Novembre - Ilmese.it

ilmese.it
  • No tags were found...

Novembre - Ilmese.it

laCittàLa prima rivistacittadina dedicataai bambini e ai genitoriNOVEMBRE 2012Anno I - n.6 - MensiledeiBimbiIn collaborazionecon lo staff dellaAlimentazioneAutunno e inverno ...con gli alimenti giustiSaluteCombattere l’influenzacon il vaccinoNewsA Fidenza, letturee teatro per bambiniin AgendaSpettacoli, corsi eweek end con i più piccoliAspettando il NataleB7521112


FRUTTA E VERDURAPIANTE E FIORIVendita al dettaglio di:arance, clementine, navel, tarocco, mandarini,vaniglia e limonisu ordinazione:FIORI E PIANTE con consegna a domicilioNei mesi estivi vendita di ANGURIE E MELONI DI MANTOVASIAMO APERTI TUTTI I GIORNI - ANCHE FESTIVICON ORARIO CONTINUATOINFO: 327 4461304CI TROVATE ALLA ROTONDA TRA VIA LANGHIRANO E VIA ENZANEL PARCHEGGIO SCAMBIATORE


ARANCE NAVEL DA SPREMUTA2 Kg a .............................................................. E 2,50ARANCE NAVEL DA MANGIARE1 Kg a ............................................................... E 1,50CLEMENTINE1 Kg a ............................................................... E 1,49TUTTA LA FRUTTA E LA VERDURA ....... E 1,50 al KgI MERCATI:Martedì e Venerdì a ColornoMercoledì a San SecondoSabato a Corcagnano


Asilo Nido “Eugenia Picco”Scuola dell’Infanzia Paritaria “Casa Famiglia”Scuola Primaria Paritaria “Casa Famiglia”Scuola Secondaria di Primo Grado Paritaria “Agostino Chieppi”Plesso ScolasticoCasa FamigliaAgoStino ChiePPi“L’avvenire della società appartiene all’educazione...dall’educazione degli uomini dipende il bene sociale”(Agostino Chieppi)Asilo NidoOrario: (Settembre-Giugno)Dal lunedì al venerdì 7,30 - 16,00Scuola dell’InfanziaOrario: dal lunedì al venerdì 8,00 - 16,00Pre-scuola dalle 7,30Post-scuola fino alle 18,00Luglio: centro estivoScuola Primaria ParitariaOrario: dal lunedì al venerdì 8,10 - 12,45(8,10 - 16,00 nei giorni di rientro)Pre-scuola dalle 7,30Post-scuola fino alle 18,00Attività opzionali: chitarra, informatica, calcetto, laboratorio teatrale, nuoto, minibasket,danza, judo, scacchi, schermaScuola Secondaria di Primo GradoOrario: dal lunedì al venerdì 8,00 - 13,30(8,10 - 16,00 nei gironi di rientro)Pre-scuola dalle 7,30Post-scuola alle 18,00Attività opzionali: chitarra e tastiera, calcetto, minibasket, nuoto, scherma, informatica,laboratorio metodologico, laboratorio di lingua inglese (certificazione Cambridge University)Via Cocconcelli, 10 - 43125 ParmaTelefono 0521.238848/233096 - Fax 0521.235833e-mail: sspiccol@scuole.pr.it4


verso il Nataleatale creativoL’Albero sostenibileSi può realizzare un albero “a impatto zero”originale e diverso dal solito, ricorrendo a materialedi recupero, adoperando oggetti facilmentereperibili in casa, riutilizzando ad esempioelementi di scarto e che finirebbero per esserebuttati via. Basta un po’ di fantasia e creatività farrinascere a nuova vita tanti, tantissimi oggetti.L’eco-albero: basta addobbare gli alberipresenti nel nostro giardino o, per chi abita incittà, decorare le piante presenti in casa o fuori.Realizzando un albero natalizio “sostenibile” sirisparmia e si aiuta l’ambiente in quanto nonvengono abbattuti alberi naturali.L’albero del risparmio energetico:delle soluzioni alternative, da utilizzare al postodelle tradizionali luminarie, si possono ottenerecostruendo da sé delle lanterne luminose. Bastadecorare dei semplici vasetti all’interno dei qualiinserire una candela accesa, oppure appendendooggetti fluorescenti ai rami dell’albero.Risultato e atmosfera sono assicurati, soprattuttoal buio, ed anche all’esterno per decoraregiardini, terrazze o balconi.L’albero del riciclo: si possono realizzareaddobbi in plastica, carta, metallo, legno, stoffa,sbizzarrendosi a creare decorazioni varie: dallepalline rivestite con ritagli di tessuto, agli angiolettirealizzati con i legnetti dei ghiaccioli, dalpuntale ottenuto lavorando le lattine in alluminioai fiocchi di neve realizzati in PET.L’albero goloso: si realizza con frutta, bacche,spezie, biscotti o dolcetti, magari realizzatiin casa con l’aiuto della mamma. Il risultato è unalbero allegro, divertente e profumatissimo, nonsottovalutando il fatto che una volta trascorse lefeste è tutto da mangiare!L’albero dei ricordi: si può creare tirandofuori le foto più belle, vecchie cartoline, pelucheo giocattoli dell’infanzia di tutti i componentidella famiglia. Sarà un modo per far tornare allamente, raccontare e raccontarsi vecchi aneddotie storie dimenticate.e baffi di Babbo Nataledisegnando un cuoricinoe due baffetti (il cuoricinova incollato sul bastoncinoe sopra ci vannoincollati i baffetti) e unpezzettino ovale strettoda simulare la pelliccettache andrà incollata sulcappello.Ritagliare dalfeltro rosso un ovale cherappresenta il cappellodi Babbo Natale, farci unbuchino e far passare dalì lo stesso cordoncinodorato che infileremo nel foro del bastoncino,nell’estremità opposta dell’ovale di feltro rossoincollarci una pallina di cotone per il pompom.Incollare gli occhietti movibili, e il bottoncinoo perlina rosa (nasone di Babbo Natale)Renna: Ritagliare dal feltro marrone un ovalee tagliarlo a metà incollare ogni metà dietro albastoncino per simulare le orecchie della renna,poi ritagliare sempre dal feltro marrone uncuoricino che sarà incollato al contrario sullatesta della renna per simulare il suo pelo. Sottoincollarci gli occhietti movibili, il bottoncinoo la perlina rossa (nasone della renna) e disegnarcicon il pennarello il musetto. Fare duefiocchi con lo scovolino marrone ed incollarlinel bastoncino appena sopra le orecchie persimulare le corna. Incollare il ritaglio di sciarpascozzese cucendoci il campanellino. Inserire ilcordoncino dorato nel foro del bastoncino perpoter appendere all’albero di natale la renna.Pupazzo di neve: Ritagliare dal feltronero il cappello del pupazzo e incollarlo sulbastoncino pitturato di bianco. Fare il forellinosul cappello per far passare il cordoncino perpoterlo appendere all’albero. Se si vuole ritagliareun rettangolo stretto dal feltro rosso edincollarlo sul cappello. Incollare sul bastoncinobianco, sotto al cappello gli occhi movibili, ela perlina o bottoncino arancione per simularela carota. Disegnare col pennarello nerola bocca. Incollare un po’ obliqua la sciarparossa sotto alla bocca e annodarla. Incollaresotto la sciarpa due bottoncini neri.Occorrente:Bastoncini di legno (quelli dei gelati)Scovolino per pipa marrone (per le cornadella renna)Ritagli di stoffa per le sciarpe(scozzese orossa o verde, insomma un po’ Natalizia)Campanellini (da attaccare sulle sciarpe)Feltrino nero, marrone e rosso (nero per ilcappello del pupazzo di neve, rosso per ilcappello di Babbo Natale e marrone per ilpelo della renna)Cartoncino BiancoSemini o perline o bottoncini (per i nasi: rosarossi e arancioni: per il pupazzo neve neri)Bottoncini neriOcchietti movibiliCordoncino doratoTempere e pennelliPennarello nero (per disegnare le bocche)Palline di cotone (per il pompom sulcappello di Babbo Natale)Colla9


