Leggi - Parrocchia di Ascona

parrocchiaascona.ch
  • No tags were found...

Leggi - Parrocchia di Ascona

Parrocchia dei Santi ApostoliPietro e Paolo - AsconaMesse domenicali e festiveS. Messa prefestiva ore 16.15 Casa BelsoggiornoS. Messa prefestiva ore 17.30 S. PietroS. Messa festiva ore 08.00 S. Maria (Collegio Papio)S. Messa Comunità Croata ore 09.30 S. MariaS. Messa della Comunità ore 10.00 S. PietroS. Messa delle famiglie,giovani, ragazzi e bambini ore 11.15 S. PietroS. Messa in lingua tedesca,(da luglio ad agosto) ore 11.15 S. PietroS. Messa festiva ore 20.30 S. MariaMesse FERIALILunedì ore 07.00 S. Maria (Collegio Papio)Martedì ore 07.00 S. Mariaore 18.30 Centro S. MicheleMercoledì ore 07.00 S. Mariaore 16.15 Casa BelsoggiornoGiovedì ore 07.00 S. Mariaore 18.30 Centro S. MicheleVenerdì ore 07.00 S. MariaSabato ore 08.00 S. MariaHeilige Messen auf Deutsch in LOCARNOSamstag 18.00 Uhr Chiesa NuovaSonntag 10.00 Uhr Chiesa NuovaSonntag 11.00 Uhr Madonna del SassoRecapiti telefoniciDon Massimo Gaiavia Collegio 5tel. 091 791 21 51Natel 079 659 15 91gamma@ticino.comCentro parrocchialeS. Michelevia Muraccio 21tel. 091 791 47 37Casa di riposoBelsoggiornovia Medere 18tel. 091 786 97 97SagrestiaChiesa di S. Pietrotel. 091 791 06 76Chiesa di S. Mariae Collegio Papiotel. 091 785 11 65Possibilità di confessioniIn S. Maria sempre, specialmente prima e dopole celebrazioni eucaristiche d’orariooppure telefonando al parroco Don MassimoIn copertinaStatua lignea dellaMadonna del Sasso


Lettera del Vescovo3SOMMARIOLa lettera del VescovoPellegrinaggio mariano diocesanoI cristiani e il webUn tavolino… magico!Il cristiano e la riconciliazione (III)Calendario d’autunnoSotto il campanile di S. PietroLa pagina dei giovaniMemorie nostre


Un pellegrinaggiomariano diocesano60 anni dopo la “Grande Visita”4Un evento che segnòil cuore della nostra genteRicorre quest’anno il 60.mo anniversariodella “Grande Visita dellaMadonna Pellegrina”, svoltasi dal 3marzo al 3 luglio 1949 e durante laquale la Chiesa luganese visse unaesperienza di particolare intensitàattraverso il “passaggio dell’effigiedella Madonna del Sasso” nelle diverseparrocchie del Ticino, con unforte coinvolgimento del nostropopolo. Quell’evento segnò il cuoredella nostra gente. Il VescovoAngelo Jelmini annunciava questavisita alla diocesi con una lettera aisuoi diocesani pubblicata sul MonitoreEcclesiastico del luglio 1948:“Coll’aprirsi della primavera avremo lanostra Peregrinatio Mariae. L’effigie dellaVergine benedetta passerà anche attraversole nostre città e i villaggi delle nostrecampagne e delle nostre valli e sarà iltrionfo della Madonna nella nostra terraticinese”. E subito l’annuncio diventavainvito per un cammino di veraconversione e per una ripresa sinceradella vita cristiana in preparazioneanche all’Anno Santo giubilaredel 1950. La visita della Madonna siinseriva quindi in un progetto pastorale,come precisava ancora ilVescovo Jelmini nella lettera ai suoidiocesani datata 1° dicembre 1948:“La Madonna si prepara a farvi visita:preparatevi a riceverla e mettete in leitutta la vostra fiducia. Verrà col suo maternosorriso, spanderà le sue grazie conmano non mai stanca, lascerà dietro di sétesori di consolazione e un’immensa speranza,benedirà i propositi che farete perpreparare un migliore avvenire con unavita cristiana”.Si è trattato di un evento eccezionaleche si inseriva anche in unoscenario altrettanto particolare, comequello dell’immediato dopoguerra,in cui si ritrovava un climadi speranza e di fiducia.


