Corea del Sud - Corrente

corrente.gse.it

Corea del Sud - Corrente

Consumo finale di energia per settori:confronto Corea del Sud/media IEA 2010100%90%80%70%60%50%40%30%20%10%0%15,6 1612,62019,43252,332Corea del SudMedia IEAAltri settori*residenzialetrasportiIndustria*include servizi e commercio, agricoltura, pesca e tutto ciò che non è specificatoFonte: IEA 2012Con la National Strategy for Green Growth fino al 2050 il Governo ha stabilito ladirezione in cui deve andare la politica energetica del Paese nel medio-lungoperiodo. In particolare il Governo punta a:- aumentare la sicurezza energetica;- favorire la realizzazione di una società a basse emissioni climalteranti;- aumentare l’efficienza energetica e l’uso razionale dell’energia;- favorire e stimolare sempre più gli investimenti nelle FER;- incrementare il ricorso al nucleare;- attenuare le emissioni nocive in atmosfera, i rischi ambientali e quelli legatiall’inquinamento;- migliorare la qualità della vita nel Paese. La Strategia si articola in Piani Quinquennali per la crescita sostenibile. Nel 2009è stato varato il primo Piano per il periodo 2009-2013 4 il cui principale obiettivoè quello di destinare annualmente il 2% del PIL agli investimenti e alla R&D perla Green Growth.4 Per i dettagli si veda la pubblicazione dell’OECD del 2011: Korea’s Green Growth Strategy- 8 -


Nonostante la Corea del Sud non fosse inclusa tra i Paesi dell’allegato I delProtocollo di Kyoto con obbligo di riduzione delle emissioni climalteranti, nel2009 ha annunciato l’obiettivo di voler ridurre del 30% nel 2020 le emissioni digas serra rispetto ad uno scenario business as usual. Per assicurare un’effettivaimplementazione di questo nuovo obiettivo il Presidente Lee Myung-bak hacostituito il Presidential Committee on Green Growth (PCGG) a cui prendonoparte rappresentanti di diversi ministeri e stakeholders privati con l’obiettivo dimonitorare e valutare gli avanzamenti intermedi verso il target del 2020.La Corea del Sud è membro delle principali organizzazioni internazionali che sioccupano di energia: OCSE, IEA, IRENA, WEC (World Energy Council), REEEP(Renewable Energy and Energy Efficiency Partnership). Inoltre, insieme a Germania e Sudafrica, è uno dei fondatori dell’InternationalPartnership on Mitigation and MRV 5 nell’ambito del Petersberg ClimateDialogue, istituito per condividere attività tra paesi sviluppati e in via di svilupponell’ottica di ridurre il gap di emissioni tra le due aree e adottare una strategiacomune nel lungo periodo per ridurre le emissioni globali.5 Measurement, Reporting and Verification- 9 -


FONTI RINNOVABILIIl contributo delle FER al mix energetico totale è tra i più bassi in assoluto alivello mondiale, tuttavia la Corea del Sud ha deciso di invertire la rottapuntando su un forte incremento dell’attenzione allo sviluppo sostenibile eall’efficienza energetica tramite una strategia a lungo termine e dei programmi einterventi legislativi a breve-medio termine.Nell’ambito della Green Energy Industry Development Strategy, varata dalMinistero dell’Economia, il First Basic Plan for New and Renewable Energyindividua l’obiettivo di portare il consumo finale di FER nel mix energetico totaledal 2,4% del 2008 al 6% nel 2020 e all’11% nel 2030.La Corea del Sud punta anche a diventare uno dei più grandi produttori dicomponenti per impianti FER volendo coprire entro il 2030 il 20% del mercatomondiale di componenti fotovoltaici (ne soddisfaceva il 5% nel 2008).Tra il 1988 e il 2007, sono stati investiti circa 918 miliardi di Won (circa 638 mln€) nel campo della ricerca, sviluppo e dimostrazione di progetti a FER e efficienzaenergetica. Nel 1980 è stata fondata la Korea Energy Management Corporation (KEMCO) 6 ,la quale ha come obiettivo prioritario lo sviluppo di tutti gli aspetti correlatiall’efficienza energetica ed al conseguimento dell’obiettivo dell’11% dirinnovabili nel mix energetico entro il 2030.Per raggiungere quest’ultimo target, sono state attuate diverse politiche diincentivazione.6 http://www.kemco.or.kr/new_eng/main/main.asp- 10 -