verso il NataleI biscotti per l’alberoPreparazione dellaPasta FrollaAmmorbidire a temperaturaambiente il burro. Impastarefarina, burro, zucchero e l’uovo.Infine aggiungere un cucchiainodi lievito per dolci e impastareamalgamando il tutto. Fare unapalla avvolgerla nella pellicolatrasparente e tenerla in frigo peralmeno mezz’ora. Preriscaldare ilforno. Quindi prendere dal frigola palla, stenderla con il mattarelloe tagliarla usando delleformine taglia biscotti a temi natalizi:comete, alberelli di Natale,stelle, pupazzi di neve, fiocchidi neve, ed altre ancora, primadi infornare i biscotti, con unacannuccia praticare un forellinoper poter infilare il nastrino edappendere i biscotti all’albero diNatale una volta cotti. Metteresopra una teglia un foglio di cartada forno. Posizionare i biscottitagliati con le formine sulla cartada forno posizionata sulla teglia.Mettere la teglia in forno a 180°gradi per circa 20 minuti.Preparazionedella GlassaImportante è che la glassa risultispessa e non liquida altrimenticola e non si riescono a fare ledecorazioni sui biscotti. Quindimettere pochissima acquae all’occorrenza, se la glassarisulta troppo densa, aggiungereancora un po’ di acqua masempre cucchiaino per cucchiaino.Invece, se ci è scappatatroppa acqua e la glassa risultatroppo liquida aggiungere altrozucchero al velo. Una volta fattala glassa bianca dividerla invarie ciotoline ed aggiungere inognuna di essa i coloranti alimentariin modo da creare tanticolori diversi. Acquistare le sac àpoche usa e getta e riempirle conle glasse colorate. Procurarsi iconfettini (tipo le palline argentate).Una volta pronti i biscottilasciarli raffreddare e proseguirecon le decorazioni. SpalmarliLA STORIA DI BABBO NATALEIn Lapponia, in una capanna nel bosco,circondata da abeti, viveva Natale, il qualesi dedicava ogni giorno a coltivare il suoorticello, a curare le sue renne e adintagliare il legno. Vestiva sempre dirosso, il suo colore preferito. Era unvecchietto buono e generoso conuna lunga barba bianca. Un giornopensò che era troppo poco quelloche stava facendo: voleva trovare unmodo per poter aiutare gli altri. Quellain sogno gli apparve un angioletto che glispiegò che nel mondo c’erano tanti bambinipoveri che non potevano permettersi i giocattoli. Natalechiese all’angioletto cosa poteva fare per rendere felici ibambini. L’angioletto rispose che avrebbe potuto aiutarli,caricando sulla sua slitta trainata dalle sue renne unsacco pieno di doni da consegnare a ciascun bambinola notte in cui nacque Gesù. “Ma dove posso trovarei giocattoli per tutti i bambini del mondo? E comedi glassa e posizionarci sopra iconfettini. Lasciare i biscottiriposare in modo che la glassa sisolidifichi e i confettini restinoincollati al biscotto.Riporre i biscotti uno ad unoIngredientiPer la Pasta Frolla250 gr. farina125 gr. burro100 gr. zucchero1 uovo1 cucchiaino di lievitoPer la Glassaalmeno 2-3 buste dizucchero a velocoloranti alimentariacquadentro a dei sacchettini dicarta trasparenti e appenderliall’albero di Natale chiudendolicon un nastro e facendo un belfiocchetto, così facendo nonprenderanno polvere e oltre a vederequanto sono belli potremoanche constatare quanto sonobuoni!!!posso consegnarli tutti in una sola nottee superare le porte chiuse di casa?” sichiese Natale. L’angioletto disse cheGesù Bambino l’avrebbe aiutato ecosì fu. Gesù nominò Natale papàdi ogni bambino, Babbo Natale! Iprimi giochi che regalò furono costruiticon le sue stesse mani. Poi,visto l’impegno Gesù assegnò aBabbo Natale una slitta e otto rennecon il dono di poter volare nel cielo edegli Elfi che lo aiutavano a costruire igiocattoli! Babbo Natale entra quindi quellanotte in ogni casa calandosi dal camino e riempiendole calze che ogni bimbo appende sotto al camino.Grazie alla magia dell’amore fu così possibile aBabbo Natale di essere sempre puntuale la nottesanta nella consegna dei suoi doni per poter far felicitutti i bambini del mondo! E portare un sorriso neiloro visi e nei loro cuori!11


ORSO LUDOGIOCHI FURBIDA 0 A 115 ANNI...AREE TEMATICHE:QUANDO ERO PICCOLOM’INNAMORAVO DI TUTTO...via XXII luglio 19/a, 43121 Parmatel. 0521/1813720www.orsoludo.com - giochiamo@orsoludo.com12


il mondo tra notee passi di danzaMusicalia Children e Estilo Flamenco: ununiverso multiculturale che permette ai piùpiccoli di conoscere tradizioni e culture differentiUn progetto innovativo pensato per i più piccoli, anzipiccolissimi che attraverso il gioco e la sperimentazionemusicale possono apprendere l’infinita magiadei suoni. Il nome, Musicalia Children, si raccontada solo. L’assunto di partenza èche la musica è un linguaggiouniversale e trasversale a tutte leetà, capace di coinvolgere, tutti,in primis, come dice il nomestesso del progetto, i bambini.Musicalia Children realizza infattiuna serie di percorsi e laboratoria partire dai 12 mesi.Per i bambini da 1 a 3 anni c’èil corso “Fanciulli suonanti”mentre “Suoni dell’innocenza”è pensato per i bimbi dai 3 ai 5 anni; “Little piano & Celloschool” è per bambini dai 4 anni, e infine il corso multidisci-plinare “Le arti insieme” è rivolto ai piccoli dai 6 anni in su.Tutti i bambini delle scuole elementari e medie, infine, possonoiscriversi ai “Laboratori Artistici d’Estate”, che si tengono neimesi di giugno, luglio e settembre. Musicalia Children è fortedella sua storia e del suo radicamento.L’associazione - fondata a Parma nel 1999 dalle artiste cubane YalicaJo (violoncellista e cantante) e Ailem Carvajal (compositrice epianista) - organizza anche eventi e corsi per educatori degli AsiliNido e delle scuole. Una segnalazione particolare merita il repertoriodello spettacolo “Dame la mano y danzaremos” (pubblicatodall’etichetta americana RYCY in un cd in vendita su iTunese Cdbaby.com) e lediverse composizionidi Ailem Carvajalper la didatticastrumentale, editeda Periferia Music(Barcellona).Avvicinarsi con la mente e ilcorpo già da bambini alle trazionidelle realtà latinoamericane,ai suoni e ai movimentieleganti delle culture orientali e ai ritmicaldi e avvolgenti delle musiche etniche eafro. A Parma dal 2010 è possibile grazieall’esperienza e alla professionalità messaa disposizione degli insegnanti dell’associazioneculturale Estilo Flamenco. Unvanto e una novità assoluta per la nostracittà che l’ideatrice e fondatrice, MarisaDiaz, bailaora e coreografa, porta avanti dal 1996 attraverso i suoiseguitissimi corsi di flamenco.«L’obiettivo dell’associazione» dichiara Diaz «è lo studio, la ricerca,la conservazione e la valorizzazione della cultura del flamencoriconosciuto dall’Unesco quale Patrimonio Immaterialedell’Umanità, ma anche dei ritmi delle tradizioni orientali. Unvalore aggiunto che vogliamo trasmettere attraverso i nostri corsinon solo agli adulti ma anche ai più piccoli che possono iscriversia partire dai 5 anni di età».A testimonianza della grande passione e professionalità che contraddistingueEstilo Flamenco, da quest’anno è nata una collaborazionecon grandi professionisti di danze etniche, afro, orientalie dal Sud d’Italia. Il 17 novembre, inoltre, avrà inizio il Laboratoriointerculturale di danze, cheproseguirà fino a giugno con un percorsoinerente alle danze del mondo.Completano l’offerta formativa le altreattività dell’associazione, come dicorsi di flamenco, nacchere, rumba,sevillanas e tanto altro ancora dedicateanche agli adulti.Via Quintino Sella 9,traversa di Via Orlando(zona Crocetta) - Parmatel. 0521 961744 - musicaliainfo@yahoo.eswww.musicaliachildren.comtel. 3479035510 - correo@marisadiazflamenco.itwwww.marisadiazflamenco.it13