L’effigie della Madonna delSasso in Piazza Grandea LocarnoPer sottolineare il significativo anniversariodel 60.mo ho promossoun pellegrinaggio diocesano a Locarno,che avrà luogo la domenica 6settembre e il cui momento centralesarà la Celebrazione Eucaristicadelle ore 15.00, che presiederò inPiazza Grande, dove sarà portatal’effigie della Madonna del Sasso.Oltre alla citata “Visita della MadonnaPellegrina”, svoltasi nel 1949,posso ricordare altri intensi momentivissuti dall’intero Ticino cattolicoriunito in preghiera con ilsuo Vescovo accanto alla venerataeffigie della Madonna del Sasso:• 3 luglio 1949: solenne conclusionedella Grande Visita della MadonnaPellegrina al Bosco Isolinocon la presenza del VescovoAngelo Jelmini;• 1980: settimane di “presenza”dell’effigie nei sei vicariati delladiocesi, voluta dal Vescovo ErnestoTogni, in occasione delquinto centenario della Madonnadel Sasso;• 13 settembre 1987: apertura dell’annomariano in Piazza Grandecon la presenza del Vescovo EugenioCorecco;• 11 settembre 2005: celebrazioneda me presieduta per gli anzianidel Locarnese nella chiesa diSant’Antonio a Locarno.Questo pellegrinaggio, che porteràa Locarno molti fedeli del Ticino,oltre a sottolineare il 60.mo dell’eventodel 1949, coincide purecon la chiusura del Santuario e conl’inizio dei globali interventi di restauroche interesseranno questachiesa tanto cara al nostro popolo.Colgo l’occasione per ringraziare lenostre Autorità cantonali per l’attenzioneriservata a questo luogosacro del Ticino, di proprietà delloStato e tanto caro alla nostra gente,esprimendo fiducia e speranza neiconfronti di questi interventi.Sono grato all’autorità comunale diLocarno per avere messo a disposizionequesto suo “spazio” di particolarefascino e richiamo. Infatti,5


6oltre alla suggestività dell’ambiente,questo luogo ha assunto lungo glianni un profondo significato culturalee sociale, facendosi conoscereed apprezzare al di là degli stessiconfini cantonali e nazionali. Sonopure grato al Municipio di Locarnoe ai suoi servizi amministrativi etecnici per la collaborazione chestanno assicurando per una positivariuscita di questo incontro.Preparazione spiritualePerché questo pellegrinaggio non siriduca al festoso incontro di un pomeriggiodomenicale, che speriamofavorito anche dal sole, ho predispostoun cammino di preparazionespirituale, che segni anche una positivaripresa in vista del nuovo annopastorale che verrà dedicato inparticolare ad una riflessione sullaparrocchia, che sarà il tema dellamia prossima lettera pastorale. Peruna seria preparazione spirituale alpellegrinaggio ho predisposto che:• in tutte le parrocchie venga dedicataal pellegrinaggio la domenica30 agosto;• il martedì 1° settembre abbialuogo nelle singole parrocchie onelle zone pastorali una serata dipreghiera mariana. Lo schemaper questo incontro verrà preparatodall’Ufficio liturgico;• venga stampata un’immaginedella Madonna del Sasso con unapreghiera.+ Pier Giacomo Grampa


8ché spesso ci vergogniamo a esporcicome credenti. Internet è quelmondo che permette ormai a tantidi trovare lo stimolo per raccontarsi,con più libertà, ad “amici” oa persone che non si conoscono. Seanche il nuovo sito GdP ci aiuterà,ben venga! Teniamolo d’occhio,con simpatia.Informazione cattolica onlineAnche il Giornale del Popolo si tuffanella rete e lo fa sulla crestadell’onda della nuova informazionesempre più immersa nel mondo delweb. Il sito www.gdp.ch assumeràuna veste più dinamica, con unanuova grafica e con notizie visibiliin tempo reale, ma soprattutto punteràsu approfondimenti, commentie una serie di blog gestiti dalla redazionee da noti personaggi ticinesi:se, infatti, nel vasto oceanodell’informazione di internet è possibilearrivare in tempi brevi ovunquee da chiunque, resta ancora difficiletrovare spazi diapprofond i mento,giudizi autorevoli ecommenti che vadanoa fondo dei fatti e dellarealtà con gli occhidi chi parte dall’esperienzacristiana.Si entrerà così pienamentein una nuovafase del giornalismoonline: il sito non avràsolo contenuti fissi enon sarà nemmeno lasemplice selezione delprodotto in carta stampata, offriràinvece più informazione e in tempipiù rapidi, grazie a un rinnovatoimpegno redazionale.ContenutiTramite il “sistema feed”, che metteremoa disposizione dei lettori, infuturo si potrà essere aggiornati rapidamentesui nuovi contenuti delsito. La redazione sarà progressivamentecoinvolta nell’attivazione dialcuni blog specifici: attualità,sport, rubriche, gastronomia, religione,cultura. Anche in internet cisarà lo spazio “Catholica” per l’informazionereligiosa, con progressivoinserimento di video e testisulle attività del Papa, della Chiesanel mondo e altro ancora. Prossimamenteverranno inseriti altrilink e servizi per la Chiesa in Ticino,tra cui segnaliamo la possibilitàper le parrocchie di mettere onlinei loro principali annunci, appuntamenti,celebrazioni o manifestazio-


