disciplina dei criteri e delle modalità di concessione dei contributi in ...

provincia.pordenone.it

disciplina dei criteri e delle modalità di concessione dei contributi in ...

Regolamento provinciale per la concessione di contributi ai Comuni dellaprovincia di Pordenone al fine di sostenere le attività organizzate e svoltenelle fattorie sociali a favore di persone che presentano forme di fragilità odi svantaggio psicofisico o sociale.CAPO IARTICOLAZIONE DEL PROCEDIMENTO CONTRIBUTIVOArticolo 1(Finalità, ambito di applicazione e regime di incentivazione)1. Il presente capo disciplina i criteri e le modalità per la concessione dei contributi previsti dall’articolo 23,comma 1, lettera b) della Legge Regionale 4 giugno 2004, n. 18, a favore dei Comuni ubicati nel territorio dellaprovincia di Pordenone, per sostenere le attività organizzate e svolte nelle fattorie sociali - inserite nell'Elencoregionale tenuto e reso pubblico dall’Agenzia regionale per lo sviluppo rurale - ERSA - a supporto di personeche presentano forme di fragilità o di svantaggio psicofisico o sociale.2 Per Fattorie Sociali, così come individuate dall’art. 6 del D.P.Reg. n. 7/Pres del 22 gennaio 2010, si intendonoquelle fattorie didattiche che estendono i loro servizi a favore di persone che presentano forme di fragilità o disvantaggio psico-fisico o sociale o a fasce di popolazione che presentano forme diverse di disagio sociale,attraverso l’offerta di servizi educativi culturali di supporto alle famiglie ed alle istituzioni didattiche. Nellefattorie sociali spazi e/o coltivazioni appositamente creati vengono dedicati alle visite e ai soggiorni di gruppimisti di operatori e persone svantaggiate che, con cadenza da progetto, frequentano l’azienda.3. Con il presente regolamento si dà atto e si presuppone che l’Amministrazione Comunale, per definire leattività da organizzare e svolgere presso le Fattorie Sociali di cui al precedente comma 1 e per l’individuazionedelle stesse, stabilisca autonomamente le procedure da seguire nel rispetto dei criteri di economicità, diefficacia, di pubblicità e di trasparenza, secondo le modalità previste dalla legislazione vigente nonché daiprincipi dell'ordinamento comunitario e dalle linee guida per la definizione dei Piani di Zona (PdZ)Articolo 2(Modalità di presentazione delle richieste di contributo)1. La domanda di contributo, compilata su modello predisposto dall’Amministrazione Provinciale, sottoscrittadal legale rappresentante dell’Amministrazione Comunale richiedente, dovrà pervenire alla Provincia diPordenone – Servizio Agricoltura - entro il 31 ottobre dell’anno solare antecedente a quello di avvio delle attivitàattinenti alla realizzazione del Progetto.2. La domanda di cui al precedente comma 1 avrà come oggetto la richiesta di un contributoall’Amministrazione Provinciale finalizzato a sostenere i costi delle attività organizzate e svolte nelle fattoriesociali a favore di persone che presentano forme di fragilità o di svantaggio psicofisico o sociale. Dette attivitàsono preliminarmente definite nel Progetto approvato dall’Amministrazione Comunale che richiede ilcontributo.3. Alla domanda di cui al precedente comma 1 dovrà essere allegata la seguente documentazione:a) relazione di Progetto sviluppata come segue:- illustrazione del progetto;- tipologia e numero di utenti che usufruiranno delle attività organizzate nell’arco temporale definito inprogetto, declinati anche per singolo anno;- cronoprogramma delle attività da porre in essere lungo lo svolgimento del Progetto;


