Credito documentario import - Gruppo Banca Carige

gruppocarige.it
  • No tags were found...

Credito documentario import - Gruppo Banca Carige

FOGLIO INFORMATIVO A DISPOSIZIONE DELLA CLIENTELAAI SENSI DEL D.LGS. N. 385/1993 SULLA TRASPARENZA IP6DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI 1/2Condizioni valide al 3/02/2014INFORMAZIONI SULLA BANCABanca Carige Italia S.p.A. società per azioni con socio unicoVia Cassa di Risparmio, 15 - 16123 GenovaTel. centralino 01054731 - Fax 0105473030Internet: www.carigeitalia.it - email: info@carigeitalia.it - Cod. SWIFT: CARIITGGIscritta all’Albo delle Banche tenuto da Banca d’Italia con il numero 3431.4 – Soggetta all’attività di direzione e coordinamento dellaBanca Carige S.p.A. e appartenente al Gruppo Banca Carige iscritto all’Albo dei Gruppi Bancari cod. 6175.4 – Codice ABI 03431 -Iscrizione Registro delle Imprese e Codice Fiscale n. 02123210995 - Aderente al Fondo Interbancario di tutela dei Depositi e alFondo Nazionale di GaranziaInformazioni ai clienti: numero verde 800 357 357 (dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 21.00 - sabato dalle 8.00 alle 14.00) - email:helpdesk@carigeitalia.itServizio Telefonico solo per i clienti che vi hanno aderito: numero verde 800 357 357 (dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 21.00 -sabato dalle 8.00 alle 14.00) dall'estero e dai cellulari: +39 010 57 57 730 Risponditore automatico tutti i giorni 24 ore su 24Help Desk Servizi Internet solo per i clienti che vi hanno aderito: numero verde 800 678 678 (dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle21.00 - sabato dalle 8.00 alle 14.00) dall'estero e dai cellulari: +39 010 57 57 731CREDITO DOCUMENTARIO IMPORTCARATTERISTICHEIl Credito Documentario Import è l’impegno formale, normalmente irrevocabile, che la banca, agendo su istruzioni delcliente/importatore, assume nei confronti dell’esportatore/venditore ai fini del pagamento della fornitura (descritta nelcredito documentario), a condizione che le vengano presentati i documenti elencati e riscontrati conformi ai termini edalle condizioni previste nel credito documentario.I crediti documentari sono assoggettati alle cosiddette Norme ed Usi Uniformi della Camera di Commercio Internazionaledi Parigi, ed hanno alcuni fondamentali requisiti per cui l’impegno della banca emittente é: riconducibile esclusivamente a quanto riportato nel testo del credito; separato dal rapporto commerciale sottostante;ha vita propria totalmente estranea dalle condizioni che regolano le relazioni delle parti coinvolte;ha per oggetto esclusivamente i documenti richiesti e presentati all’esame della banca emittente e non le mercivendute(cioé la conformità dei documenti alle prescrizioni del credito obbliga la banca emittente indipendentementeda qualsiasi possibile contestazione sulle merci/servizi acquistate).L’impegno della banca può riguardare il pagamento(a vista o a scadenza prefissata), l’accettazione di tratte o lanegoziazione di tratte/documentiIl credito può essere confermato o non confermato, a seconda dell’impegno assunto dalla banca avvisante, su richiestadella banca emittente.RISCHIPoiché il credito documentario riguarda esclusivamente la conformità a quanto prescritto dei soli documenti, e non anchedelle merci vendute, esiste il rischio che, a fronte di documenti ‘conformi’ che obbligano perciò la banca emittente adonorare il suo impegno, ed il cliente/importatore a rimborsare la banca, la merce risulti diversa e comunque nonconforme alle pattuizioni commerciali; in tal caso nulla può la banca, e le difformità riscontrate sulla merce potranno soloessere oggetto di eventuale contenzioso tra venditore e compratore (extracredito e direttamente).CONDIZIONI ECONOMICHE emissione: commissione 0,70% per trimestre o frazione con un minimo di euro 100 spese euro 20 oltre ad eventualispese vive sostenute dalla Banca; utilizzo a vista: commissione 0,80% con un minimo di euro 100, spese euro 10; pagamento differito (trimestre o frazione): commissione 1,50% con un minimo di euro 100, spese euro 10; mancato utilizzo: commissione 0,12% con minimo di euro 100, spese euro 10; modifica: diritto fisso euro 100, spese euro 10, salvo maggiori commissioni nella misura dello 0,21% per trimestre ofrazione se la modifica è relativa all’importo o alla scadenza; crediti trasferiti: 0,3% flat con minimo di euro 100, spese euro 20 spese redazione bozza: euro 35,00 (applicate dal 10/12/2012)


