13.07.2015 Views

Formato pdf - Ambasciata d'Italia a Budapest

Formato pdf - Ambasciata d'Italia a Budapest

Formato pdf - Ambasciata d'Italia a Budapest

SHOW MORE
SHOW LESS

You also want an ePaper? Increase the reach of your titles

YUMPU automatically turns print PDFs into web optimized ePapers that Google loves.

6/2013Periodo:6/4/2013-19/4/2013


ANDAMENTO MACROECONOMICOPiano di convergenza ungherese nonprevede misure di austeritàAlla presentazione del piano ungherese diconvergenza, il Ministro dell’Economia NazionaleMihàly Varga ha dichiarato alla stampa che nonsono previste ulteriori misure correttive perraggiungere l’obiettivo del 2,7% del rapportodeficit/PIL per il 2013. Il Governo ha riveduto leprevisioni di crescita per l’anno in corso (dallo 0,9%all’attuale 0,7%) e inflazione (dal 5,2% al 3,1%). Peril 2014 la stima della crescita passa dal 2% all’1,9%previsto. Varga ha inoltre espresso la fiducia delGoverno sulla risoluzione, entro il corrente anno,della procedura per deficit eccessivo considerati idati economici positivi relativi al 2012 e al 2013.Previsioni del Piano di Convergenzaaprile 2013 - %2012 2013 2014 2015 2016Variazione PIL -1,7 0,7 1,9 2,3 2,5Deficit dei 2 2,7 2,7 2,2 1,3conti pubbliciin rapporto alPILDebito lordo in 79,2 78,1 77,2 76,1 73,4rapporto al PILTasso di 5,7 3,1 3,2 3 3inflazionearmonizzatodei prezzi alconsumo(HICP)Tasso di 10,9 10,7 10,5 10,2 9,8disoccupazioneFonte:http://www.kormany.hu/download/2/d9/d0000/Magyarorsz%C3%A1g%20konvergencia%20programja%202013-2016.<strong>pdf</strong>Piano di convergenza – Perplessitàdelle banche commerciali ungheresiZsolt Kondràt, analista della banca ungherese MKB,ha espresso stupore per l’assenza di misure diausterità nel piano di convergenza. Secondol’analista anche la revisione al ribasso del PILrisulterebbe ottimistica in previsione di unastagnazione dell’economia. Secondo EszterGàrgyàn, analista della Citibank, il Governo dovráannunciare misure di austerità ancora prima dellariunione del giugno prossimo dell’Ecofin se vorràessere esonerato dalla procedura per deficiteccessivo.Fonte: Hatc, 17/04/2013, p. 6,http://www.kormany.hu/en/ministry-for-nationaleconomy/news/convergence-programme-faster-growth-lowerdeficitFondo Monetario- “World Outlook” diaprile stima basse le previsioni dicrescitaNel World Outlook di aprile, l’Ungheria rimaneindietro in termini di crescita del prodotto internolordo rispetto agli altri Paesi della regione. Nelrapporto si legge che l’Ungheria sta affrontando iproblemi dell’alto debito pubblico, mentre lapolitica economica svolta dal Paese ha eroso lafiducia degli investitori e ridotto gli investimenti.Secondo le previsioni dell’istituzione finanziaria, ildeficit dei conti pubblici ungheresi si attesterebbe al3,2% del PIL nel 2013 e al 3,4% nel 2014.Previsioni sul deficit dei conti pubblici, % in rapport alPIL - FMI2012* 2013 2014Repubblica Ceca -1.2 0.3 1.6Turchia 2.6 3.4 3.7Polonia 2.0 1.3 2.2Romania 0.3 1.6 2.0Ungheria -1.7 0.0 1.2Bulgaria 0.8 1.2 2.3Serbia -1.8 2.0 2.0Croazia -2.0 -0.2 1.5Lithuania 3.6 3.0 3.3Lettonia 5.6 4.2 4.2* fattiFonte: Hatc, 17/04/2013, p. 7,http://www.imf.org/external/pubs/ft/weo/2013/01/<strong>pdf</strong>/text.<strong>pdf</strong>Riunione del comitato economico traUngheria e AlbaniaColloqui tra Péter Szijjártó, Segretario di Statoungherese per le relazioni esterne, e Florjon Mima,Ministro albanese per l’Economia, il Commercio el’Energia, sulle opportunità di collaborazione inAlbania nel settore energetico alla luce dei piani disviluppo della rete elettrica che collegherà l’Albaniacon il Kosovo e la Macedonia. Prospettive siaprirebbero anche per l’azienda petrolifera


