULTATI DEI CENTRI DI PRELIEVO, DI TRAPIANTO DIORGANI, DELLE BANCHE DEI TESSUTI, DEI LABORATORI DI RIFERIMENTO. IDENTIFICAZIONE DEICENTRI TRAPIANTO DI CELLULE STAMINALI EMATOPOIETICHE, RINNOVO DELLA NOMINA DELCOORDINATORE REGIONALE ALLE DONAZIONI ED AI TRAPIANTICod.documentoGPG/2009/1066pagina 1 di 15


Testo dell'attoNum. Reg. Proposta: GPG/2009/1066-----------------------------------------------------LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNARichiamata la normativa italiana: Legge n. 458 - 26 giugno 1967 Trapianto delrene tra persone viventi; Decreto del Ministero della Sanità - 30 agosto1991 Definizione dei tempi di attesa in lista peraccedere al centro trapianti estero; Legge n. 301 - 12 agosto 1993 Norme in materiadi prelievi ed innesti di cornea; Legge n. 91 – 1° aprile 1999 Disposizioni inmateria di prelievi e di trapianti di organi e ditessuti; Legge n. 483 - 16 dicembre 1999 Norme perconsentire il trapianto parziale di fegato; Decreto Ministero Della Sanità 8 aprile 2000Disposizioni in materia di prelievi e di trapianti diorgani e di tessuti, attuativo delle prescrizionirelative alla dichiarazione di volontà dei cittadinisulla donazione di Organi a scopo di trapianto; Decreto del Ministero della Salute - 2 agosto2002 Disposizioni in materia di criteri e modalità perla certificazione dell’idoneità degli organi prelevatial trapianto (Articolo 14, comma 5, Legge 1 Aprile 1999,n. 91); Decreto Legislativo 24 giugno 2003, n. 211Attuazione della direttiva 2001/20/CE relativaall'applicazione della buona pratica clinicanell'esecuzione delle sperimentazioni cliniche dimedicinali per uso clinico; Decreto Ministero Della Salute 2 dicembre 2004Modalità per il rilascio delle autorizzazioniall'esportazione o all'importazione di organi e tessuti;pagina 2 di 15


Legge n. 219 - 21 ottobre 2005 Nuovadisciplina delle attività trasfusionali e dellaproduzione nazionale degli emoderivati; Decreto Legislativo 19 agosto 2005, n. 191Attuazione della direttiva 2002/98/CE che stabiliscenorme di qualità e di sicurezza per la raccolta, ilcontrollo, la lavorazione, la conservazione e ladistribuzione del sangue umano e dei suoi componenti; Decreto Legislativo 24 aprile 2006, n. 219Attuazione della direttiva 2001/83/CE (e successivedirettive di modifica) relativa ad un codice comunitarioconcernente i medicinali per uso umano, nonché delladirettiva 2003/94/CE; Decreto Ministero Della Salute 5 dicembre 2006Modifica del decreto ministeriale 3 marzo 2005, recante“Protocolli per l'accertamento della idoneità deldonatore di sangue ed emocomponenti”; Decreto Legislativo 6 Novembre 2007, n. 191Attuazione della direttiva 2004/23/CE sulla definizionedelle norme di qualità e di sicurezza per la donazione,l'approvvigionamento, il controllo, la lavorazione, laconservazione, lo stoccaggio e la distribuzione ditessuti e cellule umani; Decreto del Ministero della Salute - 11 marzo2008 Integrazione del decreto 8 aprile 2000 sullaricezione delle dichiarazioni di volontà dei cittadinicirca la donazione di organi a scopo di trapianto; Comunicazione n. 172178 del 6 Novembre 2008Mobilità sanitaria internazionale - D.M. 31-3-2008“Disposizioni in materia di trapianto di organiall’estero ai sensi dell’articolo 20 della Legge 91/99”(G.U. n°97 del 24-4-2008). Modalità di applicazione alivello regionale; Decreto Ministero Del Lavoro, Della Salute eDelle Politiche Sociali 24 dicembre 2008. Prorogadell’autorizzazione alla produzione di medicinali perterapia genica e cellulare somatica di cui al Decreto 5dicembre 2006; Ordinanza del Ministero del Lavoro, dellaSalute e delle Politiche Sociali - 26 febbraio 2009Disposizioni in materia di conservazione di cellulestaminali da sangue del cordone ombelicale.pagina 3 di 15