Ballare e sorridere insiemeAll’A.S.D Cohiba Club di Parma oltre ai nuovi corsi dizumbatomic per bambini, mamme e papà, anche lepersone con disabilità fanno movimento divertendosiPer InformazioniVia Primo Carnera, 15/aParmatel. 348 841 0141cohibaclub@libero.itwww.cohibaclub.itUn passo avanti, uno indietro, un colpo di bacino, manialzate e un salto…e via così, anche per ore, seguendo iritmi scatenati della zumba, la nuova frontiera del fitnessche utilizza i suoni e i movimenti della musica afro-caraibica,mixati con le tecniche tradizionali dell’aerobica. Uno sportdi gruppo divertente e salutare che piace non solo ai grandi, ma ancheai più piccoli, perché unisce a movimenti altamente energizzantisequenze coreografate eseguite seguendo le note di diversi generimusicali: moderna, hip-hop, reggaeton, cumbia e altri ancora.Un mix che piace moltissimo ai bambini.Vere e proprie feste dove si gioca e allo stesso tempo si fa sport, magariinsieme a mamma e papà, come dimostrano i corsi di zumbatomic,variante dellazumba pensata appositamenteper i bambinidai 4 ai 12 anni,attivati dal CohibaClub di Parma.Questa tipologia diballo ha infatti uneffetto benefico sullasalute psico fisicadi adulti e bambiniperché aumenta laconcentrazione e accrescela fiducia in sé,migliora il metabolismoe sviluppa la coordinazione. Il programma di Zumbatomic offertodal Cohiba permette inoltre di abbracciare con il fitness il concettostesso di famiglia: i corsi di gruppo stimolano i genitori stessi ad andarein palestra per allenarsi e divertirsi insieme ai loro bambini.Un fiore all’occhiello che va ad arricchire la già ampia gamma dicorsi di ballo latino americani offerti dalla scuola grazie al numerosoe variegato team di insegnanti professionisti, con differenti specializzazioni.Punto di incontro, i locali della “Escuela de Baile”, un ambientesuggestivo che rievoca i ritmi e le evasioni caraibiche, il tuttocoronato da musica allegra e gioiosa che coinvolge le persone ditutte le età che hanno voglia di divertirsi.Insomma, tanto divertimento e socialità:sono questi i vademecum del Cohiba Clubattivo nel mondo del fitness da 16 anni perfar conoscere attraverso l’insegnamentodella danza sportiva a tutti i livelli e per tuttele età, il fantastico universo del ballo, siaper svago personale che a livello agonisticograzie ai corsi specifici.Scommettendo sempre sul concetto di famigliae socialità, la scuola offre già da tempo, anche airagazzi con disabilità la possibilità di mettersi allaprova con lezioni di ballo ad hoc capaci di coinvolgeretutto il corpo stimolando il divertimento atempo di musica. Il progetto “Farfalla”, realizzatoin collaborazione con l’associazione Sanseverina,mira infatti a far vivere con serenità e spensieratezzaal disabile la sua diversità, permettendogli didare libera espressione alle sue emozioni attraversoil linguaggio del corpo. La danza e il ritmo musicale diventanopertanto un volano di comunicazione, forme alternativedi terapie espressive sia di gruppo che individuali. L’attenzione peril mondo dei bambini e per le persone con maggiori difficoltà è unanota distintiva che caratterizza molte delle attività, sociali e a scopobenefico, realizzate dal Cohiba sul territorio di Parma e provincia.Dalle cene alle gare di ballo, dai giochi allo sport, fino alla strettacollaborazione con Save the Children, la più grande organizzazioneinternazionale indipendente che lavora per migliorare concretamentela vita dei bambini nel nostro paese e nel mondo.15


la SaluteL’influenza bussa alla portRicerca fotografica a cura di Edicta16Cari mamma e papà èarrivato l’inverno e conlui i primi freddi e, purtroppo,anche i classicimalanni stagionali. Febbre, tossee raffreddore: un vero tormentosoprattutto per i più piccini.Così per proteggere la loro salutee prevenire fastidiosi disturbi,oltre a maglioni, sciarpe, guantie cappelli, meglio utilizzare ilvaccino antiinfluenzale messo adisposizione dal Servizio SanitarioRegionale dell’Emilia Romagnae considerato dagli organismisanitari internazionali, come lostrumento disponibile più efficaceper difendersi dall’influenza e perridurne eventuali complicanze. Ilperiodo più indicato per effettuarela vaccinazione è compreso trai mesi di novembre e fine dicembre.Ma che cos’è l’influenza e comesi trasmette? Si tratta di una malattiainfettiva benigna provocatada due virus influenzali diversi,tipo A e B, che ogni anno possonomodificarsi in modo più omeno importante. Le difese prodottecontro i virus dell’anno precedentesono quindi poco efficacirispetto alla nuova infezione. Perquesto, contrariamente a quantoaccade per altre malattie infettive,come ad esempio morbillo evaricella, di influenza è possibileSe i più piccolicontraggono l’influenza1 Non vanno mai forzati a mangiare, perché l`inappetenzaè uno dei sintomi della malattia. Quindi, via libera alle ricetteleggere e ai piatti poco elaborati.2 Bisogna farli bere per evitare la disidratazione, pericolosatanto più quanto più il bambino è piccolo. Bene le bevandezuccherate così si assumono liquidi e un po` di calorie: tè,acqua e zucchero e succhi di frutta.3 La convalescenza deve essere di almeno 5 giorni, mase si arriva a 7 è meglio: dopo essere stati a letto a causadell`influenza una buona convalescenza è indispensabileper evitare di riammalarsi. Quindi prima di tornare a scuola,meglio essere in forze.Con l’arrivo dell’inverno fanno capolino lemalattie stagionali che colpiscono soprattutto ibambini. Per la loro salute il ServizioSanitario Nazionale invita alla vaccinazioneammalarsi ogni anno. I bambini,inoltre, sono tra i soggettipiù esposti perché, per ragionid’età, hanno incontrato pochitipi di virus influenzali, hannoquindi meno difese e si ammalanopiù spesso degli adulti.La malattia si trasmette da personaa persona attraverso minuscolegoccioline emesse durantela respirazione oppure tramiteoggetti da poco contaminati consecrezioni del naso o della gola, especialmente nei bambini attraversole mani sporche. L’influenzasi presenta ogni anno durantela stagione invernale con epidemieche possono colpire più persone,generalmente nella nostraregione il picco si registra tra ilmese di gennaio e fine febbraio.Dal momento del contagio, ivirus hanno un’incubazione chevaria dalle 18 alle 72 ore, quindicompaiono i sintomi della malattia,ovvero febbre alta con brividi,mal di gola, tosse, mal di testadolori muscolari, malessere generale.Di solito, i sintomi respiratoricome raffreddore e mal di goladiventano più evidenti nei giorniimmediatamente successivi e latosse può durare anche due settimane.Nella maggioranza dei casila malattia si risolve in pochi giornial massimo una settimana. Dalmomento che i virus influenzalimutano di frequente, la composizionedel vaccino varia di anno inanno in base alle direttive stabilitedall’Organizzazione Mondialedella Sanità grazie a un sistema disorveglianza che monitora la circolazionedei virus influenzali.