ungherese Mol interessata al programma diprivatizzazione della compagnia petroliferaalbanese. L’Ungheria ha espresso anche l’interessead esportare in Albania bovini e latte. Firmatiaccordi di collaborazione tra le Camere diCommercio e le Agenzie di promozione degliinvestimenti dei due Paesi.Fonte: HATC, 11/4/2013, p. 4,http://www.kormany.hu/hu/miniszterelnokseg/hirek/szijjartopeter-energetikai-es-vizipari-egyuttmukodesrol-targyalt-albankollegajavalBank of America Merrill Lynch rivedele sue stime in positivoGli analisti della Bank of America Merrill Lynchhanno rivisto le proiezioni 2013 per l’Ungheria chepasserebbero da un declino dello 0.3% ad unacrescita dello 0.4%. La ragione sta nell’andamentodell’industria dell’automotive, nel rialzo della spesadelle famiglie nonché nel previsto piano di prestitiper le PMI da parte della Banca Centrale Tali fattorisi combinano con il taglio delle tariffe energetiche,bassa infazione e reddito disponibile delle famigliein rialzo (MH p.10; mti.hu)Fonte: HATC, 12/4/2013, p. 6,http://index.hu/gazdasag/2013/04/11/egyes_londoni_elemzok_mar_novekedest_varnak/DATI STATISTICIInflazione a marzo +2,2% su baseannuaSecondo i dati diffusi dall’Ufficio Centrale diStatistica (KSH), a marzo il tasso di inflazione è statopari al 2,2% su base annua, contro il 2,8% registratonel mese precedente. Il calo del tasso di inflazione ècollegato in parte al taglio del 10% delle tariffe dielettricitá, gas e teleriscaldamento, recentementeattuata in Ungheria. Il prezzo dei generi alimentari èinvece aumentato del 3,4% su base annua.In linea con le previsioni degli analisti delle banchecommerciali anche la Banca Nazionale Centrale(MNB) ha rivisto le previsioni al ribassodell’inflazione che nel 2013 passerebbe dal 3,5% al2,6% - si legge nell’ultima edizione del Rapportosull’inflazione. Tale fattore potrebbe portare leautorità monetarie a effettuare un ulteriore tagliodel tasso di sconto, attualmente al 5% dal 27 marzo2013. Restano tuttavia le incertezze legate alladebolezza del fiorino e all’andamento dellaproduzione agricola.Fonte: HATC, 12/4/2013, pp.4-5 ,http://www.ksh.hu/docs/eng/xftp/gyor/far/efar21303.<strong>pdf</strong>PeriodoGenerialimentariVariazione dei prezzi al consumo rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, %Bevandealcoliche etabacchiAbbigliamentoBenidurevoliElettricità, gas ealtre risorseenergeticheAltri articoli,combustibili perautotrazioneMarzo 2013 3,4 11,7 -0,4 -2,2 -8,1 1,5 3,8 2,2ServiziTotaleFondi europei - Il Governo spera dipoter erogare i restanti fondicomunitari del ciclo 2007-2013. Attesi3,4 miliardi di euro per lo svilupporurale nel prossimo periodofinanziario 2014-2020In una conferenza organizzata a Pécs, ilSottosegretario responsabile per i programmi disviluppo, Nándor Csepreghy, ha dichiarato cheentro la prima metà dell’anno si concluderà lapubblicazione dei bandi per l’utilizzo dei fondicomunitari disponibili nel periodo 2007-2013,aggiungendo che per circa il 98% del totale dellerisorse disponibili (pari a 8200 miliardi di fiorini),sono già stati pubblicati i relativi bandi ed il 90%degli appalti sono stati aggiudicati. I rimanenti bandiche verranno pubblicati nel 2013 ammontano ad unvalore di 140 miliardi di fiorini (circa 470 milioni dieuro). Nel periodo finanziario 2014-2020, l’Ungheriaintende utilizzare il 60% dei fondi disponibili per losviluppo economico e il 40% per lo svilupposettoriale. In una separata conferenza il Ministro diStato per lo sviluppo rurale Zsolt V. Németh, haenfatizzato che per lo sviluppo rurale i fondi attesidall’Ungheria ammontano a 3,4 miliardi di euro.Fonte:http://www.hirado.hu/Hirek/2013/04/16/16/NFM_ev_kozepeig_befejezik_a_2007_2013_kozotti_unios.aspx,http://www.kormany.hu/hu/videkfejlesztesi-miniszterium/videkfejlesztesert-felelos-allamtitkarsag/hirek/3-4-millio-euro-videkfejlesztesi-tamogatas-jut-magyarorszagnaka-kovetkezo-idoszakbanGennaio-Marzo 20134,4 13,2 0 -2,2 -4,5 1,8 3,5 2,9