Aiuto alimentare:un Tavolino… magico!10Da dieci anni al servizio delle famiglieindigenti: al “Tavolino magico” mangiano9mila persone. Alimenti non piùvendibili, perché accusano difetti di imballaggioo perché vicini alla data di scadenza.Al prezzo di un franco “Il Tavolinomagico” serve alimenti in 64centri in tutta la Svizzera, che prestopotranno sfiorare l’ottantina. Lo scorsoanno sono state smerciate 1,2 tonnellatedi cibo per oltre sei milioni di pasti.In Svizzera 9mila persone contanosull’aiuto alimentare dell’associazione“Il Tavolino magico”, che ha celebratoa Olten (SO) il decimo compleanno.Famiglie numerose omonoparentali, individui con redditimodesti e persone a margine dellasocietà ricevono, dietro pagamentosimbolico di un franco, cibo di qualitàineccepibile, ma non più vendibileperché vicino alla data di scadenzao per difetti all’imballaggio.L’organizzazione senza scopo di lucro,che ha sede a Winterthur(ZH), ha aperto il suo primo puntodi distribuzione nel 1999 a Oerlikon(ZH) con il nome “Tischleindeck dich” (letteralmente: “Piccolatavola, apparecchiati”). Oggi neconta 64 in tutta la Svizzera, di cuiuno nei Grigioni (a Coira) e quattroin Ticino (a Bellinzona, Lugano,Locarno e Mendrisio). NelCantone, con SOS Ticino, “Mensesvizzere” e con il sostegno finanziariodella Fondazione Ernst Göhner,“il Tavolino magico” fa partedel progetto “Con-dividere”. “TavolinoMagico” si occupa di raccoglieregli alimenti e di distribuirlialle famiglie bisognose, mentre“Mense svizzere” rifornisce i varicentri messi a disposizione ad esempiodal Convento dei Frati Cappuccinidi Lugano o da Antenna Icaroa Bellinzona.


Quest’anno in Svizzera “Il Tavolinomagico” conterà con ogni probabilitàuna decina di punti di distribuzionein più, che restanoaperti una volta la settimana. Complessivamentelo scorso anno sonostate smerciate 1,2 tonnellate di cibo,che, stando al “Tavolino magico”,rappresentano 6,35 milioni dipasti. Dieci anni fa si erano distribuiti18mila chilogrammi. Il ciboviene centralizzato in un deposito aWinterthur e poi distribuito in tuttoil Paese, indica il sito www.tischlein.ch,secondo il quale ognianno nella Confederazione sonoeliminate 250mila tonnellate di alimentiin perfetto stato e 850milapersone vivono attorno o sotto ilminimo esistenziale.Dieci anni fa nel settore alimentarefabbricanti e commercianti eranosoliti gettare il cibo invenduto semplicementeper una questione di comoditàe di costi, ha detto in un discorsoBeat Curti, presidente di“Tischlein deck dich”. Attualmentel’organizzazione riceve prodottida oltre 400 donatori, tra cui grandie piccoli distributori e fabbricanti.All’inizio è stato difficile costituireun assortimento equilibrato esano. “Ricevavamo migliaia di coniglidi cioccolata dopo Pasqua emetri cubi di gelato alla vaniglia allafine dell’estate”, ha ricordatoCurti. “Il Tavolino magico” puòcontare sull’aiuto di un migliaio divolontari. Nove persone di un programmaoccupazionale e due uominiassoggettati al servizio civileforniscono inoltre le loro prestazionia prezzo modesto. “Tischleindeck dich” è finanziariamente sostenutoda vari sponsor.Per godere dell’aiuto dell’associazioneè necessario disporre di unacarta che attesti le proprie condizionisocioeconomiche, rilasciatadai centri sociali dopo analisi dellesituazioni individuali. Fino al 2004la distribuzione del cibo avvenivagratuitamente; da allora viene richiestoun contributo di un franco.Dal: “Giornale del Popolo” dell’8 giugno2009Le tessere per il “Tavolino Magico”sono disponibili presso Don Massimo11


