download PDF (2640 Kb) - Comune di Arezzo

comune.arezzo.it
  • No tags were found...

download PDF (2640 Kb) - Comune di Arezzo

WWW.CIRCU.ORGFESTIVAL A CAPPELLO3.4 LUGLIOPIAZZA GUIDO MONACO • PIAZZA SAN FRANCESCOANFITEATRO ROMANOARTE DI STRADA • GIOCOLERIA • BUSKERS • CIRQUE NOUVEAULUDOTECA • MERCATINO GITANO • SCUOLA DI CIRCOVenghino venghino, al Festival Circù.Venghino, ad assaggiare un po' di sana follia. Venghino fraburattinai e maghi, fra trampolieri e fachiri, musicisti, mimi,mangiafuochi ed equilibristi. Venga chiunque voglia avere labocca ben aperta per un po'...venghino anche i meno facilmente"impressionabili". Perché il 3 e il 4 luglio, fra l'Anfiteatro Romano,piazza San Francesco, piazza Guido Monaco e tutto il centrostorico di Arezzo, di cose affasciananti ce ne saranno.Tantissime.Ed è proprio il "lasciar la bocca aperta", l'effetto collaterale piùcomune e soprattutto più contagioso del Circù Framenti Festival.Una giornata di storie, di magie, di strani personaggi; unagiornata di risate, di divertimento, di "spectacular spectacular".Una giornata passata fra ballerine volanti, gente alta tre metri epiù, maghi che entrano dentro ai palloni e chemagari...chissà...spiccheranno il volo.Persone su una ruota sola, statue viventi e palloncini pazzi.Insomma...venghino venghino...al festival delle assurdità, dellemagie, dei sogni e delle emozioni.Associazione Culturale FramentiRedazione Aperta Tabloid Informagiovani7 LUGLIO | Parco di Via Alfieri - Zona Tortaia17.30 Gruppi Giovanili Aretini21.00 Novonada22.00 Plug and Play Live ContestVincitori selezioni Play Art Festival23.00 Un incoerente come tantiA cura dell’Associazione Dischi Volanti8 LUGLIO | Parco di Via Alfieri - Zona Tortaia17.30 Gruppi Giovanili Aretini21.00 Novonada22.30 I MINISTRIA cura dell’Associazione Dischi Volanti9 LUGLIO | Parco di Via Alfieri - Zona Tortaia17.30 Gruppi Giovanili Aretini17.30 & Back on Blues Band21.30 Plug and Play Live ContestVincitori selezioni Play Art Festival22.30 Thank you for the drum machine22.30 My Awesome mixtapeA cura dell’Associazione Dischi VolantiinFormaGiovaniASSESSORATO ALLE POLITICHE GIOVANILIParla l'assessore comunale Lucia De Robertis, che ha, findalla prima edizione del Play Art, promosso le attività di PlayCampus, con la forte volontà di sostenere i giovani nella loroformazione artistica e professionale. In questa intervistariconferma l'impegno delle Politiche Giovanili per PlayCampus e presenta alcune novità per l'edizione 2009.Riparte Play Campus: come si prepara l'Amministrazione aquesta terza edizione?L'Amministrazione ha sempre voluto fortemente abbinare allamanifestazione estiva del Play un percorso formativo chepotesse consentire ai giovani di apprendere quanto piùpossibile in merito allo spettacolo e ai mestieri ad essocollegati. Per alcuni, questo percorso permetterà di esibirsi poinel corso del festival, per altri sarà un'esperienza importanteper arricchire il proprio bagaglio culturale e professionalesoprattutto.Continua ›Supplemento ad “Arezzo, il Comune informa” - Reg. Tribunale di Arezzo N°1 del 5.2.2003 - Giugno 2009 - Editore: Comune di Arezzo - Direttore responsabile: Claudio Repek - Contenuti a cura di Beta/Contesto