L’obiettivo del Ministero è di creare una rete diconnessione informatica tra gli ospedali e gli entidella sanità pubblica e rendere possibile per icittadini l’accesso all’assistenza sanitaria con undocumento di identità. Nel contempo saràrealizzato un database per poter verificare se lapersona in questione ha il diritto all’assistenzasanitaria. Verrá attivato anche un servizio per ilrilascio delle ricette elettroniche.Fonte: Hatc, 18/04/2013, p. 3,http://www.medicalonline.hu/cikk/szocska_miklos_tele_van_tervekkelAZIENDEIl nuovo proprietario della Zsolnayinveste in nuovi progettiIl nuovo proprietario della fabbrica di ceramicheZsolnay, Bachar Najari, che ha rilevato il 75% delleazioni della fabbrica di ceramiche dal Comune diPécs all’inizio di quest’anno, ha avviato uninvestimento cospicuo per l’installazione di nuoviforni. Il progetto del valore di 100 milioni di fiorini(300mila euro) verrà completato entro la finedell’anno.Fonte: Hatc, 18/04/2013, p. 6La Nestlé raddoppia la capacitàproduttiva nella fabbrica di mangimiLa Nestlé Hungary ha completato un investimentodi 13 miliardi di fiorini (44 milioni di euro) nella suafabbrica di mangimi per animali sita a Bük, nellacontea di Győr-Moson-Sopron, creando 168 posti dilavoro e raddoppiando la capacità produttiva deimangimi in busta d’alluminio. Grazieall’investimento la società ha installato quattrolinee di produzione ampliando lo stabilimento da5.000 mq a 55.000. L’azienda aveva acquistato lafabbrica nel 1998, con i diritti di utilizzo del marchio“Darling”. Da allora ha investito 35 miliardi di fiorini(118 milioni di euro) nello stabilimento, hadichiarato il direttore generale Michael Nixon.Fonte: HATC, 11/4/2013, p.7,http://www.vg.hu/vallalatok/bovitette-buki-allateledeluzeme-gyartokapacitasat-a-nestle-kft-Manifestazione dei lavoratori dellaDunaferrCirca 1500 dipendenti della fabbrica di acciaioDunaferr hanno ingaggiato una protesta dinanzi alComune della città di Dunaújváros per i timori sulloro futuro occupazionale a fronte della chiusura agennaio della vecchia fonderia (che nei piani deiproprietari avrebbe dovuto essere rimodernata conun investimento cospicuo). Tale situazione sembrapreannunciare la chiusura della fabbrica e dellealtre fornaci. Il Sindaco della città, Gábor Cserna, haassicurato che il Segretario di Stato per le relazioniesterne Péter Szijjártó solleverà la questione nelcorso della sua visita a Mosca prevista per il finedella settimana, ove incontrerà il vicepresidentedella banca commerciale Vneseconombank,investitore di maggioranza nel gruppo ucrainoDonbass gestore della Dunaferr. Entro un paio disettimane ha aggiunto Cserna, si troverà unasoluzione positiva, ventilando anche la eventualenazionalizzazione della Dunaferr che rappresenta ildatore di lavoro più importante della città.L’industria siderurgica europea è in crisi, informal’associazione Eurofer nella sua newsletter di marzo.Nel 2012 la produzione di acciaio grezzo nell’UnioneEuropea è calata del 5% a seguito della contrazionedella domanda e la riduzione drastica delle scorte,mentre la quota dell’UE nella produzione di acciaioa livello globale è diminuita dell’11%. Secondo i datipubblicati da Eurofer, la produzione di acciao inUngheria è passata da 1.732.000 tonn. metriche del2011 a 1.542.000 nel 2012 con un calo dell’11%circa.Fonte: Hatc, 17/04/2013, p. 8,http://www.portfolio.hu/vallalatok/kkv/dunaferr_allami_visszavasarlasrol_is_szo_lehet.182737.html, www.eurofer.beCostruzione di azienda di riciclaggiorifiuti elettronici a KarcagNel parco industriale della città di Karcag (180 km aest di <strong>Budapest</strong>) verrà costruita un’azienda dismaltimento di frigoriferi usati e di rifiuti elettronici.L’investimento di 3,6 miliardi di fiorini (circa 12milioni di euro) è conforme alla direttiva europeasulla raccolta e smaltimento dei rifiuti elettronici lacui quota dovrà raggiungere il 65% entro il 2016. IlMinistro per lo Sviluppo Rurale, Sándor Fazekas, cheha presenziato la manifestazione organizzata in