- costi necessari per lo svolgimento delle attività programmate, declinati – nel loro complesso - persingolo utente e con riferimento ad ogni singolo anno della programmazione, qualora questa siapluriennale;- copia del parere espresso dall’Ambito Distrettuale e dall’ASS competente laddove il progetto assuma uncarattere terapeutico;b) provvedimento della Giunta Comunale ove si delibera l’approvazione del Progetto e si dà atto della coperturafinanziaria dello stesso;c) documentazione relativa all’iscrizione della Fattoria Didattica, coinvolta nel progetto, nell’apposito Elencoregionale delle Fattorie Sociali;d) descrizione ed esplicitazione puntuale e documentata dei fattori di valutazione di cui all’allegato 1 delpresente regolamento ();e) copia di un valido documento d’identità del legale rappresentante.4. Le domande di contributo, di cui al precedente comma 1, vanno presentate all’Ufficio Protocollodell’Amministrazione Provinciale di Pordenone (Largo San Giorgio, 12 – Pordenone – 33170) o inviate conposta elettronica certificata (PEC) entro il termine di cui al comma 1 medesimo. Nel caso di inoltro tramitemezzo postale la domanda è inviata mediante raccomandata con ricevuta di ritorno; a tal fine fa fede la data deltimbro postale. Nel caso di consegna a mano, ai fini dell’osservanza dei termini, fa fede la data del timbro delprotocollo.5. Qualora vengano presentate istanze incomplete, carenti, non sufficientemente motivate o non predispostesull’apposita modulistica reperibile presso gli Uffici provinciali o sul relativo sito internet, l’Unità Organizzativacompetente per l’istruttoria provvederà a richiedere al Comune beneficiario l’invio della documentazionemancante ovvero l’integrazione della documentazione e delle informazioni incomplete, nonché ogni elementonecessario a verificare i dati tra loro contrastanti. Gli interessati sono tenuti a fornire quanto richiesto entro iltermine di 15 giorni dalla data del ricevimento dell’apposita comunicazione, a pena di rigetto dell’istanza.Articolo 3(Spese ammissibili)1. Sono ammesse a contributo le spese sostenute dall’Amministrazione Comunale per lo svolgimento delleattività del Progetto approvato dalla medesima, così come definite e caratterizzate nella relazione allegata alladomanda di contributo.2. Ai fini del presente regolamento, nella definizione dell’entità del contributo concedibile il parametro diriferimento-guida per la concessione del medesimo è esclusivamente il costo sostenuto per lo svolgimento delleattività progettuali declinato per singolo utente (pro-utente) di cui al precedente articolo 2, comma 3, lettera a).3. Il costo pro-utente, di cui al precedente comma 2, dovrà essere definito dall’Amministrazione Comunaleistante che ne dà evidenza, adeguatamente argomentata, nella relazione (cfr. precedente articolo 2, comma 3,lettera a) allegata alla domanda di contributo.Articolo 4(Istruttoria e criteri di concessione dei contributi)1. Il Servizio Agricoltura della Provincia di Pordenone - accertate la ricevibilità dell’istanza presentata dalComune e l’iscrizione della fattoria didattica, coinvolta nel progetto, nell’Elenco regionale delle fattorie sociali -avvia il procedimento e dà seguito allo svolgimento dell’istruttoria tecnico-amministrativa sulla base delladocumentazione allegata all'istanza citata.


2. Il contributo può essere concesso nella misura massima dell’80% del costo pro-capite dell’utenza per iprogetti realizzati.3. In ogni caso, per ogni singola istanza di contributo, la misura massima del contributo concedibile in un annonon potrà risultare superiore ad € 50.000 .4. Nel caso in cui in cui la dotazione finanziaria non sia sufficiente a soddisfare tutte le domande presentate, ilcontributo sarà assegnato a favore dei beneficiari individuati sulla base della graduatoria redatta ai sensi delsuccessivo articolo 5, sino ad esaurimento dei fondi disponibili.5. Il Servizio Agricoltura, svolta l’istruttoria delle domande presentate, redige la graduatoria dei beneficiarisecondo quanto stabilito dal successivo articolo 5, informa la Giunta Provinciale sull’esito complessivodell’istruttoria medesima e dà quindi seguito a tutti i provvedimenti di competenza fino alla conclusione delprocedimento.Articolo 5(Criteri di selezione e di attribuzione del punteggio finalizzati alla redazione della graduatoria)1. La graduatoria dei richiedenti ammissibili a contributo viene definita in base ai fattori riportati nella tabella inallegato (All. 1, ).2. Il punteggio derivante da ognuno dei parametri adottati ed attribuibile al progetto sarà pari al prodotto tra il“peso” dello stesso e i coefficienti adimensionali il cui valore, compreso tra 0 e 3, esprime la presenza/assenza diun determinato requisito o il grado di soddisfacimento dello stesso.3. I parametri di valutazione individuati prevedono tre tipologie di coefficienti predefiniti:a. coefficiente predefinito associato alla presenza di un determinato requisito;b. coefficiente predefinito associato ad un giudizio quantitativo (“maggiore di”, “minore di”) su datioggettivi, espresso in fase di procedimento istruttorio;c. coefficiente predefinito associato a valori, contesti e fatti tecnici che, oggettivamente, stante lacomplessità di valutazione non può essere definito in sede regolamentare se non nella sua massimamisura di incidenza. Detto valore è stabilito, in un’ottica di integrazione socio-sanitaria unitaria e/o dipolitica sociale unitaria, dall’organo competente in materia sanitaria in sede di valutazione complessivadella progettualità prima dell’approvazione del progetto da parte del Comune.4. Il punteggio totale assegnato a ciascun progetto ai fini della predisposizione della graduatoria di merito saràdato dalla somma dei punteggi assegnati allo stesso per ognuno dei parametri di valutazione considerati, fino adun massimo di 100 punti. In caso di parità di punteggio, sarà finanziato il progetto presentato per primo in ordinecronologico. A tal fine farà fede esclusivamente il numero assegnato all’istanza di contributo all’atto dellaprotocollazione della Provincia.5. Le iniziative selezionate saranno ammesse a finanziamento, secondo l’ordine di graduatoria, sino adesaurimento delle risorse disponibili.Articolo 6(Rendicontazione e modalità di erogazione del contributo)1. Ai fini della liquidazione del contributo, il resoconto consuntivo ad essa finalizzato andrà presentato dalComune entro e non oltre un anno dalla data di comunicazione della concessione del contributo medesimo (fafede la data di ricevimento della comunicazione), con allegata la seguente documentazione:a) atto ricognitivo, a firma del responsabile del procedimento, da cui risultino:


