Sommario Rubriche - Consiglio regionale del Piemonte

consiglioregionale.piemonte.it

Sommario Rubriche - Consiglio regionale del Piemonte

Informazioni - Agenziasettimanale a cura dellaDirezione ComunicazioneUfficio StampaVia Alfieri, 15 - 10121 TorinoReg. Trib. di Torino n. 2433del 27.8.1974Direttore responsabile:Domenico TomatisIn redazione:Mario Bocchio, Gianni Boffa,Alessandro Bruno, Federica Calosso,Elena Correggia, Fabio Malagnino,Daniela Roselli, Carlo TaglianiCollaboratori:Dario Barattin, Rosa Maria Scimone,Marco Travaglini, Roberta BerteroSegreteria di redazione:Lucia Lucarelli, Loredana Russo, Piera SavinaGrafica: Carlo GaffoglioStampa: Copisteria CorniaAnno XXXVIII - n. 4 1 Febbraio 2013SommarioIn ricordo di Vittorio BeltramiProrogato l’esercizio provvisorio del bilancioNo all’autosospensione dei candidati alle PoliticheQuestion timeBrevi dal ConsiglioContro la riduzione dei servizi sociosanitariAuditi in Commissione i rappresentanti delle AtcRitardi nei pagamenti di Csi PiemonteSimonelli presidente della Commissione di GaranziaLa Consulta europea per il 2013Generazioni e libri per il Giorno della MemoriaOnline il monitoraggio sugli atti d’indirizzoEssere informati sugli atti del ConsiglioPiemonte DigitaleInfoLegLibriAccade in Piemonte12347910111213141517Rubriche18202225www.cr.piemonte.it/attivita/inforegione/uff.stampa@cr.piemonte.it


In ricordo di Vittorio Beltrami“Vittorio Beltrami è ricordato da coloro checollaborarono con lui e gli sono stati colleghiin Consiglio e in Giunta, per essere stato unapersona corretta con un garbo d’altri tempi,tenace, orientata al bene comune, capace diascoltare, rigorosa nelle proprie iniziative chesempre corrispondevano a una precisaispirazione ideale, a valori di rispetto ecorrettezza, alla base di comportamenti chehanno improntato tutta la sua vita”.Con queste parole il presidente del Consiglioregionale ha commemorato il 29 gennaio inAula consiliare la figura di uomo e di politicodi Vittorio Beltrami, consigliere regionale sindal 1970 e, dal 1985 al 1990, nella IVlegislatura della Regione Piemonte, elettosuo presidente. Erano presenti alla cerimoniai figli Claudia e Gianluca. Dopo la lungacarriera politica Beltrami si è dedicatoattivamente e con grande impegno alla Casadella Resistenza di Verbania-Fondotoce,istituzione che lui stesso aveva voluto conforza presentando una legge per istituirla inricordo dell’eccidio dei partigiani.Beltrami era nato ad Omegna (VCO) nel1926, si è spento il 29 novembre 2012. Ifunerali si sono svolti in forma privata aCambiasca il 30 novembre. Il 3 dicembre èstata celebrata una messa a Omegna a cuiha partecipato il presidente del Consiglioregionale.Alla commemorazione in Consiglio regionaleha partecipato la figlia Claudia con il maritoe anche numerosi politici e funzionariregionali che negli anni hanno collaborato conlui. Il capogruppo del Pd e un consigliere delPdl, che sono stati particolarmente vicini allafigura politica e privata di Beltrami, hannoricordato in Aula la sua passione civile e lospirito di servizio con cui ha sempre svoltol’attività politica.Anno XXXVIII - n. 4Informazioni - 1 Febbraio 2013 1


Prorogatol’esercizio provvisorio del bilancioFino al 31 marzo la Regione potràamministrare, un dodicesimo ogni mese,quanto stanziato nella proposta di bilancio,in attesa dell’approvazione del documentocontabile di previsione 2013. Così è statodeciso a maggioranza nella seduta delConsiglio regionale del 29 gennaio con 31 votifavorevoli e 18 contrari.La proroga è stata esaminata, su propostadella Giunta regionale, allo scopo di potermeglio mettere a punto la manovra finanziariaper il 2013 che dovrebbe affrontare la difficilesituazione economica che colpisceduramente il Piemonte.Con la legge di proroga - approvata con laclausola di urgenza - verrà così consentitoalla macchina regionale di continuare aoperare impegnando gli stanziamenti dibilancio nei limiti di un dodicesimo per mese,fatte salve le spese obbligatorie, gli interventicollegati alle calamità naturali, alla tuteladell’incolumità pubblica, le spese destinatealla copertura di contratti già stipulati ed itrasferimenti necessari al settore sanità.Le opposizioni sono intervenute con diversirelatori per dichiarare la propria nettacontrarietà alla richiesta dell’Esecutivo dipiazza Castello, accusato di tattica dilatoriaai fini elettorali per rinviare eventuali tagliimpopolari. Tagli che deriverebbero -secondo gli esponenti di minoranza -dall’incapacità dimostrata dalla Giuntaregionale nei primi due anni e mezzo dilegislatura e dalle divisioni della maggioranza,oltre che dalla forte diminuzione di risorsedisponibili.Infine. i documenti di bilancio predispostidall’Esecutivo vengono accusati di nonriportare correttamente la realtà contabiledella Regione.I consiglieri intervenuti dai banchi dellamaggioranza hanno appoggiato il documentodella Giunta regionale rilevando che lasituazione lasciata dalla precedente Giuntadi centrosinistra era già molto grave, comesottolineato anche dalla Corte dei conti, e chela crisi economica ha acuito notevolmente ledifficoltà. In tale contesto l’operato del governoregionale è impegnato, come riconosciutoanche dal governo centrale, a rimettere inassetto la situazione finanziaria dellaRegione.2 Informazioni - 1 Febbraio 2013Anno XXXVIII - n. 4


No all’autosospensionedei candidati alle Politiche“Il presidente della Giunta e gli assessoriregionali non posso usare la loro carica perfare campagna elettorale. Chiediamo che siautosospendano, come è già stato fatto nellascorsa legislatura” è la richiesta arrivata daigruppi di opposizione durante il dibattito inAula, martedì 29 gennaio, sulla mozione 954,presentata dal capogruppo del Pd, primofirmatario.La candidatura alle politiche del presidentedella Giunta e di alcuni assessori ha sollevatopreoccupazioni per il numero di impegni acui verranno chiamati, con il rischio disottrarre tempo all’impegno amministrativoin un momento particolarmente delicato peril Piemonte.“Apprezziamo la scelta del presidente delConsiglio regionale, che ha varato dei principidi autoregolamentazione, astenendosi dagliimpegni esterni. L’assessore ai Trasporti hainvece partecipato, nei giorni scorsi, aun’assemblea di un’importante partecipata echiesto di votare un candidato sindaco.Inoltre, il presidente della Giunta ha dichiaratoche si è candidato per testare il riconoscimentodella comunità piemontese sulsuo operato. Se questa è la motivazione, difronte a un risultato negativo dovrà trarre leconseguenze”, hanno sottolineato i gruppi diopposizione.“Il tema è importante - ha precisato ilvicepresidente della Giunta - a livellonazionale si vedono personalità conimportanti ruoli istituzionali che si candidanonelle liste. La materia è da ripensare anchese, da parte della Giunta regionale, vi èl’impegno a rispettare le norme vigenti dellapar condicio. A oggi non vedo differenza trale candidature di uomini di governo nazionalee i nostri regionali. Altra cosa sono i giudizisull’opportunità di queste scelte”.La mozione è stata respinta con 29 voticontrari e 17 a favore.Anno XXXVIII - n. 4Informazioni - 1 Febbraio 2013 3