Richiamata la normative europea: Direttiva 2001/20/CE del Parlamento europeo edel Consiglio, del 4 aprile 2001, concernente ilravvicinamento delle disposizioni legislative,regolamentari ed amministrative degli Stati membrirelative all'applicazione della buona pratica clinicanell'esecuzione della sperimentazione clinica dimedicinali ad uso umano; Direttiva 2001/83/CE del Parlamento europeo edel Consiglio, del 6 novembre 2001, recante un codicecomunitario relativo ai medicinali per uso umano,modificata dalla Direttiva 2003/63/CE della Commissione,del 25 giugno 2003, che modifica la direttiva 2001/83/CEdel Parlamento europeo e del Consiglio recante un codicecomunitario relativo ai medicinali per uso umano; Rettifica della direttiva 2002/98/CE delParlamento europeo e del Consiglio, del 27 gennaio 2003,che stabilisce norme di qualità e di sicurezza per laraccolta, il controllo, la lavorazione, la conservazionee la distribuzione del sangue umano e dei suoicomponenti e che modifica la direttiva 2001/83/CE (G.U.L33 dell'8.2.2003); Direttiva 2003/94/CE della Commissione, dell'8ottobre 2003, che stabilisce i principi e le lineedirettrici delle buone prassi di fabbricazione relativeai medicinali per uso umano e ai medicinali per usoumano in fase di sperimentazione; Direttiva 2004/23/CE del Parlamento europeo edel Consiglio, del 31 marzo 2004, sulla definizione dinorme di qualità e di sicurezza per la donazione,l'approvvigionamento, il controllo, la lavorazione, laconservazione, lo stoccaggio e la distribuzione ditessuti e cellule umani; Regolamento (CE) n. 726/2004 del Parlamentoeuropeo e del Consiglio del 31 marzo 2004 che istituisceprocedure comunitarie per l'autorizzazione e lasorveglianza dei medicinali per uso umano e veterinario,e che istituisce l'agenzia europea per i medicinali; Direttiva 2005/28/CE della Commissione, dell’8aprile 2005, che stabilisce i principi e le linee guidadettagliate per la buona pratica clinica relativa aimedicinali in fase di sperimentazione a uso umano nonchépagina 4 di 15


i requisiti per l’autorizzazione alla fabbricazione oimportazione di tali medicinali; Direttiva 2006/17/CE della Commissione, dell’8 febbraio 2006 , che attua la direttiva 2004/23/CE delParlamento europeo e del Consiglio per quanto riguardadeterminate prescrizioni tecniche per la donazione,l'approvvigionamento e il controllo di tessuti e celluleumani; Direttiva 2006/86/CE della Commissione, del 24ottobre 2006 , che attua la direttiva 2004/23/CE delParlamento europeo e del Consiglio per quanto riguardale prescrizioni in tema di rintracciabilità, la notificadi reazioni ed eventi avversi gravi e determinateprescrizioni tecniche per la codifica, la lavorazione,la conservazione, lo stoccaggio e la distribuzione ditessuti e cellule umani; Regolamento (CE) n. 1394/2007 del Parlamentoeuropeo e del Consiglio, del 13 novembre 2007 , suimedicinali per terapie avanzate recante modifica delladirettiva 2001/83/CE e del regolamento (CE) n. 726/2004;Richiamati le Linee Guida nazionali e gli accordiStato/Regioni: Linee guida del Centro Nazionale Trapianti –1° gennaio 2002, ad uso delle banche di tessuto muscoloscheletrico,per la valutazione dell'appropriatezzadella richiesta di osso umano, dei suoi derivati esostituti; Linee guida della Conferenza PermanenteRapporti Stato Regioni - 31 gennaio 2002, per iltrapianto renale da donatore vivente e da cadavere; Linee guida della Conferenza PermanenteRapporti Stato Regioni - 14 febbraio 2002 - Accordo trail Ministro della Salute, le Regioni e le Provinceautonome di Trento e Bolzano sui requisiti dellestrutture idonee effettuare trapianti di organi etessuti sugli standard minimi di attività di cuiall'art. 16, comma 1, della legge 1° aprile 1999, n. 91,recante: "Disposizioni in materia di prelievi e ditrapianti di organi e di tessuti"; Linee guida del Conferenza Permanente RapportiStato Regioni - 10 luglio 2003, in tema di raccolta,manipolazione e impiego clinico delle cellule staminaliemopoietiche (CSE);pagina 5 di 15


