programma - Sulle rotte del mondo

missionetrentino.it

programma - Sulle rotte del mondo

Il primo incontro, quello chevivremo dal 28 settembre al3 ottobre 2009, è con l’AFRICAMettere l’Africa al centro dell’attenzione è giàdi per sè significativo, visto che il continente èdi fatto emarginato rispetto a qualsiasi dibattitodi attualità, a tutti i livelli: economico, culturale,sociale, ambientale. Di Africa, infatti,tutt’al più si parla, con fretta e superficialità,in occasione di gravi emergenze umanitarie,di AIDS o di guerre interne.Infatti, se l’incontro è certamente un’occasioneper rinforzare i legami tra la Comunitàtrentina ed i propri Missionari e tra le Comunitàafricane e quelle di africani che vivonoin Trentino, è contestualmente un’importanteopportunità per vedere anche “l’altra Africa”:quella che sopravvive nonostante tutto, quelladella solidarietà, della festa e della speranza,e un’occasione di riflessione per le scelteirresponsabili che condannano alla fame ealla miseria milioni di persone.


Ècon sinceraemozione e contrepidazione cheaccogliamo - assieme all’arcivescovodi Trento mons.Luigi Bressan - i missionaritrentini che stanno svolgendola loro opera di testimonianzadi fede e di supportosociale nelle terre più difficilidell’Africa. Toccherà a loro,infatti, ai sacerdoti, alle suoree ai laici che operano in terraafricana aprire una serie diincontri a cadenza annualeche saranno organizzati peraree geografiche omogeneee che consentiranno ai missionaristessi di conoscersimeglio tra di loro, di scambiarsiesperienze e testimonianze,ma che permetterannosoprattutto alla comunitàtrentina di apprezzare unimpegno volontaristico e solidaletotalizzante e profondoqual è quello del missionarioo della missionaria.Lo spirito del volontariato,della condivisione e della generosità,quei valori insommache noi indichiamo con la parola“solidarietà”, sono ormaielementi acquisiti, che sentiamonostri e che concorronoa formare l’identità piùprofonda e vera della nostracomunità. Sono centinaiale associazioni del volontariatosolidale, sono migliaiai volontari laici di ogni età eprovenienza, che prestanoparte del loro tempo allarealizzazione di progetti di riscattosociale, di promozioneeconomica, formativa o scolasticanei Paesi che vivononella fame e nella povertà.Il volontariato trentino hasaputo intrecciare una retedi rapporti che copre ormaistabilmente ed efficacementei cinque continenti della terrae si sviluppa in moltissimeNazioni che hanno imparatoa conoscere il Trentino e lasua disponibilità.Ma la nostra attenzione, da


sempre, si rivolge in mododel tutto particolare – conuno sguardo ed un cuore incui si mescolano i sentimentidella gratitudine, del compiacimentoe della simpatia– a quei missionari, a queisacerdoti, a quei religiosi ea quelle religiose che hannofatto dell’impegno a favoredegli ultimi una ragione divita, una scelta definitiva etotalizzante.A loro è dedicata la settimanache li vedrà alcentro dell’attenzione dellacomunità trentina che a suavolta, ne siamo certi, sapràcogliere appieno l’opportunitàdi partecipare a questoevento. Sappiamo, per averavuto la fortuna di conoscernemolti, che il missionario ola missionaria sono personeschive, che dell’umiltà e dellavoro silenzioso hanno fattola loro ragione di vita. Peruna volta, invece, sarannoloro i protagonisti della scena,perché da loro vorremmoconoscere esperienze,difficoltà, progetti, sogni emagari anche fallimenti. Daloro ci attendiamo queglispunti e quegli stimoli che ciaiutino a meglio rapportarcicon le terre di missione e coni problemi del riscatto socialedi quelle popolazioni. L’Africa,la grande Africa, l’anticamadre e culla dell’Umanità,vi ringrazierà, perché saràper merito vostro se la conoscenza,la coscienza e laresponsabilità che saranno alcentro dell’incontro a Trentofavoriranno la riflessione, gliapprofondimenti e, perchéno, magari anche l’imitazioneda parte dei nostri giovani.Lorenzo DellaiPresidente dellaProvincia autonoma di TrentoLia Giovanazzi BeltramiAssessore alla solidarietàinternazionale e alla convivenza