Question timeSull’esempio di quanto avviene inParlamento, dalla IX legislatura regionale,accanto alle tradizionali interrogazioni einterpellanze, si è aggiunta la discussionedelle interrogazioni a risposta immediata,prevista dall’art. 100 del nuovo Regolamentointerno dell’Assemblea regionale.Queste le interrogazioni a risposta immediatadiscusse nella seduta del 29 gennaio.Contratti per medici penitenziariL’assessore al Bilancio ha rispostoall’interrogazione n.1486, presentata da unaconsigliera del Pdl, in merito ai contratti inscadenza dei medici penitenziari.L’assessore ha spiegato che, in base aprotocollo d’intesa con le organizzazionisindacali recepito da delibera della Giunta, siprevede che le aziende sanitarie locali sedidi carceri nel rapporto con i medicipenitenziari non possano utilizzare strumenticontrattuali difformi da quello previsto,assimilabile al contratto per medici operantinei servizi aziendali di continuità assistenziale(ex guardia medica), integrato con specificaindennità di rischio e disagio ambientale eche non possano stipulare contratti individualidi natura libero professionale con il singolomedico.Tavolo di lavoro Gis e CsiL’assessore al Bilancio ha rispostoall’interrogazione n.1487, presentata dallapresidente Fds, che chiede di chiarire lerelazioni esistenti fra il tavolo di lavoro Gis,composto da rappresentanti di societàconsortili a responsabilità limitata di dirittoprivato e il Csi, consorzio pubblico individuatodalla Giunta come soggetto deputato alSistema informativo sanitario regionale(Sisr).“Fra il tavolo di lavoro Gis e il Csi esiste unrapporto di complementarietà”, ha spiegatol’assessore. “Il Gis non effettua infatti le attivitàdi progettazione e implementazione disoluzioni informatiche, che competono al CsiPiemonte, bensì rappresenta un supportoorganizzativo interno alla Direzione Sanità,funzionale all’ottimale esercizio delle attivitàistituzionali di governo del sistema informativosanitario”.Apertura Centro grandi ustionatiL’assessore al Bilancio ha rispostoall’interrogazione n. 1488, presentata dalcapogruppo Idv, che domanda quandoavverrà l’effettiva apertura del Centro grandiustionati del Cto di Torino.L’assessore ha precisato che il nuovo Centrograndi ustionati del Cto è aperto dal 14gennaio 2013 e che la posticipazione deltrasferimento dei pazienti è stata motivata,4 Informazioni - 1 Febbraio 2013Anno XXXVIII - n. 4


da un lato, dalla necessità di approfondireaspetti tecnici legati al funzionamento diimpianti di avanguardia, e dall’altro,dall’esigenza di effettuare il trasferimento dipazienti così complessi in presenza di tuttoil personale di assistenza coinvolto, cosanon possibile durante il periodo delle festivitàdi fine anno.ferroviarie sospese nonché di quelle inesercizio. Nello specifico per il 2013 a favoredella Provincia di Vercelli si prevede unostanziamento di 580.703,02 euro per la lineaSanthià-Romagnano e 199.156,46 euro peril servizio bus sostitutivo sulla linea ferroviariaVercelli-Casale.Servizi di trasporto pendolariL’assessore al Bilancio ha rispostoall’interrogazione n. 1490 di un consigliere delPd e all’interrogazione n. 1493 del presidenteM5S, riguardanti le problematiche deltrasporto ferroviario pendolari e, inparticolare, l’interruzione dei servizi sostitutivisulle linee Romagnano-Santhià e Vercelli-Casale e i servizi ai pendolari della lineaSanthià-Arona.È stato spiegato dall’assessore che condelibera di Giunta del 28 dicembre 2012 si èstabilito di attribuire alle Province i servizieffettuati mediante autobus sostitutivi deiservizi ferroviari, riguardanti dieci lineeferroviarie sospese, inserendoli nell’ambitodei servizi minimi provinciali. Fra le dieci lineeè compresa la Santhià-Arona. La Giunta haquindi approvato misure di mitigazionetariffaria volte a ridurre il maggior costo diviaggio derivante a buona parte degli utentidalle linee oggetto di riordino. È stata inoltreautorizzata la prosecuzione dei servizicomplementari al servizio ferroviario (exsostitutive) non attribuiti alle Province per ilperiodo 9 dicembre 2012-31 dicembre 2013,che trovano copertura nei trasferimentiregionali per i servizi minimi. È infine in fasedi adozione una determinazione di impegnoe riparto a favore delle Province piemontesidelle compensazioni economiche per i servizisostitutivi, effettuati mediante bus, delle lineeDiscriminazione disabili intellettiviL’assessore alle Risorse Umane ha rispostoall’interrogazione n. 1492, presentata dallapresidente Sel, in merito all’opportunità distipulare con le Province la convenzione diintegrazione lavorativa prevista dalla legge n.68/99 “Norme per il diritto al lavoro deidisabili”.“L’articolo 5 della legge 68/99 prevede chesiano individuate le mansioni che nonconsentono o consentono in misura ridottal’occupazione di lavoratori disabili nellePubbliche Amministrazioni, mediante decretodel presidente del Consiglio dei ministri chenon è ancora stato emanato”, ha affermatol’assessore. “In questo contesto non risultaquindi ancora possibile quantificare lapercentuale e il numero di posti da assegnareai lavoratori disabili. Ciò anche alla luce dellapossibilità di chiedere la compensazioneterritoriale per gli uffici di una stessa Regione,prevista dalla legge 148/11. La DirezioneRisorse Umane e Patrimonio ha comunqueeffettuato uno studio per predisporreconvenzioni pluriennali per l’assunzione didisabili con infermità psico-fisiche. Gli ufficihanno elaborato una bozza di convenzionee sono in corso contatti con la Provincia diTorino che prevedono un incontroimminente”.Anno XXXVIII - n. 4Informazioni - 1 Febbraio 2013 5


Terapie per i malati di epatite Cnon responderL’assessore al Bilancio ha rispostoall’interrogazione n. 1489, presentata da unconsigliere del Pd, in merito all’individuazionedei centri autorizzati alla gestione deiprotocolli terapeutici per la cura dell’epatiteC nei pazienti “non responder”.L’assessore ha affermato che la RegionePiemonte ha già provveduto a individuare connota del 19 dicembre 2012, integrata da notadell’11 gennaio 2013, i centri specialisticiautorizzati al trattamento delle infezioni daepatite C cronica di genotipo 1, inassociazione con peginterferone alfa eribavirina.6 Informazioni - 1 Febbraio 2013Anno XXXVIII - n. 4


Brevi dal ConsiglioElezioni politichee donne nelle listeAlla notizia dell’esclusione del partito deiradicali di Amnistia, Giustizia, Libertà dalleimminenti elezioni politiche in Lazio poichécomposto da troppe donne in listino, lapresidente della Consulta delle Elette delPiemonte ha rilasciato il seguentecommento. “Questo fatto conferma ancorauna volta l’inadeguatezza della legislazioneitaliana rispetto a una efficacerappresentanza femminile. Nonostantelunghe lotte e qualche modifica in sensoparitario, la nostra normativa è infatti ben lungidal garantire una equa rappresentanza digenere. Perché questo obiettivo sia resopossibile annuncio, anche a nome di molteconsigliere regionali di tutta Italia, lapresentazione di modifiche alle leggi elettoraliregionali, affinché sia possibile esprimere unadoppia preferenza di voto uomo-donna. Ciauguriamo che questa proposta sia accoltae costituisca un passo avanti concreto pereliminare gli ostacoli che impediscono alledonne di essere parte attiva nella vita politicae amministrativa del paese”.Modifiche Statuto Fondazione ISILa Fondazione ISI, Istituto per l’InterscambioScientifico, è stato istituita nel 1983 dallaRegione Piemonte. La sua missioneprincipale è la promozione della ricercascientifica nell’ambito della cooperazioneinternazionale, favorendo la creazione digruppi di ricerca e di laboratori innovativi einterdisciplinari, con una particolareattenzione alla scienza dei sistemicomplessi.La sfida della complessità è ormai diventatauna sorta di paradigma della modernità, eTorino e il Piemonte sono diventati oggi unodei luoghi più importanti a livello internazionalein tale ricerca fondamentale.Durante la seduta di Consiglio di martedì 29gennaio è stata approvata, con 27 voti afavore e 3 non votati, la delibera di modificadi Statuto della Fondazione.Tra le modifiche principali, la possibilità diricevere contributi, sovvenzioni ofinanziamenti di enti pubblici e privati anchenon italiani.In ottemperanza alle recenti norme sullarazionalizzazione della spesa, sarà inoltrepossibile nominare nel cda anche gliamministratori degli enti territoriali.150 anni di storiae di satira a CarignanoFa tappa alla Sala Mostre del Municipio diCarignano, da lunedì 4 febbraio, la mostraitinerante “Dalla storia alla satira - Cronacheed eventi in caricatura da Cavour adAndreotti”, promossa dal Consiglio regionaledel Piemonte in occasione del 150 annidell’Unità d’Italia.L’allestimento ripercorre centocinquant’annidi storia italiana attraverso 400 vignetteumoristiche nate dalla matita di grandi autori,dall’ottocentesco Redenti al contemporaneoAnno XXXVIII - n. 4Informazioni - 1 Febbraio 2013 7