Linee guida del Conferenza Permanente RapportiStato Regioni - 26 novembre 2003 Accordo tra il Ministrodella salute, le regioni e le province autonome diTrento e Bolzano sul documento recante: "Linee guida perl'accertamento della sicurezza del donatore di organi"; Linee guida della Conferenza PermanenteRapporti Stato Regioni - 29 aprile 2004 Accordo tra ilMinistro della Salute, le Regioni e le Province autonomedi Trento e Bolzano sul documento recante: "Linee guidaper l'idoneità ed il funzionamento dei centriindividuati dalle Regioni come strutture idonee adeffettuare trapianti di organi e di tessuti"; Linee guida del Conferenza Permanente RapportiStato Regioni - 23 settembre 2004 Accordo tra ilMinistro della Salute, le Regioni e le Province autonomedi Trento e Bolzano su: “Linee guida sulle modalità didisciplina delle attività di reperimento, trattamento,conservazione e distribuzione di cellule e tessuti umania scopo di trapianto”, in attuazione dell’articolo 15,comma1, della legge 1 aprile 1999, n°91; Linee guida del Centro Nazionale Trapianti - 1marzo 2005, per la valutazione di idoneità del donatoree protocolli specifici; Linee guida del Centro Nazionale Trapianti -19 giugno 2007, per il prelievo, la processazione e ladistribuzione di tessuti a scopo di trapianto; Linee guida del Centro Nazionale Trapianti - 7settembre 2007, per il prelievo, la processazione el’utilizzo di cellule (isole pancreatiche, epatocitiumani); Linee guida riferite alla donazione, alprelievo, al controllo, alla tracciabilità dei tessuti edelle cellule umani destinati alla produzione dimedicinali per terapia avanzata per l’applicazionesull’uomo ed alla notifica di reazioni ed eventi avversigravi (Centro Nazionale Trapianti, ottobre 2008);Richiamate le leggi regionali, le proprie deliberazionie circolari dell’Assessore alle Politiche per la Salute: Legge regionale n. 53 del 4 Settembre 1995 “Normeper il potenziamento, la razionalizzazione ed ilcoordinamento delle attività di prelievo e di trapiantod'organi e tessuti”;pagina 6 di 15


