Progetto Grandi Stazioni - Urban Center - Comune di Genova

urbancenter.comune.genova.it

Progetto Grandi Stazioni - Urban Center - Comune di Genova

Assistenza tecnica e consulenza nello studio ed approfondimento di avanzate condizioni di fattibilità tecnico-progettuale,finanziaria e partenariale del Progetto di Territorio del Comune di Genova2.3 PROGETTO GRANDI STAZIONI – PRINCIPE - BRIGNOLEOBIETTIVODELL’INTERVENTODESCRIZIONEDELL’INTERVENTOGrandi Stazioni S.p.a. è la società di servizi del Gruppo Ferrovie dello Stato incaricata diriqualificare e gestire il network delle 13 principali stazioni ferroviarie italiane. Sulla base delcontratto quarantennale sottoscritto con Ferrovie dello Stato, Grandi Stazioni S.p.a. ègestore unico del network: 222.000 mq di superficie totale, che saranno riqualificati perdivenire altrettanti poli di servizi e di attrazione economica e commerciale.Genova Brignole e Genova Piazza Principe fanno entrambe parte delle 13 grandi stazioniselezionate. Al termine dei lavori le superfici destinate ai servizi primari e secondariregistreranno un decisivo incremento: le stazioni diverranno poli di attrazioni per turisti eviaggiatori, migliorando ed ampliando la propria offerta di servizi e le opportunità per il tempolibero. Il nuovo assetto organizzativo punta infatti ad ampliare, rimodellare e ricollocare glispazi destinati ai servizi eliminando l’attuale situazione di disordine e di scarsa qualitàfunzionale che li contraddistingue. I servizi primari per il viaggio saranno radicalmenteriorganizzati e trasformati in relazione alle esigenze dei viaggiatori.Il recupero della funzionalità dei due complessi, la riconfigurazione dei servizi esistenti e larealizzazione di nuove strutture, comporteranno un notevole incremento delle superficidestinate ai servizi primari e secondari. Il piano di intervento integra infatti il recuperoartistico e funzionale degli spazi con l’ottimizzazione dell’offerta di servizi a viaggiatori ecittadini.Inoltre il progetto è volto a risolvere il problema delle scarse condizioni di sicurezza presentiall’interno e all’esterno delle stazioni genovesi: sarà introdotto un sistema di telecontrollo contv a circuito chiuso che registra e trasferisce in tempo reale informazioni ad una sala regiacentralizzata che gestisce 24 ore su 24 la vigilanza e il pronto intervento. Nelle zonestrategiche saranno installate colonnine attrezzate come punti di richiesta di aiuto, saràpotenziato il servizio di vigilanza effettuato dalle Forze dell’Ordine e, se necessario, integratocon personale di vigilanza privata.Stazione PrincipeGenova Piazza Principe è il centro nevralgico del sistema di trasporto cittadino genovese,conta in media 66 mila transiti giornalieri, oltre 24 milioni annui, e circa 300 treni al giorno.L'ingresso della stazione si trova su piazza Acquaverde, dove sono previste sistemazionisuperficiali. Nel progetto di riqualificazione l’atrio centrale di ingresso verrà valorizzatodall‘inserimento di un mezzanino in acciaio e vetro che ospiterà prevalentemente servizi perla ristorazione. Le scale fisse e mobili esistenti saranno sostituite da un nuovo sistema dicollegamento, localizzato in una posizione arretrata rispetto all’attuale, per rendere piùagevole la fruizione dell’atrio e dei servizi collocati al piano binari e al piano mezzanino.La connessione alla metropolitana e al parcheggio interrato, da realizzare a monte dei binaritronchi, completeranno il nodo di Piazza Principe, rendendolo un importante polo diinterscambio urbano. Al piano terra nella zona centrale della stazione si concentreranno labiglietteria e i servizi primari e secondari, mentre il piano binari ospiterà i servizi ai viaggiatoricome il Club Eurostar, la sala viaggiatori, il deposito bagagli e i servizi igienici, oltre al nuovocollegamento con il parcheggio di piazza Acquaverde.Le opere di cantierizzazione sono state avviate in data 22 settembre 2008, ed il termine deilavori è previsto per il 26 dicembre 2010.Stazione BrignoleGenova Brignole è la seconda stazione ferroviaria del capoluogo ligure con in media 60 milatransiti giornalieri e 22 milioni di utenti l’anno. L'ingresso della stazione è su piazza GiuseppeVerdi. Nel progetto di riqualificazione i flussi pedonali in entrata e uscita continueranno atransitare attraverso gli atri laterali, privilegiati dall’allineamento con i sottopassaggi chesaranno completamente ristrutturati anche dal punto di vista illuminotecnico. Sarannoripristinati gli accessi dal grande atrio centrale, dove verrà realizzato un piano ammezzato instruttura di acciaio, formalmente indipendente e separato dalle murature originali. Una scalaelicoidale e un ascensore panoramico consentiranno il collegamento tra il piano terra e ilmezzanino.I servizi per il viaggio (biglietterie, deposito bagagli, ufficio informazioni) saranno38