Quando un migranteo un missionariopartiva dalla nostraterra per un altro continente,rischiava di non ritornarepiù; spesso, per chi restava,egli diventava solamente unricordo, mentre lo Stato in cuioperava era un puro nome.Oggi i media e la mobilitàumana hanno ravvicinatole nazioni e così ci si è resiconto in modo più completodell’interdipendenza e ci siinterroga cosa fare di frontea una globalizzazione chetutti raggiunge. In questopanoramasi inseriscel’iniziativa diuna settimana“Sulle rotte delmondo”, che a finesettembre riuniràtestimoni trentinipresenti in varie zonedell’Africa; essi sonoimpegnati a potenziare,in nome dell’amoreportato da Cristo, quei


valori che vi riscontrano, perarricchirli con un messaggiouniversale, per sostenere ilcammino delle famiglie, edanzitutto delle donne, versoun riconoscimento effettivodella dignità umana, per convertireil cuore e aiutare noistessi a vivere positivamentela mondializzazione.Il denso programma dellasettimana, che impegna imissionari e le missionariee che vi associa anchevarie Associazioni trentine, èun’opportunità unica e irrepetibileper conoscere dallavoce di chi ci vive e operanell’immenso continenteafricano, per comprendere lasua sete di pace autentica,gli ostacoli che vi si oppongono,i passi possibili versolo sviluppo, le corresponsabilità,il tanto bene chesi realizza anche se nonfa rumore, in un senso difraternità cristiana e di comunanzaumana di interessi.E’ un Continente di quasiun miliardo di persone, con160 milioni di cattolici, oltre8.000 centri medico-sanitaridella Chiesa e tanto altro dascoprire.Si tratta di un’iniziativa unica,il cui annuncio anche fuoridel Trentino tanti ormai cifelicitano. Ci si augura quindiuna larga partecipazione daparte dei Trentini.Mons. Luigi BressanArcivescovo di Trento


Dal 28 settembre al 3 ottobrePalazzo Festi, Teatro Sociale - ore 11.00 / 19.00Mostra fotografica“Africa, gente in cammino”Immagini e ritratti di Massimo ZaruccoDal 28 settembre al 2 ottobreCasa Base, Ex convento Agostiniani - ore 9.00 / 19.00- Stand informatividelle associazioni trentinein Africa- Esposizione di libriDal 28 settembre al 2 ottobrePiazza Garzetti - ore 17.30 / 19.00Mercatino africanoartigianato originale proposto da varieAssociazioni che hanno acquistato iprodotti direttamente sul posto.Il ricavato finanzierà le attività delleAssociazioni in Africa


ore 11.00 |ore 15.00 |ore 16.30 |ore 17.30 |ore 17.30 |ore 18.00 |ore 18.30 |Lunedì 28 settembrePalazzo della Provincia, Sala DeperoCerimonia di aperturaIntervengono:Suor Dores VillottiMons. Luigi BressanMons. Abune Musiè GhebreghiorghisLorenzo DellaiCasa BaseApertura dei lavori di gruppo dei missionariIntroduce don Beppino CalderaCasa baseApertura spazi espositivi delle associazioni trentinein Africa ed esposizione di libri sull’Africa.Spettacolo di danza e musica africanaPiazza Garzetti: apertura mercatino africanoSpettacolo di danza e musica africanaLargo Carducci e Via ManciSpettacolo di danza e musica africanaPalazzo FestiInaugurazione mostra fotografica“Africa, gente in cammino”Immagini e ritratti di Massimo ZaruccoBiblioteca Comunale, Sala AffreschiIncontro con lo scrittore Ungulani Ba Ka Khosaautore dei libri “Ualalapi” e “La gabbia vuota”UALALAPI: l’autore fa rivivere un ampio frammento della storia mozambicanadel XIX secolo attraverso la molteplicità delle voci (mozambicane eportoghesi) e delle figure di volta in volta protagoniste.LA GABBIA VUOTA: l’oscura notte dei bambini soldato in Mozambico, lavita quotidiana di quattro ragazzi, poco più che bambini, in un campo mobileallestito nel cuore della foresta. Siamo in Mozambico, all’inizio di quelladevastante guerra «civile» (1975-1990) che oppose tra loro i mozambicanisubito dopo l’indipendenza dal Portogallo, raggiunta a sua volta dopo unlungo conflitto. L’autore alza coraggiosamente il velo su una pagina neradella recente storia mozambicana cercando, tra le macerie di un paese,quel che resta della sua umanità.ore 20.30 |Auditorium S. ChiaraConcerto di canti di montagna per i missionari egli amici, con la Corale Polifonica Cimbra di Lusernae il Coro A.N.A. di Trento.In collaborazione con la Cooperazione TrentinaUn bellissimo concerto in onore dei Missionari Trentini, che esprime la felicitàdi averli tra noi nel modo più vicino alla nostra tradizione: tante voci chesi uniscono nel canto e diventano una sola voce.