Delibera di Giunta regionale n. 2285/1999 “Nominadel Comitato Regionale Trapianti e dell'Esecutivo delComitato”; Delibera di Giunta regionale n. 2286/1999“Istituzione del Centro Riferimento Trapianti”; Delibera di Giunta regionale n. 906/2000 “Nominadel Coordinatore del Centro Riferimento per i trapianti,ai sensi dell’art.11 della legge 91/1999”; Circolare n. 18 del 29 Ottobre 2002 “Linee guidaper il prelievo, la conservazione e l'utilizzo di tessutomuscolo scheletrico”; Determina del Direttore Generale Sanità e PoliticheSociali n. 9141 del 2004 “Nomina del Comitato RegionaleTrapianti, dell'Esecutivo del Comitato RegionaleTrapianti e delle Commissioni Tecniche”; Delibera di Giunta regionale n. 2005/214 -“Armonizzazione organizzativa del sistema donazione,prelievo e trapianto di organi,tessuti e cellule dellaRegione Emilia – Romagna. Rinnovo della nomina delcoordinatore del centro regionale di riferimento per itrapianti”; Determina del Direttore Generale Sanità e PoliticheSociali n. 5641 del 2005 “Nomina dei componentil'organismo tecnico regionale previsto dalla Deliberaregionale N. 214/2005”; Determina n. 7675 del 31 Maggio 2006 “Definizionedelle modalità di attività dell'organismo tecnicoregionale di autorizzazione, valutazione di qualità egaranzia del sistema regionale trapianti, ai sensi delladelibera di Giunta regionale n. 214/2005; Delibera di Giunta regionale n. 1573/2007 “Modificadell'articolazione del comitato regionale trapiantidefinita con deliberazione n. 2285 del 7 dicembre 1999”; Determinazione del Direttore Generale Sanità ePolitiche Sociali n. 5430 del 14-5-2008 “Modifica dellacomposizione delle commissioni tecniche trapianti,costituite con determinazione del direttore generalesanità e politiche sociali n. 9141 del 7 luglio 2004,nomina dei componenti delle nuove commissioni istituitecon delibera di giunta regionale n. 1573 del 29-10-2007”; Circolare N. 3 dell’11marzo 2009: “Adeguamento perl’anno 2009 della rete regionale trapianto di fegato allepagina 7 di 15


Linee Guida organizzative nazionali per la gestione delleliste d’attesa e l’assegnazione degli organi neltrapianto di fegato da donatore cadavere”; Circolare N. 8 del 23 giugno 2009: “Adeguamento perl’anno 2009 della rete regionale trapianto di rene alleLinee Guida per la gestione delle liste d’attesa el’assegnazione dei trapianti di rene da donatorecadavere”; Delibera di Giunta N. 311 del 23 marzo 2009 “Reteregionale trapianti – Medicina Rigenerativa.Identificazione rete delle Cell Factory dell’Emilia –Romagna”;Richiamata la Legge Costituzionale n. 3 del 18-10-2001"Modifiche al titolo V della parte seconda dellaCostituzione", pubblicata nella G.U. n.248 del 24-10-2001,che trasferisce alla competenza delle Regioni la potestàlegislativa sulle autorizzazioni ad effettuare trapianti diorgani e tessuti,Considerato che:la qualità ed i risultati delle attività didonazione, valutati attraverso indicatori diqualità internazionalmente riconosciuti,evidenziano l’ottimale operatività presso leAziende Sanitarie regionali dotate di rianimazionee sede di coordinamento locale, confermati dagliaudit nazionali e regionali cui tutti icoordinamenti dell’Emilia – Romagna sono statisottoposti il 28, 29 e 30 maggio 2008, il 20, 21,22, 23 ottobre 2008;la qualità ed i risultati dei Centri trapianto diorgani sono stati verificati attraverso gliindicatori di qualità previsti dalle normativevigenti, confermati dagli audit regionali enazionali svolti nel 2008, il 7 maggio presso ilCentro trapianti di fegato di Modena, l’8 maggiopresso il Centro trapianti di fegato di Bologna, il14 ottobre presso il Centro trapianti di rene diParma, il 15 ottobre presso il Centro trapianti direne di Modena, il 16 ottobre presso il Centrotrapianti di rene di Bologna, il 2 dicembre pressoil Centro trapianti di cuore di Bologna, in attesache a livello nazionale vengano definiti i criteripagina 8 di 15