16Lunedì 2Venerdì 6Domenica 8Domenica 15Domenica 22Domenica 29Commemorazione di tutti i fedeli defuntiOre 06.00: Eucaristia in S. Pietro, seguita dallaprocessione al cimiteroOre 08.00: Eucaristia in S. MariaOre 10.00: Eucaristia al Cimitero di Ascona (conqualsiasi tempo)Ore 16.15: Eucaristia alla casa di riposo BelsoggiornoPrimo venerdì del meseore 17.30: Adorazione e Rosario al Centro S. Micheleore 18.30: Eucaristia al Centro S. MicheleDomenica XXXII del Tempo OrdinarioDomenica XXXIII del Tempo ordinarioDomenica XXXIV ordinaria:solennità di Cristo Re e fine dell’anno liturgicoDomenica I di Avvento:inizia il nuovo anno liturgico (Anno C)DicembreVenerdì 4Domenica 6Lunedì 7Martedì 8Primo venerdì del meseore 17.30: Adorazione e Rosario al Centro S. Micheleore 18.30: Eucaristia al Centro S. MicheleDomenica II di AvventoEucaristia prefestiva (Immacolata Concezione) alla CasaBelsoggiorno ore 16.15Solennità dell’Immacolata ConcezioneOrario festivo


Sotto il campanile di S. PietroAscona festeggia don MassimoLo scorso 11 giugno, festività del Corpus Domini, la comunità parrocchiale si èraccolta attorno a don Massimo per festeggiare i suoi 10 anni di sacerdozio checoincidono anche con i 5 anni di presenza in Borgo. Il bel tempo e la folla dellegrandi occasioni hanno fatto da cornice alla processione sul lungolago e ai festeggiamentipienamente riusciti. Durante la parte ufficiale i rappresentanti delMunicipio Luca Pissoglio e MaurizioChecchi, il presidente delConsiglio parrocchiale ClaudioCrivelli e del Patriziato RacheleAllidi Tresoldi hanno consegnatoal festeggiato – a nome di tutta lacomunità – una pregevole operad’arte come ringraziamento eomaggio. In questo contesto purele Filarmoniche di Ascona e diMonte Carasso-Sementina, pressola quale don Massimo ricopre ilruolo di direttore, hanno contribuitocon un simpatico omaggio. A loro si sono aggiunti il Coro parrocchiale ei bambini della Prima Comunione, accompagnati dalle loro catechiste. La giornatasi è conclusa con un aperitivo offerto a tutta la popolazione nel chiostro delCollegio Papio, allietato dalle note dell’Unione Filarmoniche Asconesi.In occasione della celebrazione sono stati rivolti a don Massimo i seguenti saluti.17On. Autorità civili e religiose,cari parrocchiani,carissimo don Massimo,la comunità parrocchiale asconese è oggi qui riunita per festeggiare il 10°anniversario di ordinazione del nostro Arciprete e dei suoi primi 5 anni inmezzo a noi. Sin dall’inizio, caro don Massimo, hai caratterizzato la tua missionecon impegno e sensibilità, rivolgendoti a tutte le fasce di età, privilegiandoi giovani e l’oratorio, interpretando la citazione evangelica del pescatoredi uomini.Questo tuo importante traguardo non poteva passare inosservato, motivo per


il quale, unitamente al Municipio ed al Patriziato del Borgo, abbiamo pensatodi dimostrare il nostro riconoscimento al tuo grande lavoro e impegnocon un pensiero che ti sarà consegnato tra poco.A nome di tutti, “grazie”! Ti auguriamo grande soddisfazione nel prosieguodella tua missione sacerdotale nella nostra Comunità.Claudio Crivelli, presidente del Consiglio parrocchiale18On. Autorità civili e religiose,care concittadine e cari concittadini,carissimo don Massimo,a nome del Municipio ho il piacere di porgerti il saluto dell’autorità Comunalein occasione dei tuoi primi 10 anni di ordinazione sacerdotale, dei quali5 di missione nella Comunità del Borgo di Ascona.Soprattutto però ti faccio i miei complimenti per come sei entrato nel cuore ditutti e soprattutto dei nostri ragazzi e delle nostre famiglie. I nostri ragazzi,infatti, ti chiamano don Max (almeno tra di loro) e questo significa molto. Significarispetto nell’amicizia ed essere riuscito, grazie al tuo impegno sianell’insegnamento presso le nostre scuole sia nei vari ambiti giovanili, ad allacciarequesto rapporto con i nostri giovani non è cosa da poco: complimenti!La citazione evangelica odierna “vi farò pescatori di uomini” ben si addicequindi allo stile di missione che sin dall’inizio ha caratterizzato la tua attivitàin Borgo, borgo di pescatori fino a qualche anno fa.Per questa ricorrenza il Municipio unitamente agli altri enti pubblici asconesiha il piacere di porgerti un omaggio ringraziandoti per il tuo servizio eaugurandoti ogni migliore auspicio per il tuo futuro sacerdotale.Luca Pissoglio, Vicesindaco