ore 17.30 |Martedì 29 settembrePalazzo Geremia, Sala di RappresentanzaIncontro pubblico “Africa: la salute negata”Partecipano: padre Giorgio Abram,suor Maria Amabile Martinelli, Pedro MiguelCoordina: Tiziano MarsonMedici, medicine, ospedali, ambulatori, acqua, alimentazione: sono allaportata di tutti? Come cambia il valore e il significato, a seconda del continente,di parole semplici come “salute” e “malattia”.ore 18.30 |Biblioteca Comunale, Sala AffreschiIncontro con lo scrittore Sanou Mbaye autore dellibro “L’Afrique au secours de l’Afrique” (L’Africa insoccorso dell’Africa)Come può l’Africa uscire dall’impasse? Controcorrente, l’autore mostracome gli africani abbiano in mano le carte per assicurare il proprio sviluppo.Dalla fine del colonialismo, il modello di sviluppo imposto all’Africadall’Occidente è risultato un vero fallimento. L’autore mette in evidenza leresponsabilità del mondo occidentale senza occultare quelle degli stessiafricani. Solo l’Africa potrà venire a capo dei suoi mali e l’autore ci trasportain una lettura piena di speranza sull’avvenire del continente.ore 20.30 |Teatro CuminettiProiezione del film “Africa paradis”regia di Sylvestre Amoussou, Benin, Francia - 20062033, Stati Uniti d’Africa: un paradiso terrestre. Il Continente è diventatometa di milioni di profughi in fuga dall’Occidente, devastato da guerre e crisieconomiche. Ma la realtà che li attende è durissima: pregiudizi, sfruttamento,discriminazione e xenofobia. E intanto, nei palazzi dell’ Unione Africana,si dibatte sulla linea politica da adottare nei confronti di questa ‘invasione’.Il regista Amoussou dà vita a una riflessione ironica sulle condizioni in cuivivono milioni di immigrati in Occidente.10


ore 10.00 |ore 17.30 |Mercoledì 30 settembreI missionari raccontano la realtà dell’Africae le loro esperienze in incontri riservati agli studentidelle scuole superiori di Cavalese, Cles, Pozza di Fassa,Riva del Garda, Tione e TrentoFondazione Bruno Kessler, Sala conferenze(*) Incontro pubblico “Essere donna in Africa”Partecipano: Nicoletta Gatti, suor Bruna MenghiniCoordina: don Ivan MaffeisAfrica è donna? Analisi della situazione della donna nell’Africa di oggi e delsuo insostituibile ruolo nell’Africa di domani.ore 20.30 |Palazzo della Provincia, Sala DeperoIncontro con il premio Nobel per la PaceAdolfo Pérez Esquivel“Dalla lotta contro le dittature alla salvaguardia delcreato”Presenta Alberto FolgheraiterIn collaborazione con la Cassa Rurale di Aldenoe CadineIl Presidente della Lega internazionale per i Diritti umani parla delle vittimedel progresso in Africa, dei loro diritti e dei problemi di tutela ambientaleore 20.30 |Teatro CuminettiProiezione del film “Il suo nome è Tsotsi”regia di Gavin Hood, Sudafrica 2005. Vincitore PremioOscar come miglior film straniero 2005In una baraccopoli di Johannesburg vive il diciannovenne Tsotsi, giovanema spietato capobanda. In fuga da un oscuro passato, ha cancellato ogniricordo, compreso il proprio vero nome: Tsotsi, infatti, nel gergo del ghettosignifica semplicemente gangster. L’evento catartico per il giovane saràl’incontro con un neonato che troverà per sbaglio in un’auto che ha rubatoe che cambierà per sempre la sua esistenza. Una commovente storia disperanza e redenzione accompagnata dall’energica vitalità della musicaKwaito, la voce più autentica dei ghetti sudafricani. Un lavoro che si faammirare anche per una fotografia “mozzafiato” in cui ogni immagine èun quadro e la luce e le inquadrature hanno un valore pittorico di estremasuggestione.(*) Incontri con il pubblico si terranno anche a Cavalese, Cles,Pozza di Fassa, Riva del Garda e TioneInfo: Centro Missionario Diocesano – 0461 891270centro.missionario@diocesitn.it11