Dalla prima ›L'Amministrazione ha sempre puntatomolto su questo aspetto del Play Art, poichéun evento fine a se stesso pareva privo disenso.Bisognava seminare qualcosa, mettere cioèi ragazzi in condizione di apprendere, maanche di avere visibilità durante tutto ilcorso dell'anno, non solo per una serata suun palco. Proprio per i ragazzi del PlayCampus, abbiamo già pronte molteiniziative come Amministrazione Comunale.Tante proposte, quindi, ma anche tantiinvestimenti per questo progetto.Tutto riuscirà al meglio, come è successol'anno scorso. Siamo partiti infattibenissimo, ma il Play può diventare conquesti presupposti un evento ancora piùimportante.Sul piano pratico, in che modopromuoverete Play Campus?Tra le tante iniziative, va citata in primis lacollaborazione con la scuola.Faremo degli incontri con gli studenti,presenteremo Play Campus e cercheremodi coinvolgere il più possibile i ragazzi.Questo anche tramite il nuovo sito enaturalmente l'Informagiovani che ci aiuteràper promuovere i bandi di selezione.Quali sono le novità importanti di questaterza edizione?Nomi importanti seguiranno direttamente laformazione dei ragazzi, ma una delle coseche ci preme maggiormente sottolineare è ilsostegno dato dalle Associazioni Locali,che collaboreranno con i direttori artistici. Siformeranno così all'interno del nostroterritorio delle persone in grado di gestire esostenere eventi di grande portata comePlay Campus. Queste stesse associazionicresceranno insieme ai nuovi progetti delPlay, come è il caso della Web radio che fail suo esordio proprio quest'anno. Va da sé,poi, che il festival deve appoggiarsi proprioalle associazioni locali per radicarsi bene eacquisire sempre più importanza a livellonazionale. Altra novità, le selezioni sarannopiù numerose in maniera tale che i ragazziabbiano più possibilità di confrontarsi, conse stessi e con gli altri. Sarà per loro unmodo ottimale per misurare le propriecapacità: anche questo lo si può definire giàun percorso di formazione.Anche quest'anno, quindi, i ragazzi delPlay potranno contare sulla suapresenza e collaborazione...Assolutamente. Sarò presente alle primelezioni. In punta di piedi seguirò i vari eventi,perché il nostro ruolo è quello di ideare iprogetti e di trovare i finanziamenti perrealizzarli, ma poi i protagonisti devonoessere proprio i ragazzi. Per loro ci saròsicuramente, qualora abbiano bisognoanche di avere chiarimenti e di confrontarsi.www.playarezzo.itRedazione Aperta Tabloid Informagiovani2009BRILLANO LE STELLE DEL PLAY CON VINICIOCAPOSSELA E IL SUO MINOTAURO..Saranno molte le stelle musicali che si esibiranno sul palco dell'edizione2009 del play art Festival. Dall'anticipazione del primo luglio con PattySmith, passando per la geniale Tracy Chapman, i Negrita e PaoloBenvegnù, si arriva direttamente ad una delle più brillanti:naturalmente stiamo parlando di Vinicio Capossela. Direttamentedal “Da solo Tour” di quest' inverno, con cui ha portato nei teatrid’Italia e d’Europa la magia del lunapark, con uno spettacoloilluminato da luci intermittenti, sfondi fatti di teli, atmosfere intimee raccolte. Arriverà ad Arezzo ad infiammare la serata del 25luglio, e com'è naturale, dato lo stile unico del cantautore “italotedesco”, con l'avvicinarsi della data fatidica, cresce l'attesaper un'esibizione, pensata appositamente sul tema del“viaggio”, che promette di essere unica nel suo genere, inuna delle poche date all'aperto del suo tour estivo. L’ariasarà quella della festa di piazza e come ogni festa dipiazza che si rispetti serve una banda. Accanto aVinicio Capossela ci saranno infatti i Fiati Sprecati diFirenze definiti dal Maestro: «l’orchestra popolare distrada più libera d’Italia», con cui ha già suonato aParma sul palco del 25 aprile. Scrittore e polistrumentista d'eccezione, cresciuto artisticamentenei circuiti underground dell'Emilia Romagna,lanciato da un maestro del calibro di FrancescoGuccini, oggi Capossela si candida perdivenire uno dei punti di riferimento dellacanzone d'autore italiana. Interprete di unapoetica visionaria, debitrice della grandeletteratura del novecento, arrivaall'appuntamento aretino del 25 con ben10 album all'attivo e una capacitàinterpretativa che nelle esibizioni dalvivo, a contatto col pubblico, arrivaall'apice. Così, aspettando che ilMinotauro faccia capolino nellanotte aretina, Vinicio durante lapresentazione aretina delconcerto promette sorridendo aisuoi fun: “ci sarà da divertirsi”.

More magazines by this user
Similar magazines