Assistenza tecnica e consulenza nello studio ed approfondimento di avanzate condizioni di fattibilità tecnico-progettuale,finanziaria e partenariale del Progetto di Territorio del Comune di GenovaDOCUMENTAZIONETECNICAradicalmente riorganizzati e trasformati con l’obiettivo di raggiungere un elevato standardqualitativo. Nell’area centrale saranno introdotte nuove isole vetrate destinate ad ospitareservizi primari e secondari, mentre sul mezzanino e al piano binari saranno posizionateprevalentemente attività di ristoro e servizi secondari.Fra gli interventi previsti, ci saranno sistemazioni superficiali di Piazza Verdi, nuova viabilitàdi accesso alla stazione di Via De Amicis e magazzini e la costruzione di un parcheggiomultipiano fuori terra Piazza Verdi – Via De Amicis.Si prevede che i cantieri prenderanno il via entro la fine del 2009, la durata dei lavori si stimain 2 anni.Soggetti coinvoltiComuni interessatiRilevanza geograficaI partner territoriali coinvolti sono: Comune di Genova, RegioneLiguria, Provincia di Genova, Ferrovie dello Stato, RFI, AMTGenova, Grandi Stazioni.Genova.Nazionale.• Programma delle Infrastrutture strategiche (approvato con delibera CIPE n.121 del 21dicembre 2001) che include interventi sulle stazioni ferroviarie di Bari, Bologna, Firenze,Genova, Milano, Napoli, Palermo, Roma, Torino, Venezia, Mestre e Verona.• Legge n. 166 del 1 agosto 2002 “Disposizioni in materia di infrastrutture e trasporti”.• Delibera CIPE n. 10 del 14 marzo 2003 di approvazione dei progetti definitivi di“adeguamento funzionale degli edifici di stazione” relativi alle stazioni.• Delibera CIPE n. 44 del 29 settembre 2004 di approvazione del progetto definitivo del“sistema integrato di videosorveglianza” delle stazioni inserite nel progetto GrandiStazioni,• Nota n. 44 del 23 gennaio 2006 (integrata con nota n. 184 del 8 marzo 2006) delMinistero delle Infrastrutture e dei Trasporti di trasmissione della relazione istruttoria su“Grandi Stazioni - progetto definitivo delle infrastrutture complementari”, proponendo diapprovare i progetti definitivi per le stazioni di Bari centrale, Bologna centrale, FirenzeSanta Maria Novella, Genova Brignole, Genova Porta Principe, Milano centrale, Napolicentrale, Palermo centrale, Roma Termini, Torino Porta Nuova, Venezia Mestre, VeneziaSanta Lucia, Verona Porta Nuova.• Delibera CIPE n. 129 del 6 aprile 2006 di approvazione il progetto definitivo delle “operecomplementari” relative alle stazioni e ridefinizione dei finanziamenti.• Programma innovativo in ambito urbano porti e stazioni: “Il quartiere residenziale di Prècompreso nel centro storico di Genova situato in adiacenza alla stazione ferroviaria diPrincipe e al bacino del porto antico tra la stazione marittima, la darsena comunale ePonte Parodi”, da Programma Porti e Stazioni, Ministero delle Infrastrutture, 2007• Tavolo Tecnico tra Comune di Genova e R.F.I. del 12 febbraio 2008 “Infrastrutturaferroviaria e territorio nell’area genovese”.Le informazioni della scheda sono state approfondite e condivise nell'ambito del focus grouptematico svolto presso Urban LAb in data 9 Luglio 2009, che ha visto la partecipazione diGrandi Stazioni S.p.A nelle persone di Ing. Massimo Antonelli, Responsabile dell'UfficioIngegneria e Lavori, e Alessandra Kidd Shaw, del Supporto specialistico dell'Ufficio diSviluppo Infrastrutture.INTERVENTI CORRELATI• Nodo ferroviario.• Realizzazione di nuove fermate nell’ambito del progetto nodo ferroviario (Palmaro eCornigliano) e nuove fermate previste nell’ambito del PUC (Multedo, Aeroporto,Terralba, Teglia, Campasso, Via dei Landi).• Terzo Valico.• Estensione della rete metropolitana verso Brignole e Terralba a Levante e versoCanepari e Rivarolo in Val Bisagno.• Busvie Levante/Ponente e Val Bisagno.39