Prevenzione Medicina BenessereRealizzato in collaborazione con Ufficio Stampa Azienda USL di Parmaa? Noi facciamo il vaccinoa colloquio conInverno e primi freddi… tosse, febbree raffreddore: tutte le strategie percombattere il virus influenzaleDottoressa, come si può prevenire l’influenza?“Il vaccino è attualmente lo strumento più efficace epiù aggiornato per tutelare la nostra salute, in primisquella dei bambini, perché ogni anno ne vengonoprodotti ad hoc capaci di contrastare i nuovi virus dell’influenza.La protezione si sviluppa circa due settimane dopo la somministrazionedel vaccino e permane per tutta la stagione epidemica.Un’estesa copertura vaccinale protegge quindi i singoli e evita ildiffondersi dei virus”.dottoressa Nicoletta PiazzaDirigente medico Ausl,Referente aziendalePediatria di ComunitàCome si prepara unvaccino?“Per predisporre unvaccino, i virus dell’influenzavengono primacoltivati in laboratorio e inattivatie disgregati (split) o inattivati e ridotti alle sole proteinedi superficie (subunità). Ne esistono diversi tipi, la sceltadi quello più adatto alla persona compete al medico che prescriveo effettua la vaccinazione”.Come viene somministrato?“Ci si vaccina contro l’influenza con un’iniezione, preferibilmentenella parte superiore del braccio (muscolo deltoide) per i soggetticon età superiore a 2 anni, mentre nei bambini fino ai 2 anni enei lattanti la sede raccomandata è la faccia anterolaterale dellacoscia. Il numero di dosi è variabile. Una sola dose è sufficientese il bambino ha più di 9 anni oppure se è più piccolo ma è statovaccinato l’anno precedente. Due dosi a distanza di 4 settimanel’una dall’altra sono necessarie se il bambino ha meno di 9 annie se viene vaccinato per la prima volta. La protezione perdura per6-8 mesi e poi tende a declinare”.Quali sono gli effetti collaterali?“Gli effetti indesiderati sono rari e di scarsa entità. I più comunisono arrossamento, gonfiore e dolenza nel punto di inoculazione,malessere generale, la febbre, se viene, è comunque leggera e dibreve durata. Sono eccezionali reazioni allergiche come orticariae asma”.A chi è rivolta lavaccinazione?La Regione Emilia Romagna garantisce lavaccinazione antinfluenzale gratuita a specificigruppi di persone che devono essere protetti dallecomplicanze della malattia: in particolare, bambinie adulti con malattie croniche. A partire dal 12 novembre igenitori dei bambini fino ai 14 anni possono accompagnarte ipropri figli al Servizio di Pediatria di Comunità del distretto diappartenenza per la vaccinazione. La vaccinazione può essereeseguita anche ai bambini sani di età superiore ai 6 mesicon le modalità di pagamento previste per le vaccinazioni facoltative.In questo caso, il vaccino è acquistato dal genitorein farmacia e conservato in modo adeguato. La somministrazionea cura del medico o del pediatria è a pagamento.Per informazioni sempre aggiornate www.asul.pr.it17


l’Agenda dei bimbiEventiVenerdì 16 NovembreLo scatolo fono ealtre stranezzeBiblioteca @liceBiblioteca della Clinica Pediatrica,Parma, Ore 15.45-17.45Con il progetto @lice dei libri, realizzatoin collaborazione con l’Ospedaledei bambini di Parma, i bambinipotranno partecipare alla costruzionedi strumenti musicali con materiale direcupero. Ingresso gratuitotel. 0521 031752alice@comune.parma.itVenerdì 23 NovembreNote viventiBiblioteca @liceBiblioteca della Clinica Pediatri-Parma, Ore 15.45-17.45Con il progetto @lice dei libri, realizzatoin collaborazione con l’Ospedaledei bambini di Parma, i bambini potrannointraprendere un viaggio nellospartito musicale. Ingresso gratuitotel. 0521 031752alice@comune.parma.itSabato 24 NovembreBARATTOYSIkea ParmaLargo Benito Jacovitti 11/a, ParmaOre 17.00Scambia i giochi usati con i tuoi amici:alle 17 ti aspettiamo per giocare algioco del Baratto. Inoltre è il WorldChildren Day: tutti bambini mangianogratuitamente nel nostro ristorantetel. 0521 1809631www.ikea.it/parmaVenerdì 30 NovembreKamishibaIBiblioteca @liceBiblioteca della Clinica Pediatrica,Parma, Ore 15.45-17.45Con il progetto @lice dei libri, realizzatoin collaborazione con l’Ospedaledei bambini di Parma, i bambini potrannopartecipare al teatrino narrativogiapponese. Ingresso gratuitotel. 0521 031752alice@comune.parma.itMartedì 4, 11 e 18 DicembreCASETTA DI BISCOTTOIkea ParmaLargo Benito Jacovitti 11/a, ParmaOre 17.00Durante il seminario, i bambini imparerannoa decorare la casetta di biscotto,con glassa di zucchero e caramelle,poi la porteranno a casa!Costo 5 euro;è obbligatoria l’iscrizione al banco infooppure sul sitotel. 0521 1809631www.ikea.it/parmaSabato 8 DicembreSfilo e leggoIkea ParmaLargo Benito Jacovitti 11/aOre 16.30Vieni a sfilare in negozio con Santa Lucia,ti daremo una veste bianca ed unalanterna per farle luce. Poi ti racconteràfiabe e potrete fare merenda insiemetel. 0521 1809631www.ikea.it/parmaDomenica 9 DicembreCasetta di BiscottoIkea ParmaLargo Benito Jacovitti 11/aOre 16.30Durante il seminario, i bambiniimpareranno a decorare la casetta dibiscotto, con glassa di zucchero ecaramelle…poi la porteranno a casa!Costo del laboratorio: 5 euro; èobbligatoria l’iscrizione al banco infooppure sul sito.tel. 0521 1809631www.ikea.it/parmaGiovedì 27 e venerdì 28DicembreDAME E CAVaLIERIIkea ParmaLargo Benito Jacovitti 11/aOre 10.00-19.00Aiutare il re Filippo e la regina Matildea difendere il loro castello di Bianello!Dipingi il tuo stemma, e dimostra tuttoil tuo coraggio imparando l’arte e leregole del duellotel. 0521 1809631www.ikea.it/parmaSpettacoliDomenica 18, 25 Novembree 2, 9 DicembreLa Favole dellEteste di legnoCastello dei BurattiniVia Melloni 3/a, Parma, Ore 15.30Spettacolo di teatro con conferenzae animazionetel. 0521 218873m.pedrelli@comune.parma.itDomenica 18 NovembreOlleto (Otello alcontrario)Teatro al CerchioVia Pini 16/a, Parma, Ore 17.00In scena un’opera di W. Shakespeare,con la regia Mario Mascitelli.Con Martina Vissani, Mario Mascitellie Mario Arolditel. 335 490376info@teatrodelcerchio.itSabato 24 Novembre e8 DicembreIl Trittico degliaffettiCastello dei BurattiniVia Melloni 3/a, ParmaOre 15.30Spettacolo di marionette per tutti ibambinitel. 0521 218873m.pedrelli@comune.parma.itSabato 24 NovembreScuola dipasticceriaTeatro al CerchioTeatro Aurora, Via Mazzini 54,LanghiranoOre 16.45Uno spettacolo con MarcellaPellerano e Serafino Pancioni. RegiaSusanna Mameli. Anfiteatrosud diTortolìtel. 335 490376info@teatrodelcerchio.itDomenica 25 NovembreScuola dipasticceriaTeatro al CerchioTeatro ComunaleVia Italo Ferrari 5, SissaOre 16.45Uno spettacolo di teatro con MarcellaPellerano e Serafino Pancioni.Regia Susanna Mameli. Ingressogratuito per bambinitel. 349 5740360info@teatrodelcerchio.itDomenica 25 NovembrePETER PANTeatro al CerchioVia Pini 16/a, ParmaOre 17.00Uno spettacolo da Barrie,con Laura Zolla e Simone Belli. Testoe regia Silvia Priori. Teatro Blu diVaresetel. 335 490376info@teatrodelcerchio.it18