Forattini, per un totale di oltre cento autoriselezionati.L’esposizione vuole essere nel contempoomaggio e testimonianza verso alcuni deiprincipali personaggi che hannocaratterizzato la nostra storia dal 1848 a oggi.Da Vittorio Emanuele II a Mazzini, da GiovanniPaolo II a Prodi, passando attraverso Togliatti,De Gasperi e Spadolini.La mostra - a ingresso libero - è aperta alpubblico fino al 16 febbraio dal martedì alvenerdì dalle 15 alle 17. Sono previste, perscuole o gruppi, aperture straordinarie suprenotazione.Info:011-9698442.8 Informazioni - 1 Febbraio 2013Anno XXXVIII - n. 4


Contro la riduzionedei servizi sociosanitariScelte cruciali per migliaia di cittadini, comela chiusura del reparto di Emodinamicadell’Ospedale San Luigi di Orbassano e lariduzione di numerosi servizi e repartisociosanitari nelle Valli Chisone eGermanasca, non possono essere presesenza un confronto con le istituzioni e con lapopolazione. È quanto ha evidenziato ladelegazione di sindaci della zona Ovest diTorino e del Pinerolese ricevuta a PalazzoLascaris il 29 gennaio dall’Ufficio dipresidenza, alla presenza del vicepresidentedella Giunta.Consegnando le oltre 35.000 firme raccoltetra i cittadini per non chiudere l’Emodinamicae non declassare il San Luigi da ospedale diriferimento a ospedale di trasferimento, ilresponsabile della struttura semplice diEmodinamica ha evidenziato la necessità diannullare parte della delibera di Giunta n. 26-5149, in quanto “il Piano socio-sanitarioclassifica il San Luigi, per il territorio Ovest,ospedale di riferimento insieme al Mauriziano.Se, come prevede la delibera, verrà privatodell’Emodinamica, nei fatti lo si declassa egli si tolgono potenzialità”.I sindaci delle Valli Chisone e Germanascahanno invece chiesto un confronto attivo conl’Assessorato alla Salute e la direzionegenerale dell’Asl To3 per analizzare la reteospedaliera, le aree di degenza di cureintermedie e la riconfigurazione dellaresidenzialità sociosanitaria, in quantol’applicazione secondo rigidi criterimatematici dei quozienti di popolazionedetermina, per le zone montane, lasostanziale dismissione di molti reparti estrutture.“Per dare adeguate risposte ai bisogni dellapopolazione ed evitare il rischio dispopolamento - sostengono i sindaci - ènecessario dotare i presidi delle zonemontane di servizi o reparti adeguati perlungodegenza, cure intermedie, riabilitazione,pronto soccorso, medicina di famiglia,specialistica ambulatoriale, punto prelievi,distribuzione referti, servizio infermieristicoe base di coordinamento per l’assistenzadomiciliare”.All’incontro hanno preso parte numerosiconsiglieri di maggioranza e minoranza.Anno XXXVIII - n. 4Informazioni - 1 Febbraio 2013 9


Auditi in Commissionei rappresentanti delle Atc“Il sistema non è più in grado di reggere.Abbiamo avuto un forte aumento della spesa,oggi solo a Torino paghiamo circa 11 milionidi tasse grazie a Imu, Irap e altre imposte” èil grido di dolore lanciato il 30 gennaio dalpresidente dell’agenzia di Torino, Elvi Rossi,durante l’audizione delle Atc provinciali in IICommissione.“Il sistema va ripensato dal punto di vista dellafunzionalità e dell’attualità delle risposte cheriesce a dare, perché le risorse che arrivanodal pubblico sono sempre minori e c’è unaumento deciso delle morosità”.Sulla stessa linea Carlo Sansottera,presidente di Federcasa Piemonte e di AtcNovara e Vco: “L’Imu ha fatto emergere piùvelocemente i problemi del settore. I canonisi abbassano perché sono calcolati in baseai redditi, che sono diminuiti fortementegrazie alla crisi. Per questo abbiamo menoentrate. Un canone basso è più facilmentesoggetto alla morosità, perché vieneconsiderato spesa marginale e si preferisceprivilegiare altre uscite”.Numerose le domande da parte deiconsiglieri in Commissione, in particolare sulgrado di esposizione finanziaria da parte dellaRegione nei confronti delle Atc, sul rispettodei referendum in materia di gestionedell’acqua, su tagli e razionalizzazioni previstidalla “spending review”.“Se si vuole mantenere il sistema ènecessario essere autosufficienti - hannospiegato i rappresentanti - non possiamo piùgarantire una sorta di ‘assistenza sociale’ allefamiglie e gestire in maniera efficiente gliimmobili sociali, a fronte di risorse calanti.Bisogna fare delle scelte, noi stiamooperando tagli e razionalizzazioni, ragionandoanche sulla galassia di società interne alleAgenzie. Ma questo non basta più”.Le Atc presenti si sono impegnate a fornirequanto prima al Consiglio regionale tutte lecifre e le analisi che possano essere di aiutonella definizione di nuove politiche nel settore.10 Informazioni - 1 Febbraio 2013Anno XXXVIII - n. 4


Ritardo nei pagamenti di Csi PiemonteNon bisogna più perdere tempo: se si vuolesalvare il Csi bisogna far fronte ai pagamentie rivederne l’assetto. Questo, in sintesi, l’esitodell’audizione che la I Commissione ha svoltovenerdì 25 gennaio con i rappresentanti diCofindustria Piemonte, alla presenzadell’assessore regionale allo Sviluppoeconomico, sul ritardo dei pagamenti di CsiPiemonte nei confronti dei fornitori.“La situazione è grave, perché a fronte di77,295 milioni di euro di crediti scaduti e nonpagati dagli enti, il Csi ha accumulato undebito nei confronti dei fornitori pari a 58,5milioni di euro con un ritardo di pagamento dioltre 300 giorni oltre la scadenzacontrattuale”, hanno denunciato il presidentee il vicepresidente del gruppo Ict dell’Unioneindustriale di Torino Rinaldo Oleppo eRenato Bellavita, che con il segretario diConfindustria Piemonte Paolo Balistrerisono intervenuti all’incontro.L’assessore ha ricordato le misure messein atto dalla Giunta regionale: il Fondo dismobilizzo crediti e l’ampliamento del Fondodi garanzia per le grandi imprese peragevolare l’ottenimento di garanzie gratuiteda FinPiemonte per smobilizzare i creditivantati dalle imprese nei confronti di CsiPiemonte. E ha inoltre sottolineato che CsiPiemonte ha chiesto alla Regione dicertificare il proprio debito per cedere il propriocredito a Sace e avere la liquidità necessariaper rispettare correttamente i pagamenti deifornitori.Oleppo ha dichiarato che “l’opzione Sace èsenza dubbio interessante” e che “Csi vantaeccellenze importanti e da salvaguardare”,ma che senza uno sfoltimento del personalee maggior tempestività nei pagamenti saràassai difficile, in ambito locale emultinazionale, trovare partner disposti ainvestire.Un consigliere del Pd ha evidenziato che lalegge regionale finanziaria 2012 prevedeva,all’articolo 36, che “la Regione, incollaborazione con FinPiemonte e Consip,avviasse entro il 31 maggio 2012 un sistemadi accertamento dei crediti che le impresevantavano nei confronti della Regione, deglienti a partecipazione regionale e degliorganismi che gravavano, in tutto o in parte,sul bilancio regionale e che il riconoscimentodel credito, o l’eventuale contestazione,doveva avvenire entro e non oltre sessantagiorni dal ricevimento della copia della fattura.Il riconoscimento del credito avrebbe datodiritto alle imprese di cedere lo stesso agliistituti bancari e agli intermediari”.Gli auditi si sono impegnati a verificare pressole aziende se siano state seguite o meno taliprocedure.Anno XXXVIII - n. 4Informazioni - 1 Febbraio 2013 11