ore 10.00 |ore 17.30 |Giovedì 1 ottobreI missionari raccontano la realtà dell’Africa e leloro esperienze in incontri riservati agli studenti dellescuole superiori di Borgo Valsugana, S. Michele all’Adige,Pergine e RoveretoSala Fondazione Caritro(*) Incontro pubblico “Africa povera o impoverita”Partecipano: padre Luigi Moser, padre Giulio Albanese,Maria Lourdes de JesusCoordina: Pierangelo GiovanettiIl colonialismo, il debito verso i paesi ricchi, le multinazionali: come hannoridotto l’Africa? Molto spesso la nostra idea dell’Africa non è realistica.Cosa c’è dietro agli stereotipi che gli occidentali hanno rispetto all’Africa edai popoli del continente e qual è invece la realtà?ore 20.00 |Teatro CuminettiSpazio giovani: i missionari incontrano i ragazziEsperienze a confronto: i giovani dialogano con i missionari sulla vita nelcontinente africano e sulla realtà del mondo giovanile.ore 21.00 |Auditorium S. ChiaraConcerto del gruppo pop “Freshlyground”Considerato come uno dei migliori gruppi sudafricani dall’energia incontenibilenelle performance dal vivo, è attualmente il complesso musicale piùpopolare del continente. E’ composto da sette talentuosi musicisti del Sudafrica,del Mozambico e dello Zimbabwe che provengono da esperienzediverse e che sono riusciti a creare una sinergia musicale, con un frullatoben dosato di fusion, jazz e indie rock altamente contagiosa e coinvolgente.(*) Incontri con il pubblico si terranno anche a BorgoValsugana, Mezzolombardo, Pergine e RoveretoInfo: Centro Missionario Diocesano – 0461 891270centro.missionario@diocesitn.it12


ore 11.00 |ore 17.30 |Venerdì 2 ottobreCasa baseConferenza stampaFacoltà di Sociologia, Aula KesslerIncontro pubblico “Esperienze di cooperazioneallo sviluppo in Africa”Partecipano: padre Franco Cellana, don Elio Sommavilla,Massimo Zortea, Fabio Pipinato e Carlo DellasegaCoordina: Marco PontoniUn momento per affrontare le ragioni della solidarietà e della cooperazionecon l’Africa come atto dovuto di riparazione e giustizia.ore 20.30 |Teatro SocialeTavola rotonda “Quale futuro per l’Africa”Coordinano: Enrico Franco e don Ivan MaffeisPartecipano:mons. Luigi Bressan, Lia Giovanazzi Beltrami, padreGiuseppe Filippi, padre Gabriele Ferrari, Eugenio Melandri,Jean Léonard TouadiÈ precisa responsabilità dell’Europa mettersi a disposizione della crescitaumana, sociale, economica dei Paesi africani. Il vantaggio sarà reciproco,nel segno della pace, dello sviluppo sostenibile e di un ordine mondialeimprontato all’equilibrio e alla giustizia. I prossimi anni saranno decisivi peril futuro dell’Africa e per il futuro dell’Europa.13


Sabato 3 ottobreore 14.30 |Giardino Centro servizi culturali S. ChiaraSpazio famiglie: intrattenimento e laboratori “africani”dedicati ai bambiniIncontro dei missionari con i genitoriMerenda con i prodotti del commercio equo e solidaleUno spazio organizzato su più settori per far incontrare le famiglie con ilmondo missionario. Un percorso a tappe dedicato ai bambini per aiutarli aconoscere alcuni aspetti dell’Africa attraverso i racconti di missionari, laboratoridi musica, danza e disegno. Un angolo morbido in cui accomodarsicon i più piccoli. Alcuni missionari saranno a disposizione per una chiacchieratalibera con i genitori.ore 19.00 |Duomo di TrentoVeglia missionariaVicini, con la preghiera, a chi si trova dall’altra parte del pianeta e spende lasua vita nell’annuncio del Vangelo. A chi decide di donare la sua vita ai bisognosi.A chi soccorre popolazioni provate da guerre, carestie, povertà. Aloro e a “Tutte le Chiese per il mondo” è dedicata questa veglia missionariache chiude l’incontro del Trentino con i suoi missionari in Africa.14


…in attesadei MissionariVenerdì 18 settembreSala Filarmonica, Rovereto, (c.so Rosmini 86) - ore 20.30“Il Trentino tra missionee solidarietà”Intervengono:mons. Luigi Bressane Lia Giovanazzi BeltramiGiovedì 24 settembreBiblioteca Comunale di Trento - ore 18.30Presentazione del librodi Anna Maria Gentili“Il leone e il cacciatore”Storia dell’Africa sub-saharianaRipercorrere la storia contemporanea dell’Africa, dall’abolizionedella tratta atlantica alla spartizione fra le grandipotenze, a cui seguono decenni di dominio coloniale, significatentare di cogliere la natura del cambiamento e dianalizzare i problemi politici ed economici di integrazionenazionale e di sviluppo dei paesi di nuova indipendenza,in un contesto internazionale in rapida ristrutturazione versola globalizzazione.15