di valutazione di qualità per i Centri trapianto dipancreas, polmone ed intestino;la qualità ed i risultati delle banche dei tessutiverificati attraverso ripetute ispezioni nazionalie regionali, le ultime temporalmente effettuate indata 14 novembre 2007 presso la Filiale della bancaregionale delle Cornee di Imola, 20 novembre 2007presso la Banca regionale della Cute di Cesena, 16gennaio 2008 presso la banca regionale delle Corneedi Bologna, 17 gennaio 2008 presso la bancaregionale dei Segmenti cardiovascolari di Bologna,4 giugno 2009 preso la banca regionale dei Segmentiosteo-tendinei di Bologna, hanno confermatol’eccellenza della rete regionale dedicata;Dato atto che:l’Azienda Ospedaliero – Universitaria di Bologna lasede della banca regionale del Sangue Cordonaleche, in linea con le direttive europee, è in fasedi accreditamento FACT, oltre che in attesa dipromulgazione delle linee guida nazionali sul tema;la stessa Azienda è inoltre sede della bancaregionale del materiale biologico del donatore diorgani e del donatore di tessuti;in attesa della programmazione dell’audit nazionalee regionale alla banca degli epatociti situatapresso l’Azienda Ospedaliero – Universitaria diFerrara;sono stati individuati i Centri trapianto ditessuti presso tutte le Aziende Sanitarie regionalipubbliche e presso le strutture privateaccreditate;Atteso che è stata verificata:la qualità dell’Immunogenetica unica regionale pertrapianto di rene, situata presso l’AziendaOspedaliero - Universitaria di Parma, epagina 9 di 15


dell’Immunogenetica per trapianto di fegato, cuore,polmone, intestino, situata presso l’AziendaOspedaliero - Universitaria di Bologna, attraversoi controlli di qualità previsti annualmentedall’Istituto Superiore di Sanità ed ilmantenimento dell’accreditamento europeo EFI;la qualità del Laboratorio di riferimento regionaleper la Sicurezza Anatomopatologica del donatore eper la Qualità degli organi donati e delLaboratorio di riferimento regionale per lasicurezza infettivologica del donatore di organi etessuti, situati presso l’Azienda Ospedaliero -Universitaria di Bologna, attraverso l’auditnazionale sulla sicurezza della retelaboratoristica dedicata svoltosi il 29 luglio2008;Atteso che:i Centri trapianto di cellule staminaliematopoietiche, accreditati GITMO per il trapiantoautologo sono stati individuati presso:1) Azienda Ospedaliero-Universitario di Bologna,per il trapianto in età pediatrica ed adulta,2) Azienda Ospedaliero-Universitario di Modena,per il trapianto in età pediatrica ed adulta,3) Azienda USL di Forlì, presso l’IRST diMeldola,4) Azienda Ospedaliero-Universitario di Parma,5) Azienda USL di Ravenna, presidio di Ravenna,6) Azienda USL di Piacenza,7) Azienda Ospedaliera di Reggio Emilia,8) Azienda USL di Rimini;i centri trapianto allogenico di cellule staminaliematopoietiche quelli accreditati GITMO presso:1) Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna,per il trapianto in età pediatrica ed adulta,2) Azienda Ospedaliero-Universitaria di Modena,per il trapianto in età pediatrica ed adulta;pagina 10 di 15


sono stati individuati i registri di donatori e dipazienti correlati alla rete regionale trapianti:1) Registro dei donatori di midollo osseo,2) Registro dializzati,3) Registro PIRP (Prevenzione dell’InsufficienzaRenale Progressiva) che hanno sede pressol’Azienda Ospedaliero-Universitaria diBologna;Evidenziato il ruolo del Centro Riferimento Trapiantidell’Emilia – Romagna, al quale è attribuita la funzione distruttura operativa tecnica di coordinamento del sistematrapianti regionale, comprendente anche la tenuta on-linedelle persone iscritte in lista d’attesa per trapianto diorgani preso tutti i Centri trapianto della regione;Valutata l’opportunità di rinnovare la nomina delcoordinatore regionale alle donazioni ed ai trapianti diprossima scadenza;Dato atto del parere allegato;Su proposta dell'Assessore alle politiche per la Salutea voti unanimi e palesiDeliberadi confermare, per quanto in premessa esposto, l'assettoorganizzativo della rete regionale delle donazioni, deiprelievi e dei trapianti di organi, tessuti e cellule, edelle Cell Factories regionali come indicato nelle deliberedi Giunta regionale n°214/2005 e n°311/2009 e di seguitosinteticamente riportato:Donazione di organi e tessuti:oTutte le Aziende Sanitarie regionali sede dicoordinament locale;Trapianto di organi:oAzienda Ospedaliero - Universitaria di Bolognapertrapianto di renetrapianto di cuorepagina 11 di 15