Simonelli presidente dellaCommissione di Garanzia:La Commissione di Garanzia, convocata aPalazzo Lascaris il 30 gennaio, ha rinnovatol’incarico di presidente all’ex consigliereregionale Claudio Simonelli, il cui mandatoera scaduto il 21 gennaio.La Commissione, costituita da settecomponenti, è composta - oltre che dalpresidente Simonelli - dal magistrato ariposo (procuratore generale onorario dellaCorte di Cassazione) Corrado Canfora,dagli avvocati Renzo Capelletto e GianMario Giolito, dai professori della Facoltàdi Giurisprudenza dell’Università di TorinoFrancesco Dassano e della Facoltà diScienze politiche dell’Università del Piemonteorientale Jörg Luther e dall’ex consigliereregionale Paolo Cattaneo.La Commissione - insediata il 28 marzo 2008ai sensi della legge regionale n. 25/06, inattuazione degli articoli 91 e 92 dello Statutodella Regione Piemonte, è chiamata aesprimere pareri sui conflitti di attribuzionetra organi della Regione o tra Regione ed entilocali, sul carattere invasivo delle attribuzioniregionali da parte di leggi statali e sullacoerenza statutaria di progetti di legge eregolamenti.I pareri - che non sono vincolanti, ma dannoluogo a un obbligo di riesame - possonoessere richiesti dai presidenti della Giunta odel Consiglio regionale o da un terzo deiconsiglieri oppure dal Consiglio delleautonomie locali (Cal) nelle materie di suacompetenza.La Commissione fornisce inoltre pareri inmateria di iniziativa legislativa popolare e deglienti locali. Spetta alla Commissione anche ilgiudizio sulla ricevibilità e sull’ammissibilitàdelle proposte di referendum abrogativo.12 Informazioni - 1 Febbraio 2013Anno XXXVIII - n. 4


La Consulta Europea per il 2013È l’“anno europeo dei cittadini” il temaconduttore del programma di attività del 2013della Consulta europea, presentato lo scorso24 gennaio a Palazzo Lascaris.Il nuovo vicepresidente delegato haevidenziato come la Consulta possacontribuire, attraverso una serie di iniziativee progetti, a sottolineare e a diffondere nellapopolazione la consapevolezza dei diritti edelle opportunità che derivano per tutti icittadini dalla condivisione a un’appartenenzacomune ai paesi Ue.Durante l’incontro è stata illustrata l’attivitàsvolta dalla Consulta lo scorso anno e quellaattualmente in corso nelle scuole, relativa alconcorso “Diventiamo cittadini europei”, cheè stato confermato.Sono emerse, inoltre, alcune proposte perl’anno 2013, come quella del sindaco diChiomonte di celebrare il 300° anniversariodella pace di Utrecht anche attraverso larealizzazione di attività didattiche nellescuole.L’Associazione italiana per i Consigli deiComuni e delle Regioni d’Europa (Aiccre) hainvece sottolineato l’importanza dell’incontroorganizzato dalla Commissione europea,previsto per il 21 febbraio, con laCommissaria Ue agli Affari interni, CeciliaMalmstrom: un appuntamento incentratosulla protezione dei valori del modello socialeeuropeo e della sicurezza dei cittadini.È stata - infine - presentata dall’Aiccre l’ipotesidi un convegno per il 70° anniversario dellaCarta di Chivasso, un importante documentofirmato da esponenti della resistenzaantifascista piemontese che attesta come leidee di identità dei popoli, autonomia efederalismo fossero ben presenti al momentodi ricostruire, sulle rovine lasciate dalfascismo, una società moderna e realmentedemocratica.Anno XXXVIII - n. 4Informazioni - 1 Febbraio 2013 13


Generazioni e libriper il Giorno della MemoriaTre generazioni per tre libri. Perl’appuntamento di Filo Diretto dedicato alGiorno della Memoria, che si è svolto aPalazzo Lascaris il 28 gennaio, è statochiesto a tre relatori di età diverse diraccontare un testo legato alla Shoah, che liha particolarmente segnati nel corso dellavita.Durante i saluti iniziali, il vicepresidentedell’Assemblea delegato al ComitatoResistenza e Costituzione ha ricordato che“uno dei presenti, Giacomo Verri, autore di‘Partigiano Inverno’ sulla Resistenza inValsesia, ha partecipato da studente alprogetto di Storia contemporanea delConsiglio regionale. Un episodio che cimotiva a continuare su questa strada”.“Primo Levi, con ‘Se questo è un uomo’, ciha lasciato segni indelebili. Io sono nato tregiorni prima dell’emanazione delle leggirazziali - ha raccontato Guido NeppiModona, docente dell’Università di Torino evicepresidente emerito della Cortecostituzionale - nel mio certificato di nascitac’era scritto ‘di razza ebraica’. Tutti iperseguitati furono privati di ogni diritto, la miafamiglia colpita duramente con licenziamenti,espropri ed espulsioni. Alcuni conobbero ladeportazione ad Auschwitz, dove andaronoincontro a morte immediata. Il mio contattocon la realtà del lager è stata la lettura di Levi,a scuola. Il suo racconto mi ha evitato ilricordo terrificante di quell’esperienza”.“Milano-Mauthusen e ritorno” di Bruno Vasariè stata la scelta di Barbara Berruti,dell’Istituto storico della Resistenza di Torino,curatrice del volume: “Ho conosciuto BrunoVasari quando ero da poco arrivata all’Istitutoe mi chiese di riordinare il suo archivio sulladeportazione. Dovetti leggere le 212 interviste(circa 10mila pagine), realizzate ai deportatia partire dagli anni Ottanta in Piemonte, ecreare un indice. Fu un’immersione inracconti terrificanti e la nostra collaborazionedurò fino alla sua morte. ‘Milano-Mauthausene ritorno’ è la conclusione di un percorso,spesso complicato, cominciato con‘Mauthausen bivacco della morte’, primovolume dello stesso Vasari”.“Ho scelto ’16 ottobre 1943' di GiacomoDebenedetti - ha spiegato Giacomo Verri,insegnante e scrittore - un saggiotestimonianzache tratta una vicendadrammatica da un punto di vista esterno. Inquella data, un mese dopo l’armistizio,trecento SS rastrellano più di mille ebrei nelghetto di Roma e li destinano allo sterminio.Debenedetti racconta l’episodio con stileletterario di enorme qualità, senza distaccarsidalla realtà della tragedia”.All’incontro, moderato da Donatella Sassodell’Istituto di studi storici Salvemini di Torino,hanno partecipato gli studenti dell’Istituto“Porro” di Pinerolo.14 Informazioni - 1 Febbraio 2013Anno XXXVIII - n. 4