Feed in tariffLe feed in tariff (FIT) sono state introdotte nel 2002 e sono state modificate piùvolte.Questa politica ha dato grande slancio ad alcuni settori, come il fotovoltaico el’eolico. Prima del 2004, la potenza fotovoltaica installata era inferiore a 400 kW:nel 2008 la stessa ha toccato i 300 MW.Gli incentivi sono garantiti per 15 anni.Il Produttore può scegliere tra un incentivo fisso o un incentivo variabileIdroelettrico "tipico"TecnologiaIdroelettrico "atipico"Gas di discaricaBiogasPotenzaIncentivo fissoWon/kWh €/MWh Won/kWhIncentivo variabile€/MWh0-1 MW 86,04 59,5 SMP +15 SMP + 10,371-5 MW 94,64 65,4 SMP + 20 SMP + 13,830-1 MW 66,18 45,8 SMP + 5 SMP + 3,461-5 MW 72,80 50,3 SMP +10 SMP + 6,920-20 MW 68,07 47,1 SMP + 5 SMP + 3,4620-50 MW 74,99 51,9 SMP +10 SMP + 6,920-20 MW 72,73 50,3 SMP +10 SMP + 6,9220-50 MW 85,71 59,3 SMP +15 SMP + 10,37Biomasse legnose sotto 50 MW 68,99 47,7 SMP + 5 SMP + 3,46Maree - sopra gli 8,5 m con sbarramento sopra 50 MW 62,81 43,4Maree - sopra gli 8,5 m sopra 50 MW 76,63 53,0Maree - sotto gli 8,5 m - con sbarramento sopra 50 MW 75,59 52,3Maree - sotto gli 8,5 m sopra 50 MW 90,50 62,6Celle a combustibile sopra i 200 kW 234,53 162,2Celle a combustibile - con biogas sopra i 200 kW 282,54 195,4Rifiuti sotto i 20 MW 0,00 0,0 SMP + 5 SMP + 3,46SMP = Standard Marginal Price 126 7 ca. 87 ca.Fonte: KEMCO, cambio pari a 0,0007 EUR/KRWDal 2002 ad oggi sono stati erogati circa 8 miliardi di euro di incentivi.Gli impianti a fonti rinnovabili non possono usufruire delle FIT qualora abbianogoduto di altri sussidi governativi per una copertura superiore al 30% dei costi.7 Fonte: KEMCO 2011- 11 -


€/MWh Di seguito è riportato un grafico che confronta, per alcune tipologie di impianto,gli incentivi coreani con gli incentivi italiani, normalizzati alla durata di 20 anni(corrispondente alla durata degli incentivi in Italia per la maggior parte delletecnologie). Trattasi, per entrambi i Paesi, di tariffe onnicomprensive (feed-in).Ovviamente, nell’effettuare il confronto tra gli incentivi previsti in Paesi diversi,va sempre tenuto presente che la redditività degli investimenti non dipendesolo dal valore delle tariffe feed-in, ma anche da molti altri fattori quali, adesempio, la presenza di eventuali altre forme di agevolazione cumulabili, i costi diproduzione, la semplicità di accesso ai meccanismi di incentivazione e la rapiditàdelle procedure autorizzative e di connessione alla rete elettrica, etc.250Confronto tra gli incentivi riconosciuti in Corea e in Italiaper alcune tipologie di impianto(normalizzati a 20 anni)200150100500Impianto idroelettrico 5MW acqua fluenteImpianto a gas didiscarica 1 MWImpianto a biomassasolida 5 MWImpianto biogas 1 MWItalia bonus massimi Corea del Sud bonus massimi Italia Base Corea del Sud BaseFonte: DM 06/07/2012 e KEMCO- 12 -


Renewable Portfolio Standard Dal 2012, il sistema delle feed in tariff è stato sostituito dal Renewable PortfolioStandard (RPS).L’RPS è sostanzialmente simile al mercato dei Certificati Verdi. L’obbligo delpossesso annuale di una determinata quantità di titoli è in carico ai produttori dienergia da fonti fossili con una potenza superiore a 500 MW. Sono 13 lecompagnie soggette all’obbligo. Per il 2013 l’obbligo è pari al 2.5% della produzione di energia del 2012.I titoli riconosciuti per l’adempimento dell’obbligo sono i RECS. In caso di inadempimento la sanzione da pagare è pari a 60 Won/kWh (40€/MWh circa)12%Quote d'obbligo previste nell'ambitodel RPS10%8%6%4%2%0%2012 2013 2014 2015 2016 2017 2018 2019 2020 2021 2022- 13 -