(Restituzione delle somme erogate)1. Qualora da verifiche e controlli - disposti dalla Provincia successivamente alla conclusione dell’itercontributivo - emergessero irregolarità nell’utilizzo delle somme erogate, le stesse dovranno essere restituitesecondo quanto disposto dall’articolo 49 della L.R. 20 marzo 2000, n. 7.Articolo 9(Cause di diniego, revoca, decadenza,sospensione dell’erogazione del contributo)1. L’Amministrazione Provinciale di Pordenone procederà all’adozione dei provvedimenti di diniego, di revoca,di decadenza o di sospensione dell’erogazione del contributo, qualora si riscontrino:a) la non veridicità del contenuto delle dichiarazioni rese in base alla vigente normativa in materia diautocertificazioni e di dichiarazioni sostitutive di atto notorio;b) il mancato rispetto dei termini previsti dal presente regolamento (in tema di presentazione dell’istanza erelativi allegati, di produzione di integrazioni documentali, di invio del resoconto consuntivo);c) il difetto di una o più condizioni di ammissibilità quali previste da questo testo normativo.Articolo 10(Computo dei termini)1. Ai fini del computo di ogni termine previsto dal presente regolamento, si stabilisce qui che trovanoapplicazione le seguenti disposizioni dell’art. 2963 C.C. (termini in tema di prescrizione): la computazione ha come riferimento il calendario civile; non si computa il giorno nel quale cade il momento iniziale; la scadenza del termine si verifica allo spirare dell’ultimo istante del giorno finale; se il termine cade di giorno festivo, è prorogato di diritto al giorno seguente non festivo.Articolo 11(Controlli)1. La Provincia attua controlli ed ispezioni sugli interventi contributivi previsti dal Capo I ai sensi del D.P.R. n.445/2000, della L.R. n. 7/2000 e dei Regolamenti Provinciali vigenti in materia di verifiche a campione sulleautocertificazioni e sulle dichiarazioni sostitutive di atto notorio.Articolo 12(Termine per la conclusione dei procedimenti)1. Come disposto dal Regolamento sul procedimento amministrativo, approvato con atto di C.P. n.5 del24/03/2011 ed in vigore dal 14/04/2011, i termini per la conclusione dei procedimenti contemplati dal presenteregolamento vengono fissati in 180 giorni decorrenti (per ciascuna tipologia di contributo):a. dalla data di scadenza del termine previsto per la presentazione della domanda, per quanto riguarda laredazione del provvedimento di concessione del contributo o di eventuale diniego;b. dalla data di presentazione del resoconto consuntivo, per quanto riguarda la redazione del provvedimento dierogazione del contributo o di eventuale revoca dello stesso.Articolo 13(Rinvio)1. Per quanto non espressamente previsto dal presente regolamento, si applicano le disposizioni di cui ai Titoli IIe III della Legge Regionale 20 marzo 2000, n. 7 (Testo unico delle norme in materia di procedimento


amministrativo e di diritto di accesso), secondo quanto stabilito dall’art. 2, comma II-bis della legge regionalemedesima.2. Ogni successiva modificazione e/o integrazione al D.P.R. n. 445/2000, alle Leggi Regionali n. 7/2000 e n.18/2004 ed al D.P.Reg. n. 7/Pres. dd. 22 gennaio 2010, riguardanti norme e/o disposizioni contenute in questoregolamento o a cui esso si richiami, saranno da ritenersi automaticamente inserite all’interno del regolamentomedesimo (c.d. clausola di rinvio dinamico).Art. 14(Pubblicità)1. Ad avvenuta esecutività della deliberazione consiliare di approvazione, il presente regolamento è pubblicato -unitamente all’allegato (All. 1) - nella sezione“Regolamenti” del sito Internet della Provincia di Pordenone.Articolo 15(Entrata in vigore)1. Questo regolamento entra in vigore dopo quindici giorni dalla pubblicazione della relativa deliberazioneconsiliare di approvazione c/o l’albo pretorio on line dell’Ente.2. Esso trova applicazione anche per i procedimenti già avviati prima della sua entrata in vigore, purché riferibilial solo anno 2011.


Elenco firmatariATTO SOTTOSCRITTO DIGITALMENTE AI SENSI DEL D.P.R. 445/2000 E DEL D.LGS. 82/2005 E SUCCESSIVE MODIFICHE EINTEGRAZIONIQuesto documento è stato firmato da:NOME: SERGIO BERGNACHCODICE FISCALE: BRGSRG55M22C758UDATA FIRMA: 14/10/2011 01:00:56IMPRONTA: 138C1B281A18F73CC38AA65515AF8FA05DB838B911609B716374021517D4FFFD5DB838B911609B716374021517D4FFFD9D7625247FEE9DC6E5D1AE7B0630C8A59D7625247FEE9DC6E5D1AE7B0630C8A584F745451D65897CDC8842E24571F1BF84F745451D65897CDC8842E24571F1BFF1F37BD788ED58C3FC2EF9500BA79F6C

More magazines by this user
Similar magazines