Anche il leone deve avere chi racconta la sua storia.Non solo il cacciatore.Chinua AchebeCORSO DI FORMAZIONEAfrica e Cooperazione Internazionaledal dopoguerra ad oggiLa nozione di Cooperazione emerge nel dopoguerra: la durata,gli obiettivi, le modalità, i suoi limiti hanno alimentatoteorie plurime e dato vita ad una letteratura sterminata. Undibattito a tutto tondo attorno ad una sfida centrale nellerelazioni internazionali.La Cooperazione nasce al fine di creare un mondo libero,laddove necessario, permettere scambi, assicurare pace egarantire il perpetuare di un certo ordine internazionale. Direcente, l’anarchia internazionale e il primato che stannoconquistando le ragioni della sicurezza rendono sempre piùdifficile la Cooperazione.E’ opportuno fermarsi a riflettere e parlare del mutato quadrointernazionale all’interno del quale noi pensiamo edagiamo e di come esso limiti le possibilità e le capacità diagire. L’Africa, più di altri continenti, è al centro di questodibattito.Destinatari:Il corso è rivolto a tutti ed in particolare agli operatori della Solidarietàinternazionale, ad insegnanti, a studenti (fino a 30 partecipanti).Relatrice:Prof.ssa Anna Maria Gentili – Università degli Studi di Bolognae membro del Comitato Scientifico del Centro per la Formazionealla Solidarietà Internazionale.Metodologia:Corso in tre serate: la prima parte della serata introdurrà conalcuni elementi storico/istituzionali la seconda parte, maggiormentededicata al ruolo della cooperazione internazionale nellevarie fasi. Le serate hanno un carattere seminariale e alternanomomenti di lezione frontale a momenti di confronto/scambio tra ipartecipanti.Sede del corso, info ed iscrizioni:Centro per la Formazione alla Solidarietà Internazionale38122 Trento - Vicolo San Marco 1Tel. 0461/263636 - e-mail: paola.zanon@tcic.eu16


Lunedì 21 settembre18.00 - 22.00• Complessità e diversità dell’Africa subsahariana. Lerappresentazioni dell’Africa. Decolonizzazione e indipendenze:priorità e rapporti di forza nella ricostruzionedel sistema internazionale postbellico• Il significato di sviluppo e cooperazione degli anni ’60e ’70: cittadinanza e integrazione nazionale, responsabilitàdegli stati nella estensione della gestione deibeni pubblici e la strategia dei “bisogni di base”Martedì 22 settembre18.00 - 22.00• L’Africa indipendente: ideologia, costituzionalismoe partito unico, regimi militari. La crisi dell’economiainternazionale negli anni ’70; le grandi emergenzenaturali e umanitarie.• Sviluppo e Cooperazione degli anni ’80 e ‘90: programmidi aggiustamento strutturale, apertura al mercato el’emergere della società civile e dei “diritti umani”Mercoledì 23 settembre18.00 - 22.00• Democratizzazione, decentramento e cittadinanza,conflitti: quale ruolo nella ricostruzione degli stati, deisistemi politici e economici e nell’integrazione nazionaleper la società civile. Forme storiche e ruoli politicidelle autorità tradizionali.• La Cooperazione dal 2000 ad oggi: stati “fragili”, la lottaalla povertà nel contesto della politica di sicurezzainternazionale.17


Intervengono:Giorgio AbramMissionario dei Padri Conventuali, di Ronzone, inGhana dal 1976. Una delle massime autorità al mondosu aspetti legati alla lebbra e dell’Ulcera del Buruli.Giulio AlbaneseRomano, missionario comboniano, ha vissuto in Africaper diversi anni con la duplice attività di giornalistae missionario. E’ stato per alcuni anni in Kenya, direttoredi New People Media Centre, e altre due testatein lingua inglese sulla attualità africana. Nel 1997 hafondato MISNA, Agenzia di stampa missionaria online. E’ collaboratore di varie testate giornalistiche.Attualmente è direttore di Popoli e Missione. Ha pubblicatoanche alcuni libri. Nel luglio 2003 il presidenteCiampi lo ha insignito del titolo di Grand’Ufficiale dellaRepubblica Italiana per meriti giornalistici nel suddel mondo.Lia Giovanazzi BeltramiAssessore provinciale alla Solidarietà internazionalee alla Convivenza.Luigi BressanArcivescovo di TrentoBeppino CalderaDirettore del Centro Missionario diocesano e dellaFondazione “Migrantes”. Missionario fidei donum inBrasile dal 1981 al 1998.Franco CellanaMissionario della Consolata di Tiarno di Sopra.Dal 1978 in Tanzania ha lavorato a Matembwe(Njombe), a Iringa come amministratore regionale, aIgwachanya come parroco. Eletto nel 1993 a Romaconsigliere generale dell’Istituto. Dal 2000 torna in18