FOGLIO INFORMATIVO A DISPOSIZIONE DELLA CLIENTELAAI SENSI DEL D.LGS. N. 385/1993 SULLA TRASPARENZA IP6DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI 2/2Condizioni valide al 3/02/2014Il cliente può consultare lo specifico Tasso Effettivo Globale medio (TEGM) previsto dall’art. 2 della Legge n. 108/1996(c.d. “Legge Antiusura”) sul cartello affisso nei locali delle dipendenze e sul sito internet della Banca.CLAUSOLE CONTRATTUALI CHE REGOLANO L’OPERAZIONE O IL SERVIZIOReclamiI reclami vanno inoltrati all’Ufficio Reclami della Banca (Ufficio Assistenza Clienti – Via Cassa di Risparmio 15 – 16121Genova; e-mail reclami@carige.it), che risponde entro 30 giorni dal ricevimento.Se il cliente non è soddisfatto o non ha ricevuto risposta entro i 30 giorni, prima di ricorrere al giudice può rivolgersi a:- Arbitro Bancario Finanziario (ABF). Per sapere come rivolgersi all’Arbitro si può consultare il sitowww.arbitrobancariofinanziario.it, chiedere presso le Filiali della Banca d’Italia, oppure chiedere alla Banca;- Conciliatore Bancario Finanziario – Associazione per la soluzione delle controversie bancarie, finanziarie esocietarie – ADR, che mette a disposizione, come strumenti di tutela, l’Ombudsman – Giurì Bancario (concompetenza residuale per le materie per le quali non è consentito il ricorso all’ABF) e il Conciliatore.LEGENDA DELLE PRINCIPALI NOZIONI DELL’OPERAZIONEBanca emittente: banca che emette l’impegno nei confronti dell’esportatore/venditore.Banca avvisante: banca cui viene inviato il credito perché lo notifichi all’esportatore/venditore.Beneficiario: soggetto a favore del quale il credito é emesso.Ordinante: importatore/compratore che da incarico alla banca di emettere il credito.Regolamento a vista: si realizza con l’impegno della banca emittente a pagare all’atto della presentazione di documenticonformi.Regolamento differito: si realizza con l’impegno della banca emittente a pagare alla scadenza della dilazione previstanel credito.Regolamento per accettazione: si realizza con l’impegno della banca emittente ad accettare tratta spiccatadall’esportatore.Regolamento per negoziazione: si realizza con l’impegno della banca emittente a pagare o far negoziare la trattaemessa dall’esportatore.Credito confermato: é il credito a cui la banca avvisante aggiunge il suo impegno - nei confronti del beneficiario- allaprestazione(pagamento o accettazione), sempre che i documenti siano conformi al credito, anche qualora la bancaemittente non onorasse il proprio impegno.Credito non confermato: è quello in cui la banca avvisante non assume alcun impegno salvo quello della notifica delcredito al beneficiario, rimanendo ovviamente fermo l’impegno della banca emittente a favore del beneficiario.

More magazines by this user
Similar magazines