Online il monitoraggiodegli atti di indirizzoÈ pubblicato l’aggiornamento al 31 dicembre2012 dell’Osservatorio sull’applicazione degliatti di indirizzo approvati dal Consiglioregionale, consultabile online suwww.consiglioregionale.piemonte.it/labgiuridico/dossier_info/dossier_info_50.pdf .Nella IX legislatura sono finora stati presentati941 atti di indirizzo di cui 265 approvati, 226respinti, 80 ritirati, 13 dichiarati irricevibili, 7superati e 350 non esaminati. Dalmonitoraggio degli atti risulta che su un totaledi 265 ordini del giorno e mozioni approvati,140 siano stati conclusi, mentre per 125 siaancora aperta la fase di attuazione.Quanto alla frequenza degli argomentitrattati, si registra una particolare ricorrenzaper gli atti approvati nell’ambito dei temigenerali-istituzionali e dei rapporti con lo Stato(70), nell’area lavoro e movimenti migratori(27) e nell’ambito di industria, commercio eartigianato (26).Anno XXXVIII - n. 4Informazioni - 1 Febbraio 2013 15


16 Informazioni - 1 Febbraio 2013Anno XXXVIII - n. 4


Essere informati sugli atti del ConsiglioÈ in costante aumento il gradimento diComuni, amministratori pubblici e cittadini neiconfronti di Info Atti del Consiglio, cherisponde alla necessità di un rapportocostante e più diretto, di confronto ecollaborazione, fra istituzioni pubbliche esoggetti privati (individuali e collettivi): unmodo veloce per essere sempre informati suidisegni e le proposte di legge e dideliberazione, su interrogazioni einterpellanze presentate, discusse, approvatein Aula e in Commissione. Basta un clic equalche minuto. Il Consiglio regionale offreun servizio mail che permette al cittadino diseguire l’iter degli atti divisi per materie.Dal sito www.cr.piemonte.it, è sufficienteaprire la tendina Leggi e Banche dati, cliccare“Info Atti del Consiglio” ed effettuare laregistrazione. L’utente potrà poi sceglierequali atti seguire, in che arco di tempo (senegli ultimi tre mesi o per l’intera legislatura)e per quale materia: agricoltura, assistenzae sicurezza sociale, bilancio e patrimonio,caccia e pesca, controlli amministrativi,cultura, enti locali, industria, commercio eartigianato, istruzione e formazioneprofessionale, lavoro e movimenti migratori,opere pubbliche, partecipazione einformazione, sanità, sport, trasporti, turismoe ambiente. A ogni modifica dell’attointervenuta il cittadino riceve una mail dinotifica che lo aggiorna sul nuovo statodell’iter.Servizio InfoAttihttp://cr.piemonte.it/crpnet/index.php?option=com_content&task=view&id=12&Itemid=32Anno XXXVIII - n. 4Informazioni - 1 Febbraio 2013 17


Piemonte DigitaleLa rete rappresenta sempre più la moderna piazza principale dove politici e cittadiniinteragiscono con modalità completamente differenti rispetto al passato. Tenere sott’occhiole dinamiche di interazione e le discussioni che si sviluppano soprattutto su Facebook e Twitter– ma senza dimenticare il peso che in Italia hanno siti di news, blog, forum – è un compitoarduo sia per la miriade di messaggi, sia per la difficoltà di filtrarli rapidamente.Sono numerose le iniziative di analisi e partecipazione che, in vista delle elezioni, hanno presoil via in queste settimane grazie al lavoro di testate giornalistiche, startup, centri di ricerca.Due di queste sono nate in Piemonte.Presenteremo, inoltre, un importante progetto di sviluppo della banda larga a Verbania.La rubrica è realizzata in collaborazione con il Centro documentazione del Csi Piemonte.Segnalateci le vostre iniziative, inviando una mail a uff.stampa@cr.piemonte.it.La Stampa, Google e La 7La Stampa, Google e La7 hanno scelto di dare un ruolo attivo aicittadini nel dibattito sul prossimo appuntamento elettoraleavvalendosi della piattaforma Google Elezioni.Già utilizzata in occasione delle elezioni di vari Paesi tra cuiFrancia, Germania, Messico, Olanda, Senegal e Stati Uniti, lapiattaforma debutta in Italia con una nuova veste che ne fa unluogo di interazione e partecipazione al dibattito.La Stampa offrirà aggiornamenti costanti sulla propria paginaGoogle+, plus.google.com/+LaStampa, rilanciando le notizieprincipali, interagendo con gli utenti e organizzando momenti di confronto e dibattito con iprotagonisti delle prossime elezioni.Il progetto si colloca all’interno dello speciale LaStampa.it/Elezioni, che riunisce in un solospazio questo pacchetto di novità.Sulla piattaforma ci sarà spazio per hangout (videochat) con cittadini e politici curati da LaStampa e La7, approfondimenti e video interviste tratti da YouTube e selezionati dalla redazionedi La7, oltre ai contributi creati direttamente dai partiti e dai politici.Insieme a Google, La Stampa lancia inoltre “1App4Democracy”, un premio per la migliore Appdel 2013 che favorisca la partecipazione democratica. Le informazioni per partecipare si trovanosul sito de La Stampa.18 Informazioni - 1 Febbraio 2013Anno XXXVIII - n. 4


PolisMeter.itÈ un portale che d’ora in avanti monitoreràquotidianamente i messaggi e i segnali che riguardanola politica (oltre 2 milioni di dati raccolti mediamenteogni settimana) mettendoli a disposizione di tutti.PolisMeter da un lato permetterà ai cittadini di teneresott’osservazione le attività dei politici in rete, dall’altroconsentirà agli operatori dei media di raccontare la campagna elettorale basandosi su daticerti. La piattaforma presenta una dashboard interattiva con sei pannelli (widget) in grado difornire un’idea immediata degli argomenti del dibattito, del volume delle citazioni in rete deileader e dell’efficacia della comunicazione dei politici, giorno per giorno, e con la possibilità diconfronti fino a sette giorni prima.PolisMeter è realizzato da Blogmeter di Torino, con il contributo di uno dei massimi espertiitaliani in analisi social media, Vincenzo Cosenza (www.vincos.it).La banda larga e la Verbania del futuroCon la “banda larga” Verbania accelera nell’innovazione.Videosorveglianza, uffici in rete, telefonia voip, wi-fi e nuoveopportunità di servizi per le aziende sono solo alcuni dei numerosivantaggi che l’ampliamento della rete a fibra ottica porterà alcapoluogo del Vco. Entro il 2013, infatti, sarà completata la nuovarete che la Regione ha finanziato nell’ambito del progetto Pisu.“Riprendiamo e diamo grande impulso al progetto di ‘Verbaniaconnettiva’ iniziato nel precedente mandato – ha spiegato nella conferenza stampa dipresentazione l’assessore all’Informatizzazione - da 1.700 metri di cavo posati in cittàpasseremo a 9.700, creando una dorsale che, con ulteriori investimenti, potrà essere ancoraampliata. Collegheremo tutte le sedi comunali, raggiungeremo i più importanti uffici pubblicicome comando dei carabinieri, Asl, la nuova questura, la biblioteca, Acque Nord, il tribunale, ilCentro per l’impiego”.Attualmente a Verbania ci sono due reti di banda larga, quella della Regione che scende daBieno e quella pre-esistente del Comune concentrata prevalentemente nel centro di Intra. Aquest’ultima sono connesse 10 antenne del wi-fi (6 messe prima del 2009, 4 dal 2009 a oggi).Con 350mila euro della Regione e circa 100mila di risorse proprie Verbania compie un decisobalzo in avanti nell’innovazione.Anno XXXVIII - n. 4Informazioni - 1 Febbraio 2013 19