Caro Don Massimo,caro Compatrizio,porto con gioia e con un certo orgoglio il saluto del Patriziato di Ascona aquesta giornata di festa per il 10° anniversario dalla tua ordinazione.Ad Ascona si sono avvicendati diversi Parroci e Arcipreti patrizi. E’ quasi unpo’ una tradizione. Tu, caro Don Massimo, sei sempre stato molto attento evicino al Patriziato e di questo te ne siamo particolarmente grati. La vicinanzae la buona intesa tra i diversi Enti del Borgo va a tutto vantaggio della nostraComunità.Ma non solo per questo ti siamo grati. Ti siamo grati anche e soprattutto peril concreto servizio che, da un lustro, presti alla nostra Comunità con modestia,discrezione e grande vicinanza alla gente ed in particolare ai nostri giovani.Da subito hai saputo inserirti nella nostra variegata realtà, per certiaspetti non sempre facile…Grazie Don Massimo per tutto quello che fai! Ci auguriamo di poter contareancora per molti lustri sulla tua presenza tanto preziosa per la nostra Ascona!Rachele Allidi Tresoldi, Presidente del Patriziato19


Gospel ad AsconaGrande successo hanno riscosso anche quest’anno le due Messe Gospel organizzatedal Jazz Festival di Ascona: due gli appuntamenti con padre JeromeLeDoux nella chiesa del Collegio Papio (domenica e lunedì 28 e 29 giugno).Grande successo ha riscosso pure la celebrazione eucaristica all’aperto delladomenica 28 luglio, sul sagrato della chiesa parrocchiale: la parte musicale èstata sostenuta dal Coro InControCanto di Milano, che ha allietato la celebrazionecon appositi canti liturigici in stile gospel, ed ha poi intrattenutol’assemblea dopo la messa con un entusiasmante concerto. Molti apprezzamentipositivi, anche da parte dei turisti, grande il successo: gli artisti sonogià scritturati per il prossimo anno!20Incarichi in seno al Consiglio ParrocchialeDopo l’Assemblea ordinaria elettiva dello scorso aprile 2009, il rinnovatoConsiglio parrocchiale ha provveduto a ripartire gli incarichi tra i membrieletti per il quadriennio 2009-2013.Composizione:PresidenteVice-presidenteSegretarioMembriMembro di dirittoResponsabili chiese:Parrocchia dei SS Pietro e PaoloMadonna della FontanaSan MicheleBeata Vergine della RugaOratorio di S. SebastianoCrivelli ClaudioPoncini Alfredo (rappr. Municipio)Duca AdrianoBiasca-Caroni AndreaChecchi MaurizioZucconi Poncini MichelaGaia don MassimoBiasca-Caroni AndreaChecchi MaurizioChecchi MaurizioZucconi Poncini MichelaPoncini Alfredo


Responsabili stabili e terreni:Casa Caneparia *Casa Zenettini *Casa arcipretaleCasa Caneparia del S. Sacramento *Case Chiosso A/B/C *Casa Piazza S. Pietro elibreria della Rondine *Ostello Madonna della FontanaGrotto Madonna della FontanaFattoria Nuovo VoramePrà di Vizi, zona artigianale e terreniSorveglianza terreniDuca AdrianoDuca AdrianoChecchi MaurizioChecchi MaurizioChecchi MaurizioBiasca-Caroni AndreaBiasca-Caroni AndreaBiasca-Caroni AndreaChecchi MaurizioChecchi MaurizioDuca Adriano* amministrazione AssofideDiversi:Archivio parrocchialeIncasso affitti e interessiContatti AssofideOrangeOfferte e candeleSagrestanoLegatiBollettino ParrocchialeCoroConsulenze artistichePoncini AlfredoDuca AdrianoCrivelli ClaudioChecchi MaurizioZucconi Poncini MichelaGaia don MassimoGaia don MassimoGaia don MassimoGaia don MassimoZucconi Poncini Michela21