Eventi Spettacoli Mostre Laboratori Week endTutti i sabatidal 17 NovembreFacciamo i compitiPortosLabVia Bassano del Grappa 10/b, ParmaOre 8.30- 11.30Laboratorio compiti dedicato ai bambinitel. 347 7319956saraeandrea2007@libero.itTutti i sabatidal 17 NovembreBimbi pittoriEos laboratorioVia Gramsci 5, ParmaOre 10.00-12.00; 15.00-17.00Ogni bimbo diventerà pittore con la guidadi insegnanti esperti, creerà il propriodipinto che porterà con sé. Il corso èattivo anche il martedì dalle 17.00 alle19.00. I bambini potranno realizzarequadrettia tema natalaziotel. 3497742411info@eoslaboratoriodellearti.itTutti i sabatidal 17 NovembreIl libro illustratoCoop. Sociale Le Mani ParlantiVia Ruggero 3, ParmaOre 15.00-16.30Realizzazione di un libro mediantel’utilizzo di stoffe e tessutie carta in rilievo. costo compre n s i vo d i m ate r i a l e, 12 e u rotel.0521983700info@lemaniparlanti.itmanualmente alla creazione dibaracche, personaggi e storieda raccontare e mimare. Costoc o m p r e n s i v o d i m a te r i a l i,12 e u r otel. 0521 983700info@lemaniparlanti.itWeek endSabato 17 NovembreCome piccolipellegriniEsperta - Centro di EducazioneAmbientale del Parco del Taro,Corte di Giarola, CollecchioOre 15.30Un tuffo nella storia all’interno dell’anticaCorte di Giarola e, come piccolipellegrini muniti di iuta, filo e grossiaghi per la lana, i bambini potrannocimentarsi nella realizzazione delleantiche bisaccetel. 0521 803017 e 3474018157amministrazione@espertasrl.comSabato 17 edomenica 18 NovembrePablo, si è mai vistoun picasso così?Area Muda, Teatro della scuolaVicini, Via Milano 14/b, ParmaSabato ore 16.00-18.00Domenica ore 16.00-18.00Laboratorio artistico sul linguaggio dellapittura e dell’espressione corporeatel. 0521 238158info@parmafrontiere.itDomenica 18 NovembreLa fattoria deglianimaliTerre EmerseAgriturismo “I Boschi di Fornio”Via Fornio 49, Fidenza (PR)Ore 15.00Visita all’Agriturismo “I boschi di Fornio”,per scoprire le attività dell’aziendaagricola e gli animali che qui vivonotel. 328 8116651antonio.rinaldi.76@gmail.comSabato 24 NovembreMEDIOEVO GIOCANDOParco del TaroCorte di Giarola, Collecchio, ParmaOre 15.00Un fantastico laboratorio per bambiniseguito da visita guidatatel. 0521 83602; e.montanini@parchiemiliaoccidentale.itDomenica 25 NovembreGIOCHI DA GNOMIMuseo Naturalistico del Parcodello StironeParco Stirone e PiacenzianoOre 15.00Un’attività per far comprendere ai bambinile meraviglie del bosco attraversol’incontro con creature magiche. I partecipantisaranno attivi nella costruzionedi alcuni oggetti tipici del loro mondotel. 0521 821139coop.parmigianino@tin.itTutti i sabatidal 17 NovembreTeatro di FiguraCoop. Sociale Le Mani ParlantiVia Ruggero 3, ParmaOre 15.00-16.30Tutti i bambini potranno lavorareSabato 1 DicembreUno zoo… nelcassetto del comò!EspertaCentro di Educazione Ambientaledel Parco del Taro, Corte di Giarola,CollecchioOre 15.30Sveliamo i segreti per dar vita a bruchi,serpentelli, libellule e altri buffi animali,rovistando nei cassetti di casa e neiraccoglitori di carta e plastica!è richiesto che ogni bambino vengaal laboratorio con una bottiglietta diplasticaTarget: a partire dai 4-5 anni.tel. 0521 803017 e 347 4018157amministrazione@espertasrl.com21