InfoLegProponiamo una sintesi delle principali informazioni giuridico-legislative pubblicate sul sitodella banca dati InfoLeg.Quote rosaIl Tar del Lazio con sentenza n. 633/13 annulla gli atti che dispongono la formazione dellaGiunta comunale con una netta maggioranza di uomini (sei uomini e una sola donna) perviolazione del principio di pari opportunità sancito dall’articolo 51 della Costituzione.Per i giudici, l’effettività della parità non può che essere individuata nella garanzia del rispettodi una soglia quanto più approssimata alla pari rappresentanza dei generi, da indicarsi nel40% di persone del sesso sottorappresentato; diversamente si vanifica l’effettività dei principiaffermati dalla disposizione costituzionale.Tale misura trova inoltre un suo riconoscimento quale criterio di effettività della paricompresenza dei generi e di idoneità alla realizzazione del principio di parità nella proposta diDirettiva adottata a novembre 2012 dalla Commissione Ue con riguardo ai Consigli diamministrazione delle grandi società quotate in borsa.La scheda di commento e il testo della sentenza sono consultabili alla pagina:http://www.consiglioregionale.piemonte.it/infolegint/dettaglioSchede.do?idScheda=10434Appalti pubbliciLa sentenza della Corte di Giustizia Ue (Grande Sezione) del 19 dicembre 2012, causa C159/11, ha chiarito che anche i contratti di cooperazione stipulati tra enti pubblici devonorispettare le regole sulle gare di appalto. Pertanto il diritto dell’Ue in materia di appalti pubbliciosta a una normativa nazionale che autorizzi la stipulazione, senza previa gara, di un contrattomediante il quale taluni enti pubblici istituiscono tra loro una cooperazione, nel caso in cui talecontratto non abbia il fine di garantire l’adempimento di una funzione di servizio pubblico comuneagli enti medesimi, non sia retto unicamente da considerazioni ed esigenze connesse alperseguimento di obiettivi d’interesse pubblico oppure sia tale da porre un prestatore privato inuna situazione privilegiata rispetto ai propri concorrenti.Il testo della sentenza e altre segnalazioni sono consultabili su EuroCrpNews alla pagina.http://www.consiglioregionale.piemonte.it/infoleg/eurocrpnews/dwd/2013/17_01_13.pdf20 Informazioni - 1 Febbraio 2013Anno XXXVIII - n. 4


Revisori dei contiIl Tar del Lazio ritiene legittima la nuova procedura di estrazione a sorte degli iscritti neglielenchi regionali di cui al decreto del Ministero dell’Interno n. 23/12. Le associazioni ricorrenti,impugnando il dm n. 23/12 e i relativi atti attuativi, avevano richiesto anche la remissione degliatti di causa alla Corte di Giustizia per violazione dei principi di libera concorrenza in materia diprofessioni e alla Corte costituzionale per violazione dei principi di uguaglianza e buonandamento della pubblica amministrazione. Il Tar del Lazio ha respinto la rimessione allaCorte di Giustizia e dichiarato la questione di legittimità costituzionale in parte infondata e inparte inammissibile. Il Tar ha accolto invece la richiesta delle ricorrenti di essere inserite neglielenchi delle associazioni che possono attribuire crediti formativi ai revisori dei conti.La scheda di commento e il testo della sentenza sono consultabili alla pagina:http://www.consiglioregionale.piemonte.it/infolegint/dettaglioSchede.do?idScheda=10437leggi il Q R Code con lo smartphone e visita InfolegAnno XXXVIII - n. 4Informazioni - 1 Febbraio 2013 21


Libri in PiemonteLe novità dell’editoria piemontese dal portale http://www.savej.it/AA.VV., “Il gusto del Piemonte. Tradizioni piatti scritti”, ContiEditore, Morgex, 2013.Quello proposto dall’antologia Il gusto del Piemonte è un percorsoche attraversa il Piemonte toccando borghi e paesi alla ricerca delfascino di territori intrinsecamente diversi, di tradizioni cosìprofondamente radicate da divenire identità, di prodottidell’eccellenza, di vini, di piatti tipici. Guida turistica inconsueta cheparte dall’osservazione dei luoghi geografici attraverso la ricercadelle lingue minoritarie (piemontese, francoprovenzale, occitano,walser), dà voce agli incanti di alcuni scrittori derivati dalla visita deipaesi, dei borghi, dei luoghi appartenenti a quel Piemonte di cui sicerca di far emergere le valenze profonde del ricco patrimonio delletradizioni enogastronomiche rielaborate da altrettanti chef.Dimitri Brunetti, “Norme sabaude per gli archivi dei comuni”,Centro Studi Piemontesi, Torino, 2012.Il libro analizza in modo sistematico la normativa sabauda preunitariarelativa agli archivi dei Comuni, in ordine cronologico a partire dallaraccolta di leggi pubblicata da G. B. Borelli nel 1681 e dalla suacontinuazione fino al 1798, compilata da Felice Amato Duboin,pubblicata fra il 1818 e il 1869. Si esaminano in particolare leCostituzioni di Vittorio Amedeo II, di Carlo Emanuele III e il«Regolamento per le amministrazioni» del 1775. Dopo un cenno alperiodo francese, si analizzano poi le istruzioni per l’amministrazionedei Comuni del 1838, le disposizioni di Carlo Alberto del 1847 e del1848 e infine gli articoli relativi agli archivi presenti negli ordinamenticomunali e provinciali di Vittorio Emanuele II, del 1859. Unostrumento utile a studiosi e archivisti per interpretare le classificazionidei vecchi fondi comunali.22 Informazioni - 1 Febbraio 2013Anno XXXVIII - n. 4


Christian Roccati, “Le più belle escursioni con le ciaspole.Itinerari per tutti tra Piemonte e Liguria”, Edizioni del Capricorno,Torino, 2013Una raccolta di spettacolari itinerari con le ciaspole, tra l’Appenninoe le Alpi Liguri, Marittime e Cozie. Dai percorsi entro i sessantaminuti di cammino ai più lunghi tour. Un’introduzione che analizzala tecnica, i pericoli, le conoscenze e l’equipaggiamento chel’escursionista deve possedere per affrontare in tutta sicurezzal’ambiente innevato. Una straordinaria varietà di paesaggi invernali,da gustare dal momento in cui le valli si addormentano fino all’istantenel quale la natura si risveglia al suono del primo fischiare dellemarmotte.Anno XXXVIII - n. 4Informazioni - 1 Febbraio 2013 23


Le ultime acquisizioni della Biblioteca della Regione Piemontehttp://www.cr.piemonte.it/biblioteca/index.htmAmartya K. Sen, La ricchezza della ragione, Il Mulino, 2011.Collocazione SCC 1453Nei cinque saggi raccolti in questo volume Amartya Sen, Nobel perl’Economia 1998, si interroga sul rapporto fra l’economia di mercatoe il comportamento sociale, mettendo l’accento sui problemi dellaresponsabilità etica degli attori economici.Il punto centrale del suo ragionamento è la necessità di superarel’idea di un mondo economico che prescinde da quello sociale,superamento che Amartya Sen ritiene possibile solo con l’eserciziodella ragione che ci consente di percepire e comprendere le relazionie le connessioni tra la dimensione sociale e quella economica.Maria Ausilia Quaglia, Il cerchio, Neos, 2012Collocazione BP 853 QUAUna vecchina racconta con naturalezza a un inatteso visitatore storiedel passato, personaggi appartenenti a tempi e luoghi diversi, ognunocon i suoi drammi e le sue speranze, accomunati dalla ricerca diriscatto. Racconti che si intrecciano alla vita del protagonista, in unacontinuità ideale, ne cambiano il destino e la percezione degli altri edi sé.24 Informazioni - 1 Febbraio 2013Anno XXXVIII - n. 4