Africa, in Kenya. Nel 2006 è stato eletto SuperioreRegionale dei missionari della Consolata della regioneKenya.Maria De Lourdes JesusNata a Capoverde. Laureata in pedagogia, giornalista,scrittrice, ha collaborato con il programma RAI“Nonsolonero”, prima rubrica della TV italiana dedicataal tema dell’immigrazione.Lorenzo DellaiPresidente della Provincia autonoma di Trento. Fra lealtre, ha mantenuto le competenze relative alle politichegiovanili e all’emigrazione.Carlo DellasegaDirettore della Federazione Trentina dellaCooperazioneGabriele FerrariSaveriano di Rovereto. Consacrato sacerdote nel1964.Partito per il Burundi nel 1966. Alla direzione generaledal 1971 al 1989 e alla Delegazione centrale per seianni (1990-96). Nuovamente in Burundi fino al 2000Di nuovo richiamato alla Direzione generale, è nominatodirettore dei corsi di formazione permanente aTavernerio, si reca però ogni anno in Burundi doveinsegna ecclesiologia nel Seminario Maggiore di Gitega.Giuseppe FilippiComboniano di Baselga del Bondone, dal 1978 inUganda è anche dal 1980 al 1986 insegnante, padrespirituale e direttore diocesano per le vocazioni;a Kampala come direttore vocazionale dei missionaricomboniani in Uganda, dal 1987 al 1989; nel 1991viene eletto capitolare e nominato membro della19


commissione preparatoria del Capitolo Generale; dal1999 apre la nuova struttura formativa nella provinciadel Malawi-Zambia. E’ eletto superiore provincialedell’Uganda dal gennaio 2005 e nominato vescovo inUganda nel 2009.Alberto FolgheraiterGiornalista RAIEnrico FrancoDirettore Corriere del TrentinoNicoletta GattiNata a Rovereto. Missionaria in Etiopia, dal 2004 formatricein Ghana. Corsi condivisi con teologhe musulmanesulla comprensione del testo sacro e percorsitematici.Anna Maria GentiliProfessoressa di Storia e Istituzioni dei Paesi Afro-Asiatici alla facoltà di Scienze Politiche di Bologna.Tra i paesi africani segue in modo particolare il Mozambicoe la Tanzania, coniugando ricerca ed azionedi campo. Ha contribuito all’istituzione della laureatriennale e specialistica in Cooperazione allo Sviluppoa Bologna. Membro di numerosi comitati scientificitra i quali: il Centro per la Formazione alla SolidarietàInternazionale di Trento e la rivista di studi di confinitra Africa, Mediterraneo e Medio Oriente, Afriche eOrienti. Autrice di testi di storia dell’Africa sub-sahariana,è presidente del Centro di documentazioneAmilcar Cabral su Asia, Africa e America Latina delComune di Bologna.Abune Musiè GhebreghiorghisVescovo di Emdibir in Etiopia, frate cappuccino, haprestato per molti anni servizio di evangelizzazionenella missione del Guraghe (Etiopia).20


Pierangelo GiovanettiDirettore del quotidiano “L’Adige”Ivan MaffeisDirettore del settimanale “Vita Trentina” e della Radio“Studio 7”Tiziano MarsonDirettore del quotidiano “Trentino”Maria Amabile MartinelliMissionaria Comboniana di Calceranica, ha operatoin Uganda, Etiopia, Chad, dedicandosi in modo particolarealla chirurgia. Ha coordinato una ricerca sulleattività dei Religiosi nella lotta all’HIV e AIDS.Sanou MbayeSenegalese, ex funzionario della Banca Africana perlo sviluppo, è oggi editorialista economico e finanziarioe scrittore di libri che analizzano la situazioneafricana.Eugenio MelandriMissionario Saveriano, fondatore e coordinatore dell’Associazione“Chiama l’Africa”, dirige la rivista “Solidarietàinternazionale” dalle cui pagine segue criticamentele vicissitudini della cooperazione.Bruna MenghiniMissionaria delle Suore Francescane Missionarie diMaria, nativa di Brez.Partita per la missione nel 1963, ha speso quasi 50anni tra Tunisia, Algeria e Libia.Pedro MiguelAngolano, filosofo, antropologo e scrittore. Docentepresso l’Università degli studi di Lecce.21