occasione dell’avvio del progetto, ha informato chel’azienda, la cui costruzione sarà terminata entro lafine dell’anno, avrà una capacità di gestione di 22mila tonnellate annuali di rifiuti. Prevista anchel’istituzione di una rete nazionale di raccolta pressoi privati, i comuni e le catene commerciali.Fonte:http://www.kormany.hu/hu/videkfejlesztesiminiszterium/hirek/elektronikai-hulladekot-hasznosito-uzemepul-karcagonTRASPORTIAmpliamento della fabbrica OPEL aSzentgotthárdIl 9 aprile scorso sono iniziati i lavori di ampliamentodella fabbrica della casa automobilistica OPEL nellostabilimento di Szentgotthárd. Nell’ambitodell’investimento (130 milioni di euro), verràcostruita un’area operativa di 1600 mq con l’avviodella produzione di prova prevista ad aprile 2014.Con il nuovo ampliamento il totale degliinvestimenti Opel nella località di Szentgotthárdraggiunge i 1,4 miliardi di euro. La capacità totaledella fabbrica di motori “Flex” è prevista arrivare acirca 600 mila motori per anno, con il numero dioccupati che raggiungerà 1500 unità.Fonte: HATC, 10/4/2013, p. 7,http://www.portfolio.hu/vallalatok/megkezdodott_a_szentgotthardi_opel_gyar_bovitese.182408.html5 miliardi di fiorini (17 milioni dieuro) per la fabbrica di sistemifrenanti della Knorr-BremseIl fornitore automobilistico tedesco Knorr-Bremse,produttore di sistemi di freno per veicoliautostradali e ferroviari, realizzerà una nuovafabbrica di 22 mq creando 111 nuovi posti di lavoronella città di Kecskemét, capoluogo della Contea diBács-Kiskun. L’investimento viene realizzato con ilcontributo di 1,4 miliardi di fiorini (4,7 milioni dieuro) dell’Unione Europea, nell’ambito del NuovoProgramma Széchenyi. Klaus Deller, membro delconsiglio di amministrazione della società hasottolineato che la Knorr-Bremse nel 2012 erapresente in 65 Paesi e che nel 2013 costituerannoaltre 6 società. In Ungheria l’anno scorso la societàimpiegava 1800 dipendenti, di cui 800 nella città diKecskemét.Fonte: HATC, 11/4/2013, pp. 6-7,http://www.napi.hu/magyar_vallalatok/otmilliardert_fejleszt_hazankban_a_knorr-bremse.550522.htmlAutomotive -La Bosch creerà 200 postidi lavoroCon un contributo di 2,3 miliardi di fiorini (7,8milioni di euro) a fondo perduto erogati nell’ambitodel Nuovo Piano Széchenyi, la Robert Bosch Energyand Body Systems Kft. finalizzerà un investimento di6,3 miliardi di fiorini (21,3 milioni di euro)realizzando una strategia di sviluppo tecnologico edeco-compatibile. L’investimento creerà 200 nuoviposti di lavoro a Miskolc e dintorni. All’inizio del2102 il gruppo impiegava 8000 dipendenti inUngheria. La società, istituita nell’estate 2003, sioccupa della produzione di pezzi di ricambio perl’industria dell’automotive, di motori di avviamento,relais ed ingranaggi. Il gruppo Bosch è presente inUngheria con undici filiali. Nel 2011 ha realizzato unfatturato di 134 miliardi di fiorini (453 milioni dieuro), 13% in più rispetto ai risultati del 2010 ed haaumentato a 13 miliardi di fiorini (44 milioni dieuro) la quota destinata alla ricerca e sviluppo conun 18% in più, rispetto all’anno precedente.Fonte:http://www.portfolio.hu/vallalatok/kkv/200_uj_munkahelyet_teremt_a_bosch_uj_beruhazasaval.182729.htmlTreniPeter Spuhler, il proprietario-direttore generale delGruppo Stadler Rail ha dichiarato che negli ultimianni il Gruppo aveva investito 13 miliardi di fiorini(44 milioni di euro) in Ungheria. A dicembre scorsoil Governo magiaro ha firmato un accordo dicollaborazione strategica con la Stadler. La Stadler,dopo l’assegnazione di febbraio dell’appaltocongiunto della MAV Start e Gysev a suo favore,fornirà entro il settembre del 2015 48 automorici apianale ribassato.Fonte: Hatc, 19/04/2013, p. 2Wizz Air aumenta la flotta aereaLa compagnia aerea Wizz Air ha firmato a Beijingcon la ICBC Financial Leasing, un accordo di leasingper l’acquisto di otto aeromobili Airbus A320 per unvalore totale di 158 miliardi di fiorini (circa 520milioni di euro). Gli otto aeroplani sarannoconsegnati durante l’anno in corso e il 2014. In uncomunicato stampa il direttore generale della WizzAir, József Váradi, ha sottolineato che tale contratto