Accade in PiemonteTorinoLunedì 4 febbraio, ore 18, MaPi Caffè (via Saltertrand 11/c), Bruno Gambarotta presenta illibro “Guida alle Piole. Quarantasette bocciofile, circoli, imbarchi, mescite, trattorie, per ritrovarei gusti e l’atmosfera delle piole torinesi”, Neos Edizioni.Martedì 5 febbraio, alle 21 al Teatro Vittoria (via Gramsci 4), concerto “Iraq in musica”. IlCaffè dei Giornalisti inaugura il 2013 con un incontro dedicato alla musica irachena, ospitandoKhalid Mohammed Ali, uno dei più importanti compositori iracheni e Hasan Falih Owaid Abbas,concertista. Con una piccola esposizione di scatti sull’Iraq della fotografa Elsa Mezzano. Ilconcerto è presentato da Rosita Ferrato, presidente del Caffè dei Giornalisti e Davide Rebuffa,musicologo, che farà una breve storia del liuto. Ingresso libero.Mercoledì 6 febbraio alle 18 al Circolo dei Lettori (via Bogino 9) l’Istoreto presenta il libro diDavid Ellwood “Una sfida per la modernità: Europa e America nel lungo Novecento, Roma,Carocci, 2012”. Intervengono: Gian Giacomo Migone, Maurizio Vaudagna, Stefano Musso.Fino al 23 febbraio alla Biblioteca Nazionale Universitaria (piazza Carlo Alberto), è apertala mostra “La porta della memoria”. L’esposizione, a cura di Angelo Mistrangelo, è dedicata almaestro friulano Giorgio Celiberti e propone oltre quaranta opere di arte contemporanea. Orario:dalle 9 alle 18 dal lunedì al venerdì; il sabato dalle 9 alle 13.30.Anno XXXVIII - n. 4Informazioni - 1 Febbraio 2013 25


Prorogata al 24 febbraio, al Museo nazionale dell’Automobile (corso Unità d’Italia), la mostra“L’auto, la forma e i riflessi” di Enrico Ghinato. Realizzata in collaborazione con la Galleriad’Arte Contini di Venezia e Cortina d’Ampezzo, la mostra inaugura ufficialmente lo spaziodedicato alle esposizioni temporanee del museo. Orari: lunedì 10-14; martedì 14-19; mercoledì,giovedì e domenica 10-19; venerdì e sabato 10-21. Biglietti: interi 8 euro, ridotti 6 euro, scuole2,50 euro. Info: www.museoauto.itProrogata fino al 3 marzo al Borgo Medievale, la mostra “Ricetti del Piemonte. I castelli delpopolo”, arricchita da una nuova sezione dedicata alla presentazione dei lavori degli studentidel Corso di Laurea Magistrale in Architettura sul ricetto di Pavone Canavese (TO). Ingressolibero. Orario: da martedì alla domenica ore 10-18. Visite guidate ore 15.30: biglietto intero € 6,ridotto € 5, gratuito per i possessori Tessera Musei. Laboratori didattici: € 5 a partecipante,gratuito per i possessori di Tessera Musei. Info e prenotazioni: tel. 011.4431710 – 12, dallunedì al venerdì ore 9-12.30 e ore 14-16 www.borgomedievaletorino.itFino al 15 marzo, nella sede della Fondazione Giorgio Amendola (via Tollegno 52), è apertala mostra “Carlo Levi. Il pane di Parigi, il pane di Matera (opere 1923/1973)”. Orario: lunedì –venerdì 10-12.30, 15.30-19. Altre visite su prenotazione. Ingresso libero. Info: tel. 011.2482970– 348.2211208 fond.giorgioamendola@libero.itFino al 24 marzo, al Museo della Montagna (Monte dei Cappuccini), è aperta la mostra“Ainu. Antenati spiriti e orsi”, fotografie di Fosco Maraini, Hokkaido. Fino al 24 marzo: rassegnadi film della Cineteca Storica e della Videoteca del Museomontagna: proiezioni a ciclo continuodurante l’orario di apertura. Orario del Museo: dalle 10 alle 18, lunedì chiuso. Info:www.museomontagna.org26 Informazioni - 1 Febbraio 2013Anno XXXVIII - n. 4


PROVINCIA DI ALESSANDRIACassineAperta una nuova sede espositiva: il Museo di San Francesco, intitolato a Paola BenzoDapino, si trova all’interno dell’ex convento di San Francesco e ha lo scopo di salvaguardarela struttura, le decorazioni e gli arredi della struttura di epoca gotica. Il Museo si trova in piazzaVittorio Veneto. Info: tel. 0144.715151 e.mail: segreteria@comune.cassine.al.itPROVINCIA DI ASTIAstiFino al 10 febbraio, a Palazzo Mazzetti (corso Alfieri 357), è aperta la mostra “Nell’anno deldrago. Pittori cinesi contemporanei”, a cura di Michelle Lai.Anno XXXVIII - n. 4Informazioni - 1 Febbraio 2013 27


PROVINCIA DI BIELLABiellaFino a domenica 10 febbraio, presso la sede dell’Associazione Nazionale Alpini (via FerruccioNazionale 5), è aperta la mostra “Tenere alta la fronte. Diario e disegni di prigionia di un Ufficialedegli Alpini. 1943-1945”, tratta dall’omonimo volume edito dall’Istituto per la Storia dellaResistenza e della Società Contemporanea nel Biellese, nel Vercellese e in Valsesia,sull’’internamento militare di Silvio Mosca, giovane industriale biellese. Orari: al mattino suprenotazione, pomeriggio 15 - 19. Chiuso il lunedì. Info: http://www.storia900bivc.it/pagine/giornomemoria/locandinamostramosca.pdfGiovedì 7 febbraio ore 21, all’Auditorium di Città Studi (via Pella 2b), proiezione “… E vai conle ciaspole” con immagini del gruppo escursionistico del Cai. https://www.facebook.com/events/278405182287686/CandeloDomenica 3 febbraio dalle 16.30, nella Chiesa di Santa Maria Maggiore “Boniforte Oldoni. Unartista del ‘500 a Candelo”. Presentazione del restauro realizzato da Camilla Fracassi con ilcontributo della Pro Loco. Programma: ore 16.30 concerto Candeloin Coro, ore 17presentazione dei restauri, ore 17.30 concerto CandeloinCoro, seconda parte, ore 18 S. Messa.MuzzanoSabato 2 febbraio, nella Chiesetta di Margone “Festa della Candelora” in ricordo dellapresentazione di Gesù al tempio, popolarmente della festa della Candelora, in quanto venivanobenedette le candele. La prima domenica di febbraio, dopo la messa vengono distribuiti labuseca (trippa) e la vianda (minestra di castagne riso e latte) e vengono battuti all’asta i prodottiofferti dalla popolazione. http://www.atl.biella.it/28 Informazioni - 1 Febbraio 2013Anno XXXVIII - n. 4


TriveroFino al 24 febbraio, a Casa Zegna (via Marconi 23, è aperta la mostra “Ermenegildo Zegna,identità del Gruppo. Evoluzione del marchio dal 1967 ad oggi”. La mostra completa la storiadel marchio Zegna dopo quella dell’anno scorso ripercorrendo cronologicamente il secondomezzo secolo della vita del Gruppo Zegna: dalle prime conferme sui mercati internazionali alconsolidamento di leader mondiale del lusso maschile. Sarà possibile visitare l’Archivio storicoZegna e la mostra permanente “Ermenegildo Zegna, cent’anni di eccellenza. Dalla fabbricadel Tessuto alla fabbrica dello Stile”. Orario di apertura: tutte le domeniche dalle 14 alle 18.Ingresso gratuito. Info: www.casazegna.org/events_mostra.htmlPROVINCIA DI CUNEOBovesDomenica 3 febbraio, il Museo della Resistenza (via Marconi), è aperto dalle 15 alle 17. Convisite a cura dell’Associazione Equinozio d’autunno. Ingresso libero. Info: Biblioteca Civica tel.0171.391834 – 0171.391850ValdieriSabato 16 febbraio, ore 21, sede del parco Alpi Marittime, conferenza: “L’orso dalla foresta alcarnevale”. Organizza l’Ecomuseo della Segale, con Daniele Ormezzano, responsabile dellaSezione di Paleontologia del Museo di Scienze Naturali di Torino. Ingresso libero. Domenica17 febbraio torna “Il carnevale alpino di Valdieri - Festa con l’Orso di segale”. Info: ParcoNaturale Alpi Marittime, tel. 0171.97397 www.parcoalpimarittime.itAnno XXXVIII - n. 4Informazioni - 1 Febbraio 2013 29