Luigi MoserMissionario comboniano di Palù di Giovo.Partito per la prima volta per il Congo nel 1971, dopo10 anni tra gli Azande ed i Mangbetu, dal 1983 al1993 è stato parroco di S. Mbaga nella periferia diKinshasa. Per 7 anni ha diretto il centro audiovisivodei Comboniani a Verona con l’équipe di Nigrizia eora, da 8 anni, è di nuovo a Kinshasa ove dirige la radiodiocesana Elikya (Speranza). E’ presidente dellaCommissione Diocesana dei media.Adolfo Pérez EsquivelPacifista argentino, promotore dei diritti umani. PremioNobel per la pace nel 1980. Dal 2003 è presidentedella Lega internazionale per i diritti umani e laliberazione dei popoli e membro del Tribunale popolarepermanente.Fabio PipinatoDirettore di Unimondo. Cura le pubbliche relazioni diTree is Life – Kenya. E’ direttore della sede regionaledella Fondazione Fontana; Vice Presidente delCentro di Formazione alla Solidarietà Internazionalee membro del Comitato Scientifico di Polemos.itMarco PontoniGiornalista. Ha pubblicato con il fotografo MassimoZarucco il libro “Mozambico, l’orgoglio di un popolo.Elio SommavillaInsegnante all’Università di Ferrara negli anni dal1960 al 1981 e dal 1986 al 1992. Dal 1980 si occupadi coordinare le attività umanitarie in Somalia. Dal1992 fidei donum in Somalia.22


Jean Léonard TouadiPolitico, accademico, scrittore e giornalista italiano,originario della Repubblica del Congo, Touadi è unodei pochi politici italiani d’origine africana. Laureato infilosofia, in Giornalismo e Scienze politiche, insegnaalle Università di Bologna, Milano e Roma Torvergata.Dirige il programma di Rai Due e Rai Storia “unmondo a colori” e scrive per la rivista Nigrizia. E’ ilprimo parlamentare di colore della storia italiana.Ba Ka Khosa UngulaniScrittore mozambicano, nato a Inhaminga (Sofala)nel 1957. E’ una delle voci più significative della nuovagenerazione di autori mozambicani, non più totalmentecoinvolti nella descrizione e critica al colonialismo,ma protesi a riappropriarsi della storia africana.Dores VillottiMissionaria delle Suore della Provvidenza. Nata aSegonzano, lavora in un centro polifunzionale perbambini ed anziani a Kouvè (Togo).Massimo ZaruccoFotografo. Compie numerosi viaggi in vari continenti,dedicandosi sempre più al ritratto e al reportage.Massimo ZorteaTrentino. Presidente dell’Organizzazione V.I.S. (VolontariatoInternazionale per lo sviluppo).23


TunisiMaroccoAlgeriaWestern SaharaMauritaniaSenegalGambiaGuineaSierra LeoneCosta d’AvorioMaliBurkina FasoNigeriaNigerLiberiaGli stati interessati inAfricaGhanaBeninTogoEq. GuineaCameroGabonAngolaAngolaBurundiCamerounCiadCosta d’AvorioDjibutiEgittoEritreaEtiopiaGhanaGuinea EquatorialeKenyaLiberiaLibiaMadagascarMaroccoMozambicoR. D. CongoRep. CentrafricanaRep. Du BeninSierra LeoneSomaliaSudafricaSudanTanzaniaTogoTunisiaUgandaZimbabweNamibia24


aLibiaEgittoChadSudanEritreaDjiboutiRep. CentrafricanaEtiopiaunSomaliaRep. CongoR. D. CongoUgandaRwandaBurundiKenyaTanzaniaBotswanaZambiaZimbabweMalawiMozambicoMadagascarLesothoSwazilandSudafrica25


Missionari Trentini in AfricaNome Paese di origine Luogo di missioneMaggiorino Madella Vigo Lomaso AngolaModesto Todeschi Montesover BurundiGabriele Ferrari Rovereto -S. Marco BurundiAgostino Bazzoli Roncone CamerounLina Caliari Cavrasto CamerounGiovanna Mariadi Gesù GottardiRovereto - S. MarcoCamerounSergio Janeselli Trento - S. Apolinare CamerounRenzo Larcher Mezzomonte CamerounGuido Piva Castagnè -S. CaterinaCiadCarmelina Odorizzi Albiano Costa d’AvorioMarisa Piva Canale di Pergine Costa d’AvorioOnorina Viviani Giustino Costa d’AvorioSaveriana Moratelli Vigolo Vattaro EgittoMaria Rosa Sicher Tavon EgittoMaria AgneseManzanaMoriEritreaEleonora Pilati Pressano EritreaEzio Tonini Terlago EritreaAlice Alberti Grumes EtiopiaPaolo Angheben Riva di Vallarsa EtiopiaM. Raffaella Bertuzzi Albiano EtiopiaGiuseppe Larcher Taio EtiopiaFabio Lucian Tonadico EtiopiaBruno Maccani Tres EtiopiaCornelio Menegatti Segonzano EtiopiaGian Pietro Smalzi Vermiglio EtiopiaGiorgio Abram Trento - Cristo Re GhanaValerio Dominici Romallo GhanaNicoletta Gatti Lizzanella GhanaArcadio Sicher Coredo GhanaEnrico Zeni Cles Guinea EquatorialeFrancesco Avi Baselga di Pinè KenyaFranco Cellana Tiarno di Sopra KenyaVito Dominici Romallo KenyaM. Palmira Franch Cloz Kenya26