ootrapianto di fegatotrapianto di polmonetrapianto di intestino/multiviscerale incollaborazione con l’Azienda Ospedaliero- Universitaria di ModenaAzienda Ospedaliero - Universitaria di Parmatrapianto di renetrapianto di rene e pancreasAzienda Ospedaliero - Universitaria di Modenatrapianto di renetrapianto di fegatotrapianto di intestino/multiviscerale incollaborazione con l’Azienda Ospedaliero- Universitaria di BolognaBanche dei tessuti e delle cellule:oooooBanca delle Cornee, situata presso l’AziendaUSL di Bologna, supportata dalla sedeperiferica situata presso l’Azienda USL diImola, entrambe le sedi processano edistribuiscono anche la membrana amniotica;Banca del donatore di organi e del donatore ditessuti, Banca degli innesti Cardiovascolari edel Sangue Cordonale situate presso l’AziendaOspedaliero - Universitaria di Bologna;Banca dei segmenti Osteo-Tendinei situatapresso gli Istituti Ortopedici Rizzoli diBologna;Banca della Cute, situata presso l’Azienda USLdi Cesena;Banca degli Epatociti, situata pressol’Azienda O pedaliero - Universitaria diFerrara;Laboratori di riferimento regionali:ooImmunogenetica unica regionale per trapiantodi rene, situata presso l’Azienda Ospedaliero- Universitaria di Parma,Immunogenetica per trapianto di fegato, cuore,polmone, intestino, situata presso l’AziendaOspedaliero - Universitaria di Bologna,pagina 12 di 15


ooLaboratorio per la Sicurezza Anatomopatologicadel donatore e per la Qualità degli organidonati, situato presso l’Azienda Ospedaliero -Universitaria di Bologna,Laboratorio per la sicurezza infettivologicadel donatore di organi e tessuti, situatopresso l’Azienda Ospedaliero - Universitariadi Bologna;Registri regionali:oRegistro regionale dei donatori di midolloosseo, registro regionale dializzati, registroregionale PIRP (Prevenzione dell’InsufficienzaRenale Progressiva) con sede presso l’AziendaOspedaliero - Universitaria di Bologna;Cell Factories ubicate presso:oooooAzienda Ospedaliero – Universitaria di BolognaIstituto Ortopedico Rizzoli di BolognaAzienda USL di CesenaIstituto scientifico romagnolo per lo studio ela cura dei tumori (IRST) di MeldolaCentro di Medicina Rigenerativa “StefanoFerrari” di Modenadi rinnovare la nomina a coordinatore regionale alledonazioni ed ai trapianti alla dott.ssa Lorenza Ridolfi, chericopre attualmente tale incarico ai sensi della Deliberan°214 del 14 febbraio 2005; tale incarico avrà la durata dicinque anni, rinnovabile.pagina 13 di 15


Allegato parere di regolarità amministrativaREGIONE EMILIA-ROMAGNAAtti amministrativiGIUNTA REGIONALELeonida Grisendi, Direttore generale della DIREZIONE GENERALE SANITA' E POLITICHESOCIALI esprime, ai sensi dell'art. 37, quarto comma, della L.R. n. 43/2001 e delladeliberazione della Giunta Regionale n. 2416/2008, parere di regolarità amministrativa inmerito all'atto con numero di proposta GPG/2009/1066data 26/06/2009IN FEDELeonida Grisendipagina 14 di 15


Progr.Num. 1105/2009N.Ordine 50omissis---------------------------------------------------------------------------------------------------L'assessore Segretario:Zanichelli Lino---------------------------------------------------------------------------------------------------Il Responsabile del ServizioSegreteria e AA.GG. della GiuntaAffari Generali della PresidenzaPari Opportunita'pagina 15 di 15

More magazines by this user
Similar magazines