CampoScuola e Colonia 2009a Rodi–Fiesso22Più di quaranta adolescenti, per lamaggior parte di Ascona ma alcunipure di Locarno e dintorni, si sonoritrovati a Rodi–Fiesso presso la Coloniaclimatica della parrocchia diAscona per il loro annuale Camposcuoladi due settimane (dal 20 giugnoal 3 luglio).Le attività sono state molto variate,interessanti e divertenti: era pureprevista una megauscita all’Europa-Park. La conduzione organizzativa edi animazione è come sempre stataaffidata a Gabriella Argentino ed alleSuore Ravasco (grazie sr. Ginetta,sr. Sonia e consorelle!), l’assistenza adon Massimo. L’animazione è statacoadiuvata anche da alcuni giovanianimatori (grazie Alessio, Laura,Maria Teresa, Reggy!) ed aiuto–animatori (grazie Mattia e Elisa,nonché Etienne, Rachele e Veronica!),prevalentemente residenti adAscona. Dal 5 luglio sono arrivati aRodi per trascorrere la loro vacanzafino al 26 luglio altri numerosi ragazzidelle scuole elementari edell’infanzia, per una media di presenzedi 45 bambini a settimana:punta massima nella settimana centralecon 52 presenze! Erano per lamaggior parte parrocchiani di Ascona.Sono settimane molto belle edintense, per certi versi indimenticabili!Appena arrivi a casa ne senti giàla nostalgia. Ci si consola, aspettandocon ansia gli appuntamentidell’anno successivo.Le date per il 2009: CampoScuola:dal 20 giugno al3 luglio 2010; Colonia: dal4 al 24 luglio 2010.Abbiamo già fissato anchei temi che ci accompagnerannodurante i vari campi:per il CampoScuola ciaccompagnerà la saga de“Il Signore degli anelli” diJ.R.R. Tolkien; per la Coloniail romanzo di RobertStevenson “L’isola del tesoro”.


24Prima Comunione 2009Lo scorso 3 maggio abbiamo celebratoin parrocchia la Festa dellaPrima Comunione. I 28 ragazzi eragazze sono stati preparati per mezzodella preziosa collaborazione dellesignore Silvia Bianchetti, EmanuelaBianda, nonché di sr. Sonia edi don Massimo.Grande festa per l’accoglienza diGesù Eucaristia!I ragazzi che hanno ricevuto Gesù–Eucaristia per la prima volta sono:Belijan JuricaBianco AnthonyBianda SarahBiasca-Caroni FilippoCaers SamueleCandiotti MarikaCorreia Melo MicaelDe Giorgio LuanaDe Marchi NicolòDi Gregorio FedericoFerrari PieroFilippini LisaFontanini IgorForni TimothyGiannini LiamGrgic DenisInauen MorenoMazza EliaMiletti GiannaMorganti KellyNanzer JoyPinotti JordiPisaturo EmiliaPrinz AnnaSegale JasonSenes LetiziaViel PatricWehrli Dario


Cresima 2009In corrispondenza con la vigilia diPentecoste (30 maggio) è stata conferitala Cresima a 44 ragazzi e ragazze.La celebrazione è stata presiedutada mons. Vescovo Pier GiacomoGrampa presso la Chiesa del CollegioPapio. Momento molto solenne epartecipato per accogliere in pienezzai doni dello Spirito Santo.I ragazzi che hanno ricevuto la Cresimasono:Beretta DiegoBianda LuciaBianda MicheleBiasca-Caroni LorenzoBressani-Pedroli RobinChiesa LorisCilenti IngridConti Rossini SergioCrivelli JessicaDe Francesco SaraDe Oliveira Vicente JennyDomenighetti FlaviaDuran ClémentineFerroni CatarinaFerroni GregorioGiovanardi GiulianoHofstetter KerstinHüttenmoser LucaIelpo GianlucaJenny BryanJotti NadiaLima Peixoto Sara GabrielaMartinoni AlisonMazzilli AndreaMolinari AlessandraMontaldi FrancescoMüller MarcoNucifora FaustoOstinelli AmbraPedrazzi PriscaPezzani FrancescaPinana MircoPydar MatthewRoux NicolasStoffel GioeleTajana SabinaVarini RobertoVenzi Andrea SofiaVilla-Mancini AnthonyVilla-Mancini JolandaVuillod StéphanieWezel AliceWidmer JairiWolf Martin Jakob25