Nome Paese di origine Luogo di missioneAldo Giuliani Romeno KenyaMario Lacchin Trento - S. Cuore KenyaNunzia Manica Castellano KenyaGerardo Martinelli Ronzo Chienis KenyaGuido Motter Tenna KenyaCorona Nicoluzzi Besenello KenyaGuido Oliana Roncone KenyaEgidio Pedenzini Novaledo KenyaMaria Gabriella Vicenzi Pannone KenyaGiuseppe Zencher Rovereto - S. Giorgio KenyaGabrielita Zorzi Samoclevo KenyaGaudenzina Aricocchi Praso LiberiaBruna Menghini Brez LibiaMaurizio Lucian Tonadico MadagascarLanfranco Tabarelli Faver MadagascarErsilia Mantovani Gavazzo - Cologna MaroccoPiergiorgio Armellini Trento - Santissimo MozambicoVittorino Biasiolli Monteterlago MozambicoMaria Grazia Emanuelli Sabbionara MozambicoLodovico Festi Savignano MozambicoIlario Lorenzi Fornace MozambicoCelestino Miori Lon di Vezzano MozambicoMaria Laura Pegoretti Trento - S. Giuseppe MozambicoFranco Pinna Andalo MozambicoRenato Rosanelli Tenna MozambicoGiuseppe Ruffini Pellizzano MozambicoEzio Toller Segonzano MozambicoGiovanni Tomas Imer MozambicoLorenzo Turrini Lover MozambicoGabriele Visintin Merano - Maria Assunta MozambicoMaria Jolanda Bertuzzi Albiano R. D. CongoTullio Donati Dasindo R. D. CongoDelia Guadagnini Predazzo R. D. CongoLuigi Moser Palù di Giovo R. D. CongoGiovanni Pross Volano R. D. CongoElisabetta Sommavilla Campitello di Fassa R. D. Congo27


Missionari Trentini in AfricaNome Paese di origine Luogo di missionePaolo Tabarelli Faver R. D. CongoCorrado Tosi Balbido R. D. CongoRenzo Travaglia Cavedine R. D. CongoAntonio Trettel Sagron - Mis R. D. CongoMariano Prandi Varignano R. D. CongoAgnese Giovanazzi Arco Rep. Du BeninLina Ravanelli Albiano Rep. Du BeninLuciano Peterlini Rovereto - S. Marco Sierra LeoneElio Sommavilla Moena SomaliaAldo Chistè Pietramurata Sud AfricaCumer Marina Vallarsa Sud AfricaGiuseppe Delama Trento - S. Antonio Sud AfricaGuido Felicetti Moena Sud AfricaGiuseppe Sandri Faedo Sud AfricaPierina Carli Maria Vigo Lomaso SudanFrancesco Debertolis S. Mart. di Castrozza SudanRaniero Iacomella Pieve di Bono SudanMaria GiuseppinaMargoniMaria AmabileMartinelliVillazzanoCalceranicaSudanSudanTarcisio Pilati Pressano SudanCarlo Plotegheri Trento - S. Giuseppe SudanNorberto Stonfer Ville di Giovo SudanCamillo Calliari Romeno TanzaniaOscar Girardi Roverè della Luna TanzaniaElio Pozza Valfloriana - Casatta TanzaniaLidia Rosanelli Tenna TanzaniaRemo Villa Mori TanzaniaBruno Gilli Albiano TogoFabio Gilli Albiano TogoGiuliana Gozzi Grigno TogoOlivo Pisoni Calavino TogoDores Villotti Segonzano TogoMaria Assunta Zecchini Molina di Ledro TogoFranco Bertò Spormaggiore Uganda28


31615 1110212TrentoI luoghi degli incontri30


481314179561234567Auditorium S. ChiaraBiblioteca ComunaleCasa Base.Centro di Formazioneper la Solidarietà InternazionaleCentro Missionario DiocesanoDuomoFacoltà di Sociologia -Aula KesslerFondazione Bruno Kessler -Sala conferenze8910111213141516Largo CarducciPalazzo Calepina.Sala Fondazione CaritroPalazzo della Provincia -Sala DeperoPalazzo FestiPalazzo GeremiaPiazza GarzettiTeatro CuminettiTeatro SocialeVia Manci31

More magazines by this user
Similar magazines