CORSI E CONCORSIDa febbraio a maggio 2013 si svolge un Corso di teatro gratuito rivolto ai ragazzi. Organizzatodalla Compagnia Nartea con il patrocinio della Circoscrizione 3, il corso si svolge il mercoledìpomeriggio dalle 17 alle 19 all’interno del teatro di via Monte Vodice 11 a Torino. Programma:teatro, improvvisazione, video, espressione corporea, scrittura creativa e musica, conspettacolo finale in teatro. Insegnante: Lidia Masala (attrice, regista e formatrice), animatore:Chiara Puleo. Massimo 15 partecipanti. Info: tel. 3382861261 mail: nartea@tiscali.it,www.nartea.itIl Comitato Resistenza e Costituzione del Consiglio regionale del Piemonte, in collaborazionecon l’Ufficio scolastico regionale, bandisce il progetto di storia contemporanea, per l’annoscolastico 2012/2013, riservato agli studenti degli istituti di istruzione secondaria di II grado delPiemonte. Il progetto consiste nello svolgimento di un tema di ricerca fra quelli proposti econsultabili sul sito www.cr.piemonte.it/organismi/org_cons/resistenza/attivita.htm. Gli elaboratidovranno pervenire entro il 1 febbraio 2013 all’indirizzo: Consiglio regionale del Piemonte -segreteria del Comitato resistenza e Costituzione, via Alfieri 15, 10121 Torino. Il 6, il 14 e il 20novembre, dalle ore 15 alle 18, sono organizzati dall’Istoreto tre incontri di approfondimento epreparazione sui temi oggetto del bando regionale. Gli incontri formativi si svolgono pressoIstoreto, in via del Carmine 13 a Torino. Gli studenti devono prenotarsi scrivendo all’indirizzo:didattica@istoreto.itL’Associazione Culturale Talento bandisce il Premio Letterario La Mole riservato, per questaedizione, alla poesia (lirica singola o libro di poesie pubblicato nel 2010-2011-2012). I testivanno inviati entro il 28 febbraio 2013 a: A.C.Talento, via Monza 6 – 10152 Torino. I premivanno da 400 a 100 euro. Info: info@loredi.itApre il bando per partecipare a ZOOart, rassegna internazionale d’arte contemporanea nellospazio pubblico. L’evento, organizzato dall’Associazione culturale Art.ur per la citta di Cuneosi svolgerà a luglio nei Giardini Fresia, ex-zoo comunale ora area verde e ricreativa nel cuoredella citta storica. Giovani artisti, nazionali e internazionali, saranno invitati a intervenire nelladimensione spaziale e temporale dei giardini. Le candidature per partecipare alla 12^ edizionedel concorso sono da inviare entro il 10 marzo 2013. Info e bando su: www.zooart.it30 Informazioni - 1 Febbraio 2013Anno XXXVIII - n. 4


La Società Zona Ovest di Collegno (TO) ha pubblicato un bando di concorso Premio tesi dilaurea La Doìra. Il bando ha l’obiettivo di incentivare la ricerca sul territorio periurbano dellaDora Riparia (Comuni di Collegno, Almese, Alpignano, Avigliana, Buttigliera Alta, Caselette,Pianezza, Rivoli, Rosta). Saranno ammesse le tesi discusse presso una Università italianadall’anno accademico 2008/2009 fino al 12 aprile 2013, nell’ambito di tutti gli ordinamenti egradi (Laurea triennale, vecchio ordinamento, specialistica/magistrale, Dottorato, Master). Ilconcorso scade il 15 aprile 2013. Il premio è di 1.500 euro, le tesi prime classificate sarannopubblicate. Info: e-mail: patto@zonaovest.to.it www.zonaovest.to.it“Do the right thing, save the forests!” è il concorso a premi pensato per diffondere prodottioriginali di comunicazione sociale, realizzati dai giovani allo scopo di promuovere la gestionesostenibile delle foreste e l’uso responsabile dei prodotti derivati. Il concorso, apartecipazione gratuita e aperto a classi o gruppi di studenti delle scuole secondarie di Italia,Spagna, Romania, Polonia e Malta, è promosso dalle ong italiane CISV, COSPE e GVC insiemealle associazioni ambientaliste Kopin di Malta, Acsur Las Segovias in Spagna, Polish GreenNetwork in Polonia, Alma-Ro, Terra Mileniul III e Rhododendron in Romania. I lavori potrannoessere realizzati con comunicazione grafica, fotografica, video e web 2.0 (blog, sito, socialnetwork) e potranno riguardare uno dei seguenti temi: foreste bene comune dell’umanità,diritti delle popolazioni indigene che vivono nelle foreste primarie, tutela della biodiversità, lottaalla deforestazione e al cambiamento climatico, lotta al taglio e commercio illegale di legname,consumo critico di prodotti forestali (carta, legno), foreste e sviluppo sostenibile. I lavorisaranno giudicati da una giuria esterna. Le produzioni più originali e significative, una per ogniPaese partecipante, saranno premiate con 500 euro. Scadenza: 15 aprile 2013. Laproclamazione dei vincitori avverrà entro il 30 maggio 2013, con comunicazione a tutte lescuole partecipanti e la pubblicazione sul sito: www.forestintheworld.org. Info e regolamento:www.forestintheworld.org Roberto Varone tel. 348.6130233 r.varone@cisvto.orgIl Comune di Moncrivello (Vercelli), organizza il 1° “Concorso letterario di poesia e prosa inlingua piemontese”. Condizioni: utilizzo della grafia piemontese unificata conforme allacodifica della Companìa dij Brandé, ogni partecipante potrà concorrere con un massimo diun’opera per sezione. Le opere in concorso dovranno essere inviate entro il 31 marzo 2013 alComune di Moncrivello, Assessorato alla Cultura, piazza Castello 6, 13040 Moncrivello. Bandocompleto: http://giannidavico.it/gopiedmont/2012/11/28/concors-ed-piemonteis-a-moncravel/Anno XXXVIII - n. 4Informazioni - 1 Febbraio 2013 31


« ACCADE IN PIEMONTE » è a disposizione di Comuni, Comunità montane,Enti ed Associazioni, Musei, Teatri, Editoriper informare su spettacoli, convegni, mostre, concorsi, pubblicazioni.Le informazioni debbono pervenirealmeno venti giorni prima dell’avvio delle iniziative a:« ACCADE IN PIEMONTE »Ufficio Stampa Consiglio regionale del Piemontevia Alfieri 15, 10121 TorinoTel. 011/5757.252-450-319 - Fax 011/5757.259E.mail: federica.calosso@cr.piemonte.it32 Informazioni - 1 Febbraio 2013 Anno XXXVIII - n. 4


Biblioteca della RegioneVia Confienza, 14 - TORINO23 gennaio 2013 - 28 febbraio 2013(lunedi - venerdi 9-13; 14-16)


www.cr.piemonte.it• Video e galleriefotografichein Multimedia• Trasparenza, presenze inAula, consulenze, bandie consultazioni online• Consiglio open:social network,app (android e apple)e contenuti liberi• Consiglio Autonomie Locali • Corecom • Difensore civico• Comitati e Consulte • Leggi regionali • Osservatorio elettorale• Informazioni giuridiche e legislative • Guida ai finanziamenti regionalileggi il QR Code con losmartphone e visitawww.cr.piemonte.it

More magazines by this user
Similar magazines