finanziario tra Wizz Air e ICBC risulta oggi il piu’cospicuo accordo bilaterale tra Ungheria e Cina. LaWizz Air ha in programma l’acquisto in leasing, neiprossimi cinque anni, di ulteriori 70 aeroplani.Fonte: Hatc, 19/04/2013, p. 5,http://www.vg.hu/vallalatok/turizmus/gigauzletet-kotott-akinaiakkal-a-wizz-air-401912ALTRI TEMI DI INTERESSEPiù di 300 nuovi titoli alla 20maedizione del Festival internazionaledel LibroIl Festival Internazionale del Libro di <strong>Budapest</strong>(Millenaris, <strong>Budapest</strong> 18-21 aprile), espone più di300 nuovi titoli e 400 libri di scrittori ungheresi. Ladirettrice dell’Istituto Italiano di Cultura a <strong>Budapest</strong>,D.ssa Gina Giannotti, ha sottolineato che laletteratura italiana contemporanea sarà presentatada tre scrittori quali Tullio Avoledo, Stefano Benni eNanni Balestrini.Fonte: Hatc, 18/04/2013, p. 7Opere d’arte in custodia – L’Ungheriaintende restituire opere d’arteconservate presso i MuseiL’Ufficio del Primo Ministro intende preparare unalista di opere d’arte conservate nei musei pubbliciungheresi allo scopo di restituirle ai legittimiproprietari. Lo ha annunciato il Segretario di Stato ,János Lázár nella città di Keszthely il 16 aprile u.s.all’atto della consegna di 86 oggetti d’arteconservati nel deposito museale, agli eredi dellafamiglia nobile Sigray. Lázár ha inoltre affermatoche all’interno dell’Ufficio del Primo Ministro verràcostituita entro il 1° maggio una Segreteria dei beniculturali che avrà il compito di riesaminare glioggetti affidati allo Stato nel periodo che vadall’inizio della Seconda Guerra Mondiale sino al1990. Una lista di opere d’arte, che verrà pubblicatain formato elettronico entro i prossimi 12 mesi,permetterà agli eredi di richiedere gli oggetti d’arteallo Stato ungherese.Fonte: Hatc, 17/04/2013, p. 4,http://nol.hu/archivum/lazar_es_a_nagy_visszaszolgaltatasAbbreviazioni fonti: HATC = Hungary Around the Clock; MTI = ANSA unghereseRedazione: Maria Adele Cioffi, Ibolya Kadar, Milan Solymosi

Hooray! Your file is uploaded and ready to be published.

Saved successfully!

Ooh no, something went wrong!