come MangiareAutunno e invcon gli alimenti giustiFrutta, verdura, ma anche legumi e cereali, piatti semplicie sani. La difesa della salute dei bambini contro l’arrivodei primi freddi e i cambi di stagione comincia propriodalla tavola e dalle buone abitudini alimentari Unadieta corretta è infatti un elemento indispensabile perrafforzare le difese del sistema immunitario e prevenire le affezionistagionali da raffreddamento che colpiscono soprattutto i più piccoli.E non a caso, visto che i bambini, da questo punto di vista, sono piùsoggetti alle cosiddette malattie da freddo, caratterizzate da infezioniprevalentemente virali che si manifestano con raffreddore e affezionirespiratorie quali faringiti e tracheobronchiti, fino ai quadri più severicome le polmoniti.Un menù autunno e inverno che si rispetti deve quindi essere bilanciatoe più ricco rispetto alle offerte alimentari della dieta primaverilee estiva. Per affrontare feddro e neve, ben vengano la frutta e la verduradi stagione, ricche di vitamine, e “piatti semplici”, preferibilmente“unici”, come la polenta con spezzatino di carne, minestre e zuppe abase di verdure, cereali e legumi.Il punto chiave è rispettare l’equilibrio nell’introduzione di tutti inutrienti: proteine, zuccheri e grassi vegetali, da preferire rispetto aigrassi animali.Seguendo questi piccoli e importantissimi accorgimenti siaiuta l’organismo, in pirmis quello dei bambnini, adadattarsi al cambiamento climatico mettendo inCon i primi freddi facciamo il pienodi frutta, verdura, ma anche dicereali e latticini, piatti unici esemplici per difendere la salutedei bambiniatto importanti modifiche del sistemametabolico e immunitario.Dott.ssa Sandra VattiniResponsabile U.O. NutrizioneServizio Igiene Alimenti eNutrizione AUSL di ParmaLe vitamineL’organismo umanonon è in grado di produrrele vitamine che vengono introdottecon gli alimenti. Esse rappresentano unacategoria eterogenea di sostanze cheinfluiscono positivamente i complessicicli metabolici dell’organismo svolgendodiverse funzioni tra cui quella dicoadiuvante nella trasformazione deinutrienti a scopo energetico e di regolazionedel sistema immunitario. Le vitamine del gruppoB (B1,B2,B3,B5,B6,B12), la vitamina C, l’AcidoPantotenico e l’Acido Folico svolgono un’azionespiccata a livello dei sistemi di difesa dell’organismo;in particolare, la vitamina B3, la vitaminaB5 (acido pantotenico), la vitamina B6 e l’AcidoFolico si dimostrano efficienti nel potenziare l’attivitàdegli anticorpi e la loro sintesi.22


erno…Alimentazione Gusto RicetteLa regola numero uno è rispettarela piramide alimentare:ecco alcune categorie di alimentiparticolarmente efficaci nell’attivitàdi contrasto alle infezioni stagionaliLe verdure svolgono un’azione protettiva nei confronti della suscettibilità alle infezioni, anche da climi freddi inquanto contengono sostanze antiossidanti che contrastano il danno cellulare, vitamine del gruppo B, PP, K,Acido Folico, sali minerali e sostanze protettive per l’albero respiratorio.Nella zucca, tradizionale verdura autunnale, è possibile trovare in quantità anche le vitamine A, E, C, K insiemea calcio, fibre, fosforo. Il finocchio, invece, è ricco di fibre e sali minerali. Combattere il freddo significaanche non rinunciare mai alla quota giornaliera di frutta che aiuta le difese immunitarie attraverso ungeneroso apporto di sali minerali e vitamine del gruppo B, C, A, E, sostanze particolarmente efficacicome antiossidanti e coadiuvanti dell’attività del sistemaimmunitario.Tra i frutti si consiglia, soprattutto, l’assunzione ditutti gli agrumi, kiwi, pere, mele, cachi.Ricerca fotografica a cura di Edictada saperePer prevenire l’influenza bisogna seguire alcunesemplici regole: queste misure personali, definite “nonfarmacologiche” sono ritenute molto efficaci nel ridurre latrasmissione del virus influzale e si aggiungono ai presidifarmaceutici (vaccinazione ed uso di farmaci antivirali).Una buona igiene delle mani è fondamentale, sarebbebene lavarsele tutte le volte che si starnutisce e tossisceIn mancanza d’acqua è possibile utilizzare gel alcoliciCoprire la bocca ed il naso quando si tossisce o starnutisce,meglio utilizzare fazzoletti di carta usa e gette elavare le mani.23


Professionalità, efficienza, fantasia e discrezione ecco quello che i ragazzi della Antica Tenuta Santa Teresasono in grado di fornire per valorizzare i Vostri “eventi”, siano essi di piccole o grandi dimensioni.Con l’efficienza di una struttura manageriale consolidata nel tempo studia e consiglia con lo scopodi valorizzare al più alto livello l’immagine del nostro Cliente.Why not join us?Strada per Beneceto, 26 - 43100 Parma tel: 0521.462578 - cell: 348.249114024


Moda e DesignLe creazioni che fanno crescereVestiti che prendono vita“Siamo adulti per la maggior parte della vita, bambini soltanto per pochianni, è per questo che occorre proteggere la spensieratezza”. Questaè la filosofia della stilista danese Ulla Bang Jørgensen che haispirato la sua nuova collezione Ubang Babblechat , proponendoun guardaroba che trova ispirazione nella vita bizzarrae meravigliosa degli animali, rendendo l’abbigliamento interattivo:dai body, ai calzini, alle tutine, ai vestitini, alle magliette,indossati “prendono vita”. Così le maniche di una Tshirtsono la proboscide di un elefante che si alza con il movimentodel braccio,oppure le faccine sullecalze sono animatedalle dita dei piedi, rendendoil risveglio dellamattina più divertente.Per informazioni:www.ubang.dkNella tana dell’Orso... un mondo di sorpreseIn via XXII Luglio, 19/A a Parma, c’è uno spazio magicodedicato ai bambini. Si chiama “Orso Ludo”, un’accoglientee variopinta “casa sull’albero”, tra scaffali costruiticon magnifici rami straripanti di giochi e divertimenti,da quelli per la prima infanzia, passando a quelli artistici,scientifici, fino alle costruzioni realizzate con materiali ecologici,legno, cartone e bambù.E ancora, tanti giochi in scatola,d’esterno per tutte le etàe all’intramontabile arte dellagiocoleria. Alla tana di OrsoLudo è in arrivo anche unangolo in cui sarà possibilesedersi e informarsi concalma sui giochi in vendita,o addirittura provarli.Per informazioni:www.orsoludo.comgiochiamo@orsoludo.comTotseat, il seggiolone tascabileDa ora in poi potrete far sedere i vostri bambini ovunque, bastaavere con sè Totseat, un seggiolone che si adatta ad ogni sediagrazie alla morbida stoffa utilizzata per la sua realizzazione,rendendo più facile portare i bimbi al ristorante, in viaggio o acasa di amici.è un prodotto che, grazie alle sue originali caratteristiche, si èaggiudicato numerosi premi per la sicurezza e per il design.è costruito con materiali robusti ma allo stesso tempoestremamente confortevoli per il bebè, è dotato di clipsche lo tengono bloccato sulla sedia, è adattabile e si puòagganciare ad ogni tipo di seduta grazie alla sua capacitàdi regolazione inlunghezza, è lavabilein lavatrice, puòessere ripiegato eportato comodamentein borsa per poterloutilizzare in qualsiasioccasione.Grazie alle sue fantasiemolto originali e diverse daquelle che si trovano solitamentesul mercato è moltoapprezzato anche dai bimbi.Per informazioni:www.totseat.comL’usato che ti cresceLa Peppa, uno spazio unico e fantastico dove le famiglie di ogni cetosociale si relazionano e dove si possono trovare vestiti, culle, passegginie fantastici giochi.Un universo di oggetti colorati, utili e giocosi, prodotti praticamentenuovi e di ottima qualità e a prezzi molto competitivi.La Peppa, in Via Bandini 7/A, Parma non è solo un negozio diusato, ma un luogo di incontro dove coltivare una buona prassi eriscoprire il valore etico delle cose.Per informazioni: 320 607 353525