Assistenza tecnica e consulenza nello studio ed approfondimento di avanzate condizioni di fattibilità tecnico-progettuale,finanziaria e partenariale del Progetto di Territorio del Comune di GenovaINFRASTRUTTUREINTERESSATESTATO DI AVANZAMENTOFINANZIAMENTO• Piazza Aquaverde e zone adiacenti.• Piazza Verdi e zone adiacenti.• Metropolitana di Genova.Il CIPE nella seduta del 14 marzo 2003, con la delibera n.10, ha approvato i progetti definitividi adeguamento funzionale degli edifici di stazione e i progetti preliminari delle infrastrutturecomplementari relativi, fra le altre, alle stazioni di Genova Brignole e Genova Porta Principe.I progetti definitivi delle infrastrutture complementari alle stazioni di Genova Principe eGenova Brignole sono pervenuti per l’istruttoria in Regione Liguria per l’istruttoria il 9 agosto2005 ed approvati con delibera CIPE n. 129 del 6 aprile 2006.Lo stato progettuale è a livello di progettazione esecutiva per entrambe le stazioni.Si prevede una durata dei lavori di circa 3 anni, i lavori sono in fase di cantierizzazione edinizieranno a fine 2009.Con Delibera CIPE n.10 del 2003 sono stati previsti il limiti massimi di spesa da finanziare acarico delle risorse recate dall’art. 13 della legge n. 166/2002:GrandiStazionidi GenovaCosto(a)1° anno(b)A carico L. 166/2002 A carico di2° anno Totale %*Grandi.Stazioni(c) (d=b+c) (e=d/a) (f=a-d)Brignole 5.198.327 982.561 3.998.102 4.980.663 95,8 217.664Porta Principe 16.362.470 518.607 15.158.730 15.677.337 95,8 685.133*percentuale su costo progetto preliminareQuesti limiti di spesa sono stati successivamente modificati con delibera 129/2006, che lifissa rispettivamente a 5,16 milioni di euro per la stazione di Genova Brignole e 13,37 perGenova Porta Principe.Le assegnazioni contributi sono rimodulate rispettivamente in 4,94 milioni di euro perBrignole e 12, 68milioni di euro per Porta Principe secondo la delibera CIPE n. 129 del 6aprile 2006.Il progetto definitivo è stato approvato dal CIPE (129/2006) ed è in corso la progettazioneesecutiva. È’ stata eseguita la procedura negoziale per la realizzazione delle opere inappalto integrato con il progetto di recupero e adeguamento dei fabbricati di stazione erelative pertinenze del costo di 59,80 milioni di euro.Il costo delle sole opere di riqualificazione delle stazioni ferroviarie è di 21,23 milioni di euro,interamente finanziati con fondi del soggetto Aggiudicatore Grandi Stazioni S.p.a, mentre ilcosto del progetto di riqualificazione delle aree e delle infrastrutture complementari allestazioni è di circa 21,56 milioni, di cui 20,66 a carico della Legge Obiettivo (443/2001) e 0,90milioni a carico del soggetto aggiudicatore.40


Assistenza tecnica e consulenza nello studio ed approfondimento di avanzate condizioni di fattibilità tecnico-progettuale,finanziaria e partenariale del Progetto di Territorio del Comune di GenovaAnalisi SWOT: Grandi StazioniPunti di forza- Incremento di superfici destinate ai servizi primari esecondari- Miglioramento offerta di trasporto ferroviario,maggiore comodità e comfort dei passeggeri- Introduzione sistema di telecontrollo per sicurezza- Realizzazione di efficienti collegamenti con la lineametropolitana e con parcheggi di interscambio inentrambe le stazioniOpportunità- Possibilità di diventare centri di attrazioneeconomica e commerciale, nonché poli di servizi(valorizzando le economie di localizzazione)- Ruolo di centro di interscambio modale e dilunghe/brevi percorrenze- Stazioni quali porte della città in grado di valorizzarela vocazione turistica di determinate aree. Inparticolare Genova Principe si trova al centro delprogetto di valorizzazione di aree degradate (zonadi Via Pre’, Via Buozzi, Ponte Parodi) previsto dalProgramma ministeriale Porti e Stazioni.- Riorganizzazione servizi per i passeggeri perelevare lo standard qualitativo del sistemaPunti di debolezza- Stazioni di vecchia concezione (rispettivamente 1854per Genova Piazza Principe e 1896 per GenovaBrignole), poco idonee ad ospitare traffico AC/AV- Condizioni di sicurezza attuali interne/esterne allestazioniRischi- La riqualificazione delle stazioni risulti scollegata dallariqualificazione dei quartieri adiacenti- L’incremento di accessibilità cittadina garantito da nodoferroviario e Terzo Valico potrebbe non esserepienamente sfruttato a causa del posizionamento dellestazioni.Il progetto di riqualificazione della stazione di Genova P. PrincipeFonte: Grandi Stazioni S.p.a., www.grandistazioni.it41

More magazines by this user
Similar magazines