Cinema al “Gatto” – autunno 2009Ciclo di cinemaMini-cinema per Maxi-filmQuattro domeniche pomeriggio alla Sala del GattoUna vita a tutto gas!13 settembreUN MAGGIOLINO TUTTO MATTO (1969)La forza della famiglia11 ottobreGLI INCREDIBILI (2004)La collaborazione15 novembreIL SAPORE DELLA VITTORIA (2001)Una favola per Natale13 dicembrePOLAR EXPRESS (2004)26Ciclo di cinemaUna visione spirituale della vitaQuattro serate alla Sala del GattoVedere l’invisibile24 settembreDRAGONFLY –IL SEGNO DELLA LIBELLULA (2002)La fede: un salto nel nulla?22 ottobreCONTACT (1997)Impossibile vs Incredibile19 novembreCUORI IN ATLANTIDE (2002)La persona e l’individuo3 dicembrePATCH ADAMS (1998)


Memorie nostreTeresa Rusconi – ved. Bocchi(4 aprile 1927 – 24 aprile 2009)Ottavio Vittori(29 luglio 1932 – 5 giugno 2009)27Di fronte alle grandi catastrofi ditutti i tipi, di fronte alle tragedieche attanagliano la storia umana si ètentati di chiedersi dove sia Dio.Dorme? È indifferente? È impotente?Personalmente più la drammaticitào la tragicità dell’evento è grande,più – nella fede – mi riesce facilecredere che questo Dio non dorme,non è indifferente, non è impotente.Anzi: Egli è più forte, più potente,più sveglio e presente che mai.Egli è, si suol dire, Onnipotente,ossia più forte e più grande di qualsiasiforza maligna in campo; egli,nella sua onnipotenza, può condurreogni cosa a buon fine. È anchepiù forte della morte fisica, che, perlui, è solo una soglia che noi dobbiamovarcare per giungere nel suoregno, nel regno di Dio, nella Vitavera, nella Vita eterna. Se, allora,per i beati ed i santi siamo certi cheil giorno della loro morte è il giornodella loro nascita al cielo, per tutti inostri cari che si spengono in Cristopossiamo ragionevolmente sperareche, nella sua onnipotente e infinitamisericordia, Dio li farà nascere allavita eterna.Don Massimo


28Gianmichele Beltrami(5 luglio 1934 – 18 giugno 2009)Caro Gianmichele, so che non volevidiscorsi, rievocazioni o panegirici.Voglio solo dirti grazie per quelloche sei stato, per quello che cilasci: la tua delicatezza, la tua gioiadi vivere, la profondità del tuo amoreper la tua sposa, per i tuoi figli,per tutti i membri della tua famiglia.Grazie per la tua finezza e spiritodi tolleranza, che non fu maiindifferenza o disattenzione, per lacompetenza nella tua professione,per i tesori di pazienza e di gentilezzache ci hai saputo donare.Ci lasci esempi mirabili del tuo spiritodi servizio, del tuo attaccamentoal paese, alla sua tradizione ecultura cristiana, alle tue originivallerane, con l’adesione genuina eschietta alle sue tradizioni più vere.Grazie per la tua sensibilità al bello,all’arte, alla natura, alla storia, alleletture che divenivano occasione diconfronti vivaci e tenaci.Con la tua amicizia discreta, misurataquanto intensa, ci hai insegnatoche alla fine ciò che conta in una vitaè amare ed essere amati. La partepiù importante di noi stessi è custoditanel cuore. E tutte le volte chenoi diamo amore e viviamo il servizioverso gli altri, ci diceva il vangelodi Matteo, noi incontriamo Dio.Ogni persona che ama è segno dellapresenza di Dio accanto a noi. Gesùci ha fatto una promessa: l’amorenon può finire, l’amore non muore.L’amore presso Dio ritrova il suovolto e la vita.“Sebbene siamo trasformati in polvere,proviamo in te, Signore, lasperanza di ritornare a vivere”.Mons. VescovoPier Giacomo GrampaAnna Pedrini(7 luglio 1923 – 19 luglio 2009)Tra i tanti sentimenti possibili inquesta circostanza, vorrei prima ditutto evidenziare la gratitudine.Gesù stesso ringrazia in continuazione:molte volte i Vangeli registranoquesto atteggiamento di lode,ringraziamento, gratitudine