Pensieri e ColoriIl tema che, nel mese di Ottobre,la II° A della scuolaprimaria Natale Pallidi Fognano ha utilizzatocome modello capace di liberarela fantasia dei bambini, è stato laFiducia.L’Associazione Vita, con AlessandraPagliarini, counsellor conspecializzazione in Art counsel-ling, e la maestra Francesca Calidonihanno proposto attraverso idisegni le diverse prospettive deibambini.Questo è quello che dicono, pensanoed agiscono circa la fiducia…Disegni che permettono anche anoi grandi di meditare e ascoltatecon il cuore dei bambini.Un mondo di colori per capirecome, attraverso un semplicedisegno, sia possibile dare liberaforma all’immaginazione: bastaavere colori, fogli di carta e tanteidee. Ed ecco comparire giardinidi fiori, celi azzurri, soli gialli limone,caramelle di diversi gusti,variopinte farfalle e mille altritipi di oggetti, animati e non, chela mente di un bambino è in gradodi concepire. Per capirli servonocuore, fantasia e, soprattutto,tornare un pò bambini.La fiducia vista attraversogli occhi dei più piccoliMartina, 7 anni“Mi sembrava di essere in un paese di dolci e di mangiarli sull’albero.”Sofia, 7 anni“Ho provato come scendere sulle farfalle e sentire il profumo dei fiori.”Rifiniture da internie da esterniParma - Viale Milazzo, 18/BTel. 0521 850599 - Fax 0521 350761Cell. 335 6393435 - cunzi.mauro64@gmail.comTinteggi civili ed industriali - Fornitura e posa carta da paratiFornitura e posa pavimenti in legno - Stucco veneziano - Calce lucidaSpugnature - Velature - Decorazioni - Pronto parquet - Listone Giordano26


Un mondo di libri...Libreria Ubik - Piazza Ghiaia, 3/H - Parma - tel. 0521 282280 - parma@ubiklibri.itTanti libri per Novembre.Le parole sono comepietanze e non tutte lepietanze sono scritte neilibri di ricette! Anzi, se lo fossero,sarebbe bello inventarne di nuove:basta che abbiano sugo e che allabocca piacciano”. (Roberto Piumini).La Libreria Ubik vi aspetta inGhiaia e buona lettura a tutti!Sulla mia testaSulla testa di Gastone un giornosi è poggiato l’uccellino Gasparee nessuno sembra accorgersene.Gastone sa che è statala maestra a dire che aveva ilcervello di un uccellino perchènon si ricordava la poesia.Età di lettura: da 6 anni.Editore: Babalibriin primo pianoPrincipessefavolosedi Roncaglia SilviaEditore: EmmeEtà di lettura: dai 4 anni’”La principessa che leggevatroppe storie di principesse”,“La principessa mille dispetti” etanti altri titoli che raccontano diprincipessine fuori dall’ordinario:avventurose, intraprendenti ecombina guai.Ogni libro ha per protagonista unaprincipessa diversa che affrontasituazioni e personaggi tipicidell’universo fiabesco...I bambini entrando in libreriapotranno scegliere la principessache gli somiglia di più!JOHN Le filafilastroccheCOLTRANE. ILTRENO Filastrocche PER e cantilene, PARADISE perdi dormire, Claudio mangiare, Comini giocare e RobertoPiumini esognare... Tre splendidi libri illustratimusica raccontati si accompagna dagli autori più allaLafiaba: amati per la leggenda l’infanzia. “Pisopisello”, della musica“Canta afro-americana il giallo la mattina”, raccontata “E tuttida fan una la nanna”. breve fiaba accompagnataEtà di da lettura: brani da musicali. 18 mesiEtà Editore: lettura: La Coccinella da 6 anniIl primo librodella nannaGiochi e attività da fare dasoli o in compagnia, in casa oall’aperto. Cartoncini si alternano,offrendo al bambino idee,suggerimenti con elementi dastaccare e montare.Età di lettura: da 4 anniEditore: La CoccinellaMia sorella èun quadrifoglioQuando Mimosa nasce, Violacapisce subito che c’è qualcosache non va. Il papà, lamamma e persino la nonna sicomportano in modo strano...Una storia di relazioni familiari.Età di lettura: da 5 anniEditore:CarthusiaPUNTO VENDITA ATTIVITà CULTURALIDove puoi trovare:Alimenti biologicicertificatiCibo, cosmesie abbigliamentoper l’infanziaProdotti per celiachiae intolleranze alimentariCorsi di cucinaEco-baby pannoliniArticoli per gravidanzae allattamentoCosmesi certificata bioErboristeriaSelezioni di vini e oliDetersivi eco-compatibilitante informazioni e consigli… ti aspettiamo...AL MARTEDì E VENERDì ORARIO CONTINUATODALLE 9 ALLE 19.30BORGO DELLE COLONNE, 8 43121 PARMATEL/FAX 0521 237793www.bioceres.it - bioceres@libero.itCRICTOR il serpentebuonoL’anziana madame Bodot troveràall’interno di un misteriosopacco uno strabiliante regalodi compleanno: un cucciolodi boa. Dopo il terrore inizialeBodot adotterà il serpente.Età di lettura: 4 anniEditore: ElectaKids)Come educare ilproprio MammutAvere un cucciolo è il sognodi ogni bambino...ma cosasuccede se il cucciolo è unvero mammut? Come vi prenderetecura di lui? Scopriteloin compagnia di questo libro!.Età di lettura: dai 5 anniEditore: Editions White Star27


il TestimoneAntonio CostantinoPresidente di Proges-GesinPer i miei nipoti mi trasformoanche in SpidermanQuanti nipoti ha equanti anni hanno?Ho due nipoti: Lucache ha 4 anni e mezzo,e Giada di 3 anni.Ci racconta qualcosa di ognunodi loro? L’aspetto più peculiaredel loro carattere?Luca è uno zuccherino, un bambinobuono, ubbidiente, masoprattutto è un grandissimoappassionato di camion e automobili.Giada invece è una diavoletta,incontenibile, incontentabile,e già un po’ vezzosetta.Lei è un nonno lavoratore:come concilia il tempo del lavorocon quello della famiglia?Purtroppo, ma anche per fortuna,il mio lavoro mi impegna ancoramolto, e io mi ci dedico an-cora con grande passione, quindiè molto difficile durante la settimanache abbia tempo per starecon loro. Però il fine settimana èsacro. È per la mia famiglia. Allorasono un nonno al 100%.Cosa le piace fare insieme aisuoi nipoti? Quali luoghi frequentate?Con loro faccio tutto quello che nongli lasciano fare i genitori. Per me èquesto che devono fare i nonni: viziare,accontentare, dare un po’ direspiro a questi bambini ai quali,giustamente, i genitori e più avantila scuola chiedono tanto impegno.Giochiamo molto all’ariaaperta, nei parchi: in Cittadella, alParco Ducale, al parco Pellegrini,per fortuna la nostra città ne hadavvero tanti e belli. Quando c’èbrutto o piove andiamo da Gommaland.E in libreria: ce ne sonoalcune che hanno un bello spazioper bambini e ogni fine settimanauna visita è d’obbligo. Leggiamomolto insieme, oppure raccontoloro delle storie inventate. Pochigiorni fa in macchina ho raccontatoloro una storia che era un po’“Il signore degli anelli”, un po’“La spada nella roccia”: da Parmaa Casarola non si è sentita volareuna mosca…Prima di diventare nonno è statoun papà: come sente la differenzatra questi due ruoli? E com’ècambiato il rapporto con suo figlioda quando anche lui è diventatopapà?Quando sei papà devi dare delleregole, essere un modello positivo,aiutare la persona che hai davantia costruirsi, a trovare un progettoper la sua vita. Credo sia il mestierepiù difficile del mondo. Fare ilnonno è diverso, per certi versiè quasi l’opposto: è la fantasia, ildivertimento, lo svago, il terrenosu cui ci si incontra. Si possonoinsegnare cose molto importantianche in questo modo, ma c’èmeno conflitto, meno tensione.Mio figlio è un bravo papà. Diversoda come sono stato io, ma questocredo sia normale. Sono moltodiversi anche i tempi che viviamo.Per fortuna continuiamo a vedercimolto, a stare insieme, a parlare.Cosa sanno i suoi nipoti delsuo lavoro, come se lo immaginano?Sono troppo piccoli. Per loro iosono Gandalf il grigio, oppuresono Spiderman, come mi hadetto ieri Luca.I suoi nipoti tra 20 anni: comese li immagina?Mi piace immaginarli come sisognano loro: Luca pilota dimacchine da corsa o di camion, eGiada invece che fa la modella…Cosa si augura per il loro futuro?Fare un lavoro che gli piace.Se potesse dare loro un consiglio...Mi chiedono spesso dei consigli,magari dopo un litigio con degliamichetti. Io prendo molto sulserio i loro dubbi, le loro riflessioni,perché credo che quando ibambini ragionano sui loro sentimenti,bisogna saperli ascoltaree saper dare le risposte giuste. Inqueste occasioni io ripeto spesso aloro una cosa semplice, ma in cuicredo molto: di essere forte con iforti e debole con i deboli. È unabuona regola secondo me.28