€/MWh Di seguito è riportato un grafico che confronta, per alcune tipologie di impianto,l’incentivo RPS con l’incentivo italiano. Nel grafico si tiene conto del prezzodell’energia in Corea del Sud nel 2011 e della massima penale pagabile permancato adempimento.250Confronto tra gli incentivi riconosciuti in Corea del Sud e in Italiaper alcune tipologie di impianto200150100500Impiantoidroelettrico 5MW acquafluenteImpianto eolicoon-shore 2 MWImpiantogeotermico 10MWImpianto abiomassa solida5 MWImpianto biogas1 MWImpiantofotovoltaico 1MW a terraItalia bonus massimo Corea del Sud Penale RECS Italia Base Corea del Sud SMPFonte: DM 06/07/2012 e KEMCO.Altre politiche incentivanti 1.000.000 di case verdi: si tratta di un programma per l’installazione di tettifotovoltaici o solari termici e/o impianti minieolici o geotermici. Il Governo copreparte delle spese. L’investimento previsto per il 2020 è di circa 95 milioni di euro. Sussidi: il Governo ha istituito dei programmi di sovvenzione per accelerare ladistribuzione delle FER. L'obiettivo di tali programmi è quello di creare una filieranazionale per le nuove tecnologie. Il Governo prevede di concentrare i proprisupporti su solare fotovoltaico, energia eolica e celle a combustibile. Prestiti a tasso agevolato: il Governo concede prestiti fino al 90% dei costi diinvestimento iniziale per l’installazione di impianti a FER; il 20% delle spese dicostruzione di un impianto FER è deducibile.- 14 -


EFFICIENZA ENERGETICA In Corea del Sud sono attive diverse politiche per lo sviluppo dell’efficienzaenergetica. Per quanto riguarda l’edilizia, in particolare:- esiste la certificazione degli edifici, simile al modello europeo;- sono obbligatori, per edifici di grandi dimensioni, i piani per l’efficienzaenergetica degli edifici;- edifici di nuova costruzione sono tenuti a sottostare a criteri di efficienzaenergetica;- è intenzione del Governo rendere più efficienti gli edifici pubblici;- il Governo coreano spinge, tramite KEMCO, i diversi stakeholder industriali atrovare partnership per l’efficienza energetica negli edifici. Un’ulteriore spinta all’efficienza energetica è data dal programma ESP (EnergySaving trought Partnership):- lo scopo di questo programma è quello di creare un network di diversecompagnie industriali attive in differenti settori;- mediante l’azione di networking, sono condivise informazioni e nuovetecnologie per il risparmio dell’energia;- KEMCO fornisce assistenza, al fine di realizzare i progetti sottopostiall’interno del programma ESP;- possono partecipare quelle industrie che consumato più di 20 kTep annuali.- il programma prevede di aumentare la competitività delle industrie allaricerca di soluzioni per l’efficienza energetica tramite analisi e sviluppo diapplicazioni nel campo delle tecnologie emergenti in grado di dare risultatisignificativi di risparmio energetico;- nei primi sette anni del programma ESP sono stati effettuati 409 interventi,che hanno portato a evitare di consumare circa 400 GWh, per un risparmioche si aggira sugli 85 milioni di Euro. Anche nel settore dei trasporti sono attive diverse misure di stimolo all’efficienzaenergetica:- i produttori coreani di autoveicoli sono tenuti a rispettare standard diefficienza, pari a 14.5 km/l per i veicoli sotto i 1.600 cc, e 11.2 km/l per iveicoli sopra i 1600 cc;- ogni veicolo, a partire dalla sua messa in commercio, deve esporre unadesivo riportante le proprie prestazioni, ovvero i kilometri medi con un litrodi carburante e le emissioni medie di anidride carbonica per kilometro (figuraseguente).- 15 -


PRINCIPALI ISTITUZIONI E ORGANIZZAZIONI ENERGETICHE COREANEMinistero dell’Economia e della Conoscenzahttp://www.mke.go.kr/language/eng/index.jspMinistero dell’Ambientehttp://eng.me.go.kr/main.doKorean Energy Management Corporation (KEMCO)http://www.kemco.or.kr/new_eng/main/main.aspKorea Electric Power Corporation (KEPCO)http://www.kepco.co.kr/eng/Korea National Oil Corporation (KNOC)https://www.knoc.co.kr/ENG/main.jspKorea Gas Corporation (KOGAS)http://www.kogas.or.kr/kogas_eng/html/main/main.jspKorea Electricity Commision (KOREC)http://www.korec.go.kr/korea energy economics institutehttp://www.nrcs.re.kr/english/member/05/Korea Institute of Energy Researchhttp://www.kier.re.kr/eng/- 16 -


Gestore dei Servizi EnergeticiDirezione Studi, Statistiche e Servizi specialisticiUnità Studi28 febbraio 2013

More magazines by this user
Similar magazines