nei confronti del Padre. Ebbeneoggi la nostra gratitudine va al Signoreper il dono di Anna, dellasua persona e della sua vita. Unavita segnata dal limite, ma tutt’altroche limitata: anzi, semmai,proprio al contrario, aperta su spaziumani e spirituali che noi, uominie donne ancorati ad un tempocomplesso e complicato, nonsappiamo più esplorare e men chemeno vivere.Un altro sentimento è l’ammirazione.Ammirazione per la semplicitàdi Anna, così vicina alla semplicitàevangelica, tanto decantatada Gesù. Una semplicità che avvicinaa Dio ed al suo mondo; unasemplicità che quanto più è radicatanello stile personale, tanto maggiormenteesprime intimità, fiduciae confidenza nella grazia delSignore.I semplici a noi, uomini e donneattaccati ad un tempo complesso ecomplicato, possono suscitare sentimentidi attrazione o di repulsione,ma sempre ne rimaniamo affascinati:cogliamo, infatti, molto inprofondità nel nostro essere, chequi vi è una possibilità che però,poi, con tutta la nostra intelligenzae con tutto il nostro bisogno dicomplicare le cose semplici non ciè dato né di esplorare e men chemeno di vivere.Un terzo sentimento vorrei evidenziare:quello dell’accogliere edel sentirsi accolti. Un sentimentoche appartiene al profondo dell’essereumano e che è l’inizio diqualsiasi relazione umana. “La miaporta è sempre aperta”, amava ripetermiAnna, limpidamente, serenamente,con entusiasmo e conun sorriso disarmante.E dicendo così non intendeva solola porta della sua camera, bensì,soprattutto, quella del suo cuore.Un tratto, questo dell’accoglienza,che andrebbe riscoperto per unmondo più giusto, più umano: lacapacità di accogliere e di essereaccolti, al didi tutti quei calcolie quelle speculazioni che, purtroppo,a noi, uomini e donne a voltetroppo dominati da un tempocomplesso e complicato, condizionano,rovinano e che di certo nonci semplificano l’entrare semplicementein relazione con il nostroprossimo.Cara Anna, grazie per il tuo esempio,segnato di umiltà, di semplicità,di accoglienza e disponibilità.Ne serberemo grato ricordo, cercando,magari, di integrare questituoi tratti anche nel nostro stilepersonale.Dal tuo posto privilegiato in cielo,così vicina al Signore, non smetteremai con la tua semplice preghieradi intercedere a nostro favore.Noi pregheremo per te.Don Massimo29


30Salvatore Ferraro(ottobre 1942 – 18 luglio 2009)Quando una persona cara o a noivicina ci lascia si vivono spessosentimenti così contrastanti nelnostro cuore da sentirli come contraddittoried inconciliabili.Da una parte ci rattrista il sentirciin qualche modo soli, forse addiritturaun po’ abbandonati, in occasionedella scomparsa di colui ocolei che è stato nostro parente,amico, conoscente: molte sono lememorie che si accumulano in noie che ci ricordano i molti gesti diamore che abbiamo potuto ricevereoppure dare a questa persona anoi cara. Il legame che si viene acreare è a volte così profondo, cheun distacco sembra in qualche modocollegato con una ferita dentrodi noi: qualcosa si spezza, si creaun divario, un abisso incolmabileche la morte sembra sancire conun’ineluttabilità che ci sgomenta.Dall’altra parte, però, di fronte aquesta dipartita, o meglio, di frontea questo “passaggio” da una vitaad una vita “diversa”, non può chesorgere nel nostro cuore anchequalche seme di “gioia”; una gioiache almeno in apparenza può sembrareparadossale. Eppure è proprioqui che si situa in profondità ilmessaggio cristiano, soprattuttonell’annuncio di Pasqua: l’esperienzavissuta da Gesù, nel suomorire e risorgere, è destinata a divenireanche la nostra esperienza.Nella fede diviene possibile partecipareall’esperienza unica del Cristoche passa indenne attraverso lamorte, per giungere ad una vita –quella eterna, quella di Dio stesso:una vita che più non muore, chepiù non patisce e dove è solo gioia,amore, pace per sempre.Don MassimoLuciana Pedrazzi(27 febbraio 1923 – 17 luglio 2009)


Visitate il sito ufficiale della parrocchiawww.parrocchiaascona.chPro opere parrocchialiPer le vostre offerte(Bollettino; Chiesa Madonna della Fontana; Opere parrocchiali)6612 Ascona CCP 65-1378-8Per la Conferenza di S. Vincenzo (Corner Banca S.A.)6901 Lugano CCP 69-5872-0Conto no.: 211654-01 (8490)Conferenza S. Vincenzo del Beato Pietro Berno6612 AsconaPer la Missione Uganda (Corner Banca S.A.)6901 Lugano CCP 69-5872-0Conto no.: 230001-20 (8490)Michiel Demets Missione Uganda6612 AsconaBollettini di versamento in Chiesa parrocchiale!


G.A.B. 6612 ASCONASono disponibili i bigliettiper Sante Messe a favoredei defunti in parrocchia pressodon Massimo.Tipografia Bassi Locarno

More magazines by this user
Similar magazines