le Associazioni“La Città dei Bimbi”è un progetto possibilegrazie allacollaborazione dioltre 40 associazioni e realtà che,sul territorio, lavorano per la salute,il benessere, l’educazione eil divertimento dei bambini.Di seguito una loro sintetica presentazione.CREATIVITàArcadiatel. 0521834261aarcadia@libero.itwww.craft-italia.comCastello dei BurattiniMuseo Giordano Ferraritel. 0521218873castellodeiburattini@comune.parma.itwww.castellodeiburattini.itLe Mani Parlanticell. 3475832012manuela.saccani@libero.itwww.lemaniparlanti.itAssociazione CulturaleBabyloniacell. 347/1796857_377/1741442associazionebabylonia@gmail.comwww.lababylonia,blogspot.itVolontari Per Ricominciaretel. 0521833561Qui Puoiinfo@quipuoi.itwww.quipuoi.itLaboratorio Famiglia inOltretorrentetel. 0521.1997832Portoscell. 347.7319956/339.8703936saraeandrea2007@libero.itassociazioneportos.wordpress.comMus-etel 0521207026info.parma@mus-e.itwww.mus-e.it/parmaOrso BluPaini Sara. cell. 3489766626Orsoblu.atelier@gmail.comwww.associazioneorsoblu.itCooperativa Eidè0521236628segreteria@coopeide.orgwww.coopeide.orgArea Mudacell. 3396105001info@parmafrontiere.itFORMAZIONECeliaci di Parmacell. 340.3344122337.37228AID Italiana DislessiaParmaSimonetta Pelliciaricell. 3334843811parma@dislessia.itIstituzione Bibliotechedel Comune di ParmaTel. 0521031013 / 031984biblioteche.comune.parma.itc.cabassi@comune.parma.itBorgoFiorecell. 3385981606info@Borgofiorewww.borgofiore.com.Eos Laboratoriodelle Articell. 3497742411eugeniagiusti@interfree.itwww.eugeniagiusti.itVitatel. 0521671627info@associazionevita.euwww.associazionevita.euLiberaMentecell. 3663535236info@liberamente.pr.itwww.liberamente.pr.itCompagnia In... stabiletel. 0521241420compagnia.instabile@email.itwww.famiglia.comune.parma.it43100 Parma - Via del Taglio 6Telefono d’emergenza:329 0586 771 - 347 7132390Sede: Tel./fax 0521 957348website: www.seirs.orgmail: seirs@libero.itwww.seirs.orgI servizi che oggi l’associazione esprime sono:• Servizio di soccorso Sanitario e Trasporto Infermi• Servizi Preventivi di soccorso per manifestazioni sportive,musicali e culturali• Servizi di trasporto pazienti critici in Italia e all’Estero• Servizio di Protezione Civile• Centro di Formazione al Soccorso• Aiuti Internazionali• Servizio Sociale• Servizio Emergenza Interventi Ricerche SoccorsoRicerchiamo un donatore, privato o azienda,per l’acquisto di una ambulanza destinataal trasporto di pazienti critici con particolareattenzione a quelli con problematiche cardiachee respiratorie.Chiunque sia interessato ad aiutarci, può contattarela nostra segreteria al 347.7132390Apnu, Associazione per ilNEO Umanesimocell. 3403709215info@apnu.netwww.apnu.it - www.inindia.itTEATROLa Bertescacell. 3282030378dellabertesca@libero.itLa Compagnia I Burattinidei Ferraritel. 0521218873 - 031631castellodeiburattini@comune.parma.itwww.castellodeiburattini.itLaboratorio CreativoZazìcell. 3471606291zazilab@zazi.itwww.zazi.it29


le AssociazioniLa Compagnia deiMenestrellicell. 3420207277info@lacompagniadeimenestrelli.itwww.lacompagniadeimenestrelli.itViviamoInPositivowww.vipclownparma.orgDANZAAssociazione Sportiva ElenaCantonicell. 3394183724Accademia, Centro MusicalePolivalentetel. 0521273601info@accedemiaparma.itwww.accademiaparma.itMuseo Uomo e Ambientetel. 3334504976museo@museouomo-ambiente.itwww.museouomo-ambiente.itMacignoVivotel. 3384406874marcellocantarelli@virgilio.itwww.macignovivo.itAmici di Ettore Guatellie del Museotel. 0521333601info@museoguatelli.itwww.museoguatelli.it;Parco Regionale dei Boschidi Carrega e Parco del Tarotel. 0521836026info.boschi-carrega@parchiemiliaoccidentale.ittel. 0521802688info.taro@parchiemiliaoccidentale.itLegaAmbientetel. 0521238478info@legambienteparma.itwww.legambienteparma.itSCIENZAEstilo Flamencotel. 347903 5510correo@marisadiazflamenco.itwww.marisadiazflamenco.itMUSICAVoci Bianche “G.Verdi”di Parmacell. 3475142414beniaminacarretta@yahoo.itGoogolcell. 393496951656tel. 0521853571albanese@arcetri.astro.itinfo@googol.itwww.googol.itWWF Parmatel. 0521287840parma@wwf.itLIPU Parmatel. 0521273043info@lipu.itwww.lipu.itPlay Dog Mileotel. 3474934082mileocoopgrappolo@yahoo.itParma Frontieretel. 0521238158info@parmafrontiere.itwww.parmafrontiere.itParma Casadella ScienzaInfo@parmascienza.itwww.parmascienza.itMusicalia Childrentel.0521961744cel.3396105001musicaliainfo@yahoo.esmusicaliachildren.weebly.comScuola di musicae accademia coraleRoberto Goitrecell. 349.3785140340.6972884info@scuolamusicagoitre.comwww.scuolamusicagoitre.comArte e Suonitel. 0521989315info@artiesuoni.comwww.artiesuoni.comIppovallitel. 0521499287coop.ippovalli@libero.itwww.ippovalli.it30

More magazines by this user
Similar magazines